motori Joomla! - il sistema di gestione di contenuti e portali dinamici http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=category&id=96&layout=blog&Itemid=296 Sun, 27 May 2018 19:08:29 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it Giuseppe Castiglione, ha vinto, per soli 5 centesimi, la 25^ edizione dello slalom Coppa Città di Partanna. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16253:giuseppe-castiglione-ha-vinto-per-soli-5-centesimi-la-25-edizione-dello-slalom-coppa-citta-di-partanna&catid=96:motori&Itemid=296 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16253:giuseppe-castiglione-ha-vinto-per-soli-5-centesimi-la-25-edizione-dello-slalom-coppa-citta-di-partanna&catid=96:motori&Itemid=296 Giuseppe Castiglione, dopo una battaglia agguerrita con Girolamo Ingardia, ha vinto, per soli 5 centesimi, la 25^ edizione dello slalom Coppa Città di Partanna, gara valevole per la Coppa Acisport e per il Campionato Siciliano. Sul terzo gradino del podio è salito Giuseppe Virgilio.

Una splendida giornata di primavera ha fatto da scenario alla 25^ edizione della Coppa Città di Partanna, gara valevole per la Coppa Aci Sport quinta zona e per il Campionato siciliano seconda zona, organizzata dalla associazione sportiva Sporting Club Partanna e corsasi oggi nella cittadina della Valle del Belice.

Al termine di tre entusiasmanti manche di gara è stato il giovane Giuseppe Castiglione, su Radical Pro Sport, ad imporsi. Il pilota trapanese è riuscito a far sua la gara grazie a una manche finale strepitosa e impeccabile, dove ha totalizzato 132,78 punti. Un po’ di amaro in bocca per un altro driver dal piede pesante, Girolamo Ingardia, passato quest’anno a condurre una Radical Pro Sport, vettura della classe regina degli slalom.

Il portacolori della Trapani Corse, passato al comando nella seconda salita, si è poi dovuto accontentare della seconda posizione in classifica, per soli 5 centesimi, perché penalizzato dall’abbattimento di un birillo nella manche conclusiva. Terza prova decisiva per agguantare l’ultima posizione sul podio anche per Giuseppe Virgilio, vincitore della passata edizione. Il pilota di Buseto Palazzolo, al via con una Radical Sr4, ha totalizzato 139,44 punti, dopo esser stato penalizzato, per l’abbattimento di alcuni birilli nelle prime due salite.

Eccellente la prestazione di Michele Poma, quarto al termine, che continua a lasciare il segno con la sua Ghipard motorizzata Suzuki. Poma ha compiuto una gara in rimonta dopo essere incappato in una penalità in avvio. Andrea Foderà è riuscito a difendere la quinta posizione dopo non esser riuscito a completare la manche conclusiva. Nicola Incammisa ha portato a casa una dignitosa sesta piazza. Non è riuscito ad andare oltre il settimo posto il driver di casa Vito Molinari.

Antonino Di Matteo ha condotto la sua Formula Gloria in ottava posizione. Hanno concluso la Top Ten Antonino Bucceri e Manuel D’Antoni, vincitore del Gruppo Prototipi. Tra le dame il successo è andato alla campionessa italiana di categoria Enza Allotta.

“Siamo soddisfatti per la riuscita della manifestazione  – ha detto Bartolomeo Mistretta presidente dello Sporting Club – il pubblico è accorso numeroso per assistere alla gara, speriamo di poter crescere di validità il prossimo anno”.

Classifica Generale

1)    Giuseppe Castiglione Radical Prosport punti 132,78

2)    Girolamo Ingardia Radical Sr 4 a 0,05

3)    Giuseppe Virgilio Radical Sr 4 a 6,66

4)    Michele Poma Ghipard Suzuki a 8,92

5)    Andreà Foderà Formula Junior a 9,92

6)    Nicolò Incammisa Radical Sr 4 a 12,43

7)    Vito Molinari Radical Sr 4 a 16,30

8)    Antonino Di Matteo Formula Gloria a 17,02

9)    Antonino Bucceri Fiat 500 Suzuki a 17,25

10) Manuel D’Antoni Fiat 500 a 19,33

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Livecchi") motori Mon, 21 May 2018 09:31:58 +0000
Più di 90 gli iscritti alla 25^ Coppa Città di Partanna http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16248:piu-di-90-gli-iscritti-alla-25-coppa-citta-di-partanna&catid=96:motori&Itemid=296 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16248:piu-di-90-gli-iscritti-alla-25-coppa-citta-di-partanna&catid=96:motori&Itemid=296 Tutto pronto per la 25^ edizione della Coppa Città di Partanna. Lo slalom, che lega il proprio nome all'omonima cittadina della valle del Belice, è organizzato dallo Sporting Club Partanna ed è valido per la Coppa Aci Sport quinta zona e per il Campionato Siciliano seconda zona. La gara, che si svolgerà domani e domenica, si preannuncia combattuta, con più di novanta piloti iscritti pronti a sfidarsi nelle tre manche cronometrate in programma.

Diversi i piloti che proveranno a far loro la vittoria nella edizione del quarto di secolo. Quattordici le barriere di rallentamento che metteranno a dura prova l'abilità dei partecipanti, posizionate lungo gli insidiosissimi 2 chilometri e 990 metri del tracciato, ricavato sulla Sp 26 Salaparuta-Partanna.

Lo scorso anno vinse Giuseppe Virgilio su Radical Sr 4, in questa edizione i favori del pronostico sono tutti per la Radical Sr 4 di Giuseppe Castiglione Un poker di vetture gemelle condotte da Nicolò Incammisa, Giuseppe Virgilio, Vito Molinari e Vincenzo Pellegrino, proverà a rendere la vita difficile al favorito.

Avvincente si preannuncia la lotta anche nelle classi e nei gruppi. Tra le vetture derivate dalla serie sarà un duello tra Ignazio Bonavires, Nino Accardo e Giovanni Lanzalaco. In Gruppo A saranno Ivan Brusca e Giuseppe Cacciatore a giocarsi il successo. Pronostico incerto nell'E1 Italia dove Giuseppe Messina e Maurizio Anzalone proveranno a giocarsi le proprie chance per la vittoria.

Il programma prevede le verifiche tecnico sportive domani dalle 15:30 alle 19:30 sul corso Vittorio Emanuele presso l'ex Pretura e in piazza Falcone e Borsellino, la ricognizione del percorso, domenica 21 maggio alle ore 9,00 e a seguire le tre salite valide per la classifica. Le scuderie del Castello Grifeo di Partanna saranno invece sede della premiazione domenica pomeriggio alle 16.00. Direttore di gara sarà l'esperto Lucio Bonasera che potrà cordinare una equipe di sicurezza composta da un centinaio di ufficiali di gara.

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Livecchi") motori Fri, 18 May 2018 20:39:11 +0000
Il 20 maggio si corre il 25^ Slalom Città di Partanna. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16218:il-20-maggio-si-corre-il-25-slalom-citta-di-partanna&catid=96:motori&Itemid=296 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16218:il-20-maggio-si-corre-il-25-slalom-citta-di-partanna&catid=96:motori&Itemid=296 Aumenta l'attesa per la 25^ edizione dello Slalom Città di Partanna. Manifestazione, organizzata dallo Sporting Club Partanna, valida per la Coppa Aci Sport quinta zona e per il Campionato Siciliano seconda zona, che si disputerà il prossimo 20 maggio nella cittadina della valle del Belice.

Mancano meno di due settimane allo svolgimento della 25^ edizione dello Slalom Città di Partanna, manifestazione che lega il prorio nome all’omonima cittadina della valle del Belice e ben si coniuga con le bellezze paesaggistiche e monumentali del territorio. La gara, organizzata dallo Sporting Club Partanna, è valida per la Coppa Aci Sport quinta zona e per il Campionato Siciliano seconda zona e si disputerà il prossimo 20 maggio sulla lunghezza di tre manche.

L’edizione del quarto di secolo non presenta grosse novità rispetto al passato. Nessun cambiamento nel tracciato che si presenterà ai paladini del volante invariato nella distanza, con i suoi tortuosi e tecnici 2 chilometri e 990 metri, rallentati da 14 postazioni di birilli. La competizione, che si svolgerà in tre manches, interesserà la strada provinciale n°26 Salaparuta – Partanna. Il programma prevede le verifiche tecnico sportive, sabato 20 maggio, dalle 15:30 alle 19:30 sul corso Vittorio Emanuele e in piazza Falcone e Borsellino, la ricognizione del percorso, domenica 20 maggio alle ore 9,00 e a seguire le tre salite valide per la classifica. Le scuderie del Castello Grifeo di Partanna saranno invece sede della premiazione domenica pomeriggio alle 16.00.

Le iscrizioni si chiuderanno lunedì 14 maggio. Anche quest'anno, a corollario dello slalom, si svolgerà una competizione di regolarità sport. Lo scorso anno vinse Giuseppe Virgilio su Radical Sr 4

 

]]>
info@sportjonico.it (di " Giuseppe Livecchi") motori Thu, 10 May 2018 11:55:44 +0000
Nebrosport, bilancio più che positivo al primo appuntamento del campionato italiano slalom http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16210:nebrosport-bilancio-piu-che-positivo-al-primo-appuntamento-del-campionato-italiano-slalom&catid=96:motori&Itemid=296 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16210:nebrosport-bilancio-piu-che-positivo-al-primo-appuntamento-del-campionato-italiano-slalom&catid=96:motori&Itemid=296 Continua il momento magico della scuderia Nebrosport, impegnata lo scorso fine settimana sulle strade del 23° Slalom Torregrotta-Roccavaldina. In occasione dell’evento andato in scena lo scorso 28 e 29 aprile 2018, i portacolori del team santangiolese hanno offerto una super prestazione che ha portato alla conquista di diversi trofei.

Terzo gradino del podio per il pilota Santo Fallo che, con la sua intramontabile Fiat 500 Sporting, conquista il meritato trofeo in classe RS 1.15. Ad un passo dal terzo posto il driver Francesco Di Stefano, che al volante della sua Peugeot 106 ottiene il quarto posto di classe RS 1.6 e quinto di gruppo Racing Start. Dodicesimo posto di classe N 1600 per la Peugeot 106 di Salvatore Cambria, autore di una gara regolare sempre più in crescendo.

In A 1400 Antonio Monastra insieme alla sua Peugeot 106 disputa un’ottima prova andando a conquistare il secondo piazzamento di classe e quinto per quanto riguarda il gruppo A. Primato sfiorato anche per la Fiat 126 del rientrante Giuseppe Pandolfo, che in classe S1 fa registrare un ottimo secondo posto.

Vittoria per  il  librizzese  Tullio Danzì in classe S7 che al volante della Fiat Uno Turbo fa registrare il 49esimo tempo della classifica generale.Gara sfortunata per Salvatore Basile, costretto ad arrendersi alla dea bendata nel corso della manche di ricognizione per un cedimento del cambio.

Altro primato in E1 Ita, per il driver Salvatore Scibilia che in simbiosi perfetta con la sua Fiat Uno Turbo conquista la vittoria di classe E1ITA>2000, il quarto posto di gruppo E1ITA ed il 28esimo assoluto.

Altro ottimo podio per il driver milazzese Matteo Ruggeri che alla guida della performante Peugeot 106 conquista la terza posizione di classe E2SH 1150, terza di gruppo E2S e 44esima assoluta.

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") motori Sat, 05 May 2018 09:36:18 +0000
La Nebrosport punta a far bene al primo appuntamento del Campionato Italiano Slalom http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16176:la-nebrosport-punta-a-far-bene-al-primo-appuntamento-del-campionato-italiano-slalom&catid=96:motori&Itemid=296 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16176:la-nebrosport-punta-a-far-bene-al-primo-appuntamento-del-campionato-italiano-slalom&catid=96:motori&Itemid=296 Dopo gli eccellenti risultati raccolti nel corso del Rally dei Nebrodi, la scuderia Nebrosport ritorna sui campi di gara in occasione del 23° Slalom Torregrotta-Roccavaldina. L’evento, in programma sabato 28 e domenica 29 aprile 2018, avrà un sapore speciale dal momento in cui varrà come tappa d’apertura del Campionato Italiano Slalom.

La kermesse, organizzata dal Gianfranco Cunico Club di Torregrotta, in collaborazione con l’Automobile Club Messina, l’Amministrazione torrese, si svilupperà sull’ormai tradizionale tracciato di 3,5 Km della SP 59 che unisce Torregrotta a Roccavaldina

Mentre nel corso della prima giornata si svolgeranno le verifiche, la gara vera e propria avrà inizio nella giornata di domenica, quando la parola passerà ai motori ed al cronometro. La scuderia Nebrosport schiererà per l’occasione 9 portacolori specialisti delle salite tra i birilli: Santo Fallo sarà il primo driver ai nastri di partenza per il team santangiolese, al volante dell’intramontabile Fiat 500 Sporting di classe RS 1.15. A seguire, toccherà a Francesco Di Stefano su Peugeot 106, più determinato che mai a mettersi in evidenza in classe RS 1.6. Nella  classe  N 1600 il Milazzese Salvatore Cambria porterà allo start la sua Peugeot 106 rally con la quale aspira a primeggiare in categoria.

Ha risposto presente anche la francesina Peugeot 106 di Antonio Monastra, che dopo l’ottimo secondo posto di Salice cercherà l’affermazione di classe A 1400. Al volante della Fiat 126, toccherà a Giuseppe Pandolfo difendere i colori della propria scuderia e puntare ad un risultato ambizioso in classe S1. In S7, si rinnova ancora una volta l’avvincente duello tra i due librizzesi Andrea Adamo e Tullio Danzì. Pronti ad affrontare la gara torrese con i presupposti di una serrata lotta per la vittoria finale di classe, il primo sarà della gara a bordo di Renault R5 GT Turbo, il secondo scenderà in pista su Fiat Uno Turbo.

Non poteva certo mancare una competizione così importante il pilota Salvatore Scibilia, che ha scelto di prendere parte allo slalom a bordo dell’inseparabile Fiat Uno Turbo in classe E1 Ita 2000, per cercare di dare la zampata vincente per il gradino più alto del podio.

A chiudere la batteria degli alfieri Nebrosport, sarà infine il driver Matteo Ruggeri e la sua performante Peugeot 106 di classe P2, pronto a riscattare la sfortuna della passata stagione con un’ottima prestazione.

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") motori Fri, 27 Apr 2018 11:50:46 +0000
Eccezionale prestazione di Andrea Nucita con l'Abarth 124 al Rally di Slovenia. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16169:eccezionale-prestazione-di-andrea-nucita-con-labarth-124-al-rally-di-slovenia&catid=96:motori&Itemid=296 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16169:eccezionale-prestazione-di-andrea-nucita-con-labarth-124-al-rally-di-slovenia&catid=96:motori&Itemid=296 Eccezionale prestazione assoluta in Slovenia al Rally Vipavska per l’Abarth 124 rally del team Bernini Rally: gli italiani Andrea Nucita e Marco Vozzo, oltre ad aver dominato la categoria R-GT, hanno concluso al terzo posto assoluto, prendendosi anche la soddisfazione di vincere l’ultima prova speciale, precedendo numerose vettura di categoria superiore (R5), a quattro ruote motrici.

Andrea Nucita all’arrivo: “Con questa brillante prestazione abbiamo dimostrato che l’Abarth 124 rally può essere l’auto giusta per mettersi in luce in tutti campionati. Gara dopo gara proseguiamo un lavoro di sviluppo che la sta rendendo ancora più veloce e affidabile. Sono veramente felice di aver raggiunto questo risultato insieme a Vozzo Marco rally co-driver qui al Rally Vipavska dolina, primi delle due ruote motrici, primi di classe RGT e terzi assoluti. Grandissimo lavoro del team Bernini Rally che ancora una volta ci mette nella condizione di poterci esprimere, grazie anche a tutti i partner che ci supportano. Dedico questa vittoria a Mauro Amendolia e Pippo Laganà che proprio in questi giorni, lo scorso anno, lasciavano un vuoto incolmabile tra noi".

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") motori Fri, 27 Apr 2018 10:59:30 +0000
Nebrosport quattro volte a podio sulle strade di casa http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16137:nebrosport-quattro-volte-a-podio-sulle-strade-di-casa&catid=96:motori&Itemid=296 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16137:nebrosport-quattro-volte-a-podio-sulle-strade-di-casa&catid=96:motori&Itemid=296 Giornata superlativa per la scuderia Nebrosport, assoluta protagonista del 19esimo Rally dei Nebrodi. Nonostante qualche episodio sfortunato che ha condizionato la prova di alcuni portacolori, il bilancio della gara è stato senz’altro positivo.

Ennesima gara da incorniciare per il driver Giuseppe Leonte e Francesco Vercelli, che confermano il trend positivo della scorsa stagione e tagliano il traguardo con la vittoria di classe N2 insieme all’inseparabile Peugeot 106, classificandosi al secondo posto di gruppo N e sesto della classifica generale, piazzandosi così in top ten.

Gara positiva anche per il giovane equipaggio composto da Pierpaolo Pintaudi e Ivana Manfrè. La coppia, si è resa protagonista di una bella rimonta in classifica che ha condotto la loro Peugeot 106 al quarto posto di classe N2 e 14esimo assoluto.

Trionfo di classe anche per l’esperto Antonio Monastra, che insieme all’amico Roberto Adriano è riuscito dominare in A5. Buona la risposta offerta dalla loro Peugeot 106 Rally che nella generale ha fatto registrare il 17esimo tempo.

Ottimo risultato anche quello colto dal driver Antonello Foti che, coadiuvato da Salvino Lo Cascio, strappa un doppio primato sia di classe RS1.6 che di gruppo Racing Start. Bene anche per quanto riguarda il piazzamento nella classifica generale della loro Peugeot 106 Rally, che raggiunge il 26esimo posto.

Amaro epilogo invece per il driver Gianluca Ferraro e per il suo navigatore Gaetano Caputo, costretti ad arrendersi alla dea bendata nel corso della terza prova. A causa di un problema elettrico, infatti, la loro Ford Fiesta R5 ha dovuto alzare bandiera bianca, proprio quando si trovava al secondo posto di classe e quarto assoluto.

Prestazione da ricordare anche per Maurizio e Delia Calabria, che al volante di Renault 5 GT Turbo hanno fatto incetta di coppe, conquistando il primato di classe e quello di quarto raggruppamento, sfiorando per un soffio la vittoria finale del rally storico con il secondo posto assoluto.

La competizione svoltasi sulle strade di casa di un rally dal nome blasonato a livello regionale, ha contribuito a galvanizzare gli equipaggi a dar del proprio meglio di fronte al proprio pubblico, contribuendo così alla buonissima riuscita dei vari piazzamenti ottenuti su quelle che è giusto ricordare sono tra le prove speciali più selettive a livello tecnico tra le varie strade della Sicilia.  Sull’onda emotiva positiva generata dalla gara di casa, la Nebrosport coi suoi equipaggi rinnova fin da ora l’appuntamento agonistico  alla prossima competizione in calendario con tanta voglia di migliorare ulteriormente le prestazioni offerte con la ferma intenzione di regalare ulteriori giornate di sport e passione al sempre caloroso e affettuoso pubblico seguente le gesta dei propri portacolori.

]]>
info@sportjonico.it (Administrator) motori Wed, 18 Apr 2018 05:29:38 +0000
Nebrosport pronta a correre sulle strade di casa al Rally dei Nebrodi. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16111:nebrosport-pronta-a-correre-sulle-strade-di-casa-al-rally-dei-nebrodi&catid=96:motori&Itemid=296 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16111:nebrosport-pronta-a-correre-sulle-strade-di-casa-al-rally-dei-nebrodi&catid=96:motori&Itemid=296 Una nuova ed emozionante sfida si prospetta per la scuderia Nebrosport, impegnata nel weekend del 14 e 15 aprile 2018 per la 19esima edizione del Rally dei Nebrodi.Una gara dal sapore speciale per gli alfieri del sodalizio santangiolese, che dovranno difendere il prestigio dei propri colori sulle strade di casa.

La kermesse, organizzata come sempre dalla CST Sport, varrà come 2^ prova del Trofeo Rally Sicilia e sarà anche aperta alle Autostoriche. Ospitata dai comuni di Sant’Angelo di Brolo, Sinagra e Raccuia, la gara si articolerà su tre prove speciali tra il sabato e la domenica, con arrivo previsto alle 19 nei pressi del centro santangiolese.

Ben sei saranno gli equipaggi che porteranno in gara i colori della Scuderia NEBROSPORT sulle strade di casa.

La prima vettura ad inaugurare le partenze, sarà quella composta da un duo tutto santangiolese con il driver Gianluca Ferraro e il co- driver Gaetano Caputo. Al volante di Ford Fiesta di classe R5, faranno di tutto per battezzare al meglio il loro esordio.

A prendere il via, sarà poi la Peugeot 106 Rally dell’umbertino Antonio Monastra, assistito alle note dall’amico Roberto Adriano. Presente in classe  Prod E5, cercherà di riscattare la sfortunata gara del ronde di Gioiosa Marea in cui non era riuscito a prendere parte alla competizione.

A seguire, verrà la volta del pilota Giuseppe Leonte coadiuvato da Francesco Vercelli. Sarà la prova della conferma per la loro Peugeot 106 in Prod S2, che nell’ultima apparizione al Tindari Rally del 2017 aveva centrato la vittoria di classe.

Occhi puntati anche sul giovane driver Pierpaolo Pintaudi che, affiancato dalla fidanzata e co-driver Ivana Manfrè, prenderà parte alla contesa su Peugeot 106 di classe ProdS2. L’obiettivo sarà quello di migliorare il terzo posto di classe ottenuto nell’ultima prestazione, risalente al Rally Torri Saracene del 2016.

Nebrosport  schiererà un altro pilota umbertino in RS1.6. Si tratta dell’onnipresente Antonello Foti in coppia con Salvino Lo Cascio, che al volante di Peugeot 106 Rally sarà della gara con il chiaro obiettivo di migliorare il terzo posto di classe rimediato nel Ronde di Gioiosa Marea del 2017.

A chiudere il cerchio dei portacolori Nebrosport, sarà infine Maurizio Calabria, alla guida di R5 GT Turbo di raggruppamento 4 classe 1600 ed affiancato dalla figlia Delia Calabria. L’equipaggio Pattese, si rituffa nella nuova stagione motoristica con tanti buoni propositi, dopo la vittoria di classe riportata nell’ultima gara del 2017 al Historic Tindari Rally.

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") motori Fri, 13 Apr 2018 14:17:03 +0000
Nebrosport, inizia al meglio la stagione Slalom 2018 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16104:nebrosport-inizia-al-meglio-la-stagione-slalom-2018&catid=96:motori&Itemid=296 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16104:nebrosport-inizia-al-meglio-la-stagione-slalom-2018&catid=96:motori&Itemid=296 Nella gara d’esordio della nuova stagione, la grande prestazione dei portacolori della scuderia Nebrosport consente alla compagine santangiolese di piazzarsi terza tra le scuderie presenti al 2° Slalom di Salice 2018.

Ottima prova per la Peugeot 106 di Francesco Di Stefano che riesce a coronare la propria prestazione con un terzo posto di classe RS1.6, terzo di gruppo Racing Start e 36esimo assoluto.

Vittoria in classe N-1400 per il giovane Calogero Vitanza, che a bordo della sua performante Peugeot 106 si piazza al 51esimo posto nella  classifica generale.

Ad un passo dal gradino più alto del podio va Antonio Monastra, che incamera una buonissima prestazione e strappa con la sua Peugeot 106 il secondo posto di classe A-1400, terzo di gruppo A e 25esimo assoluto.

A conclusione, è Andrea Adamo che riesce a firmare il secondo primato di giornata targato Nebrosport, infatti, con la sua Renault R5 GT Turbo, centra il primo posto di classe S7 e 56esimo nella generale.

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") motori Thu, 12 Apr 2018 17:21:08 +0000
Ciao SGB Rallye, la stagione motoristica 2018 perde una tra le migliori, attive e vincenti scuderie siciliane. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16100:ciao-sgb-rallye-la-stagione-motoristica-2018-perde-una-tra-le-migliori-attive-e-vincenti-scuderie-siciliane&catid=96:motori&Itemid=296 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16100:ciao-sgb-rallye-la-stagione-motoristica-2018-perde-una-tra-le-migliori-attive-e-vincenti-scuderie-siciliane&catid=96:motori&Itemid=296 Sofferta decisione da parte del presidente Giuseppe Gulino, del DS Mauro Gulino e di tutto il direttivo dell’importante sodalizio nebroideo, con sede a San Piero Patti, che alla luce di un’attenta e scrupolosa analisi hanno deciso di non proseguire l’avventura agonistica.

Finisce, con l’inizio della stagione motoristica 2018, la splendida avventura della scuderia automobilistica SGB Rallye, nata quasi per pazzia di un gruppo di amici e divenuta negli anni vero punto di forza e di riferimento nel settore delle gare automobilistiche nel sud Italia e non solo.

Palmares: 446 Vittorie di categoria, 35 assoluti piloti, 30 assoluti di scuderie e ben 44 titoli ufficiali, grandi numeri per una scuderia da sempre votata alla gestione familiare ed alla valorizzazione dei giovani talenti, che certamente può affermare di aver lasciato il segno nel territorio italiano. Ripercorriamo in queste righe un po' di storia della scuderia avvalendoci di due dei personaggi chiave della struttura, il presidente Pippo Gulino da sempre alla guida del sodalizio e suo figlio Mauro, da sempre superbo direttore sportivo del sodalizio messinese.

Presidente, com’è nata l’idea di costituire una scuderia, quando e perché? L’idea nasce nel 2003 e viene concretizzata nel 2005, in quelli anni correva mio figlio Mauro, sia come pilota che come navigatore affiancando Agostino Biondo, con loro in primis e insieme all’altro mio figlio Alessandro e all’amico Carmelo Truglio abbiamo pensato ad una struttura seria e affidabile, che potesse curare ogni aspetto sportivo, tecnico e finanziario, come ideale soluzione per correre in tranquillità e poter puntare a qualche risultato importante. Inizialmente cercammo di coinvolgere altre realtà locali, come preparatori della zona e altri piloti del nostro paese, ma nessuno ha creduto nel nostro progetto e quindi siamo andati avanti da soli, nel 2007 abbiamo ottenuto il riconoscimento del Coni e si è creato il primo direttivo che vedeva il passaggio della presidenza da Carmelo Truglio (primo presidente) a me, carica che ho mantenuto poi per tutta la vita della scuderia.

Mauro Gulino, da sempre parte attiva e linfa vitale della scuderia, com’è iniziata questa avventura? Certamente non sarà stato facile iniziare...tracciamo insieme un bilancio dei primi anni della scuderia e della sua crescita. Nel 2005 quando abbiamo deciso di dare vita al nostro sodalizio già calpestavamo attivamente i campi di gara da diversi anni, sia correndo in prima persona, sia supportando amici e clienti di mio padre. Nel corso della nostra carriera agonistica (ai tempi correvo in coppia con Agostino Biondo), sia io che Ago avevamo avuto modo di appoggiarci a scuderie locali e avendo visto le lacune che avevano abbiamo deciso di metterne in piedi una noi, una tutta nostra, migliorando dove gli altri peccavano. Abbiamo iniziato in 5, poi si è aggiunto qualche amico, la prima svolta è avvenuta nel 2008 quando Agostino ha vinto il campionato siciliano e da lì è iniziata la nostra ascesa, fino ad arrivare ad oltre 200 associati nel 2014 il resto è storia con un numero esorbitante di titoli vinti e di riconoscimenti su tutto il territorio nazionale.

Presidente, gestione sempre attenta e oculata, familiare direi...come è riuscita la SGB Rallye a crescere e ad affermarsi in così poco tempo? Grazie alla passione dei propri associati e dei vari direttivi che negli anni hanno portato avanti la nostra scuderia. I punti fermi della nostra scuderia sono stati la mia famiglia, io e i miei figli, Carmelo Truglio e finché ne ha avuto la possibilità Agostino Biondo (purtroppo scomparso nel 2013 ndr) gli unici ad essere sempre presenti in tutti i direttivi. Importanti anche le collaborazioni dirette con i vari preparatori siciliani, tra tutti ricordo un importante collaborazione con la BlueOrange di Ciccio Caramazza e con l’Autotecnica Racing di Leo Salpietro con il quale rimane un ottimo rapporto di collaborazione e amicizia anche dopo la chiusura della scuderia.

Mauro: hai iniziato con tanta passione ed una buona base di esperienza e nel lungo cammino della scuderia sei diventato uno dei pochissimi direttori sportivi ufficialmente riconosciuti. Come è cambiata l’organizzazione della scuderia al crescere della tua esperienza e come sei riuscito a far incrementare così tanto i risultati? Te lo riassumo in tre parole: cuore, testa e passione. Ho staccato la mia prima licenza che avevo solo 18 anni, ho iniziato dalla gavetta passando dall’essere commissario di percorso, verificatore tecnico, pilota, navigatore ed infine direttore sportivo licenziato Aci Sport, un ruolo per il quale devi avere delle basi non puoi certo improvvisarti. Nei primi anni ho avuto la fortuna di poter affiancare persone con più esperienza che mi hanno formato dal punto di vista sportivo, persone dalle quali ho carpito e anche un po' “rubato” i segreti del mestiere, uno tra tutti Gaetano Migliore che mi ha portato, con lui, in giro per l’Italia quando ai tempi seguiva i trofei per Ford e altre case automobilistiche, un anno sono stato direttore sportivo anche di un team motociclistico con il quale ho vinto un campionato regionale (Emilia Romagna) e un campionato italiano, esperienze che mi hanno formato ed hanno accresciuto il mio bagaglio professionale; poi la passione ti porta ad essere sempre aggiornato e studiare continuamente. Negli anni credo di essere diventato un ottimo stratega e i numerosi titoli vinti sono la conferma di questo.

Presidente, la scuderia non ha mai contato su appoggi diretti di enti o sponsor, solo una gestione attenta, riflessiva e piena di passione poteva portare a questi risultati, probabilmente in un altro territorio si poteva contare su appoggi più consistenti visti anche i risultati. Che ne pensa anche in seguito alle decisioni che si sono dovute prendere alla fine dello scorso anno sportivo? Non voglio fare polemica, sicuramente visto il riscontro sul campo di gara avremmo meritato più attenzione e considerazione da parte delle amministrazioni locali nel corso degli anni, quando più volte siamo stati ai vertici dei campionati a cui abbiamo partecipato. Inutile commentare ulteriormente, le polemiche non servono nulla, men che meno adesso. I nostri successi sono numeri inopinabili che ci collocano di diritto nella storia dell’automobilismo sportivo siciliano...e non solo nonostante la poca considerazione avuta.

Mauro, fantastici risultati ottenuti negli anni in maniera costante, continua e crescente con un grande occhio ai giovani, ingrediente perfetto che ha dato innumerevoli soddisfazioni. Da fuori è sembrato sempre tutto facile. Spiegaci un po’... Chi mi conosce sa che ho sempre puntato sui giovani, in passato abbiamo dato vita anche ad un progetto giovani insieme ad un amico fraterno (a quei tempi anche parte della dirigenza della scuderia) Antonio Pittella, che ha avuto un notevole ritorno anche mediatico e con il quale si sono lanciati tanti giovani. Poi nel 2014 sono stato anche direttore della scuola rally con la quale abbiamo fatto corsi di prima licenza e uno dei corsi di perfezionamento per navigatori più riuscito degli ultimi anni in Sicilia e non solo, patrocinato direttamente dalla scuola federale Aci Sport e da Aci Messina.

Una domanda per entrambi, qual è il momento più bello che è rimasto nel cuore e quale quello più brutto…?

PRESIDENTE - Tra i momenti più belli va citato sicuramente l’anno 2008 quando, vincendo il primo Campionato Siciliano di classe, abbiamo portato a casa il nostro primo titolo con la Renault Clio Williams da me preparata e guidata da Agostino Biondo e la prima vittoria assoluta di campionato come scuderia nel 2014, bissata poi anche l’anno successivo. Momenti brutti sicuramente nel 2013 quando è venuto a mancare il nostro vicepresidente Agostino Biondo e per ultimo alla fine del 2017 quando abbiamo firmato la decisione di chiudere la scuderia.

MAURO - Di momenti belli ce ne sono tanti, ogni vittoria è un momento bello, se ne devo dire due, tra i più recenti annovero la doppia vittoria assoluta alla 99^ Targa Florio con l’equipaggio Mingoia-Carrubba tra i piloti e l’assoluto di scuderia, trofeo che mi piace tenere in bella mostra nel salotto di casa. E poi la vittoria del campionato siciliano salite 2017 con Matteo Salpietro, perché è stata una vittoria che abbiamo costruito piano piano in tutti i sensi, macchina compresa, creata da mio padre, da Leo Salpietro e da tutto lo staff dell’Autotecnica Racing e sviluppata in corso di campionato fino a raggiungere il top.

Momenti brutti i due campionati assoluti di scuderia persi per pochissimi punti, soprattutto quello del 2017, perso per colpa delle defezioni dei nostri associati, e tutte le vittorie assolute sfumate per rotture meccaniche, che sono state davvero tante. Brucia ancora, in modo particolare, il Rally di Sanremo del 2011 quando abbiamo chiuso al terzo posto assoluto la prima giornata di gara e poi nella seconda costretti al ritiro per rottura del motore, sarebbe stato un risultato straordinario. Oppure nel 2016 quando per una banale rottura mentre eravamo primi assoluti abbiamo dovuto abbandonare il Rally OPATIJA in Croazia.

SGB Rallye è stata, è, e resterà una delle scuderie più attive e vincenti in Sicilia ed in Italia. Certamente fa onore, peccato per il campionato 2017 perso per un soffio e per tanta sfortuna. Merito di organizzazione di tutto il direttivo e delle scelte sempre giuste. Quanto è stato importante avere sempre le giuste persone accanto??

PRESIDENTE - Direi che non è importante ma Fondamentale, i direttivi che si sono susseguiti nel corso degli anni hanno tutti portato qualcosa di importante alla causa della SGB Rallye, persone fantastiche che anche dopo essere andati via sono in qualche modo sono rimaste legate alla scuderia.

MAURO - Cambiare alcuni componenti del direttivo nel corso degli anni è stata una scelta giusta per avere nuovi stimoli, le persone che sono state parte attiva dei direttivi della SGB Rallye hanno sempre dato il massimo impegno per la nostra causa, li voglio ricordare tutti con grande affetto e riconoscenza, con alcuni si è creato anche un bel rapporto di amicizia che va al di fuori delle competizioni.

Mauro, tutti i piloti e i navigatori sono stati importanti e determinanti, il nome di SGB Rallye è stato legato ad innumerevoli competizioni nazionali, vittoria assoluta a Franciacorta tanto per citarne una. Ottime soddisfazioni...che hanno premiato il giusto mix di scelte della direzione sportiva. Abbiamo sempre puntato a palcoscenici importanti non lasciando mai nulla al caso, oltre a Franciacorta ricordo con piacere le vittorie assolute a Sperlonga, al Città dei Santi e anche la prova spettacolo vinta al Rally di Roma capitale davanti ai mostri sacri del rallysmo italiano, per restare fuori dalla Sicilia. Ricordo che nel nostro palmares possiamo contare su 35 assoluti piloti e 30 assoluti di scuderia oltre a 446 vittorie di classe e 44 titoli ufficiali, numeri da record per una piccola ASD come era la nostra.

Presidente come crede siano cambiati i rally in questi anni? Per scelte organizzative si tende forse a ridurre i numeri dei partecipanti, si potevano inserire ingredienti nuovi, o migliori, per tenere il movimento alto come prima? Si, ovviamente noi nel corso degli anni abbiamo sempre cercato di proporre modifiche regolamentari sia a livello tecnico che sportive. Alcune sono state ben recepite e messe in atto da parte della federazione altre no. Personalmente sono sceso anche in campo candidandomi durante le elezioni degli organi sportivi Aci (come scuderia) nel 2013 e non sono stato eletto per soli cinque voti, ottenendo comunque molti consensi; ci siamo sempre impegnati in prima persona per cercare di migliorare il nostro sport. Il nostro direttore sportivo, Mauro, da qualche anno fa parte della delegazione siciliana di Aci Sport con la quale sta portando avanti progetti interessanti oltre a curare il Trofeo Rally Sicilia.

Si chiude con queste righe, belle, interessanti e piene di concretezza l’avventura della scuderia SGB Rallye di San Piero Patti. Certamente non la leggeremo negli elenchi di partenza delle numerose gare siciliane e non solo, ma sarà sempre presente quanto fatto nel corso degli anni da tutto il movimento che è stata capace di gestire nel corso degli anni. Un grazie speciale, oltre al presidente e da parte stessa del presidente, va a tutti i membri del direttivo che nel corso degli anni hanno contribuito a portare in alto il nome della scuderia, ed ovviamente a tutti i piloti, i navigatori ed i collaboratori che sono stati in SGB Rallye.

Speriamo si possa, in un momento ed un contesto migliore, far tornare presto questo nome sui campi di gara.

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Denaro") motori Thu, 12 Apr 2018 16:52:25 +0000
Riparte la stagione della Nebrosport fra i birilli del 2^ Slalom di Salice http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16088:riparte-la-stagione-della-nebrosport-fra-i-birilli-del-2-slalom-di-salice&catid=96:motori&Itemid=296 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16088:riparte-la-stagione-della-nebrosport-fra-i-birilli-del-2-slalom-di-salice&catid=96:motori&Itemid=296 Conclusa la consueta pausa invernale, può finalmente ricominciare la stagione agonistica della scuderia Nebrosport. Il team santangiolese, per iniziare al meglio il nuovo anno, ha scelto di ripartire dalla seconda edizione dello Slalom di Salice.

La competizione, organizzata dalla Top Competition con la collaborazione dell’Associazione Ufficiali di gara Zancle, prenderà il via sabato 7 e domenica 8 aprile 2018 e sarà valida come seconda prova del Campionato Regionale delle competizioni tra i birilli.

Il weekend inizierà con le verifiche sportive del sabato - dalle 15:30 alle 19:00 – per poi entrare nel vivo nella giornata di domenica, quando le vetture si sfideranno sui 2,9 chilometri di tracciato. Per la forte scuderia Nebrosport, prenderanno lo start ben quattro portacolori.

Il primo in ordine di partenza sarà Francesco Di Stefano, che al volante di Peugeot 106 proverà a strappare una posizione d’alta classifica all’interno della classe RS1.6.

A seguire, verrà la volta della francesina Peugeot 106 di Calogero Vigenza, impegnato a difendere i colori della scuderia santangiolese  in classe N-1400.

Sarà protagonista della Kermesse anche il driver Antonio Monastra, che al volante della sua Peugeot 106 darà sicura battaglia in A-1400. A chiudere le partenze Nebrosport, ci penserà la veloce Renault R5 GT Turbo di Andrea Adamo, pronta ad aggredire le postazioni salicesi in classe S7.

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") motori Sun, 08 Apr 2018 15:52:53 +0000
Matteo Salpietro riceve il premio "Sinagra premia lo Sport". http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16062:matteo-salpietro-riceve-il-premio-qsinagra-premia-lo-sportq&catid=96:motori&Itemid=296 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16062:matteo-salpietro-riceve-il-premio-qsinagra-premia-lo-sportq&catid=96:motori&Itemid=296 Giovedì 29 Marzo alle 10.30 presso la sala consiliare del Comune di Sinagra, alla presenza del sindaco Nino Musca, del vice Carmelo Rizzo e del consigliere comunale con delega allo sport Giovanni Bucale si è svolta la cerimonia di premiazione denominata “Sinagra Premia lo sport”.

Un sano momento di sport per dare merito a chi porta avanti il nome della cittadina nebroidea e tra i premiati anche il neo campione siciliano di velocità montagna Matteo Salpietro.

Una stagione da incorniciare quella del giovane pilota e preparatore di Sinagra, Matteo Salpietro, che alla sua prima partecipazione assoluta nella difficile specialità della velocità in salita ha impressionato tutti gli addetti ai lavori dimostrando che quando c’è talento ci si adatta subito a tutto. Un percorso lungo e difficile quello che ha portato il portacolori della scuderia SGB Rallye a laurearsi campione siciliano, iniziato con una vittoria al debutto alla cronoscalata Cefalù-Gibilmanna, primo appuntamento di campionato, passando per il trionfo con record di categoria alla Monte Erice, gara valida anche per il campionato Italiano, dove Salpietro ha ottenuto la vittoria sia in gara 1 che in gara 2, alla bella prestazione della Coppa Nissena, anche questa valida per il campionato italiano, dove ha vinto gara 2 con il miglior crono di categoria. Un totale di 11 gare con 11 podi, senza mai un ritiro, collezionando quattro vittorie, sei secondi posti e un terzo posto.

Salpietro ha condotto la sua stagione a bordo di una Peugeot 106 rally preparata dall’Autotecnica Racing, vettura che carte alla mano si è dimostrata la migliore vettura di classe in ambito territoriale, una vettura sviluppata in corso di campionato, allestita interamente da zero in una collaborazione attiva tra la factory di famiglia, diretta magistralmente dal padre Leo Salpietro e tra il preparatore di San Piero Patti Giuseppe Gulino, presidente anche della scuderia S.G.B. Rallye. Una vettura nata prevalentemente per i rally e quindi non proprio adatta a questo tipo di specialità, ma che Salpietro ha saputo sfruttare al meglio per farla diventare la migliore del lotto.

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Denaro") motori Mon, 02 Apr 2018 16:46:18 +0000
SGB Rallye premiata nella serata di Galà organizzata dalla Delegazione Aci Sport Sicilia. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16020:sgb-rallye-premiata-nella-serata-di-gala-organizzata-dalla-delegazione-aci-sport-sicilia&catid=96:motori&Itemid=296 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16020:sgb-rallye-premiata-nella-serata-di-gala-organizzata-dalla-delegazione-aci-sport-sicilia&catid=96:motori&Itemid=296 Grande soddisfazione per tutto il sodalizio della SGB Rallye presieduto da Giuseppe Gulino dopo l’ennesimo anno ricco di soddisfazioni che ha portato in bacheca 3 titoli siciliani tra i piloti, 1 tra i navigatori, il secondo posto assoluto nel campionato rally dedicato alle scuderie e l’assoluto siciliano rally con Carmelo Lanzalaco.

Oltre seicento persone hanno preso parte, anche quest’anno, alla cena di gala organizzata dalla delegazione Aci Sport Sicilia e dedicata a tutti i vincitori degli svariati campionati organizzati dalla stessa. Nella splendida cornice di Aci Castello si è tenuta una vera e propria festa dello sport, nel rispetto dei veri valori che vedono per primo l’aspetto umano oltre che quello prettamente agonistico. Sotto l’attenta direzione del Delegato Regionale Armando Battaglia sono stati invitati a salire sul palco i numerosissimi premiati, a testimonianza della grande importanza e radicalizzazione dello sport automobilistico nella nostra regione, insieme ai numerosi ospiti vip che hanno piacevolmente partecipato alla serata.

Particolarmente gradita la presenza del Presidente dell’ACI Italia Angelo Sticchi Damiani e dell’equipaggio rallystico pluri titolato composto da Paolo Andreucci ed Anna Andreussi, oltre a nomi decisamente importanti nel panorama del motorsport Italiano. Cornice di prestigiosa importanza quindi per la scuderia nebroidea - di San Piero Patti - SGB Rallye, protagonista anche nella scorsa stagione di svariati campionati siciliani e presente alla serata con il suo Presidente Giuseppe Gulino, il direttore sportivo Mauro Gulino, il segretario e responsabile dell’ufficio stampa Alessandro Denaro ed il consigliere, neo campione siciliano salita Matteo Salpietro per ricevere e festeggiare i titoli appena conquistati.

Primo riconoscimento per il forte ed esperto pilota rallystico Carmelo Lanzalaco, che grazie ad un’ottima stagione, pianificata e disputata nel migliore dei modi si aggiudica la vittoria assoluta nel campionato rally siciliano nonché la vittoria nella classe N3, dominata a bordo della sua Renaul Clio Rs con la quale ha fatto suo anche il trofeo corri con clio e sempre la classe N3 nel campionato sicilia-calabria.

Titolo siciliano, tra i navigatori, per Antonio Marchica esperto coadiuvatore alle note proprio insieme a Carmelo Lanzalaco.

Riconoscimento diretto anche per la SGB Rallye stessa che, grazie agli ottimi risultati di tutti i suoi associati, ha chiuso al secondo posto il campionato siciliano rally riservato proprio alle scuderie, dopo essere stata fino all’ultima gara in testa alla classifica vinta al fotofinish con pochissimi punti di differenza dalla scuderia CST Sport di Luca Costantino.

Grandissima soddisfazione per il consigliere Matteo Salpietro, esperto pilota e preparatore, che alla prima esperienza nel Campionato Velocità Montagna ha portato a casa uno splendido titolo siciliano nella classe A1400 a bordo di una potente ed agile Peugeot 106 rally gruppo A griffata SGB Rallye e preparata dalla factory di famiglia - Autotecnica Racing di Leo Salpietro. Un campionato iniziato solo per testare la vettura, che invece ha poi visto il giovane Matteo Salpietro tra i protagonisti più sorprendenti della stagione. Stesso campionato e stessa grande soddisfazione per l’ormai veterano della specialità Ninni Rotolo, capace di bissare caparbiamente, dopo un anno, il titolo regionale di classe E2ss 1000 a bordo del suo bellissimo prototipo Gloria CP8 motorizzato Suzuki.

Soddisfazione piena è stata espressa dal presidente Gulino e da tutti i membri del direttivo per la stagione esaltante che ha visto protagonista, come ormai accade da circa un decennio, la scuderia sanpietrina SGB Rally.

Dopo questa annata quasi perfetta, arriva però la nota triste e negativa, si conclude purtroppo così la bellissima favola della scuderia SGB Rallye, assoluta protagonista nel mondo delle corse siciliane e italiane dell’ultimo decennio. Il suo consiglio direttivo ha deliberato infatti lo stop forzato, a seguito di attente e scrupolose valutazioni che convergono tutte in un punto fondamentale, quello che vede questo splendido sport sempre più vincolato da normative stringenti e da un contesto che cerca sempre più di puntare su categorie alte ed impegnative, difficilmente raggiungibili da realtà, anche se ben organizzate e consolidate, come le nostre.

 

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Denaro") motori Thu, 22 Mar 2018 16:57:37 +0000
Il pilota messinese Andrea Nucita sarà ai nastri di partenza della 86^ edizione del Rally di Montecarlo. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15592:il-pilota-messinese-andrea-nucita-sara-ai-nastri-di-partenza-della-86-edizione-del-rally-di-montecarlo&catid=96:motori&Itemid=296 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15592:il-pilota-messinese-andrea-nucita-sara-ai-nastri-di-partenza-della-86-edizione-del-rally-di-montecarlo&catid=96:motori&Itemid=296 Andrea Nucita, navigato da Marco Vozzo, parteciperà al Rally di Monte-Carlo a bordo di un’Abarth 124 rally del Team Bernini Rally. Il  pilota messinese di S. Teresa di Riva sarà ai nastri di partenza della 86° edizione del Rally di Montecarlo, prima prova del Campionato del mondo Rally che si disputerà dal 22 al 28 gennaio 2018.

Andrea Nucita vincitore nella propria classe al Monza Rally Show e al RGT al Rally 2 Valli, protagonista lo scorso anno nel Trofeo Abarth 124 Rally Selenia, sarà al via con una Abarth 124 rally nella categoria R-GT.

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") motori Mon, 01 Jan 2018 21:04:36 +0000
SGB Rallye, ottima prestazione per Giuseppe e Michele Antinoro in trasferta a Sperlonga http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15579:sgb-rallye-ottima-prestazione-per-giuseppe-e-michele-antinoro-in-trasferta-a-sperlonga&catid=96:motori&Itemid=296 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15579:sgb-rallye-ottima-prestazione-per-giuseppe-e-michele-antinoro-in-trasferta-a-sperlonga&catid=96:motori&Itemid=296 Soddisfazione in casa SGB Rallye per la più che buona prestazione messa in campo da Giuseppe e Michele Antinoro che portano la loro Peugeot 106 rally gruppo A a piedi del podio di classe dopo un avvio tutto in salita.

Ottima gara quella messa in atto dal duo Antinoro, con Giuseppe al volante ed il figlio Michele a dettare le note dell’impegnativa prova denominata “La Magliana”, nella nona edizione del Rally di Sperlonga. Prova altamente tecnica e molto veloce, parecchio selettiva, che ha messo a dura prova il prestigioso elenco partenti, che ha dato spettacolo nel dieci chilometri cronometrati gremiti di pubblico per l’occasione. Gara tutta all’attacco per i portacolori della scuderia nebroidea del presidente Gulino, costretti ad inseguire dopo un testacoda nei primi metri della prima prova. Ottimi comunque i riscontri cronometrici che hanno permesso di portare a casa un positivo quarto posto di classe A5 a pochissimo dal podio.

“Correre fuori Sicilia ha sempre un sapore particolare – commenta Giuseppe Antinoro – accresce certamente stimoli diversi. Abbiamo partecipato ad una gara molto tecnica ed impegnativa per la prima volta, e tutto sommato siamo soddisfatti per quanto ottenuto. Peccato per aver perso quasi un minuto nel primo passaggio a causa di una testacoda, senza quello avremmo certamente puntato a vincere la classe, invece ci siamo dovuti accontentare di arrivare ai piedi del podio”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Michele Antinoro navigatore di papà Giuseppe: “Avevamo certamente come obiettivo quello di arrivare e così è stato. Certo resta il rammarico per l’inconveniente avuto dopo i primi metri, ma va bene così fa parte anche questo delle gare. Un sentito grazie da parte nostra alla Scannella Racing che come sempre è stata impeccabile nella preparazione e nella gestione della nostra Peugeot 106 rally gruppo A. Adesso faremo tesoro di questa paura per pianificare la prossima stagione nella quale speriamo di essere protagonisti”.

Soddisfazione anche dal Ds della scuderia Mauro Gulino: “Chiudiamo bene una stagione ricca di successi, nella quale siamo stati certi ed assoluti protagonisti, come sempre del resto, negli ultimi anni del panorama motoristico siciliano. Approfitto per fare i migliori auguri da parte di tutto il consiglio direttivo e del presidente per un sereno Natale a tutti i nostri affezionati associati”.

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Denaro") motori Mon, 25 Dec 2017 21:03:38 +0000