Promozione Joomla! - il sistema di gestione di contenuti e portali dinamici http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=category&id=86&layout=blog&Itemid=352 Mon, 22 Jan 2018 14:16:36 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it Con Luca Galletta e Francesco Ferraro, la Jonica suona la nona sinfonia stagionale al Comunale (2-1) contro un ottimo Viagrande. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15702:con-luca-galletta-e-francesco-ferraro-la-jonica-suona-la-nona-sinfonia-stagionale-al-comunale-2-1-contro-un-ottimo-viagrande&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15702:con-luca-galletta-e-francesco-ferraro-la-jonica-suona-la-nona-sinfonia-stagionale-al-comunale-2-1-contro-un-ottimo-viagrande&catid=86:promozione&Itemid=352 La Jonica continua a sognare…anzi continua saldamente al comando nel Girone C del campionato di Promozione, grazie alla vittoria casalinga (2-1) sulla quarta forza del torneo lo Sporting Viagrande che ha fatto calare il gelo al 55’ quando dagli undici metri Santangelo riportava le due squadre in parità, questa volta il giovane portiere locale Andrea Gugliotta intuiva, ma non riesce ad evitare la rete.

Succede tutto nella ripresa, la prima frazione si è conclusa sul risultato ad occhiali, ma si è potuto assistere ad un incontro piacevole tra due formazioni che hanno cercato in modo diverso la via della rete.  Nella ripresa i ragazzi di mister Mimmo Moschella costruiscono la vittoria con l’esperto attaccante Luca Galletta bravo a capitalizzare il suggerimento di Sanfilippo che fa da torre su un traversone dalla destra di Aricò, il numero nove giallorosso sottoporta di testa manda alle spalle di Cirnigliaro.

Luca Galletta sblocca il risultato, ma la gioia dura poco, sulla prima reazione degli ospiti arriva il pareggio grazie al giusto calcio di rigore concesso dall’arbitro campano della sezione di Nocera Inferiore: un giocatore ospite dal vertice destro dell’area di rigore cerca di mettere la sfera verso il centro, ma sulla traiettoria il tocco di mano di Monaco.  Sugli spalti sperano nel miracolo di Gugliotta, dagli undici metri si presenta Santangelo che manda la sfera all’angolino alla destra della porta difesa dal giovane portiere santateresino che intuisce ma non riesce nel miracolo.

Terza rete subita in casa dalla Jonica: In dieci gare giocate al Comunale di Bucalo, la capolista ha subito solamente tre reti, con una curiosità alla fine il risultato è stato sempre identico (2-1). Il primo gol subito alla seconda giornata con il Terme Vigliatore, il secondo alla 15^ giornata con il Torregrotta , il terzo  ad opera di Santangelo dello Sporting Viagrande.

Il gol degli ospiti è un brutto colpo per la capolista, intanto mister Moschella viene mandato anzitempo negli spogliatoi dal direttore di gara, ma questo non distoglie la squadra a cercare nuovamente il vantaggio che arriva al 74’:  Cambria dalla corsia laterale destra mette un perfetto pallone in area che arriva al giovane Francesco Ferraro che si fa trovare pronto sul secondo palo, all’altezza della linea dell’area piccola, incorna la sfera con grande precisione è scelta di tempo mandandola all’angolino opposto della porta difesa da Cirnigliaro che rimane immobile alla conclusione telecomandata del numero 6 in maglia giallorossa.

Passata in vantaggio la Jonica rischia il pareggio dopo qualche minuto, ma questa volta è bravo il giovane Gugliotta a mettere i guantoni sul  micidiale tiro dal limite dell’attaccante dello Sporting Viagrande. Al 90’ il neo entrato Emanuele Leo si destreggia bene in area viene messo giù in fase di recupero da un difensore ospite, sembrava rigore, non per il direttore di gara che fa proseguire l’azione per interromperla qualche secondo dopo con il triplice fischio finale che sancisce la vittoria della capolista Jonica, nono successo stagionale sul campo amico contro un’ottimo Sporting Viangrade, taglia il traguardo delle 45 gare d’imbattibilità,  si porta a quota 44 punti in classifica che valgono  +5 dalle immediate inseguitrici Terme Vigliatore e Tirrenia a quota 39.

Jonica Fc  - Sporting Viagrande 2-1

Marcatori: 53’ Galletta, 55’ Santangelo su rig., 74’ Ferraro

Jonica: Gugliotta, G. Savoca, F. Lombardo, Herasymenko, Sanfilippo, Ferraro (83’ Smiroldo), A. Savoca  (89’ Leo), Cambria  (79’’ Casale), Galletta  (59’ Marchiafava), Aricò,  Monaco. All: Mimmo Moschella.

Viagrande: Cirnigliaro, Lopez (85’ Morace), Sardo, D’Urso, Tola (63’ Mascali), Longo, Borzì, Bozzanga  (70’ Mazzamuto), Belluso, Giuffrida (70’ Spina), Santangelo. All: Pappalardo

Arbitro: Marco Maria Di Nosse di Nocera Inferiore. Assistenti: Pietro Anile  e Massino Falsone di Acireale.

]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Promozione Sun, 21 Jan 2018 23:09:21 +0000
Isgrò porta per due volte in vantaggio il Torregrotta, poi la rimonta (4-2) dell'Atletico Fiumefreddo che ritorna alla vittoria. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15692:isgro-porta-per-due-volte-in-vantaggio-il-torregrotta-poi-la-rimonta-4-2-dellatletico-fiumefreddo-che-ritorna-alla-vittoria&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15692:isgro-porta-per-due-volte-in-vantaggio-il-torregrotta-poi-la-rimonta-4-2-dellatletico-fiumefreddo-che-ritorna-alla-vittoria&catid=86:promozione&Itemid=352 Ritrova la vittoria l’Atletico Fiumefreddo che supera 4-2 il Torregrotta. Match pirotecnico all’Angelo Rossi per la formazione di mister Giancarlo Fichera che con questi tre punti si porta a -2 dalla zona playoff.

Primo Tempo: Ad aprire le danze, però, sono gli ospiti allenati da Borelli che al minuto 8 con Isgrò, lanciato dale retrovie, si invola in contropiede e batte di potenza Guarneri in uscita. Al 12’ Ardizzone, ostacolato da un difensore in area, calcia alto da buona posizione. Ci prova anche Mazzeo al 16’ dopo un bello scambio tra Ardizzone e Garozzo ma la mira è imprecisa. Sindoni su punizione al 21’ manda a fil di palo. Un minuto dopo i padroni di casa pareggiano: angolo di Arena, rischio autorete per la difesa del Torregrotta con Vinci che ci mette una pezza, si avventa sulla sfera Garozzo che dopo un batti e ribatti ravvicinato col portiere riesce a insaccare.

Al 35’ raddoppia Isgrò che firma la sua doIsgròppietta personale sfruttando al meglio un errore difensivo. Tre minuti più tardi ci sarebbe l’occasione per l’ennesimo pareggio fiumefreddese ma il penalty concesso dal direttore di gara per un fallo di Giorgianni su Garozzo viene respinto allo stesso numero 11 da Vinci che si tuffa all’ultimo intuendo la direzione.

Secondo Tempo: Nella ripresa il Torregrotta ha diverse occasioni per siglare il tris. Le più nitide sono al 16’ con la conclusion di Sittineri che colpisce il palo esterno con un tiro a giro dalla lunette e al 18’ con la traversa colpita da Sindoni su punizione dal vertice sinistro dell’area. La legge del calcio è spietata. Al 29’ Ardizzone su assist di Arrabito ristabilisce, infatti, la parità battendo in diagonael l’estremo difensore. Poi è il classe 2000 Mazzeo a trovare il vantaggio con un colpo di testa prolungato dal solito Ardizzone dopo una lunga rimessa laterale di Imbrogiano. A tempo scaduto Mazzeo serve Arrabito che in corsa buca ancora la porta messinese per il definitivo 4-2.

Intervista post-gara con mister Giancarlo Fichera (Atl. Fiumefreddo): “Il Torregrotta meritava sicuramente di più  perchè non ha sfruttato la fase conclusiva in due-tre occasioni. Siamo stati bravi noi a riuscire a recuperare e ribaltare il risultato con le giocate dei nostri attaccanti. I risultati ci favoriscono ma per raggiungere l’obiettivo playoff non possiamo fare questo genere di prestazioni. Le prossime saranno delle partite difficili da affrontare per le capacità delle squadre avversarie ma dobbiamo metterci dell’altro se vogliamo riuscire a competere. Dobbiamo migliorare in fase difensiva perchè ultimamente abbiamo subito troppi gol. La prossima a Giardini è un derby molto sentito per i tanti ex, io in primis, che ci saranno”.

ATLETICO FIUMEFREDDO 4          TORREGROTTA 2

Marcatori: 8’ pt Isgrò, 22’ pt Garozzo, 35’ pt Isgrò, 29’ st Ardizzone, 33’ st Mazzeo, 45’ st Arrabito

Fiumefreddo: Guarneri, Lo Re(1’ st Imbrogiano), Pesce, Arena, Balastro, Semprevivo, Mazzeo, Privitera(11’ st Arrabito), Ardizzone, Leonardi, Garozzo. A disposizione: Sommese, Vecchio, Zappalà. All. Fichera

Torregrotta: Vinci, Mondo, Manzella, Mamone, Merlino, Giorgianni, Sapienza(35’ st Foti), Cannistra(41’ st Abate), Sittineri, Sindoni, Isgrò. A disposizione: Gambino, Antonazzo, Di Pietro, La Spada. All. Borelli

Arbitro: Salerno di Catania; assistenti Fardella e Ricchiari di Palermo

Note: espulso al 34’ st Vinci (T)



]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà" ) Promozione Sun, 21 Jan 2018 09:38:37 +0000
Esame di maturità superato per la Jonica a Terme Vigliatore. Brillante vittoria della Tirrenia. Manita del Giardini. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15669:esame-di-maturita-superato-per-la-jonica-a-terme-vigliatore-brillante-vittoria-della-tirrenia-manita-del-giardini&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15669:esame-di-maturita-superato-per-la-jonica-a-terme-vigliatore-brillante-vittoria-della-tirrenia-manita-del-giardini&catid=86:promozione&Itemid=352 Un altro durissimo esame superato alla grande dalla Jonica. Un altro brillante successo esterno per la Tirrenia. Seconda di ritorno con tante conferme in un campionato che inizia ad entrare nel vivo.

Nel Girone C, il big-match si è chiuso con un pari, con un gol per parte, ma tante “nefandezze” della terna arbitrale. La Jonica era andata in vantaggio con un gol molto dubbio (la sfera ha superato la linea bianca?) e il Terme Vigliatore ha pareggiato con un penalty molto dubbio. Dunque, pari e patta e questo risultato conferma che la Jonica è una grandissima squadra ed ha conservato l’imbattibilità, ha confermato la solidità del proprio collettivo e la personalità di un undici brillante e guidato egregiamente da Moschella.

Per il Terme, l’amarezza di aver perso la piazza d’onore, ma il bicchiere è mezzo pieno. E in seconda posizione si sistema una brillante Tirrenia che espugna Aci S. Antonio col minimo scarto, ma sono tre punti di platino. La formazione di Bitto ha recuperato due punti alla Jonica e la lotta si fa sempre più interessante.

Sugli altri campi, non riesce al Torregrotta il bis e la squadra di Borelli deve accontentarsi di un pari casalingo contro il Trecastagni. Il Messina Sud cede in casa nettamente al Mascalucia e, finalmente, torna a sorridere la Messana che spezza la lunghissima serie di sconfitte (ben 7), ritrovando il successo, il sorriso e i tre punti ai danni del Fiumefreddo e i messinesi di Lucà si portano a +7 sulla zona playout.

Un Giardini a briglie sciolte e scatenato ha travolto il Merì in un match mai iniziato. Gli ionici di Brunetto hanno vinto agevolmente con una “manita” di reti, a dimostrazione che Varrica e soci credono ancora in uno dei primi cinque posti. È andato al Real Rometta il derby contro il Gescal, con l’undici di Giunta che si rilancia e si allontana dalle zone “minate”, anche se non bisogna abbassare la guardia ed è un successo tonificante in vista del match di Coppa Italia di domani a Racalmuto.

In classifica, dunque, la capolista Jonica vanta +3 sulla Tirrenia e mantiene il +5 sul Terme Vigliatore. In fondo, sembrerebbe spacciato il Messina Sud (15 sconfitte in 17 gare) e, poi, è sfida aperta e lotta intensa per evitare il playout tra Merì, Torregrotta, Trecastagni e Real Rometta.

]]>
info@sportjonico.it (di "Salvatore Accordino". ) Promozione Tue, 16 Jan 2018 22:03:54 +0000
Un gol di Pitrone è la Tirrenia supera l'Aci S. Antonio che vale il secondo posto in classifica. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15675:un-gol-di-pitrone-e-la-tirrenia-supera-laci-s-antonio-che-vale-il-secondo-posto-in-classifica&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15675:un-gol-di-pitrone-e-la-tirrenia-supera-laci-s-antonio-che-vale-il-secondo-posto-in-classifica&catid=86:promozione&Itemid=352 Vittoria di prestigio che catapulta la Tirrenia di diritto tra le pretendenti alla vittoria del campionato. E’ questo l’inconfutabile esito dettato dal risultato colto dai giallorossoblù sul campo di Aci S.Antonio: l’aver superato da squadra di rango il clima ostile ed incandescente del campo catanese, di per se è già stato un esame superato a voti alti ma che, coinciso col pareggio tra Terme Vigliatore e Jonica, consente di ridurre a soli tre punti la differenza tra la capolista e la formazione di Paolo Sciotto.

Ora la prova maestra sabato a Mascalucia e poi tutti ad aspettare il 7 febbraio quando a Giammoro sarà di scena la Jonica. Ma ci sono ancora tre turni da disputare ma la Tirrenia ora ha la consapevolezza di saper affrontare le prove importanti e difficili. Aci S.Antonio era la prima ma anche quella determinante ed averla superata senza colpo ferire è il viatico migliore. Peccato l’aver perso nuovamente Milanese vittima del clima ostile e torrido creato ad arte ma adesso la Tirrenia ha la consapevolezza d’essere squadra di rango.

La gara ha evidenziato una squadra ospite in grado di dettare i tempi e colpire al momento opportuno: correva il 13’ del secondo tempo quando l’ennesimo affondo di Laquidara veniva fermato con un fallo: sul pallone messo in mezzo s’avventava Pitrone (terzo goal in tre gare) che anticipava tutti e metteva dentro. Grande soddisfazione per capitan Bucca e soci che avevano studiato la gara sotto ogni profilo. Poi, il controllo senza patemi. A grandi linee la gara sta tutta qui. E’ vero che gli ospiti hanno dimostrato di coprire meglio il campo, gestito meglio il pallone  e spento sul nascere ogni iniziativa locale tant’è che l’attacco locale è risultato inesistente. Quindi partita chiusa grazie alla migliore interpretazione che gli ospiti hanno dimostrato costringendo i locali alla sterilità offensiva.

Nel primo tempo comunque Tirrenia padrona del campo che comunque non è riuscita a passare malgrado il maggior controllo del campo. Nella ripresa il goal segnato ha consentito una migliore gestione alla Tirrenia mentre i locali si sono fatti coinvolgere emotivamente e così Battaglia è stato espulso tirandosi anzitempo negli spogliatoi anche l’incolpevole Milanese. Tecnicamente non è stato uno spettacolo idilliaco ma tatticamente è stato un pezzo forte di mister Bitto.

Dopo la meritata vittoria ed i festeggiamenti un ulteriore prova del nove è ora rappresentata da Mascalucia ed anche su questo campo ci si aspetta una gara dai toni sicuramente caldi. Se comunque l’ulteriore prova sarà superata brillantemente gli scenari saranno veramente interessanti: aspettiamo il responso del campo e se la maturità dimostrata ad Aci S.Antonio sarà ribadita, ogni traguardo sarà veramente possibile.

Aci S.Antonio – Tirrenia 0-1

Rete: st 13’ Pitrone

Aci S.Antonio: Dovara, Vaccaro, Padalina (st 35’ Reale), Cordova (st 18’ Merenda), Palmieri, Crispino, De Luca, Scardaci (st 12’Caponcello, Battaglia, Platania, Sinito.All. Torrisi.

Tirrenia: Bucca, Mazzù, Laquidara, Biondo, Pandolfo, Shpellzaj, Pitrone (st 18’Milanese), La Spada, Pino, Zurka (st 45’ Sindoni), Schepisi (st30’ Agolli). All.Bitto.

Arbitro: Gurrieri(ragusa)

Note:Amm.Crispino (Aci S.Antonio) , Shpellzaj e Pino (Tirrenia)

Espulsi: Battaglia (Aci S.Antonio) e Milanese (Tirrenia)

]]>
info@sportjonico.it (di "Nino La Rosa") Promozione Tue, 16 Jan 2018 11:09:27 +0000
La Jonica in vantaggio con Herasymenko (gol fantasma per i padroni di casa), si fa raggiungere su rigore a 5' dalla fine. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15663:la-jonica-in-vantaggio-con-herasymenko-gol-fantasma-per-i-padroni-di-casa-si-fa-raggiungere-su-rigore-a-5-dalla-fine-&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15663:la-jonica-in-vantaggio-con-herasymenko-gol-fantasma-per-i-padroni-di-casa-si-fa-raggiungere-su-rigore-a-5-dalla-fine-&catid=86:promozione&Itemid=352 Dalla lunga trasferta di Terme Vigliatore, la capolista Jonica ritorna con un risultato positivo (1-1), dopo aver sfiorato la possibilità di portare a casa l’intera posta in palio (a 5’ dalla fine Paolo Genovese trasforma il rigore del pareggio), respinge l’assalto della forte compagine allenata da Alizzi, ancora una volta il giovane Andrea Gugliotta intercetta un calcio di rigore ed allunga la propria serie d’imbattibilità che adesso ha toccato quota 45, ma si vede ridurre il vantaggio dall’immediata inseguitrice da +5 a +3 adesso non è il Terme Vigliatore ma la Tirrenia Calcio.

Questo in sintesi il responso maturato sul campo dell’ex capolista Terme Vigliatore dove si affrontavano per la 17^ giornata di campionato, 2^ di ritorno la prima della classe e la seconda forza del torneo. Ne scaturisce un risultato di parità una gara non spettacolare, maschia decisa da episodi più che da ottime giocate. Una gara bloccata tatticamente anche se a far gioco sono i ragazzi di mister Alizzi con la Jonica brava a chiudere ogni varco, ma prontamente a ripartire con delle ripartenze.

La gara fila liscia fino al 23’ quando un ingenuo, possiamo dire intervento di Roberto Cambria dentro il vertice sinistro dell’area di rigore ai danni di Bartuccio, per il direttore di gara ci sono gli estremi di un calcio di rigore. Dal dischetto si presenta il numero 10 gialloverde, Paolo Genovese di fronte il giovane Andrea Gugliotta che intercetta la sfera indirizzata all’angolino alla sua sinistra confermandosi ancora una volta  “pararigori”.

La gara non fa registrare episodi importanti fino al 32’ quando da un calcio d’angolo dalla sinistra di Alessio Savoca che calcia a rientrare chiamando in causa il portiere Ficarra che devia sopra la traversa. Dal nuovo calcio d’angolo nasce l’azione che porta al vantaggio della Jonica, la sfera arriva sul secondo palo a Max Herasymenko gran botta di sinistro a porta vuota, ma in recupero di testa salva dentro o fuori la linea bianca Puzone?, per il direttore di gara il pallone ha varcato la linea bianca ed indica il centrocampo: Jonica in vantaggio per 1-0, per i locali si tratta di un “gol fantasma”.  Il Terme Vigliatore sotto di un gol non riesce a reagire, si va al riposo con la capolista in vantaggio.

La ripresa il tema tattico non cambia, la Jonica ben organizzata e ben disposta sul rettangolo di gioco controlla il manovra dei padroni di casa, che pur avendo maggior possesso palla non creano seri pericoli a Gugliotta. Anzi è la Jonica al 65’ ad aver la possibilità di raddoppiare quando Federico Lombardo allarga sulla sinistra per Galletta appena in area conclude a rete ma il suo tiro  è debole.

I padroni di casa collezionano una serie di calci d’angolo ma senza particolari patemi per il reparto difensivo ospite. Siamo negli ultimi 5’ di gara, senza particolari emozioni, quando una azione dalla sinistra del Terme Vigliatore con pallone messo in area sulla traiettoria un probabile tocco di braccio di Sanfilippo con l’arbitro che indica il calcio di rigore.

Un pallone pesante quello che questa volta tocca nuovamente Paolo Genovese che lo pone sul dischetto, ancora di fronte Andrea Gugliotta che cerca di ripetere l’impresa del primo  tempo: questa volta l’esperto attaccante di casa spiazza il giovane portiere è si fa perdonare il penalty sbagliato nel primo tempo (chi sa come sarebbe finita in caso di trasformazione del calcio di rigore….). I minuti finali vengono giocati con un certo agonismo che viene interrotto dal triplice fischio finale del direttore di gara della sezione di Monza contestato alla fine da entrambe le squadre. Pareggio alla fine giusto per quello che le due squadre hanno dimostrato in campo.

Terme Vigliatore    1     Jonica   FC   1

Marcatori: 33’ Herasymenko, 85’ Paolo Genovese su rigore.

Terme Vigliatore: Ficarra, Maisano, Triolo, Chiappone, Puzone, Benenati, Bartuccio, D’Anna, Presti, Genovese, Cariolo. All: Alizzi.

Jonica Fc: Gugliotta, Loria, F. Lombardo, Herasymenko, Sanfilippo, Ferraro, Alessio Savoca (48’ Smiroldo), Cambria, Galletta (90’ La Forgia) , Aricò, Monaco. All: Mimmo Moschella.

Arbitro: Fabio Cattaneo di Monza. Assistenti: Elvira Rizzo e  Alessandro Pirrera di Enna

]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Promozione Sun, 14 Jan 2018 22:28:45 +0000
Ritorna al successo il Giardini Naxos (5-1) al Merì con super Salvo Zagami. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15649:ritorna-al-successo-il-giardini-naxos-5-1-al-meri-con-super-salvo-zagami&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15649:ritorna-al-successo-il-giardini-naxos-5-1-al-meri-con-super-salvo-zagami&catid=86:promozione&Itemid=352 L’ultima vittoria risaliva al 25 Novembre 2017 nella gara casalinga vinta 2-1 contro l’Aci S. Antonio, poi un pareggio e tre sconfitte, ieri pomeriggio al Comunale i ragazzi di mister Brunetto sono ritornati al successo contro il Merì.

Un successo largo nel punteggio 5-1 ma non facile da conquistare contro una formazione quella tirrenica anche se composta da giovani è dato filo da torcere alla squadra di casa che oggi ha avuto come protagonista il “professor” Salvo Zagami autore di una doppietta a mettere sui binari giusti la partita. Il primo gol arriva al 15’ splendida azione di Mangano con preciso passaggio per Zagami che sottoporta mette alle spalle di Giorgianni. Il raddoppio arriva al 34’: ancora protagonista Mangano pennella un perfetto traversone per il colpo di testa vincente di Zagami. Nell’intermezzo dei due gol, al 23’ il Giardini non trasforma un calcio di rigore con Cristian Varrica che si fa ipnotizzare da Giorgianni.

Il 3-0 arriva al 35’ opera del neo acquisto Patti servito da un cross di Orefice con colpo di testa vincente. Si va riposo sul punteggio di 3-0, con gli ospiti che vanno vicino al gol su punizione di Mormino con D’Antone che non si fa sorprendere.

La ripresa è sempre il Giardini a condurre le danze, al 51’ arriva il 4-0 che porta la firma di Mangano ben servito da Varrica. Il Merì si rende pericolo, solo su calci piazzati ci prova per ben due volte lo specialista Mormino che mette i brividi alla porta difesa da D’Antone. Ancora Giardini che colpisce un palo con Salemi sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Mannino. Prima del triplice fischio finale arrivano altri due reti: il 5-0 locale timbrato ancora da Patti ed il gol della bandiera per gli ospiti che al 90’ trasformano un calcio di rigore con Impalà.

Giardini Naxos 5 Merì 1

Marcatori: 15’ e 34’ Zagami, 35’ e 85’ Patti, 51’ Mangano 90’ Impalà.

Giardini Naxos: D’Antone, Mancuso, Di Giuseppe (60’ Ricciardi), Patti, Stracuzzi, Salemi, Tornitore, (72’ Mannino), Zagami (81’ Rizzo), Orefice (87’ Caltabiano), Varrica, Mangano (89’ Cannata.) All. Brunetto.

Merì: Giorgianni, Caliri, Alessio (46’ Schifano), Bella, Mormino G., Sofia, Impalà, Serraino, R. Mormino, Ancione (46’ La Fauce), Furnari. All. Miceli.

Arbitro: Toro di Catania. Assistenti. Di Paola di Catania e Catanese di Messina.

]]>
info@sportjonico.it (di "Mirko Crisafulli") Promozione Sun, 14 Jan 2018 10:41:25 +0000
Respinto il reclamo dell'Aci S. Antonio. Tre turni a Suriano e Boemi. Tre giocatori del Terme Vigliatore squalificati. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15636:respinto-il-reclamo-dellaci-s-antonio-tre-turni-a-suriano-e-boemi-tre-giocatori-del-terme-vigliatore-squalificati-&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15636:respinto-il-reclamo-dellaci-s-antonio-tre-turni-a-suriano-e-boemi-tre-giocatori-del-terme-vigliatore-squalificati-&catid=86:promozione&Itemid=352 Provvedimenti Disciplinari del Girone C del campionato di Promozione relative all’ultima giornata disputata Domenica 7 Gennaio.

Il Giudice Sportivo ha respinto il reclamo dell’Aci S. Antonio riguardante la gara del 17 Dicembre scorso contro il Real Rometta conclusa sul campo sul punteggio di 1-1. “Aci S.Antonio chiede la ripetizione della gara sostenendo che la stessa sarebbe stata inficiata da un "errore arbitrale"; in particolare, fa riferimento alla mancata espulsione del proprio calciatore Palmieri Andrea, sebbene ammonito una seconda volta, fattispecie che avrebbe determinato "da quel momento in poi un bailamme incredibile che non ha permesso più di giocare serenamente a tutti";

Giudice Sportivo: anche la "velina" di fine gara, sottoscritta da entrambi i dirigenti accompagnatori, riporta una sola ammonizione del Palmieri; d'altra parte non si vede come la Società Aci S.Antonio, proponente il reclamo, possa essere stata comunque danneggiata nello specifico visto che dal 28' del s.t., momento della presunta seconda ammonizione del Palmieri, non avrebbe giocato nella consequenziale inferiorità numerica, per lo più realizzando, al 38' del s.t., la rete del definitivo pareggio;  Si delibera: Di respingere il reclamo proposto dalla Società Aci S.Antonio, addebitando alle stessa la relativa tassa;

Giocatori Squalificati

Tre Giornate:

Desiderio Suriano (Città di Mascalucia) “Per grave atto di violenza nei confronti di un calciatore avversario”

Antonino Boemi (Real Rometta) “Per condotta scorretta; nonchè per contegno offensivo nei confronti di ufficiali di gara, dopo l'espulsione.

Due Giornate: Gennaro (Trecastagni), Chillari (Terme Vigliatore)

Una Giornata: G. Sciliberto (Real Rometta), Angrisani (Messana), Gaetano Mastroieni (Giardini Naxos), Inserra (Lineri Misterbianco), Scardino (Terme Vigliatore)

Squalicati per recidiva in ammonizione

Una Giornata: Mirabella (Aci S. Antonio), Michele Alizzi (Terme Vigliatore)

Squalifica Allenatori

Tommaso Zanghì (Sporting Viagrande) fino al 25 Gennaio 2018  “Per contegno irriguardoso nei confronti dell'arbitro”

Giovanni Pappalardo (Trecastagni)  fino al 15 Gennaio 2018 “per proteste nei confronti dell’arbitro”

Squalifica Dirigenti

Salvatore D’Allura (Giardini Naxos) fino al 25 Gennaio 2018 “Per contegno irriguardoso nei confronti dell'arbitro”.

Salvatore Battaglia (Real Rometta) fino al 15 Febbraio 2018 “Per contegno irriguardoso nei confronti di ufficiali di gara ed offensivo nei confronti di Organi Federali”.

Giovanni Milia (Lineri Misterbianco) fino al 15 Gennaio 2018 “Nella qualita' di addetto al servizio d'ordine, si rendeva colpevole di grave condotta scorretta.

Multe Società

300, 00 Euro Real Rometta “Per avere, persona non identificata introdottasi all'interno degli spogliatoi, assunto contegno offensivo, minaccioso ed aggressivo nei confronti di ufficiali di gara, alla fine della stessa; nonchè per manifestazioni d'intemperanza, da parte di propri sostenitori, nei confronti dei suddetti”.

200,00 Euro Aci S. Antonio “Per avere, propri sostenitori, attinto con sputi un A.A.

50, 00 Euro Lineri Misterbianco “Per non avere, proprio dirigente, adempiuto ai propri doveri di addetto al servizio d'ordine.

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Promozione Wed, 10 Jan 2018 20:04:10 +0000
La Jonica consolida il primato con tre perle spettacolari del trio Monaco-Savoca-Arigò: 3-0 al Giardini Naxos. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15620:la-jonica-consolida-il-primato-con-tre-perle-spettacolari-del-trio-monaco-savoca-arigo-3-0-al-giardini-naxos&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15620:la-jonica-consolida-il-primato-con-tre-perle-spettacolari-del-trio-monaco-savoca-arigo-3-0-al-giardini-naxos&catid=86:promozione&Itemid=352 Che dire del derby jonico tra la capolista Jonica Fc e il Giardini Naxos? Una prima frazione con i giocatori ancora a smaltire le tossine natalizie, anche se i padroni di casa erano reduci dal turno infrasettimanale nel recupero vincente con la Messana.

Una ripresa invece che regala ben tre reti di ottima fattura, la conferma sempre più saldamente in testa dei ragazzi di mister Mimmo Moschella (+5 sull’immediata inseguitrice Terme Vigliatore sconfitto a Misterbianco è raggiunto dalla Tirrenia Calcio), al loro secondo 3-0 casalingo (settimo successo consecutivo al Comunale di Bucalo), oltre a migliorare la striscia d’imbattibilità adesso i giallorossi santateresini hanno toccato quota 44, oltre ad avere la miglior difesa del Girone (6).

Di contro per i giardinesi si tratta della terza sconfitta consecutiva fuori casa ritornano  a mani vuote, anche se dire il vero, la squadra di mister Brunetto pur non eccellendo ha retto bene per gran parte della gara poi si è dovuta inchinare a tre prodezze della più titolata formazione di mister Moschella.

Un primo tempo possiamo dire sornione anche se nelle file biancoceleste prova ad creare qualche scompiglio Cristian Varrica dopo una ripartenza conclude con un fendente che passa di pochi centimetri dalla porta difesa da Gugliotta, ancora il giovane portiere di casa protagonista su tiro dal limite di Vaccaro riesce a deviare la minaccia sopra la traversa.

La Jonica non c’è, diciamo che si adatta alla tattica degli ospiti, nella ripresa lo spartito cambia completamente per il Giardini non c’è più niente da fare. Intanto al ritorno in campo  mister Moschella inserisce l’esperto attaccante Davide Arigò,  la gara prende tutt’altra direzione, più tardi è la volta di Alessio Savoca, proprio i due neo entrati saranno i protagonisti della vittoria.  Ci pensa il numero dieci di casa Francesco Monaco a sbloccare la gara con un’intuizione vincente: lunga rimessa laterale sul versante sinistro  con la sfera che arriva a Ciccio Monaco  perfetto stacco aereo ad anticipare il diretto rivale, con la sfera che va ad insaccarsi sotto l’incrocio dei pali della porta difesa da D’Antone.

Il raddoppio arriva all’85’ con Davide Arigò ispiratore e Alessio Savoca realizzatore: il n.18 giallorosso dalla mediana sinistra si accentra verso il centro, pennella un perfetto passaggio in verticale che taglia la retroguardia giardinese, perfetto inserimento di Savoca tocco felpato a superare l’uscita di D’Antone.

Siamo nelle battute finali, ma c’è spazio anche per Davide Arigò:  palla al piede avanza nel frattempo ottimo inserimento ad incrociare di Savoca che crea un buco nella difesa ospite, ecco la perla del bomber peloritano fa partire un diagonale al volo che si insacca sul secondo palo della porta di D’Antone.

Arriva il triplice fischio finale che sancisce la vittoria dei ragazzi di mister Moschella meritata contro un buon Giardini che si è limitato solamente alle azioni personali di Cristian Varrica e alle ripartenze.

La Jonica consolida il primato con tre perle spettacolari del trio Monaco-Savoca-Arigò,un biglietto da visita per la prossima gara sul campo del Terme Vigliatore.

Jonica - Giardini 3-0

Reti: 65’  Monaco, 85’ Savoca, 91’Arigò

Jonica: Gugliotta, Loria (87’ Bartorilla), F. Lombardo, Herasymenko, Sanfilippo, Smiroldo (46’ Arigò ), Ferraro, Cambria, Galletta (89’ Mifa), Monaco, La Forgia (60’ Savoca). All: Mimmo Moschella

Giardini Naxos: D’Antone, Di Giuseppe, G. Vaccaro (38’ Ricciardi ), Patti, Zagami, Salemi, Tornitore, Orefici (66’ Mannino), Mancuso, Varrica , Mangano. All.: Francesco Brunetto

Arbitro: Antonio La Rosa di Barcellona P.G. Assistenti: Rinaldo Saab e  Giuseppe Sirna di Acireale.

]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Promozione Mon, 08 Jan 2018 05:56:07 +0000
Cala il tris la Tirrenia Calcio nel derby con il Real Rometta che cede nella ripresa. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15613:cala-il-tris-la-tirrenia-calcio-nel-derby-con-il-real-rometta-che-cede-nella-ripresa&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15613:cala-il-tris-la-tirrenia-calcio-nel-derby-con-il-real-rometta-che-cede-nella-ripresa&catid=86:promozione&Itemid=352 Comincia bene il girone di ritorno per la Tirrenia che supera brillantemente il primo ostacolo e si accinge alla doppia trasferta in terra catanese (Aci S.Antonio e Mascalucia) col morale a mille.

La gara con i cugini del Rometta era molto temuta sia per il valore tecnico che per quello caratteriale della squadra di Giunta che peraltro dopo il turno dicembrino del mercato aveva un po’ cambiato l’aspetto. Ed anche il campo, almeno per la prima parte di gara, ha tenuto fede alle attese. Poi è venuto fuori lo spessore di Bucca e compagni e non c’è stata più partita anche se il carattere degli ospiti è poi sfociato in delle sterili dimostrazioni di eccessivo nervosismo che probabilmente costeranno care.

Altro dato importante per i giallorossoblù l’aver superato l’emergenza efficacemente: erano infatti assenti per squalifica Milanese, Biondo e Zurka oltre l’infortunato Mandanici e lo schieramento iniziale prevedeva due ’98 ed un ’99 mentre la panchina oltre al ’97 Agolli vedeva tre ’99, un  ‘00 e due ’01.

Tornando alla gara possiamo citare due buone iniziative ospiti nei primi venti minuti (le uniche alla fine) mentre i locali, dopo aver “carburato”  costringevano agli straordinari Di Dio e la sua retroguardia per mantenere il nulla di fatto sulle conclusioni di Nania, Schepisi, Pino ed Aloe.

La ripresa vede i locali subito all’assalto della porta di Di Dio che si disimpegna bene ma è anche fortunato quando la conclusione di Aloe si stampa sul palo.

Ma la soluzione vincente tarda di poco: sul suo traversone dalla destra Pitrone sceglie il tempo per la conclusione al volo di interno centrando prima il palo opposto col pallone che termina in goal. Spezzato l’equilibrio, mentre gli ospiti subiscono il colpo, la Tirrenia cerca l’affondo ancora con Aloe che altruista cede la conclusione, inefficace, a Pino.

E' ancora Pitrone a raddoppiare su azione simile: stavolta, prima della sua battuta a rete, è Pino ad andare fuori tempo col 7 di casa lesto a superare Di Dio. E’ in questa fase che gli ospiti perdono le staffe e Boemi (troppo nervoso sin dall’avvio a dire il vero) è costretto anzitempo agli spogliatoi seguito a ruota da Sciliberto appena sostituito.

La gara finisce qui anche se il nuovo entrato Bellamacina, all’esordio stagionale dopo il lungo infortunio, ha il modo di bagnarlo realizzando il terzo goal approfittando dello sbilanciamento degli ospiti lasciando di ghiaccio Di Dio. Bagnato egregiamente il 2018 tocca ora alla prova di maturità col doppio turno esterno contro due formazioni toste. Dopo, si potrà veramente parlare del futuro.

Tirrenia-Real Rometta 3-0

Reti: st 7’ e 20’ Pitrone, 49’ Bellamacina.

TIRRENIA: Bucca, Mazzù, Laquidara(st47’ Bellamacina), Sindoni, Pandolfo, Shpellzaj, Pitrone(st28’ Agolli), La Spada(st 37’Schepis), Pino (st47’ Repici), Aloe, Schepisi. All. Bitto.

Real Rometta: Di Dio, Antonuccio, Gangemi, Giordano, Tiano, Boemi, Morasca ( st 1’ Battaglia M. ), Maisano(st.23’Battaglia A.), Stramandino(st.1’Orecchio), Sciliberto(st.27’Spadaro), Buscema(st.42’Zagone). All. Giunta.

Arbitro: Mattace Raso di Messina.

Ammoniti: La Spada,Pandolfo, Sindoni (Tirrenia), Giordano,Boemi (R.Rometta)

Espulsi: Boemi, Sciliberto (dalla panchina) R.Rometta.

]]>
info@sportjonico.it (di "Nino La Rosa") Promozione Sun, 07 Jan 2018 20:27:23 +0000
Città di Mascalucia pareggio in 10 contro l'Aci S. Antonio: sesto di fila in casa. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15610:citta-di-mascalucia-pareggio-in-10-contro-laci-s-antonio-sesto-di-fila-in-casa&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15610:citta-di-mascalucia-pareggio-in-10-contro-laci-s-antonio-sesto-di-fila-in-casa&catid=86:promozione&Itemid=352 Sinito chiama, Tenerelli risponde. Un gol per tempo per un pari molto combattuto nella gara forse più attesa della prima di ritorno, quella del Bonaiuto Somma di Mascalucia. Un anticipo del sabato che si è concluso con un pari per 1-1, con l'espulsione di Suriano poco prima del pareggio dei suoi e con i gol che sono maturati nei frangenti di maggiore difficoltà avversari.

Tre novità di mercato tra i padroni di casa: dal primo minuto spazio a Danilo Fazio, centrale difensivo classe '89 il cui impiego si è reso necessario per l'assenza dello squalificato Maugeri (Spartà è partito dalla panchina); Gabriele Aidala,esterno basso classe 2000 (Gianni Di Mauro e Palma in tribuna per scelta tecnica, Rosano infortunato) proveniente dal Catania a testimonianza della proficua collaborazione tra Mascalucia e rossazzurri che già nei mesi scorsi ha condotto a diverse operazioni di mercato; e l'esperto centravanti Ignazio Viglianisi, uno dei tanti ex dell'occasione che ha fatto ingresso a dieci dal termine.

Un gol per tempo: Quello dell'Aci S.Antonio che in maniera inattesa ha sbloccato il risultato con Sinito su cross da destra ed un tap-in vincente a centro area e che ha spaccato una partita condotta in avanti a testa bassa dal Mascalucia, molto impreciso sottoporta col suo bomber principe Benivegna, costretto a metà ripresa ad abbandonare i suoi per infortunio al pari di Suriano, reo di una gomitata nei confronti di Crispino e che l'arbitro Armenia, su segnalazione dell'assistente Pedalino ha spedito sotto la doccia intorno alla mezzora, momento in cui da una punizione da destra di Scuto ci ha pensato Tenerelli ad evitare un Ko che solo per leggerezze proprie negli ultimi sedici metri ma anche per i determinanti interventi di Andrea Spina, l'Aci S.Antonio non ha inflitto nel corso di una prima parte della ripresa giocata in evidente crescita rispetto al primo tempo.

Tabù non sfatato: Per il Mascalucia, nono con 22 punti e che ha frenato le impellenti ambizioni di un avversario (24) che ha gettato le ortiche la possibilità di accorciare a -3 dai playoff, è il sesto pareggio interno consecutivo ma gli sviluppi di questa prima dell'anno si tratta di un punto da non buttare via. Prossima tappa Messina sud, il fanalino di coda.

CITTA' DI MASCALUCIA    1   ACI S.ANTONIO    1

Marcatori: 26' Sinito, 69' Tenerelli

Città di Mascalucia: A.Spina, Ciantia (30 st A. Di Mauro), Aidala, Orofino, Benivegna (30' st Spartà), Fazio, Porto, Mazzarino (15' st Florio), Tenerelli, Scuto (35' st Viglianisi), Galiano (1' st Suriano). A dispos. F. Spina, Costanzo. All: Anastasi.

Aci S. Antonio: Dovara, Vaccaro, Padalina, Caponcello, Palmieri (33' st Campisi), Crispino, De Luca, Scardaci (27' st Platania), Battaglia (15' st Merenda), Mirabella, Sinito. A dispos. Cutuli, Salpietro, Reale, Trovato. All: Torrisi.

Arbitro: Armenia di Ragusa.

 

 

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Promozione Sun, 07 Jan 2018 20:00:47 +0000
Doppiette di Ardizzone e Garozzo, l'Atletico Fiumefreddo doma 6-1 il Messina Sud. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15607:doppiette-di-ardizzone-e-garozzo-latletico-fiumefreddo-doma-6-1-il-messina-sud&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15607:doppiette-di-ardizzone-e-garozzo-latletico-fiumefreddo-doma-6-1-il-messina-sud&catid=86:promozione&Itemid=352 L’Atletico Fiumefreddo apre il nuovo anno e il girone di ritorno rifilando un risultato tennistico al fanalino di coda Messina Sud. All’Angelo Rossi la formazione di mister Giancarlo Fichera ottiene una vittoria importante che la porta al settimo posto in classifica con i playoff che distano ora appena 5 punti.

Primo Tempo: Il vantaggio per i padroni di casa arriva al 10’ della prima frazione di gioco con Ardizzone che, dopo una prima conclusione di Garozzo respinta dal portiere, gonfia la rete a porta vuota. Sfiora il raddoppio il Fiumefreddo al 18’ con Arena che appoggia sottoporta ad Ardizzone il cui tiro si infrange sotto la traversa e poi viene spazzato via dalla difesa. Il pareggio ospite, invece, si materializza al 25’ con un’autorete di Vecchio che beffa Sommese spiazzandolo con un colpo di testa all’indietro sul tiro di Velardi da centrocampo.

Secondo Tempo: Nella ripresa dopo quattro minuti punizione di Arena per Garozzo che serve Ardizzone il quale sigla la sua doppietta personale e riporta avanti i suoi. Le due punte fiumefreddesi si scambiano il favore tre minuti dopo con Ardizzone che lancia Garozzo il quale di piatto becca l’angolo basso alla destra di Montaperto. Al 20’ Ardizzone scambia sull’esterno con Imbrogiano che conclude ma il portiere si fa trovare pronto senza calcolare però che Garozzo in tuffo non avrebbe perdonato. Gran gol di Mazzeo al 24’ con un tiro al volo al termine di un’azione corale portata avanti da Privitera. Chiude il neo entrato Pezzino arrotondano il risultato al 39’ in contropiede.

ATLETICO FIUMEFREDDO 6        MESSINA SUD 1

Marcatori: 10’ pt Ardizzone, 25’ pt aut. Vecchio; 4’ st Ardizzone, 7’ st Garozzo, 20’ st Garozzo, 24’ st Mazzeo, 39’ st Pezzino

Fiumefreddo: Sommese, Imbrogiano, Balastro, Arena(30’ st Zappalà), Vecchio, Semprevivo(23’ st Pezzino), Mazzeo, Privitera, Ardizzone, Leonardi, Garozzo. A disposizione: Guarneri, Lo Re, Pesce. All. Fichera

Messina Sud: Montaperto, Fatica, Suria(23’ st Pasqua), Velardi(5’ st Ruggeri), De Salvo, Altopiedi, Sanò, Russo, Graziano, G. Scivolone(10’ st Bombaci), M. Scivolone (23’ st Spadaro). A disposizione: Galletta, Sterrantino. All. Bellinghieri

Arbitro: Carpenzano di Ragusa; Assistenti: Scribani e Varisano di Agrigento.

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà" ) Promozione Sun, 07 Jan 2018 19:20:22 +0000
La Jonica Fc "Campione d'Inverno", un straordinario Marco Loria fa volare la Jonica (3-1) nel recupero con la Messana. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15595:jonica-qcampione-dinvernoq-un-straordinario-marco-loria-fa-volare-la-jonica-3-1-nel-recupero-con-la-messana&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15595:jonica-qcampione-dinvernoq-un-straordinario-marco-loria-fa-volare-la-jonica-3-1-nel-recupero-con-la-messana&catid=86:promozione&Itemid=352 La Jonica è “Campione d’Inverno”, i ragazzi di mister Mimmo Moschella con la vittoria di oggi pomeriggio in quel di Marullo nel recupero contro la Messana, gara valevole per la 14^ giornata del campionato di Promozione del 9 dicembre scorso, sospesa sul punteggio di 0-2 dopo 30’ di gioco  in favore dei santateresini  per maltempo,  tagliano per primi il traguardo di metà stagione con 37 punti su 15 gare disputate.

Arriva quindi il primo titolo pur simbolico per la Jonica che chiude in prima posizione il girone di andata con due punti di vantaggio sul Terme Vigliatore e ben cinque sulla terza forza del torneo la Tirrenia Calcio, distaccate di nove lunghezze al quarto posto la coppia Sporting Viagrande-Gescal (28 punti).

Un titolo d’inverno che è frutto di 11 vittorie, 4 pareggi, unica squadra imbattuta del girone con la  miglior difesa (6) e secondo miglior attacco (29), uno in meno della Tirrenia Calcio (30). Ma soprattutto continua l’imbattibilità in campionato che adesso è di 43 gare consecutive.

La Jonica “Campione d’Inverno” grazie al successo di 3-1 sulla Messana, con un protagonista in assoluto Marco Loria che ha aperto le marcature dopo due minuti, sfruttando abilmente un preciso suggerimento di Galletta che libero il numero sette in maglia giallorossa sul versante destro dell’area di rigore ottimo controllo della sfera poi, un preciso diagonale sul lato opposto dove Billè non può fare altro che inchinarsi alla prodezza del giocatore ospite, che esulta per aver sbloccato il risultato.

La Jonica fa subito capire le proprie intenzioni, al 12’ arriva il raddoppio: perfetta iniziativa dalla mediana con La Forgia che appoggia per Monaco perfetto passaggio filtrante in verticale a tagliare la difesa di casa con perfetto inserimento di Luca Galletta con tocco felpato, un diagonale vincente che  fa fuori il numero uno locale Billè in uscita.

Dopo 12’ i ragazzi di mister Moschella sono avanti di due reti, sembrava tutto così facile, invece, non è stato così, anche se nella prima parte si è visto in campo solo la compagine della Jonica che al 15’ con Herasymenko sfiora il tris: calcio di punizione per gli ospiti, perfetta esecuzione di capitan Herasymenko per la testa di un onnipresente Marco Loria che costringe Billè a deviare in angolo.

Ancora Jonica, al 25’ quando Luca Galletta per due volte chiama agli straordinari Billè. Ancora Loria al 45’ sfrutta un errore difensivo della Messana, elude l’intervento di Billè, ma sulla linea salva un difensore.

Nella ripresa, invece, è tutt’altra musica, con la squadra di casa che parte subito forte che porta al gol di Brigandì: siamo al 58’ Foti pennella al centro per Brigandì che incorna la sfera che va a sbattere all’interno della traversa  oltrepassa la linea bianca della porta di Potenza. Il gol galvanizza i ragazzi di mister Lucà, ecco che sale in cattedra Luca Potenza che mette i guantoni in più di una circostanza soprattutto sulla punizione di Parachì.

Al 79’ la Jonica deve dire grazie alla traversa  colpita con un tiro dal limite da Giovanni Arena, sulla ribattuta conclusione di Scimone con Potenza che respinge, ancora Crucitti che incontra il piedone di Potenza. In pieno recupero arriva il 3-1 della Jonica: Galletta dalla linea di fondo dell’area sinistra, mette al centro per Marco Loria che mette il sigillo alla sua doppietta personale che fa volare la Jonica che si riprende il primo posto.

Messana  1    Jonica Fc  3

Marcatori: 2’ e 93’ Loria, 59’ Brigandì.

Messana: Billè, Broccio (43' Libro), Mannino (87’ Piccione),  D. Arena (84’  Saija), C. Costanzo  (69’ Scimone), Foti (84’ Cardia), Parachì, B. Costanzo, Brigandì, G. Arena, Crucitti. All: Michele Lucà

Jonica Fc : Potenza, G. Savoca, F. Lombardo, Herasymenko, Sanfilippo, Smiroldo, Loria, Cambria, Galletta, Monaco, La Forgia (53’ Aricò, 85’ Marchiafava).  All: Mimmo Moschella.

Arbitro: Lorenzo Fragalà di Acireale. Assistenti: Silvestro Messina e  Federico Severino di Catania

]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Promozione Wed, 03 Jan 2018 20:49:14 +0000
Christian Pandolfo: "il girone di ritorno sarà un'altro campionato, noi della Tirrenia Calcio protagonisti fino alla fine". http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15589:christian-pandolfo-qil-girone-di-ritorno-sara-unaltro-campionato-noi-della-tirrenia-calcio-protagonisti-fino-alla-fineq&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15589:christian-pandolfo-qil-girone-di-ritorno-sara-unaltro-campionato-noi-della-tirrenia-calcio-protagonisti-fino-alla-fineq&catid=86:promozione&Itemid=352 Uno dei giocatori cardini della Tirrenia è certamente il luciese Christian Pandolfo. L’esperto mediano classe ’88, ha vestito le maglie di Due Torri, Torregrotta, Igea Virtus, Merì ed Iniziativa  è un veterano dei maggiori campionati regionali avendo collezionato numerose presenze anche in eccellenza e la vittoria (Igea Virtus) in promozione.

Eclettico nel ruolo e dotato  tecnicamente, può ritenersi un punto di riferimento per tutta la squadra anche se un infortunio lo ha un po’ frenato nella fase centrale. “Sono venuto alla Tirrenia carico di entusiasmo – esordisce il giocatore – la conoscenza con altri elementi e le intenzioni societarie mi hanno coinvolto totalmente e, pur consapevole delle tante difficoltà, ho sposato il progetto”.

Le 9 presenze con un goal segnato al Messina Sud sono al momento il frutto del girone d’andata ma Crhistian è anche uomo spogliatoio:cerco di dare consigli a tutti anche quando sto fuori. Ho dovuto saltare alcune partite ma l’essere squadra è stare sempre compatti, specie nella cattiva sorte”, afferma il saggio centrocampista.

Gli chiediamo un giudizio sulla squadra ed il girone d’andata appena concluso: “ per chi non ci conosceva potremmo essere una sorpresa ma il nostro è un gruppo forte, con elementi esperti e giovani di talento. Penso che la posizione occupata possa starci anche stretta e pertanto dovremo lottare per meritare qualcosa in più. Sostanzialmente la classifica rispecchia le potenzialità della vigilia anche se dalle catanesi mi aspettavo di più”.

Prima del girone di ritorno c’è stato il mercato di dicembre che ha potuto sanare i punti deboli delle varie formazioni: “ il ritorno sarà tutto un altro campionato, alcune hanno cambiato totalmente l’organico alla ricerca dei propri obiettivi e poi ci sarà la lotta per la salvezza che renderà più difficile ogni partita. La società ci è sempre stata vicina ed anche adesso ha cercato di portare in organico elementi di qualità: con Pino ho già vinto un campionato mentre La Spada ci darà un bel contributo e poi giovani come Sindoni ed il ritrovato Bellamacina possono fare la differenza”.

La Tirrenia dunque protagonista fino alla fine: “ sicuramente, faremo di tutto per migliorarci, anche in classifica. Le somme è chiaro si tireranno alla fine ma possiamo assicurare il massimo impegno per ripagare i sacrifici della società, presidente in testa. Le prime tre partite potranno ritenersi determinanti in quanto il Rometta prima e le due trasferte ad Aci S.Antonio e Mascalacia dopo saranno il nostro trampolino di lancio per la fase discendente: se faremo bene avremo ulteriore consapevolezza del ruolo da rivestire”.

Certo, il percorso nasconde tante insidie ma va anche considerato che i punti di ritardo sono stati accumulati negli scontri diretti che al ritorno saranno tutti disputati a Giammoro: “noi dovremo saper sfruttare anche questo aspetto anche se dovremo disputare tutte le partite con la massima intensità. Ogni formazione vorrà ottenere buoni risultati e tutte venderanno cara la propria pelle”. Si chiude così la chiacchierata col buon Christian ricordando che la Tirrenia tornerà al Comunale di Giammoro il 6 gennaio per la prima di ritorno contro il Real Rometta.

]]>
info@sportjonico.it (di "Nino La Rosa") Promozione Mon, 01 Jan 2018 19:56:36 +0000
Il Giardini Naxos sconfitto dal Lineri Misterbianco con un rigore al 92'. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15546:il-giardini-naxos-sconfitto-dal-lineri-misterbianco-con-un-rigore-al-92&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15546:il-giardini-naxos-sconfitto-dal-lineri-misterbianco-con-un-rigore-al-92&catid=86:promozione&Itemid=352 Un calcio di rigore al 92’ condanna alla sconfitta il Giardini Naxos sul terreno del Lineri Misterbianco. Siamo al 47’ della ripresa, sul punteggio di 1-1 il direttore di gara concede un calcio di rigore per fallo su Rizzotti, decisione molto contestata dai giardinesi, alla fine dagli undici metri si presenta lo stesso attaccante di casa che non sbaglia regalando un successo last minute. Dal possibile punto, anzi per il Giardini poco prima dell’episodio del rigore, ha avuto la palla per portarsi in vantaggio  con Mangano che spreca da brevissima distanza e con il portiere locale ormai spiazzato,  invece, fa ritorno a casa a mani vuote.

La gara: La prima frazione di gara non ha riservato particolari emozioni, da segnalare al 34’ un’occasione da posizione favorevole per Zagami, ancora lo stesso giocatore pochi minuti più tardi ha la possibilità di colpire, ma in extremis viene fermato da un difenosre.

La ripresa è più vivace  al 5'  traversone d alla destra di Mancuso per Zagami che con un'incornata colpisce la traversa di Scalia.  Al 10’ ancora Salvo Zagami  impegna con una precisa rovesciata il portiere locale. A sbloccare il risultato sono però i padroni di casa  al 15’ su calcio di punizione dalla sinistra con Missale con D’Antone che intuisce la traiettoria ma non può far nulla per evitare la rete.

La reazione del Giardini Naxos è immediata con  Tornitore i con un tiro in velocità dopo una galoppata a tutto campo.  I ragazzi di Brunetto pareggiano al 27’ con Patti che insacca di testa su azione di calcio d’angolo. Il Giardini una volta riacciuffato il risultato cerca la vittoria è ci va vicino al  43’ con Mastroianni dalla  breve distanza con la palla che viene ribattuta da un suo compagno e poi l’occasione più clamorosa al 45’ con Mangano.

Lineri Misterbianco 2  Giardini Naxos 1

Marcatori: 15' st Missale, 27' st Patti, 47' st Rizzotti su rigore.

Misterbianco: Scalia, Riela, Murabito (18' st Viola), Inserra (25’ st Leonardi) Baudo , Cuffari (45' st Cuntrò ), Missale, Bruno, Rizzotti, Cantarella, Borzì All. Insanguine.

Giardini Naxos: D'Antone, Mancuso, Vaccaro, Patti, Stracuzzi, Salemi, Tornitore, Orefice (20’ st Giannetto), Mastroianni, Zagami, Mangano. All.: Brunetto.

Arbitro: Armenia di Ragusa.

]]>
info@sportjonico.it (di "Mirko Crisafulli") Promozione Mon, 18 Dec 2017 05:50:08 +0000
Tirrenia Calcio poker servito allo Sporting Viagrande: doppietta di Aloe. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15533:tirrenia-calcio-poker-servito-allo-sporting-viagrande-doppietta-di-aloe&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15533:tirrenia-calcio-poker-servito-allo-sporting-viagrande-doppietta-di-aloe&catid=86:promozione&Itemid=352 Pronta risposta della Tirrenia alla sconfitta in casa del Terme Vigliatore e Viagrande travolto dalla grande voglia di capitan Bucca e compagni. I locali, ritoccati nell’organico dal mercato dicembrino sono apparsi in gran spolvero, macinando una gran mole di gioco e creando innumerevoli occasioni da rete ma hanno ancora da “aggiustare” l’approccio alla gara per evitare di lasciare i “soliti” dieci minuti iniziali all’avversario.

Comunque la Tirrenia è ormai una certezza e sarà sicuramente una candidata al vertice anche perché adesso annovera tutti elementi di rilievo ed una batteria under di assoluta qualità e l’estro di Ruggeri ci pare ben sostituito dal dinamismo di La Spada. Malgrado il pessimo terreno di giuoco per la pioggia caduta prima e poi per tutto l’incontro ( e qui dovremmo aprire una nota dolente ma vogliamo soprassedere) i ventidue in campo non si sono risparmiati ma in particolare i ragazzi del presidente Sciotto, sono stati ammirevoli.

A parte l’avvio, concesso agli ospiti, più intraprendenti seppur spuntati malgrado attaccanti di nome, i giallorossoblù hanno poi preso in mano le redini del gioco col motoperpetuo La Spada a spingere supportato da Laquidara mentre dal lato opposto Pitrone sosteneva Aloe con Schepisi a lottare davanti( mister Bitto ha tenuto per gli ultimi 25’ Pino arrivato da 2 giorni). E sono venute le occasioni, fallite da Schepisi ed Aloe mentre al 25’ ci era parso buono il goal che l’arbitro ha annullato. Ma la gratifica del meritato vantaggio arriva al 38’ con Aloe lesto ad insaccare la palla messa dentro l’area da Pitrone. Rotto il ghiaccio, i locali hanno continuare a spingere e così, praticamente su azione simile, Peppe Aloe può ripetersi.

Dopo il meritato ristoro, si riprende con il Viagrande che tenta una timida reazione ma ben presto torna preda  dei locali che sprecano una limpida occasione con Aloe che a porta sguarnita calcia fuori. Anche Pino, nel frattempo subentrato, si lascia ipnotizzare da Morace prima che Zurka, su punizione di Laquidara trovi il varco giusto. A questo punto il ritmo scema leggermente ma gli ospiti, rimasti in dieci per l’espulsione di Santangelo(doppio giallo) non riescono ad arginare la manovra  della Tirrenia che va ancora a segno con Agolli che dai venti metri mette in rete dopo una prima respinta di Morace. Gli ultimi minuti scorrono solo in attesa del fischio finale.

Ora c’è la pausa natalizia dopodichè, all’avvio il 6 gennaio, si ricomincia da Giammoro incontrando il Real Rometta per poi affrontare le due consecutive trasferte nel catanese: Aci S.Antonio e Mascalucia. Sarà la fase che può determinare il percorso della Tirrenia che comunque oggi, è sicuramente una realtà e può ritenersi, per chi non conosceva dall’interno il lavoro svolto da tutte le componenti societarie, la vera sorpresa del campionato.

Tirrenia-Viagrande 4-0

Reti: pt 38’e 41’ Aloe; st 31’ Zurka, 38’ Agolli.

TIRRENIA: Bucca, Mazzù, Laquidara, Biondo (st24’ Pino), Mandanici (st12’ Pandolfo), Shpellzaj, Pitrone (st16’ Agolli), La Spada, Schepis i(st 25’Schepis), Aloe (st 25’Sindoni), Zurka. All. Bitto

Viagrande: Morace, Lopez, Andronico (st25’D’Alessandro), D’Urso, Spartà (st41’Politi), Longo, Borzì, Bozzanga, Manca ( st 1’Spina), Santangelo, Belluso. All. Zanghì.

Arbitro: Comito  di Messina.

Ammoniti:Biondo, Pandolfo Zurka (Tirrenia), Spartà, Borzì, Santangelo (Viagrande).

Espulso Santangelo (Viagrande)

]]>
info@sportjonico.it (di "Nino La Rosa") Promozione Sun, 17 Dec 2017 17:32:41 +0000