calcio Joomla! - il sistema di gestione di contenuti e portali dinamici http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=section&id=16&layout=blog&Itemid=312 Wed, 21 Feb 2018 11:19:36 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it 2^ Cat. - Il Nike Giardini riconquista la vetta. Il Limina cade a Savoca con Malino protagonista. Continua l'ascesa dell'Atl. Francavilla. Vittoria verso la salvezza per il Calcio Furci. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15872:2-cat-il-nike-giardini-riconquista-la-vetta-il-limina-cade-a-savoca-con-malino-protagonista-continua-lascesa-dellatl-francavilla-vittoria-verso-la-salvezza-per-il-calcio-furci&catid=89:seconda-categoria&Itemid=364 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15872:2-cat-il-nike-giardini-riconquista-la-vetta-il-limina-cade-a-savoca-con-malino-protagonista-continua-lascesa-dellatl-francavilla-vittoria-verso-la-salvezza-per-il-calcio-furci&catid=89:seconda-categoria&Itemid=364 Ritorna in vetta alla classifica il Nike Giardini nel campionato di Seconda Categoria – Girone D – lo fa forse nella giornata più delicata della stagione:  in primis si è tornati a giocare dopo 15 giorni di sosta (con tutti i pro e contro), con un turno che proponeva due scontri diretti di alta classifica, in modo particolare la delicata trasferta della capolista Limina sul campo dell’Akron Savoca, l’altro scontro proponeva Giovanile Mascali – Fasport Itala.

In poche parole in palio, non solo i tre punti, ma restare agganciati ai propri obiettivi, in un momento cruciale del campionato. La quarta giornata di ritorno ha dato delle indicazioni importanti per il proseguo del torneo che ancora una volta non si smentisce: per la decima volta cambia la leadership, a dimostrazione di un equilibrio sostanziale, adesso per la seconda volta a primeggiare è la la compagine giardinese del Presidente Tino Sturiale che nell’anticipo di sabato vince per 3-1 sul campo del Fiumedinisi.

I ragazzi di mister Cerra hanno dimostrato contro la squadra del neo-allenatore Matteo Frazzica, subentrato al dimissionario Carmelo Brigandì, di essere un undici ben attrezzato con diverse frecce nel proprio arco, anche se a sbloccare il risultato è stata un’autorete provocata da Zanino dopo 5’ di gara. Quindi la partita si mette subito sui binari giusti, anzi al 20’ arriva il raddoppio su calcio di rigore trasformato da Cantarella. Gara praticamente blindata in proprio favore per i giardinesi che hanno giocato la ripresa in superiorità numerica per l’espulsione di Zanino. Oltre alle due marcature, gli ospiti hanno creato diverse opportunità di arrotondare il risultato, a 15’ dalla fine la gara si riapre grazie alla zampata vincente del bomber ex Itala e Mandanici, Loris Di Blasi che risolve in proprio favore una mischia in area. I locali si buttano in avanti per riacciuffare il risultato, ma non hanno fatto i conti con la stupenda azione costruita dall’asse Calì-Patanè con quest’ultimo che manda la sfera sotto l’incrocio dei pali, gol che chiude in pratica la gara quando siamo a poco meno di cinque minuti dalla fine.

Un successo che proietta il Nike Giardini in vetta alla classifica, almeno per 24 ore, in attesa della gara di domenica pomeriggio Akron Savoca – Limina. Attesa che porta bene al Nike Giardini che rimane in vetta solitaria dopo i risultati della domenica che ha visto la sconfitta della capolista  Limina per 1-0. Sorpasso in classifica con il Nike che si porta a 33 punti con il Limina che rimane a quota 31, subito dopo l’Akron Savoca con 30 punti.

A decidere il cambio di testimone è stato una rete ad inizio della ripresa del giovane attaccante savocese Stefano Famulari che è lesto a carpire la respinta del veterano portiere Giancarlo De Clò su tiro insidioso di Carmelo De Luca. Nei minuti finali opportunità per i liminesi di riportarsi in parità quando Settimo mette giù il bomber liminese Marvin Costa con l’arbitro che indica il dischetto di rigore. A presentarsi sul dischetto non è l’attaccante Costa, bensì Ciccio Carpillo che si fa ipnotizzare da Domenico Malino, un liminese che fa crollare il primato alla squadra del suo paese.

La giornata sorride alla Giovanile Mascali che si aggiudica lo scontro casalingo con una diretta rivale per agganciare la miglior posizione nella griglia dei play-off, ma soprattutto cercare di rientrare nella lotta di vertice. Gli etnei  risolvono la pratica Fasport Itala nei primi 20’ di gara grazie al gol dopo cinque minuti di Sgroi e al raddoppio di Mauro per portare a casa il quarto posto in graduatoria (28 punti).

Una sconfitta pesante per la Fasport priva del suo uomo migliore Restuccia (infortunato) che fa scivolare i ragazzi di Peditto fuori dai play-off (25), superati dall’Atletico Francavilla che espugna il campo dei cugini dell’Itala grazie alla doppietta di Alexandrus che sblocca il risultato dopo 7’ di gioco, pronta la reazione dei ragazzi di Geraci che pareggiano le sorti della gara a due minuti dalla fine, grazie a Fleres appena entrato in campo che finalizza in rete con un perfetto stacco di testa un suggerimento di Caminiti.

Ecco che dagli sviluppi di un calcio d’angolo, siamo al 90’ arriva il colpo di testa vincente ancora protagonista Alexandrus che fa volare l’Atletico Francavilla (quinta vittoria consecutiva) per la prima volta nei play-off in quinta posizione (27 punti). Mentre per l’Itala rimane l’amaro in bocca per l’occasione di portare a casa un punticino di vitale importanza per la sua precaria classifica: penultimo posto in graduatoria con 10 punti, potendo vantare ancora due punti di vantaggio sul Città di Roccalumera ferma ai box per turno di riposo fanalino di coda.

Per il resto la giornata ha visto la vittoria dell’Antillese sul campo del Città di Calatabiano: decide nella ripresa un’intuizione del bomber Sebastiano Mastroieni che riprende una ribattuta del portiere locale su tiro dal limite di Crementi. Per la cronaca sul punteggio di 0-0, i locali hanno colpito la traversa con Barbera. Un successo importante per gli antillesi che si avvicinano in zona play-off (24 punti) a -3 dall’Atletico Francavilla.

Vince il Calcio Furci nella gara casalinga contro la rinata Robur che si deve arrendere ad una formazione guidata da Mimmo Ucchino piuttosto cinica che va in gol nel primo tempo con Matteo Ingegneri, nella ripresa mette al sicuro il risultato Enrico Rapisarda. Per la cronaca i roburini hanno sprecato un calcio di rigore con Filippo Saglimbeni che si è fatto parare il tiro da un superlativo Francesco Lundi, non solo per il penaluty parato ma per gli ottimi interventi fatti nel corso dell’intera gara. Un successo importante per i furcesi che agganciano a 17 punti il Fiumedinisi e la stessa Robur, facendo un importante passo verso la salvezza.

]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") 2^ categoria Mon, 19 Feb 2018 21:33:57 +0000
La Russo Calcio cala il poker sul campo del S.Alessio che si arrende nel finale. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15871:la-russo-calcio-cala-il-poker-sul-campo-del-salessio-che-si-arrende-nel-finale&catid=87:prima-categoria&Itemid=358 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15871:la-russo-calcio-cala-il-poker-sul-campo-del-salessio-che-si-arrende-nel-finale&catid=87:prima-categoria&Itemid=358 Arriva ancora un’altra sconfitta per il S. Alessio ( 15 sconfitte) che deve rinviare ancora l’appuntamento alla prima vittoria stagionale che per gli alessesi non è arrivata, anzi perdono nettamente per 4-1 ad opera della Russo Calcio.  Non basta la buona volontà a contrastare gli etnei che partono subito forte con un scatenato Dumitrascu, il migliore in campo,  è proprio il giocatore biancoazzurro a portare la prima insidia alla porta difesa Vitale che superato dalla conclusione dell’attaccante trova sulla linea il salvataggio di un difensore.

Ma il gol è rimandato di pochi minuti: azione di A. Belfiore pennella un perfetto assist per la deviazione vincente che porta in vantaggio la Russo Calcio.   Sull’entusiasmo del vantaggio arriva il raddoppio grazie alla stoccata di Cartellone che però non può esultare per fuorigioco. I padroni di casa non demordono cercano di imprimere il proprio gioco,  ma subiscono le ripartenze degli ospiti che si rendono ancora pericolosi con il solito Dumitrascu e con un gran tiro di Pace.

I ragazzi di Mancuso ci sono, al 35’ sfiorano il pareggio con una conclusione di Dario Trefiletti ma la sfera va a sbattere sul legno. Il giocatore alessese si fa vivo ancora al 38’ che fallisce una ghiotta occasione che poteva valere il pareggio.  Prima dell’intervallo arrivano i guantoni di Cisterna per bloccare un’insidiosa punizione dal limite.

Il S. Alessio in gol: Al rientro in campo è il S. Alessio spinge in avanti, al 51’ perviene al pareggio con Dario Trefiletti su suggerimento di M. Puglisi. Subito il gol mister Musumeci che vuole i tre punti, porta il primo cambiamento all’assetto tattico,  fuori Belfiore dentro Napoli, proprio il neo entrato si fa subito notare con una conclusione di poco fuori.

Diciamo è l’anteprima che porta al 71’ al vantaggio: azione di Dumitrascu per F. Napoli che sfrutta perfetta il suggerimento del compagno è supera Vitale.  Passato in vantaggio gli ospiti cercano il gol della sicurezza ci prova Pace con conclusione fuori,  poi tocca Dumitrascu che trova l’attenta parata di Vitale. Il gol che chiude la gara arriva al 86’ quando Sciuto suggerisce per Dumitrascu che questa volta gonfia la rete per il 3-1. Al 90’ concede il bis sfruttando un passaggio di Crisafulli.

S. Alessio   1    Russo Calcio   4

Marcatori: 9’ P. Pappalardo, 51’ Trefiletti, 71’ F. Napoli, 86’ e 90’ Dumitrascu.

S. Alessio: A. Vitale, F. Miuccio, Barone, A. Sturiale, Bertuccielli, G. Stracuzzi, Andò, M. Puglisi (73’ Palella), Zagami, Trefiletti, Crisafulli. All: Mancuso.

Russo Calcio: Cisterna, Crisafulli, Parisi, Malaponti, S. Pappalardo, A. Belfiore (89’ Contarino), Cartellone, ( 72’ Pace), Dumitrascu, P. Pappalardo, Napoli  All: Antonello Musumeci.

Ammoniti: 50’ Trefiletti (S. Alessio), 76’ A. Belfiore (Russo)

Espulso: 75’ E. Crisafulli (S. Alessio)

Arbitro: Salvatore Puglisi di Catania.

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") 1^ categoria Sun, 18 Feb 2018 22:56:30 +0000
La Jonica in vantaggio per 3-0, rischia la rimonta del Lineri Misterbianco (3-2). http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15869:la-jonica-in-vantaggio-per-3-0-rischia-la-rimonta-del-lineri-misterbianco-3-2&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15869:la-jonica-in-vantaggio-per-3-0-rischia-la-rimonta-del-lineri-misterbianco-3-2&catid=86:promozione&Itemid=352 E’ finita con la vittoria della capolista Jonica che espugna il “Toruccio La Piana” di Misterbianco contro la formazione locale del Lineri. Una gara che sembrava filare liscia come l’olio, con i ragazzi di mister Moschella (in tribuna squalificato), in vantaggio per 3-0 quando mancavano poco meno di 10’ alla fine. Invece, è successo quello che nessun si aspettava, la rimonta della formazione etnea che si porta nell’arco di pochi minuti sul 3-2, quindi mettendo a rischio la vittoria della capolista che alla fine riesce a chiudere i varchi è portare a casa un successo di vitale importanza.

Ha rischiato grosso la Jonica, alla fine è arrivato il successo meritato che ha visto la firma del difensore goleador Gianluca Sanfilippo al rientro dalla squalifica che apre la contesa al 21’: perfetto traversone dalla destra di Aricò sul secondo palo dove si trova il numero 5 giallorosso che si coordina è fa partire un diagonale che supera Scalia.

Il raddoppio arriva nel primo giro dell’orologio della ripresa quando l’incursione di Smiroldo viene atterrata in area da un difensore locale, per il direttore di gara non ci sono dubbi, indica il dischetto di calcio di rigore. Prende la sfera l’esperto numero 10 santateresino Arigò, oggi una prestazione eccellente,  ha messo lo zampino in tutte le azione più importanti della gara, dagli undici metri non lascia scampo a Scalia per il 2-0.

Gara, possiamo dire pienamente nelle mani della Jonica che va sul 3-0 con una splendida azione protagonista Alessio Savoca, perfetto inserimento a centrocampo che prende di sorpresa gli avversari, perfetto lancio in verticale a far proseguire per Luca Galletta che s’invola verso la porta etnea, appena in area fa partire un missile che Scalia non può fare altro che prende in fondo alla rete. Siamo al 51’, gara praticamente chiusa, invece, i ragazzi di Insanguine all’81’ grazie ad un tocco di mano di Herasymenko accorciano le distanze su calcio di rigore trasformato da Missale con Gugliotta completamente spiazzato.

Nulla di grave, la capolista è avanti di due reti, quando mancano poco meno di meno di dieci minuti, invece, all’88’ un tiro da fuori di Missale sorprende Gugliotta con la sfera che fa esultare la tifoseria locale. Mancano pochi minuti alla fine, adesso i padroni di casa vedono all’orizzonte la possibilità di riacciuffare il risultato,  ma arriva il triplice fischio finale che fa tirare un lieto sospiro di sollievo alla compagine jonica che mette in cassaforte i tre punti che consentono alla Jonica di lasciare invariato il vantaggio (+2) sull’immediata inseguitrice  Tirrenia Calcio.

Ancora una trasferta nel prossimo turno per la Jonica che farà visita al Città di Mascalucia, mentre il Lineri  giocherà con il Merì.

Lineri Misterbianco 2   Jonica Fc   3

Marcatori: 21' Sanfilippo, 46' Arigò su rigore, 51' Galletta, 81' su rigore  e 85' Missale.

Misterbianco: Scalia, Aiello, Murabito  ( 66’ Salamone), Leonardi, Fazio,  Missale, Gugliemino, Grillo  (60’ Riela ), Cuntrò  (75’Gugliemino), Ventura, Borzì. All. Insanguine.

Jonica: Gugliotta, Loria, Lombardo (84’ Leo), Herasymenko,  Sanfilippo,  Smiroldo (60’ Mifa), Ferraro, Cambria, Galletta (66’ La Forgia), Arigò (69’ Casale) , Savoca (90’ Monaco). All: Mimmo Moschella in panchina Roberto Frazzica.

Arbitro: Sebastiano Galioto di Siracusa. Assistenti: Andrea Breci e Vincenzo Donzello di Siracusa.

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Promozione Sun, 18 Feb 2018 21:47:05 +0000
Il Città di Mascalucia impone il pareggio (0-0) al Giardini Naxos. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15870:il-citta-di-mascalucia-impone-il-pareggio-0-0-al-giardini-naxos&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15870:il-citta-di-mascalucia-impone-il-pareggio-0-0-al-giardini-naxos&catid=86:promozione&Itemid=352 Il Giardini si è fatto “imbrigliare” dal Città di Mascalucia e resta inchiodato sul pareggio.

La partita non è stata bella e spettacolare come altre in passato, quando Varrica e compagni sono riusciti a cambiare marcia e portare a casa una meritata vittoria. Bisogna dire che i catanesi e l’allenatore Anastasi, conoscendo bene il valore dei singoli e dell’intera “rosa” guidata da mister Brunetto, hanno schierato una difesa in linea lasciando poco spazio alle continue improvvisate e ai tiri sparati da lontano dalla coppia gol: Mastroieni e Varrica.

Non meno interessante la propulsione di Tornitore e Mangano che hanno cercato in tutti i modi di perforare le due fasce laterali, ma i difensori rossazzurri si sono salvati alla meno peggio nel tentativo di bloccare le zone libere. Nell’economia della partita forse il Giardini doveva fare di più soprattutto in fase realizzativa dentro l’area di rigore e i pochi tiri in porta ne sono comunque una prova, ma il pari anche se alla fine va stretto mantiene alto il morale della formazione ionica.

Il Città di Mascalucia in vantaggio: Al 52’ Orofino direttamente su punizione approfitta di una deviazione di Vaccaro per battere l’incolpevole D’Antone e segnare.

Il Giardini  recupera lo svantaggio: I ragazzi di mister Brunetto non ci stanno e pigiano sull’accelerato per andare a ritrovare il pari che arriva al 63’ con il solito Patti che di testa gonfia la rete. All’85’ Mastroieni con un tiro lambisce il palo. All’88’ Vaccaro improvvisatosi attaccante calcia debolmente.

Arriva il triplice fischio finale che sancisce la divisione della posta con il Giardini che rallenta la corsa play-off, ma rimane in quarta posizione (42 punti), nel prossimo turno il big-match casalingo con il Terme Vigliatore (terzo con 48 punti).

Giardini Naxos 1   Città di Mascalucia 1

Marcatori: 52’ Orofino, 63’ Patti.

Giardini Naxos: D’Antone 6,5, Mancuso 6,5, Vaccaro 6, Patti 7, Stracuzzi 6,5, Salemi 6,5, Tornitore 6,5, Orefice 6 (72’ Giannetto 5), Mastroieni 6,5, Varrica 6,5, Mangano 6. All. Brunetto.

Città di Mascalucia: Spina 6, Spartà 6,5, Aidola 6, Orofino 6,5, Benivegna 6, Fazio 6, Rosano 6 (46’ Suriano 6), Di Mauro 6 (80’ Viglianisi s.v.), Tenerelli 6, Florio 6 (72’ Palma s.v.) Mazzarino s.v. (15’ Porto 6). All. Anastasi.

Arbitro: Gabrielbattista Castelletti di Caltanissetta. Assistenti: Federico Severino di Catania e  Cristina Lunelio di Catania.

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Le Mura") Promozione Sun, 18 Feb 2018 21:47:05 +0000
Il Giarre non va oltre il pareggio con il Biancavilla, si allontanano i play-off. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15868:il-giarre-non-va-oltre-il-pareggio-con-il-biancavilla-si-allontanano-i-play-off&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15868:il-giarre-non-va-oltre-il-pareggio-con-il-biancavilla-si-allontanano-i-play-off&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Se non è addio poco ci manca. Il Giarre di Peppe Mascara impatta a reti inviolate contro la vice capolista Biancavilla e si allontana dalla zona playoff, adesso distante cinque lunghezze. Al Regionale i gialloblu non vanno oltre lo 0-0 conquistando soltanto un punto contro la compagine allenata da Tommaso Napoli. Adesso le speranze di recupero per Carbonaro e compagni sono aggrappate al prossimo scontro diretto casalingo contro il Camaro.

Primo Tempo: Al 3’ Chiavaro su punizione manda a lato. La prima occasione davvero pericolosa arriva al 26’ con Genovese che da fuori area tenta un pallonetto dopo una corta respinta di pugni di Colonna ma Sakho salva di testa all’incrocio dei pali. Al 38’ anche Randis ci prova su calcio da fermo ma troppo centralmente. Al 40’ un quasi pasticcio tra Sakho e Colonna costringe l’estremo difensore del Giarre a rifugiarsi in fallo laterale. Al minuto 43 un traversone di Genovese lambisce la traversa.

Secondo Tempo: Nella ripresa Carbonaro ci prova al 14’ con un tiro da fuori che sfiora il palo a Pappalardo battuto. Al 22’ è Leotta ad andare vicino alla marcatura mettendo la punta del piede sulla punizione di Messina da metà campo. Un solo giro di lancette e Savanarola calcia altissimo da buona posizione. Al 24’ ancora il numero 11 giarrese conclude in diagonale a lato dopo un’ottima triangolazione con Petrullo. Savanarola al minuto 32 nel cuore dell’area spara di sinistro ma Colonna respinge.

Su capovolgimento di fronte i padroni di casa in contropiede con Josè Spampinato concludono con poca potenza verso la porta dando il tempo a Pappalardo di risistemarsi nello specchio e parare il tiro.Inizio modulo

GIARRE    0            BIANCAVILLA    0

Giarre: Colonna, M. Spampinato, Messina, Wajnsztejn, Miano, Sakho, J. Spampinato, Marrone (49’ st Finocchiaro), Carbonaro, Petrullo, Leotta (44’ st Asero). A disposizione: Incatasciato, Carrabino, Caputa, D’Anna, Di Maio.

Biancavilla: Pappalardo, Caruso (20’ st Orefice), Chiavaro, Strano, Diop, Parisi, Savanarola, Russo, Randis (37’ st Marraffino), Genovese, Indelicato. A disposizione: S. Benfatta, Faro, Scalia, G. Spampinato, P. Benfatta. All. Napoli

Arbitro: Saputo di Palermo; assistenti Caruso di Palermo e Spanò di Messina

Note: espulsi al 44’ st Miano (G) e al 49’ st Strano (B)

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà") Eccellenza Sun, 18 Feb 2018 20:33:26 +0000
Una doppietta di Francesco Cardia, la capolista Città di Messina supera 2-0 il Rosolini. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15860:una-doppietta-di-francesco-cardia-la-capolista-citta-di-messina-supera-2-0-il-rosolini&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15860:una-doppietta-di-francesco-cardia-la-capolista-citta-di-messina-supera-2-0-il-rosolini&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Il Città di Messina conquista la 13^ vittoria consecutiva e vola temporaneamente a +9 in classifica in attesa delle gare di domani. Uomo simbolo del successo contro il Città di Rosolini è Francesco Cardia, gladiatore del centrocampo giallorosso grazie ad una prestazione eccellente sia in fase offensiva, la doppietta di oggi permette all’ex Igea di raggiungere Rosario Rasà a quota 8 centri stagionali, che in fase difensiva, con una quantità infinita di azioni avversarie spezzate e palloni recuperati.

La capolista non rischia nulla, passa dopo 2′ minuti e dimostra la consueta solidità difensiva che permette a Sebastiano Paterniti di assistere al match senza essere mai chiamato in causa. Gli ospiti restano in 10 ad inizio secondo tempo e reclamano per una presunta simulazione non segnalata dall’arbitro pochi secondi prima.

La prestazione corale della formazione di Giuseppe Furnari non lascia spazio ad ulteriori repliche e la concentrazione resta alta per la prossima trasferta ad Avola. Scontate le squalifiche, S.Leo e Filistad tornano titolari per completare il consueto muro difensivo con capitan Bombara, a centrocampo fasce affidate a Fragapane e D.Leo con Cardia, Silvestri e Costa in mezzo, Lo Giudice e Codagnone fanno coppia in avanti.

Primo Tempo: Pronti via e il Città si porta in vantaggio. D.Leo conquista un calcio di punizione sulla destra. Fragapane con il contagiri trova l’acrobatica deviazione di Cardia che viene sfiorata da Brancato in rete. Sono passati appena 2 minuti sul cronometro e i locali si portano sull’1-0. Gara in discesa per Bombara e compagni che tengono il campo con la solita disinvoltura senza rischiare nulla. Al 23′ Cardia intercetta un rinvio di Fornoni, Silvestri serve Fragapane, abile a vincere un contrasto e servire Codagnone che di prima intenzione manda di poco alto sulla traversa. Cinque minuti più tardi Cardia lancia Lo Giudice che anticipa l’intervento di Di Dio ma sul più bello manda alle stelle. Intorno alla mezz’ora è ancora Cardia a provarci su calcio di punizione ma il tentativo viene deviato dalla barriera. Nell’occasione proteste dei padroni di casa per possibile fallo di mano ma il difensore amaranto tiene il braccio attaccato al corpo Delli Carpini lascia correre.

Secondo Tempo: Nella seconda frazione il Città parte con il piede sull’acceleratore. Lo Giudice da corner pesca Codagnone. Il centravanti prova a liberarsi al tiro ma cade in area a seguito di un presunto contatto con la difesa ospite. Delli Carpini non fischia nulla scatenando le proteste del Rosolini che reclamava il giallo per simulazione del numero 9 giallorosso. Eccessive quelle di Brancato che viene spedito sotto la doccia e lascia in 10 i suoi.

Al 47′ il Città è sopra di un uomo e di un gol. Tre minuti dopo il Città fa accademia sulla destra e dopo una bella combinazione tra D.Leo, Silvestri e Codagnone costringe il Rosolini in calcio d’angolo. Al 53′ il Città sfiora il raddoppio ma D.Leo schianta sul palo l’ottimo pallone di Fragapane dalla sinistra. Al 61′ Silvestri serve sul filo del fuorigioco Lo Giudice, ma il 2 contro 0 viene arrestato dall’assistente per fuorigioco. Molto dubbio.

Passano appena 60 secondi e Lo Giudice viene messo giù in area di rigore. Il fallo inizia appena fuori l’area e si conclude dentro. Per Delli Carpini è penalty. Cardia dagli 11 metri non sbaglia. Furnari effettua il primo cambio al  70′ con Quintoni che rileva Costa. Cinque minuti dopo Rasà subentra a Codagnone. Alessandro per D.Leo.

Pochi secondi e il Città rischia di triplicare ma Cardia e Rasà si ostacolano sul perfetto corner di Quintoni mettendo a pochi centrimetri dal palo. Al 73′ Di Stefano per Silvestri. Princi per Lo Giudice al 79′. A 3 dalla fine Princi serve splendidamente Alessandro che si non concretizza su uscita di Fornoni.

Città di Messina-Città di Rosolini 2-0

Marcatori: 2′ pt e 19′ st (rig.) Cardia

Città di Messina: Paterniti, D. Leo (24′ st Alessandro), Fragapane, S. Leo, Filistad, Bombara, Silvestri (32′ st Di Stefano), Cardia, Codagnone (28′ st Rasà), Lo Giudice (39′ st Princi), Costa (21′ st Quintoni). A disposizione: Maisano, La Corte. Allenatore: Furnari.

Città di Rosolini: Fornoni, Brancato, Reginato (13′ st Implatini), Monaco (24′ st Ruta), Ulma, Di Dio, Sammito, Valerio, Errante (42′ st Innocenti), Ricca, Cavarra. A disposizione: Renno, Covato. Allenatore: Serafino.

Arbitro: Cosimo Delli Carpini di Isernia
Assistenti: Francesco Davide Bonaccorso e Antonino Alessio Di Paola di Catania

Ammoniti: Valerio (R), Fornoni (R), Ulma (R), Implatini (R)
Espulso al 2′ st Brancato (R)

]]>
info@sportjonico.it (di "Fonte SSD Città di Messina") Eccellenza Sat, 17 Feb 2018 21:55:38 +0000
Un gol nella ripresa di Ansumana Badje, il Catania S. Pio X supera 1-0 il Pistunina. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15858:un-gol-nella-ripresa-di-ansumana-badje-il-catania-s-pio-x-supera-1-0-il-pistunina&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15858:un-gol-nella-ripresa-di-ansumana-badje-il-catania-s-pio-x-supera-1-0-il-pistunina&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Il Catania S.Pio X torna al successo e batte una diretta concorrente per la salvezza, il Pistunina. Vittoria sofferta, per 1-0, che trascina sempre più verso la tranquillità i biancorossi, adesso a quota 30 punti dopo 23 giornate del campionato di Eccellenza girone B.

A decidere l’anticipo del “Bonaiuto Somma” un tiro al volo del neo entrato, classe ’99, Ansumana Badje, ben appostato al limite dell’area di rigore in occasione di una respinta corta dell’incerto Vitale, proiettatosi in uscita su Abate, il quale si era presentato a tu per tu col portiere ospite dopo un suggerimento in profondità di Conte.

Un palo per tempo: il Pistunina impreca per due legni colpiti da Grazioso, un palo esterno su punizione dal limite nel primo tempo, una traversa ad inizio ripresa su suggerimento da destra e ottimo controllo ed esecuzione quasi all’ingresso dell’area piccola. Altre due opportunità, una per tempo, sono state firmate da Di Maggio: un colpo di testa all’angolo basso che ha esaltato i riflessi di Romano, un mancato tap-in a centro area su suggerimento da sinistra.

Mentre Ancione non ha sfruttato la posizione favorevole per inquadrare lo specchio della porta al pronti-via della ripresa. Di Ranno, che in scivolata ha depositato sul fondo a fine prima frazione un cross in diagonale di Conte, di Abate e Costa che di testa hanno lambito i pali non centrando il raddoppio, gli acuti del Catania S.Pio X, capace di capitalizzare il gol del vantaggio anche grazie alla superiorità numerica maturata negli istanti finali, complice l’espulsione per doppio giallo di Napoli.

Post-gara con Saro De Cento: “Abbiamo cercato la vittoria con meno giocate e sfruttando le profondità. Di fronte avevamo un avversario che ha creato difficoltà con le ripartenze e sugli esterni. Ma credo che la S.Pio X valga tutti i 30 punti sin qui conquistati, punti che credo ancora non bastino.

Non siamo ancora salvi, ho detto ai miei giocatori che il campionato finirà ad Aprile quindi daremo sempre il massimo in ogni partita. Badje si sta ambientando, l’ho impiegato per un tempo e sono soddisfatto per la sua prestazione e per il suo gol”.

Catania S. Pio X   1    Pistunina  0

Marcatore: 70' Badje

Catania S. Pio X: Romano, Conte (43' st Nobile), Di Savo (21' st Marino), Santanna, Costa, Spitaleri, Ranno, Garufi (21' st Guglielmino), Abate, Messina, Spina (10 st Badje). All: De Cento (in panchina Rubino)

Pistunina: Vitale, Keita, Caldore (21' st D'Angelo), Bellamacina (38' st Garthery), Napoli, Ardili, Visconti (17' st Marziale), Di Maggio, Colucci (26' st Miuccio), Grazioso, Ancione (38' st Minissale). All: Raciti.

Arbitro: Franzò di Siracusa. Assistenti: Grasso e Anile di Acireale.

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Eccellenza Sat, 17 Feb 2018 21:33:37 +0000
Piedimonte Etneo e Valdinisi si annullano a vicenda. Nella ripresa Di Dio salva sulla linea un tiro di Briguglio. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15856:piedimonte-etneo-e-valdinisi-si-annullano-a-vicenda-nella-ripresa-di-dio-salva-sulla-linea-un-tiro-di-briguglio&catid=87:prima-categoria&Itemid=358 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15856:piedimonte-etneo-e-valdinisi-si-annullano-a-vicenda-nella-ripresa-di-dio-salva-sulla-linea-un-tiro-di-briguglio&catid=87:prima-categoria&Itemid=358 Pareggio a reti bianche all’Antonello Raiti tra Piedimonte e Valdinisi. Occasione sprecata per entrambe le formazioni di avvicinarsi alla vice capolista Aci San Filippo che attualmente, per la maggiore distanza di dieci punti dalle inseguitrici, eviterebbe i playoff nel girone E.

Primo Tempo: Prima occasione al 13’ con un tiro a spiovere di Briguglio di poco alto sulla traversa con Vecchio che controlla con un balzo. Un minuto dopo rispondono i padroni di casa con Pagano che dalla trequarti serve in profondità diagonalmente Di Mauro il quale calcia di sinistro in corsa angolando troppo la conclusione. Al minuto 24 Andrea Crimi, al termine di un’azione corale piedimontese, spara a botta sicura ma viene murato da Costanzo.

Altra chance al 35’ con Di Mauro che crossa dal fondo mettendo in mezzo la sfera che sfila lungo la porta senza che Nassi e i difensori riescano a toccarla. Al 39’ Pagano lancia Di Mauro ma il suo tiro viene smorzato e allontanato dalla difesa.

Secondo Tempo: Nella ripresa ancora poche azioni pericolose. Al 16’ il tiro di Pagano dalla destra in piena area viene respinto.

Incredibile quello che accade al 70’: contropiede di Briguglio che a sinistra aggira Vecchio in uscita in area e calcia a porta vuota ma sulla linea di porta trova Di Dio che salva un gol già fatto. Ultima occasione al 37’ con una conclusione da fuori a fil di palo di Principato.

PIEDIMONTE ETNEO    0          VALDINISI    0

Piedimonte Etneo: Vecchio, Vasta, Di Dio, Mirabelli, Di Benedetto, Ferrara, Andrea Crimi, Zappalà, Nassi (30’ st Ucciardello), Pagano, Di Mauro. A disposizione: Giordano, Patanè, F. Giovane, Musumeci, A. Giovane, La Rocca. All. Santamaria

Valdinisi: Papale, Lombardo (50’ st Roma), Sterrantino, Speranza (24’ st Di Bartolo), Riposo, Gaeta, Mento, Costanzo, Principato, L. Triolo (11’ st Parisi), Briguglio (40’ st Lo Giudice). A disposizione: A. Triolo, Roberti, Trimarchi. All. Romano

Arbitro: Lazzara di Barcellona Pozzo di Gotto

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà" ) 1^ categoria Sat, 17 Feb 2018 21:14:57 +0000
Un Calcio Furci cinico con Ingegneri e Rapisarda superano 2-0 la Robur. Nel finale Lundi para un rigore a Saglimbeni. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15854:un-calcio-furci-cinico-con-ingegneri-e-rapisarda-superano-2-0-la-robur-nel-finale-lunda-para-un-rigore-a-saglimbeni&catid=89:seconda-categoria&Itemid=364 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15854:un-calcio-furci-cinico-con-ingegneri-e-rapisarda-superano-2-0-la-robur-nel-finale-lunda-para-un-rigore-a-saglimbeni&catid=89:seconda-categoria&Itemid=364 Che bel colpo messo a segno dal Calcio Furci nella 17^ giornata del campionato di Seconda Categoria: supera al Papandrea per 2-0 la Robur Letojanni,  un successo che fa balzare i ragazzi di mister Mimmo Ucchino dall’ undicesima (14 punti) all’ottava posizione,  in un colpo solo superano il Città di Calatabiano ed agganciano il Fiumedinisi e la Robur Letojanni a quota 17 punti.

Il terzo successo casalingo porta la firma di Matteo Ingegneri e Enrico Rapisarda, invece, per i roburini la possibilità di riaprire il match su calcio di rigore con Filippo Saglimbeni che  trova i guantoni di un super Francesco Lundi, per la Robur si tratta della sesta sconfitta esterna.

Al termine dei 90’ vince il Calcio Furci senza sudare troppo,  anzi la squadra di mister Ucchino è stata cinica sfruttando  quelle poche occasioni capitate.  La Robur dal canto suo sperava di portare via i tre punti dal Luigi Papandrea, è già dalle prime battute i ragazzi di Camarda giocano meglio a centrocampo, ma le azioni andavano a sbattere contro la difesa furcese con Giuffrida a primeggiare in area locale.

Alla prima occasione il Calcio Furci passa in vantaggio:  al 17’  calcio d’angolo per i padroni di casa calciato da Agnone a rientrare  con la sfera sulla linea di porta  con Cirino che non  riesce a prendere la palla,  è lesto Ingegneri ben appostato sulla linea a metterla  dentro.

Questa è l’unica azione sul taccuino da parte del  Furci nei primi 45’, mentre la Robur è stata pericolosa con Donato, il suo tiro, un bel diagonale che  passa vicino al palo di Lundi.  Al 45’ è il talentuoso Filippo Saglimbeni che entra in area dalla destra , ma il suo tiro va fuori di poco. Quindi si va all’intervallo con i locali in vantaggio per 1-0.

Nella ripresa  la musica non cambia il Furci dietreggia mentre i ragazzi di Camarda cercano di riacciuffare il risultato con il Furci che parte di rimessa,  al 65’ l’arbitro Barbagallo ferma Cutroneo in sospetto fuorigioco.

Al 75 ‘ la Robur va vicino al pareggio: Filippo Saglimbeni si libera bene in area il suo diagonale viene intercettato da un intervento miracoloso di Lundi con le punta delle dita, mandando la sfera in angolo.

Con la Robur in pressing, mister Ucchino prende le contromisure, manda in campo Caminiti e Rapisarda al posto di Bitto e Cutroneo. E’  proprio dai piedi dei due neo entrati   al 90’ i locali mettono al sicuro il risultato:  Caminiti si libera dalla destra dopo aver superato diversi avversari da un pallone a Rapisarda che è lesto a mettere dentro con il portiere in uscita.

Ma non è finita, al  92’ l’arbitro  concede un calcio di rigore molto generoso alla Robur per atterramento in area di Saglimbeni , batte quest’ultimo Lundi intuisce e para.  Subito dopo l’arbitro  concede una punizione dal limite dell’area alla Robur,  tira ancora Saglimbeni il pallone passa vicino all’incrocio dei pali difesi da Lundi.

Ultima possibilità per gli ospiti per andare in rete, arriva il triplice fischio finale dell’ottimo Barbagallo della sezione di Acireale che sancisce la vittoria del Furci che porta a casa punti preziosi che  fanno classifica e morale per i ragazzi  di casa che ancora oggi hanno dimostrato che se la possono giocare con tutti.

Miglior in campo tutta la difesa del Furci con Giuffrida e Lundi insuperabili, un elogio anche ai  compagni di reparto  Ingegneri, Pino e Occhino.  Sul fronte della Robur, al di là del rigore sbagliato, Filippo Saglimbeni.

Calcio Furci   2      Robur   0

Marcatori: 17’ Ingegneri, 90’ Rapisarda.

Calcio Furci: Lundi, Pino,  G. Occhino, Giannetto, Ingneri, Giuffrida, Fleres, Agnone, Bitto, C. Cutroneo, D’Urso. All: Mimmo Occhino

Robur Letojanni: T. Cirino, Lo Turco, S. Saglimbeni, Donato, Riccobene, D’Agostino, Massimo Tamà, Marco Tamà, Sgroi, F. Saglimbeni, Ciocarlan. All. Alessio Camarda.

Arbitro: Barbagallo di Acireale.

]]>
info@sportjonico.it (di "Mi.Rig.") 2^ categoria Sat, 17 Feb 2018 20:22:47 +0000
La Jonica Juniores vince a tavolino con il Messina Sud: nella seconda fase incontrerà Messana, Torregrotta e Giardini Naxos. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15846:la-jonica-juniores-vince-a-tavolino-con-il-messina-sud-nella-seconda-fase-incontrera-messana-torregrotta-e-giardini-naxos&catid=88:calcio-giovanile&Itemid=379 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15846:la-jonica-juniores-vince-a-tavolino-con-il-messina-sud-nella-seconda-fase-incontrera-messana-torregrotta-e-giardini-naxos&catid=88:calcio-giovanile&Itemid=379 Con la settima giornata di ritorno si è concluso il campionato Juniores del Comitato di Messina guidato dal Presidente Leonardo La Cava. A trionfare la Jonica di mister Mimmo Riganello che vince a tavolino l’ultima gara della prima fase contro il Messina Sud che non si è presentato al Comunale di Bucalo.

Si chiude così la prima fase del campionato Juniores Messina Girone B con la Jonica imbattuta: 12 vittorie su 12 con 42gol fatti e solo 7 subiti, miglior attacco e migliore difesa. Da elogiare tutti i ragazzi che hanno preso parte a questa prima fase insieme a mister Riganello e Filoramo per l’impegno fin qui profuso.

Come a S.Alessio,  la Juniores era imbottita di ragazzi della categoria Allievi  con solo il capitano Manuli. Dopo i 45 minuti di attesa l’arbitro a  dato la vittoria alla Jonica che si aggiudica la sfida al Comunale con il Messina Sud a tavolino, all’andata era finita 6-2 per i ragazzi di Riganello.

La Jonica si aggiudica il Girone B a punteggio pieno con 36 punti, segue Città di Messina 24, Gescal e Giardini Naxos 20, S. Alessio 11, Messina Sud 10 e Pistunina -3. Le squadre che si sono qualificate per la seconda fase, oltre alla Jonica, Città di Messina, Gescal e Giardini.

Fra qualche settimana si passa alla seconda fase del torneo con  la Jonica inserita nel Gruppo 2 disputerà due partite interne ed una esterna. I ragazzi di mister Riganello affronteranno due squadre del Girone A, si tratta della Messana e Torregrotta (2^ e 3^ classificata) e una del Girone B il Giardini Naxos quarto classificato.

Questi gli accoppiamenti:

1^ Giornata:

Jonica – Torregrotta.

Messana – Giardini Naxos

2^ Giornata

Giardini Naxos – Jonica

Messana – Torregrotta

3^  Giornata

Jonica – Messana

Torregrotta – Giardini Naxos

Le prime due classificate accederanno alla finale Juniores,  in caso di parità di punteggio tra 2 o più squadre al termine di questa Fase, per stabilire l’ordine della classifica, si procederà con la  “classifica avulsa”

La  distinta della Jonica  presentata all’arbitro: Informante, Crupi, Manuli, Giannetto,Interdonato D., Terrizzi, Turiano, Abate, Branca, Di Nuzzo. All: Riganello.

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Calcio Giovanile Thu, 15 Feb 2018 00:13:27 +0000
Un'autorete spiana la strada verso la vittoria alla capolista Jonica: 3-0 al Gescal. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15840:unautorete-spiana-la-strada-verso-la-vittoria-della-capolista-jonica-3-0-al-gescal&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15840:unautorete-spiana-la-strada-verso-la-vittoria-della-capolista-jonica-3-0-al-gescal&catid=86:promozione&Itemid=352 La Jonica riprende con un secco 3-0 la nuova serie di vittorie (nel turno infrasettimanale la sconfitta in casa della Tirrenia 2-0 aveva  interrotto la lunga serie d’imbattibilità 49 gare) nel turno casalingo contro il quotato Gescal per la gara del campionato di Promozione. Un successo targato Arigò e Alessio Savoca,  anche se ad aprire le danze è stata un’autorete del difensore Iovine: siamo al 23’ quando un lungo spiovente dal centrocampo di Max Herasymenko in area peloritana, interviene Iovine che di testa, la sua intenzione era appoggiare all’indietro al proprio portiere che viene sorpreso con la sfera che rotola nella porta sguarnita per il vantaggio dei ragazzi di mister  Mimmo Moschella in tribuna ancora squalificato, in panchina il suo vice Roberto Frazzica.

Sbloccato il risultato la gara si mette sui giusti binari per la capolista anche se la gara non offre spunti seri da rete: al 5’ punizione dal limite per gli ospiti fendente di Trovato che trova  Potenza a deviare in angolo. La risposta della Jonica arriva con due tiri da fuori senza pretese di Ferraro e Alessio Savoca. Ottima intesa tra Federico Lombardo dalla sinistra al centro per Ferraro ma il suo tiro viene intercettato da un difensore. Al 20’ bellissima azione dei locali, tutto di prima Cambria per Ferraro triangolazione con Galletta che spizzica ancora per Ferraro che fa proseguire ancora di testa per l’inserimento di Alessio Savoca che buca la difesa ospite si presenta a tu per tu con Bongiovanni che salva il risultato.

Al 21’ dalla destra traversone di Loria con colpo di testa di Ferraro che trova i pronti riflessi dell’estremo difensore messinese. Al 22’ come detto l’autorete di Iovine che sblocca il risultato. Al 25’ la Jonica va vicino al raddoppio con un tentativo di Luca Galletta ma viene stoppato in tempo dai difensori ospiti.  Alla mezz’ora si infortuna il faro del centrocampo giallorosso il centrocampista Francesco Monaco costretto a lasciare il terreno di gioco, al suo posto Mirko Smiroldo.  Al 40’ sugli sviluppi di un corner tentativo non riuscito di Zappalà per colpire a rete.

Nella ripresa la Jonica va a segno per ben due volte:  prima ci provano Savoca e Ferraro, nell’intermezzo su calcio di punizione di Trovato il colpo di testa di Zappalà che va di poco fuori, ancora Savoca su un’insidiosa punizione dal limite che fa la barba alla traversa, subito dopo arriva il raddoppio: errato disimpegno degli ospiti con la sfera che arriva sulla sinistra a Davide Arigò controllo e tiro a volo all’angolino alla destra di Bongiovanni che si fa sorprendere dall’ex attaccante del Città di Messina.

Passano sei minuti, al 71’ arriva il gol del 3-0: da una lunga rimessa laterale dalla sinistra la sfera arriva a Galletta in area che spizzica al centro per l’inserimento di Savoca che sottoporta non lascia scampo al portiere del Gescal. In pratica si conclude qui la gara

Arriva il triplice fischio finale che sancisce la vittoria della capolista Jonica che conserva i due punti di vantaggio sulla seconda la Tirrenia (2-0) sul campo del Merì. Adesso per i ragazzi di Mimmo Moschella due trasferte in terra catanese, domenica sul campo del Lineri Misterbianco,  poi Città di Mascalucia per fare ritorno al Comunale di Bucalo il 4 Marzo con il Merì.

Jonica Fc    3       Gescal  0

Marcatori: 22’ autorete di Iovine, 63’ Aricò, 71’ A. Savoca.

Jonica: Potenza, Loria, Lombardo (81’ Leo), Herasymenko, G. Savoca, Ferraro, Monaco (30’ Smiroldo), Cambria, Galletta, Aricò (77’ Casale), A. Savoca (75’ Mifa). All. Frazzica

Gescal: Bongiovanni, Gentilesca ( 75’ A. Mangano), Giordano, Lo Presti, Nicolo, Jovine ( 55’ A. Florio), Gazzetta ( 46’ Barillà), Zappalà ( 66’ G.Florio), S. Mangano (46’ La Rocca), Trovato, De Tommasi. All. Di Maria

Arbitro: Samuele Maio di Barcellona P.G. Assistenti: Salvatore Totaro e Francesco Quattrotto di Messina

]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Promozione Mon, 12 Feb 2018 21:46:18 +0000
Tutto pronto per il "3^ Memorial Turiddu Fazzio", ben 24 le squadre al via, anche la Robur Letojanni. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15838:tutto-pronto-per-il-q3-memorial-turiddu-fazioq-ben-24-le-squadre-al-via-anche-la-robur-letojanni&catid=88:calcio-giovanile&Itemid=379 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15838:tutto-pronto-per-il-q3-memorial-turiddu-fazioq-ben-24-le-squadre-al-via-anche-la-robur-letojanni&catid=88:calcio-giovanile&Itemid=379 Sono 24 le squadre che parteciperanno alla terza edizione del "Memorial Turiddu Fazzio" di calcio giovanile, dedicato all’indimenticato allenatore del Camaro e massaggiatore del Messina.

La manifestazione, ideata, organizzata e promossa dall’AICS Messina, è riservata alle categorie "Primi Calci", "Pulcini" ed "Esordienti", atleti di età compresa, quindi, tra gli 8 ed i 13 anni. In totale, saranno circa 300 gli entusiasti calciatori impegnati, che difenderanno i colori di 13 circoli affiliati al comitato provinciale dell’Associazione Italiana Cultura Sport presieduto da Lillo Margareci; due in più rispetto al 2017.

Si tratta di: Robur Letojanni, Camarello, Bellinzona, Messina Boys, Aga Messina, Messina Sud, Barcelona, Siac, Assomotoria, Camaro, Messina Soccer School, Pgs Luce e Lauretana. Le partite si disputeranno negli orari pomeridiani dei giorni feriali, esclusi giovedì e sabato, nella palestra di Montepiselli (dotata di defibrillatore). Il torneo prenderà il via lunedì 19 febbraio (ore 15.30), quando scenderanno in campo, nella partita d’apertura, i “Primi Calci” di Messina Sud e Messina Soccer School.

La fase iniziale prevede i classici gironi all'italiana, mentre poi le qualificate al turno successivo si sfideranno in gare ad eliminazione diretta. Gli incontri che metteranno in palio gli ambiti titoli sono in calendario il 21 marzo e precederanno le attese premiazioni. L’evento si propone come primario obiettivo il divertimento dei ragazzi, che potranno giocare ed esultare per un gol ed una vittoria in un ambiente sano ed aggregativo, in perfetta sintonia con quelli che sono gli ideati etici e morali dell’AICS.

Sono stati ufficializzati, intanto, date e luogo delle finali regionali giovanili AICS di calcio a 7, che si svolgeranno il 14 e 15 aprile all’Athena Resort di Ragusa. Sicuri di un posto la formazione Pulcini dell’Aga Messina e quella Esordienti della Lauretana, vincitrici del “2° Memorial Mino Licordani”, ma è possibile anche l’ammissione di altre rappresentanti peloritane, in virtù degli ottimi risultati conseguiti dal movimento cittadino e della provincia nelle ultime stagioni agonistiche.

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") Calcio Giovanile Mon, 12 Feb 2018 20:14:26 +0000
Ancora colpo vincente di Zurka, la Tirrenia Calcio vince 2-0 a Merì. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15836:ancora-colpo-vincente-di-zurka-la-tirrenia-calcio-vince-2-0-a-meri&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15836:ancora-colpo-vincente-di-zurka-la-tirrenia-calcio-vince-2-0-a-meri&catid=86:promozione&Itemid=352 Vittoria di sostanza quella della Tirrenia sul terreno del Merì. Come preventivato alla vigilia e contrariamente a quanto recita la classifica, la gara non è stata facile anche perché i locali sono tesi alla ricerca di punti salvezza ed ogni occasione è buona.

I ragazzi del presidente Paolo Sciotto, ormai pienamente coinvolti nella lotta per vincere il campionato hanno un po’ stentato nel primo tempo per poi uscire nella ripresa; sarà stato anche il grande sacrificio nervoso ed agonistico del turno infrasettimanale a determinare l’andamento dei ritmi in quanto la Tirrenia, partita forte (nel quarto d’ora iniziale tre buone giocate ed un palo colpito da Shpellzaj) ha quindi lasciato più campo ai locali che hanno cercato la porta di Bucca reclamando per un pallone finito ( da vicinissimo ) sul braccio di Agolli. Le incursioni successive non modificano il risultato e si negli spogliatoi sul nulla di fatto.

Negli spogliatoi la strigliata di mister Bitto e la modifica tattica con l’inserimento di Schepisi accanto a Pino scuotono la gara: prima è Bucca a chiudere su Mormino mentre Zurka, al terzo goal in tre gare ed al sesto complessivo, replica la rete del mercoledì colpendo di testa sulla punizione di Aloe portando così in vantaggio i suoi.

Ora gli spazi sono più ampi mentre il Merì cala di tono e le occasioni di di Zurka e La Spada sono il preludio al raddoppio che arriva sul traversone di Aloe e l’appoggio di Schepisi sull’accorrente La Spada che in diagonale supera Galli. Per il forte centrocampista è la prima rete in maglia giallorossoblù.

Non succede praticamente null’altro e la Tirrenia può mettere in cascina altri tre punti importantissimi su un campo certamente difficile. Sabato prossimo la Tirrenia ospita il Trecastagni mentre la Jonica va a Misterbianco mentre il Terme Vigliatore ha un turno casalingo col Torregrotta. Staremo a vedere come risponderà il campo perché questa fase finale sta diventando davvero incandescente.

MERI’ - TIRRENIA 0-2

Reti: st 9’ Zurka, 30’ (rig) La Spada.

Merì: Galli, Lo Presti ( st 17’Salamone), Bonina (st 17’Scolaro), Bella (st 30’Schifino), Caliri, Sofia, Serraino, Alessio ( st 10’Impalà – 36’Pizzurro), Mormino, Ancione, Furnari. All. Miceli.

Tirrenia: Bucca, Mazzù, Agolli, Biondo, Pandolfo, Shpellzaj, Pitrone (st 1’’Schepis), La Spada (st 49’Doukourè), Pino(st 48’ De Mariano), Aloe (st 43’ Buta), Zurka(st 40’ Sindoni).All.Bitto

Arbitro : Comito di Messina.

Note Amm: Bella, Bonina, Salamone (Merì); La Spada, Zurka, De Mariano, Pandolfo (Tirrenia).

]]>
info@sportjonico.it (di "Nino La Rosa") Promozione Mon, 12 Feb 2018 19:54:48 +0000
Nell'arco di 5', il Giardini Naxos ribalta il risultato sul campo del Torregrotta: in gol Varrica e Patti. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15834:nellarco-di-5-il-giardini-naxos-ribalta-il-risultato-sul-campo-del-torregrotta-in-gol-varrica-e-patti&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15834:nellarco-di-5-il-giardini-naxos-ribalta-il-risultato-sul-campo-del-torregrotta-in-gol-varrica-e-patti&catid=86:promozione&Itemid=352 Quando sembra persa la gara, ecco il colpo di coda dei ragazzi di mister Francesco Brunetto che nell’arco di 5’ ribaltano il risultato è conquistano la sesta vittoria di fila: siamo all’85’ con il Torregrotta in vantaggio per 1-0, grazie al gol alla mezz’ora di Villari, un lancio delle retrovie porta la sfera nei piedi di Mangano che si allarga lungo la corsia laterale sinistra tallonato da un difensore di casa, sembrava che il pallone ormai era destinato ad andare fuori, invece, Mangano crede fino all’ultimo ad agganciare la sfera, cosi è stato, messo fuori il centrale difensivo di casa mette al centro per Salemi che trova la respinta del portiere Vinci, ma nulla può sulla  perfetta esecuzione in diagonale di Cristian Varrica che vale il pareggio.

Al 90’ il gol-vittoria di Patti: Il Giardini adesso ha una marcia in più, con i locali che arretrano il proprio baricentro sotto il pressing giardinese che porta al sorpasso:  Mangano dalla destra mette in mezzo per Patti che di interno destro piazza la sfera alle spalle di Vinci per il 2-1. Esultano i giardinesi, amarezza per il Torregrotta che non ha il tempo di ripartire che arriva il triplice fischio finale dell’arbitro barcellonese che sancisce la vittoria del Giardini Naxos che conquista la quarta posizione in classifica.

Il Torregrotta ormai vedeva in tre punti in tasca, deve ingoiare il rospo, adesso la sua posizione in classifica diventa precaria, alle porte nel prossimo incontro l’impegno sul campo del Terme Vigliatore. Per la formazione allenata da Brunetto, un prezioso successo per conquistare un posto nella griglia play-off guarda con ottimismo alle due prossime gare casalinghe….sognare non costa niente….ma il Giardini c’è per lottare fino alla fine.

TORREGROTTA     1   GIARDINI NAXOS  2

Marcatori: 30´ Villari, 85´ Varrica, 90´ Patti.

Torregrotta: Vinci, Manzella, Isgrò, Mamone, Di Stefano, Giorgianni, Abate (86´ Arizzi), Cannistrà, Villari, Sindoni, Sittineri (75´ Mondo). All.: G.Borelli

Giardini Naxos: D´Antone, Campione (46´ Mancuso), Vaccaro, Patti, Stracuzzi, Salemi, Tornitore (63´ Giannetto), Orefice, Mastroieni, Varrica, Mangano. All.: F.Brunetto

Arbitro: Antonino La Rosa di Barcellona P.G.Assistenti: Mario Grasso  di Acireale e Antonino Catanese di  Messina-

Ammoniti: 58´ Mangano (G), 60´ Villari (T), 64´ Sittineri (T), 77´ Manzella (T), 83´ Mancuso (G), 90´ Sindoni (T)

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Promozione Sun, 11 Feb 2018 23:38:20 +0000
La capolista cala il poker all'Atletico Catania (4-0) con il primo gol stagionael di Quintoni. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15833:la-capolista-cala-il-poker-allatletico-catania-4-0-con-il-primo-gol-stagionael-di-quintoni&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15833:la-capolista-cala-il-poker-allatletico-catania-4-0-con-il-primo-gol-stagionael-di-quintoni&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Come da pronostico vittoria agevole per i giallorossi grazie a due reti per tempo che mantengono le distanze dalle dirette inseguitrici. Note positive dai 90′ dello Zia Lisa in ogni caso, con la prima rete stagionale di Quintoni ed il primo goal in maglia Città per Pasquale Princi che nel giorno del suo compleanno festeggia rabbioso un centro che vuol dire comunque tanto a livello personale.

Partita che sarà ricordata sopratutto per gli esordi in Eccellenza dei 2000 M.Maisano e Di Vincenzo, da tempo aggregati alla prima squadra e finalmente gettati nella mischia. Scatta adesso l’ora X della stagione per la formazione di Furnari, le ultime 8 di Campionato saranno decisive con incroci di alta classifica che vedranno il Città affrontare le principali concorrenti al titolo e molte squadre coinvolte nella corsa play-off. Sabato al Garden arriva un Rosolini ferito dalla sconfitta contro il Paternò e si tornerà a fare sul serio.

Doveroso plauso alla formazione etnea, composta da baluardi e temerari tifosi innamorati a tal punto della loro squadra da affrontare ormai da parecchie settimane il campionato di Eccellenza senza appoggio societario.

Undici iniziale:Il Città tra infortunati (Calcagno e Ginagò) e squalificati (Codagnone e S.Leo), cambia volto nelle formazione iniziale. E’ 3-4-3 per la trasferta contro l’Atletico Catania ma senza un turnover massiccio come si poteva immaginare: confermato tra i pali Paterniti, con Porcino (tra i migliori in campo), Cardia arretrato e Bombara sulla linea difensiva. Quintoni e Costa a far da diga in mezzo al campo e fasce affidate a Fragapane e Di Stefano mentre in avanti Princi e Lo Giudice supportano Rasà.

Primo Tempo: Come da copione il Città gestisce il possesso del pallone sin dalle prime battute si rende pericolosa. Lo Giudice dopo 2′ spara di poco a lato un potente destro e 10 minuti più tardi Costa sfiora la traversa a botta sicura. Nel giorno del suo 26esimo compleanno, Pasquale Princi ha una voglia matta di far centro e al 13′ manca di poco il bersaglio con un destro al giro.

Il rischio di interpretare la gara in maniera troppo leggera è comunque da calcolare e al 15′ Paterniti mette in rimessa laterale su un tentativo di ripartenza etneo. Al 17′ la maledizione sotto porta di Giuseppe Costa si arricchisce di un nuovo capitolo in questa stagione, con l’errore da 0 metri dopo azione di calcio d’angolo. Le resistenze locali vengono abbattute al 28′, con una magia di Quintoni che pennella col mancino dalla distanza: 1-0.

Chiudere in fretta la gara è la parola d’ordine di giornata e Lo Giudice raddoppia al 31′ grazie ad una precisa girata che si stampa all’angolino basso della porta difesa da Russo. Lo stesso numero 10 ha la chance di chiudere i giochi già al 41′ ma fa buona guardia l’estremo difensore padrone di casa.

Secondo Tempo: Nella ripresa staffetta tra i pali, con A.Maisano che rileva Paterniti. Al 50′ è sempre Lo Giudice ad essere pericoloso ma la sua conclusione di prima intenzione su cross di Costa va alta. Nell’occasione successiva il Città trova il raddoppio: combinazione tra Lo Giudice e Rasà che libera alla conclusione Princi, rabbioso nel concludere da pochi metri per il 3-0. La Corte per Lo Giudice al 53′. Prova ad inserirsi nel tabellino dei marcatori anche Rosario Rasà ma il suo diagonale al 58′ trova un’ottima risposta di Russo. Al 63′ infortunio per Costa che viene sostituito da Alessandro.

L’Atletico Catania tenta di limitare i danni e conclude in porta al 67′ ma A.Maisano è attento. Un minuto dopo esordio in Eccellenza per M.Maisano che sostituisce Di Stefano. L’impatto del classe 2000 è di quelli che lascia ben sperare, ma il palo gli nega la gioia del goal su assist di Princi.

M.Maisano è una scheggia impazzita sulla destra e piazza l’assist del 4-o per la prepotente girata di La Corte. Nel giorno delle prime volte tocca a Di Vincenzo mettere il primo timbro nella casella delle presenze stagionali, rilevando Rasà al 75′. Sessanta secondi dopo Alessandro impegna Russo dalla distanza. Tra l’83′ e l’84′ cerca con estrema voglia la segnatura il neo-entrato Di Vincenzo senza trovare lo spunto giusto.

Atletico Catania - Città di Messina: 0-4

Marcatori: 28’ Quintoni, 31’ Lo Giudice, 8’st Princi, 32’st La Corte.

Atletico Catania: Russo, Ferraro, Lo Turco (35’st Ventura), Coco (25’st Orifici), Ficarra, Ruscica, Pulvirenti, Costa, Scuderi (45’st Di Giacomo), Consoli (38’pt Di Mauro), Ravaci. All. Lanzafame.

Città di Messina: Paterniti (1’st Maisano A.), Di Stefano (25’st Maisano M.), Fragapane, Porcino, Cardia, Bombara, Costa (20’st Alessandro), Quintoni, Rasà (33’st Di Vincenzo), Lo Giudice (9’st La Corte), Princi. A disposizione: Leo, Silvestri. All. Torre.

Arbitro: Lorenzo Armenio di Ragusa. Assistenti: Attardi (Ragusa) e Di Dio (Caltanissetta).

]]>
info@sportjonico.it (di "Fonte SSD Città di Messina") Eccellenza Sun, 11 Feb 2018 23:02:50 +0000