Promozione Joomla! - il sistema di gestione di contenuti e portali dinamici http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=category&id=86&layout=blog&Itemid=352 Mon, 20 Nov 2017 02:01:15 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it La Messana nel mirino del Giudice: squalifica per tre giocatori, allenatore e due dirigenti. Multata la Jonica. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15273:la-messana-nel-mirino-del-giudice-squalifica-per-tre-giocatori-allenatore-e-due-dirigenti-multata-la-jonica-&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15273:la-messana-nel-mirino-del-giudice-squalifica-per-tre-giocatori-allenatore-e-due-dirigenti-multata-la-jonica-&catid=86:promozione&Itemid=352 Provvedimenti Disciplinari del campionato di Promozione – Girone C – relativi all’ultimo turno disputato Domenica 12 Novembre valevole per la

Giocatori Squalificati

Una Giornata: Maugeri (Città di Mascalucia), Mirabella (Aci S. Antonio), D’Antone (Giardini Naxos), Angrisani, Libro e Cardia (Messana),  Sardo (Sporting Viagrande), La Spada (Real Rometta), Catania Pappalardo (Sporting Trecastagni), Marchiafava e Smiroldo (jonica), Di Stefano (Torregrotta)

Squalifiche Allenatori

Michele Lucà (Messana) – fino al 20 Dicembre 2017 - Per contegno offensivo e minaccioso nei confronti dell'arbitro.

Francesco Insanguine (Lineri Misterbianco) – fino al 30 Novembre 2017 - Per contegno irriguardoso nei confronti di un A.A.

Squalifiche Dirigenti

Stefano Barresi (Terme Vigliatore): squalificato fino al 5 Dicembre 2017 - Per grave contegno irriguardoso nei confronti di ufficiali di gara.

Francesco De Luca (Messana): squalificato fino al 30 Novembre 2017 - Per contegno irriguardoso nei confronti dell'arbitro.

Giuseppe Bagnato (Messana): squalificato fino al 20 Novembre 2017 - Nella qualita' di addetto al servizio d'ordine, si rendeva colpevole di grave condotta scorretta.

Multe alle Società

Jonica Fc - 100,00 Euro: Per avere inserito in distinta, quale dirigente, persona non avente titolo, in quanto non risultante nell'organigramma della Società.

Messana – 50,00 Euro: Per non avere, proprio dirigente, adempiuto ai propri doveri di addetto al servizio d'ordine

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Promozione Wed, 15 Nov 2017 19:30:38 +0000
La Tirrenia Calcio cala il poker sul campo del Messina Sud con doppietta di Ruggeri. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15254:la-tirrenia-calcio-cala-il-poker-sul-campo-del-messina-sud-con-doppietta-di-ruggeri&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15254:la-tirrenia-calcio-cala-il-poker-sul-campo-del-messina-sud-con-doppietta-di-ruggeri&catid=86:promozione&Itemid=352 Alla vigilia era una partita molto temuta perché spesso, nei testacoda, si rischia spesso di fare delle pessime figure ma stavolta la Tirrenia s’è presentata molto concentrata per centrare la vittoria in una giornata che poteva nuovamente accorciare la classifica nelle posizioni di vertice.

La vittoria stavolta è arrivata, anche rotonda nel risultato ma si son dovute aspettare le battute finali del primo tempo per sbloccare il risultato e, l’uno-duo istantaneo ha praticamente chiuso la partita. Nel secondo tempo l’eccellente diagonale di Ruggeri ha messo il sigillo prima di una disattenzione che ha permesso ad Orecchio il goal della bandiera. Poco dopo, anche Zurka ha trovato la via della sua prima rete in promozione.

All’avvio la Tirrenia ha piantato la propria bandiera a centrocampo creando anche due limpide occasioni entrambe fallite  prima di ridurre il ritmo e lasciare campo ai giovani locali. Sono così nate le recriminazioni dei locali su un contatto in area (regolarissimo) e su un dubbio intervento di Bucca in uscita su Orecchio (con o senza le mani al limite dell’area). Smaltita questa fase, Biondo ha ripreso in mano l’amministrazione del gioco e sono nate le occasioni delle reti: è il 39’ quando sullo spiovente dalla sinistra, al limite dell’area, s’inerpica Ruggeri che gira di testa all’incrocio.

Il tempo di battere da centrocampo ed Aloe s’inserisce fin sul fondo sempre a sinistra; stavolta il pallone è rasoterra ma filtra fin sul secondo palo ed è un gioco da ragazzi per l’appostato Pandolfo, spingerlo in rete. I locali accusano il colpo e non riescono a reagire tant’è che la Tirrenia potrebbe già triplicare ma si va al riposo.

Al rientro il Messina Sud prova per un attimo a rientrare in partita ma la difesa ospite e ferrea e poco dopo il quarto d’ora è Ruggeri a mettere il sigillo al risultato: stavolta è Zurka a chiudere la triangolazione con l’agile ed abile Ruggeri che va a raccogliere e di sinistro supera Montaperto con uno splendido diagonale in anticipo sul portiere in uscita. Il gioco sembra fatto ma una distrazione difensiva, frutto forse del rotondo risultato, permette ad Orecchio di sfruttare il batti e ribatti tra Bucca ed i propri difensori per siglare il goal dei locali.

L’episodio scuote i ragazzi ospiti che si rendono subito pericolosi ancora con Ruggeri e poi con Schepisi prima che alla mezzora Zurka, partito in slalom, superi tre difensori ed il portiere in uscita segnado a porta vuota. Non accade più nulla e, forse è anche naturale attendere il fischio finale di Mirabella.

Rimesse un po’ le cose a posto ora la Tirrenia deve proseguire con ritmo deciso sin dal prossimo turno quando a Giammoro arriva una Messana sicuramente vogliosa di riprendersi dopo la batosta subita in casa ma anche ridotta nell’organico per le tre espulsioni subite. Lungi dal pensare che sarà facile perché ai messinesi, le risorse tecniche e caratteriali non mancano ed occorrerà una grande prova per venirne a capo.

MESSINA SUD – TIRRENIA  1 - 4

Reti: pt 39’ Ruggeri, 41’ Pandolfo; st 17’ Ruggeri, 20’ Orecchio, 28’ Zurka.

MESSINA SUD: Montaperto, Amante, Locorotondo, Scivolone M., Dagostino (st 12’Velardi),Boncordo, Scivolone G.(st 1’Darbor), Santonocito(st 30’ Calapai), Orecchio, La Speme(st 28’Rinaldi), Graziano.All.Trimarchi.

TIRRENIA: Bucca, Mazzù(st 45’ Repici), Pandolfo(st 21’ Agolli), Biondo, Mandanici, , Shpellzaj , Ruggeri(st 30’Pitrone), Milanese, Schepisi, Aloe( st42’Schepis), Zurka (st45’ De Mariano). All. Bitto

Arbitro: Mirabella di Acireal.

Ammonito:  Biondo (Tirrenia)

]]>
info@sportjonico.it (di "Nino La Rosa") Promozione Mon, 13 Nov 2017 06:48:57 +0000
La capolista Jonica rischia sul campo del Merì passato in vantaggio con Schifino. Nella ripresa arriva il pareggio di Cambria. Espulso Marchiafava. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15249:la-capolista-jonica-rischia-sul-campo-del-meri-passato-in-vantaggio-con-schifino-nella-ripresa-arriva-il-pareggio-di-cambria-espulso-marchiafava&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15249:la-capolista-jonica-rischia-sul-campo-del-meri-passato-in-vantaggio-con-schifino-nella-ripresa-arriva-il-pareggio-di-cambria-espulso-marchiafava&catid=86:promozione&Itemid=352 Un testa coda che poteva diventare pericoloso per la Jonica sul campo del fanalino di coda del Merì, una differenza di ben 20 punti che sul terreno di gioco, non si è visto, alla fine i ragazzi di mister Mimmo Moschella passati in svantaggio dopo 15’ riescono ad inizio ripresa ad acciuffare il pareggio con Roberto Cambria, poi non riescono a trovare il guizzo per portare a casa la vittoria, anzi rischiano nelle ripartenze dei locali con il migliore in campo tra le file di casa Mastroieni. Su l’economia della gara, pesa senz’altro, l’espulsione del giovane Filippo Marchiafava che al 40’ lascia la Jonica in dieci.

Al triplice fischio finale, il risultato rimane inchiodata sul punteggio di 1-1 che conferma il primato solitario della Jonica in vetta con 24 punti, oltre alla frenata della formazione di mister Mimmo Moschella, anche le rivali non sono andati oltre il pareggio il Terme Vigliatore (2-2) sul campo di Mascalucia, mentre lo Sporting Viagrande è stato sconfitto a Giardini. Quindi, nonostante il pareggio, la Jonica rimane in vetta con 24 punti, seguita dal Terme Vigliatore 23 e dalla coppia Viagrande-Tirrenia a 22.

Dal campo di Merì oltre, al pareggio e alla vetta della classifica, la Jonica continua nella sua striscia di imbattibilità in campionato che è salita a 37 risultati utili consecutivi, di cui 18 fuori casa ( 12 vittorie e 6 pareggi).

La gara: Contro il fanalino di coda mister Mimmo Moschella può contare sul ritorno in porta del giovane Andrea Gugliotta e del difensore Max Herasymenko, nelle file del Merì in campo i nuovi acquisti il portiere Galli e il centravanti Mastroieni. Il primo episodio della gara arriva al primo giro dell’orologio che poi risulterà determinante per il proseguo dell’incontro: il giovane Filippo Marchiafava fa la “bravata” di colpire con la mano uno spiovente dalla destra il pallone che va finire in rete, giustamente il direttore di gara estrae il cartellino giallo che diventa rosso al 39’ quando la Jonica sotto di un gol, è costretta a continuare la gara in inferiorità numerica, l’attaccante ospite spinge sulla media del centrocampo l’avversario (intervento che si poteva evitare) per l’arbitro ci sono gli estremi di un altro cartellino che risulta fatale per Marchiafava.

Al 10’ la Jonica ha la possibilità di sbloccare il risultato con Monaco ben lanciato da Herasymenko conclude con un insidioso diagonale che l’estremo difensore di casa riesce a deviare in angolo. Al 15’ arriva il vantaggio del Merì con una splendida rete di Schifino che dal vertice destro dell’area di rigore fa partire un bolide a volo che va ad insaccarsi sotto l’incrocio dei pali della porta difesa da Gugliotta che nulla può alla prodezza balistica del giocatore di casa. La reazione della Jonica tarda ad arrivare, bisogna aspettare la mezz’ora quando una punizione di Monaco permette il colpo di testa di Sanfilippo che manda di poco fuori. Con la Jonica protesa in avanti, subisce le ripartenze dei padroni di casa prima con Cordima poi con Impalà.

A rientro in campo la Jonica si presenta con Francesco Ferraro al posto di Smiroldo, la Jonica si fa subito propositiva, al 53’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo arriva il pareggio: Sanfilippo appostato sul secondo palo riesce a spizzicare la palla verso Roberto Cambria pur contrastato da un difensore riesce a deviare in rete.  Ristabilità la parità, adesso i ragazzi di Moschella cercano il gol del vantaggio, nonostante il pressing non riescono a trovare la zampata vincente ci provano Ferraro e Galletta senza risultato, il Merì chiuso a riccio riesce ad imbrigliare la manovra della capolista con delle rapide ripartenze con protagonista Mastroeni.

]]>
info@sportjonico.it (di "Mirko Crisafulli") Promozione Mon, 13 Nov 2017 06:14:41 +0000
Atl. Fiumefreddo - Gescal: rinviata per impraticabilità di campo. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15245:atl-fiumefreddo-gescal-rinviata-per-impraticabilita-di-campo-&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15245:atl-fiumefreddo-gescal-rinviata-per-impraticabilita-di-campo-&catid=86:promozione&Itemid=352 All’Angelo Rossi le forti piogge della notte scorsa hanno compromesso l’inizio della gara tra Atletico Fiumefreddo e Gescal. Il terreno di gioco, ridotto ad un pantano, ha costretto il direttore di gara a rinviare il match per impraticabilità. Non una novità da parecchi anni a questa parte per il campo sportivo fiumefreddese in un paese in cui le diverse amministrazioni comunali che si sono succedute non sono riuscite a risolvere il problema.

ATLETICO FIUMEFREDDO - GESCAL: RINVIATA PER IMPRATICABILITÀ DI CAMPO

  • Fiumefreddo: Sommese, Lo Re, Egitto, Arena, Trippiedi, Semprevivo, Pezzino, Balastro, Ardizzone, Pesce, Garozzo. A disposizione: Lo Nardo, Zappalà, Intelisano, Leonardi, Arrabito, Muscia, Monte. All. Fichera
  • Gescal: Simoni, Gentilesca, Comandè, Barrillà, Leo, Nicolò, Lo Presti, G. Florio, A. Florio, Trovato, De Tommasi. A disposizione: Bongiovanni, Mangano, Supino, Rizzo, Mento, Giordano, Sturniolo. All. Di Maria
  • Arbitro: Campisi di Siracusa; assistenti Riccobene di Enna e Rizza di Catania

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà".) Promozione Sun, 12 Nov 2017 16:33:40 +0000
Che strana gara tra Tirrenia Calcio e Atletico Fiumefreddo: alla fine parità 2-2. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15233:che-strana-gara-tra-tirrenia-calcio-e-atletico-fiumefreddo-alla-fine-parita-2-2&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15233:che-strana-gara-tra-tirrenia-calcio-e-atletico-fiumefreddo-alla-fine-parita-2-2&catid=86:promozione&Itemid=352 Che strana partita al Comunale di Giammoro tra la locale Tirrenia ed il Milo. I giallorossi di casa tornavano in casa dopo la squillante vittoria esterna colta a Trecastagni mentre gli ospiti, dopo il cambio tecnico non volevano tornare a casa a mani vuote.

La Tirrenia pertanto era obbligata a dare continuità al filotto di vittorie per restare attaccata alle prime posizioni ed in questa ottica ha cominciato la gara, premendo costantemente per tutto il primo tempo sprecando però all’inverosimile. La strategia ospite era quella del contenimento cercando qualche sortita in avanti per alleggerire la pressione. Si chiudeva sul nulla di fatto il primo tempo ma chiara era la sensazione che, una volta trovata la via del goal da parte dei giallorossi, gli ospiti potessero deporre le armi e, tutto ciò lo si credeva avverato quando all’ottavo della ripresa Schepisi riprendeva un pallone che, respinto dall’incrocio dei pali su punizione di Milanese schizzava per terra (forse già entrato) deponendolo in rete.

Ma quando il diavolo ci mette la coda il corso delle gare viene stravolto: accade così che una debole punizione ospite venisse respinta da Bucca con Pezzino pronto a ribadire in rete. Ma anche il signor Caruso di Barcellona, assistente del signor La Rosa, dimostrando oltre alla poca conoscenza regolamentare massima distrazione consentendo ad Ardizzone di insaccare il ribaltone approfittando degli oltre cinque metri oltre la linea dei difensori non segnalata dal poco attento guardialinee.

La Tirrenia accusa il colpo e si innervosisce oltremodo anche perché il signor Caruso si ripeteva subito dopo con Bucca stavolta pronto alla respinta. Le ire dei locali portavano a ben poco datosi che giustamente il Milo saliva di tono alla ricerca della vittoria mentre la Tirrenia attaccava a testa bassa. Era questo un momento brutto della gara dove saltavano spesso le “misure”  mentre il nervosismo la faceva da padrone. Fioccavano i provvedimenti disciplinari e Laquidara veniva espulso. La pressione dei locali veniva però premiata allo scadere con un fendente sinistro di Ruggeri scagliato in diagonale dal limite. Adesso i locali ci credevano e nei minuti di recupero, pur ridotti in nove (espulso pure De Salvo), sprecavano due buone occasioni.

Finiva quindi in pareggio con molto rammarico per il primo pareggio interno dopo quattro vittorie per la Tirrenia mentre pur essendo contenti per il punto raccolto, anche gli ospiti, che cominciavano a pregustare il colpaccio, non riescono ad esaltarsi. Ora si riprenderà tra due domeniche e c’è quindi tempo per analizzare tutti gli aspetti che hanno impedito di agguantare una vittoria che alla fine del primo tempo pareva raggiungibilissima.

Peseranno anche i cartellini rossi ma l’organico a disposizione di Bitto dovrebbe consentire, oltre a qualche rientro dagli infortuni, di ben proporsi sabato 11 novembre nella trasferta messinese contro il Messuna Sud. A priva vista, potrebbe sembrare facile ma è noto a tutti che questo genere di partite sono molto insidiose e c’è il rischio di complicarle altrettanto se non si affrontano con la giusta concentrazione. La Tirrenia per restare agganciata all’alta classifica non può perdere punti ulteriori specie in un turno che vedrà le prime impegnate in insidiose gare esterne e quindi ci si attende una grande prova d’orgoglio dopo la mezza battuta d’arresto interna.

TIRRENIA - MILO 2-2

Reti: st 8’ Schepisi, 13’ Pezzino, 17’ Ardizzone, 43’ Ruggeri.

TIRRENIA: Bucca, Agolli (st 18’ Pandolfo), Laquidara, ,Biondo (st 38’ Mandanici), Milanese, Shpellzaj , Ruggeri, Mazzù,s.t. 44’Mandanici), Schepisi, Aloe (st 42’’ De Salvo), Zurka. All. Bitto

MILO:S ommese, Lo Re, Pesce, Arena, Balastro, Semprevivo, Pezzino, Leonardi, Ardizzone, Arrabito, Garozzo. All. Fichera.

Arbitro: La Rosa(Barcellona)

Ammoniti: Aloe,Shpellzaj, Milanese(Tirrenia),Arena, Pezzino, Garozzo, Ardizzone(Milo)

Espulsi: Laquidara e De Salvo (Tirrenia).

]]>
info@sportjonico.it (di "Nino La Rosa") Promozione Sat, 04 Nov 2017 17:50:33 +0000
La Jonica cala il tris al Città di Mascalucia è si conferma capolista. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15201:la-jonica-cala-il-tris-al-citta-di-mascalucia-e-si-conferma-capolista&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15201:la-jonica-cala-il-tris-al-citta-di-mascalucia-e-si-conferma-capolista&catid=86:promozione&Itemid=352 La Jonica si conferma capolista del Girone C del campionato di Promozione, sul terreno amico del Comunale rifila un secco 3-0 alla formazione etnea del Città di Mascalucia.

Per i ragazzi di mister Mimmo Moschella si tratta della settima vittoria in campionato, la quarta casalinga, ma soprattutto sfruttano (nonostante assenze importanti)  pienamente il doppio turno fra le mura amiche per spiccare il volo………a 23 punti, un punto in più  sulla coppia inseguitrice Terme Vigliatore e Sporting Viagrande.

Il risultato può ingannare, la Jonica doma la resistenza degli etnei solo nella ripresa colpita a freddo da un calcio di rigore, una volta in vantaggio è stato facile per i padroni di casa mettere k.o gli avversari che si devono arrendere ai colpi vincenti del giovanotto Galletta (2-0) e del sempre più determinante Filippo Marchiafava per il (3-0).

Adesso il campionato si ferma per 10  giorni, si riprende Domenica 12 Novembre che vedrà la Jonica impegnata sul campo del Merì, nel frattempo si gode il primato in classifica, la serie d’imbattibilità in campionato (37 giornate), con un altro record, solo due reti incassate.

La gara: Succede tutto nella ripresa, infatti, la prima frazione di gara si è potuto assistere ad una gara con i padroni di casa che si adeguano al gioco degli ospiti, chiusi a riccio nella propria trequarti, con la Jonica che non è riuscita a perforare il reparto difensivo del Città di Mascalucia, anzi ci riesce al 43’ con un colpo di testa di Monaco che supera Spina, l’esultanza del centrocampista di casa viene strozzato dal direttore di gara (palla era uscita dalla linea di fondo).

Si ritorna in campo, ed è subito gol per la squadra di mister Mimmo Moschella: protagonista Francesco Monaco che viene messo giù in area di rigore, per l’arbitro non ci sono dubbi, dal dischetto non sbaglia il giovane Alessio Savoca per il vantaggio della squadra del Presidente Mimmo Saglimbeni.

Il vantaggio cambia completamente il volto della partita, arriva dopo pochi minuti il raddoppio costruito dal duo SavocaGalletta che dal limite fa partire un fendente che non lascia scampo a Spina con la sfera che passa a fil di palo è gonfia la rete: 2-0. Adesso il Città di Mascalucia esce dal proprio guscio, ma è ancora Jonica a mettere il sigillo definitivo alla gara con Filippo Marchiafava che sfrutta abilmente un traversone dalla destra per il diagonale vincente per il 3-0.

Jonica Fc    3     Città di Mascalucia   0

Marcatori: 48’ A. Savoca su rig., 53’ Galletta, 63’ Marchiafava.

Jonica Fc : Potenza, Loria, F. Lombardo (56’ Leo), Smiroldo (59’ Ferraro), Sanfilippo, Bartorilla  (25’ G. Savoca ), Monaco, Cambria, Galletta (75’ La Forgia), Marchiafava, Alessio Savoca (75’ Garufi). All.: Moschella.

Città di Mascalucia: Spina, Ciantia, Sparta, A. Di Mauro A.  (46’ Porto), Maugeri, Benivegna, Rosano  (55’ Galiano), Mazzarino, Suriano (55’ Costanzo), Scuto  (46’G. Di Mauro), Tenerelli. All.: Anastasi.

Arbitro: Andrea Di Francesco di Messina. Assistenti: Federico Severino e Gianluca Viglianesi di Catania.

]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Promozione Thu, 02 Nov 2017 06:02:03 +0000
Apre Aloe, doppio colpo di Schepisi, la Tirrenia Calcio sbanca Trecastagni. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15179:apre-aloe-doppio-colpo-di-schepisi-la-tirrenia-calcio-sbanca-trecastagni&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15179:apre-aloe-doppio-colpo-di-schepisi-la-tirrenia-calcio-sbanca-trecastagni&catid=86:promozione&Itemid=352 Bella, tonica e confortante prestazione della Tirrenia che coglie la seconda vittoria stagionale sul campo del Trecastagni. I locali quasi mai sono riusciti a costruire una manovra degna di tal nome mentre gli ospiti si sono fatti apprezzare per alcune belle giocate talune corali, altre personali ma comunque i tirrenici hanno sempre tenuto il bandolo del gioco ed alla fine, malgrado qualche recriminazione locale per l’episodio dal quale è scaturito il primo goal, la vittoria è stata netta e meritata.

La maiuscola prova collettiva dei ragazzi guidati da Bitto ha sicuramente limitato i locali i quali hanno patito la supremazia ospite in ogni settore del campo. E’ difficile dare la palma del migliore ma non si può non evidenziare la doppietta di Schepisi così come è da elogiare Aloe per aver rotto l’equilibrio ma, stavolta non si può mettere da parte la superba prova di Armando Agolli, per me il migliore in campo. Sempre pronto sia nel contrastare che nel riproporre è stato una spina nel fianco sulla fascia destra con mister Zingherino che ha avutto mille difficoltà nel trovare la soluzione per frenare le sue scorribande sulla fascia destra.

Detto ciò, va detto che la fase di studio ha interessato i primi venti minuti ma, al primo vero affondo la Tirrenia è passata; una palla svirgolata da un difensore locale è giunta tra le braccia del proprio portiere: per l’ennese Bonasera è passaggio all’indietro e dalla linea dell’area del portiere, dopo le propteste di circostanza, c’è il tocco all’indietro ed Aloe mette sotto la traversa: non succede praticamente nulla d’importante ma, dinanzi al nulla dei padroni di casa, le iniziative ospiti, giustificano il vantaggio.

In apertura di ripresa è Schepisi a salire in cattedra: dopo 5 minuti il suggerimento di Ruggeri è ciccato dal suo marcatore e così dal dischetto può trasformare il quasi rigore in movimento: il raddoppio fa saltare tutti i meccanismi dei locali che si desuniscono perdendo oltretutto anche il controllo nervoso. Cinica la Tirrenia continua a creare occasioni, talune fallite d’un soffio ma Schepisi è feroce e al 25’ s’inserisce sul passaggio ancora di Ruggeri e triplica.

Non c’è più partita anche perché i locali perdono il controllo e fioccano le ammonizioni finchè il capitano Garofalo non viene espulso. La Tirrenia può ora gestire con tranquillità malgrado c’è ancora qualche tentativi di impinguare il risultato. L’occasione più ghiotta è creata da Ruggeri che dopo aver bevuto tre avversari calcia colpendo la traversa a portire battuto.

Finisce 3-0 con qualche rimbrotto tra i locali all’indirizzo dell’arbitro ma con un cordiale arrivederci tra le due formazioni.

TRECASTAGNI – TIRRENIA 0 - 3

Reti: pt 30’ Aloe; st 5’ e 25’ Schepisi

TRECASTAGNI: Di Bartolo, Pappalardo, Ragonese (st 19’Riolo), Toinkara (st 14’Vadalà), Scamporrino, Rundo, Giummaresi, Catania (st 19’Marzà), Diallo (st 12’Zuccarello), Garofalo, Benjuda.

TIRRENIA: Bucca, Agolli, Pandolfo (st 44’Repici), Biondo, Milanese ,Shpellzaj, Ruggeri (st 42’De Mariano), Pitrone ( s.t.15’ Mazzù), Schepisi (st 37’ De Salvo), Aloe, Zurka (st 29’Schepis). All. Bitto

Arbitro: Bonasera di Enna.

Ammoniti:Catania ,Diallo, Garofalo, Scamporrino,Pappalardo,Marzà (S.Trecastagni), Pandolfo (Tirrenia).

Espulso: Garofalo


]]>
info@sportjonico.it (di "Nino La Rosa") Promozione Mon, 30 Oct 2017 06:06:53 +0000
La Jonica con un gol di Marchiafava supera il Lineri Misterbianco è conquista la vetta della classifica. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15175:la-jonica-con-un-gol-di-marchiafava-supera-il-lineri-misterbianco-e-conquista-la-vetta-della-classifica-&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15175:la-jonica-con-un-gol-di-marchiafava-supera-il-lineri-misterbianco-e-conquista-la-vetta-della-classifica-&catid=86:promozione&Itemid=352 Ottava Giornata del campionato di Promozione, Domenica 29 Ottobre 2017, una data da ricordare per i tifosi della Jonica e degli sportivi della riviera jonica messinese, per la prima volta nella sua storia, la compagine santateresina del Presidente Mimmo Saglimbeni è solitaria in vetta alla classifica.

Il pass del primato è arrivato nella gara casalinga contro il Lineri Misterbianco al 34’: grande azione  corale della formazione allenata da Mimmo Moschella tutto in velocità che mette in ginocchio il reparto difensivo ospite, Alessio Savoca riceve palla parte in velocità giunto al limite del vertice sinistro dell’area fa proseguire il terzino Federico Lombardo che di prima intenzione mette al centro per  l’accorrente Filippo Marchiafava che tutto solo dalla linea dell’area piccola non perdona il numero uno catanese D’Antone.

Un gol che vale il primato in classifica al termine dei 90’: Jonica al comando con 20 punti, un punto di vantaggio sulla coppia Sporting Viagrande e Terme Vigliatore.

Un successo, il sesto stagionale, terzo sul terreno amico, arrivato contro l’ultima della classe il Lineri Misterbianco che nella prima parte del primo tempo ha fatto soffrire i ragazzi di mister Moschella, oggi privi di Aricò e Herasymenko, apparsi con il freno a mano tirato, sugli scudi per gli etnei al 15’ con  Piuma e poi  il numero undici Rizzotti al 20’ chiama agli straordinari Luca Potenza con un gran bolide dal vertice destro dell’area che il numero uno locale respinge.

Poi al 28’ la grande occasione di portare in vantaggio (fino a questo momento meritato) su calcio di rigore concesso per un fallo di mano di Bartorilla: lungo traversone a tagliare la mediana del centrocampo (tattica utilizzata per  gran parte della gara dagli ospiti) con la sfera che arriva a Rizzotti che poco fuori dell’area di rigore cerca di servire il compagno Piuma, sulla traiettoria la mano “fatale” di Bartorilla nel tentativo di chiudere l’avversario, per il direttore di gara non ci sono dubbi è calcio di rigore. E’ lo stesso Rizzotti che si assume la responsabilità ma manda la sfera sul palo alla destra di Potenza, sulla ribattuta ancora il numero undici ospite di testa manda fuori.

Da questo momento cambia il volto della gara, la Jonica sembra uscire dal suo torpore, il primo risveglio è firmato dai i tre veterani della squadra Cambria per Galletta che spizzica per Monaco al centro con D’Antone che fa buona guardia. Poi il gol di Filippo Marchiafava.

Nella ripresa la Jonica controlla il gioco avversario, ma sembra più brillante rispetto alla prima frazione, anche se non spettacolare,  solo in un’occasione rischia grosso al 70’ quando Morbelli mette al centro un pallone che scavalca Loria, arriva a Piuma pronto al tiro con Potenza che intercetta. La Jonica si fa viva in area etnea in due circostanze con Luca Galletta, mentre gli ospiti ci provano con un tiro da fuori di Triglia.

Non succede nulla fino al triplice fischio finale che sancisce la leadership del campionato di Promozione – Girone C della Jonica con 20 punti, con il Lineri che rimane ultimo con 1 punto in classifica.

Archiviata la gara con gli etnei, già Mercoledi di nuovo in campo, sempre al Comunale di Bucalo con il Città di Mascalucia per continuare a sognare.

Jonica Fc     1    Lineri Misterbianco  0

Marcatore: 34’ Marchiafava.

Jonica: Potenza, Loria, F. Lombardo (81’ Leo), Smiroldo (75’ La Forgia), Sanfilippo, Bartorilla, Alessio Savoca (65’ Garufi), Cambria, Galletta, Marchiafava (75’ Giuseppe Savoca), Monaco. All.: Moschella.

Lineri Misterbianco: D’Antone, Triglia, Baudo (80’ Viola), Leonardi, Borrelli, Murabito, Cuntro (80’ Chales), Borzì, Morbelli, Piuma (87’ Palmeri), Rizzotti (85’ Guglielmino). All: F. Insaguine.

Arbitro: Antonino La Rosa di Barcellona P.G. Assistenti: Giuseppe Trischitta e Giuseppe Visalli di Messina.

]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Promozione Mon, 30 Oct 2017 05:25:24 +0000
L'Atletico Fiumefreddo con Fichera in panchina impatta 1-1 con l'Aci S. Antonio. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15169:latletico-fiumefreddo-con-fichera-in-panchina-impatta-1-1-con-laci-s-antonio&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15169:latletico-fiumefreddo-con-fichera-in-panchina-impatta-1-1-con-laci-s-antonio&catid=86:promozione&Itemid=352 Impatta sul pari l’Atletico Fiumefreddo al terzo cambio in panchina della stagione. Dopo Pennisi e Proto subentra l’esperto Giancarlo Fichera che all’Angelo Rossi, nonostante la formazione rimaneggiata, non va oltre l’1-1 con l’Aci Sant’Antonio.

I padroni di casa sono ancora alla ricerca della prima vittoria tra le mura amiche nel campionato di Promozione anche se la guida del nuovo mister si è notata con uno spirito di squadra ben solido e proteso per tutto l’arco della gara alla ricerca del gol vittoria.

Anche l’Aci S. Antonio si è mostrato ben in palla, con ottime trame di gioco, e con un attaccante di maggiore spessore tecnico avrebbe potuto aspirare ad un risultato vincente.

Passano in vantaggio gli ospiti allenati da Alfio Torrisi al 22’: mischia in area in cui viene strattonato Mirabella con l’arbitro che decreta il penalty. Dal dischetto si presenta Cordova che prima si fa ipnotizzare da Sommese ma poi è lesto sulla respinta a ribadire in rete. Trascorrono soltanto due minuti e arriva il pareggio dei fiumefreddesi con Ardizzone che finalizza al meglio un’azione corale dei compagni di reparto Garozzo e Arrabito.

Nella ripresa Garozzo al 25’ riceve un lancio sulla sinistra, entra in area ma il suo tiro va di poco a lato. Due minuti dopo Sinito crea un’azione fotocopia ma trova sulla sua conclusione una stupenda parata di Sommese. Alla mezzora Ardizzone viene strattonato prima di entrare in area e la conseguente punizione calciata da Arena frutta solo un calcio d’angolo.

ATLETICO FIUMEFREDDO    1          ACI SANT’ANTONIO 1

Marcatori: 22’ pt Cordova, 24’ pt Ardizzone

Fiumefreddo: Sommese, Lo Re, Pesce, Arena, Balastro, Semprevivo, Pezzino, Leonardi, Ardizzone, Arrabito, Garozzo. A disposizione: Zappalà, Intelisano, Muscia. All. Fichera

Aci Sant’Antonio: Ravasco, Vaccaro, Salpietro, Cordova, Trovato(45’ st Palmieri), Crispino, Cardaci, Platania(31’ st Campisi), Mirabella, Sinito(9’ st De Luca), Donzuso. A disposizione: Sciolto, Reale, Caponcello, Gennaro. All. Torrisi

Arbitro: Testaì di Catania; assistenti Santorocco e Lunelio di Catania

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà".) Promozione Sat, 28 Oct 2017 21:44:45 +0000
Un gol per tempo di Aloe e Milanese, la Tirrenia Calcio doma 2-0 il Merì. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15134:un-gol-per-tempo-di-aloe-e-milanese-la-tirrenia-calcio-doma-2-0-il-meri&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15134:un-gol-per-tempo-di-aloe-e-milanese-la-tirrenia-calcio-doma-2-0-il-meri&catid=86:promozione&Itemid=352 Al Comunale di Giammoro derby tra Tirrenia e Merì che si chiude con la vittoria dei padroni di casa col classico 2-0. I locali erano attesi tra le mura amiche per vendicare l’amara sconfitta di S.Teresa mentre il  Merì veniva dalla brutta scoppola interna con l’Aci S.Antonio ma soprattutto per allontanarsi dalle sabbie mobili del basso classifica.

A dire il vero non è stata una bella partita perché la posta in palio era determinante anche se la vittoria è stata meritata dalla Tirrenia che ha messo in campo il tasso tecnico dei suoi giocatori più rappresentativi che hanno determinato i momenti topici della gara facendo pendere l’ago della bilancia dal lato dei ragazzi di mister Bitto.

Dopo una lunga fase di studio è toccato all’estro di Aloe spaccare la gara: il suo calibrato bolide dai venticinque metri spentosi all’incrocio dei pali è stato infatti l’episodio determinante. Il Merì ha dovuto rompere gli indugi cercando più profondità anche se quasi sempre senza trovare la giocata giusta. I locali, senza strafare hanno controllato trovando la rete della sicurezza alla mezzora chiudendo di fatto la partita. Milanese ha concluso la sua incursione giungendo dinanzi a Crisafulli superandolo con un tocco sotto.

Il clima è stato cordiale anche in virtù dei tanti ex tra le due squadre e, pur se non è stato uno spettacolo eccezionale dal punto di vista tecnico è stata comunque una bella giornata di sport. La mente va comunque ai prossimi impegni piuttosto difficili per ambedue le squadre: il Gescal sarà di scena a Merì mentre la Tirrenia si recherà a Trecastagni.

Tirrenia-Merì 2-0

Reti: pt.22’ Aloe; st.30’ Milanese

Tirrenia: Bucca, Agolli (st15’ Micalizzi), Laquidara, Biondo, Mandanici, Shpellzaj, Ruggeri, Milanese, Zurka (st44’ De Mariano), Aloe (st 32’De Salvo), Formica (pt36’ Schepis-st46’ Repici)). All. Bitto.

Merì: Crisafulli, Caliri (st 36’Kajtaz), La Rosa (st 32’Costa), Impalà, Cordima, Alessio, Alacqua (st 3’Mastroieni), Ancione(st 46’Laganà), Mantarro, Serraino, Zullo (pt 36’ Schifino).All. D’Amico.

Arbitro: De Francesco di Messina

Note: ammoniti  - Laquidara,Biondo, Zurka (Tirrenia), Impalà e Schifino (Merì)


]]>
info@sportjonico.it (di "Nino La Rosa") Promozione Mon, 23 Oct 2017 04:32:29 +0000
Città di Mascalucia: lasciano Finocchiaro, Mirabito e i giovani Palma, Porto e Russo. I chiarimenti della Società. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15104:citta-di-mascalucia-lasciano-finocchiaro-mirabito-e-i-giovani-palma-porto-e-russo-i-chiarimenti-della-societa&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15104:citta-di-mascalucia-lasciano-finocchiaro-mirabito-e-i-giovani-palma-porto-e-russo-i-chiarimenti-della-societa&catid=86:promozione&Itemid=352 Il Città di Mascalucia comunica di aver preso atto della decisione maturata dai calciatori Finocchiaro Alessandro, Mirabito Antonino, Porto Dante, Gabriele Palma e Russo Lorenzo di non voler più fare parte dell’organico che compone la rosa di questa stagione agonistica.

Nel ringraziarli per il loro impegno dimostrato sin qui con la maglia biancazzurra, la società intende chiarire con questo comunicato alcuni riferimenti apparsi su social e in generale sul mondo del web su presunti allontanamenti di calciatori dalla squadra, avendo concordato con tutti la permanenza almeno fino a dicembre.

In settimana la compagine di Maurizio Anastasi preparerà l’anticipo di sabato a Misterbianco contro il Lineri, valido per il settimo turno del Campionato Promozione gir.C.

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Promozione Tue, 17 Oct 2017 19:25:25 +0000
Prima sconfitta per il Giardini, la Messana con un super Cardia vince 2-1. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15087:prima-sconfitta-per-il-giardini-la-messana-con-un-super-cardia-vince-2-1&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15087:prima-sconfitta-per-il-giardini-la-messana-con-un-super-cardia-vince-2-1&catid=86:promozione&Itemid=352 Due perle del centrocampista Lillo Cardia  (al suo quinto gol in campionato) nella prima frazione di gara, regalano la vittoria alla Messana 2-1 sull’imbattuto Giardini Naxos che conosce la prima sconfitta stagionale.  La formazione jonica ha giocato sotto tono nella prima parte di gara, non è mai stata in partita, il gol è arrivato ormai a tempo scaduto, in pieno recupero, con Salvo Zagami.

Un’opportunità fallita da parte dei ragazzi di mister F. Brunetto di potersi lanciare nelle zone alte della classifica, invece, dopo la gara con la Messana, escono ridimensionati. Invece, non è così per i ragazzi di mister Lucà che dopo la splendida vittoria della settimana scorsa concedono il bis sul terreno amico (due vittorie un pareggio) , un successo che li proietta a ridosso della zona play-off. La prossima domenica, la prova di maturità sul campo della capolista Terme Vigliatore, mentre il Giardini è chiamato al pronto riscatto nella gara casalinga con il Torregrotta.

La gara: Inizia subito bene la Messana che dopo pochi minuti, esattamente al 6’ va in gol con Antony Arena che sfrutta un perfetto lancio di Parachì,  ma la gioia del giallorosso dura poco, la rete viene annullata per presunto fuorigioco.

Il gol arriva al 15’: protagonista Cardia con un preciso diagonale da posizione defilata mette fuori causa il portiere giardinese D’Antone.  Al 18’ il Giardini deve dire grazie al palo sulla punizione magistralmente calciata da Parachì. Il gioco continua ad essere in mano ai peloritani, il Giardini cerca di reagire, ma fa troppo poco, al 25’ un tiro di Vaccaro termina fuori dallo specchio della porta.

A tenere il pallino del  gioco è sempre la Messana che poco prima dell’intervallo va ancora in rete: ancora protagonista Cardia, questa volta fa tutto da solo supera in velocità gli avversari, fa partire un bolide di destro a girare con la sfera che s’infila sotto l’incrocio dei pali della porta difesa da D’Antone.

Nella ripresa si aspetta la reazione del Giardini che si fa notare più spesso in area dei padroni di casa, mister Brunetto tenta la carta Mangano al posto di Di Giuseppe, per dare più dinamicità al gioco, ma è Amante che fa tremare i giallorossi di casa con una gran bordata dall’altezza del dischetto con una super risposta di Canale che riesce a toccare quel tanto per deviare la minaccia sulla traversa.  Al 76’ altra occasione per il Giardini con Tornitore che da ottima posizione non dà potenza al tiro che diventa facile preda di Canale. Al 90’ il neo entrato Mazzeo subentrato all’attaccante Peppe Amante, all’altezza del dischetto perfetta coordinazione ma  colpisce il palo, ma poco prima del triplice fischio finale, al termine dei 5 minuti di recupero arriva il gol della bandiera degli ospiti con Salvo Zagami che sfrutta un traversone dalla destra.

Messana 2 Giardini Naxos 1

Marcatori: 15'  e 41'  Cardia, 94’ Zagami.

Messana: Canale, Broccio, Mannino (89' Sajia), Brancati, Angrisani, Alibrandi  (28' Arena D.), Parachì  (58' Buda), Cardia, La Rocca (77' Costanzo), Arena A.(67' Futia), Crucitti. All. Lucà.

Giardini Naxos: D'Antone, Mancuso, Di Giuseppe (49'  Mangano), Mannino (60' Orefice), Stracuzzi, Salemi, Vaccaro, Zagami, Lu Vito, Amante (83' Mazzeo), Tornitore. All. F. Brunetto.

Arbitro: Gulisano di Acireale. Assistenti:Russo e Fiore di Messina.

Ammoniti: Zagami e Lu Vito (Giardini Naxos), Salemi e Brancati (Messana).

]]>
info@sportjonico.it (di "Mirko Crisafulli") Promozione Mon, 16 Oct 2017 17:38:03 +0000
Corrado La Forgia regala tre punti preziosi alla Jonica, in pieno recupero la Tirrenia Calcio si deve arrendere. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15086:corrado-la-forgia-regala-tre-punti-preziosi-alla-jonica-in-pieno-recupero-la-tirrenia-calcio-si-deve-arrendere-&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15086:corrado-la-forgia-regala-tre-punti-preziosi-alla-jonica-in-pieno-recupero-la-tirrenia-calcio-si-deve-arrendere-&catid=86:promozione&Itemid=352 Sembrava tutto deciso quando mancavano pochi secondi al triplice fischio finale tra la compagine di casa della Jonica e i tirrenici della Tirrenia Calcio, con il risultato inchiodato sullo 0-0.

Ecco che il neoentrato Corrado La Forgia mette il sigillo alla sua presenza in campo: lunga rimessa del portiere Luca Potenza con la sfera che viene spizzicata di quel tanto da parte di Luca Galletta che fa proseguire l’azione in verticale per Marchiafava chiuso a sandwich dai difensori ospiti riesce ad appoggiare a La Forgia appena in area fa partire un perfetto destro che non lascia scampo a Bucca che si deve inchinare alla freddezza del giovane attaccante jonico che regala tre punti importanti alla Jonica  che in un solo colpo sorpassa i rivali ed  balza al secondo posto (14 punti) ad un solo punto dalla coppia di testa Terme Vigliatore e Sporting Viagrande, oltre ad allungare la striscia d’imbattibilità (34 partite consecutive) in campionato.

Sul fronte Tirrenia Calcio?  Una sconfitta maturata nel finale per la Tirrenia che perde il derby “dei due mari” e che subisce la rete dei padroni di casa subito dopo che il direttore di gara aveva indicato il recupero. E la sconfitta diventa ancor più amara se si considera l’unico errore arbitrale ma marchiano: l’involato Schepisi steso appena dentro l’area dopo un contropiede con i locali che s’aspettavano la concessione del plateale rigore e che invece ricevevano il grazioso regalo addirittura della simulazione, contro l’attaccante. Ma, non basta, se si considerano le innumerevoli superiorità numeriche nei tanti contropiedi che i locali concedevano nel secondo tempo quando hanno espresso il massimo sforzo per sfondare. E, se si volesse aggiungere del salvataggio sulla linea di Sanfilippo nel primo tempo, allora il vaso lo si può veramente definire colmo.

Ed allora come mai una sconfitta e, in grandi linee, meritata considerando la grande pressione subita nella ripresa? Gli episodi determinano l’andamento delle partite ed un eventuale rete sul netto rigore non concesso poteva benissimo cambiare il volto della gara ma la Tirrenia la gara l’ha perso per il narcisismo che aleggia in troppi elementi, l’estremo personalismo o, forse, che è meno peggiore, per la voglia di strafare. Porgere il fianco alle ripartenze così come l’ha fatto la Jonica, è un gioco suicida anche se figlio della costante pressione nella ripresa ma sprecare così maldestramente è altrettanto suicida e così la partita l’ha vinta la squadra di S.Teresa.

La partita: Dopo una iniziale padronanza dei locali,  sono gli ospiti a menare la danza e alla conclusione deviata sulla traversa al primo affondo dei santateresini con Marchiafava, la Tirrenia  deve strozzare in gola l’esultanza perché Sanfilippo a Potenza già superato riesce a salvare. Per tutto il primo tempo succede poco malgrado gli ospiti costruiscano, senza finalizzare, più dei padroni di casa.  Per la cronaca un tentativo di Monaco con la sfera che va sul fondo, un tiro da fuori di Galletta centrale con Bucca para senza problemi, poi la grande parata di Luca Potenza su punizione di Laquidara con la sfera indirizzata all’incrocio dei pali ma il numero uno locale, oggi al posto di Andrea Gugliotta si distende è manda in angolo.

La ripresa, col leggero vento alle spalle, ci si aspetta una maggiore pressione dai tirrenici e così in effetti si comincia ma il tutto svanisce ben presto e Galletta, il più pungente, comincia ad insidiare Bucca senza però mai costringerlo agli straordinari.  C’è il tentativo di Savoca da ottima posizione ma Bucca interviene, ancora Jonica dalla destra Loria mette al centro per il colpo di testa di Monaco. Dall’altra parte, si fa a gara sul come sprecare le opportunità: l’unica volta che Schepisi l’aveva bene interpretato ci ha pensato Galioto.  Da non  dimenticare il tentativo del numero undici tirrenico Pandolfo che insidia la porta di Potenza.  Alla fine lo 0 – 0 pareva ormai decretato ma un leziosimo difensivo degli ospiti, troppi, concedeva a La Forgia il modo di battere Bucca.

Si diceva che questa gara era un esame di maturità per entrambe le formazioni e della qualità s’è vista ma mi sentirei di rimandare tutte due le squadre perché sia l’una che l’altra non lo hanno superato: gli ospiti devono imparare ad essere più squadra con meno preziosismi e personalismi mentre i locali, pur vincendo, sono apparsi troppo leggeri dietro. I turni successivi ci diranno se “sbagliando” si impara e quindi si cresce.

JONICA – TIRRENIA 1-0

Marcatore: st 45’La Forgia

Jonica Fc: Potenza, Loria, F. Lombardo, Ferraro, Sanfilippo, Herasymenko, Monaco, Cambria (st 32’La Forgia), Galletta (st 48’ G. Savoca), Marchiafava (st 44’ Leo), Smiroldo ( st 1’ Savoca A.).  All. Moschella.

Tirrenia Calcio: Bucca, Buta, Laquidara, ,Biondo, Shpellzaj, Milanese, Ruggeri (st 26’ Zurka ), Pitrone ( s.t. 44’Mandanici), Schepisi  (st 31’ De Salvo), Aloe, Pandolfo,. All. Bitto

Arbitro: Sebastiano Galioto di Siracusa. Assistenti:   Franzjoseph Grasso di Acireale e Mario Marco Rizza di Catania

Ammoniti: Smiroldo (Jonica),  Schepisi, e Zurka (Tirrenia).

]]>
info@sportjonico.it (di "Nino La Rosa".) Promozione Mon, 16 Oct 2017 16:37:17 +0000
Tonfo casalingo dell'Atletico Fiumefreddo, lo Sporting Viagrande vince 5-1. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15077:tonfo-casalingo-dellatletico-fiumefreddo-lo-sporting-viagrande-vince-5-1&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15077:tonfo-casalingo-dellatletico-fiumefreddo-lo-sporting-viagrande-vince-5-1&catid=86:promozione&Itemid=352 Cade all’Angelo Rossi l’Atletico Fiumefreddo che esce con le ossa rotte dalla partita contro lo Sporting Viagrande. Il match, che consente alla formazione di Zanghì di proseguire la corsa da capolista nel girone C, si decide tutto su un episodio del primo tempo: un fallo da rigore con conseguente espulsione che lascia i padroni di casa in dieci per oltre un’ora. Per la squadra del neo mister Damiano Proto sono tempi duri con appena un punto conquistato nelle ultime tre giornate e servirà invertire il trend negativo.

Primo Tempo: Fin dalle prime battute è una gara palpitante. 6’ minuto, rapido scambio La Piana – Garozzo con conclusione dal limite di quest’ultimo a fil di palo. Un giro di lancette più tardi cross di Arrabito, testa di La Piana a lato di un soffio. Al 17’ Arrabito prolunga per La Piana in contropiede ma il numero 10 cicca la sfera a tu per tu con Caruso consento all’estremo difensore di bloccare a terra. Si vedono gli ospiti al 23’ con un corner di Spina che colpisce il palo esterno.

Episodio chiave al 27’: Balastro atterra Spina in area lanciato in contropiede. Cartellino rosso e penalty. Dal dischetto di presenta Manca che spiazza Sommese. La reazione locale è immediata e al 32’ Garozzo risolve una mischia in area realizzando il sesto centro in altrettante partite.

Nella ripresa il Viagrande prende le misure agli avversari e dilaga: All’8’ punizione di D’Urso da sinistra esce male Sommese e Caliò di testa non perdona. Il portiere si riscatta al 16’ su un bolide di Manca in corsa. Ancora Manca al 22’ manda incredibilmente a lato da zero metri dopo essere stato murato da un difensore. Suo è, però, l’assist per Borzì al 27’ che cala il tris.

Chiude la contesa la doppietta dello scatenato classe 99 Spina: al 35’ in contropiede e al 41’ servito in profondità da Santangelo.

 

 

ATLETICO FIUMEFREDDO  1    SPORTING VIAGRANDE    5

Marcatori: Pt 27’ Manca (r), 32’ Garozzo; St 8’ Caliò, 27’ Borzì, 35’ e 41’ Spina

Fiumefreddo: Sommese, Lo Re(7’ st Torrisi), Balastro, Arena, Intelisano(18’ st Pezzino), Semprevivo, Muscia, Pesce, Arrabito(33’ pt Tamburella), La Piana[30’ st Reitano(35’ st Digno)], Garozzo. A disposizione: Aiello, Ardizzone. All. Proto

Viagrande: Caruso, Grasso, Sardo(36’ st Andronico), Santangelo, Spartà, Caliò, Borzì, Tomarchio, Manca(43’ st Cavallaro), D’Urso(38’ st Sicali), Spina. A disposizione: Morace, Politi, D’Alessandro, Condorelli. All. Zanghì

Arbitro: Martorana di Enna; assistenti: Minutoli e Colantoni di Messina

Note: espulso al 27’ pt Balastro (AF) per fallo da ultimo uomo.

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà".) Promozione Sat, 14 Oct 2017 19:49:13 +0000
Promozione - Girone C: Una Giornata a Spina (Mascalucia) e Venuto (Real Rometta). Multa all'Aci S. Antonio. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15054:promozione-girone-c-una-giornata-a-spina-mascalucia-e-venuto-real-rometta-multa-allaci-s-antonio&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15054:promozione-girone-c-una-giornata-a-spina-mascalucia-e-venuto-real-rometta-multa-allaci-s-antonio&catid=86:promozione&Itemid=352 Provvedimenti Disicplinari relativi all’ultima  giornata (5 di andata) disputata Domenica 8 Ottobre del campionato di Promozione – Girone C.

Ammende Società:

80,00 Euro Aci S. Antonio: Per manifestazioni di intemperanza, da parte di propri sostenitori, nei confronti di ufficiali di gara.

Giocatori Squalificati:

Una Giornata: Andrea Spina (Città di Mascalucia), Cristian Venuto (Real Rometta).

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Promozione Wed, 11 Oct 2017 20:32:29 +0000