Eccellenza Joomla! - il sistema di gestione di contenuti e portali dinamici http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=category&id=85&layout=blog&Itemid=319 Sat, 23 Jun 2018 15:39:49 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it Il Camaro fa 1-1 con il Città di S. Agata è fuori dai play-off. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16189:il-camaro-fa-1-1-con-il-citta-di-s-agata-e-fuori-dai-play-off&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16189:il-camaro-fa-1-1-con-il-citta-di-s-agata-e-fuori-dai-play-off&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Una prestazione di cui essere orgogliosi, carattere, voglia, determinazione, correttezza: il Camaro abbandona i playoff ma lo fa nel modo migliore, da grande squadra. Al “Vasi” di Gliaca di Piraino termina 1-1 il confronto con il Sant’Agata, con i padroni di casa che accedono alla finale del girone B di Eccellenza grazie al miglior piazzamento al termine della regular season.

Il Sant’Agata nella prima frazione gioca meglio e trova il gol al 29’ su azione d’angolo con Bontempo. Ma nella ripresa arriva la grande reazione del Camaro e il gol realizzato da Paludetti al 22’ è il giusto premio per lo splendido atteggiamento dei ragazzi di Ferrara. I neroverdi ci credono e provano a realizzare il gol del sorpasso andandoci vicino in più occasioni, sia nel corso dei tempi regolamentari che nei supplementari. Ma la rete che avrebbe regalato la qualificazione al Camaro non arriva e a fine gara alla soddisfazione per una bella prestazione si somma la delusione per un’impresa solo sfiorata. Il cammino neroverde dunque termina qui e si chiude oggi una stagione, quella del ritorno in Eccellenza, con un bilancio assolutamente positivo.

Camaro chiamato all’impresa al “Vasi” di Gliaca di Piraino nella semifinale playoff del girone B. I neroverdi hanno a disposizione un solo risultato, la vittoria, in virtù del quinto posto conquistato in campionato a fronte della seconda piazza occupata dagli avversari al termine della regular season. Ferrara modifica l’assetto della sua squadra e si affida al 4-2-3-1: Mannino in porta, Cappello, Sciotto, Pettinato e Mondello in difesa, Ancione e Munafò in mezzo al campo, Falcone, Assenzio e il classe ’99 Pantano alle spalle di Paludetti.

Sant’Agata arrembante in avvio e pericoloso dopo 2 minuti:
Mincica scappa a sinistra e serve Cicirello, tiro da posizione ravvicinata e gran riflesso di Mannino. Con il passare dei minuti il Camaro inizia però a prendere le distanze agli avversari, che tornano a spingere al quarto d’ora e vanno al tiro dal limite con Calafiore che però no inquadra la porta e manda a lato. Più insidioso il tentativo al 17’ di Mincica, che sfugge alla difesa su un rilancio dalle retrovie ma, davanti a Mannino, calcia alto. È un buon momento per il Sant’Agata e al 20’ Cicirello ruba il tempo a tutti ricevendo in area direttamente da una rimessa laterale, stacca bene di testa e colpisce la traversa.

Il Camaro, scampato il pericolo, prova a mettere un po’ di apprensione alla retroguardia avversaria al 22’ con Paludetti e Assenzio che si presentano innanzitutto area ma Russo è bravo a chiudere sventando la minaccia. Gli ospiti crescono e al 28’ vanno anche vicini al vantaggio: la spizzicata di testa di Cappello su un lancio lungo diventa assist per Assenzio, che si presenta in area e calcia da buona posizione ma trova la decisiva opposizione di Russo. Sul capovolgimento di fronte Pettinato è bravo a chiudere in scivolata su Isgrò ma, sul corner che segue, Bontempo anticipa tutti e deposita in rete bissando il gol segnato nel match di andata in campionato: al 29’ padroni di casa in vantaggio. Il Camaro prova a reagire e si presenta in area avversaria al 34’ reclamando invano per un contatto tra Russo e Paludetti. La parte finale del primo tempo non offre altre emozioni e si va al riposo con il Sant’Agata avanti 1-0.

Secondo Tempo:
Nell’intervallo Ferrara rimpiazza Falcone con Rossano. Il primo tentativo della ripresa è di Privitera ma il suo destro da fuori non impensierisce Mannino. La risposta del Camaro al 7’ con il destro a giro di Assenzio che termina non lontano dalla porta di Scurria. All’8’ nuovo cambio tra i neroverdi, ora a trazione anteriore con l’ingresso di Buda, un attaccante, per Sciotto, un difensore. Il Camaro prende coraggio e spinge con intensità costruendo una grande occasione al quarto d’ora: Cappello scambia con Assenzio e serve Mondello, sinistro di prima e palla sull’esterno della rete.

Tre minuti più tardi altra azione di marca neroverde: cross da sinistra di Mondello e deviazione in spaccata di Rossano che manda alto. Al 20’ è bravo Cappello e chiudere su Isgrò interrompendone una bella azione personale. Ma il Camaro è vivo e al 22’ raddrizza il risultato: cross di Cappello, contro-cross di Mondello palla in area e tocco vincente sotto porta di Paludetti per l’1-1. Il gol del pari galvanizza la squadra di Ferrara che ci riprova già al 23’: Buda premia l’inserimento di Mondello, chiuso da Scurria in uscita a pochi passi dalla porta.

Al 24’ ci prova anche Pantano: fuori misura il suo sinistro dalla distanza. Il Sant’Agata torna a farsi vedere in avanti al 28’: il destro al volo di Isgrò termina dell’esterno della rete. Nel finale squadre stanche e poche emozioni fino al 40’, quando Calafiore dai 20 metri batte a rete trovando la risposta sicura di Mannino che blocca la sfera. Il Sant’Agata chiude la frazione in avanti: al 44’ Assenzio salva su Russo, un minuto dopo Mannino si oppone alla conclusione ravvicinata di Mincica. Non succede altro fino al triplice fischio che manda le squadre ai supplementari.

Il primo tempo è caratterizzato da un nervosismo che cresce con il passare dei minuti e l’arbitro Akash deve fare spesso ricorso al cartellino (gialli per Mondello e Russo e per Gazzè e Inferrera dalla panchina.

Le migliori occasioni arrivano nel finale di frazione: sul cross di Isgrò al 14’ Mincica gira a lato, dall’altra parte Cappello lancia Assenzio che sbaglia il controllo a due passi dalla porta di Scurria. È nel secondo tempo supplementare che il Camaro produce il suo massimo sforzo sfiorando il gol che avrebbe regalato la qualificazione Dopo un tiro a lato di Mincica al 1’, sono infatti i neroverdi a rendersi per due volte pericolosi: al 4’ Buda con una gran girata chiama Scurria alla deviazione volante in corner, al 6’ su azione d’angolo Pettinato colpisce di testa ma non riesce a trovare la porta. Segue una fase di grande nervosismo con il gioco spezzettato a tal punto da indurre l’arbitro a concedere cinque minuti di recupero, nel corso dei quali il Camaro non trova più le forze per spingere.

Il match termina 1-1, risultato che premia il miglior piazzamento del Sant’Agata. Il fischio finale sancisce dunque l’eliminazione del Camaro, che esce dal campo a testa altissima dopo aver dato tutto per provare a prolungare una stagione che resta in ogni caso più che positiva e di cui essere assolutamente orgogliosi.

Città di Sant'Agata - Camaro 1-1
Marcatori
: 29' pt Bontempo (CdS), 22' st Paludetti (C).

Città di Sant'Agata: Scurria, Russo, Bontempo, Privitera, Scaffidi, Zingales, Lupo, Calafiore (12' st Franchina), Cicirello (19' st Matera), Mincica, Isgrò. In panchina: Inferrera, Tricamo, Segreto, Fogliani, Scarlata. Allenatore: Santi Bellinvia.

Camaro: Mannino (8' sts Sanneh), Cappello, Mondello, Sciotto (8' st Buda), Pettinato, Munafò, Falcone (1' st Rossano), Assenzio, Paludetti, Ancione, Pantano (8' sts Campo). In panchina: Cordima, Gazzè, Spoto. Allenatore: Pasquale Ferrara.

Arbitro: Akash Josè Maria Nuckchedy della sezione di Caltanissetta.
Assistenti: Domenico Giuseppe La Monica e Marta Di Franco della sezione di Palermo.

Ammoniti: Cicirello (CdS), Lupo (CdS), Scaffidi (CdS), Matera (CdS), Rossano (C), Russo (CdS), Gazzè (C) dalla panchina, Franchina (CdS)

]]>
info@sportjonico.it (di "Fonte Usd Camaro") Eccellenza Sun, 29 Apr 2018 22:42:04 +0000
Catania S. PIo X, chiusura in parità con Giarre (2-2). http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16157:catania-s-pio-x-chiusura-in-parita-con-giarre-2-2&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16157:catania-s-pio-x-chiusura-in-parita-con-giarre-2-2&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Un pari per 2-2 chiude l’annata del Catania S.Pio X in Eccellenza girone B. I biancorossi, forti di un bilancio che li ha visti concludere al nono posto con 38 punti, si erano già assicurati la possibilità di disputare il massimo torneo regionale per il sesto anno consecutivo.

Al “Bonaiuto Somma” gara senza obblighi di vittoria ma con l’obiettivo da entrambi i lati di onorare gli ultimi 90 minuti di campionato. Regna l’equilibrio sino a quando gli ospiti vanno avanti con Petrullo e Redondo alla mezzora del primo tempo, l’uno con un tap-in da centro area e l’altro con una deviazione su precedente conclusione rasoterra.

Simone Abate, al gol numero 14 in stagione che lo consacra tra i migliori dell’Eccellenza, accorcia le distanze insaccando in spaccata volante un cross di Badje allo scadere della prima frazione. Nella ripresa pareggia Badje, tra le sorprese positive di quest’anno, di testa su cross di Ranno. Carbonaro e Asero timbrano la traversa, Garufi, Abate e Badje sfiorano i montanti della porta ospite a conclusione di una partita tutt’altro che scontata.

“Siamo contenti della classifica finale, abbiamo lanciato alcuni giovani e delle soddisfazioni sono arrivate – ha commentato il Presidente biancorosso Piero Doccula -. Il futuro: ci sono dei contatti con Comuni del comprensorio etneo per poter usufruire di un campo in cui disputare le gare interne, nei prossimi mesi avremo le idee più chiare”.

“Per via di varie vicissitudini abbiamo adattato dei giocatori ad alcuni ruoli-chiave, come quello di difensore centrale. – traccia un bilancio tecnico Saro De Cento -. Nel complesso abbiamo operato al meglio, togliendoci qualche sassolino dalla scarpa. Futuro: sono a disposizione della S.Pio X”.

“Nelle ristrettezze economiche, abbiamo affrontato la sfida a viso aperto e raggiunto l’obiettivo di una serena permanenza – commenta il Direttore Generale Andrea Milazzo -. Mi auguro che nel mio futuro ci sia la continuità di lavoro con questa società”.

CATANIA S.PIO X   2     GIARRE                    2

Marcatori: 31' Petrullo, 33' Redondo, 43' Abate, 10ì st Badje.

Catania S. Pio X: Zumbo, Abdoulaye (46' Santanna), Di Salvo (60' Spina), Conte, Costa, Spitaleri, Ranno, Garufi, Abate, Messina, Badje. All: De Cento.

Giarre: Incatasciato, M. Spampinato (18' Asero), Finocchiaro (13' st Sanfilippo), Di Maio, D'Arrigo, Sakho (46' Miano), J. Santitto (90' M. Santitto), J. Spampinato (82' Carrabino), Carbonaro, Petrullo, Redondo. All: Mascara,

Arbitro: Neto di Messina. Assistenti: Anile di Acireale e Catanese di Messina).

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Eccellenza Mon, 23 Apr 2018 17:45:20 +0000
Il Giarre saluta i tifosi nell'ultima al Regionale con un pareggio (1-1) con il Caltagirone. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16121:il-giarre-saluta-i-tifosi-nellultima-al-regionale-con-un-pareggio-1-1-con-il-caltagirone&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16121:il-giarre-saluta-i-tifosi-nellultima-al-regionale-con-un-pareggio-1-1-con-il-caltagirone&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Non riesce l’impresa al Caltagirone che a Giarre non va oltre l’1-1. I calatini avrebbero dovuto vincere per evitare i playout ed ottenere la salvezza diretta ma non ci sono riusciti. Da parte loro i gialloblu di Peppe Mascara si congedano dal Regionale, con ancora 90 minuti da disputare sabato in trasferta contro il Catania San Pio X, con la consapevolezza di aver mantenuto senza grossi problemi la categoria sfiorando pure i playoff.

Primo Tempo: Dopo appena 7 minuti Redondo da sinistra testa i riflessi di Polessi, portiere di esperienza, che respinge. Al 19’ azione brillante dei giarresi sull’asse Redondo-Carbonaro-Petrullo, quest’ultimo dalla destra confeziona un assist in orizzontale con Wally che salva mandando in angolo ma sfiorando anche l’autogol.

Jammeh manda in profondità al 24’ Floridia che in diagonale spedisce di poco a lato. Quattro minuti dopo è Navanzino con un bolide ad impegnare Incatasciato che manda in corner con una mano. Vantaggio per i padroni di casa al 32’ con Redondo che, lanciato da una lunga rimessa del portiere, approfitta di un errore in disimpegno difensivo di Jammeh e deposita in rete beffando Polessi in uscita con un tocco maligno.

Secondo Tempo: Nella ripresa al 3’ Petrullo ha un’occasione d’oro ma Polessi salva in angolo. Da qui in poi salgono in cattedra gli ospiti che ci proveranno in tutti i modi a pervenire al pareggio. Al 23’ Abdullahi, servito da Buttiglieri, si fa anticipare da Incatasciato in uscita nel cuore dell’area. Al 35’ Messina ci prova dalla lunga distanza sfiorando il palo. Azione fotocopia del neo entrato Conti, classe 2000, al 38’ e stavolta la sfera gonfia la rete per l’1-1. Ultimo sussulto al 46’ con una punizione a giro di Messina che sorvola l’incrocio.Inizio modulo

GIARRE    1            CALTAGIRONE    1

Marcatori: 32’ pt Redondo, 38’ st Conti

Giarre: Incatasciato, J. Santitto (35’ st M. Spampinato), Finocchiaro, Di Maio, D’Arrigo, Miano (26’ st Sakho), Petrullo (20’ st Asero), Carrabino (8’ st Pagano), Carbonaro, J. Spampinato, Redondo. A disposizione: Grasso, M. Santitto. All. Mascara

Caltagirone: Polessi, Wally, Susso (27’ st Secondo), Lamarana (1’ st Messina), Genovese (30’ st Giaquinta), Buttiglieri, Dieme Jammeh, Alma (16’ st Conti), Abdullahi, Floridia, Navanzino. A disposizione: Placenti, Giarratana, Ruscica. All. Buoncompagni

Arbitro: De Francesco di Messina; Ciappa e Ciavarella di Caltanissetta

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà" ) Eccellenza Mon, 16 Apr 2018 17:34:25 +0000
Semaforo rosso per il Catania S. Pio X nella stracittadina: 'Atl. Catania vince 3-1 in rimonta. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16120:semaforo-rosso-per-il-catania-s-pio-x-nella-stracittadina-atl-catania-vince-3-1-in-rimonta&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16120:semaforo-rosso-per-il-catania-s-pio-x-nella-stracittadina-atl-catania-vince-3-1-in-rimonta&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Semaforo rosso per il Catania S.Pio X nella stracittadina contro l'Atletico che vince 3-1. 90 minuti alla fine del campionato di Ecccellenza B, sconfitta ininfluente per i biancorossi che, già salvi da tempo, rimangono sempre al nono posto posto con 37 punti ed attendono il Giarre per la chiusura stagionale: si giocherà sabato alle 14.45 al “Bonaiuto Somma” di Mascalucia, ingresso libero come annuncia la società.

Abate, al gol numero 13 in stagione, manda avanti gli ospiti al quarto d'ora, i locali piazzano tre colpi nella ripresa e tengono vive le speranze di salvezza, passando dai playout che diventano certi a partire da oggi. Guglielmino si fa parare un rigore da Di Carlo che evita il 3-2.

“La partita era stata preparata nel migliore dei modi, pur con le assenze per infortunio di Costa, Messina e Conte, come testimonia l'ottima partenza ed il bel primo tempo che abbiamo dispuato – commenta il Direttore Generale del Catania S.Pio X Andrea Milazzo -. Poi un crollo mentale nella ripresa, dovuto anche a fattori ambientali in cui la tensione l'ha fatta da padrona”.

ATLETICO CATANIA   3   CATANIA S.PIO X         1

Marcatori: 16' Abate, 46'  e 52' Di Venuto, 68' Torcivia.

Atl. Catania: Di Carlo, Pulvirenti, Stancampiano, Bonnici, Real ( 13'st Copia), Russo, Licciardello (35' st M. Corona), Di Veuto, G. Corona (32ìst Gallipoli), Torcivia (40'st Cultraro), Platania. All: Richichi.

Catania S. Pio X: Romano, Abdoulaye (9' st Di Salvo), Ranno, Cannone (20' st Sagna), Santanna, Marino (9' st La Spina), Spina, Spitaleri, Abate (9' st Trawally), Guglielmino, Dadone. All: De Cento.

Arbitro: Campisi di Siracusa. Assistenti: Runza e Breci di Siracusa.

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Eccellenza Mon, 16 Apr 2018 17:24:56 +0000
Il Città di Messina fa poker nel derby con il Pistunina: -1 dal traguardo della Serie D. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15997:il-citta-di-messina-fa-poker-nel-derby-con-il-pistunina-1-dal-traguardo-della-serie-d&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15997:il-citta-di-messina-fa-poker-nel-derby-con-il-pistunina-1-dal-traguardo-della-serie-d&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Un derby senza storie quello andato in scena al Garden di Mili. Un derby decisivo per la corsa alla serie D del Città di Messina che a 3 giornate dalla fine mette le mani sul traguardo promozione distante adesso solamente un punto. Matematica a parte, la formazione di Giuseppe Furnari si conferma la più forte del torneo, surclassando il Pistunina sempre più vicino alla zona play-out.

Regge 37′ minuti la squadra di Raciti, poi Sergio Silvestri sbrana il cross di Costa e in volo d’angelo porta avanti i suoi. Nella seconda parte di gara è monologo Città di Messina, mai in difficoltà contro i rossoneri e capace di trovare il goal in altre tre occasioni: Cardia, Codagnone, Porcino. Eccezion fatta per il centrocampista ex Igea Virtus, giunto alla decima rete in campionato, le marcature giallorosse portano le firme di un classe 99′, di un 97′ e di un 98′. Ecco l’unica nota stonata in casa Città di Messina, le mancate convocazioni nelle rappresentative Juniores e Allievi per il prossimo Torneo delle Regioni in Abruzzo lasciano l’amaro in bocca per una società che da diversi anni fa del proprio vivaio il proprio punto di forza.

Due settimane di pausa adesso, per ritrovarsi al Marullo di Bisconte dove il prossimo derby col Camaro potrebbe valere una straordinaria serie D.

Undici Iniziale Città di Messina: Furnari non altera il proprio 3-5-2, dove Fragapane scala in difesa per sostituire lo squalificato Filistad. In porta Paterniti, S.Leo e Bombara a completare il reparto arretrato, esterni gioventù con Silvestri e Di Stefano, mediana presidiata da Cardia, Costa e Quintoni. Lo Giudice-Codagnone in attacco.

Primo Tempo: Per 12 minuti non succede nulla e non risulta esaltante nemmeno il primo tentavo locale, con Cardia che dalla distanza trova una deviazione avversaria che favorisce l’intervento di Vitale. Cinque minuti più tardi è ancora Città di Messina, stavolta con una rimessa laterale. Fragapane cerca Codagnone, girata acrobatica per Costa che manda alto con il sinistro. Al 34′ Quintoni pesca Cardia dalla bandierina ma il colpo di testa non trova lo specchio.

Passano 3 minuti e il muro eretto dal Pistunina si sgretola. Azione prolungata del Città di Messina, Cardia pesca sul filo del fuorigioco Costa, cross per Silvestri che in tuffo batte Vitale. E’ il 40′ e i padroni di casa si riaffacciano in zona pericolosa ma il mancato intervento di Keità disorienta Di Stefano che non riesce a presentarsi a tu per tu con l’estremo difensore ospite. I primi 45′ minuti scorrono senza ulteriori sussulti, frazione mediocre ma Città meritatamente avanti.

Secondo Tempo: Nemmeno 60 secondi e il Città si rende pericoloso nella ripresa. Costa viene lanciato nello spazio da S.Leo, palla al centro per Codagnone che riesce ad agganciare la sfera ma cicca la conclusione. Il Pistunina non regge più le offensive del Città che al 48′ guadagna un calcio di rigore. S.Leo lancia Costa, ancora decisivo nel pressing su Di Maggio che costringe il 2ooo rossonero a stenderlo. Sul dischetto si presenta Cardia che spiazza Vitale e raggiunge la doppia cifra in campionato.

Pochi secondi dopo Marziale prova a scuotere i suoi ma la sua conclusione è facile preda di Paterniti. Il Città fa brillare gli occhi al proprio mister al 57′. Cardia per Lo Giudice, movimento ad aggredire l’area del centrocampista che libera lo spazio a Codagnone pronto a trasformare nel 3-0 il perfetto assist dell’ex di giornata. Porcino per Silvestri.

Sussulto di gran classe firmato Ancione al 66′, ma il gran sinistro dell’attaccante rossonero sfiora l’incrocio. Princi per Cardia. Rasà per Codagnone. Alla mezz’ora della ripresa la festa è completa. Porcino si guadagna un fallo sulla trequarti avversaria, Quintoni batte veloce per Lo Giudice, cross all’indirizzo del difensore classe 98′ che da vero attaccante aggredisce il primo palo e trova il goal del 4-0. Alessandro per Costa. A 9′ dalla fine La Corte per Lo Giudice. Al 90′ Ardiri pesca perfettamente Ancione ma la bella conclusione al volo non inquadra lo specchio.

Città di Messina-Pistunina 4-0

Marcatori: 36′ pt Silvestri, 5′ st Cardia (rig.), 14′ st Codagnone, 32′ st Porcino

Città di Messina: Paterniti, Silvestri (22′ st Porcino), Di Stefano, Leo, Bombara, Fragapane, Costa (35′ st Alessandro), Cardia (29′ st Princi), Codagnone (31′ st Rasà), Lo Giudice (39′ st La Corte), Quintoni. A disposizione: Maisano, Di Vincenzo. Allenatore: Furnari.

Pistunina: Vitale, Keità, D’Angelo, Bellamacina, Chiglien (33′ st Giacopello), Ardiri, Marziale, Di Maggio, Colucci, Visconti (12′ st Ancione), Ghartey (31′ st Minissale). A disposizione: Stracuzzi, Miuccio, Sergi, Grazioso. Allenatore: Raciti (squalificato).

Arbitro: Stefania Genoveffa Signorelli di Paola
Assistenti: Federico Severino e Antonino Alessio Di Paola di Catania

Ammoniti: Di Maggio (P), Minissale

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") Eccellenza Sat, 17 Mar 2018 20:03:23 +0000
Catania S. Pio X con un gol di Badje supera il Real Aci è conquista la matematica salvezza. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15996:catania-s-pio-x-con-un-gol-di-badje-supera-il-real-aci-e-conquista-la-matematica-salvezza&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15996:catania-s-pio-x-con-un-gol-di-badje-supera-il-real-aci-e-conquista-la-matematica-salvezza&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Il Catania San Pio X si assicura la permanenza in Eccellenza con l'ausilio della matematica al termine della giornata 27 di Eccellenza b, 12esima di ritorno, quartultima stagionale.

Decide una perla di Badje in una gara dalle scarse emozioni: a nove  minuti dalla fine assist di Messina al limite per il giovane colored che in mezzo a tre avversari controlla, si gira ed indirizza la sfera sotto la traversa. Questo l'unico sussulto della ripresa, dopo un primo di chiara marca locale, in virtù dei pericoli firmati Garufi, fermato da un grande intervento a terra di Nicotra, Abate che gira di testa un cross di Garufi e Badje che calcia alto in corsa dopo una veloce percussione.

Di Finocchiaro e Mammone, sui quali compie due prodigiosi Romano sempre nella prima frazione, l'unica proposizione offensiva vera e propria degli ospiti. Biancorossi rivoluzionati in difesa per via delle assenze di Costa, Conte, Santanna e Nobile: Cannone, Musumeci con Abdoulaye e Ranno sugli esterni non hanno fatto sentire la mancanza degli assenti svolgendo in maniera impeccabile il compito affidatogli dal tecnico De Cento

Il Digí del Catania S.Pio X Andrea Milazzo: “La salvezza è  il coronamento di una stagione piena di lavoro e ben  programmata, l'obiettivo che ci eravamo prefissati è stato raggiunto in anticipo, abbiamo ben operato nella scelta dei giovani e Badje ne è l'esempio. Adesso a piccoli passi inizieremo a porre le basi per il futuro”.

“Salvezza meritata, merito dell'operato di tutti, dalla società ai giocatori. Futuro? È  prematuro parlarne, per il momento andiamo in pausa con la serenità di chi ha raggiunto l'obiettivo”, questo il commento del tecnico Saro De Cento.

Catania S. Pio X   1    Real Aci 0

Marcatore: 36' st Badje.

Catania S. Pio X: Romano, Musumeci, Cannone, Marino (35'stSpina), Abdoulaye, Spitaleri, Ranno, Garufi (40ì st Trawally), Abate (38' st Guglielmino), Messina, Badje (44' Dadone). All: De Cento.

Real Aci: Nicotra, Pennisi, Patanè, Scalia (26' st Da Silva), Bisicchia, Tornatore, Mammone, Licata (35' st Laudani), Finocchiaro, Costa (21' st Drammeh), Rasà (11' st Reitano). All: Benedettino.

Arbitro: Galioto di Siracusa. Assistenti: Breci di Siracusa e Rubino di Catania.

 

 

 

 

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Eccellenza Sat, 17 Mar 2018 19:34:44 +0000
Catania S. Pio X vince a Ragusa (3-1) ad un passo dalla salvezza. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15967:catania-s-pio-x-vince-a-ragusa-3-1-ad-un-passo-dalla-salvezza&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15967:catania-s-pio-x-vince-a-ragusa-3-1-ad-un-passo-dalla-salvezza&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Il Catania S.Pio X torna al successo dopo due sconfitte consecutive. A Ragusa, contro una squadra imbottita di Juniores, il successo biancorosso per 3-1 avvia il percorso salvezza verso la conclusione anticipata: 11esimo turno di ritorno, 26esimo generale di Eccellenza B, 4 gare al termine.

Per la definitiva permanenza occorrerà attendere lo scontro diretto di sabato a Mascalucia contro il Real Aci. Ansoumana Badje firma il secondo gol personale in stagione sbloccando il risultato a metà primo tempo, Ranno raddoppia poco dopo, quindi il Ragusa, ormai in predicato di retrocedere in Promozione dopo la crisi societaria che lo ha investito nei mesi scorsi, prova a riaprire i giochi ma fallisce un rigore con Vicari. Nella ripresa a segno ancora Ranno nel finale Vicari realizza il gol della bandiera.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Ci siamo presentati con alcune modifiche sostanziali in difesa per via delle assenze di Costa, Conte e Nobile – commenta a fine gara il Direttore Generale S.Pio X, Andrea Milazzo -. Cannone è stato adattato a centrale difensivo quindi, abbiamo chiuso con 5 under in campo. Di fronte avevamo tanti ragazzi volenterosi tra cui Manfrè che ha propiziato il rigore ed il gol dell'1-3. Ci prepariamo adesso al Real Aci per brindare alla salvezza anticipata”.

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Eccellenza Sun, 11 Mar 2018 19:12:51 +0000
Il Città di Messina con Leo nella ripresa riacciuffa il Città di Scordia passato in vantaggio con Carioto. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15923:il-citta-di-messina-con-leo-nella-ripresa-riacciuffa-il-citta-di-scordia-passato-in-vantaggio-con-carioto&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15923:il-citta-di-messina-con-leo-nella-ripresa-riacciuffa-il-citta-di-scordia-passato-in-vantaggio-con-carioto&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Occhi puntati sul Garden Sport di Mili per il big match della 25esima giornata di Eccellenza. Città di Messina e Città di Scordia divise da 11 punti in classifica offrono una partita maschia che non delude le attese. Meglio gli ospiti nella prima frazione, capaci di schiacciare nella propria metà campo i locali. Reazione nella ripresa della formazione di Giuseppe Furnari.

Il tecnico giallorosso va elogiato per la capacità di spronare i suoi nell’intervallo, trasformati da chissà quali parole del proprio allenatore e grintosi nel trovare il gol del pareggio, trasformando l’opaca prestazione dei primi 45′. Segna ancora S.Leo, al 5° gol stagionale, il secondo consecutivo dopo quello che appena 7 giorni fa aveva aperto le marcature contro l’Avola.

Diventano 17 i risultati utili di Bombara e compagni, imbattuti adesso da più di un girone e saldamente primi a 5 giornate dalla fine. Il Città di Messina infatti, nonostante il pari, allunga sul Biancavilla sconfitto in casa del Paternò. Tra 8 giorni sarà ancora scontro diretto, stavolta in casa dell’attuale seconda forza del campionato (a pari punti con il Sant’Agata, uscita vincente dalla trasferta contro il S.Pio) , la partita che potrebbe dare lo strappo finale sul torneo.

I padroni di casa cambiano solo un elemento rispetto all’ultima partita: Costa infatti prende il posto di Quintoni sulla mediana. Paterniti a guardia dei pali con S.Leo, Filistad e Bombara in difesa, insieme al rientrante Costa ci sono Cardia e Alessandro a centrocampo, sugli esterni Silvestri e Fragapane. La collaudata coppia Lo Giudice-Codagnone in avanti.

Primo Tempo: I ritmi sono altissimi ma nei primi 15 minuti le occasioni latitano. Poi, il lampo. Cross dalla sinistra di Godino, Carioto anticipa tutti e con un gran mancino batte Paterniti. Scordia in vantaggio. Subisce e non poco il colpo il Città di Messina, paralizzato dalla pressione dei rossoblù, capaci di costringere nella propria metà campo i giallorossi.

Primo sussulto locale al 32′: Cardia lancia Fragapane sulla fascia mancina, scarico per Lo Giudice che sul secondo palo crossa su Silvestri, il classe 99′ prova al volo mandando il pallone alle stelle. Dieci minuti dopo Lo Giudice e Alessandro combinano da corner, la sfera viene respinta dalla difesa dello Scordia sui piedi del centrocampista che con il destro manda abbondantemente fuori. L’arbitro concede due di recupero e il primo tempo va in archivio, molto meglio lo Scordia, il Città soffre.

Secondo Tempo: La musica cambia nel secondo tempo. Sfiora il pareggio il Città dopo 7 minuti: la difesa dello Scordia allontana un angolo sui piedi di Filistad, cross per Lo Giudice che di testa trova una deviazione avversaria, Cardia in acrobazia mette il pallone a lato. Sessanta secondi dopo ancora Cardia ci prova con il destro dal limite ma il pallone non inquadra lo specchio.

Davide Leo entra per Alessandro e Silvestri riguadagna il posto nei 3 di centrocampo. Sussulto Scordia al 70′, con Elamraoui che semina due avversari e calcia in bocca a Paterniti dalla distanza. Lo Giudice al 78′ guadagna un calcio d’angolo. Lo stesso numero 10 trova S.Leo in area di rigore e il Città trova il goal del pari. Rete fondamentale per il centrale giallorosso, la più importante delle 5 stagionali come lo stesso Leo dichiarerà a fine partita alla stampa. Di Stefano per Silvestri, Quintoni per Fragapane. A sette dalla fine Rasà per Codagnone. Nel primo dei 5 di recupero concessi dal direttore di gara Lo Giudice impegna Valenti che risponde presente.

CITTA DI MESSINA-CITTA DI SCORDIA 1-1

Marcatori: 16′ pt Carioto, 29′ st S.Leo (CdM)

Città di Messina: Paterniti, Silvestri (37′ st Quintoni), Fragapane (37′ st Di Stefano), Leo S., Filistad, Bombara, Alessandro (19′ st Leo D.), Cardia, Codagnone (39′ st Rasà), Lo Giudice, Costa. A disp.: Maisano, Fofana, La Corte. All.: Furnari
Città di Scordia: Valenti, Campagna, Cassaro, Provenzano, D’Angelo, Godino, Elamraoui, Talotta, Nassi (37′ st Tarantino), Zumbo, Carioto. A disp.: Pandolfo,  Di Marco, D’Arrigo, Santangelo, Ambra, Nicolosi. All.: Pensabene

Arbitro: Bocchini di Roma 1
Assistenti: Scribani e Bentivegna di Agrigento

Ammoniti: Godino (CdS), Cardia (CdM), Bombara (CdM), Silvestri (CdM), Talotta (CdS), Filistad (CdM)

]]>
info@sportjonico.it (di "Fonte SSD Città di Messina") Eccellenza Sat, 03 Mar 2018 22:06:16 +0000
S. Agata cinico vince (4-1) con il Catania S. Pio X che rinvia la certezza matematica della salvezza. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15921:s-agata-cinico-vince-4-1-con-il-catania-s-pio-x-che-rinvia-la-certezza-matematica-della-salvezza&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15921:s-agata-cinico-vince-4-1-con-il-catania-s-pio-x-che-rinvia-la-certezza-matematica-della-salvezza&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Secondo Ko consecutivo per il Catania S.Pio X al termine della giornata numero 25 di Eccellenza girone B, decima di ritorno. Biancorossi fermi ancora a 30 punti, il vantaggio di 9 lunghezze di playout (a 22 c’è il Caltagirone che è avanti di +10 sul Ragusa terzultimo) a 5 turni dalla fine del campionato non preoccupa ma sarà necessario chiudere anzitempo la pratica permanenza, a partire da Ragusa domenica 11 marzo, e mettersi alle spalle questo sabato incolore.

Il Città di S.Agata si è imposto a Mascalucia per 4-1 in modo pragmatico, senza dominare ma con la capacità di saper approfittare delle distrazioni dei padroni di casa proprio in 2 momenti chiave della sfida, istanti favorevoli alla S.Pio X sotto il profilo dell’intraprendenza offensiva.

Se è stato l’undici di Bellinvia a provare a prendere in mano la partita con Fogliani, Mincica due volte e Cicirello nella prima mezzora, senza pungere, sull’altro fronte la risposta è arrivata con due opportunità firmate Badje: un colpo di testa alto di poco ed un destro violento su filtrante di Ranno che Inferrera è stato abile a deviare in corner poco prima del minuto 40. Un giro di lancette più tardi Mincica ha raccolto un lancio dalle retrovie, con la difesa avversaria sbilanciata, ed in diagonale ha sbloccato il risultato.

Nella ripresa, complice l’infortunio di Costa che ha costretto il tecnico etneo De Cento a sconvolgere l’assetto tattico con l’ingresso di Trawally in mediana ed i dirottamenti rispettivi al centro di Conte e sulla fascia di Spitaleri, la S.Pio X ha accusato il colpo ed ha incassato il raddoppio: assist rasoterra da sinistra di Mincica per Cicirello e tap-in vincente.

La reazione ha prodotto un colpo di testa vincente in mischia di Ranno, abile ad insaccare dopo respinta di Inferrera sugli sviluppi di una punizione da destra, e delle efficaci trame offensive su cui il S.Agata si è opposto non senza sofferenze. Sino al tris alla mezzora di Mincica che, lanciato da Calafiore sul filo del fuorigioco, ha superato in uscita con un tocco morbido Romano ed al poker di Cicirello che innescato da Mincica da sinistra ha avuto gioco facile a porta vuota.

Il difensore del Catania S.Pio X Dario Costa a fine gara: “Abbiamo pagato degli errori individuali, soprattutto nei gol subiti in contropiede, e alcuni infortuni hanno influito sulla sconfitta. Di positivo, sicuramente, la reazione sullo 0-2. Le prossime due partite saranno fondamentali per la salvezza, puntiamo a fare bottino pieno. Per quanto mi riguarda, ho risentito di un problema al polpaccio sinistro che già avevo avvertito in settimana, spero di recuperare”.

Catania S. Pio X 1   S. Agata 4

MARCATORI: 41' Mincica, 8' e 34' st Cicirello, 15' Ranno, 28' Mincica.

C.S.PIO X:Romano, Conte (29' st Di Salvo), Cannone, Santanna, Costa (1' st Trawally), Spitaleri, Ranno, Garufi (35' st Abdoulaye), Dadone ( 5'st Abate), Messina, Badje (41ì st Guglielmino). all: De Cento.

C.S.AGATA: Inferrera, Russo, Bontempo (15' pt Tricamo), Privitera, Scaffidi (42' st Manuli), Zingales, Lupo (40' st Matera), Calafiore, Cicirello (45' st Pino), Mincica (37' st Franchina), Fogliani. All: Bellinvia.

Arbitro: Pantaleo di Marsala. Assistenti: Ciacia e Di Franco di Palermo.

NOTE: Ammoniti Santanna, Calafiore e Ranno. Corner: 5-3. Spettatori circa 200.

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Eccellenza Sat, 03 Mar 2018 21:43:47 +0000
Secondo pareggio consecutivo casalingo del Giarre che non va oltre lo (0-0) con il Camaro. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15922:secondo-pareggio-consecutivo-casalingo-del-giarre-che-non-va-oltre-lo-0-0-con-il-camaro&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15922:secondo-pareggio-consecutivo-casalingo-del-giarre-che-non-va-oltre-lo-0-0-con-il-camaro&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Secondo pareggio consecutivo al Regionale per il Giarre di Peppe Mascara che impatta sullo 0-0 anche contro l’avversario diretto Camaro. I gialloblu non riescono a sfondare di fronte ad una squadra compatta e ben organizzata rimanendo distanti cinque lunghezze dalla zona playoff. L’undici allenato da Pasquale Ferrara non riesce ad approfittare del contemporaneo pari del Città di Scordia a Messina contro la capolista e rimane a -2 dal quarto posto.

Primo Tempo: Prima occasione per i padroni di casa al 5’ con Carbonaro che soffia la sfera a Pettinato per poi verticalizzare per Caputa il quale entra in area e spara verso la porta ma Mannino si distende e para. Al 22’ cross dalla sinistra di Messina, sponda di Leotta per Caputa che non inquadra lo specchio.

Secondo Tempo:Nella ripresa al 15’ si fanno vedere i neroverdi dalle parti di Colonna con Ancione che sugli sviluppi di un corner spara verso la porta ma il suo tiro viene deviato in angolo. Al 24’ il Giarre ci mette una pezza su un tiro sporco dei peloritani da parte di Buda maturato al termine di un’azione corale. Al 34’ Marrone serve Compagno il quale confeziona un assist in orizzontale ma Leotta sul secondo palo non arriva in tempo per deviare la palla in rete.Inizio modulo

GIARRE    0            CAMARO    0

Giarre: Colonna, M. Spampinato, Messina, Wajnsztejn, Sakho, D’Arrigo, Petrullo (25’ st Compagno), Marrone, Carbonaro, Caputa (19’ st Redondo), Leotta (44’ st Curcuruto). A disposizione: Incatasciato, J. Spampinato, Finocchiaro, Sanfilippo. All. Mascara

Camaro: Mannino, Cappello, Mondello, Sciotto, Pettinato, Falcone, D’Amico (19’ st Rossano), Assenzio, Paludetti, Ancione, Buda (47’ st Pantano). A disposizione: Sanneh, Munafò, Campo, Gazzè, Bonamonte. All. Ferrara

Arbitro: Nuckchedy di Caltanissetta; Gennuso e Ciavarella di Caltanissetta

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà" ) Eccellenza Sat, 03 Mar 2018 16:56:51 +0000
Il Catania S. Pio X nel finale perde di misura con il Camaro su un campo ai limiti della praticabilità http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15903:il-catania-s-pio-x-nel-finale-perde-di-misura-con-il-camaro-su-un-campo-ai-limiti-della-praticabilita&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15903:il-catania-s-pio-x-nel-finale-perde-di-misura-con-il-camaro-su-un-campo-ai-limiti-della-praticabilita&catid=85:eccellenza&Itemid=319 In un “Marullo Bisconte” ridotto ai limiti della praticabilità, e col rinvio ormai certo sino alle ore 15 che invece l'arbitro Mihalache di Terni ha commutato nella regolare disputa del match, il Catania S.Pio X torna a mani vuote dalla sfida esterna col Camaro valida per la giornata n.24, nona di ritorno, di Eccellenza B.

A decidere il confronto, dopo un rigore respinto da Romano su Ancione ad inizio ripresa, un gol di Buda a 6 dal termine che ha condannato i biancorossi al Ko.

Senza Abate in avanti e con Dadone per la prima volta titolare, senza Messina in mediana e Santanna in difesa, con Cannone finalmente ritrovato sull'esterna bassa dopo un infortunio, la S.Pio X ha chiuso a reti bianche un primo tempo equilibrato e dai pochi spunti, in virtù anche di un campo di gioco in condizioni proibitive. Nella ripresa il Camaro ha spostato decisamente il suo baricentro in avanti creando con Paludetti e Buda, oltre al rigore, per poi sbloccare il risultato nel finale.

Sabato a Mascalucia anticipo della decima giornata contro il S.Agata, un'altra delle battistrada del campionato che però è stata a sorpresa bloccata sull'1-1 dal Caltagirone, quest'ultima particolarmente sotto la costante attenzione dei catanesi, fermatisi a quota 30 punti, in quanto delimita la zona playout a 19.

L'analisi del tecnico Saro De Cento: “Una gran prestazione da parte nostra, alla fine siamo stati puniti da un'autorete di Conte su tiro di Buda. Inspiegabile la decisione dell'arbitro di rinviare prima la gara e, non appena alcuni dei miei calciatori avevano fatto ingresso in doccia, decisione invertita. Tra assenze per problemi di salute di Messina, Abate e Santanna, un campo impraticabile che ha creato difficoltà sia a noi che all'avversario,  un rigore subito abbastanza dubbio su cui Romano ha dimostrato di saper “fare il suo lavoro”, ai ragazzi mi sento solo di fare un plauso per come si sono espressi”.

CAMARO-CATANIA S.PIO X 1-0

Marcatori: 84' Buda.

CAMARO: Mannino, Cappello (24' st Gazzè), Mondello, Sciotto, Pettinato, Falcone, D'Amico ( 24' st Pantano), Campo, Paludetti, Ancione, Buda (42' st Assenzio). All:Ferrara.

C.S.PIO X: Romano, Musumeci, Cannone (40' st Spina), Conte, Costa, Spitaleri, Ranno, Trawally, Dadone (40' st Badje), Garufi, Guglielmino (34' st Abdoulaye). All. De Cento.

ARBITRO: Mihalache di Terni. Assistenti: Conti e Pirrena di Enna.

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Eccellenza Sun, 25 Feb 2018 22:34:43 +0000
Il Giarre non va oltre il pareggio con il Biancavilla, si allontanano i play-off. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15868:il-giarre-non-va-oltre-il-pareggio-con-il-biancavilla-si-allontanano-i-play-off&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15868:il-giarre-non-va-oltre-il-pareggio-con-il-biancavilla-si-allontanano-i-play-off&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Se non è addio poco ci manca. Il Giarre di Peppe Mascara impatta a reti inviolate contro la vice capolista Biancavilla e si allontana dalla zona playoff, adesso distante cinque lunghezze. Al Regionale i gialloblu non vanno oltre lo 0-0 conquistando soltanto un punto contro la compagine allenata da Tommaso Napoli. Adesso le speranze di recupero per Carbonaro e compagni sono aggrappate al prossimo scontro diretto casalingo contro il Camaro.

Primo Tempo: Al 3’ Chiavaro su punizione manda a lato. La prima occasione davvero pericolosa arriva al 26’ con Genovese che da fuori area tenta un pallonetto dopo una corta respinta di pugni di Colonna ma Sakho salva di testa all’incrocio dei pali. Al 38’ anche Randis ci prova su calcio da fermo ma troppo centralmente. Al 40’ un quasi pasticcio tra Sakho e Colonna costringe l’estremo difensore del Giarre a rifugiarsi in fallo laterale. Al minuto 43 un traversone di Genovese lambisce la traversa.

Secondo Tempo: Nella ripresa Carbonaro ci prova al 14’ con un tiro da fuori che sfiora il palo a Pappalardo battuto. Al 22’ è Leotta ad andare vicino alla marcatura mettendo la punta del piede sulla punizione di Messina da metà campo. Un solo giro di lancette e Savanarola calcia altissimo da buona posizione. Al 24’ ancora il numero 11 giarrese conclude in diagonale a lato dopo un’ottima triangolazione con Petrullo. Savanarola al minuto 32 nel cuore dell’area spara di sinistro ma Colonna respinge.

Su capovolgimento di fronte i padroni di casa in contropiede con Josè Spampinato concludono con poca potenza verso la porta dando il tempo a Pappalardo di risistemarsi nello specchio e parare il tiro.Inizio modulo

GIARRE    0            BIANCAVILLA    0

Giarre: Colonna, M. Spampinato, Messina, Wajnsztejn, Miano, Sakho, J. Spampinato, Marrone (49’ st Finocchiaro), Carbonaro, Petrullo, Leotta (44’ st Asero). A disposizione: Incatasciato, Carrabino, Caputa, D’Anna, Di Maio.

Biancavilla: Pappalardo, Caruso (20’ st Orefice), Chiavaro, Strano, Diop, Parisi, Savanarola, Russo, Randis (37’ st Marraffino), Genovese, Indelicato. A disposizione: S. Benfatta, Faro, Scalia, G. Spampinato, P. Benfatta. All. Napoli

Arbitro: Saputo di Palermo; assistenti Caruso di Palermo e Spanò di Messina

Note: espulsi al 44’ st Miano (G) e al 49’ st Strano (B)

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà") Eccellenza Sun, 18 Feb 2018 20:33:26 +0000
Una doppietta di Francesco Cardia, la capolista Città di Messina supera 2-0 il Rosolini. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15860:una-doppietta-di-francesco-cardia-la-capolista-citta-di-messina-supera-2-0-il-rosolini&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15860:una-doppietta-di-francesco-cardia-la-capolista-citta-di-messina-supera-2-0-il-rosolini&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Il Città di Messina conquista la 13^ vittoria consecutiva e vola temporaneamente a +9 in classifica in attesa delle gare di domani. Uomo simbolo del successo contro il Città di Rosolini è Francesco Cardia, gladiatore del centrocampo giallorosso grazie ad una prestazione eccellente sia in fase offensiva, la doppietta di oggi permette all’ex Igea di raggiungere Rosario Rasà a quota 8 centri stagionali, che in fase difensiva, con una quantità infinita di azioni avversarie spezzate e palloni recuperati.

La capolista non rischia nulla, passa dopo 2′ minuti e dimostra la consueta solidità difensiva che permette a Sebastiano Paterniti di assistere al match senza essere mai chiamato in causa. Gli ospiti restano in 10 ad inizio secondo tempo e reclamano per una presunta simulazione non segnalata dall’arbitro pochi secondi prima.

La prestazione corale della formazione di Giuseppe Furnari non lascia spazio ad ulteriori repliche e la concentrazione resta alta per la prossima trasferta ad Avola. Scontate le squalifiche, S.Leo e Filistad tornano titolari per completare il consueto muro difensivo con capitan Bombara, a centrocampo fasce affidate a Fragapane e D.Leo con Cardia, Silvestri e Costa in mezzo, Lo Giudice e Codagnone fanno coppia in avanti.

Primo Tempo: Pronti via e il Città si porta in vantaggio. D.Leo conquista un calcio di punizione sulla destra. Fragapane con il contagiri trova l’acrobatica deviazione di Cardia che viene sfiorata da Brancato in rete. Sono passati appena 2 minuti sul cronometro e i locali si portano sull’1-0. Gara in discesa per Bombara e compagni che tengono il campo con la solita disinvoltura senza rischiare nulla. Al 23′ Cardia intercetta un rinvio di Fornoni, Silvestri serve Fragapane, abile a vincere un contrasto e servire Codagnone che di prima intenzione manda di poco alto sulla traversa. Cinque minuti più tardi Cardia lancia Lo Giudice che anticipa l’intervento di Di Dio ma sul più bello manda alle stelle. Intorno alla mezz’ora è ancora Cardia a provarci su calcio di punizione ma il tentativo viene deviato dalla barriera. Nell’occasione proteste dei padroni di casa per possibile fallo di mano ma il difensore amaranto tiene il braccio attaccato al corpo Delli Carpini lascia correre.

Secondo Tempo: Nella seconda frazione il Città parte con il piede sull’acceleratore. Lo Giudice da corner pesca Codagnone. Il centravanti prova a liberarsi al tiro ma cade in area a seguito di un presunto contatto con la difesa ospite. Delli Carpini non fischia nulla scatenando le proteste del Rosolini che reclamava il giallo per simulazione del numero 9 giallorosso. Eccessive quelle di Brancato che viene spedito sotto la doccia e lascia in 10 i suoi.

Al 47′ il Città è sopra di un uomo e di un gol. Tre minuti dopo il Città fa accademia sulla destra e dopo una bella combinazione tra D.Leo, Silvestri e Codagnone costringe il Rosolini in calcio d’angolo. Al 53′ il Città sfiora il raddoppio ma D.Leo schianta sul palo l’ottimo pallone di Fragapane dalla sinistra. Al 61′ Silvestri serve sul filo del fuorigioco Lo Giudice, ma il 2 contro 0 viene arrestato dall’assistente per fuorigioco. Molto dubbio.

Passano appena 60 secondi e Lo Giudice viene messo giù in area di rigore. Il fallo inizia appena fuori l’area e si conclude dentro. Per Delli Carpini è penalty. Cardia dagli 11 metri non sbaglia. Furnari effettua il primo cambio al  70′ con Quintoni che rileva Costa. Cinque minuti dopo Rasà subentra a Codagnone. Alessandro per D.Leo.

Pochi secondi e il Città rischia di triplicare ma Cardia e Rasà si ostacolano sul perfetto corner di Quintoni mettendo a pochi centrimetri dal palo. Al 73′ Di Stefano per Silvestri. Princi per Lo Giudice al 79′. A 3 dalla fine Princi serve splendidamente Alessandro che si non concretizza su uscita di Fornoni.

Città di Messina-Città di Rosolini 2-0

Marcatori: 2′ pt e 19′ st (rig.) Cardia

Città di Messina: Paterniti, D. Leo (24′ st Alessandro), Fragapane, S. Leo, Filistad, Bombara, Silvestri (32′ st Di Stefano), Cardia, Codagnone (28′ st Rasà), Lo Giudice (39′ st Princi), Costa (21′ st Quintoni). A disposizione: Maisano, La Corte. Allenatore: Furnari.

Città di Rosolini: Fornoni, Brancato, Reginato (13′ st Implatini), Monaco (24′ st Ruta), Ulma, Di Dio, Sammito, Valerio, Errante (42′ st Innocenti), Ricca, Cavarra. A disposizione: Renno, Covato. Allenatore: Serafino.

Arbitro: Cosimo Delli Carpini di Isernia
Assistenti: Francesco Davide Bonaccorso e Antonino Alessio Di Paola di Catania

Ammoniti: Valerio (R), Fornoni (R), Ulma (R), Implatini (R)
Espulso al 2′ st Brancato (R)

]]>
info@sportjonico.it (di "Fonte SSD Città di Messina") Eccellenza Sat, 17 Feb 2018 21:55:38 +0000
Un gol nella ripresa di Ansumana Badje, il Catania S. Pio X supera 1-0 il Pistunina. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15858:un-gol-nella-ripresa-di-ansumana-badje-il-catania-s-pio-x-supera-1-0-il-pistunina&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15858:un-gol-nella-ripresa-di-ansumana-badje-il-catania-s-pio-x-supera-1-0-il-pistunina&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Il Catania S.Pio X torna al successo e batte una diretta concorrente per la salvezza, il Pistunina. Vittoria sofferta, per 1-0, che trascina sempre più verso la tranquillità i biancorossi, adesso a quota 30 punti dopo 23 giornate del campionato di Eccellenza girone B.

A decidere l’anticipo del “Bonaiuto Somma” un tiro al volo del neo entrato, classe ’99, Ansumana Badje, ben appostato al limite dell’area di rigore in occasione di una respinta corta dell’incerto Vitale, proiettatosi in uscita su Abate, il quale si era presentato a tu per tu col portiere ospite dopo un suggerimento in profondità di Conte.

Un palo per tempo: il Pistunina impreca per due legni colpiti da Grazioso, un palo esterno su punizione dal limite nel primo tempo, una traversa ad inizio ripresa su suggerimento da destra e ottimo controllo ed esecuzione quasi all’ingresso dell’area piccola. Altre due opportunità, una per tempo, sono state firmate da Di Maggio: un colpo di testa all’angolo basso che ha esaltato i riflessi di Romano, un mancato tap-in a centro area su suggerimento da sinistra.

Mentre Ancione non ha sfruttato la posizione favorevole per inquadrare lo specchio della porta al pronti-via della ripresa. Di Ranno, che in scivolata ha depositato sul fondo a fine prima frazione un cross in diagonale di Conte, di Abate e Costa che di testa hanno lambito i pali non centrando il raddoppio, gli acuti del Catania S.Pio X, capace di capitalizzare il gol del vantaggio anche grazie alla superiorità numerica maturata negli istanti finali, complice l’espulsione per doppio giallo di Napoli.

Post-gara con Saro De Cento: “Abbiamo cercato la vittoria con meno giocate e sfruttando le profondità. Di fronte avevamo un avversario che ha creato difficoltà con le ripartenze e sugli esterni. Ma credo che la S.Pio X valga tutti i 30 punti sin qui conquistati, punti che credo ancora non bastino.

Non siamo ancora salvi, ho detto ai miei giocatori che il campionato finirà ad Aprile quindi daremo sempre il massimo in ogni partita. Badje si sta ambientando, l’ho impiegato per un tempo e sono soddisfatto per la sua prestazione e per il suo gol”.

Catania S. Pio X   1    Pistunina  0

Marcatore: 70' Badje

Catania S. Pio X: Romano, Conte (43' st Nobile), Di Savo (21' st Marino), Santanna, Costa, Spitaleri, Ranno, Garufi (21' st Guglielmino), Abate, Messina, Spina (10 st Badje). All: De Cento (in panchina Rubino)

Pistunina: Vitale, Keita, Caldore (21' st D'Angelo), Bellamacina (38' st Garthery), Napoli, Ardili, Visconti (17' st Marziale), Di Maggio, Colucci (26' st Miuccio), Grazioso, Ancione (38' st Minissale). All: Raciti.

Arbitro: Franzò di Siracusa. Assistenti: Grasso e Anile di Acireale.

]]>
info@sportjonico.it (di "Giuseppe Signorino") Eccellenza Sat, 17 Feb 2018 21:33:37 +0000
La capolista cala il poker all'Atletico Catania (4-0) con il primo gol stagionael di Quintoni. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15833:la-capolista-cala-il-poker-allatletico-catania-4-0-con-il-primo-gol-stagionael-di-quintoni&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15833:la-capolista-cala-il-poker-allatletico-catania-4-0-con-il-primo-gol-stagionael-di-quintoni&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Come da pronostico vittoria agevole per i giallorossi grazie a due reti per tempo che mantengono le distanze dalle dirette inseguitrici. Note positive dai 90′ dello Zia Lisa in ogni caso, con la prima rete stagionale di Quintoni ed il primo goal in maglia Città per Pasquale Princi che nel giorno del suo compleanno festeggia rabbioso un centro che vuol dire comunque tanto a livello personale.

Partita che sarà ricordata sopratutto per gli esordi in Eccellenza dei 2000 M.Maisano e Di Vincenzo, da tempo aggregati alla prima squadra e finalmente gettati nella mischia. Scatta adesso l’ora X della stagione per la formazione di Furnari, le ultime 8 di Campionato saranno decisive con incroci di alta classifica che vedranno il Città affrontare le principali concorrenti al titolo e molte squadre coinvolte nella corsa play-off. Sabato al Garden arriva un Rosolini ferito dalla sconfitta contro il Paternò e si tornerà a fare sul serio.

Doveroso plauso alla formazione etnea, composta da baluardi e temerari tifosi innamorati a tal punto della loro squadra da affrontare ormai da parecchie settimane il campionato di Eccellenza senza appoggio societario.

Undici iniziale:Il Città tra infortunati (Calcagno e Ginagò) e squalificati (Codagnone e S.Leo), cambia volto nelle formazione iniziale. E’ 3-4-3 per la trasferta contro l’Atletico Catania ma senza un turnover massiccio come si poteva immaginare: confermato tra i pali Paterniti, con Porcino (tra i migliori in campo), Cardia arretrato e Bombara sulla linea difensiva. Quintoni e Costa a far da diga in mezzo al campo e fasce affidate a Fragapane e Di Stefano mentre in avanti Princi e Lo Giudice supportano Rasà.

Primo Tempo: Come da copione il Città gestisce il possesso del pallone sin dalle prime battute si rende pericolosa. Lo Giudice dopo 2′ spara di poco a lato un potente destro e 10 minuti più tardi Costa sfiora la traversa a botta sicura. Nel giorno del suo 26esimo compleanno, Pasquale Princi ha una voglia matta di far centro e al 13′ manca di poco il bersaglio con un destro al giro.

Il rischio di interpretare la gara in maniera troppo leggera è comunque da calcolare e al 15′ Paterniti mette in rimessa laterale su un tentativo di ripartenza etneo. Al 17′ la maledizione sotto porta di Giuseppe Costa si arricchisce di un nuovo capitolo in questa stagione, con l’errore da 0 metri dopo azione di calcio d’angolo. Le resistenze locali vengono abbattute al 28′, con una magia di Quintoni che pennella col mancino dalla distanza: 1-0.

Chiudere in fretta la gara è la parola d’ordine di giornata e Lo Giudice raddoppia al 31′ grazie ad una precisa girata che si stampa all’angolino basso della porta difesa da Russo. Lo stesso numero 10 ha la chance di chiudere i giochi già al 41′ ma fa buona guardia l’estremo difensore padrone di casa.

Secondo Tempo: Nella ripresa staffetta tra i pali, con A.Maisano che rileva Paterniti. Al 50′ è sempre Lo Giudice ad essere pericoloso ma la sua conclusione di prima intenzione su cross di Costa va alta. Nell’occasione successiva il Città trova il raddoppio: combinazione tra Lo Giudice e Rasà che libera alla conclusione Princi, rabbioso nel concludere da pochi metri per il 3-0. La Corte per Lo Giudice al 53′. Prova ad inserirsi nel tabellino dei marcatori anche Rosario Rasà ma il suo diagonale al 58′ trova un’ottima risposta di Russo. Al 63′ infortunio per Costa che viene sostituito da Alessandro.

L’Atletico Catania tenta di limitare i danni e conclude in porta al 67′ ma A.Maisano è attento. Un minuto dopo esordio in Eccellenza per M.Maisano che sostituisce Di Stefano. L’impatto del classe 2000 è di quelli che lascia ben sperare, ma il palo gli nega la gioia del goal su assist di Princi.

M.Maisano è una scheggia impazzita sulla destra e piazza l’assist del 4-o per la prepotente girata di La Corte. Nel giorno delle prime volte tocca a Di Vincenzo mettere il primo timbro nella casella delle presenze stagionali, rilevando Rasà al 75′. Sessanta secondi dopo Alessandro impegna Russo dalla distanza. Tra l’83′ e l’84′ cerca con estrema voglia la segnatura il neo-entrato Di Vincenzo senza trovare lo spunto giusto.

Atletico Catania - Città di Messina: 0-4

Marcatori: 28’ Quintoni, 31’ Lo Giudice, 8’st Princi, 32’st La Corte.

Atletico Catania: Russo, Ferraro, Lo Turco (35’st Ventura), Coco (25’st Orifici), Ficarra, Ruscica, Pulvirenti, Costa, Scuderi (45’st Di Giacomo), Consoli (38’pt Di Mauro), Ravaci. All. Lanzafame.

Città di Messina: Paterniti (1’st Maisano A.), Di Stefano (25’st Maisano M.), Fragapane, Porcino, Cardia, Bombara, Costa (20’st Alessandro), Quintoni, Rasà (33’st Di Vincenzo), Lo Giudice (9’st La Corte), Princi. A disposizione: Leo, Silvestri. All. Torre.

Arbitro: Lorenzo Armenio di Ragusa. Assistenti: Attardi (Ragusa) e Di Dio (Caltanissetta).

]]>
info@sportjonico.it (di "Fonte SSD Città di Messina") Eccellenza Sun, 11 Feb 2018 23:02:50 +0000