Volley Maschile Joomla! - il sistema di gestione di contenuti e portali dinamici http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=category&id=91&layout=blog&Itemid=718 Mon, 22 Jan 2018 14:29:07 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it Serie C - Alch Papiro Fiumefreddo vince il derby con la New Image Giarre: festeggia il "Titolo d'Inverno" http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15705:serie-c-alch-papiro-fiumefreddo-vince-il-derby-con-la-new-image-giarre-festeggia-il-qtitolo-dinvernoq&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15705:serie-c-alch-papiro-fiumefreddo-vince-il-derby-con-la-new-image-giarre-festeggia-il-qtitolo-dinvernoq&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 Si chiude il girone di andata nel campionato di serie C maschile di pallavolo per la capolista Alch Papiro Fiumefreddo in casa della New Image Giarre per un derby jonico dal sapore dolcissimo. Il sestetto allenato da coach Tani Frinzi Russo, infatti, schianta 3-0 senza troppi fronzoli gli avversari conquistando la nona vittoria consecutiva. Adesso testa ai quarti di finale di Coppa Sicilia che verranno disputati sabato 27 gennaio al palazzetto di via Amendola contro il Terrasini.

Fin dalle prime battute i fiumefreddesi dimostrano subito di essere in forma smagliante con il primo set che si chiude sul 9-25. Nel secondo parziale i padroni di casa di coach Palma riescono a condurre il set ma è solo un fuoco di paglia infatti, grazie alle sei battute consecutive di capitan Nucifora, il Papiro si rimette subito in corsa arrivando al secondo time out sull’11-17. Da sottolineare la giornata di grazia di Chiesa (miglior realizzatore con 19 centri) e il grande lavoro a muro del centrale Pietro Leonardi (con 16 punti realizzati). Il punteggio di 18-25 è la virtuale conclusione del match. Nel terzo set il 10-25 finale che chiude la pratica fa partire la festa per il roster del presidente Davide Massimino.

“In base alle prospettive – commenta Frinzi Russo – di quello che ci eravamo prefissati all’inizio stiamo rispettando la tabella di marcia. Oggi è stata una partita quasi perfetta, giunta al termine della settimana più travagliata che abbiamo avuto finora. Con l’infortunio di Davide Lombardo, con le influenze che hanno colpito altri giocatori e anche oggi dal punto di vista della salute non eravamo al massimo.

Ma i ragazzi hanno risposto alla grande facendo una gran bella partita soprattutto sull’asse muro-difesa che ha funzionato alla perfezione. Avevamo qualche timore all’inizio perché il Giarre aveva recuperato tutti gli effettivi ma poi forzando il servizio e giocando come sempre abbiamo fatto nostra la partita. Adesso testa alla coppa contro il Terrasini”.

NEW IMAGE GIARRE    0          ALCH PAPIRO VOLLEY    3

Giarre: Arpaia 10, Bellitto (libero), Bonaccorsi 2, Buscemi, Calcabotta 3, Lopresti 2, Nicolosi, Pagano 3, Rizzo 3, Sgroi, Spampinato. Ne: Longo, Torrisi. All. Palma

Fiumefreddo: Fichera 1, Sanalitro 5, Leonardi 16, Gavazzi 9, Nucifora 6, S. Lombardo (libero), Chiesa 19. Ne: Mastronardo, Monforte, Pappalardo, Patti, Sabella. All. Frinzi Russo

Arbitri: Galletti e Molino di Catania

Parziali set: 9-25; 18-25; 10-25

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà" ) Volley Maschile Mon, 22 Jan 2018 01:39:03 +0000
B/1 - La Savam Letojanni si fa male da sola: da 2-0 perde al tie-break con la Raffaele Lamezia. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15701:b1-la-savam-letojanni-si-fa-male-da-sola-da-2-0-perde-al-tie-break-con-la-raffaele-lamezia&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15701:b1-la-savam-letojanni-si-fa-male-da-sola-da-2-0-perde-al-tie-break-con-la-raffaele-lamezia&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 L’obiettivo era quello di vincere e convincere, confermando quanto di buono fatto nel corso dell’ultimo mese. Ma, alla fine, l’intenzione di fare bottino pieno e di disputare soprattutto una gara che potesse sortire un risultato positivo si è arenata sul più bello. Proprio nel momento in cui si aspettava il definitivo sigillo, ovvero in un terzo set che avrebbe chiuso la contesa a favore della Savam Costruzioni Volley Letojanni.

Una squadra, quella allenata da mister Centonze, che inspiegabilmente ha dovuto soccombere per 3 a 2 contro un Raffaele Lamezia conscio delle sue qualità e agguerrito soprattutto nel quarto set e nel corso del tie-break. Parziali che hanno sorriso ad un sestetto calabrese che ha dimostrato di essere più in palla di quanto si potesse immaginare alla vigilia, ottenendo 2 punti fondamentali per la classifica.

Una vittoria sul filo di lana che sa di vera e propria beffa per un Letojanni che, dopo aver conquistato agevolmente i primi due round, si è smarrito e ha duramente pagato gli svarioni e le pecche in fase di ricezione ed attacco. Qualcosa non ha ovviamente funzionato. Questo è chiaro. Ma è difficile comprendere come un sestetto, lanciato verso una tranquillo 3 a 0, si sia potuto auto-trascinare in un botro.

Primo Set: Eppure tutto faceva presumere che capitan Schifilliti e compagni avrebbero vissuto un’altra giornata da protagonisti, visto che il primo parziale iniziava con un punto a punto fino al 6 pari. Da qui in poi Letojanni molto determinato e attivo in ogni reparto, con Princiotta che scavava un solco di 3 lunghezze per il 9 a 6, mentre gli ospiti tentavano di rimanere a galla con un Porfida in grande spolvero. Ma l’aggancio non si concretizzava, anzi i calabresi venivano staccati dai locali sul 12 a 7 che diventava in pochissimo tempo 19 a 13. A questo punto il tecnico avversario chiamava time-out ma al rientro sul rettangolo di gioco la musica non cambiava, visto che Mazza segnava il break del 20 a 13 e la Savam, complici  un  errore dei lametini in attacco ed un punto di Corso, chiudevano sul 25 a 17.

Secondo Set: Nel secondo parziale ancora dominio assoluto dei locali che, nell’arco di pochi minuti, giungevano prima sul 7 a 2 e dopo dilapidavano un tesoretto di 4 punti, passando dall’8 a 2 all’8 a 6. Una leggera flessione dei siciliani portava gli avversari a pareggiare i conti sul 9 a 9. Centonze chiamava dunque a raccolta i suoi ma il time-out non sortiva gli effetti sperati perché il Lamezia andava addirittura avanti sul 12 a 10. Il vantaggio ospite era soltanto un fuoco di paglia, visto che la Savam risorgeva e piazzava un break di 5 punti consecutivi (15 a 13) grazie ad un mani fuori di Corso. Poi, con Mazza e Princiotta al timone, l’armata  locale diventava un rullo compressore. Da 15 a 13 si passava a 19 e così il set scorreva veloce verso un 25 a 18 confezionato da un muro di Princiotta.

Terzo Set:Tutt’altra storia il terzo parziale che iniziava con un Letojanni con il freno a mano tirato e con un Lamezia che riusciva a smuoversi ed andare subito in vantaggio sul 4 a 1 grazie ad attacchi potenti e precisi di Porfida, di gran lunga il migliore tra i suoi. Il Letojanni reagiva ed agganciava sul 13 pari, dopo un rosso estratto all’indirizzo di Piccioni.

Da qui in poi di nuovo testa a testa fino al 21 a 18, punteggio che significava vittoria quasi assicurata e fine della partita. Ma proprio sul più bello i calabri sfruttavano alcuni passaggi a vuoto degli jonici e accorciavano, prima sul 21 a 20 e poi sul 21 a 21. Quindi un festival di servizi errati e tre set-point sprecati dai padroni di casa portavano ad un serrato botta e risposta che si risolveva inverosimilmente con un 27 a 25 a favore del Raffaele. Doccia fredda, anzi freddissima.

Quarto set che cominciava sulla falsa riga del precedente, con un Letojanni che, dopo una partenza in salita (3-6), riusciva a sorpassare gli avversari sull’8 a 7 . Ma si trattava solo di una debole fiammella, visto che sul 13 pari parecchi errori in fase di attacco e contrattacco dei letojannesi permettevano al Lamezia di scavare un  solco di ben 4 punti di vantaggio (18-14). Arrivava pertanto una pronta sostituzione: Corso in panca e Scollo in campo, ma la situazione non mutava per niente. Anzi i calabresi prendevano il largo e facevano 25 a 18.

Tie-break vincente per i calabresi:Si andava pertanto alla lotteria del tie-break che, fino al cambio campo, ovvero sul’8 a 4, era di marca assolutamente locale ma si trasformava in una lotta spietata fino al 17 pari, con sei set-point buttati via dai ragazzi di Centonze che, alla fine, dovevano arrendersi al muro di Citriniti per il definitivo 19 a 17. Partita balorda che si stenta a commentare e cui seguirà adesso un turno di pausa, subito dopo il quale la Savam si troverà davanti un Palermo rigenerato e che vorrà vendicare la sconfitta della prima giornata di campionato ad opera proprio dei messinesi.

SAVAM COSTRUZIONI VOLLEY LLETOJANNI: Schipilliti 7, Schifilliti 3, Ruggeri (L1), Nicosia (L2),  Princiotta 11, Corso 23, Mazza 24, D’Andrea 13, Scollo.. N.e. Mastronardo, Pino, Degli Esposti. ALL.: Centonze

RAFFAELE LAMEZIA: Porfida 29, Citriniti 8, Lo Riggio, Pasciuta 9, Esposito, Ferraro L., Mancuso, Sacco (L1), Procopio, Piccioni 6, Butera 17. N.e. Graziano, Ferraro A. (L2), Davoli, Mafrici. ALL.: Torchia

SET: 25-17, 25-18, 25-27, 18-25, 17-19

ARBITRI: Giordani e Priolo di Catania

]]>
info@sportjonico.it (di "Enrico Scandurra") Volley Maschile Sun, 21 Jan 2018 21:38:03 +0000
B/1 - La Savam Letojanni chiude in casa con il Lamezia il girone di andata. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15683:b1-lasavam-letojanni-chiude-in-casa-con-il-lamezia-il-girone-di-andata&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15683:b1-lasavam-letojanni-chiude-in-casa-con-il-lamezia-il-girone-di-andata&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 Vincere per continuare la striscia di risultati positivi iniziata con l´affermazione contro il Modica e seguita con l´Universal Catania e per tentare di agganciare al più presto il treno delle grandi. Sarà questo l´obiettivo della Savam Costuzioni Volley Letojanni che domani, al Pala Letterio Barca, affronterà un Raffaele Lamezia attualmente a quota 17 punti ma che la scorsa settimana ha battuto la Callipo Vibo Valentia per 3 a 2.

Due punti fondamentali per la squadra lametina che, al cospetto di capitan Schifilliti e compagni, vorrà fare bella figura tentando il colpaccio e lasciandosi dietro roster che lottano per non retrocedere. Sestetti con i quali i ragazzi di mister Centonze dovranno giocare nel corso di tutto il girone di ritorno che inizierà tra due settimane, visto che la gara contro il centrale Pasciuta ed i posti 4 Butera e Lo Riggio, segnerà la fine dell´andata.

Un´ultima gara che i letojannesi non dovranno sottovalutare, alla luce del fatto che la squadra calabrese possiede al suo interno elementi di ottimo livello e che hanno sempre disputato campionati di serie B1 e B2. Per questo motivo Centonze, nel corso degli allenamenti settimanali, ha concentrato la sua attenzione sia sulla tenuta fisica che sulla fase tecnico-tattica, e questo pomeriggio visionerà assieme ai suoi i filmati delle partite giocate finora dai calabri.

Tutto ciò per cercare di scardinare i sistemi di gioco dell´avversario che giungerà in quel di Letojanni con l´intenzione di ottenere il massimo. Di contro un sestetto che, qualora vincesse con un punteggio pieno, potrebbe superare la Gupe Battiati Catania (ferma per osservare un turno di riposo) ed approfittare dello scontro diretto tra Conad Lamezia e Cinquefrondi che si terrà domenica.

Ad ogni modo l´ultimo match del girone d´andata che sarà arbitrato da Giordani e Priolo di Catania avrà molto da dire, con lo stesso Centonze che avrà disposizione tutti gli atleti, tranne Remo che sconterà l´ultima giornata di squalifica e rientrerà il 3 febbraio in casa contro il Palermo. Poi la trasferta di Vibo, il turno di riposo e di nuovo sul parquet di casa, con il Pozzallo.
Una partita, quest´ultima, che chiuderà un cerchio importante, subito dopo il quale per la Savam si aprirà un

ulteriore capitolo che terminerà ad inizio maggio. Proprio quando la classifica si "solidificherà" e si saprà dunque se il Letojanni potrà partecipare, come lo scorso anno, agli spareggi per la A2.

]]>
info@sportjonico.it (di "Enrico Scandurra") Volley Maschile Fri, 19 Jan 2018 19:44:22 +0000
B/1 - La Savam Volley Letojanni sbanca Catania con un secco 3-0 all'Universal. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15667:b1-la-savam-volley-letojanni-sbanca-catania-con-un-secco-3-0-alluniversal&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15667:b1-la-savam-volley-letojanni-sbanca-catania-con-un-secco-3-0-alluniversal&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 Se lo scorso sabato, contro il Modica di mister Benassi, s’era registrata una svolta netta dal punto di vista del risultato, ieri, al Pala Spedini di Catania, al cospetto dell’Universal di Balsamo e Battiato, è arrivata la conferma che la Savam Costruzioni Volley Letojanni ha ritrovato anche il gioco che finora era mancato all’appello.

In casa Savam, sia coach Centonze che l’intera dirigenza, si aspettavano infatti non solo una netta affermazione, ma pure una prova maiuscola da parte di un gruppo, uscito vittorioso per 3 a 0 dopo un’ora e mezza di gioco. Tre punti fondamentali per una squadra che ha espresso, dopo parecchio tempo, tutte le sue qualità in una gara nel corso della quale capitan Schifilliti e compagni hanno dovuto sopperire per la seconda volta consecutiva alla mancanza del centrale Remo, che rientrerà in occasione del primo match del girone di ritorno contro il Palermo.

Ma, nonostante tutto, il sestetto sceso in campo nel pomeriggio di ieri sul parquet di Cibali ha dato prova di essere in forma smagliante oltre ad avere assorbito gli ordini di un Centonze che in due partite consecutive è riuscito a risistemare molte cose, ottenendo dai ragazzi il massimo che si potesse chiedere. Due gare, due vittorie, sei set vinti su sei giocate e 21 punti in classifica rappresentano, infatti, il quadro totale che il Letojanni della seconda era Centonze è riuscito a dipingere nell’arco di poco più di un mese dall’ultima sconfitta con il Cinquefrondi. Un periodo che è ormai un lontano ricordo, alla luce del 3 a 0 rifilato ieri agli uomini di Lopis, rimasti ancorati a quota 18 in graduatoria. Posizione che lo stesso mister etneo avrebbe potuto migliorare se i suoi avessero iniziato meglio un primo parziale completamente nelle mani del Letojanni.

Primo Set: Quest’ultimo cominciava infatti a trazione anteriore, con Mazza e Princiotta di banda, Schifilliti in regia, Schipilliti e D’Andrea al centro, Ruggeri in ricezione e Corso sulla linea opposta. L’inizio era punto a punto ma, dopo alcuni errori di troppo dei locali, il Letojanni prendeva la rincorsa e nell’arco di pochi minuti arrivava già sul 10 a 7. Il divario di 3 lunghezze aumentava di 4 e poi di 5, fino ad un massimo vantaggio di 17 a 10, ottenuto grazie ad una ricezione efficace e a dei muri sontuosi di un D’Andrea, che giocava al meglio i palloni alzati al centro da uno Schifilliti preciso anche a servizio. Il set scorreva veloce, anche se i padroni di casa tentavano di accorciare, andando sul 17 a 13 e poi sul 18 a 15, preludio di una pronta ripresa degli ospiti che sfruttavano qualche errore di troppo locale e facevano 20 a 15. Ci pensava poi Princiotta a condurre la squadra sul 23 a 18, mentre il definitivo 25 a 20 si concretizzava grazie ad un servizio sbagliato del Catania.

Secondo Set:Tutt’altro inizio nel secondo parziale: nell’arco di 1 minuto o poco più i locali giungevano sul 5 a 0, motivo per il quale Centonze chiamava time-out. Al rientro in  campo, Mazza and company sembravano rigenerati, riuscivano ad accorciare sul 6 a 4 a proprio sfavore ma subivano le ripartenze dei catanesi che scavavano un solco di 7 lunghezze (11-4). Da qui in avanti solo Letojanni che, iniziava a giocare meglio grazie all’ingresso di Scollo al posto di Corso. Una trovata, quella del “falso opposto”, che produceva i risultati sperati, visto che il Letojanni recuperava terreno, andando a pareggiare i conti sul 14 a 14. Da qui in poi punto a punto fino al 19 a 19, quando un ace di Schipilliti portava avanti i messinesi che, grazie a due attacchi del solito Princiotta, facevano proprio il set anche stavolta per 25 a 20.

Terzo Set: Si arrivava dunque all’ultimo round che aveva inizio con entrambe le squadre in equilibrio. Almeno fino al 4 pari. Sul punteggio di 6 a 4 per la Savam, D’Andrea saliva in cattedra, cominciando a mettere giù palloni pesanti che non facevano altro che portare gli ospiti sul 9 a 5. L’Universal cercava di fare del proprio meglio e, con Battiato e Maccarrone, pareggiava i conti sull’11 a 11. Ma proprio sul più bello gli etnei sbagliavano tre attacchi consecutivi, con i  letojannesi che, sul recupero di La Rosa e compagni, imprimevano la marcia e andavano a colpire con un secco 20 a 16  che si trasformava in pochi minuti nel definitivo 25 a 23 grazie a ad un’invasione di Nicolosi e ad un attacco di Mazza.

Gara giocata benissimo dai ragazzi di Centonze, soprattutto a muro e in fase di ricezione, e che proprio in questo ruolo ha visto l’esordio di Nicosia, acquisto che la dirigenza ha formalizzato circa 10 giorni fa e che già da martedì sarà al Pala “Letterio Barca”, assieme ai suoi compagni, per preparare la prossima sfida. L’ultima del girone d’andata e che vedrà la Savam impegnata con il Raffaele Lamezia.

UNIVERSAL CATANIA: Balsamo 1, Bottino 8, Cavalli (L), Maccarrone 13, Nicolosi 4, La Rosa 3, Ndrecaj 5, Battiato 13. N.e. Cataldi. ALL.: Lopis

SAVAM VOLLEY LETOJANNI: Schipilliti 10, Schifilliti 2, Ruggeri (L1), Nicosia (L2), Degli Esposti, Mazza 14, Princiotta 15, Scollo 3, D’Andrea 9, Corso 2. N.e. Pino. ALL.: Centonze

SET: 20-25, 20-25, 23-25

ARBITRI: Marcorino e Angeloni di Siracusa

]]>
info@sportjonico.it (di "Enrico Scandurra") Volley Maschile Mon, 15 Jan 2018 19:09:51 +0000
B/1 - La Gupe Catania vince al tie-break il derby con il Volley Valley. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15657:b1-la-gupe-catania-vince-al-tie-break-il-derby-con-il-volley-valley&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15657:b1-la-gupe-catania-vince-al-tie-break-il-derby-con-il-volley-valley&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 Servivano grinta, cuore e carattere per vincere il derby. Ed è grinta, cuore e carattere ad aver portato la Gupe al trionfo. Al termine di una gara infuocata durata quasi tre ore la squadra di Petrone si aggiudica al tie break il derby catanese andato in scena allo Sporting Center S. M. della Mercede, campo rimasto così inviolato per l’intero girone di andata.

Come da pronostico, una partita giocata sul filo del rasoio: sin dai primi scambi ritmi serrati e tanto agonismo da parte di entrambe le formazioni, con un botta e risposta che si chiude solo ai vantaggi. Dopo un buon avvio gli ospiti mollano la presa alla seconda frazione di gioco che termina ugualmente in favore dei padroni di casa. Sul 2-0 la Gupe tuttavia non riesce a trovare il cinismo necessario per chiudere il match, subendo il gioco avversario e concedono il 2-1 agli avversari. Sulla stessa scia, parte male il quarto set, che termina nel peggiore dei modi con l’infortunio di Francesco Raso oltre che con un pesante 11-25.

É nel momento più duro della gara però che il gruppo tira fuori il carattere: Bonsignore e compagni non si danno per vinti disputando un tie break ad alto tasso adrenalinico. Il risultato è un vero e proprio show che permette ai padroni di casa di lasciare inviolato il proprio fortino, all’interno del quale la Gupe conquista la sesta vittoria, l’ottava del torneo, concludendo la prima parte del campionato a quota 22 punti.

«Chiudiamo positivamente il girone d’andata – commenta il presidente l’Avv. Andrea Lo Faso – abbiamo dato prova di grande compattezza riuscendo a vincere il quinto set in una fase delicata della gara. Sono assolutamente soddisfatto di come si sia conclusa la prima parte del campionato e spero che anche il girone di ritorno possa regalarci altrettante soddisfazioni».

Gupe Catania-Volley Valley 3-2

Gupe Volley: Saglimbene 22, Bonsignore 20, Raso F. 1 Bertone 8, Raso A. 9, Petrone S. 4, Arena 3, Petrone D. 4, Scalisi 0, Zappalà 0, Trombetta (L1), De Costa (L2). Ne: Maugeri e Testa. All. Petrone.

Volley Valley: Cortina 18, Saraceno 16, Saitta 22, Bandieramonte 7, Mancuso 4, Platania 5, Di Franco 0, Lazzara 0, Chiesa (L1). Ne: Buremi. All.: Bonaccorso.

Arbitri: Priolo e Giordani di Catania.

Set: 28-26, 25-21, 23-25, 11-25, 15-11.

]]>
info@sportjonico.it (di "Federica Susini") Volley Maschile Sun, 14 Jan 2018 20:11:08 +0000
Serie C - Ottava vittoria consecutiva per l'Alch Papiro Fiumefreddo: 3-0 alla Giarratana. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15650:serie-c-ottava-vittoria-consecutiva-per-lalch-papiro-fiumefreddo-3-0-alla-giarratana&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15650:serie-c-ottava-vittoria-consecutiva-per-lalch-papiro-fiumefreddo-3-0-alla-giarratana&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 Penultima del girone di andata nel campionato di serie C maschile di pallavolo per l’Alch Papiro Fiumefreddo in cui la capolista schianta senza troppi problemi il Giarratana. Nel match del sabato, tra le mura amiche del palazzetto di via Amendola, il sestetto di coach Tani Frinzi Russo si impone per 3-0 portandosi a quota 29 punti in classifica e centrando l’ottava vittoria consecutiva.

Il roster fiumefreddese del presidente Davide Massimino, quindi, rimane saldamente in vetta al girone B ma si qualifica pure ai quarti di finale di Coppa Sicilia che verranno disputati sabato 27 gennaio contro la quarta classificata del girone A. Ma prima ancora della coppa l’attenzione va alla sfida di domenica prossima con il derby in casa della New Image Giarre.

Dal pronti via si capisce subito che sarà un monologo Papiro con il primo set che si conclude 25-18. Nel secondo parziale (concluso 25-12) Frinzi Russo decide di dare spazio alle seconde linee: dentro Mattia Sabella, in grande crescita e autore di un ace, il veterano Seby Patti e il giovane fiumefreddese Francesco Monforte che non fa assolutamente rimpiangere il compaesano Simone Lombardo mostrando grinta e sicurezza nonché gradita conferma dell’ottimo lavoro che la “cantera” avviata due stagioni fa dall’indimenticabile Isidoro Nicotra inizia a dare i suoi frutti.

Nel terzo parziale i padroni di casa partono male ma è Gavazzi a tirare fuori gli artigli e a dimostrare di avere tutte le carte in regola per la categoria superiore trascinando la squadra ad imporsi con un altro 25-12 e chiudendo la pratica. Mattatore della serata è Andrea Chiesa con 11 punti ma c’è da applaudire senza dubbio tutta la squadra che ha dimostrato come il ritorno in B sia davvero un’impresa possibile.

ALCH PAPIRO VOLLEY    3          GIARRATANA VOLLEY    0

Fiumefreddo: Mastronardo 2, Fichera 1, Sanalitro 9, Pappalardo 5, Leonardi 7, Gavazzi 9, Nucifora 1, Patti 4, S. Lombardo (L1), Chiesa 11, Monforte (L2), Sabella 1. Ne: D. Lombardo. All. Frinzi Russo

Giarratana: Spadaro (L1), Mazza, Primitivo, Minelli, Puma, Fracasso (L2), Di Stefano, Micieli, Randazzo, Frincieli, Cutrone. All. Di Stefano

Arbitri: Castiglia e Rizzotto di Messina

Parziali set: 25-18; 25-12; 25-12

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà" ) Volley Maschile Sun, 14 Jan 2018 10:49:10 +0000
B/1 - La Gupe Catania ingaggia l'ex capitano del Volley Catania: Roberto Arena. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15634:b1-la-gupe-catania-ingaggia-lex-capitano-del-volley-catania-roberto-arena&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15634:b1-la-gupe-catania-ingaggia-lex-capitano-del-volley-catania-roberto-arena&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 Ci sono scelte che si prendono con la testa, altre che si fanno con il cuore. Il matrimonio tra la Gupe e Roberto Arena è sicuramente una scelta di cuore. L’ex capitano del Volley Catania sceglie di vestire per la prima volta la maglia del sodalizio etneo, rimanendo vicino ai colori della sua terra e non rinunciando a vivere l’ennesimo campionato al vertice, da protagonista.

Una scelta che il 35enne centrale catanese ha preso dopo un paio di settimane di riflessione rispetto al sofferto addio al campionato di A2: decine le proposte giunte da parte della quasi totalità delle società di B maschile e non solo. C’era pure un sodalizio di seconda serie fortemente interessato alle prestazioni del giocatore, che lo scorso anno ha conquistato sul campo la promozione nel campionato cadetto.

Da quando ho lasciato Volley Catania ho ricevuto diverse telefonate – racconta Arena – in cuor mio però sapevo che nessuna delle proposte era quella che si addiceva alla mia idea di pallavolo”.

La pallavolo per Roberto Arena non è il denaro. Lo sport è l’emozione di spingersi oltre i propri limiti, provare ad alzare sempre l’asticella più in alto. “Lo scorso anno ottenere la promozione è stato l’ennesimo obiettivo raggiunto – commenta ancora il centrale -. Durante questa stagione ho avuto la certezza che nonostante la mia altezza non sia quella ideale per il mio ruolo, ho tutte le carte in regola per disputare un campionato di vertice. L’età però mi impone di pensare al presente e soprattutto al futuro. Per questo ho scelto una società che guarda al domani, ricca di giovani con tanta voglia di far bene”.

Se il presente è quello in campo, il futuro è quello in panchina, da allenatore. “Mi piacerebbe poter trasmettere le mie conoscenze – spiega – ho già avuto delle esperienze come selezionatore provinciale maschile del Trofeo Picciurro, oltre che la stagione da allenatore del gruppo under 16 femminile della Pallavolo Sicilia, con il quale insieme ad Adriano Balsamo ho disputato le finali nazionali. La proposta di poter affiancare Fabrizio Petrone dal punto di vista tecnico per me è una grossa opportunità. La società inoltre mi ha chiesto di affiancare Saro Gulisano durante gli allenamenti della Serie C. Insomma il mio ruolo va oltre quello del giocatore e mi permette di proiettarmi verso un possibile futuro da tecnico”.

Arena ritroverà sul parquet tanti delle giovani promesse seguite durante il periodo da selezionatore, oltre il compagno Eros Saglimbene, ex Volley Catania, “testimone di nozze” fra il centrale e la Gupe. “Eros è stato a tastare il terreno – ammette – ed a raccontarmi della sua positiva esperienza. La proposta ufficiale è arrivata un paio di settimane dopo. Sono felice di poter dare il mio contributo. Qualche anno fa ero stato vicinissimo a vestire questa maglia e adesso, non appena ne ho avuto la possibilità, ho subito approfittato dell’occasione ringraziando comunque chi durante questo periodo si era avvicinato con proposte interessanti e lusinghiere. La pallavolo per me però è prima di tutto una passione e poter giocare per le prime posizioni, con la maglia della mia città, in un ambiente sereno e collaudato come la Gupe per me è l’ideale”.

]]>
info@sportjonico.it (di "Federica Susini") Volley Maschile Wed, 10 Jan 2018 18:24:35 +0000
B/1 - Inizia con il piede giusto il 2018 con il ritorno di Centonze la Savam Volley Letojanni: 3-0 al Modica. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15619:b1-inizia-con-il-piede-giusto-il-2018-con-il-ritorno-di-centonze-la-savam-volley-letojanni-3-0-al-modica&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15619:b1-inizia-con-il-piede-giusto-il-2018-con-il-ritorno-di-centonze-la-savam-volley-letojanni-3-0-al-modica&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 La seconda era “Centonze” inizia nel migliore dei modi. Con una vittoria secca per 3 a 0, ma con una prestazione non del tutto esaltante da parte del sestetto sceso in campo. Quella offerta ieri, al Pala “Letterio Barca”, al cospetto del Modica di mister Benassi, non è stata infatti una prova ad alti livelli, anche se la Savam Costruzioni Volley Letojanni ha ritrovato compattezza e soprattutto l’entusiasmo perso nel corso del mese di dicembre.

Ovvero quando la squadra aveva evidenziato una netta discesa sotto il profilo fisico e dunque dei risultati. Motivo per il quale la società aveva rimesso nelle mani di Centonze un roster che ieri ha dimostrato di saper vincere, pur soffrendo, con un’avversaria che lotta per non retrocedere e che ha comunque disputato una signora gara, mettendo sotto capitan Schifilliti e compagni, usciti vittoriosi in tutti e tre i set.

I primi due con un punteggio di 25 a 23 e l’ultimo con un 25 a 13 macchiato però da un vistoso errore dell’arbitro che, dopo aver sbagliato una chiamata a sfavore del Modica, ha sfoderato tre rossi per proteste all’indirizzo del vice allenatore ibleo, di Di Pasquale e di Assenza. Ma al di là dei singoli episodi, il Letojanni è riuscito a dare seguito effettivo alle idee di un Centonze che ha ridato ossigeno puro ad un sestetto adesso a quota 18 punti in classifica e che, rispetto alle batoste con la Gupe Battiati e il Cinquefrondi, è rinato dal punto di vista psicologico.

Per i ragazzi di Benassi, invece, un’altra giornata da dimenticare sotto il profilo del risultato, visto che, contro un Corso in stato di grazia (soprattutto nel primo parziale), un Mazza onnipresente e un gruppo che non ha mai mollato, non c’è stato nulla da fare.

Eppure il primo set iniziava con un Letojanni molto compassato e poco preciso in ricezione e che andava sotto di tre punti ma riusciva a risorgere ed andare sul 4 a 3 e poi sul 5 pari. Da qui in avanti i locali si riorganizzavano e imprimevano la marcia con un Corso che faceva due punti in battuta per il 10 a 5. Il divario aumentava grazie ad un ace di Mazza che siglava il 13 a 7, ma, proprio mentre le cose sembravano andare per il verso giusto, ecco che il Modica riprendeva coraggio e tallonava gli jonici sul 14 a 12. Una reazione cui seguiva il ritorno della Savam che, in pochi secondi, arrivava sul 20 a 16. Set quasi vinto, ma gli ospiti sfruttavano alcune defallance dei messinesi, tornavano a galla sul 22 a 21 e tentavano un allungo che alla fine non si concretizzava. Sul 22 a 22 le due squadre andavano a braccetto fino al 25 a 23 per i letojannesi che facevano loro il parziale grazie ad un errore di Curridori in battuta.

Tutt’altra storia il secondo set, che iniziava con un Modica in sordina e che manteneva una distanza di ben 4 lunghezze sugli avversari, poco attivi sulle linee e quasi mai pericolosi al centro. Tutto a causa di errori di posizione e a coperture non brillanti da parte dei locali che facilitavano la costruzione del gioco e dunque gli attacchi di Genovese e compagni. Letojanni appannato e Modica avanti per 8 a 4 e poi sul 18 a 15, anche se da questo momento in poi la squadra di Centonze ritornava a giocare, a mettere giù palloni pesanti e riusciva a pareggiare i conti, prima sul 19 a 19 e subito dopo sul 21 a 21. Il Letojanni si spianava così la strada e nell’arco di pochi istanti confezionava la remuntada, con Princiotta bravo, sul 24 a 23, a schiacciare per il definitivo 25 a 23.

Nell’ultimo round ragusani e messinesi si muovevano punto a punto fino all’11 pari, proprio quando Mazza and company scavavano un solco di 4 lunghezze, giungendo sull’11 a 7 e poi sul 16 a 12. Su questo punteggio, il direttore di gara Caltagirone, coadiuvato da La Mantia di Palermo, si rendeva protagonisti di un errore grossolano ai danni del Modica (nei primi due parziali i due direttori di gara hanno sbagliato anche nei confronti della squadra di casa anche se l’indecisione più evidente è stata quella a discapito degli ospiti). E a pagarne le conseguenze maggiori - come già detto - erano Assenza, Di Pasquale e il vice allenatore ibleo Benassi,  visto che con i tre rossi il Letojanni si portava sul 20 a 12, preludio del definitivo 25 a 13 grazie ad un bolide di Mazza.

Match piacevole e abbastanza equilibrato e al quale seguirà adesso la delicata trasferta di domenica prossima contro l’Universal Catania: un’ulteriore banco di prova per una Savam intenzionata a vincere quanto più partite possibili.

SAVAM COSTRUZIONI LETOJANNI: Schipilliti 3, Schifilliti 1, Princiotta 8, Mazza 10, Ruggeri (L), Pino 7, Corso 12. N.e Scollo, Degli Esposti, Mastronardo, D’Andrea. ALL.: Centonze

MODICA: Genovese 9, Di Pasquale 10, Curridori 4, Battaglia, Pappalardo 4, Modica 7, Assenza (L), Vitanza,  Turlà, Melilli, Incatasciato 3. ALL.: Benassi

SET: 25-23, 25-23, 25-13

ARBITRI: Caltagirone e La Mantia di Palermo

]]>
info@sportjonico.it (di "Enrico Scandurra") Volley Maschile Sun, 07 Jan 2018 22:00:48 +0000
B/1 - La Savam Volley Letojanni all'esame Modica sabato al Pala "Letterio Barca" contro il Modica. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15606:b1-la-savam-volley-letojanni-allesame-modica-sabato-al-pala-qletterio-barcaq-contro-il-modica&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15606:b1-la-savam-volley-letojanni-allesame-modica-sabato-al-pala-qletterio-barcaq-contro-il-modica&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 La notizia buona è che il ritorno di Fernando Centonze in panchina ha riportato entusiasmo, in un ambiente deluso dagli ultimi risultati, e soprattutto voglia di ricominciare a vincere dopo due sconfitte consecutive contro Gupe Battiati e Cinquefrondi.

Quella negativa è rappresentata invece dalle tre giornate di squalifica che la Federvolley ha inflitto a Stefano Remo, centrale della Savam Costruzioni Volley Letojanni (la società dovrà pagare anche un’ammenda di 290 euro) non sarà dunque a disposizione domani, alle ore 18, sul parquet del Pala “Letterio barca”, nella prima gara del 2018.

Una partita che capitan Schifilliti e compagni disputeranno contro un Modica fanalino di coda, con soli 3 punti in classifica ma che, prima della pausa natalizia, ha deciso di esonerare il tecnico Aprile e chiamare in panca Claudio Benassi, con l’intenzione di raggiungere una salvezza ad oggi quasi proibitiva.

Situazione decisamente diversa all’interno del gruppo letojannese che nel corso delle ultime tre settimane di fermo ha lavorato assiduamente, sia sul fronte atletico che su quello tecnico-tattico, con sedute dedicate ai pesi e  alla visione dei filmati delle partite giocate finora dai ragusani. Un roster, quello ibleo, composto da elementi di buon livello come il posto 4 Di Pasquale e l’opposto Genovesi, a caccia di punti preziosi per abbandonare l’attuale posizione in graduatoria.

Di contro una Savam che scenderà in campo con il centrale Pino, Corso sulla linea opposta, D’Andrea come jolly, Ruggeri in ricezione, Princiotta e Mazza di banda e Schifilliti in cabina di regia. Sestetto simile a quello che ha giocato l’ultima gara del 2017 e che dovrà vincere a tutti i costi la prima delle 4 gare interne su 6 che rappresenteranno dei banchi di prova importanti per comprendere se gli jonici invertiranno la rotta rispetto agli ultimi tempi.

E per fare ciò bisognerà non guardare la classifica ma pensare di partita in partita, dando il tutto per tutto già a partire da domani, quando in quel di Letojanni arriveranno gli arbitri Caltagirone e La Mantia  di Palermo per dirigere un incontro  al quale parteciperà, come al solito, una cornice di pubblico proveniente non solo dai dintorni.

]]>
info@sportjonico.it (di "Enrico Scandurra") Volley Maschile Fri, 05 Jan 2018 20:52:52 +0000
B/1 - La Gupe Catania apre il 2018 in terra calabra con il Conad Lamezia. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15601:b1-la-gupe-catania-apre-il-2018-in-terra-calabra-con-il-conad-lamezia&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15601:b1-la-gupe-catania-apre-il-2018-in-terra-calabra-con-il-conad-lamezia&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 Si torna in campo per la prima gara del 2018 e lo si fa lontano dallo Sporting Center. La Gupe Volley, dopo il meritato trionfo casalingo nell’ultima uscita del 2017 che ha portato gli uomini di Petrone ai 3 punti contro l’ex capolista Pozzallo, sarà impegnata in una sfida altrettanto impervia.

Ad attendere i catanesi l’attuale regina del torneo, la Conad Lamezia, capace di scalzare i pozzallesi dal trono con la vittoria nel derby contro la Raffaele Lamezia. Un match fondamentale quello che aspetta i catanesi al rientro dalla pausa natalizia, così come lo descrive il tecnico Fabrizio Petrone alla vigilia della gara:

“Mancano tre giornate alla fine dell’andata – spiega- e ci troviamo a soli tre punti dalla testa. Andremo a giocare in casa della capolista, una squadra accreditata e composta da grandi nomi, giocatori abituati a giocare sia in questa categoria che in serie superiori. Noi siamo orgogliosi di quel che abbiamo fatto fin qui e dell’attuale posizione in classifica. Andremo in campo non per fare una passeggiata ma per giocare una gara fino alla fine. Non abbiamo nulla da perdere, vogliamo una partita tosta, il resto sarà il destino a deciderlo”.

I lametini, primi a quota 23, dovranno affrontare la delicata sfida sul parquet di San Pietro a Maida, a causa dell’indisponibilità del campo di Lamezia.

]]>
info@sportjonico.it (di "Federica Susini") Volley Maschile Fri, 05 Jan 2018 20:12:00 +0000
B/1 - Savam Volley Letojanni al lavoro anche a fine anno con coach Centonze. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15576:b1-savam-volley-letojanni-al-lavoro-anche-a-fine-anno-con-coach-centonze&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15576:b1-savam-volley-letojanni-al-lavoro-anche-a-fine-anno-con-coach-centonze&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 Lavorare duro e con molta concentrazione nel corso delle festività natalizie per presentarsi al meglio il 6 gennaio contro un avversario tosto ed agguerrito come il Modica che arriverà sul parquet del Pala “Letterio Barca” con l’intenzione di fare punti in ottica salvezza.

Sono questi gli obiettivi della Savam Costruzioni Volley Letojanni che, archiviata la parentesi di quattro mesi con l’allenatore Flavio Ferrara - esonerato la scorsa settimana in seguito alle due sconfitte consecutive con Gupe e Cinquefrondi - ha ufficialmente riabbracciato Fernando Centonze. Da martedì sera la società letojannese ha infatti richiamato lo stesso tecnico che lo scorso anno riuscì a compiere, assieme a capitan Schifilliti e compagni, un’impresa sportiva degna di nota come la qualificazione agli spareggi per la serie A2.

Un risultato difficile da riottenere quest’anno, anche se le prime sedute di allenamento alla guida del leccese hanno confermato come la squadra sia all’altezza della situazione e che, nel corso delle due settimane e mezzo di pausa, le lacune messe in mostra nelle 9 partite finora giocate potranno essere colmate con un cambio di passo tra gli atleti che si sta già registrando, oltre che con un ritorno della preparazione atletica.

Proprio quella che il Letojanni sta effettuando per riprendere la condizione fisica giusta in vista delle 15 finali che la attendono da qui a maggio. Gare che la Savam vuole vincere a tutti i costi per vendicare un girone d’andata fin qui non in linea con le aspettative d’inizio torneo. E quello che Centonze dovrà fare sarà ridare i giusti stimoli ad un roster che ultimamente ha perso convinzioni e soprattutto fiducia nei propri mezzi.

E lo dovrà fare in un periodo natalizio che arriva come manna dal cielo, visto che la seconda settimana di allenamento, oltre a quella terminata ieri, sarà incentrata anche sul fonte tecnico e tattico, con la disputa di un’amichevole contro il Morgan Barcellona, prevista per venerdì prossimo.

]]>
info@sportjonico.it (di "Enrico Scandurra") Volley Maschile Sat, 23 Dec 2017 22:10:23 +0000
B/1 - Flavio Ferrara non è più il coach della Savam Volley Letojanni: ritorna Centonze. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15552:b1-flavio-ferrara-non-e-piu-il-coach-della-savam-volley-letojanni-ritorna-centonze&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15552:b1-flavio-ferrara-non-e-piu-il-coach-della-savam-volley-letojanni-ritorna-centonze&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 L’Asd Volley Letojanni (serie B, girone H) comunica che, in data odierna, dopo diverse riunioni tra i massimi dirigenti, Flavio Ferrara è stato sollevato dall’incarico di primo allenatore, assunto lo scorso mese di luglio.

Al tecnico messinese vanno i migliori auguri per un futuro foriero di successi, vista la passione, la serietà e l’abnegazione con le quali ha svolto, negli ultimi quattro mesi, la sua mansione all’interno della società letojannese.

Alla luce di risultati poco soddisfacenti, con sole quattro vittorie in 9 match ed una posizione di classifica non in linea con le aspettative di inizio campionato, la dirigenza ha infatti dovuto e voluto dare un forte scossone per invertire la rotta, ritornando a vincere ed esprimersi sui livelli di qualche mese fa. Purtroppo negli sport di squadra contano i numeri e a pagare il prezzo più alto  per colpe non solo proprie è sempre il tecnico.

Il sodalizio jonico ha tra l’altro reso noto che, a partire da domani, la panchina sarà affidata nuovamente a Fernando Centonze, coach che nelle ultime due annate ha condotto il sestetto locale a due secondi posti, con una storica qualificazione agli spareggi per la serie A2, poi persa a gara 3 con il Latina.

Il leccese sarà dunque a disposizione già da domani pomeriggio al Pala “Letterio Barca”, dove capitan Schifilliti e compagni cominceranno due settimane di duro lavoro in vista della prossima partita da giocare, prevista il 6 gennaio tra le mura amiche, quando di fonte ci sarà il Modica di mister Benassi.

]]>
info@sportjonico.it (di "Enrico Scandurra") Volley Maschile Mon, 18 Dec 2017 19:57:55 +0000
Gupe Catania per il Sociale - Domani"Natale alla Gupe"in favore "Bambini in Periocolo - Unicef". http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15550:gupe-catania-per-il-sociale-domaniqnatale-alla-gupeqin-favore-qbambini-in-periocolo-unicefq&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15550:gupe-catania-per-il-sociale-domaniqnatale-alla-gupeqin-favore-qbambini-in-periocolo-unicefq&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 Doppio appuntamento benefico per la Gupe che durante le vacanze di natale rinnova l'appuntamento con il sociale: si parte domani (martedì 19 dicembre) alle ore 16.30 con “Natale alla Gupe”, occasione per festeggiare e giocare insieme ai campioni della Serie B.

Al termine delle esibizioni, che vedranno protagonisti tutti gli iscritti ai corsi di pallavolo e pattinaggio artistico, spazio alla tombola di beneficenza organizzata in favore del progetto “Bambini in pericolo”, campagna dell'Unicef Italia per raccogliere fondi in favore dei bambini vittime di guerre, calamità naturali, fame e malattie.

Venerdì 12 gennaio 2018, in collaborazione con il comitato Unicef di Catania, la società parteciperà inoltre alla quarta lotteria di beneficenza, ancora in favore dell’iniziativa “Bambini in pericolo”. I biglietti sono già acquistabili al Pala Sporting Center al costo di 2,5 €.


]]>
info@sportjonico.it (di "Federica Susini") Volley Maschile Mon, 18 Dec 2017 19:32:21 +0000
B/1 - Ritorna con una sconfitta da Cinquefrondi la Savam Costruzioni Letojanni: 3-1. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15543:b1-ritorna-con-una-sconfitta-da-cinquefrondi-la-savam-costruzioni-letojanni-3-1&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15543:b1-ritorna-con-una-sconfitta-da-cinquefrondi-la-savam-costruzioni-letojanni-3-1&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 Alla vigilia ci si aspettava quantomeno una scossa dal punto di vista caratteriale e sul fronte tecnico. Almeno secondo le previsioni della dirigenza che, la scorsa settimana, e precisamente all’indomani della brutta sconfitta per 3 a 2, rimediata con la Gupe Battiati Catania tra le mura amiche, aveva  tenuto una riunione con lo staff, l’allenatore e l’intera squadra per ridare coraggio e motivazioni.

Un incontro nel corso del quale la Savam Costruzioni Volley Letojanni aveva chiesto maggiori sforzi ad una compagine, composta da capitan Schifilliti e compagni, che anche ieri, sul parquet calabrese di Cinquefrondi, ha ricommesso quasi gli stessi errori di sabato, lasciando nel reggino tre punti fondamentali per una classifica che adesso risulta davvero balorda rispetto all’inizio del torneo. E che quasi sicuramente porterà la società letojannese a fare scelte importanti per rivitalizzare un sestetto, intenzionato a vincere e ritornare a fare punti ma che anche ieri ha dovuto soccombere per 3 a 1 davanti ad un pubblico avverso e che non ha di certo aiutato la squadra dei fratelli Soraci, rimasta a quota 15 punti ma a sole 6 lunghezze dal secondo posto, occupato dalla Gupe, e ad altrettante dal Cinquefrondi che, con quest’affermazione, si porta a 21 punti.

Numeri che per il momento non sorridono per niente ai siciliani che sfrutteranno la pausa natalizia per riprendersi dalle ultime batoste e tornare carichi contro il Modica di mister Benassi. Gara, questa, prevista per il 6 gennaio e che verrà preceduta da una serie di sedute di allenamenti necessarie per far sì che la squadra jonica riprenda la condizione fisica e si rimetta sui giusti binari. Nel frattempo però il piatto forte su cui discutere a lungo sarà proprio l’ultimo match perso e che poteva terminare diversamente qualora l’arbitro Braile di Cosenza, coadiuvato da Cupello, non si fosse reso protagonista di grossi errori di valutazione a discapito della Savam e che hanno il portato alla fine delle ostilità nel quarto set.

Primo Set: Ma a dire il vero di svarioni arbitrali ce ne sono stati di altri e numerosi nel corso di tutta la gara che iniziava con un Letojanni ben messo in campo e concentrato, ma che sul 2 a 1 a proprio favore si faceva rimontare subito 3 a 2. Cinque minuti di testa a testa insomma che, poco a poco, si trasformava in un 6 a 2 per i locali che sfruttavano a dovere le imprecisioni dei letojannesi, andando sul 7 a 5 grazie alle diagonali dell’ex Laganà (per lui 23 punti totali). Proprio quest’ultimo conduceva i suoi sul 10 a 7 con un servizio impeccabile e dei colpi precisi sulle linee laterali: a sostegno anche il centrale Nardi e Chillemi che, dopo un muro e un ace, imprimevano lo slancio giusto per portarsi sul 12 a 7. Poi un ace di Mazza e una schiacciata di Schifilliti diminuivano lo svantaggio (13 a 11) e con il passare dei minuti il Letojanni cercava di agganciare gli avversari invano, visto che il divario cresceva di punto in punto a causa di errori in difesa degli ospiti. Il set pertanto scorreva velocemente a favore dei locali che concludevano in bellezza sul 25 a 18 dopo un pallonetto di Bellucci ed un attacco errato di D’Andrea.

Secondo Set: Si andava dunque al secondo parziale che cominciava con il Letojanni conscio dei  propri mezzi e che, dopo un testa a testa, andava sul 6 a 4 a proprio favore grazie ad i soliti spunti di Mazza. Ma un Laganà in forma smagliante ritornava in cattedra e rimetteva tutto a posto: nell’arco di pochi secondi il vantaggio di 4 punti dei letojannesi si dissolveva con un 8 a 6 del Cinquefrondi che cominciava a mettere giù palloni pesanti fino al 10 a 10. Da qui in poi la squadra di Polimeni prendeva il largo con Nardi che faceva 12 a 10 e lentamente allontanava i suoi compagni dagli avversari, completamente in balìa delle onde. Il sestetto calabrese scavava infatti un solco di ben 6 lunghezze, portandosi sul 19 a 13 grazie ad ottime manovre di Nardi e Dall’Agnol e alle stoccate del solito Laganà che, sul 20 a 14, realizzava l’ennesimo punto in battuta che valeva il 21 a 14. Poi show dei calabri che, in un batter d’occhio, con un altro ace di Laganà e un pallonetto di Bellucci riuscivano a vincere anche il secondo parziale per 25 a 14.

Terzo Set: Tutt’altra storia il terzo round, nel corso del quale il Letojanni appariva rigenerato in tutti i fondamentali: questo grazie all’inserimento di Mazza come falso opposto e di D’Andrea a posto 4 che ridavano energia ad un gruppo sfaldato e che sul 4 a 1 subiva un’altra “remuntada” dei locali. Questi ultimi arrivavano al 5 a 5 ma, minuto dopo minuto, dovevano per forza di cose arrendersi ad una Savam determinata a riaprire la contesa. Su tali basi gli ospiti confezionavano un 9 a 5 e un 12 a 7 che preoccupava il tecnico calabrese al punto da chiamare un time-out per scongiurare quello che sarebbe accaduto dopo. Ovvero la vittoria del parziale da parte dei letojannesi che, prima, scavavano un solco di ben 10 punti (20 a 10) e, dopo, giungevano facile sul 25 a 12, grazie ad una difesa e ad una ricezione attente e a muri sontuosi, l’ultimo dei quali alzato da Schifilliti.

Quarto Set: Letojanni di nuovo in partita dunque e che cominciava il quarto set punto a punto fino al 5 pari, quando i locali riprendevano la marcia e, sfruttando dei passaggi a vuoto della squadra messinese, si appostavano sul 10 a 7. Di mezzo i muri di Schipilliti e D’Andrea e i siluri di Laganà che si trasformavano prontamente in punti per un 11 a 8 che permetteva a Tofoli e compagni di gestire al meglio. Ma proprio su questo punteggio, D’Andrea faceva mani-out e punto a proprio favore, con l’arbitro Braile che chiamava palla fuori e concedeva il punto del 12 a 8 per i locali.

Da qui un vespaio di polemiche cui seguiva uno scontro verbale tra il capitano della Savam, Schifilliti, e il direttore di gara che alla fine estraeva il cartellino rosso, sia per il numero 5 che per Princiotta. Tutto questo mentre tra gli spalti si respirava un clima incandescente, in seguito all’espulsione del centrale letojannese Remo, reo  per essere entrato in campo per sedare gli animi. Partita sospesa per qualche minuto e Letojanni che riprendeva a giocare con un 14 a 8 suo sfavore sul groppone che diventava subito 18 a 13. A questo punto la Savam mollava, cominciava ad arrancare e il sogno di giungere al tie-break si spegneva sul 25 a 18 con una bordata di un onnipresente Laganà.

Sconfitta abbastanza netta anche se il risveglio nel terzo round ha fatto capire che, nella rosa jonica, la qualità non manca e che i peloritani, nel momento del cambio della formazione, hanno espresso un gioco migliore, riuscendo a vincere per 25 a 12 e dando dimostrazione che c’è tanta voglia di fare bene. E già da subito, visto che martedì inizierà ufficialmente un capitolo importante della stagione che porterà novità in un ambiente che crede ancora nei suoi beniamini.

JOLLY CINQUEFRONDI: Dall’Agnol 12, Laganà 23, Salomone (L), Nardi 9, Aprile 4, Bellucci 4, Chillemi 12, Bonati 1, Imbesi 1. N.e. Varamo, Limberger, Presta, Santacroce. ALL.: Polimeni

SAVAM COSTRUZIONI VOLLEY LETOJANNI: Schipilliti 9, Schifilliti 9, Ruggeri (L1), Princiotta 8, Remo 5, D’Andrea 5, Corso 1, Mazza 19. N.e. Degli Esposti, Mastronardo, Pino, Scollo. ALL.: Ferrara

SET: 25-18, 25-14, 12-25, 25-18

ARBITRI: Braile e Cupello di Cosenza

]]>
info@sportjonico.it (di "Enrico Scandurra". ) Volley Maschile Sun, 17 Dec 2017 20:42:33 +0000
Serie C - Sesta vittoria di fila per l'Alch Papiro Volley (3-0) Aquila Bronte. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15534:c-silver-sesta-vittoria-di-fila-per-lalch-papiro-volley-3-0-aquila-bronte&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15534:c-silver-sesta-vittoria-di-fila-per-lalch-papiro-volley-3-0-aquila-bronte&catid=91:volley-maschile&Itemid=718 L’Alch Papiro Volley chiude l’anno solare 2017 con una vittoria, la sesta consecutiva nel girone B del campionato di serie C maschile, che la consacra come capolista pronta a spiccare il volo verso il ritorno in B. Al palazzetto di via Amendola è 3-0 per il sestetto di coach Tani Frinzi Russo, risultato inflitto ai danni di un Bronte su cui ha pesato l’assenza dell’infortunato Vitanza ma che ha disputato la sua onesta partita. 24 punti in classifica, 9 gare giocate, 8 vittorie e 1 sconfitta, 30 set disputati di cui 24 vinti e 6 persi. Sono questi i numeri del roster fiumefreddese del presidente Davide Massimino che anche nell’incontro odierno ha dimostrato di reggere l’urto degli avversari davanti al solito pubblico caloroso.

I padroni di casa sono un diesel e nel primo set subiscono gli attacchi brontesi pagando anche qualche errore di troppo in ricezione. Al terzo time out il 19-20 lo testimonia ma poi il 26-24 conquistato ai vantaggi premierà capitan Nucifora e compagni. Nel secondo parziale il match scivola via senza particolari patemi e nel complesso risulteranno fondamentali la giornata di grazia di Sanalitro (miglior realizzatore con 15 punti) e quella del centrale Pappalardo (7 realizzazioni), unite a Chiesa (10), Patti (5) che ha sopperito alla perfezione con la sua grande esperienza all’acciaccato Gavazzi e quella del regista Fichera autore di 5 punti. Dopo tre set ball annullati il 25-21 chiude i giochi. Nel terzo set la sofferenza finale, con ben quattro match ball consecutivi disinnescati dalla formazione di Bronte, non bloccherà la festa finale con il 25-19 ottenuto e i conseguenti tre punti incamerati.

“Con questa vittoria faremo le vacanze un po’ più tranquilli e sereni – commenta coach Frinzi Russo – anche se non abbandoneremo la palestra perchè continueremo ad allenarci con insistenza e con serietà come abbiamo fatto fino ad ora. I ragazzi hanno risposto bene, c’è sempre qualcosa da registrare, ma c’è sempre lo spunto per continuare a lavorare in alcune fasi del gioco.

In casa spesso abbiamo avuto una partenza un po’ lenta ma vorrei sottolineare come al contrario nelle ultime due trasferte invece siamo partiti molto bene. Dovremmo invertire il trend nelle prossime gare casalinghe e cominciare subito forte le gare. Il 7 gennaio avremo una trasferta molto insidiosa ad Agira contro l’attuale seconda forza del torneo ma ci faremo trovare pronti”.

ALCH PAPIRO VOLLEY    3          ATTRATTI AQUILA BRONTE    0

Fiumefreddo: Mastronardo, Fichera 5, Sanalitro 15, Pappalardo 7, Gavazzi 2, Nucifora 2, Patti 5, S. Lombardo (L1), Chiesa 10. Ne: Leonardi, D. Lombardo, Monforte (L2), Sabella. All. Frinzi Russo

Attratti Aquila Bronte: Romano 7, Cartillone 8, Sciuto 7, Sanfilippo 7, Verona 1, Boccafoschi (L1), Buccheri, Rubino 7, Spadaro 1. Ne: Vitanza, Marino, Uccellatore (L2). All. Cartillone

Arbitri: Molino e Giordani di Catania

Parziali set: 26-24; 25-21; 25-19

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà".) Volley Maschile Sun, 17 Dec 2017 17:40:12 +0000