Promozione Joomla! - il sistema di gestione di contenuti e portali dinamici http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=category&id=86&layout=blog&Itemid=352 Tue, 19 Jun 2018 22:09:10 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it I tempi supplementari regalano la salvezza al Trecastagni, retrocede il Torregrotta. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16187:i-tempi-supplementari-regalano-la-salvezza-al-trecastagni-retrocede-il-torregrotta&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16187:i-tempi-supplementari-regalano-la-salvezza-al-trecastagni-retrocede-il-torregrotta&catid=86:promozione&Itemid=352 Ci sono voluti oltre 120 minuti allo Sporting Trecastagni per poter esplodere in un urlo liberatorio al triplice fischio dell’arbitro che ha sancito la permanenza in Promozione. Al “La Carlina” il playout del girone C disputato tra le mura amiche contro il Torregrotta ha sorriso alla formazione allenata da Giovanni Pappalardo che ha rischiato, però, di complicarsi la vita.

Primo Tempo: Dopo appena 120 secondi De Carlo calcia di destro di poco a lato. Al 19’ tiro centrale dalla distanza di Flavio Boccaccio. Si vedono gli ospiti al 24’ con Isgrò che penetra in area dalla sinistra ma il suo diagonale viene respinto ottimamente in angolo di piede dal giovane classe 99 Zannini. L’incontro si sblocca al 31’ con Gennaro che sfrutta a pieno un traversone da centrocampo di Sgarlato e manda sul palo opposto a Vinci gonfiando la rete. Passano appena cinque minuti e raddoppia De Carlo raccogliendo un cross da sinistra di Riolo sporcato dalla difesa.

Secondo Tempo: Nella ripresa il Trecastagni sfiora più volte il tris. Al 2’ Behrami impegna Vinci in angolo. Sugli sviluppi del corner ancora l’estremo difensore del Torregrotta si oppone a Finocchiaro da distanza ravvicinata. Al minuto 8 ancora Finocchiaro non inquadra lo specchio della porta.

La punizione di Sittineri al 10’ è troppo telefonata e facile preda di Zannini. Al 12’ l’episodio che riapre la gara: errore in disimpegno difensivo di Gennaro che tocca di petto al suo portiere che non capisce l’intenzione e permette ad Aricò di segnare indisturbato accorciando le distanze. La rimonta si completa al 28’ con Isgrò che spedisce in rete un cross da destra di Sittineri. Al 36’ Flavio Boccaccio calcia incredibilmente a lato da buona posizione mentre a tempo scaduto Manzella manda a fil di palo un angolo del solito Sittineri.

I tempi supplementari non cambieranno più il risultato.

“E’ andata bene – commenta mister Pappalardo – nonostante sia stata una partita sofferta. I nostri errori difensivi hanno fatto parte purtroppo di tutta la stagione. Abbiamo sempre fatto noi le partite, soprattutto in casa, e gli avversari hanno segnato sulle nostre disattenzioni e ingenuità. In questa rosa ci sono ben otto ragazzi di Trecastagni che hanno contribuito alla salvezza con orgoglio. Mi ritengo anche io trecastagnese d’adozione perché sono 30 anni che frequento questo paese, sette anni sono stato calciatore e anche capitano di questa squadra. Da sette sono rientrato in società avendo fatto tutta la trafila delle giovanili finché il presidente non mi ha fatto il regalo di gestire la prima squadra per saldare un debito che avevo con questa cittadinanza dato che non ero riuscito a centrare la Promozione da giocatore. Abbiamo la squadra più giovane del campionato con una media di 23 anni e alla luce del risultato possiamo benissimo dire di avere in mano l’organico del futuro”.

“E’ stata una stagione a fasi alterne – afferma il presidente Tringali – il campionato è stato veramente lungo e in questo spareggio c’è la sintesi di tutto quello che abbiamo passato. Il girone di andata ci vedeva proiettati verso una salvezza più facile e invece abbiamo dovuto lottare fino all’ultimo. Ci siamo salvati con i nostri mezzi e purtroppo contro una delle società più sportive in assoluto che non meritava di disputare il playout. La nostra supremazia si è vista in campo, abbiamo sciupato diverse occasioni sul 2-0 e non ci sarebbe stata storia in quel caso. Per il futuro punteremo sui tanti giovani in rosa ma faremo qualche innesto che ci consentirà una maggiore tranquillità. Un plauso a mister Giovanni Pappalardo, persona corretta, seria e preparata, che ha svolto la sua carriera da allenatore quasi sempre qui a Trecastagni e oggi vedere giocare i suoi ragazzi credo sia stato motivo di orgoglio doppio. Far crescere ancora di più questi ragazzi in queste categorie è il nostro obiettivo da portare avanti”.

SPORTING TRECASTAGNI    2          TORREGROTTA    2          d.t.s.

Marcatori: 31’ pt Gennaro, 36’ pt De Carlo, 12’ st Aricò, 28’ st Isgrò

Trecastagni: Zannini, De Carlo (29’ st Ragonese), Gennaro, Behrami, A. Pappalardo, Russo, Cunsolo, F. Boccaccio, Sgarlato (42’ st Di Mauro), Finocchiaro (9’ st Pavone), Riolo. A disposizione: Nasisi, Marzà, S. Pappalardo, F. Boccaccio. All. Pappalardo

Torregrotta: Vinci, Mondo, Manzella, La Spada (4’ sts Antonazzo), Di Stefano, Giorgianni, Aricò, Mamone, Isgrò, Cannistrà, Sittineri. A disposizione: Foti, Cuttone, Gambino, Merlino, Di Pietro, Caselli. All. Borelli (squal.)

Arbitro: Franzò di Siracusa; assistenti Chichi e Ciacia di Palermo

Note: espulso mister Pappalardo (ST) al 17’ pts

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà") Promozione Sun, 29 Apr 2018 22:01:36 +0000
Goleada tra Atl. Fiumedreddo e Città di Mascalucia: 4-3 per gli ospiti. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16153:goleada-tra-atl-fiumedreddo-e-citta-di-mascalucia-4-3-per-gli-ospiti&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16153:goleada-tra-atl-fiumedreddo-e-citta-di-mascalucia-4-3-per-gli-ospiti&catid=86:promozione&Itemid=352 Ultima di campionato all’Angelo Rossi tra due compagini con la salvezza in tasca e senza alcuna pretesa. Atletico Fiumefreddo e Città di Mascalucia, già con la testa in spiaggia, danno vita ad un match amichevole divertente e con diverse reti.

Primo Tempo: Mattatore dell’incontro l’attaccante Palma che già nella prima frazione di gioco sigla una doppietta. Al 17’ il numero 9 beffa Lo Nardo, portiere per una notte, in uscita con un pallonetto. Lo Re dalla fascia destra tenta una conclusione al 25’ che colpisce la traversa. Cinque minuti più tardi il raddoppio del Mascalucia nato da un cross dalla destra di Spartà che pesca la testa del solito Palma. Al 32’ Lele Garozzo dal fondo effettua un tiro a giro che accarezza la parte alta della traversa. Palma al minuto 39 sfiora il tris colpendo il palo dopo un’azione offensiva ospite.

Secondo Tempo: Nella ripresa l’autorete di testa di De Mauro, in malinteso col portiere, riapre la contesa. Al 16’ Garozzo manda a lato un penalty concesso per un fallo di Spina proprio sul numero 11. Il bomber del Fiumefreddo pareggia al 22’ con una conclusione a giro sul secondo palo da applausi. Scrivono il proprio nome sul tabellino anche Dario Suriano al 38’ e Viglianisi al 41’ per il 2-4 finale.

ATLETICO FIUMEFREDDO    2 CITTA’ DI MASCALUCIA 4

Marcatori: 17’ e 30’ pt Palma, 6’ st De Mauro (aut.), 22’ st Garozzo, 38’ st Suriano, 41’ st Viglianisi

Fiumefreddo: Lo Nardo, Imbrogiano, Lo Re, Arena, Vecchio, Privitera, Zappalà, Mazzeo, Ardizzone, Arrabito, Garozzo.

Mascalucia: Spina, Spartà, Aidala (1’ st De Mauro), Orofino, Fazio, Maugeri, Mauro, Viglianisi, Palma, Scuto, Suriano. A disposizione: Zuccalà, Galiano. All. Anastasi

Arbitro: Vazzano di Catania; assistenti Salvo di Barcellona Pozzo di Gotto e Chillè di Messina

Alessandro Famà

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà" ) Promozione Sun, 22 Apr 2018 17:14:00 +0000
Un super Cariolo trascina alla vittoria il Terme Vigliatore sul campo della Tirrenia battuta per 3-0. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16135:un-super-cariolo-trascina-alla-vittoria-il-terme-vigliatore-sul-campo-della-tirrenia-battuta-per-3-0&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16135:un-super-cariolo-trascina-alla-vittoria-il-terme-vigliatore-sul-campo-della-tirrenia-battuta-per-3-0&catid=86:promozione&Itemid=352 Brutta, bruttissima giornata per la Tirrenia. In una sola volta cadono le speranze per acciuffare la capolista Jonica, l’imbattibilità interna ed il secondo posto in classifica a beneficio degli ospiti che avranno così la possibilità di disputare in casa i play-off.

Tutto merito dei gialloverdi che hanno meritato ampiamente la vittoria ma sicuramente la Tirrenia non è la squadra vista quest’oggi: molle sulle gambe, impacciata, timorosa. In questi casi, di solito, si dice che la squadra ha sentito troppo la gara cedendo sotto il profilo caratteriale. Si, credo proprio che il terribile approccio abbia questa matrice ma è altrettanto indubbio che i ragazzi giallorossoblù, a parte due gare (in casa con la Jonica e a Giardini il turno precedente) abbiano sempre avuto il problema dei primi venti minuti quando quasi sempre s’è patito il gioco avversario.

Certo è che qualche infortunio ha costretto mister Bitto a far girare spesso gli uomini di difesa ma nella gara della vita la squadra ha steccato. Manca l’ultima gara a Viagrande che dovrà essere affrontata con una certa tranquillità, quella che deve servire per risollevarsi dalla batosta per prepararsi a dovere per lo spareggio play-off. Certo è comunque che il campionato della matricola Tirrenia è da incorniciare in quanto, oltre agli addetti della società, pochi altri potevano immaginarsi di ritrovare la squadra cara al presidente Sciotto in tale posizione, consentendo al portiere Bucca di detenere il record di imbattibilità stagionale con 708 minuti.

Non si può comunque non nascondere che tutti si aspettavano qualcosa in più, di diverso dalla partita che invece ha offerto poco, pochissimo da parte della Tirrenia, incapace di rispondere alle reti degli ospiti che hanno tenuto a bada gli avanti avversari che hanno colpito nel finale una traversa con Pino e tentando con dei tiri da fuori. Si deve essere bravi ora a superare la tremenda sberla, recuperare moralmente e concretizzare le proprie energie per l’ultima pagina del campionato – i play-off ,  con la convinzione che si può dimostrare che la sconfitta può capitare magari riprendendosi ciò che s’è perso.

Tocca a tutte le componenti aiutarsi a rinserrare le file, fale opera di convinzione e giocarsela ad armi pari. A Viagrande quindi per tonificarsi e poi a Terme Vigliatore per dimostrare tutto il proprio valore.

TIRRENIA – TERME VIGLIATORE 0-3

Reti: pt 10’ Cariolo, st 1’Genovese, 14’ Cariolo.

Tirrenia: Bucca, Agolli (st 6’ Mazzù), Laquidara, Biondo (st 6’ Schepisi), Mandanici, Shpellzaj, Pitrone (st 23’Pandolfo)) , La Spada, Pino, Aloe, Zurka.All.Bitto

Terme Vigliatore: Ficarra, Laudani, Triolo, Chiappone (st 37’ Lanza),Puzone, Benenati, Bartuccio, D’Anna (st 41’ Ricciardello), Alizzi (st 26’ Presti), Genovese, Cariolo (st 18’ Chillari9. All. Alizzi .

Arbitro : Stabile ( Padova)

Note Amm: Mandanici, Zurka(Tirrenia), Cariolo, Chiappone (Terme Vigliatore).

]]>
info@sportjonico.it (di "Nino La Rosa") Promozione Tue, 17 Apr 2018 05:11:46 +0000
Poker della Jonica (4-0) alla Messana, ad un punto dall'Eccellenza da conquistare a Torregrotta. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16117:poker-della-jonica-4-0-alla-messana-ad-un-punto-dalleccellenza-da-conquistare-a-torregrotta-&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16117:poker-della-jonica-4-0-alla-messana-ad-un-punto-dalleccellenza-da-conquistare-a-torregrotta-&catid=86:promozione&Itemid=352 Pubblico delle grandi occasioni al Comunale di Bucalo per l’ultima gara casalinga della stagione per la capolista Jonica che ha ricevuto la visita della Messana. Due formazioni con obiettivi stagionali diversi, gli ospiti già salvi da diverse settimane sono scesi in campo giocandosi fino al triplice fischio finale la gara che alla fine li ha visti soccombere per 4-0, dall’altro lato i ragazzi di mister Mimmo Moschella leader del Girone C del campionato di Promozione, obiettivo i tre punti, con la speranza di buone notizie dall’incontro Tirrenia – Terme Vigliatore.

E’ bastato un giro dell’orologio, già la Jonica è sull’1-0 grazie al perfetto traversone di Monaco per la zuccata vincente di Luca Galletta. La gara si mette subito bene per i padroni di casa, dopo qualche minuto arriva la prima notizia da Giammoro, dove il Terme Vigliatore è in vantaggio con Cariolo. I ragazzi di mister Moschella continuano ad imporre il proprio gioco cercano il gol sicurezza che arriva alla mezz’ora quando un’azione Monaco-Cambria con conclusione di quest’ultimo con la pronta respinta del portiere ospite Trinchera, è lesto Aricò coma un volpone sotto porta mette in rete per il 2-0.

La Messana non morde cerca di dare fastidio alla capolista, ma un sontuoso Marco Loria, per non parlare di Alessio Savoca e dell’altro giovane Francesco Ferraro, un vero combattente non trova gli spazi giusti per impensierire la porta di Gugliotta. Si va al riposo con la Jonica in vantaggio per 2-0, con una classifica che vede la squadra di Moschella aumentare il vantaggio sull’immediata inseguitrice ben tre punti ( Jonica 72, Terme Vigliatore 69 e Tirrenia 67), ad una giornata dalla fine, il tutto è rimandato all’ultima giornata sul campo del Torregrotta per coronare il salto di categoria, tranne che …..un pari finale in Tirrenia – Terme Vigliatore….per dare inizio alla festa Eccellenza.

Al rientro in campo il tema tattico non muta, la Jonica è sempre padrona del campo anche se la Messana non molla,  i tifosi sugli spalti sono in continuo contatto di quello che succede a Giammoro, arriva la notizia del raddoppio (47’ Genovese) del Terme questo allontana l’idea di poter festeggiare “l’Eccellenza” certezza che arriva che tutto è rimandato a Torregrotta, al 60’ il Terme Vigliatore segna il 3-0 con Cariolo.

Intanto su terreno del Comunale santateresino, mister Moschella dà il via alla girandola delle sostituzioni proprio il neo-entrato Marchiafava (al posto di Aricò) al 72’ porta il risultato sul 3-0 dopo un bruciante contropiede che mette k.o la retroguardia peloritana. Gara praticamente chiusa, ma non per l’attaccante Luca Galletta che dopo aver aperto le marcature, vuole mette il sigillo all’ultimo gol casalingo della stagione proprio allo scadere per il poker della capolista che adesso deve conquistare un “punto” sul terreno del Torregrotta (la squadra tirrenica impegnata ad evitare i play-out) per brindare all’Eccellenza.

Al triplice fischio finale applausi per i protagonisti in campo per la fantastica stagione, per gli amanti delle statistiche , in questa stagione la Jonica sul terreno amico ha conquistato ben 14 vittorie e un pareggio, 36 gol  fatti e solo 3 gol subiti.   Altro dato importante per Herasymenko e compagni, sono due anni che non perdono in casa su 29 gare hanno conquistato ben 24 vittorie e 5 pareggi, l’ultima sconfitta risale all’ultima giornata del campionato 2015-16 quando il Camaro vinse per 2-1.

Adesso una settimana di passione, in vista di Torregrotta l’ultimo sforzo da parte di tutti, dai giocatori allo staff tecnico,  dai dirigenti ai tifosi (che già si stanno preparando per sostenere i propri beniamini) per raggiungere tutti insieme un  traguardo storico per scrivere una pagina importante per la riviera jonica messinese.

Jonica   4     Messana  0

Marcatori: 1’ e 89’ Galletta, 36’ Aricò, 68’ Marchiafava.

Jonica: Gugliotta, Loria, Lombardo (69’ G.Savoca), Ferraro, Sanfilippo, Herasymenko (80’ Bartorilla), Monaco (79’  Mifa), Cambria (55’ Smiroldo), Galletta, Aricò (64’Marchiafava), A. Savoca. All.  Mimmo Moschella

Messana: Trinchera, Broccio, Mannino (55’ Piccione),  D. Arena, Angrisani, Alibrandi, Parachì ( 84’ Scimone), Cardia (82’  Saja), A. Arena,  Lucà, Costanzo (63’ Foti). All. Michele Lucà

Arbitro: Francesco Comito di Messina. Assistenti: Pierluigi Fazzi di Enna e Filippo Luca Scannella di Caltanissetta.


]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Promozione Mon, 16 Apr 2018 12:36:54 +0000
Doppietta di Pino è la Tirrenia Calcio sbanca Giardini Naxos: 1-2. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16085:doppietta-di-pino-e-la-tirrenia-calcio-sbanca-giardini-naxos-1-2&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16085:doppietta-di-pino-e-la-tirrenia-calcio-sbanca-giardini-naxos-1-2&catid=86:promozione&Itemid=352 Gara molto interessante al Comunale di Giardini tra i locali che nutrivano qualche lumicino di speranza per acciuffare i play-off e la Tirrenia che aveva l’imperativo dei tre punti per tenere viva la speranza di raggiungere la vetta. Gli ospiti hanno meritato completamente la vittoria malgrado l’inizio della ripresa ha visto il Giardini centrare il pareggio reggendo per una ventina di minuti il bandolo del giuoco.

Nel primo tempo è stata la Tirrenia ad avere il completo predominio e con una partenza a ritmi infernali ha chiuso nella propria metà campo la squadra di Brunetto che poco prima della mezzora ha subito la meritata rete degli ospiti che hanno macinato una immensa mole di giuoco e mettendo a dura prova le qualità di D’Antone.

Il giovane mister Bitto ha caricato a dovere i suoi e sin dalle prime battute, era il primo minuto di gara, il portiere di casa ha subito il primo pericoloso assalto sventato miracolosamente. E’ stato un turbillion continuo, con manovra avvolgente, una teoria di passaggi e giuoco per i palati buoni tant’è che la sportiva tifoseria locale ha gradito applaudendo. “ La migliore squadra vista a Giardini” hanno sentenziato i dirigenti locali. Il dato principale è però che l’evidente superiorità ha partorito la miseria di un solo goal un po’ per gli errori dei tirrenici e molto dovuto al bravissimo D’Antone.

E così nella ripresa, quando gli ospiti hanno necessariamente ridotto i ritmi ( anche per il gran caldo), è venuta fuori la squadra di casa che è formazione di qualità, e dopo un breve predominio, ha pareggiato con Tornatore e creando ancora qualche pericolo; tra l’altro, la rete del giuocatore jonico, ha interrotto l’imbattibilità del portiere Stefano Bucca fermatasi a 708 minuti. Gli ultimi venti minuti però sono tornati in mano alla Tirrenia che ha creato altre quattro ottime occasioni, due prima del raddoppio di Pino (in entrambe è Schepisi ad impegnare severamente D’Antone) mentre il giovane Formica ha avuto l’opportunità di mettere al sicuro il risultato ma il suo delizioso cucchiaio ha visto lo strepitoso portiere di casa spezzare il tentativo.

Una gara ben giuocata dicevamo che ha visto prevalere la squadra che ha creato e gestito di più ma anche i locali hanno fatto del loro meglio. Per questi ultimi però adesso si sono definitivamente spente quelle erano già ridotte  di acciuffare i play-off mentre per la squadra del presidente Sciotto le speranze e l’obbligo di vincere fino alla fine, restano intatte.

Mister Bitto a fine gara conferma: “ oggi era la svolta, la gara più difficile della triade finale. Aver superato l’ostacolo con una prestazione come quella odierna è confortante. Le pause spesso portano problemi ma devo elogiare i ragazzi che specie nel primo tempo hanno assunto gioco e ritmi veramente lodevoli. Certo, in chiave campionato, non ci resta molto da fare… vincere e poi vedremo”.

GIARDINI – TIRRENIA 1-2

Reti: 25' e 35'  Pino, 63' Tornitore.

Giardini: D’Antone, Taormina (st 20’ Mastroieni), Vaccaro, Orefice, Zagami, Salemi, Giannetto (st 11’ Tornitore), Patti, Mancuso, Varrica, Mangano. All. Brunetto.

Tirrenia: Bucca, Mazzù, Agolli, Biondo, Micalizzi (st 5’ Pandolfo), Shpellzaj, Pitrone ( st 15’Schepisi) , La Spada, Pino (st 36’Mandanici), Laquidara, Zurka (st 41’ Formica). All.Bitto

Arbitro : Maccarini ( Arezzo)

Ammoniti: D’Antone (Giardini), Agolli (Tirrenia).

]]>
info@sportjonico.it (di "Nino La Rosa") Promozione Sun, 08 Apr 2018 14:33:36 +0000
Il Merì conquista tre punti preziosi sul campo dell'Atl.Fiumefreddo, ormai salvo. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16081:il-meri-conquista-tre-punti-preziosi-sul-campo-dellatlfiumefreddo-ormai-salvo&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16081:il-meri-conquista-tre-punti-preziosi-sul-campo-dellatlfiumefreddo-ormai-salvo&catid=86:promozione&Itemid=352 All’Angelo Rossi va in scena il classico match di fine stagione tra un Fiumefreddo ormai appagato dai risultati raggiunti e un Merì che si ritrova invischiato in piena zona playout. Sono i messinesi, infatti, a portarsi a casa i tre punti giocando con più mordente e continuando a sperare di tirarsi fuori dalle sabbie mobili negli ultimi 180 minuti.

Primo Tempo: Prima occasione al 6’ con Riccardo Mormino che si libera di un avversario sulla destra, crossa in mezzo per la testa di Serraino che colpisce male a lato. I padroni di casa si fanno vivi dalle parti di Giunta con Ardizzone, servito da Arena, il cui tiro viene ribattuto. Il vantaggio arriva al 22’ con Riccardo Mormino che recupera il pallone dopo una corta ribattuta della difesa e si ritrova a tu per tu con Sommese battendolo. Al 30’ il raddoppio con Sofia che corregge di nuca un corner battuto da Ancione.

Secondo Tempo: Nella ripresa al 25’ Ardizzone di testa impegna in una grande parata Giunta ma la formazione di Miceli cala il tris due minuti dopo con il classe 99 Ancione che va a segno sull’assist di Schifino. La rete della bandiera è opera di Lele Garozzo che su passaggio vincente di Ardizzone gonfia la rete. Nel finale le espulsioni per reciproche scorrettezze di Semprevivo e Sofia animano una gara già chiusa.

ATLETICO FIUMEFREDDO    1 MERI 3

Marcatori: 22’ pt R. Mormino, 30’ pt Sofia, 27’ st Ancione, 39’ st Garozzo

Fiumefreddo: Sommese, Imbrogiano, Lo Re (35’ st Zappalà), Arena, Vecchio, Balastro (1’ st Privitera), Pesce, Semprevivo, Ardizzone, Arrabito (34’ st Mazzeo), Garozzo.

Meri: Giunta, R. Lo Presti (30’ st Salamone), Bonina, Bella, G. Mormino, Sofia, Serraino (11’ st Schifino), Alessio, R. Mormino, Ancione, Furnari. A disposizione: S. Lo Presti, Cincotta. All. Miceli

Arbitro: Longo di Catania; assistenti Catanese e Quattrotto di Messina

Note: espulsi al 43’ st Semprevivo (AF) e Sofia (M) per reciproche scorrettezze

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà" ) Promozione Sun, 08 Apr 2018 08:35:16 +0000
Un gol del "Guerriero" Sanfilippo e la doppietta di Galletta la Jonica si riprende la vetta: 3-0 all'Atletico Fiumefreddo. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16008:un-gol-del-qguerrieroq-sanfilippo-e-la-doppietta-di-galletta-la-jonica-si-riprende-la-vetta-3-0-allatletico-fiumefreddo-&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16008:un-gol-del-qguerrieroq-sanfilippo-e-la-doppietta-di-galletta-la-jonica-si-riprende-la-vetta-3-0-allatletico-fiumefreddo-&catid=86:promozione&Itemid=352 Alla doppietta di Elias Zurka in Tirrenia – Torregrotta, al gol nei minuti finale di Carioto in Real Rometta – Terme Vigliatore nei due anticipi di sabato, a distanza di 24 ore risponde la capolista Jonica con un secco 3-0 casalingo all’Atletico Fiumefreddo con il guerriero Gianluca Sanfilippo e alla doppietta di Luca Galletta. Questi i verdetti della 27^ giornata del campionato di Promozione – Girone C – riguardanti gli impegni delle prime tre della classe racchiuse nell’arco di tre punti: Jonica 66, Tirrenia 64 e Terme Vigliatore 63.

Questa la situazione a 180’ dalla fine, di mezzo la sosta di 15 giorni ( per il Torneo delle Regioni in Abruzzo dal 24 al 31 Marzo), per riprendere l’8 Aprile con la Jonica che farà visita al fanalino di coda del Messina Sud (matematicamente retrocesso),  poi l’ultimo incontro casalingo al Comunale con la Messana per chiudere sul campo del Torregrotta.  I rivali? Alla penultima giornata lo scontro diretto Tirrenia – Terme Vigliatore.

Ritornando alla gara contro l’Atletico Fiumefreddo, i ragazzi di mister Mimmo Moschella conquistano il  loro tredicesimo successo casalingo su 14 gare ed un pareggio, conquistando ben 40 punti (miglior punteggio del girone) segue la Tirrenia (38), ben 32 regi segnate e tre soli gol subiti. Numeri importanti per un campionato importante. Di fronte l’Atletico Fiumefreddo ormai con la testa al prossimo campionato con una salvezza raggiunta da diverso tempo (12^ posto in classifica con 30 punti), colleziona la sua nona sconfitta esterna, su 14 gare lontano dall’Angelo Rossi ha conquistato solamente 11 punti.

La gara: Sin dal fischio d’inizio le redini del gioco sono in mano ai padroni di casa che impongono subito la propria manovra il primo squillo arriva al 4’ quando la ditta Giuseppe e Alessio Savoca imbastiscono un’azione sulla destra con traversone di quest’ultimo per il colpo di testa di Monaco con Sommese che alza sopra la traversa. Al 7’ è Giuseppe Savoca trova spazio sulla corsia laterale destra pennella un perfetto traversone rientrare per la testa di Luca Galletta che in tuffo mette all’angolino alla destra di Sommese, esultano i tifosi sugli spalti, ma il loro entusiasmo viene stroncato dal direttore di gara per fuorigioco.

La Jonica non si scompone continua nel suo pressing questa volta a portare pericolo in area etnea un’azione corale che porta Smiroldo quasi sulla linea di fondo mette al centro per l’accorrente Aricò che dall’altezza del vertice destro dell’area piccola tira di prima intenzione di poco  fuori.

Al 20’ gran botta di Monaco: lancio dalle retrovie per Francesco Monaco perfetto stop di petto dalla lunetta fa partire un gran tiro che trova i guantoni di Sommese che manda sopra la traversa.

La Jonica passa in vantaggio: A sbloccare il risultato ci pensa il “guerriero”, ovvero Gianluca Sanfilippo questa volta non di testa ma con il suo “sinistro d’oro”: azione corale tutto di prima che prosegue sul versante sinistro dove Aricò si accentra chiede lo scambio per Monaco che fa proseguire per Sanfilippo che dalla linea bianca dell’area fa partire un gran tiro a volo , un super sinistro a rientrare con la sfera che s’infila sotto l’incrocio dei pali alla destra di Sommese.

Tre minuti Luca Galletta raddoppia: Nemmeno il tempo di riorganizzarsi per gli ospiti che subiscono il raddoppio dei padroni di casa, è Claudio Cambria che imbecca con un perfetto lancio in verticale per Luca Galletta che vola come una lince che lascia di sasso il reparto difensivo ospite,  entra in area poi fa partire un bolide che manda il pallone fra Sommese e palo.

Jonica ancora in gol, l’arbitro annulla per la seconda volta: Cambria serve Aricò sulal destra , il numero 10 entra in area giunto all’altezza del vertice destro dell’area con Sommese che tenta di chiudergli lo specchio della porta, esegue un perfetto pallonetto indirizzato sul secondo palo dove arriva Luca Galletta che mette in rete, per l’arbitro è fuorigioco.

Ad inizio ripresa Galletta sigla il 3-0: La ripresa si apre con l’ingresso del giovane Mifa al posto di Smiroldo, si parte subito con la Jonica protagonista con un tiro da fuori di Claudio Cambria che chiama alla parata Sommese che devia in angolo.

Sull’azione seguente arriva il tris: Monaco dalla destra mette al centro per Galletta perfetto controllo con conclusione vincente che chiude in pratica ogni contesa. Il resto della gara, non succede più nulla, anzi mister Moschella fa ruotare la squadra inserendo forze fresche come il giovane bomber Marchiafava che va vicino al 4-0, poi Emanuele Leo e Casale che si sta riprendendo dall’infortunio.

Jonica Fc   3   - Atletico Fiumefreddo 0

Marcatori: 28’ Sanfilippo, 31’ e 48’ Galletta

Jonica: Potenza, Loria, G. Savoca (55’ Casale), Smiroldo, (46’Mifa), Sanfilippo, Herasymenko, Monaco, Cambria, Galletta  (52’ Marchiafava), Arigò  (61’ Leo), A. Savoca. All. Mimmo Moschella

Atletico Fiumefreddo: Sommese, Cantarella, Lo Re, Arena, Vecchio, Semprevivo (73’ Zappalà), Mazzeo, Pesce, Ardizzone, Arrabito, Privitera. All. Pennisi.

Arbitro: Davide Musumeci di Catania. Assistenti: Gianluca Viglianisi e Dario Testaì di Catania.

]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Promozione Sun, 18 Mar 2018 22:18:17 +0000
Nella ripresa si scatena Zurka è la Tirrenia Calcio espugna Torregrotta. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16002:nella-ripresa-si-scatena-zurka-e-la-tirrenia-calcio-espugna-torregrotta&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16002:nella-ripresa-si-scatena-zurka-e-la-tirrenia-calcio-espugna-torregrotta&catid=86:promozione&Itemid=352 Il derby nasconde sempre delle insidie e quello tra le due squadre tirreniche proponeva anche quelle necessità di classifica che rendevano la gara ancor più difficile. La formazione guidata da Borelli è poi malgrado strutturata molto sui giovani di discreta levatura che quasi mai ha subito oltremodo gli avversari di turno e quindi per la Tirrenia non è stato molto semplice venirne a capo.

Alla fine però i valori in campo sono emersi, la migliore organizzazione di giuoco e la qualità dei singoli ha fatto la differenza ed è arrivata l’ennesima vittoria in un campionato comunque fantastico, vero fiore all’occhiello di cui il presidente Paolo Sciotto ne va comunque orgoglioso e nel quale continua a brillare il 99 Zurka (ancora una doppietta) e convocato con la rappresentativa siciliana juniores al torneo delle Regioni che si disputerà in Abruzzo dal 24 al 31 marzo. La vittoria tiene comunque desto tutto il resto del vertice della classifica e solo alla fine sapremo come andrà a finire. L’unica nota stonata i tifosi del Torregrotta, di solito additati per il loro comportamento  sportivo ma che stavolta si sono abbandonati in cori di indecenza e di sfida all’indirizzo della società di casa senza che alcun dirigente del Torregrotta stigmatizzatasse l’accaduto.

La partita è vissuta sin dall’avvio sulla spinta dei locali che già al secondo minuto con Aloe potevano sfondare ma la conclusione si perdeva a lato. Guidati a centrocampo da Biondo e col moto perpetuo Agolli a spingere, il gioco era condotta dai giallorossoblù locali che producevano poco in fase conclusiva mentre gli ospiti alla mezzora riuscivano a mettere il naso fuori impegnando la difesa, ormai impenetrabile (oltre 650 minuti di imbattibilità per Stefano Bucca) con Shpellzaj a baluardo.

Forse un po’ di nervosismo nel reparto avanzato rendeva vano il lavoro di centrocampo ma mister Bitto sicuramente strigliava i suoi cosicchè all’avvio della ripresa si notava subito una maggiore spinta verso la porta difesa da Vinci. E già al decimo la svolta con Zurka che sul lancio disbuca veloce anticipando tutti e col suo sinistro supera il portiere in uscita. La Tirrenia prova a chiuderla ma Aloe e Zurka mancano i loro tentativi.

Nel frattempo Saccà ci mette lo zampino negando il netto fallo da rigore su Aloe oltretutto ammonendo l’estroso mezzo sinistro per simulazione ed espellendolo. Pur accusando l’ingiustizia, la Tirrenia non demorde ed è ancora Zurka a porre il sigillo inserendosi sul calcio di punizione di Laquidara e di petto deporre il pallone in rete mettendo a segno così l’undicesima rete stagionale.

“Sapevamo delle difficoltà che il derby nascondeva – a fine gara dichiara mister Bitto – ed il campo lo ha confermato. Nelle tre gare che restano cercheremo di ottenere il massimo e poi tireremo le somme”.

TIRRENIA – TORREGROTTA 2-0

Reti: st 10’e 35’ Zurka;

Tirrenia: Bucca, Buta (pt 36’Pitrone), Laquidara, Biondo, Micalizzi (st42’Mandanici), Shpellzaj, Agolli , La Spada, Pino (st 31’ Schepisi), Aloe, Zurka (st 44’ Sindoni).All.Bitto

Torregrotta: Vinci, Manzella, Isgrò, Cannistrà (st 37’ La Spada), Merlino, Mondo, Arizzi, Maisano, Villari, Sindoni, Sittineri. All. Borelli

Arbitro : Toro di Catania.

Ammoniti:Aloe (Tirrenia); Isgrò (Torregrotta);

Espulso:Aloe (Tirrenia)

]]>
info@sportjonico.it (di "Nino La Rosa") Promozione Sun, 18 Mar 2018 14:07:55 +0000
Che rimonta del Giardini Naxos: da 0-2 a 3-2 Real Rometta battuto. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15980:che-rimonta-del-giardini-naxos-da-0-2-a-3-2-real-rometta-battuto&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15980:che-rimonta-del-giardini-naxos-da-0-2-a-3-2-real-rometta-battuto&catid=86:promozione&Itemid=352 La vittoria è stata fortemente inseguita e voluta. Il Giardini aggiunge tre punti alla propria classifica dopo il recupero di campionato vinto sul Real Rometta. Il primo tempo, tranne qualche giocata di Cristian Varrica, è quasi tutto a favore del Real Rometta che domina e trova due splendidi gol con il proprio numero 10 Sciliberto.

Dopo un buon avvio, allo scoccare del 14’ gli ospiti insistono in attacco e servono Sciliberto che, dal limite dell’area di rigore, con un tiro preciso indirizza proprio sotto l’incrocio con D’Antone che nulla può in tuffo. Il Giardini, incassata la rete a freddo. subisce il primo contraccolpo e lascia il pallino del gioco ai tirrenici che dominano in ogni parte del campo. Al 23’ Sciliberto si ripete con un fantastico spiovente che gonfia la rete per la seconda volta. Brunetto pensa a come rimediare alla situazione sfavorevole. L’episodio cruciale arriva al 37’, quando un difensore ospite spinge Mastroieni in area e l’arbitro Miloni non può far altro che assegnare il primo dei due rigori della giornata. Dal dischetto si incarica dell’esecuzione Varrica che insacca con una traiettoria precisa. Il gol rianima i biancocelesti che tuttavia iniziano a credere nella rimonta.

Al 49’ matura il secondo penalty: un difensore del Real tocca con le mani e l’arbitro concede la massima punizione. Va a battere ancora Varrica che da vero “cecchino” del gol scala la classifica dei marcatori e firma il 2-2. Dopo il pareggio il Giardini, sulle ali dell’entusiasmo, ritrova grinta e geometrie: Brunetto mette in campo i giovani Giannetto e Rizzo e gli attacchi in area ospite si susseguono. Al 63’ Varrica non vede la porta vuota lasciata da Di Dio e vanifica il sorpasso.

Ma all’87’ è Patti con un colpo di testa a sorprendere la difesa del Rometta e a firmare il gol della preziosa vittoria. All’89’ Varrica, lanciato in contropiede, sfiora il palo alla destra di Di Dio, poi il Rometta non ha più la forza per rimettere la gara in equilibrio. La vittoria tiene in corsa-playoff il Giardini.

Giardini Naxos 3 Real Rometta 2

Marcatori: 14’ e 23’ Sciliberto, 37’ e 49’ Varrica (rig.), 87’ Patti.

Giardini: D’Antone 6, Mancuso 6, Vaccaro 6,5, Patti 7, Stracuzzi 6,5, Mannino 6 (71’ Giannetto 6), Orefice 6,5, Mastroieni 6 (77’ Rizzo s.v.), Varrica 8, Mangano 6,5. All. Brunetto 7,5.

Real Rometta: Di Dio 6, Tiano 6, La Rosa 6, Arena 6,5, Boemi 6, Pergolizzi 6, Maresca 6 (53’ Buscemi 6), Battaglia 6 (63’ Maisano 6), Orecchio 6 (65’ Spadora 6), Sciliberto 8,Giordano 6. All. Giunta 6,5.

Arbitro: Miloni di Barcellona 6,5.

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Le Mura") Promozione Wed, 14 Mar 2018 18:55:18 +0000
Manita della Tirrenia Calcio sul campo della Messana: doppiette di Zurka e Pino. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15975:manita-della-tirrenia-calcio-sul-campo-della-messana-doppiette-di-zurka-e-pino&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15975:manita-della-tirrenia-calcio-sul-campo-della-messana-doppiette-di-zurka-e-pino&catid=86:promozione&Itemid=352 Chi la definiva una partita tranquilla sbagliava perché quella disputata in esterna contro la Messana era una di quelle determinanti in questo finale di campionato e la Tirrenia l’ha superato con i gradi di squadra esperta e di rango.

Solo un breve periodo successivo al primo vantaggio ma subito dopo la squadra ha capito come affrontare il resto della gara e con personalità ha spento qualunque velleità dell’avversario e la partita non ha avuto più storia. Una gara priva di fronzoli ma intensa di volontà e qualità. La partita è stata sempre in mano degli ospiti malgrado i locali potessero accampare le motivazioni sicuramente di tenore diverso ma la Messana.

Sin dall’avvio la Tirrenia ha gestito con il primo vero affondo di Pino che in torsione di testa ha sfiorato il palo. Subito dopo lo stesso Pino ha servito in profondità Zurka e la Tirrenia è passata. Solo una timida reazione dei locali prima che ancora Zurka, su angolo, più lesto di tutti, raddoppiasse.

Nella ripresa la Messana si presentava più convinta creando una buona sulla quale Bucca si ergeva grandiosamente mentre era poi Pino a mettere i due sigilli che spegnevano totalmente la gara; restava solo il tempo affinchè anche La Spada desse il suo contributo di reti: dal limite il suo delizioso destro lasciava di stucco il pipelet di casa. Da questa giornata resta quindi la consapevolezza di una squadra compatta, tertagona che non lascierà nulla di intentato fino alla fine.

MESSANA-TIRRENIA 0-5

Reti: pt 13’e 35’ Zurka; st 15’ e 22’Pino; 38’ La Spada

Messana: Trinchera, Broccio, Mannino ( st 1’Futia), C.Costanzo ( st 1’Crucitti), Angrisani, Alibrandi, Parachì, Cardia, Brigandì, G.Arena, A.Arena (B.Costanzo). All.Lucà.

Tirrenia: Bucca( st 35’Ragusa), Mazzù, Laquidara, Biondo, Micalizzi, Shpellzaj, Agolli (st 38’Mandanici), La Spada ( st 42’Pitrone), Pino (st 24’ Schepisi), Aloe, Zurka(st 39’ Sindoni).All.Bitto

Arbitro : Toro (CT)

Note Amm:Agolli, La Spada, Laquidara(Tirrenia); Cardia, Brigandì(Messana).

]]>
info@sportjonico.it (di "Nino La Rosa") Promozione Mon, 12 Mar 2018 22:28:25 +0000
La Jonica con Sanfilippo e Marchiafava espugna Trecastagni: Gugliotta para un rigore. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15972:la-jonica-con-sanfilippo-e-marchiafava-espugna-trecastagni-gugliotta-para-un-rigore&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15972:la-jonica-con-sanfilippo-e-marchiafava-espugna-trecastagni-gugliotta-para-un-rigore&catid=86:promozione&Itemid=352 Dalla trasferta etnea ritorna con tre punti pesanti la capolista Jonica che supera con il classico risultato di 2-0 lo Sporting Trecastagni grazie al difensore-goleador Gianluca Sanfilippo nell’ultimo minuto della prima frazione e al giovane attaccante Filippo Marchiafava appena entrato mette al sicuro il successo.

Una vittoria importante per i ragazzi di mister Moschella ottenuta sull’ostico campo dello Sporting Trecastagni alla ricerca dei punti salvezza, padroni di casa mai domi, nonostante le due espulsioni nel finale in inferiorità numerica non si danno per vinti, lo dimostra il calcio di rigore nei minuti di recupero, ecco che sale in cattedra lui, ovvero il pararigore della Jonica il giovane Andrea Gugliotta che ipnotizza il tentativo dagli undici metri di Cunsolo che si vede deviare la trasformazione sulla traversa (per Gugliotta è il quarto rigore parato in campionato).

Ultimo sussulto di una gara sempre ben controllata dalla capolista che continua a guidare la classifica con 63 punti, con i diretti inseguitori che non mollano la presa il Tirrenia (61) e Terme Vigliatore (60). Un terzetto che si contenderanno nel rush finale ( quattro gare alla fine) il salto di categoria.

Ritornando alla gara di Trecastagni, la Jonica ha giocato con carattere avendo sin dalle prime battute le redini del gioco in mano, anche se il gol che sblocca la gara arriva solo alla fine del primo tempo sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Alessio Savoca per la testata vincente di Gianluca Sanfilippo.

Al rientro in campo nonostante il pressing locale, la Jonica non soffre tanto, al 60’ i padroni di casa rimangono in dieci uomini per l’espulsione di Russo per fallo su Ferraro. La Jonica si fa sentire con Monaco su calcio di punizione che trova la pronta parata del portiere locale.  Poi ci pensa Boccaccio (il migliore in campo per il Trecastagni) a pennellare un ottimo assist per Riolo che mette al centro per Finocchiaro che sottoporta non trova il guizzo per fare male alla Jonica.

Il neo-entrato Marchiafava mette al sicuro il risultato: Siamo all’82’ da pochi minuti mister Moschella aveva messo in campo il giovane Filippo Marchiafava che finalizza in rete un’azione corale della squadra.

Gara virtualmente conclusa, ma l’emozioni non mancano, ad iniziare dalla seconda espulsione nelle file catanesi di Ragonese per fallo di reazione nei confronti di Cambria ed al rigore concesso ai padroni di casa per fallo di Sanfilippo ai danni di Riolo. Siamo al 92’ in pieno recupero, allora ci pensa Gugliotta a domare il giocatore di casa Cunsolo…….arriva il triplice fischio finale con la Jonica che continua il suo cammino da prima della classe.

Prossimo turno la Jonica riceverà la visita dell’Atletico Fiumefreddo, dopo ci sarà la sosta (il campionato si ferma per il Torneo delle Regioni) per riprendere il 7  Aprile con la trasferta sul campo del fanalino di coda Messina Sud,  poi in casa con la Messana per finire il 22 Aprile sul campo del Torregrotta.

Sporting Trecastagni     0      Jonica Fc 2

Marcatori: 46’ Sanfilippo, 82’ Marchiafava.

Sporting Trecastagni: Zannini,  A. Pappalardo  (76’ S. Pappalardo), Gennaro, Di Mauro, Boccaccio, Russo, Cunsolo, Sgarlato, Bellia  (68’ Riolo), Finocchiaro  (85’ Marzà ), Ragonese. All. Pappalardo.

Jonica: Gugliotta, Loria, G. Savoca (92’ Manuli), Herasymenko, Sanfilippo, Ferraro (87’ Mifa), Monaco, Cambria, Galletta (56’ Smiroldo), Arigò (71’ Marchiafava), A. Savoca  (83’ La Forgia). All. Moschella.

Arbitro: Orlandi di Siracusa.

Espulsi: 60’ Russo doppia ammonizione e 85’ Ragonese

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Promozione Mon, 12 Mar 2018 11:08:45 +0000
Lampo di Ardizzone, poi buio totale per l'Atletico Fiumefreddo: vince il Lineri Misterbianco 5-1. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15957:lampo-di-ardizzone-poi-buio-totale-per-latetico-fiumefreddo-vince-il-lineri-misterbianco-5-1&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15957:lampo-di-ardizzone-poi-buio-totale-per-latetico-fiumefreddo-vince-il-lineri-misterbianco-5-1&catid=86:promozione&Itemid=352 Pesante sconfitta interna per un Atletico Fiumefreddo mentalmente in vacanza e a cui manca soltanto un punto per raggiungere la salvezza. Onore al Misterbianco che prosegue ad inseguire un’utopica posizione playoff ormai quasi impossibile.

Alla prima occasione i padroni di casa passano: minuto 27 Mazzeo allunga sulla destra a Imbrogiano che crossa e sottoporta trova Ardizzone pronto a ribadire in rete. Al 34’ le prove del pareggio le fa Ventura mandando fuori a tu per tu con Sommese. Un minuto dopo si rinnova il duello Ventura-Sommese con quest’ultimo che si salva. Al 36’ ci pensa Missale a ristabilire la parità al termine di un’azione corale.

Nella ripresa l’episodio chiave è l’espulsione diretta di Imbrogiano, dopo appena quattro minuti, per fallo da ultimo uomo. Vantaggio per l’undici di Insanguine al 20’ con doppietta personale di Missale. Tra il 25’ e il 30’ comincia lo show di Inserra, autore anch’esso di una doppietta: prima approfitta di un errato disimpegno di Semprevivo per depositare alle spalle di Sommese da posizione angolata e poi si libera di un paio di giocatori siglando il poker in diagonale. Full al 39’ con un lancio in area per il neo entrato Palmeri che segna approfittando della difesa scoperta.

ATLETICO FIUMEFREDDO    1 LINERI MISTERBIANCO 5

Marcatori: 27’ pt Ardizzone, 36’ pt Missale, 20’ st Missale, 25’ st e 30’ st Inserra, 39’ st Palmeri

Fiumefreddo: Sommese, Imbrogiano, Lo Re (1’ st Arrabito), Arena, Vecchio, Semprevivo, Pesce, Privitera (36’ Tancona), Ardizzone, Mazzeo (39’ Zappalà), Garozzo. A disposizione: Guarneri, Balastro, Cantarella. All. Pennisi

Lineri Misterbianco: Scalia, Riela, Murabito, Grillo (5’ st Palmeri), Guglielmino (35’ st Fazio), Missale, Baudo, Bruno, Inserra, Ventura, Borzì. A disposizione: Saitta, Leonardi, Aiello, Santapaola, Cuntrò. All. Insanguine

Arbitro: Fragalà di Acireale; assistenti Spanò e Colantoni di Messina

Note: espulso al 4’ st Imbrogiano (AF) per fallo da ultimo uomo

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà") Promozione Sun, 11 Mar 2018 18:07:10 +0000
Quaterna esterna del Giardini Naxos sul campo dello Sporting Viagrande con un scatenato Mangano. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15930:quaterna-esterna-del-giardini-naxos-sul-campo-dello-sporting-viagrande-con-un-scatenato-mangano&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15930:quaterna-esterna-del-giardini-naxos-sul-campo-dello-sporting-viagrande-con-un-scatenato-mangano&catid=86:promozione&Itemid=352 In palio c’era il quarto posto in classifica: al termine dei 90’ è il Giardini Naxos,  grazie alla doppietta di Mangano, al rigore di Varrica e al gol di Mastroieni si aggiudica lo scontro diretto con lo Sporting Viagrande.

Sia Giardini che Sporting si presentavano alla 25^ giornata con gli stessi punti in graduatoria (42 punti) con una grande prestazione i ragazzi di mister Francesco Brunetto conquistano i tre punti che li proiettano solitari in quarta posizione (45), pur essendo in piena play-off, allo stato attuale i giardinesi sono fuori dalla disputa della semifinale per l’effetto della famosa regola del +10,  si trovano a – 12 dal  Terme Vigliatore.

Ritornando alla gara vinta in terra etnea il protagonista è stato Mangano autore di una doppietta:  il primo gol che sblocca il risultato arriva al 13’, concede il bis alla mezz’ora. I locali reagiscono ma non trovano i varchi giusti per colpire, anche se ad inizio ripresa i padroni di casa  hanno avuto la possibilità di accorciare le distanze su calcio di rigore per fallo di Vaccaro su Borzì,  dal dischetto si presenta Manca che si vede parato il tentativo di trasformazione da D’Antone. Dal possibile 1-2, arriva il 3-0 del Giardini Naxos, quando Sardo mette giù lo scatenato Mangano con l’arbitro che indica il dischetto di rigore che lo specialista Cristian Varrica non fallisce. Il poker lo mette a segno il neo entrato Mastroieni al termine di un’azione corale.

Puntuale arriva il triplice fischio finale dell’arbitro torinese di Collegno con il Giardini che  a cinque gare dal termine spera di rientrare in corsa (-3) dalla semifinale play-off. La prossima gara il Giardini ospiterà il Real Rometta.

Sporting Viagrande 0   Giardini Naxos  4

Marcatori: 13’ e 40 ‘ Mangano, 60’ Varrica su rigore, 77 Mastroieni.

Sporting Viagrande: Cirigliaro, Grasso, S. Sardo, Mazzamuto, Lopez, Tola, Bozzanga (46’ Manca), D’urso, Belluso (76’ Spina), Santangelo (65’ Longo), Borzì (85’ Caronda). All: Zanghì.

Giardini Naxos: D’Antone, Di Giuseppe, Vaccaro, Patti, Stracuzzi, Salemi, Giannetto, Orefice, Tornitore, Varrica, Mangano (74’ Mastroieni). All: Francesco Brunetto.

Arbitro: Cannata di Collegnodi Torino.

]]>
info@sportjonico.it (di "Mirko Crisafulli") Promozione Sun, 04 Mar 2018 21:58:48 +0000
La capolista Jonica vola con i gemelli del gol Alessio Savoca e Luca Galletta: 2-0 al Merì. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15928:la-capolista-jonica-vola-con-i-gemelli-del-gol-alessio-savoca-e-luca-galletta-2-0-al-meri&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15928:la-capolista-jonica-vola-con-i-gemelli-del-gol-alessio-savoca-e-luca-galletta-2-0-al-meri&catid=86:promozione&Itemid=352 Meno cinque al termine, dopo la disputa della 25^ giornata tutto rimane invariato in testa alla classifica, la Jonica con i gemelli del gol Alessio Savoca (9) - Luca Galletta (12), un gol per tempo, liquida la pratica Merì ed incassa i tre punti che consentono ai ragazzi di mister Mimmo Moschella di tenere invariato il distacco dalle immediate inseguitrici (60 punti), la Tirrenia (58) e Terme Vigliatore (57), entrambe vittoriose rispettivamente con il Messina Sud (7-0) e Mascalucia (4-0).

La Jonica continua il cammino di vertice superando sul terreno amico del Comunale di Bucalo la penultima della classe per 2-0: la gara viene sbloccata al 9’ da uno dei protagonisti di questa splendida stagione della Jonica, ovvero dal giovane talento Alessio Savoca bravo a tagliare centralmente la difesa ospite, lasciando di sasso la coppia centrale si presenta a tu per tu con il portiere ospite, tocco felpato a scavalcare Giorgianni con la rete che si gonfia per il vantaggio della squadra del Presidente Mimmo Saglimbeni.

Il raddoppio arriva ad inizio ripresa al 55’, protagonisti altri due pedine fondamentali dello scacchiere allenatore da Mimmo Moschella, la mente Francesco Monaco penetra in area dal versante destro arrivato proprio sulla linea di fondo, senza guardare ma sa che lì dove lui indirizza la sfera c’è lui ovvero l’altro veterano della squadra, un certo Luca Galletta pronto a colpire di testa per fare esultare ancora una volta la tifoseria locale.

Sul doppio vantaggio, la gara è praticamente conclusa, la Jonica controlla abbastanza bene la sterile reazione del Merì che cerca di affacciarsi in area santateresina. Oltre i gol, la Jonica ha costruito altre occasioni da rete, mancate per un soffio, la più clamorosa quella accaduta alla mezz’ora: spunto di Aricò dalla sinistra mette al centro per Alessio Savoca che tutto solo sottoporta incredibilmente manda sopra la traversa.

Jonica 27^ risultato utile in casa: Ostacolo Merì superato brillantemente dai ragazzi della Jonica che oggi hanno conquistato il loro 27^ risultato utile consecutivo in casa (22 vittorie e 4 pareggi), l’ultima sconfitta casalinga risale al 3 Aprile 2016 quando il Barcellona P.G. vinse al Comunale di Bucalo per 3-0, ma la mente è già alla prossima gara che vede la Jonica impegnata sul terreno etneo dello Sporting Trecastagni.

Jonica Fc   2     Merì  0

Marcatori: 10’ A. Savoca, 60’ Galletta.

Jonica: Gugliotta, Loria, G. Savoca (73’Casale), Herasymenko, Sanfilippo, Ferraro, Monaco, Cambria (76’ Mifa), Galletta (80’ La Forgia), Arigò (55’Marchiafava), A. Savoca . All. Moschella.

Merì: Giorgianni, R. Lo Presti, Bonina, Bella (55’ Pizzuto), Mormino, Sofia,Ancione (65’ S. Lo Presti), Schifino, R. Mormino, Serraino, Furnari. All. Miceli

Arbitro: De Francesco di Messina.

Espulso: 85’ Bonina (Merì).

]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Promozione Sun, 04 Mar 2018 20:40:49 +0000
Doppietta di un super Monaco, il solito Alessio Savoca, la capolista sbanca (3-2) il terreno del Città di Mascalucia. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15900:doppietta-di-un-super-monaco-il-solito-alessio-savoca-la-capolista-sbanca-3-2-il-terreno-del-citta-di-mascalucia&catid=86:promozione&Itemid=352 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15900:doppietta-di-un-super-monaco-il-solito-alessio-savoca-la-capolista-sbanca-3-2-il-terreno-del-citta-di-mascalucia&catid=86:promozione&Itemid=352 La capolista concede il bis in  terra etnea, dopo aver vinto (3-2) in casa del Lineri Misterbianco sette giorni fa, si ripete nell’anticipo di sabato sul campo del Città di Mascalucia con l’identico punteggio. Tutto invariato in testa alla classifica del campionato di Promozione – Girone C – con i ragazzi di mister Mimmo Moschella sempre al comando con 57 punti, ad inseguire la Tirrenia Calcio 55 vittoriosa sul difficile campo dell’Atletico Fiumefreddo (1-0) e il Terme Vigliatore a 54 punti che ha espugnato il Comunale giardinese per 2-0.

Il mattatore della giornata è stato senz’altro lui, ovvero il centrocampista giallorosso Francesco Monaco che festeggia con una doppietta personale il suo ritorno in squadra, dopo l’infortunio, un ritorno vincente che ha permesso alla Jonica di uscire vittoriosa  da Mascalucia. Diciamo che la gara è stata ben controllata dalla squadra santateresina che sin dall’inizio ha preso in mano il pallino del gioco, dopo un tentativo di Loria al 19’ arriva l’azione che porta al vantaggio: solito schema in verticalizzazione di Davide Arigò dentro l’area per il difensore Federico Lombardo che viene messo giù dal portiere di casa Spina, per l’altro ci sono gli estremi del calcio di rigore. Dal dischetto si presenta lo specialista Monaco che non fallisce. Si aspetta la reazione dei padroni di casa che si tramuta in un’occasione da fuori ma con poca fortuna.

Nella ripresa al timone della gara è sempre nelle mani della Jonica, subito in avvio pericolo colpo di testa di Galletta che trova la pronta risposta di Spina. E’ il preludio al raddoppio, il difensore locale Fazio sbaglia un disimpegno che favorisce l’intuizione di Ferraro che intuisce che di prima intenzione fa proseguire sulla fascia destra Aricò che pennella un perfetto traversone per Alessio Savoca ben appostato sottoporta che non ha difficoltà a mettere lo zampino per il 2-0.

Il Città di Mascalucia non ci sta, sei minuti più tardi accorcia le distanze: dalla sinistra perfetto  lancio in area di Aidala che trova il colpo di testa vincente del bomber biancoazzurro Tenerelli. Adesso la gara si fa interessante, anche se la Jonica non corre seri pericoli, all’81’ arriva il gol che allunga le distanze: dalla bandierina Alessio Savoca pennella un perfetto pallone al centro aerea dove trova l’inzuccata vincente di Francesco Monaco per il 3-1 per gli ospiti

I ragazzi di Anastasi non mollano, anzi all’83’ ritornano in gara, grazie alla stoccata vincente del giovane Simone Palma porta il risultato sul   2-3. Sulle ali del gol il Città di Mascalucia si propone in avanti, non succede più nulla fino al triplice fischio finale che sancisce la vittoria della capolista Jonica , per il Mascalucia ottima prestazione ma nessun punto in classifica.

La prossima settimana la capolista giocherà in casa con il Merì, mentre la sua diretta rivale turno casalingo con il Messina Sud. Gli etnei del Città di Mascalucia in quel di Terme Vigliatore.

Città di Mascalucia 2  Jonica 3

Marcatori: 19’ su rigore e 81’ Monaco, 61’  A. Savoca, 67’Tenerelli, 83’ Palma

Città di Mascalucia: Spina, Spartà, Aidala, Orofino, Benivegna, Fazio, Rosano (18’ st Palma), Di Mauro, Tenerelli, Florio  (1’ st Manueli ), Billa. All.: Anastasi.

Jonica: Gugliotta, Loria, F. Lombardo, Herasymenko, Sanfilippo, Ferraro, Monaco, Cambria, Galletta  (32’ st Marchiafava), Arigò  (27’ st G. Savoca ), A. Savoca  (42’ st Smiroldo). All.: Mimmo Moschella.

Arbitro: La Verde di Caltanissetta.

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Promozione Sun, 25 Feb 2018 22:15:08 +0000