Eccellenza Joomla! - il sistema di gestione di contenuti e portali dinamici http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=category&id=85&layout=blog&Itemid=319 Fri, 17 Nov 2017 21:03:39 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it Catania S. Pio X, cambio in panchina: il nuovo tecnico è Saro De Cento. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15284:catania-s-pio-x-cambio-in-panchina-il-nuovo-tecnico-e-saro-de-cento&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15284:catania-s-pio-x-cambio-in-panchina-il-nuovo-tecnico-e-saro-de-cento&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Il Catania S.Pio X comunica di aver sollevato dall’incarico di allenatore, oggi giovedì 16 novembre 2017, Carlo Platania e di aver affidato la guida tecnica a Rosario De Cento.

La società ringrazia e, con affetto, augura le migliori fortune a Platania, motivando la scelta della volontà di cessare il rapporto in virtù di una necessaria scossa all’ambiente dopo gli ultimi risultati negativi, in particolare quelli maturati nell’arco di quattro giorni contro il S.Agata tra campionato e Coppa Italia che hanno registrato un passivo di nove gol, ed alla vigilia di una serie di scontri diretti per la salvezza.

Il Catania S.Pio X accoglie De Cento, noto nell’ambiente come “sergente di ferro”, confidando nella sua esperienza e professionalità. Verrà presentato questo pomeriggio al “Comunale-Seminara” di Barriera alla presenza dei dirigenti e del Presidente Piero Doccula.

«Dispiace per il mio predecessore Platania, innanzitutto. Sono pronto a buttarmi in questa nuova avventura a capofitto per fare risultato sin da subito. Ho accettato la chiamata della S.Pio X in quanto società ben strutturata e organizzata, lontano da ogni improvvisazione che spesso caratterizza il nostro calcio - . Si presenta così De Cento, sessant’anni a dicembre e tante panchine: Scordia, Palagonia, Ramacca, Atletico Catania, Giarre, Paternò, Leonzio e Taormina -. Lavorerò sulla tensione e sul nervosismo che pare affliggano questa squadra: è normale quando non arrivano i punti».

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Eccellenza Thu, 16 Nov 2017 12:15:29 +0000
Catania S. Pio X: Coppa Italia indigesta, il S. Agata vince 5-1. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15270:catania-s-pio-x-coppa-italia-indigesta-il-s-agata-vince-5-1&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15270:catania-s-pio-x-coppa-italia-indigesta-il-s-agata-vince-5-1&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Il Catania S.Pio X esce sconfitto da Capo d’Orlando per 5-1 nella seconda trasferta in quattro giorni col medesimo avversario, stavolta per l’andata dei quarti di Coppa Italia Eccellenza. Di Cicirello e Russo il doppio vantaggio dei locali, con proteste in occasione dell’1-0 per una strattonata di Isgrò su Abdoulaye e sul 2-0 per presunto offside, ma i biancorossi sono stati capaci di riaprire il match al quarto d’ora della ripresa con Marino e di sfiorare l’impresa del pari poco dopo, prima di incassare altre tre reti con Francesco Bontempo e Mincica (doppietta): anche in questi casi proteste etnee per fuorigioco.

Domenica delicata.  Differita eccezionalmente a domenica, su precisa scelta della società per poter tirare il fiato un giorno in più visti gli impegni ravvicinati di questa settimana, la gara interna del Catania S.Pio X, valevole per la undicesima giornata d’andata di Eccellenza girone B. A Mascalucia, nel solito orario delle 14.45, sarà ospite il Città di Ragusa: una sfida che metterà a confronto due squadre in lotta per la sopravvivenza.

Il commento del tecnico Carlo Platania. «Clamorose le sviste sui due gol del primo tempo. Recriminiamo per delle occasioni non sfruttate con Abate Marco Santonocito e Spina, ma soprattutto per i tre gol finali che hanno ingigantito la sconfitta. Sono contento perché abbiamo alzato il ritmo partita, e questo è incoraggiante in vista del big match di domenica col Ragusa, e non ci siamo disuniti ma fa rabbia perdere per una serie di decisioni arbitrali sbagliate».

CITTA’ DI S.AGATA – CATANIA S.PIO X   5-1

Marcatori: 4’ CICIRELLO, 23’ RUSSO, 60’ MARINO, 66’F.BONTEMPO, 74’ , 76’ MINCICA

C.DI S.AGATA: INFERRERA, RUSSO, F.BONTEMPO, PRIVITERA (20’ST G.BONTEMPO), SCAFFIDI, ZINGALES, CALAFIORE, SEGRETO, CICIRELLO, MINCICA (40’ST SECK), ISGRO’ (10’ST PRESTI). A DISP.: SCURRIA, LONGO, FRANCHINA, CARRELLO. ALL.: BELLINVIA.

CATANIA S.PIO X: PALERMO, RANNO (30’ST RANNO), ABDOULAYE, PANDOLFO, SANTANNA (45’ST GUGLIELMINO), MARINO, GATTO, VITALE, ABATE, M.SANTONOCITO (30’ST SPAMPINATO), SPINA (40’ST MUSUMECI). A DISP.: ROMANO, CONSOLI. ALL.:PLATANIA.

Arbitro: Saccà di Messina

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Eccellenza Wed, 15 Nov 2017 17:18:55 +0000
Quinta sconfitta di fila per il Catania S. Pio X: vince il S. Agata 4-0. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15253:quinta-sconfitta-di-fila-per-il-catania-s-pio-x-vince-il-s-agata-4-0&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15253:quinta-sconfitta-di-fila-per-il-catania-s-pio-x-vince-il-s-agata-4-0&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Catania S.Pio X battuto 4-0 dal Città di S.Agata, ora ad un punto dalla vetta, al termine della decima giornata di Eccellenza girone b. Biancorossi al quinto ko consecutivo: proprio contro il S.Agata è previsto il “break” di Coppa Italia, mercoledi' 15, con l'andata dei quarti di finale sempre in campo esterno.

Di Cicirello e Mincica le reti locali a cavallo dei due tempi, risultato ingigantito da un rigore di Mincica e dal poker di Longo. S.Pio X dentro la zona playout sempre a otto punti, in un contesto che inizia a mostrare segni di equilibrio in virtù dei risultati positivi delle squadre di coda come Real Aci e soprattutto Ragusa, il prossimo avversario dell’undici di Carlo Platania, sabato a Mascalucia: scontro diretto che varrà doppio ai fini di una classifica che sta divenendo deficitaria.

Esordio dal quarto d’ora della ripresa per il nuovo arrivato Sergio Guglielmino (FOTO), importante rinforzo classe ’97 per il reparto offensivo, scuola Catania e con esperienze a Lentini, Gela e Taormina (e negli Allievi della S.Pio X).

«Con Marino e Ranno ci eravamo resi pericolosi in un primo tempo in cui abbiamo retto abbastanza bene. Segnali incoraggianti. Il gol che ha sbloccato la partita, subìto su calcio d’angolo, un altro dopo quello contro il Camaro, testimonia il nostro momento negativo. Discutibile la punizione che ha generato il secondo gol. Fondamentale l’impegno contro il Ragusa, così come gli altri a seguire che saranno alla nostra portata. Se riusciremo a sbloccarci sono certo che tutto sarà più facile. Aspettiamo che l’ultimo arrivato Sergio Guglielmino trovi la giusta condizione fisica per potere sfruttare la sua propensione offensiva».

C.DI S.AGATA – CATANIA S.PIO X   4-0

Città di S.Agata: Inferrera, Russo, Bon tempo F., Privitera, Scaffidi (87’Presti), Zingales, Segreto (83’Seck), Cicirello (77’Longo), Mincica (85’Franchina), Isgrò (71’Carrello). All. Bellinvia.

Catania San Pio X: Romano, Abdoullaye (52’Di Salvo) (78’Spampinato), Santanna, Pandolfo, Conte, Ranno, Santonocito, Ancione (61’Guglielmino), Marino (85’Vitale), Abate, Spina (67’Pappalardo). All. Platania.

Arbitro: Spedale (Palermo)


Marcatori: 41’ Cicirello, 48’ Mincica, 81’ Mincica (Rig.), 83’ Longo


]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Eccellenza Mon, 13 Nov 2017 06:44:13 +0000
Il Città di Messina doma a metà ripresa con un gol di Cardia il Real Avola. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15200:il-citta-di-messina-doma-a-meta-ripresa-con-un-gol-di-cardia-il-real-avola&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15200:il-citta-di-messina-doma-a-meta-ripresa-con-un-gol-di-cardia-il-real-avola&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Torna a sorridere il Città di Messina grazie al successo di misura sull’Avola conquistato questo pomeriggio al Garden Sport per il nono turno di Eccellenza. I giallorossi trovano così il riscatto dopo l’immeritato ko di Rosolini, aggiudicandosi i tre punti in un match risolto al 75′  da un colpo di testa del rientrante Cardia dopo innumerevoli occasioni create e non finalizzate. In mezzo anche qualche brivido per la difesa peloritana con l’Avola che si è fatta pericolosa con una conclusione a botta sicura di La Bruna sventata da un prodigioso intervento di Paterniti.

Undici iniziale giallorosso: Il tecnico Furnari, costretto a rinunciare agli infortunati Tiano e  Silvestri, si affida al solito 3-5-2 cambiando però alcuni interpreti. In porta Paterniti, difesa a tre composta Bombara, Filistad e Salvatore Leo, sulle corsie esterne riconfermato Di Stefano insieme a Davide Leo che prende il posto di un acciaccato Fragapane rimasto in tribuna. Sulla mediana Calcagno, Quintoni e Costa preferito a Cardia che parte dalla panchina dopo aver scontato due turni di squalifica. In attacco la coppia formata da Genovese e Rasà.

Primo Tempo: E’ il Città di Messina a bussare per primo nella porta avversaria, al 10′ bel fraseggio tra Genovese e Rasà con quest’ultimo che conclude centralmente. Un minuto dopo rispondono gli ospiti con una girata di Maltese che Paterniti riesce a neutralizzare in tuffo. Al 15′ scorribanda dei padroni di casa con Genovese che si invola sulla sinistra e mette al centro un pallone soltanto sfiorato da Rasà, sulla respinta della difesa arriva Quintoni con un piattone a botta sicura che sbatte però contro un difensore.

L’ennesimo rimpallo premia Calcagno che calcia da fuori area e trova l’angolo mentre i compagni protestano per un tocco di mano avversario che cambiato la traiettoria della conclusione. Al 28′ ancora giallorossi in avanti con un bel lancio di capitan Bombara per Costa che da posizione conclude senza però trovare la mira giusta. Furnari chiede maggiore spinta e cambia modulo in corsa passando al 3-4-3 con Davide Leo spostato in avanti. Al 39′ va in gol Salvatore Leo con tocco da distanza ravvicinata dopo un traversone, il direttore di gara annulla per fuorigioco su segnalazione dell’assistente. E’ l’ultima azione degna di nota della prima frazione di gara.

Secondo Tempo: Nella ripresa il Città di Messina parte a razzo e in soli cinque minuti colleziona tre occasioni che Rasà non riesce a trasformare in rete, confermando una cronica difficoltà a concretizzare che affligge la squadra giallorossa. Al 57′ bell’azione di rimessa di Davide Leo che lancia Costa sulla destra, ma l’ex centrocampista di Taormina e Milazzo sbaglia i tempi del cross e permette l’uscita sicura di Scordino. Poco dopo lo stesso Davide Leo lascia l campo in preda ai crampi, al suo posto entra Mastroieni insieme ad Alessandro che rileva Calcagno per ristabilire la regola degli under in campo.

l 61′ ancora una ghiotta occasione per Rasà che si trova a calciare un rigore in movimento scaricando però sul corpo del portiere avversario. Al 66′ squillo dell’Avola con un colpo di testa in tuffo di La Bruna dopo un’incertezza in uscita di Paterniti. Due minuti più tardi è ancora la formazione siracusana a prendere l’iniziativa con Paolo Costa che si avvicina indisturbato al limite dell’area e conclude a lato. Furnari getta nella mischia anche Cardia che prende il posto di Giuseppe Costa. Ed è proprio Cardia al 69′ protagonista di un colpo di testa sugli sviluppi di un corner che sfiora il palo e si spegne sul fondo.

Al 72′ brividi per il Città di Messina con un contropiede dell’Avola che vede Maltese mettere al centro per La Bruna che a pochi metri dalla linea di porta si lascia ipnotizzare dall’ottimo Paterniti. E per la legge del calcio all’affondo successivo il Città di Messina trova il vantaggio con un’inzuccata di Cardia che fulmina Scordino, siamo al 75′. Grande festa per il mediano ex Igea Virtus che festeggia nel migliore dei modi la recente nascita della figlioletta Irene.

I padroni di casa abbassano i ritmi e gestiscono senza affanni il vantaggio. A sei minuti dal termine ci riprova Cardia con una bella rovesciata su punizione di Quintoni, Scordino para. Dopo quattro minuti di recupero termina il match.

Città di Messina – Avola 1-0

Marcatore: 75′ Cardia

Città di Messina: Paterniti, Di Stefano, D.Leo (60′ Alessandro), S.Leo, Filistad, Bombara, Costa (68′ Cardia), Calcagno (60′ Mastroieni), Rasà (79′ Codagnone), Genovese (87′ Ginagò), Quintoni. In panchina: A.Maisano, De Luca. Allenatore: Giuseppe Furnari

Avola: Scordino, Arena, Toscano, Quarto, Nobile, Mozzicato, Fichera, P.Costa, Maltese, Butera (79′ Maccarone), Mangiagli (65′ La Bruna). In panchina: Donzella, Parisi, Bonaventura, Tiralongo, Caruso. Allenatore: Luca Di Gregorio

Arbitro: Giovanni Ninfa di Palermo. Assistenti: Davide Di Dio di Caltanissetta e Michele Ciappa di Caltanissetta

Ammoniti: Mozzicato, Nobile, Fichera (A), Mastroieni (CdM)

 

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") Eccellenza Wed, 01 Nov 2017 21:18:43 +0000
Catania S. Pio X , ancora un k.o. Vince il Camaro 3-0. Biancorossi in zona playout. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15199:catania-s-pio-x-ancora-un-ko-vince-il-camaro-3-0-biancorossi-in-zona-playout&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15199:catania-s-pio-x-ancora-un-ko-vince-il-camaro-3-0-biancorossi-in-zona-playout&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Il Catania S.Pio X incassa il quarto stop di fila. Vince il Camaro al “Bonaiuto Somma” nell’anticipo della nona giornata di Eccellenza B. Per i biancorossi etnei, fermi a 8 punti ormai da un mese, pesa il quintultimo posto che significa zona playout.

La società, per voce del Digì Andrea Milazzo, conferma la piena fiducia al tecnico Carlo Platania. «Quando la squadra non riesce a segnare, visti i 5 gol in 9 gare complessive, purtroppo si entra in una fase di stress mentale che ti porta a subire e ad essere puniti alla prima circostanza a sfavore – ha commentato Milazzo - . E dopo Pistunina, con un gol beccato in ripartenza, prosegue questo periodo negativo che speriamo di superare al più presto: da ora abbiamo 10 giorni per preparare il doppio impegno col S.Agata, valido per campionato prima e Coppa Italia poi, tutto nell’arco di 3 giorni. Platania non è in discussione. Sulla squadra non si escludono provvedimenti. Bisognerà lavorare con massima concentrazione».

«La squadra continua a costruire gioco e a proporsi, ma non riesce a concretizzare, soprattutto nella ripresa con molti palloni in area non messi a frutto – l’analisi di Platania - . Da rivedere un intervento a inizio ripresa su Ranno, da ultimo uomo e quindi da possibile espulsione di un avversario. Non cerchiamo alibi, è chiaro, bisogna trovare la forza e il coraggio per uscire dalle sabbie mobili».

La cronaca di S.Pio X – Camaro: Locali in campo con l’Under Pappalardo in avanti dall’inizio, panchina per Pietro Santonocito, assente Sapienza.

Pericolo Camaro in avvio: Bonamonte da fuori sfiora la traversa con una staffilata di destro, risponde Abate con una sforbiciata di poco alta da piazzato di Garufi.

Camaro in vantaggio al 23’, testa di Assenzio su cross di Cappello: 0-1. Raddoppio Camaro al 30’, Bonamonte da quaranta metri vede fuori dai pali romano e lo beffa.

Ripresa: Pietro Santonocito, da poco in campo, su punizione a giro conclude di poco alto, Abate da centro area calcia poco sopra la traversa, Spina da fuori area sfiora il palo con un tiro a mezza altezza, sull'altro fronte Spoto impegna il portiere di casa con un interno sinistro. Al 41 terza rete di Daniele Ancione, abile a raccogliere da un lancio del suo portiere Mannino e depositare in rasoterra a tu per tu con Romano.

Catania S. Pio X   0    Camaro   3

Marcatori: 23' pt Assenzio, 30' pt Bonamonte, 41' st D. Ancione.

Catania San Pio X: Romano, Conte, Villani (1' st P. Santonocito), Pandolfo, Finocchiaro (35' st M. Santonocito), Ancione (22' st Spina), Santanna, Garufi, Pappalardo (10' st Marino), Abate, Ranno. All: Carlo Platania.

Camaro: Mannino, Cappello, Mondello, Munafó (324 st Campo), Pettinato, Falcone, Sturniolo (26' st Spoto), Assenzio, Paludetti (40' st Princi), D. Ancione, Bonamonte (10' st Morabito). All: Pasquale Ferrara.

Arbitro: Emanuele Orlandi di Siracusa. Assistenti: Salvatore Runza e Andrea Breci di Siracusa.

Ammoniti: Ranno, Villani e Conte (Catania S. Pio X), Sturniolo e Cappello (Camaro).

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Eccellenza Wed, 01 Nov 2017 20:38:37 +0000
Arriva Peppe Mascara....il Giarre cala il poker al Pistunina: 4-0 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15198:arriva-peppe-mascarail-giarre-cala-il-poker-al-pistunina-4-0&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15198:arriva-peppe-mascarail-giarre-cala-il-poker-al-pistunina-4-0&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Prima gioia per il neo mister del Giarre Peppe Mascara che supera con un pesante 4-0 il Pistunina. Al Regionale i gialloblu dimostrano di poter dire la loro nel proseguo della stagione per raggiungere l’importante obiettivo dei playoff.

Primo Tempo: Prima azione pericolosa al 3’ con Lamia che vince un contrasto con Sylla in mezzo al campo e da fuori area lascia partire un destro che Vitale para. Al 5’, invece, è Keita a riscaldare i guantoni di Colonna che respinge senza problemi. Il portiere giarrese è protagonista al 10’ neutralizzando altre due conclusioni pericolose di Ancione e Colucci.

La gara si sblocca al 20’ con un cross dalla destra di Carbonaro su cui si avventa Caputa che di testa insacca. Il raddoppio arriva al 29’ con il solito Caputa che firma la sua doppietta personale con un morbido pallonetto a beffare Vitale dopo un’azione corale tra Compagno e Leotta.

Secondo Tempo: Nella ripresa la formazione ospite al minuto 8 orchestra un’azione ben congegnata: Ardiri serve in verticale Ghartey il quale, tallonato da Francesco D’Arrigo, spera verso la porta ma Colonna si distende respingendo il tiro. Al 15’ Ardiri cerca il gol della domenica con un missile da fuori area ma ancora Colonna si distende e intercetta la sfera. Il Giarre al 25’ ritorna avanti con Sanfilippo che serve Leotta il quale appoggia dietro per Compagno ma la sua botta da fuori area viene deviata in angolo da Vitale.

I padroni di casa archiviano la pratica con il tris di Lamia al 27’ che scaraventa una staffilata dalla distanza fulminando l’estremo difensore messinese. Il poker, invece, si concretizza nei minuti finali di recupero: conclusione di Carbonaro respinta dal portiere con Lamia sottomisura pronto al tap-in che viene deviato in rete da Keita per il più classico degli autogol.

GIARRE    4            PISTUNINA    0

Marcatori: 20’ e 29’ pt Caputa, 27’ st Lamia, 47’ st aut. Keita

Giarre: Colonna, Santitto, Sanfilippo, Patanè(35’ st Privitera), Miano, F. D’Arrigo, Caputa(41’ st Curcuruto), Lamia, Carbonaro, Compagno, Leotta. A disposizione: Dovara, Spampinato, Villari, Carrabino, Romano. All. Mascara

Pistunina: Vitale, Keita, Caldore, Ardiri(4’ st Sanglimbeni), Chiglen, Puzone(1’ st Minissale), Colucci(1’ st Scarfì), Sylla, Ancione, D. Lo Giudice, Ghartey. A disposizione: Fazio, Sergi, Raciti, L. Lo Giudice. All. Raciti

Arbitro: Papaserio di Catania; assistenti Rizzo e Conti di Enna

Note: espulsi al 48’ Keita (P) e al 49’ Carbonaro (G)

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà".) Eccellenza Wed, 01 Nov 2017 20:07:17 +0000
Terzo k.o di fila per il Catania S. Pio X. Un gol di Lo Giudice regala la vittoria al Pistunina. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15177:terzo-ko-di-fila-per-il-catania-s-pio-x-un-gol-di-lo-giudice-regala-la-vittoria-al-pistunina&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15177:terzo-ko-di-fila-per-il-catania-s-pio-x-un-gol-di-lo-giudice-regala-la-vittoria-al-pistunina&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Il Catania S.Pio X incappa nella terza sconfitta consecutiva, senza segnare. Ottava giornata di Eccellenza indigesta per i biancorossi, battuti a Messina dal Pistunina per 1-0 con un gol di Lo Giudice a 4 minuti dalla fine e con la superiorità numerica non sfruttata per l’espulsione del peloritano Fonti, da poco in poco e in evidenza grazie a 2 gialli in rapida sequenza. Di Ancione nel primo tempo ed all’inizio del secondo, di Abate e Gatto le occasioni della S.Pio X.

Con un giorno in più rispetto al prossimo avversario, visto l’anticipo odierno, l’undici di Carlo Platania dovrà preparare la riscossa nell’infrasettimanale di mercoledì 1 novembre, valido per il nono turno, a Mascalucia in casa contro il Camaro: un delicato big match per la permanenza.

Al tecnico etneo affidiamo il commento della trasferta in riva allo stretto: «Ci stava già stretto il pareggio – analizza così il momento delicato della sua squadra -. Siamo stati scarsamente impensieriti e, di contro, abbiamo costruito tanto ma prodotto niente: abbiamo dei limiti in fase offensiva, dobbiamo prenderne atto. E il gol subito, nei 5 minuti finali e in superiorità numerica ma senza sbilanciarci troppo visto il 4-3-1-2 schierato, è stato frutto di un cambio campo sbagliato, nato a 70 metri dalla nostra porta: in concreto non abbiamo saputo leggere il pallone giocato nella circostanza ».

Un periodo storto sintetizzato con una metafora da Platania: «Perderemmo anche se giocassimo a solitario…con le carte truccate. Al minimo errore, paghiamo. Non ci resta che lavorare con massima calma e serenità per preparare il Camaro».

Pistunina-Catania San Pio X 1-0  IL TABELLINO
Marcatori:
41' st D. Lo Giudice

Pistunina: Vitale, Caldore, Scarfì (14' st R. Ancione), Ardiri, Puzone, Chiglien, Sylla, Keita, Minissale (14' st Fonti), D. Lo Giudice (48' st Sergi), Ghartey (44' st Colucci). Allenatore: Ezio Raciti. A disposizione: Fazio, Raciti, L. Lo Giudice.

Catania San Pio X: Romano, Conte, Pandolfo, P. Santonocito, Finocchiaro (40' st Spina), Garufi, Sapienza, Santanna, S. Ancione (28' st Gatto), Abate, Pappalardo (20' st Marino). Allenatore: Carlo Platania. A diposizione: Tuccio, Consoli, M. Santonocito, Vitale.

Arbitro: Davide Cilio di Palermo

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Eccellenza Mon, 30 Oct 2017 05:55:18 +0000
La Nike Giardini passa a Furci su calcio di rigore trasformato da Cantarella. Ottima la prestazione del Calcio Furci. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15133:la-nike-giardini-passa-a-furci-su-calcio-di-rigore-trasformato-da-cantarella-ottima-la-prestazione-del-calcio-furci-&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15133:la-nike-giardini-passa-a-furci-su-calcio-di-rigore-trasformato-da-cantarella-ottima-la-prestazione-del-calcio-furci-&catid=85:eccellenza&Itemid=319 La Nike Giardini espugna il Comunale “Luigi Papandrea” superando con il minimo risultato la compagine di casa del Calcio Furci, che si deve arrendere dagli undici metri, grazie alla trasformazione del giovane Salvo Cantarella.

Siamo al 46’ del primo tempo, il primo minuto dei due di recupero concessi dal direttore di gara Garzo, con gli ospiti in avanti, azione che inizia dal capitano giardinese Alessandro Monforte per  Antonuzzo sulla destra, il n. 27 giallo-blu un vero motorino del gioco giardinese pennella un perfetto pallone al centro dell’area con Ingegneri che cerca di rinviare di testa, la sfera arriva al numero 8 in maglia Salvo Cantarella che viene messo giù dal difensore di casa Carlo Ralli, al di là dell’episodio del rigore, ottima la sua prestazione, con l’arbitro che indica il dischetto.

Dagli undici metri si presenta lo stesso Cantarella di fronte il giovanissimo portiere Lundi che nulla può sulla perfetta esecuzione del penality (portiere a sinistra pallone a destra all’angolino) con la gioia dei giocatori ospiti che festeggiano il vantaggio, arrivato pochi secondi dal fischio della prima parte di gara.

Si va al riposo con la Nike in vantaggio di un gol, anche se nell’arco della prima frazione, la squadra di mister Cerra ha cercato la via del gol con più insistenza anche se il numero uno furcese solo in due circostanze è stato chiamato in causa, su una forte punizione dal vertice sinistro dell’area di rigore di Monforte che ha costretto Lundi alla deviazione sopra la traversa.  La manovra degli ospiti è fluida come al 27’ quando il duo Monforte-Antonuzzo con quest’ultimo che ci prova dal limite, tiro centrale con ottima presa di Lundi.

Il Calcio Furci ben disposto in campo tiene testa ai più quotati avversari, la squadra di mister Mimmo Ucchino è scesa in campo priva d diversi titolari come Paolo Ciaccia, Giuseppe Ciulla, Massimo D’Urso infortunati, mentre l’acciaccato Giovanni Catania parte dalla panchina e dello squalificato Andrew Proteggente. In campo ben quattro Juniores che nonostante la loro giovinezza ed poca esperienza rispetto agli avversari sono riusciti a contenere il gioco dei più tecnici ed esperti giocatori giardinesi.

Il Calcio Furci  si va vivo in avanti in due circostanze con Andrea Fleres: Agnone dalla destra appoggia laterale per Lisitano che taglia sul lato opposto per Fleres che di prima intenzione dal limite fa partire un tiro a volo di poco sopra la traversa. Ancora il numero sette furcese protagonista qualche minuto dopo su perfetta punizione dalla trequarti di Agnone tenta il tiro a girare, buona l’intenzione ma di poco fuori dallo specchio della porta di Paolo Di Pietro. Poi arriva il gol che decide la gara, per la cronaca al 33’ lascia anzitempo il terreno di gioco il difensore Andò per infortunio, al suo posto il giovane Fazio.

Nella ripresa, mister Ucchino tenta la carta dell’attaccante Giovanni Catania, pur non al meglio della condizione tiene in apprensione la difesa giardinese ben sorretta dall’impeccabile Paolo Barresi, scalato di posizione dopo l’uscita di Andò, dal sempre presente Gianluca Manitta, ma veri pericoli alla porta di Di Pietro non arrivano, ci prova per due volte su calcio piazzato Gianpaolo Agnone ma con esito non certo brillante.  Arriva il triplice fischio finale dell’ottimo Garzo che sancisce il primo successo esterno della Nike Giardini sul difficile campo furcese, con i padroni di casa, escono sconfitti, ma a testa alta dal confronto con la squadra favorita per la vittoria finale.

Calcio Furci    0    Nike Giardini    1

Marcatore: 46’ Cantarella su rigore.

Calcio Furci: Lundi, Ingegneri, Lo Conte, Giannetto (65’ Gallina), Ralli, Giuffrida, Barile (54’ Catania), Lisitano (70’ Miceli), Agnone, Caminiti. All: Mimmo Ucchino.

Nike Giardini: Di Pietro, G. Manitta, Nocera, Andò (33’ Fazio), Barresi, Riccina, Lojacono (75’ Calì), Cantarella (86’ Maimone), D’Allura, Antonuzzo, Monforte. All: Andrea Cerra.

Arbitro: Giuseppe Garzo di Messina.

Ammoniti:  73’ Gallina, 80’ Agnone, 85’ Fleres  (Calcio Furci), 86’ Riccina (Nike Giardini).


]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Eccellenza Mon, 23 Oct 2017 03:50:45 +0000
Un gol di Nassi condanna il Giarre alla sconfitta: vince lo Scordia al Regionale. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15131:un-gol-di-nassi-condanna-il-giarre-alla-sconfitta-vince-lo-scordia-al-regionale-&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15131:un-gol-di-nassi-condanna-il-giarre-alla-sconfitta-vince-lo-scordia-al-regionale-&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Altra battuta d’arresto per il Giarre di Gaetano Mirto che incassa la terza sconfitta in campionato, seconda tra le mura amiche proseguendo a steccare contro tutte le avversarie dirette per l’obiettivo playoff. Al Regionale infatti passa il Città di Scordia, squadra ostica, ben messa in campo, cinica e tanto concreta.

Fa le prove per il gol Nassi al 18’ quando di testa insacca su cross di D’Angelo ma l’assistente arbitrale ferma tutto per fuorigioco. Azione fotocopia al 21’ con un cross di Truglio per il solito Nassi che stavolta vede la sua marcatura concretizzarsi con la convalida del direttore di gara.

Lamia si rende pericoloso al minuto 26 con una conclusione troppo centrare su passaggio decisivo di Simone D’Arrigo. Altra occasione gialloblu al 35’ con Curcuruto che schiaccia di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione ma manda a lato.

Nella ripresa l’occasione più ghiotta capita sui piedi di Provenzano all’11’, ben servito da Gambino in profondità, ma il suo pallonetto finisce alto. Il secondo tempo è tutto qui.

Prossima sfida per i giarresi nella tana della capolista Biancavilla per un match che si preannuncia caldissimo ed entusiasmante.

GIARRE    0            CITTA’ DI SCORDIA    1

Marcatore: 21’ pt Nassi

Giarre: Colonna, Curcuruto (1’ st Patti), Sanfilippo, F. D’Arrigo, Spampinato, Patanè, Lamia, S. D’Arrigo (30’ st Nirelli), Caputa, Compagno (1’ st Carbonaro), Leotta. A disposizione: Dovara, Privitera, Santitto, Villari. All. Mirto

Citta’ di Scordia: Valenti, Campagna, Godino, Provenzano, D’Angelo, Russello (40’ st Di Marco), Tallotta, Truglio (32’ st Tarantino), Nassi (21’ st Elamraoui), Zumbo, Gambino (40’ st Desi). A disposizione: Pandolfo, Scardillo, Mesticò. All. Pensabene

Arbitro: Toro di Catania; assistenti Severino e Raspanti di Catania

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà".) Eccellenza Sun, 22 Oct 2017 21:56:23 +0000
Tracollo interno per il Catania S. Pio X: la capolista Biancavilla vince 6-0 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15125:tracollo-interno-per-il-catania-s-pio-x-la-capolista-biancavilla-vince-6-0&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15125:tracollo-interno-per-il-catania-s-pio-x-la-capolista-biancavilla-vince-6-0&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Catania San Pio X travolto senza appelli, dopo un avvio promettente, di fronte alla capolista del girone B di Eccellenza. La settima giornata si conclude con una disfatta per i biancorossi che, a Mascalucia sul terreno amico, hanno costruito nel primo quarto d'ora tre preziose occasioni da rete: Garufi su punizione  esalta i riflessi di Pappalardo che chiude l'angolo e salva in corner con un balzo felino, Spina col piatto sinistro sibila il palo destro del portiere con una conclusione morbida dal limite dell'area, Santonocito con un'incursione da sinistra  scaglia un diagonale che viene deviato sul fondo dall'attenta difesa gialloblu.

Il Biancavilla, dopo un tiro a botta sicura di Caruso respinto a mezza altezza da Romano, realizza il gol che fa da spartiacque alla partita: Caruso al centro per Maimone che non sbaglia. Dieci minuti dopo Pandolfo atterra l'autore del gol, con conseguente ammonizione per il difensore locale, e Scariolo realizza dagli undici metri il primo dei tre centri personali, spiazzando l'estremo di casa.

Nella ripresa a poco servono i cambi repentini di Carlo Platania per provare a scuotere i suoi. Caruso, in sospetto offside che scatena le vane proteste della S.Pio X, riceve dalle retrovie, opera un tunnel su Romano e porge all'accorrente Lucarelli per il tris a porta vuota. Scariolo fa poker in contropiede. Il neoentrato Nicolosi di sinistro trasforma un preciso assist di Baiocco con una travolgente azione in verticale. Infine, da un cross di Scapellato e da un tap-in di Scariolo, cala definitivamente il sipario su una gara-incubo per i padroni di casa.

«Non si possono accampare scuse di fronte ad un risultato del genere – le motivazioni della sconfitta nelle parole del tecnico del Catania S.Pio X Carlo Platania -. Ottima la prima mezzora, poi l’1-2 micidiale incassato in pochi minuti con dinamiche simili e dopo lo 0-3 eravamo già con la testa negli spogliatoi, atteggiamento che mi fa rabbia. Sin qui le nostre colpe. Per il resto hanno inciso alcuni giudizi arbitrali che ci lasciano tanta amarezza per un esito che non avrebbe condotto ad un passivo così pesante: il difensore del Biancavilla Parisi è entrato col piede a martello sul costato di Spina, era un’espulsione nettissima non ravvisata, sullo 0-0. Lo 0-3 realizzato su un gioco pericoloso a nostro danno».

Catania S. Pio X   0    Biancavilla   6

Marcatori: 32'  Maimone, 44' su rig, 76' e 87'  Scariolo, 71' Lucarelli, 83' Nicolosi.

Catania S. Pio X: Romano, Conte (20' st Abate), Sapienza, Pandolfo (1' st Andoulaye), P. Santonocito, Garufi (46' M. Santanocito), Santanna, Ranno ( 80' Spampinato), Ancione, Spina ( 67' Pappalardo), Marino. All: Carlo Platania.

Biancavilla:Pappalardo, Orefice (67' P. Benfatta), Indelicato, Strano ( 75' Messina), Diop, Parisi, Caruso (71' Scapellato), Baiocco, Scariolo, Lucarelli ( 77' Nicolosi), Maimome. All: Cacciola.

Arbitro: Cosseddu di Nuoro.

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Eccellenza Sat, 21 Oct 2017 22:55:00 +0000
Terza vittoria di fila per il Città di Messina che supera per 1-0 il Paternò: decide il rigore di Rasà. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15085:terza-vittoria-di-fila-per-il-citta-di-messina-che-supera-per-1-0-il-paterno-decide-il-rigore-di-rasa&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15085:terza-vittoria-di-fila-per-il-citta-di-messina-che-supera-per-1-0-il-paterno-decide-il-rigore-di-rasa&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Il Città di Messina continua a correre e si gode la vetta della classifica in attesa dei risultati di domani. Questo pomeriggio i giallorossi hanno ottenuto la terza vittoria consecutiva, superando di misura il Paternò nell’anticipo della sesta giornata di Eccellenza disputato al Garden Sport. Un successo meritato per i peloritani che passano grazie al rigore trasformato da Rasà, si tratta dell quarto sigillo dal dischetto per l’attaccante ex Torregrotta e Milazzo, e difendono con i denti il risultato fino al fischio finale. Una prova di carattere per gli uomini di Furnari, bravi a non disunirsi dopo il rosso rimediato da Cardia ad inizio gara.

La gara: Orfano degli infortunati Genovese e Silvestri, Furnari si affida al tradizionale 3-5-2 con Paterniti tra i pali, terzetto difensivo composto da Bombara, Filistad e Salvatore Leo, sulla mediana Quintoni, Cardia e Alessandro, preferito dal primo minuto a Calcagno. Sugli esterni confermati Fragapane e Di Stefano mentre in attacco esordio da titolare per Codagnone che affianca Rasà.

Primo Tempo:Il primo sussulto della gara è ad opera del Paterò che all’ottavo si rende pericoloso con una botta di Barbieri sulla respinta di Filistad, Paterniti si dimostra attento e neutralizza in corner. Al 10′ ingenuità di Cardia che  commette un fallo di reazione su Viglianisi e si guadagna il cartellino rosso. Il Città di Messina è dunque costretto a rivedere i piani tattici con Rasà che si sacrifica in fase di contenimento arretrando di qualche metro. I giallorossi però non si fasciano la testa e al 14′ si fanno vivi con un diagonale di Codagnone che Cirnigliaro smanaccia in corner, ma l’arbitro assegna inspiegabilmente la rimessa per la formazione etnea. Al 30′ si ripristina la parità numerica quando l’esperto Chiavaro alza troppo il braccio in un contrasto in area con Codagnone, il direttore di gara assegna il dischetto ed estrae il rosso per il difensore ospite. Dagli undici metri si presente il solito Rasà che trasforma il suo quarto tiro dal dischetto. La prima frazione di gara si conclude senza ulteriori emozioni dopo tre minuti di recupero.

Secondo Tempo: La ripresa inizia con una ghiottissima occasione per il Paternò che sfiora il pareggio con un colpo di testa da distanza ravvicinata di Frittitta, Paterniti però compie il miracolo e riesce a dire di no con il piede. Al 55′ risponde il Città di Messina con un’incornata di Salvatore Leo che termina fuori non lontana dalla traversa. Al 66′ si rivede il Paternò nuovamente con un colpo di testa, ma la conclusione di Viglianisi è troppo prevedibile per creare affanni all’estremo difensore di casa. Furnari mette forze fresche e dopo Calcagno, subentrato ad inizio ripresa al posto di Codagnone, manda sul ring Costa e Mastroieni, rispettivamente per Quintoni e Rasà. Il Paternò tenta di fare la partita, ma i giallorossi riescono a difendere il vantaggio senza troppi rischi. Al 74′ chance per Mastroieni che non riesce però a finalizzare una manovra di rimessa. Al 90′ è Costa a trovarsi solo davanti al portiere dopo l’assist di Mastroieni, ma la mira del classe 1995 è imprecisa. Un minuto più tardi si rendono pericolosi gli ospiti con un tocco di Trovato dopo un’azione confusa in area, Filistad però riesce ad opporsi prima che il pallone arrivi in porta. Dopo cinque minuti di recupero il Città di Messina può far festa.

Bombara e compagni portano a casa tre punti pesanti e continuano la striscia vincente in un campionato finora denso di soddisfazioni. Nel prossimo turno i giallorossi saranno ancora di scena al Garden Sport per sfidare l’Atletico Catania.

Città di Messina – Paternò 1-0

Marcatore: 32′ rig. Rasà

Città di Messina: Paterniti, Di Stefano, Fragapane, S.Leo, Filistad, Bombara, Alessandro, Quintoni (75′  Costa), Rasà (70” st Mastroieni), Cardia, Codagnone (52′ Calcagno). In panchina: A. Maisano, De Luca, D. Leo, Ginagò. Allenatore: Giuseppe Furnari
Paternò: Cirnigliaro, Spampinato, Gallo (85′ Favara), Ciarcià, Chiavaro, Trovato, Emanuele (65′ Castelli), Viglianisi, Randis, Barberi (54′ Balsamo), Frittitta. In panchina: Gulisano, Laudani, Minutola, Guarnera. Allenatore: Marco Coppa

Arbitro: Giovanni Agostoni di Milano . Assistenti: Manfredi Canale e Domenico Giuseppe La Monica, entrambi di Palermo

Ammoniti: Trovato, Barberi (P), Bombara, Calcagno,  Mastroieni (CdM)
Espulsi: Cardia (CdM),  Chiavaro (P).

Recupero: 3′ pt, 5′ st.

]]>
info@sportjonico.it (di "Città di Messina") Eccellenza Mon, 16 Oct 2017 05:03:52 +0000
Un gol ad inizio ripresa di Roberto Assenzio, il Camaro piega il Città di Ragusa. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15084:un-gol-ad-inizio-ripresa-di-roberto-assenzio-il-camaro-piega-il-citta-di-ragusa&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15084:un-gol-ad-inizio-ripresa-di-roberto-assenzio-il-camaro-piega-il-citta-di-ragusa&catid=85:eccellenza&Itemid=319 La vittoria tanto attesa è finalmente arrivata: il Camaro supera il Città di Ragusa e conquista il primo successo stagionale in campionato. Nel giorno dell'esordio in panchina di Pasquale Ferrara, Mondello e compagni sfoderano una bella prova, costruiscono numerose occasioni da gol senza rischiare nulla e, dopo un buon primo tempo, trovano i tre punti grazie al primo guizzo di Roberto Assenzio, che al 7' della ripresa firma il gol-partita.

Seguono ben quattro grosse chance per i padroni di casa, vicinissimi al raddoppio due volte con Paludetti, poi ancora con Assenzio e infine con Ancione, ma le pronte risposte del portiere e un pizzico di imprecisione lasciano il risultato in bilico fino al termine. Il Camaro però tiene bene fino al triplice fischio e porta a casa una vittoria importantissima per il morale ancor prima che per la classifica. La squadra di Ferrara, ora a quota 6 punti, da martedì preparerà l'impegno esterno in programma sabato sul campo del Real Aci.

La cronaca - Nel giorno del debutto sulla panchina del Camaro, Pasquale Ferrara si affida al 4-3-3: in porta c'è Mannino, difesa con Falcone, Morabito, Pettinato e Mondello, a centrocampo Assenzio, Munafò e Ancione, in avanti Sturniolo, Paludetti e Bonamonte.

Primo Tempo: I padroni di casa hanno subito un buon impatto col match e già dopo 4 minuti Assenzio recupera palla e serve in area Paludetti, che viene anticipato al primo tentativo ma ci riprova con il sinsitro mandando alto. Il Ragusa prova a farsi vivo dalle parti di Mannino al 12' ma il portiere non ha problemi a neutralizzare il destro da fuori di Zangara. Il Camaro torna a spingere e al 15' Mondello batte a rete su punizione dai 25 metri: gran botta mancina e palla che sfiora la traversa. Lo stesso Mondello al 24' trova lo spazio per il cross da sinistra, Bonamonte sotto porta colpisce male, interviene Paludetti ma il suo tiro viene rimpallato da un avversario. Ancora da un traversone di Mondello al 28', questa volta sugli sviluppi di un corner, nasce un altro pericolo in area ragusana ma Pettinato e Sturniolo mancano la deviazione a pochi passi dalla porta difesa da Di Martino. Al 37' punizione laterale del solito Mondello, respinta del portiere e sfera sui piedi di Bonamonte che batte a rete ma colpisce il compagno Sturniolo e Di Martino sventa la minaccia. Al 46' Ragusa in gol con Zangara ma a gioco già abbondantemente fermo per la posizione di offside del numero 10 ospite. Squadre al riposo con il punteggio sullo 0-0.

Secondo Tempo: E' un Camaro ancor più determinato quello che rientra in campo nella seconda frazione e bastano 50 secondi per vedere il primo tiro, è Bonamonte a provarci peccando però di imprecisione. Al 5' Assenzio apre per Ancione, che riceve in area a sinistra, trova lo spazio per il tiro e calcia a giro mandando il pallone di poco a lato. Passa un minuto ed è Paludetti a concludere da fuori: tiro però debole, il portiere interviene.

Il gol partita: ll Camaro continua spingere e raccoglie i frutti della pressione esercitata da inizio ripresa al 7': Bonamonte avvia la ripartenza, palla a Paludetti che serve Assenzio, inserimento in area da destra del centrocampista e tiro potente sul primo palo per la rete dell'1-0. Per Assenzio è il primo gol stagionale, per i neroverdi il primo centro su azione in campionato. Lo stesso Assenzio, lanciato da Ancione, si ripresenta davanti a Di Martino un minuto più tardi ma viene fermato dalla segnalazione di fuorigioco dell'assistente.

La squadra di Ferrara continua a tenere bene il campo e concede pochissimo agli avversari, insidiosi al quarto d'ora con la botta da fuori di Zangara che sfiora il palo alla destra di Mannino. Al 20' il Camaro torna a pungere in avanti: Ancione riceve sulla sinistra, si accentra e calcia di potenza senza però trovare lo specchio. Al 26' primo cambio neroverde: Princi rimpiazza Bonamonte. E' ancora la squadra di casa a tenere in mano il pallino del gioco e a sfiorare il raddoppio al 27': ennesimo cross di Mondello che trova Paludetti, la cui deviazione ravvicinata di prima è però centrale e Di Martino si salva.

Appena un minuto dopo è ancora Paludetti ad avere sui piedi il colpo del ko: servito dall'ottimo assist di Sturniolo, il numero 9 di casa si presenta davanti a Di Martino ma, tradito anche da un rimbalzo di troppo, calcia alle stelle. Al 32' lo stesso Paludetti lascia il posto a Campo. Al 35' ennesima chance per il Camaro: sul cross del neo entrato Campo, Assenzio tira di prima dal limite dell'area, Di Martino si distende e gli nega la doppietta.

Le occasioni non sono ancora finite: con il Ragusa proteso in avanti, al 40', Princi riparte in contropiede e serve Ancione, che si presenta davanti alla porta avversaria e batte a rete ma prima l'intervento Di Martino e poi il salvataggio di Caruso nei pressi linea di porta tengono il match ancora aperto. Al 41' Ferrara rinforza ulteriormente il centrocampo inserendo Spoto per Sturniolo. Il Camaro si difende bene anche nei minuti finali ed azzera ogni rischio fino al 3' e ultimo minuto di recupero. Al triplice fischio del direttore di gara può esplodere la gioia neroverde per il primo, meritatissimo, successo in campionato. In classifica si tocca quota 6 punti, prossimo impegno in programma sabato 21 ottobre in trasferta contro il Real Aci.

Camaro - Città di Ragusa 1-0

  • Marcatore: 7' st Assenzio.
  • Camaro: Mannino, Falcone, Mondello, Munafò, Pettinato, Morabito, Sturniolo (41' st Spoto), Assenzio, Paludetti (32' st Campo), Ancione, Bonamonte (26' st Princi). In panchina: Giorgianni, Ceccio, Velardi, Brigandì. Allenatore: Pasquale Ferrara.
  • Città di Ragusa: Di Martino, Zumbo, Russo, Marchese, Caruso, Priola, Manfrè, Calabretta, Spina, Zangara, Consales (1' st Boccaccio). In panchina: Cilmi, La Vaccara, Criscione, Baki, Brullo, Palacino. Allenatore: Diego Failla.
  • Arbitro: Ferdinando Emanuel Toro della sezione di Catania.
  • Assistenti: Gianfranco Alesci di Barcellona Pozzo della sezione di Gotto e Silvestro Messina della sezione di Catania.
  • Ammoniti: 14' pt Priola (R), 24' pt Munafò (C), 38' pt Consales (R), 11' st Bonamonte (C), 29' st Russo (R), 37' st Falcone (C).

]]>
info@sportjonico.it (di "Camaro1969") Eccellenza Mon, 16 Oct 2017 04:54:43 +0000
Catania S. Pio X, passivo ingeneroso a Scordia (3-0). Garufi fallisce un rigore ad inizio ripresa. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15083:catania-s-pio-x-passivo-ingeneroso-a-scordia-3-0-garufi-fallisce-un-rigore-ad-inizio-ripresa&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15083:catania-s-pio-x-passivo-ingeneroso-a-scordia-3-0-garufi-fallisce-un-rigore-ad-inizio-ripresa&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Il Catania S.Pio X torna da Scordia con una sconfitta per 3-0 al termine del match valido per la sesta giornata di Eccellenza girone B. Di D'Angelo e Zumbo su rigore nel primo tempo le reti dei locali, terza rete di Provenzano nel finale di gara. Sul 2-0 a inizio ripresa Nuccio Garufi ha calciato fuori un penalty che avrebbe potuto riaprire il confronto. Adesso testa e gambe alla prossima sfida, in programma sabato a Mascalucia contro la corazzata Biancavilla.

«Dopo lo svantaggio abbiamo dimostrato di avere una buona supremazia. - Analizza la partita il tecnico della S.Pio X Carlo Platania -. Siamo entrati in area di rigore un bel po di volte senza concludere in porta, ciò aumenta il rammarico al pari dei gol che abbiamo subito, ingenuamente: per esempio sul rigore del 2-0 dove bisognava compiere il cosiddetto fallo tattico per evitare di subirlo. Risultato pesante, ma riprenderemo in settimana a lavorare per il riscatto».

CITTA' DI SCORDIA- CATANIA S.PIO 3-0

Marcatori: 9' D'Angelo, 38' Zumbo su rigore, 83' Provenzano.

Città di Scordia: Valenti, Campagna, Godino, Provenzano, D'Angelo, Russello, Talotta, Truglio, Nassi, Zumbo, Gambino. All: Pensabene.

Catania S. Pio X: Romano, Musumeci, Pandolfo, P. Santonocito, Villani, Garufi, M. Santonocito, Santanna, Vitale, Abate e Ranno. All: Platania.

Arbitro: Tarallo di Agrigento.

 

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Eccellenza Mon, 16 Oct 2017 04:41:34 +0000
Con un gol su calcio di rigore, il Città di Rosolini passa al Regionale di Giarre, per i ragazzi di Mirto secondo stop stagionale. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15030:con-un-gol-su-calcio-di-rigore-il-citta-di-rosolini-passa-al-regionale-di-giarre-per-i-ragazzi-di-mirto-secondo-stop-stagionale-&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15030:con-un-gol-su-calcio-di-rigore-il-citta-di-rosolini-passa-al-regionale-di-giarre-per-i-ragazzi-di-mirto-secondo-stop-stagionale-&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Si pensava potesse essere un match di cartello quello di alta classifica tra Giarre e Città di Rosolini. Al Regionale finisce, invece, con uno striminzito 1-0 a favore della formazione siracusana di mister Natale Serafino. Ora i granata condividono la prima piazza con il Biancavilla. Incassano, invece, la seconda sconfitta consecutiva i gialloblu di Mirto che escono fuori dalla zona playoff.

Primo Tempo: Decide l’incontro, giocato per lo più in mezzo al campo e frammentato spesso dal direttore di gara, un episodio della prima frazione di gioco tra l’altro azione più pericolosa dei primi 45 minuti. Punizione dal limite dell’area al 31’ per il Rosolini, si incarica della battuta Melluzzo che pesca il mani in barriera di un giocatore giarrese. Penalty assegnato senza troppe remore da parte dell’arbitro. Dal dischetto si presenta lo stesso numero 11 che realizza il vantaggio nonostante Dovara abbia intuito la direzione della conclusione.

Secondo Tempo: Nella ripresa i padroni di casa tenteranno in tutti i modi di raddrizzare la partita ma senza risultato. Sussulto soltanto all’11’ quando Leotta tenta di approfittare di un errato disimpegno difensivo ma il suo colpo di testa in area piccola non inquadra lo specchio nonostante l’anticipo sul portiere in tuffo.

Nemmeno i cambi sortiscono gli effetti sperati e al triplice fischio la formazione locale esce tra i fischi proclamando anche il silenzio stampa negli spogliatoi.

GIARRE    0        CITTA’ DI ROSOLINI    1

Marcatore: 33’ pt Melluzzo su rigore

Giarre: Dovara, Curcuruto, Patanè, F. D’Arrigo, Spampinato, Patti, Lamia, S. D’Arrigo(24’ st Nirelli), Caputa, Compagno(8’ st Messina), Leotta(39’ st Sanfilippo). A disposizione: Colonna, Famà, Privitera, Riciputo. All. Mirto

Citta’ di Rosolini: Fornoni, Brancato, Rizza, Monaco, Ulma, Cavarra(41’ st Caruso), Sammito, Failla, Implatini, Ricca, Melluzzo(39’ st Errante). A disposizione: Cucuzza, Reginato, Di Dio, Covato, Di Stefano. All. Serafino Strano, Roccella,Godino, Di Peri, Liistro, Runza, Butera, Sillah, Sirugo, Ruiz, Bonaccorso

Arbitro: Saccà di Messina; assistenti Minutoli di Messina e Alesci di Barcellona Pozzo di Gotto

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà".) Eccellenza Mon, 09 Oct 2017 04:10:53 +0000
Salta la prima panchina in Promozione: il Città di Mascalucia solleva dall'incarico il tecnico Garofalo. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15024:salta-la-prima-panchina-in-promozione-il-citta-di-mascaluci-solleva-dallincarico-il-tecnico-garofalo&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15024:salta-la-prima-panchina-in-promozione-il-citta-di-mascaluci-solleva-dallincarico-il-tecnico-garofalo&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Il Città di Mascalucia comunica di aver sollevato in data odierna, domenica 8 ottobre 2017, il tecnico Giovanni Garofalo dall'incarico di allenatore della prima squadra. Ieri, in anticipo, la squadra biancazzurra è stata sconfitta per 4-0 a Messina dalla Gescal, in occasione del match della quinta giornata d'andata.

Nelle prossime ore verrà comunicato il nome del nuovo tecnico. La società ringrazia Garofalo per il lavoro svolto da agosto sino ad ora.

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Eccellenza Sun, 08 Oct 2017 18:41:54 +0000