Eccellenza Joomla! - il sistema di gestione di contenuti e portali dinamici http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=category&id=85&layout=blog&Itemid=319 Mon, 10 Dec 2018 16:35:07 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it La Jonica colpita dall'uno-due di Taormina cede (2-1) al Paternò. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17120:la-jonica-colpita-dalluno-due-di-taormina-cede-2-1-al-paterno-&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17120:la-jonica-colpita-dalluno-due-di-taormina-cede-2-1-al-paterno-&catid=85:eccellenza&Itemid=319 L’ultima gara casalinga del 2018 è amara per la Jonica Fc che lascia l’intera posta in palio al blasone del Paternò Calcio per la gara valevole per la 14^ giornata del campionato di Eccellenza.  I ragazzi di mister Mimmo Moschella ancora falcidiata da diverse assenze presentava sin dal fischio d’inizio i neo acquisti  Gianluca Gazzè e Ciccio Cardia, mentre l’altro volto nuovo Matthias Puglisi ha fatto il proprio esordio ad inizio ripresa, sul fronte opposto gli etnei schieravano l’ultimo arrivato l’attaccante Antonio Lentini, ex Milazzo.

Obiettivo comune di portare a casa l’intera posta in palio, la Jonica in cerca di punti salvezza  imperativo era la vittoria che mancava da ben otto gare (l’ultima il 7 Ottobre fuori casa 3-0 sul campo del Real Aci), addirittura in casa dobbiamo risalire alla prima giornata (2-1) al Milazzo.  Il Paternò  in cerca di punti per rientrare nella griglia play-off ha gioito fuori casa (l’ultima volta il 7 Ottobre 2-1 sul campo del Marina di Ragusa, poi due pareggi e una sconfitta).

Con queste premesse si sono affrontate ieri pomeriggio al Comunale di Bucalo la Jonica e il Paternò che alla fine ha visto esultare i paternesi con i santateresini ancora una volta sconfitti sul terreno amico.  Una gara che si è caratterizzata nei primi 20’:  al 3’ gol del vantaggio del Paternò, la Jonica sfiora il pareggio ma subisce il raddoppio al 14’, addirittura al 20’ rimane in dieci uomini per l’espulsione di Marco Loria. Ingredienti di una stagione non certo fortuna per i colori giallorossi, nella ripresa riapre i giochi su rigore Monaco.

L’undici giallorosso al fischio d’inizio: Moschella recupera capitan Herasymenko ( ottima la sua prestazione ) al centro della difesa al fianco di Cambria. A destra nella linea difensiva a quattro Loria, a sinistra il giovane Manuli. In mezzo Ferraro, Cambria e  Monaco. In avanti tridente con due debuttanti dal primo minuto. Gazze'  destra e l'under Uscenti al centro. Completa il reparto Alessio Savoca a sinistra. Assenti per vari motivi Gugliotta, Potenza, Peppe Savoca, Sanfilippo, Lombardo, Smiroldo, Martines, Saglimbeni e Marchiafava.

Primo Tempo: Prima del fischio un minuto di silenzio spontaneo in memoria di Fiorino Chillemi, noto gestore di bar scomparso il giorno prima. Alla prima azione i locali si rendono pericolosi con un incursione di Monaco. Prima uscita per il Paterno e subito gol. Eccesso di leziosità della difesa giallorossa con susseguente calcio di punizione dal limite in posizione pericolosissima. Batte al 3' magistralmente Taormina ed è gol. Risponde al 10' sempre su calcio piazzato dal limite sul fronte opposto Ciccio Cardia ma Caruso risponde da fuoriclasse deviando in corner.

Al 14’ il raddoppio ospite: Un'altra incertezza lascia campo aperto ancora a Taormina dopo uno scambio con Cordaro  beffa in uscita l'incolpevole Vittorio. Al 20' espulso Loria per una gomita a Asero. Jonica in dieci per più di tre quarti gara e sotto di due reti. La partita sembra finita, ma non per i leoni di casa. Il tempo di riassettarsi in campo con lo spostamento dell'eclettico e positivo Gianluca Gazze' a destra che quattro dietro e si vara una 4-3-2 con Uscenti e Savoca coppia leggera e frizzante in attacco. Il primo tempo scorre senza troppi sussulti.

Secondo Tempo: Nella ripresa dopo un inizio di marca catanese, i padroni di casa nonostante l'inferiorità numerica prendono campo e coraggio. Al 10' esordio anche per Matthias Puglisi che prende il posto di Roby Cambria con lo spostamento di Cardia nel ruolo di centrale di difesa.

La Jonica accorcia le distanze: Al 28' Uscenti si catapulta come un falco su un pallone lanciato in verticale, supera Caruso che lo stende e rimane a terra per due minuti. Riprende il gioco e Monaco realizza a fil di palo il penalty dell'1-2.

Da lì' in avanti si gioca poco a calcio. L'estremo difensore rossoblu Caruso resta a terra intontito per i postumi del contrasto del rigore per ben otto minuti prima di riprendersi e ritornare in campo. Tra una sostituzione e l'altra i padroni di casa eroici le tentano tutte per centrare un clamoroso pareggio e non sfruttano al meglio due punizioni nelle quali si era lanciato nell'aria avversaria pure l'estremo difensore Orazio Vittorio. In pieno recupero grande parata di Caruso sulla punizione di Cardia.

La  farsa del recupero: Soltanto sei - scandalosi - minuti di recupero lasciano spazio a qualche recriminazioni per un direttore di gara che non ha eccelso in imparzialità. Per la cronaca al 90' La Forgia prende il posto di Max Herasymenko con Manuli spostato al centro ed al 48' Gaeta sostituisce uno sfiancato Gazze'.  Il triplice fischio accelerato lascia spazio a qualche protesta locale ed al giustificato tripudio della tifoseria ospite giunta in gruppo al Comunale di Bucalo.

Jonica Fc   1      Paternò   2

Marcatori: 3' e 14' Taormina, 73' Monaco su rigore.

JONICA : Vittorio, Loria , Manuli, Herasymenko ( 90' La Forgia ), Ferraro, Gazze' ( 48' Gaeta ), Uscenti, Cambria ( 55' Puglisi), Savoca, Cardia, Monaco. ALL : Mimmo Moschella

PATERNO’ : Caruso, Guerriera, Guarnera, Sessa, Raimondi, Godino, Asero, Zumbo, Lentini, Cordaro (56' Daniello ), Taormina ( 66' Caruso ). ALL : Pensabene.

Arbitro: Galioto di Siracusa.

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza Mon, 10 Dec 2018 11:24:06 +0000
Jonica Fc: Con i nuovi innesti guardiamo al futuro con più serenità...da oggi inizia un'altro campionato". http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17085:jonica-fc-con-i-nuovi-innesti-guardiamo-al-futuro-con-piu-serenitada-oggi-inizia-unaltro-campionatoq&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17085:jonica-fc-con-i-nuovi-innesti-guardiamo-al-futuro-con-piu-serenitada-oggi-inizia-unaltro-campionatoq&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Dalla prossima gara interna se possiamo dire, inizia un altro campionato per la matricola Jonica alla sua prima esperienza in Eccellenza. Dopo tredici giornate la compagine del Presidente Mimmo Saglimbeni occupa l’undicesimo posto in graduatoria: 12 punti, 3 vittorie, 3 pareggi e 6 sconfitte con 11 gol fatti e 14 subiti. Una posizione che collocata la Jonica a due giornate dalla fine nella griglia play-out, al momento disputerebbe gli spareggi per non retrocedere.

Non è questa l’intenzione dei dirigenti santateresini la cui intenzione è quella di mantenere la categoria, un ‘obiettivo già prefissato ad inizio stagione. Tutti consapevoli delle difficoltà di un torneo come quello dell’Eccellenza, dai dirigenti allo staff tecnico, dai giocatori agli sportivi.

Dodici punti in tasca in queste prime dodici giornate di campionato, con un po’ di fortuna in più la Jonica poteva avere qualche punto in più, una stagione difficile dove nell’ultimo mese si è aggiunta una nuova prerogativa non certo prevista “tanti infortunati”, nelle ultime gare coach mister Mimmo Moschella si è visto privato dell’intero reparto difensivo (dal portiere Andrea Gugliotta, ai difensori Sanfilippo, G. Savoca, Lombardo e il capitano Herasymenko), la dea bendata ha colpito anche Alessandro Saglimbeni, Mirko Smiroldo e Filippo Marchiafava.

Uomini contati per lo staff tecnico nelle ultime gare (nel frattempo sono andati via i due attaccanti Luca Galletta e Davide Aricò),  in questa situazione non prevista, ovviamente in estate, dove la Società ha operato in un progetto iniziale di dare, anzi di partire con il gruppo che negli ultimi due anni ha  fatto “grande” la Jonica con la storica promozione in Eccellenza, coronata anche da oltre due anni di imbattibilità.

Quindi era giusto dare fiducia al gruppo con la possibilità di potersi misurare in una categoria dove per la maggior parte era l’esordio assoluto.  A due giornate dal giro di boa è stata fatta una prima  valutazione dei risultati ottenuti tenendo conto anche della variante della catena degli infortuni, si può dire un campionato più che positivo, ma non basta per mantenere la categoria.

Ecco che patron Carmelo Saglimbeni insieme al suo staff hanno deciso di fare un’ulteriore sforzo  dal doppio obiettivo, quello presente di risalire la china in classifica che deve essere anche una base per  la prossima stagione, in quest’ottica la chiave di lettura dei cinque colpi di mercato messi in atto all’apertura del mercato di Dicembre.

Operare sul mercato per rafforzare la squadra senza perdere di vista la prerogativa di base della Jonica di questi anni, valorizzare i giovani del vivaio, farli crescere, farli maturare, ecco l’arrivo di gente esperta, di categoria alcuni anche un lusso per l’Eccellenza su tutti Ciccio Cardia e Giuseppe Martines che devono dare una mano alla crescita dei giovani della famiglia “Jonica”, come ha detto il Direttore Tecnico – Angelo Campagna – durante la conferenza stampa di presentazione dei nuovi arrivati “ prima vengono gli uomini, poi i calciatori”.

Questo dà conferma alle parole del Patron Carmelo Saglimbeni, un po’ emozionato ma sicuro nelle proprie scelte “ la Jonica prima di una squadra di calcio è una famiglia, io che di calcio capisco poco, mi sono accorto che in questa famiglia mancava qualcosa, ecco che sono arrivati quei “ragazzi”  di spessore che hanno scelto di “sposare la famiglia della Jonica”. Esemplare l’ultima battuta  “Nella vita mi sono divertito pochissimo, adesso nella vecchiaia mi diverto con voi giovani”.

Quindi possiamo affermare che questi primi mesi di Eccellenza, è stato un tirocinio per la Jonica, adesso a partire dalla prossima gara casalinga di Domenica 9 Dicembre al Comunale di Bucalo dove arriva un blasonato sodalizio con un passato in Serie C1, il Paternò  inizia un altro campionato dove la piccola cenerentola Jonica (squadra di un paese di poco meno di 10 mila abitanti) deve competere con un panorama calcistica formato da grandi città dove vantano una storica tradizione calcistica.  Nell’ultima giornata contro un'altra big sul campo del Città di Scordia. Questo non fa paura, tutti insieme, tutti uniti, tutti consapevoli delle proprie forze, delle proprie energie, con la propria organizzazione, ma soprattutto il senso di “famiglia” sono le armi vincenti della Jonica, l’orgoglio della riviera jonica messinese.

Ultima nota della presentazione dei nuovi acquisti, un dato non trascurabile ma che dà senso ai valori morali della Jonica, la presenza di Don Alessandro Malaponte, un prete sportivo che ha voluto benedire la squadra seguendo il binomio sport-religione, squadra come famiglia, i valori di base di tutti noi, per stare insieme,  con la speranza che le sue parole piene di gioia ed entusiasmo e di incoraggiamento “spazzino via gli infortuni….” per portare più in alto possibile la Jonica.

Nei loro interventi i nuovi arrivati hanno espresso l’intento già dalla prossima gara di conquistare i punti per tirare fuori dalla zona pericola la Jonica, dove tutti hanno voluto sottolineare il “valore della famiglia” non solo a parole, ma con i fatti.

Chi sono i nuovi volti della Jonica Fc che dal 1 Dicembre hanno deciso di indossare la maglia giallorossa della Jonica:

Il 29enne centrocampista Francesco Cardia proveniente dalla Serie D dal Città di Messina. Una carriera iniziata nella Primavera dell’Acr Messina dei tempi della Serie A e B,  poi le due stagioni in Serie D, due stagioni nel Villafranca Tirrena in Promozione, l’esperienza nel Rieti in Eccellenza,  due anni con l’Igea Virtus sempre in Eccellenza, poi nelle ultime tre stagioni la scalata dalla promozione alla Serie D con la maglia del Città di Messina.

Il 27enne siracusano Giuseppe Martines centrale, altro pezzo pregiato di questo mercato della Jonica,  esperienza in Serie C con la maglia della squadra della sua città, poi Palazzolo (Eccellenza e due di Serie D), sempre Eccellenza con il Città di Rosolini, ultima squadra l’Avola.

Da Messina arriva un altro giovane ma esperto giocatore  il 24enne Gianluca Gazzè di scuola Catania Calcio, poi due anni nella Berretti del Milazzo, Taormina Calcio, poi la parentesi con l’F24 Messina, per fare ritorna in Eccellenza con il Pistunina, Camaro per passare all’Igea Virtus in Serie D da dove proviene.

Da Catania a S. Teresa per Agatino Dadone, un ventenne attaccante cresciuto nelle giovanili del Catania, fino ad arrivare nella Berretti. Poi l’esperienza nello Sporting Taormina, Giarre e Catania S. Pio X in Eccellenza , Igea Virtus in Serie D da dove proviene.

Completa la cinquina dei nuovi arrivati, un prodotto del calcio della riviera jonica, il centrocampista che può fare anche da punta il 28enne Matthias Puglisi proveniente dal S. Alessio (Prima Categoria), con esperienza nell’Atletico Riposto e Taormina in Eccellenza, Asd Limina e Sportinsieme in Promozione,  altre squadre Antillese,  Limina 2013, Akron Savoca e Valdinisi.

Di Mimmo Muscolino

]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Eccellenza Fri, 07 Dec 2018 06:53:49 +0000
Sul 3-0 per il Camaro, al 32' fine della gara: l'Atletico Catania rimane in sei uomini. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17072:sul-3-0-per-il-camaro-al-32-fine-della-gara-latletico-catania-rimane-in-sei-uomini&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17072:sul-3-0-per-il-camaro-al-32-fine-della-gara-latletico-catania-rimane-in-sei-uomini&catid=85:eccellenza&Itemid=319 32 minuti surreali e gara conclusa in anticipo: Camaro - Atletico Catania si gioca per poco più di mezz'ora, nel corso della quale i neroverdi si ritrovano di fronte nove ragazzini, tutti classe 2000 e 2001. Tre gol nei primi nove minuti e poi un lungo possesso palla, fin quando l'Atletico Catania resta in campo senza il numero minimo consentito di calciatori e l'arbitro decreta la fine.

Per la cronaca reti neroverdi realizzate da Cappello al 3' con un destro potente, da Mondello al 6' su un calcio di rigore da lui stesso guadagnato e infine da D'Amico su cross dello stesso Mondello al 9'. Poi, come detto, un infinito possesso palla per non infierire su un manipolo di incolpevoli ragazzini e, dopo l'abbandono di tre di loro, il triplice fischio.

A seguire partitella in famiglia per i ragazzi di Lucà con tutti gli effettivi in campo. Il Camaro intanto tocca quota 25 punti e attende di conoscere il risultato di Palazzolo - Biancavilla per sapere se balzerà in vetta alla classifica o resterà in seconda posizione. I neroverdi osserveranno ora il proprio turno di riposo per poi tornare in campo il 16 dicembre al "Despar Stadium" contro il Real Aci.

Camaro - Atletico Catania 3-0
Marcatori
: 3' pt Cappello, 6' pt rig. Mondello, 9' pt D'Amico.

Camaro: Sanneh, Cappello, Mondello, Morabito, Cammaroto, Campo, Paludetti, Cardia, D'Amico, Arena, Calogero. In panchina: Mannino, Pantano, Falcone, Spoto, Muscarà, Ginagò, Gio. De Marco, Petrullo, Costa. Allenatore: Michele Lucà.

Atletico Catania: Coco, Pulvirenti, Tirenna, Milazzo, Munzone, G. Scalia, Blanco, R. Scalia, Giardinaro.

Arbitro: Emanuele Orlandi della sezione di Siracusa.
Assistenti: Davide Di Dio e Michele Ciavarella della sezione di Caltanissetta.

Ammoniti: 4' pt Cappello (C).
Espulsi: nessuno.

]]>
info@sportjonico.it (di "Ufficio Stampa Camaro") Eccellenza Sun, 02 Dec 2018 19:33:10 +0000
Tra Giarre e Jonica pareggio senza emozioni, anche se nel finale traversa di Monaco. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17068:tra-giarre-e-jonica-pareggio-senza-emozioni-anche-se-nel-finale-traversa-di-monaco&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17068:tra-giarre-e-jonica-pareggio-senza-emozioni-anche-se-nel-finale-traversa-di-monaco&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Scialbo zero a zero al Regionale nello scontro salvezza tra il Giarre e la Jonica. Le due formazioni, invischiate in zona playout, non si sono fatte del male guadagnando un punto che muove di poco la classifica.

Da un lato i padroni di casa allenati da Marco Coppa, privi di tre pedine vittime del mercato dicembrino (Filistad, Mento e Frittitta), che non sono riusciti ad incidere nonostante più di metà del secondo tempo abbiano giocato in superiorità numerica. Dall’altro la compagine di Santa Teresa di Riva che di mister Moschella che ha gestito bene la gara riuscendo a portare a casa un punto prezioso.

Nella prima frazione di gioco accade molto poco. Al 5’ cross da destra di Magrì che Nicolosi tenta di deviare in porta senza successo. Al 9’ conclusione da fuori area dell’ex Dadone che finisce sul fondo mentre al 33’ è Urso a rendersi pericoloso con un calcio di punizione a spiovere che finisce alto sulla traversa.

Nella ripresa dopo tre minuti Aleo spalle alla porta di nuca manda a lato un cross di Urso. Due minuti dopo punizione del solito Urso testa Trovato altissima. La Jonica si affaccia dalle parti di Colonna al 7’ con un tiro velleitario di Savoca che non inquadra lo specchio. Sussulto al 14’ quando da due passi Magrì incorna di pochissimo a lato un suggerimento di Nicolosi.

La Jonica vicino al vantaggio: Occasione ospite al 23’ con un missile terra-aria di Monaco che a portiere battuto colpisce la parte interna della traversa e torna in campo spazzato via dalla difesa gialloblu. Dopo l’espulsione di Martines per somma di ammonizioni le azioni confuse del Giarre per tentare di trovare il vantaggio non serviranno.

GIARRE    0            JONICA    0

Giarre: Colonna, Spampinato, Urso, Arena, D’Arrigo, Trovato, Nicolosi, Marrone (41’ st Palma), Aleo, Tomarchio (14’ st Mirabella), Magrì (28’ st Aidala). A disposizione: Montaperto, Pesce, Ambra, De Luca, Marletta, Civiletti. All. Coppa

Jonica: Vittorio, Loria, Manuli, Ferraro, Martines, Maimone (1’ st Giannetto), Savoca (36’ st Gazzè), Cambria, Dadone, Cardia, Monaco. A disposizione: Lo Monaco, Bartorilla, Turiano, La Forgia, Gaeta, Puglisi, Uscenti. All. Moschella

Arbitro: Testaì di Catania; assistenti Damiano di Trapani e Licari di Marsala

Note: espulso al 24’ st Martines (J) per somma di ammonizioni

Alessandro Famà

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà".) Eccellenza Sun, 02 Dec 2018 18:21:04 +0000
Il Camaro espugna il Comunale di Bucalo: 2-1 alla Jonica in gol con Uscenti. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17029:il-camaro-espugna-il-comunale-di-bucalo-2-1-alla-jonica-in-gol-con-uscenti&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17029:il-camaro-espugna-il-comunale-di-bucalo-2-1-alla-jonica-in-gol-con-uscenti&catid=85:eccellenza&Itemid=319 C’era una volta il Comunale di Bucalo, un terreno che non portava frutti agli avversari, in questa stagione invece è diventato terra di conquista per gli ospiti. Su un terreno pesante è arrivata la terza  sconfitta casalinga su cinque gare, a vincere il derby messinese è toccato a Camaro che ha espugnato il Comunale per 2-1 grazie al rigore trasformato da Assenzio ed il gol del raddoppio di Paludetti. La Jonica riesce ad accorciare nel finale con il neo-entrato Uscenti. Arriva il triplice fischio finale per la Jonica che esce a testa dal confronto ma non mette punti in classifica, rimane a quota 11 punti in piena zona play-out. Il Camaro di mister Lucà vola in seconda posizione a due punti dal Palazzolo.

La gara: Una fase di studio tra i due schieramenti con il primo tiro ospite al 5’ con Arena che riprende un rinvio della difesa ma la conclusione è di poco fuori.  Il Camaro inizia ad imporre la propria manovra, al 16’ l’episodio che sblocca la gara, quando Marco Loria tocca di quel tanto Paludetti che cade giù, il direttore di gara indica il dischetto. Dagli undici metri Assenzio non sbaglia è porta il Camaro in vantaggio.

Si mette subito in salita la gara per i ragazzi di mister Mimmo Moschella, sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi con Cappello il suo destro centrale viene intercettato in due tempi da Vittorio.

La Jonica cerca di riorganizzarsi al 25’ si fa viva in area peloritana quando un cross di Lombardo dalla sinistra mette al centro per Ferraro che non imprime la giusta forza per poter impensierire il numero uno ospite. Nel finale di gara della prima frazione due azioni degli ospiti, prima con Assenzio che penetra in area bruciando sul tempo Lombardo ma non l’uscita di Vittorio. La prima frazione si chiude con i padroni di casa chiamati alla rimonta nella ripresa.

Al rientro in campo il Camaro si presenta con Calogero al posto di Falcone, mentre Moschella dà fiducia all’undici iniziale.  E’ della Jonica prima azione della ripresa protagonista Savoca che esce vittorioso da due contrasti penetra in area ospite serve Ferraro da sottoporta manda fuori.  Una grande occasione per ristabilire la parità.  La Jonica intenta alla manovra ma lascia al Camaro la possibilità di ripartire come al 68’ quando Paludetti tira di potenza con Vittorio che manda in corner.

Battute finali ed arriva il gol della Jonica: conclusione da fuori di Ciccio Ferraro con Sanneh che respinge, la sfera arriva sui piedi del neoentrato Uscenti che mette alle spalle del numero uno ospite. Pochi minuti, adesso per la Jonica di poter riacciuffare il pareggio, ma il pressing non porta nessun risultato positivo da poter impensierire la compagine in maglia verde che porta a casa tre importanti punti che valgono la seconda posizione in classifica  Per la Jonica la terza sconfitta casalinga  nelle ultime quattro gare con l’intermezzo del pareggio (0-0) con il Terme Vigliatore, adesso la classifica è pendolante con la Jonica in piena griglia play-out.

Jonica Fc        1    Camaro    2

Marcatori: 16' rig. Assenzio su rigore, 69’  Paludetti, 88’ Uscenti.

Jonica Fc: Vittorio, Loria, Lombardo, Ferraro, Manuli (60’  Bartorilla), Smiroldo (71’ Giannetto), Monaco, Cambria, Savoca, Arigò (66’ La Forgia), Maimone (71’ Uscenti). All: Domenico Moschella.

Camaro: Sanneh, Cappello (71’ Ginagò), Mondello, Morabito, Cammaroto, Campo, Paludetti (83’ Petrullo), Arena, D'Amico (78’ Spoto), Assenzio (75’ Munafò), Falcone (46’ Calogero). All: Michele Lucà.

Arbitro: Elia Nunzio Maria Salerno di Catania. Assistenti: Dario Testaì e Francesco Davide Bonaccorso  di Catania.

Ammoniti: 20' Loria, 66’ Smiroldo (Jonica), 54’ Calogero, 88’  Cammaroto (Camaro)

]]>
info@sportjonico.it (di "D.M.") Eccellenza Sun, 25 Nov 2018 21:26:58 +0000
Sei giornate a Failla e quattro a Ricca (Rosolini) e Bisicchia (Real Aci). Fermato mister Ferrara (MIlazzo) fino a Febbraio. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16973:sei-giornate-a-failla-e-quattro-a-ricca-rosolini-e-bisicchia-real-aci-fermato-mister-ferrara-milazzo-fino-a-febbraio&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16973:sei-giornate-a-failla-e-quattro-a-ricca-rosolini-e-bisicchia-real-aci-fermato-mister-ferrara-milazzo-fino-a-febbraio&catid=85:eccellenza&Itemid=319 I provvedimenti disciplinari relativi all’ultimo turno ( Domenica 11 Novembre) del campionato di Eccellenza – Girone B  - emessi dal Giudice Sportivo Pietro Accurso.  Squalificato il dirigente del Real Aci, Giovanni Trovato fino al 15 Gennaio 2019 “Nella qualita' di addetto al servizio d'ordine, assumeva reiterato e grave contegno offensivo e minaccioso nei confronti dell'arbitro e di calciatori avversari”.

Fino al 15 Febbraio 2019 l’allenatore del Milazzo, Pasquale Ferrara. Per quanto riguarda i giocatori mano pesante per Walter Failla (Città di Rosolini) squalificato per sei giornate: “Per reiterato contegno irriguardoso, offensivo, minaccioso ed aggressivo nei confronti dell'arbitro”.

Quattro turni per Luigi Ricca (Città di Rosolini) “Per grave contegno irriguardoso, offensivo e minaccioso nei confronti dell'arbitro” e Alfio Bisicchia (real Aci) “Per condotta scorretta; nonchè per avere assunto, dopo l'espulsione, grave contegno irriguardoso ed offensivo nei confronti dell'arbitro”.

Giocatori Squalificati

Sei Giornate: Failla (Città di Rosolini)

Quattro Giornate: Ricca (Città di Rosolini), Bisicchia (Real Aci)

Due Giornate: Implatini (Città di Rosolini)

Una  Giornata: Parisi (Biancavilla)

Giocatori squalificati per recidiva in ammonizione

Una Giornata: Fabio Arena (Giarre), Pettinato (Palazzolo)

Allenatori Squalificati

Pasquale Ferrara (Milazzo) fino al 15 Febbraio 2019 “Per reiterato contegno irriguardoso nei confronti degli ufficiali di gara e per avere stretto un braccio di un A.A. per indurlo ad abbassare la propria bandierina tentando di impedire una segnalazione”.

Orazio Trombatore (Città di Rosolini) fino al 31 Dicembre 2018 “Per reiterato contegno offensivo e minaccioso nei confronti di ufficiali di gara”.

Gaetano Lucenti (Santa Croce) fino al 20 Novembre 2018 “Per proteste nei confronti di un A.A”.

Multe Società

300,00 Euro Milazzo “Per avere, propri sostenitori, attinto ripetutamente con sputi un A.A”.

200,00 Euro Atletico Catania  “Per presenza di persone non autorizzate all'interno del terreno di giuoco che assumevano contegno offensivo nei confronti di calciatori avversari, altresì spintonandoli; nonchè per avere, una delle suddette, assunto contegno irriguardoso nei confronti dell'arbitro, il tutto a fine gara”.

200,00 Euro Real Aci “Per non avere, proprio dirigente, adempiuto ai propri doveri di addetto al servizio d'ordine; nonchè per avere, propri sostenitori, dato luogo ad una rissa con sostenitori avversari”.

150,00 Euro Città di Rosolini “ Per avere, propri sostenitori, dato luogo ad una rissa con sostenitori avversari”

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza Thu, 15 Nov 2018 21:36:13 +0000
La Jonica interrompe il digiuno casalingo con il Terme Vigliatore, alla fine è 0-0. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16963:la-jonica-interrompe-il-digiuno-casalingo-con-il-terme-vigliatore-alla-fine-e-0-0&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16963:la-jonica-interrompe-il-digiuno-casalingo-con-il-terme-vigliatore-alla-fine-e-0-0&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Interrotto il digiuno fra le mura amiche da parte della Jonica Fc,  dopo due sconfitte consecutive (Biancavilla e Marina di Ragusa), arriva un pareggio a reti bianche con il Terme Vigliatore, un punto che fa muovere la classifica.  Arriva un risultato positivo, ma continua la “crisi del gol” per la squadra di casa che non riesce ad andare in rete da ben ….

Una gara priva di gol, ma le occasioni non sono mancante da entrambe le parti di un’incontro che ha visto un migliore Terme Vigliatore nella prima frazione di gara, nella ripresa è uscito fuori la squadra di casa che non ha saputo giocarsi la carta della superiorità numerica, quando al 63’ il direttore di gara mostrava il cartellino rosso, per doppio giallo al giocatore ospite Grifò. Gara bloccata tatticamente con il tentativo nel finale di mister Mimmo Moschella che tenta la carta dell’attaccante Galletta, ma il risultato rimaneva inchiodato sino al triplice fischio finale, per quello che si è visto in campo, sostanzialmente giusto.

La gara: Si parte con la Jonica che presenta nell’undici iniziale il bomber Arigò, mentre Giuseppe Savoca al posto di Gianluca Sanfilippo.  Dicevamo primi 45’ minuti di marca Terme Vigliatore con i ragazzi di mister Cambria più dinamici nei movimenti e nelle manovre anche se i tiri in porta si possano contare con il contagocce. Il primo tiro arriva al 3’ con Calabrese con Vittorio che risponde presente. La Jonica risponde due minuti più tardi con un’iniziativa di Marco Loria che penetra in area ma toglie ogni illusione in anticipo D’Anna.  Dopo queste due sfuriate, il pallino del gioco è in mano ai tirrenici  al 10’ da fuori Paolo Genovese tenta la conclusione da dimenticare, al 13’ un diagonale di Marchiafava per i locali.

Al 18’ iniziativa di Alessio Savoca dalla destra si accentra verso il centro da fuori fa partire un siluro che sfiora l’incrocio dei pali.  Poi un  tiro telefonato di Chillari.  Al 35’ arriva l’infortunio al giovane attaccante Filippo Marchiafava, lanciato in verticale, appena dentro l’area tenta un diagonale facile preda di Barca, ma  stiramento per il bomber di casa, costretto a lasciare il terreno di gioco al suo posto altro giovane Corrado La Forgia.  Al 40’ lancio di Monaco per Arigò dal vertice sinistro tenta un diagonale che viene parato da Barca.Non succede nulla fino all’intervallo.

Al rientro in campo si vede un’altra Jonica adesso sono i ragazzi di mister Moschella a dettare il ritmo di gioco, con il Terme Vigliatore costretto ad arretrare il proprio baricentro,  il primo tiro verso la porta avversaria è di Cardia da  fuori area, al 50’ lancio di Ciccio Monaco per Arigò al centro area con Barca che non si fa sorprendere.  Al 62’ si fa vedere il Terme Vigliatore con un’iniziativa di Calabrese stoppato da capitan Max Herasymenko.  Al 63’ l’episodio dell’espulsione ospite: fallo a centrocampo di Herasymenko ai danni del numero nove Calabrese, giustamente ammonito dal direttore di gara, protesta Grifò tanto da indurre l’arbitro ad estrarre il cartellino rosso.

Adesso la Jonica spinge, lungo lancio dalle retrovie per Arigò che s’invola lungo la corsia laterale destra, gli va incontro Barca che lo disturba all’altezza del vertice dell’area, l’attaccante giallorosso riesce a colpire il pallone che attraversa tutto l’area di rigore uscendo di poco fuori. Occasione all’85’ per la Jonica Cardia per Ferrraro in verticale per La Forgia che buca la difesa giallo-rosso- verde ma il suo diagonale di poco fuori. Un minuto più tardi Lombardo per Galletta dal versante destro conclusione parata da Barca.

Jonica Fc    0      Terme Vigliatore    0

Jonica Fc: Vittorio, Loria, Lombardo, Herasymenko, G. Savoca, Ferraro, Cardia, Monaco, Marchiafava (35’  La Forgia), Arigò,  A. Savoca (83’ Galletta).  All. Mimmo Moschella

Terme Vigliatore: Barca, Laudani (81’  A. Leo), Triolo, Chillari ( 78’ Bucalo), G. Leo, Puzzone, Bartuccio (86’ Benanti),  D’Anna, Calabrese, Genovese, Grifo. All. Cambria

Arbitro: Papaserio di Acireale

Espulso: 63’ Grifo.

]]>
info@sportjonico.it (di "M.M") Eccellenza Mon, 12 Nov 2018 10:00:48 +0000
Cinque giornate a Provenzano (Scordia), multa di 750,00 Euro al Giarre. Due giornate a Urso (Giarre). http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16920:cinque-giornate-a-provenzano-scordia-multa-di-75000-euro-al-giarre-due-giornate-a-urso-giarre&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16920:cinque-giornate-a-provenzano-scordia-multa-di-75000-euro-al-giarre-due-giornate-a-urso-giarre&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Per quanto riguarda l’ultimo turno di campionato in Eccellenza – Girone B – il Giudice Sportivo ha squalificato per cinque giornate Girolamo Provenzano (Città di Scordia) “ Per condotta scorretta, nonché, dopo l’espulsione, per avere assunto grave e reiterato contegno offensivo e minaccioso nei confronti dell’arbitro”.

Per quanto riguarda le società multe al Giarre 1946 (750,00 Euro) e Palazzolo (125,00 Euro).

Multa al Giarre: “Per reiterate manifestazioni di intemperanza, da parte di propri sostenitori nei confronti di ufficiali di gara e per avere tentato di forzare un cancello di accesso all'interno del terreno di giuoco; per lancio di bombe carta da parte dei suddetti sostenitori e per reiterate intemperanze nei confronti di un calciatore avversario di colore, oggetto di cori a sfondo razzista; e, ancora, per avere inseguito, a fine gara e nonostante la presenza delle Forze dell'Ordine, l'autovettura con a bordo gli ufficiali di gara, colpendola con una pietra”.

Multa Palazzolo: “Per non avere, persone incaricate, adempiuto ai propri doveri di addette al servizio d'ordine e per avere, una delle suddette, dopo l'allontanamento, assunto contegno offensivo nei confronti dell'arbitro e di un A.A”.

Nel mirino del Giudice anche il medico sociale del Giarre Francesco Longo fermato fino al 5 Dicembre 2018 “Per contegno irriguardoso nei confronti di ufficiali di gara; nonchè per contegno offensivo nei confronti di un A.A., dopo l'allontanamento.

Giocatori Squalificati

5 Giornate: Provenzano (Città di Scordia)

2 Giornate: Urso (Giarre)

1 Giornata: Alidou Moumouni (Real Aci).

Giocatori squalificati per recidiva in ammonizione

1 Giornata: Privitera e Ranno (S. Pio X).

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza Thu, 08 Nov 2018 08:43:22 +0000
Un gol ad inizio ripresa di Diallo permette al Palazzolo di superare 1-0 una buona Jonica. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16902:un-gol-ad-inizio-ripresa-di-diallo-permette-al-palazzolo-di-superare-1-0-una-buona-jonica&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16902:un-gol-ad-inizio-ripresa-di-diallo-permette-al-palazzolo-di-superare-1-0-una-buona-jonica&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Un gol ad inizio della ripresa di Diallo condanna alla sconfitta la Jonica Fc sul campo della capolista Palazzolo nella nona giornata del campionato di Eccellenza.  I ragazzi di mister Moschella non hanno demeritato, anche se nella prima frazione si è visto una supremazia territoriale dei gialloverdi di casa senza però creare seri pericoli alla porta difesa da Orazio Vittorio.  Il gol di Diallo cambia volto alla gara, adesso è la Jonica a tenere in mano il pallino nel tentativo di riacciuffare il pari che è sfuggito in ben tre occasioni, la più ghiotta all’ultimo giorno dell’orologio con Alessio Savoca.

La Jonica ritorna da Palazzolo senza punti, ma con una buona prestazione di squadra contro un sodalizio costruito per vincere il campionato. Una sconfitta che fa  scivolare i santateresini (nove punti)  per la prima volta nella griglia dei play-out.

Undici iniziale santateresino: Moschella gioco forza, viste le assenze torna al 4-3-3 con Herasymenko e Sanfilippo centrali di difesa, ai loro fianchi Peppe Savoca a destra e Federico Lombardo a sinistra. In mezzo Monaco,  con Cambria e Cardia interni. In avanti Arigo' con Alessio Savoca e Marchiafava esterni.

Primo Tempo: La prima frazione di gioco registra una supremazia territoriale dei padroni di casa che però non creano vistose occasioni da rete. La prima azione è al 3’ con Cortese sopra la traversa. All’11’ è la volta di Diallo con Vittorio che devia in corner.  Ancora l’estremo difensore ospite al 26’ deviava in angolo una conclusione di Fichera. Sul corner il Palazzolo colpiva la traversa con Pettinato.  La Jonica chiude i varchi è cerca di colpire con rapide ripartenze e giocando  in profondità sui velocissimi Alessio Savoca e Filippo Marchiafava. Ancora padroni di casa al 33’ con un tiro da fuori di Palmisano con Vittorio che salva in due tempi. Al 36’ il Palazzolo fa esultare i propri tifosi con Diallo ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Prima dell’intervallo Giordano manda fuori.

Secondo Tempo: Al rientro in campo il tema tattico non cambia, Palazzolo che spinge ma non riesce a perforare l’attenta retroguardia santateresina. Ecco che mister Favara opera dei cambi dentro Peluso, Carpinteri e Pandolfo, mossa tattica che porta al 57’ al vantaggio dei padroni di casa:  Diallo servito da Fichera  entrato in area dribbla gli avversari fa partire un perfetto rasoterra che  batte l'incolpevole Vittorio.

La reazione della Jonica: La Jonica si scuote mister Moschella mette in campo  La Forgia per il rientrante Arigo', Smiroldo per Cambria e Galletta per Monaco è creare tre nitide occasioni per pareggiare: al 75’  Marchiafava scattato sul filo del fuorigioco  si presenta a tu per tu con Ferla, ma il suo rasoterra sfiora il palo alla sua destra.

Seconda opportunità al 83’ sugli sviluppi di un calcio di punizioni dalla sinistra Lombardo tira in corsa con la sfera che passa tra una selva di gambe e sulla linea uno stoico Sanfilippo non riesce a metterla dentro.  L’ultima occasione in pieno recupero Alessio Savoca ha sui piedi la più ghiotta delle occasioni tirando a botta sicura da pochi passi, ma la palla e' troppo lenta e dopo aver superato il portiere viene respinta sulla linea da Pettinato che salva il risultato.

Palazzolo    1       Jonica Fc  0

Marcatore: 57’ Diallo

Palazzolo: Ferla, Mollica, Miraglia (56’ Carpinteri), Spinelli, Palmisano (56’ Peluso), Pettinato, Fichera (88’ Manuli), Camara (56’ Pandolfo), Cortese, Giordano, Diallo (64’ Melluzzo). All : Favara

Jonica Fc : Vittorio, Savoca G., Lombardo, Herasymenko, Sanfilippo, Monaco (81’ Galletta), Savoca A., Cambria (81’ Smiroldo), Marchiafava, Arigo' (74’ La Forgia), Cardia. All : Mimmop Moschella

Arbitro : De Caro di Agrigento. Assistenti: Di Paola di Catania e Runza di Siracusa.

]]>
info@sportjonico.it (di "G. M".) Eccellenza Mon, 05 Nov 2018 18:40:26 +0000
A tempo scaduto il Santa Croce con Leone espugna il Regionale di Giarre: 2-1 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16890:a-tempo-scaduto-il-santa-croce-con-leone-espugna-il-regionale-di-giarre-2-1&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16890:a-tempo-scaduto-il-santa-croce-con-leone-espugna-il-regionale-di-giarre-2-1&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Altra pesante sconfitta, dopo quella rimediata mercoledì nel recupero contro il Terme Vigliatore, per il Giarre di mister Marco Coppa. Al Regionale esulta stavolta il Santa Croce, seconda forza in campionato.. Padroni di casa che dovranno trovare la propria identità per non rischiare di giocare anche quest’anno un torneo anonimo.

Primo Tempo: Al pronti via la formazione ospite di mister Lucenti passa in vantaggio: siamo al 5’, corner di Di Rosa che pesca sul secondo palo Fiore il quale di testa non ha difficoltà a insaccare. Incassata la rete i giarresi tentano di pareggiare creando diversi pericoli per la porta di Vindigni. Al 6’ cross di Nicolosi, sfiora Frittitta e poi Mento non trova la deviazione vincente per l’uscita tempestiva del portiere. Al 19’ punizione per i ragusani che Leone manda alta. Due minuti dopo Urso calcia centralmente con l’estremo difensore che blocca in due tempi. Il pari si concretizza al 28’ con un lancio dalle retrovie per Frittitta abile a scattare in contropiede e trafiggere Vindigni sotto l’incrocio dei pali. Quasi allo scadere Leone sfiora il palo su assist di Di Rosa.

Secondo Tempo: Nella ripresa occasione clamorosa al 12’ con Mento che scambia con Arena e poi sfonda centralmente saltando il portiere ma trovando sulla sua strada l’ultimo difensore che spazza via. Urso lascia i suoi in dieci al 14’ ma i gialloblu insistono. Al 23’ punizione da destra di Arena, batti e ribatti in area piccola ma l’azione sfuma. Al 28’ altra occasione nitida per Curcuruto che non sfrutta il regalo di Vindigni consentendo al portiere in concomitanza con Jatta di deviare la sua conclusione in angolo.

Frittitta manda alle stelle al 38’ un’altra azione offensiva. Fulmine a ciel sereno al 48’ quando Di Rosa scambia con Leone che se ne va sull’esterno e in diagonale trafigge Colonna regalando i tre punti al Santa Croce.

GIARRE    1            SANTA CROCE    2

Marcatori: 5’ pt Fiore, 28’ pt Frittitta, 48’ st Leone

Giarre: Colonna, Curcuruto, Aidala, Arena, Filistad, Trovato, Urso, Spampinato (41’ st Aleo), Frittitta, Nicolosi (34’ st Tribulato), Mento (19’ st D’Arrigo). A disposizione: Montaperto, Tomarchio, Pesce, Magrì, Marrone, Florio. All. Coppa

Santa Croce: Vindigni, Jatta, Ascia, Evola, Alma, Ravalli (35’ pt Sammartino), Di Rosa, Fiore, Scerra, Leone, Tomaino (19’ st Gravina). A disposizione: Incardona, Di Stefano, Occhipinti, Silva, Iurato, Nicosia, Hydara. All. Lucenti

Arbitro: Galioto di Siracusa; assistenti Grasso e Reitano di Acireale

Note: espulso Urso (G) al 14’ st per fallo di reazione

Alessandro Famà

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà".) Eccellenza Sun, 04 Nov 2018 21:20:43 +0000
Cade la Jonica in casa: vince il Marina di Ragusa con un incornata di Arena. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16870:cade-la-jonica-in-casa-vince-il-marina-di-ragusa-con-un-incornata-di-arena&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16870:cade-la-jonica-in-casa-vince-il-marina-di-ragusa-con-un-incornata-di-arena&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Perde la sua seconda gara casalinga consecutiva la Jonica nell’incontro con il Marina di Ragusa valevole per l’ottava giornata del campionato di Eccellenza. I ragazzi di Utro sbancano  S. Teresa di Riva con un colpo di testa di Nicola Arena quando mancavano 8’ dalla fine.  Una gara che sembrava destinata ad un pari a reti inviolate, invece arriva il colpo vincente dei ragusani che oltre alla gol-vittoria nella ripresa hanno colpito anche una traversa.

L’undici iniziale della Jonica: Mister Moschella rinnova la fiducia alla formazione vincente di Rosolini con Ciccio Ferraro in appoggio all'unica punta Corrado La Forgia. Dietro a tre con Peppe Savoca, Sanfilippo e capitan Herasymenko. Centrocampo a cinque da destra a sinistra con Loria, Smiroldo, Cardia, Monaco e Saglimbeni. In porta Orazio Vittorio.

Il Marina di Ragusa si presenta al Comunale di Bucalo, privo di diverse pedine: gli infortunati Domenico Arena, Gaspare Pellegrino, D’Agosta e Iozzia e lo squalificato Alessandro Arena.

Primo Tempo: L'inizio dei padroni di casa sembra incoraggiante con La Forgia lanciato a rete fermato sul filo del fuorigioco. Al 6' Monaco in fuga sulla sinistra mette un pallone invitante al centro ma La Forgia arriva con un attimo di ritardo. Al 7' e' Sanfilippo su una punizione dalla tre quarti campo ad impensierire Di Martino. Pian piano si spegne la Jonica ed escono gli ospiti. Un errore in uscita della difesa di casa consente al funambolico Baldeh di lanciarsi sulla destra ma e' lesto Vittorio a bloccare il cross rasoterra a centro area.

All' undicesimo ancora Vittorio respinge su Arena. Al 22' forse l'occasione migliore per i santateresini con Ferraro che non riesce ad arpionare un pallone pericolosissimo a tu per tu con l'estremo difensore ragusano su imbeccata di Marco Loria. Si spegne la contesa e sino al riposo pochissime emozioni.

Secondo tempo: Nella ripresa esce il Marina di Ragusa,  Baldeh sale sugli scudi e diventa una spina nel fianco nella difesa ospite. Moschella corre ai ripari e prima ( 5' )mette dentro Alessio Savoca per Mirko Smiroldo spostando Ciccio Ferraro nel suo ruolo naturale di interno e poi avvicenda La Forgia con Marchiafava nel ruolo di prima punta. E' il 12'. Tra i due cambi. Al settimo gli uomini di Utro colpiscono la traversa su conclusione del redivivo Baldeh deviata da Sanfilippo. Al 18' terzo cambio tra i giallorossi con Cambria che prende il posto di Cardia. Monaco torna a fare il metronomo. Un minuto dopo Ragusa pericoloso su corner. Al 33' e' Iannizzotto a rendersi pericoloso.

Il vantaggio degli ospiti: Al 37' il gol del Marina di Ragusa un’ incomprensione del reparto difensivo consente a Nicola  Arena di anticipare l’uscita di Vittorio è appoggiare comodamente in rete da pochi passi di testa.

La reazione della Jonica: Moschella getta nella mischia Luca Galletta per Giuseppe Savoca passando al 4-3-3 con Savoca e Marchiafava larghi ai lati del neo entrato centravanti peloritano. La reazione locale non sortisce gli effetti sperati e la gara si conclude sullo 0-1.

Jonica Fc    0     Marina di Ragusa    1

Marcatore: 82’ Arena.

Jonica Fc : Vittorio, Loria, Savoca G. ( 83' Galletta ), Herasymenko, Sanfilippo, Smiroldo ( 50 ' A. Savoca ), Monaco, Ferraro, La Forgia (57 ' Marchiafava ) , Cardia ( 63' Cambria ), Saglimbeni . All : Mimmo Moschella

Marina di Ragusa: Di Martino, Carnemolla, Immesi, Bello, Vindigni, Capozucchi, Iannizzotto, Sangare, Reinero, Arena (91’ Maiorana), Baldeh. All: Utro.

Arbitro: Saccà di Messina.

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza Mon, 29 Oct 2018 19:32:15 +0000
Un'autorete di Mannino nella ripresa fa vincere il Giarre: 1-0 al Camaro. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16852:unautorete-di-mannino-nella-ripresa-fa-vincere-il-giarre-1-0-al-camaro&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16852:unautorete-di-mannino-nella-ripresa-fa-vincere-il-giarre-1-0-al-camaro&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Vittoria importante per il Giarre di mister Marco Coppa che si impone di misura ai danni del Camaro. Match difficile per i gialloblu fin dalle prime battute e che è stato deciso da un episodio nel secondo tempo. Al Regionale i tre punti sono importanti per risalire la china in un trittico terribile per Aleo e compagni. Mercoledi, infatti, bisogna recuperare la gara contro il Terme Vigliatore e poi domenica prossima sfidare nuovamente tra le mura amiche il Santa Croce.

La gara: Nella prima frazione il Giarre conduce il gioco senza però riuscire a creare pericoli significativi. Acuto al 39’ con un crossa da destra di Ginagò che viene respinto dalla difesa, poi si fionda sul pallone Falcone che spara una bomba da fuori su cui Colonna si distende a bloccare in tuffo.

Nella ripresa al minuto 8 punizione da sinistra di Arena, smanaccia Mannino su tocco maligno di un difensore in area piccola. 60 secondi dopo punizione di Ambra dalla destra e ancora l’estremo difensore messinese si supera con un colpo di reni mandando in angolo. Decisivo il 22’ quando Arena su corner calcia direttamente in porta con Mannino che si fa sfuggire la sfera che finisce in rete. Inutili i tentativi successivi degli ospiti di pervenire al pareggio.

Al 28’ calcia di poco alto De Marco. Poi al 37’ è Munafò ad impegnare in presa bassa Colonna. Ultimo sussulto al 43’ con una conclusione da lontano di Morabito che sorvola l’incrocio.

GIARRE    1            CAMARO    0

Marcatore: 22’ st aut. Mannino

Giarre: Colonna, Curcuruto, Aidala (1’ st Magrì), Arena, Filistad, D’Arrigo, Marrone, Ambra, Aleo (44’ st Tribulato), Tomarchio (38’ st Spampinato), Nicolosi (18’ st Frittitta). A disposizione: Montaperto, Pesce, Florio, Nirelli, Palma. All. Coppa

Camaro: Mannino, Ginagò (17’ st Cappello), Mondello, Morabito, Cammaroto, Munafò, Pantano, Falcone (17’ st Arena), Costa (1’ st De Marco), Assenzio (40’ st D’Amico), Petrullo (9’ st Paludetti). A disposizione: Sanneh, Spoto, De Luca, Calogero. All. Lucà

Arbitro: Viapiana di Catanzaro; assistenti Artellini e Saracino di Ragusa

Note: espulso al 32’ st Pantano (C) per somma di ammonizioni

Alessandro Famà

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà".) Eccellenza Sun, 28 Oct 2018 09:13:31 +0000
La Jonica torna sul mercato: arriva il portiere letojannese Antonio Lo Monaco con un passato con l'Akragas in Lega Pro. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16850:la-jonica-torna-sul-mercato-arriva-il-portiere-letojannese-antonio-lo-monaco-con-un-passato-con-lakragas-in-lega-pro&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16850:la-jonica-torna-sul-mercato-arriva-il-portiere-letojannese-antonio-lo-monaco-con-un-passato-con-lakragas-in-lega-pro&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Arriva in corsa un altro colpo di mercato della Jonica Fc alla vigilia della gara casalinga di Domani pomeriggio conto il Marina di Ragusa, l’estremo difensore letojannese Antonio Lo Monaco, classe ‘96.

Un’altra pedina nello scacchiere dell’organico di mister Mimmo Moschella che già conosce il nuovo arrivato visto che ha iniziato la preparazione in estate con la Jonica, ma il tesseramento è arrivato alcuni giorni orsono visto che del  reparto dei “portieri” dei tre in rosa è rimasto solo l’esperto 36enne Orazio Vittorio che ha esordito con una ottima prestazione la scorsa domenica a Rosolini.

Il giovane Andrea Gugliotta si è infortunato alla mano (ndr in settimana ha subito l’intervento), mentre Luca Potenza per impegni lavorativi che lo hanno portato al Nord Italia non può essere più a disposizione di mister Moschella.

Ecco che la Società è stata costretta ad intervenire sul mercato, puntando su un giocatore di qualità e di spessore tecnico che conosce bene la categoria la scorsa stagione nelle file dell’Akragas in Serie C  dove per tre volte è sceso sul terreno di gioco. Una carriera fatta di campionati di spessore ancora giovanissimo inizia con Lo Sporting Taormina in Promozione per passare ai cugini del  Taormina in Eccellenza,  le sue prestazioni non sono passate inosservate ecco la chiamata ed il salto di categoria in un club blasonato dell’Akragas dove è maturato con la parentesi di Pro Favara e Matelica.

Adesso la nuova esperienza con i colori giallorossi della Jonica Fc  del Presidente Mimmo Saglimbeni.

Scheda Atleta: Antonino Lo Monaco.

Data di Nascita: 24 Febbraio 1996

Città: Letojanni.

Ruolo: Portiere.

Altezza: 1,85

Palmares: 1 Campionato di Serie D (2014-15) Akragas

Carriera

2018-19       Jonica Fc                  Eccellenza

2017-18       Akragas                    Serie  C         3 presenze.

Dic. 16         Matelica                    Serie D

2016-17      Igea Virtus                 Serie D

2015-16      Akragas                      Lega Pro

2014-15      Akragas                      Serie D         18 presenze

Dic. 13         Pro Favara                 Eccellenza   17 presenze

013-14         Akragas                      Serie D

2012-13        Taormina                   Eccellenza      13 presenze

2011-12        Sporting Taormina     Promozione

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza Sat, 27 Oct 2018 10:13:34 +0000
Il ritorno di Orazio Vittorio: dopo sette anni mette i guantoni è diventa protagonista nella vittoria della Jonica a Rosolini. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16831:il-ritorno-di-orazio-vittorio-dopo-sette-anni-mette-i-guantoni-e-diventa-protagonista-nella-vittoria-della-jonica-a-rosolini&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16831:il-ritorno-di-orazio-vittorio-dopo-sette-anni-mette-i-guantoni-e-diventa-protagonista-nella-vittoria-della-jonica-a-rosolini&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Avere 36 anni è non sentirli, ma tanta esperienza da mettere in campo quella senz’altro accumulata nella sua carriera di portiere fino all’età di 30 anni con campionati di Serie D, Eccellenza e Promozione alle spalle, poi la decisione di lasciare i “guantoni” per cambiare ruolo quello di “attaccante” con lo spirito di divertirsi insieme agli amici ma sempre con la mentalità vincente, ecco l’esperienza tra Calcio Sparagonà e Casalvecchio Siculo dove la scorsa stagione ha vinto il campionato di Terza Categoria, in contemporanea altro traguardo prestigioso raggiunto dalla riviera jonica la storica promozione della Jonica Fc in Eccellenza.

Proprio dopo alcuni giorni di questi due fantastici eventi del calcio della valle dell’Agrò è iniziata anche se lui non ci dava tanto peso, diciamo sono iniziati i primi movimenti, i primi approcci, i primi convincimenti,  i suggerimenti per arrivare alla richiesta ufficiale: ad iniziare la corte se possiamo dire è stato Pippo De Pietro, il preparatore dei portieri della Jonica, in tempi non sospetti ad ogni loro incontro la martellante domanda: Orazio perché non ritorni a giocare in porta, Orazio perché non ritorni a mettere i guantoni, Orazio perché non viene ad allenarti con noi”. La risposta del 36enne Orazio Vittorio il protagonista della gara Città di Rosolini – Jonica Fc “ti ringrazio, ormai ho fatto il mio tempo, mi diverto giocando in attacco”.

Possiamo dire che Pippo De Pietro ha aperto la strada a quello che poi sarebbe accaduto al termine della stagione con la Jonica in Eccellenza, quando in modo specifico mister Moschella chiede a Orazio “mi dai una mano ti voglio nel mio gruppo……” non andiamo oltre questo per capire come si è arrivati all’esordio in campionato, anzi il ritorno dopo ben sette anni in porta in una gara ufficiale di Orazio Vittorio in Eccellenza nel pomeriggio di Domenica 21 Ottobre 2018 per la settima giornata di campionato, il suo esordio non passa inosservato, è assolutamente il protagonista nei momenti cruciali della gara con due interventi da “copertina”,  certo la sua discesa in campo è stata favorita dall’assenza dei due portieri che in questa stagione si sono alternate in porta Andrea Gugliotta (inforturnato) e Luca Potenza (fuori per lavoro), qui si ritorna in quel di Maggio quando mister Moschella ha detto a Orazio “dammi una mano ti voglio nel mio gruppo….”alla fine la Jonica esce da Rosolini con una splendida vittoria per 3-0.

Dopo la prestazione di Domenica abbiamo contattato il portierone Orazio Vittorio, mi viene in mente in questo momento in cui scrivo quanto mi aveva detto in estate un amico in comune…” se Orazio si allena può essere sicuramente titolare….”  la prima domanda che ho rivolto è stata: dopo sette  anni che sensazione hai provato scendere in campo a difendere i pali della squadra del tuo paese?Più che sensazioni avevo tanti dubbi, scendere in campo dopo 7 anni in un campionato impegnativo come quello d'Eccellenza non è facile se non sei preparato a livello sia fisico che tecnico, e quindi i dubbi riguardavano questi aspetti. Poi è normale che un pò di tensione c'era vista l'importanza della gara"

Un'emozione senz'altro......sei stato uno dei protagonisti della vittoria facendo delle ottime parate?Le parate fanno parte del gioco, come gli attaccanti devono tirare per segnare, il portiere deve cercare di evitare che la palla entri in porta, sono contento della prestazione, sia mia che della squadra”

La parata più difficile?La parata più difficile non saprei qual è  stata, forse la prima, dove ho deviato un tiro sopra la traversa, li ho acquisito tanta fiducia per il proseguo della partita”

Dopo la prestazione di Rosolini pensi di aver conquistato il posto di titolare visto che nella gerarchia ci sono il giovane Gugliotta e l'esperto Potenza? “ Non si sento titolare, né essere il secondo, non vi è una gerarchia chi sta bene gioca. Nessun posto da titolare conquistato, ma mi sento pare integrante di un gruppo che ha l’obiettivo di mantenere la categoria”

Di Mimmo Muscolino

La carriera di Orazio Vittorio

]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Eccellenza Wed, 24 Oct 2018 10:58:36 +0000
Un superlativo Orazio Vittorio, un formidabile Alessio Savoca, la Jonica sbanca 3-0 Rosolini. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16814:un-superlativo-orazio-vittorio-un-formidabile-alessio-savoca-la-jonica-sbanca-3-0-rosolini&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16814:un-superlativo-orazio-vittorio-un-formidabile-alessio-savoca-la-jonica-sbanca-3-0-rosolini&catid=85:eccellenza&Itemid=319 “La Jonica è spietata battuto a domicilio un Rosolini in crisi: Vittorio superstar. Grande protagonista il portiere ospite al rientro. Saglimbeni in gol dopo 13’, nella ripresa la doppietta di Alessio Savoca” (La Sicilia).   “Una Jonica strabiliante si sbarazza senza patemi di un brutto Rosolini” (Gazzetta del Sud).

Questi i titoli dei giornali del Lunedi per la vittoria della Jonica Fc sul campo del Città di Rosolini per la gara valevole per la settima giornata del campionato di Eccellenza – Girone B.  Un rotondo 3-0 messo a segno da una cinica, spietata, attenta e gagliarda Jonica che è stata capace di capitalizzare al massimo le palle-gol create che portano in carniere la seconda vittoria esterna che fa salire i ragazzi di mister Moschella (oggi in tribuna per squalifica) a quota nove punti. Di contro un Città di Rosolini vogliosa di ritornare al successo (unica vittoria all’esordio contro il San Pio X).

La Jonica a Rosolini: Fuori i due portieri l'enfant prodigio Gugliotta per infortunio e Potenza per motivi professionali . Out per problemi muscolari la stella, Davide Arigo', squalificato Marchiafava, ancora non disponibile Lombardo con Cardia al rientro e Smiroldo in non perfette condizioni fisiche.

La Jonica al fischio d’inizio: La Jonica scende in campo con un inedito 3-5-1-1 con Sanfilippo, Peppe Savoca ed Herasymenko dietro. Loria e Saglimbeni esterni del centrocampo a cinque con Smiroldo e Monaco interni ai fianchi di Lillo Cardia. Ciccio Ferraro in appoggio al rientrante La Forgia.

Primo Tempo: Sin dai primi minuti la Jonica è subito aggressiva  lotta con determinazione e pronta ad aggredire e mordere in ripartenza.  La prima azione è di marca locale: 8’ è  Implatini a girarsi di botto dai trenta metri e con un tiro a giro far scaldare il superlativo Orazio Vittorio al suo esordio stagionale riappropriandosi del suo ruolo originario di estremo difensore dopo più di cinque anni.

Al primo vero affondo la Jonica in vantaggio: Al 14'  Francesco Ferraro in versione assist- man lancia a rete Alessandro Saglimbeni che e' freddo nel controllare e battere l'incolpevole portiere di casa.  Sette minuti più tardi giallorossi ancora pericolosi in contropiede sempre con Ciccio Ferraro abile a mettere La Forgia a tu per tu con il numero uno del Rosolini che era perfetto nel ribattere la conclusione del puntero ospite.

Sale in cattedra Orazio Vittorio: Al 25'  respinge una incornata di Implatini. Al 34’ su calcio di punizione di Elamaroui e al 45’ ancora su una girata di Implatini.

Secondo Tempo: Ad inizio ripresa il tecnico locale manda in campo Carbonaro e Reginato. Si parte con ancora protagonista al 48’ Orazio Vittorio  che per la terza volta dice di no all'esperto Implatini, la sua girata trova il gran colpo di reni dell'ex Sancataldese.

La Jonica cerca il raddoppio: Al 55’ Corrado La Forgia lanciato a rete si vede respingere il diagonale da Fornoni dopo una uscita difensiva efficace di Max Herasyemnko. Quattro minuti più tardi e' Sanfilippo su un calcio piazzato dalla tre quarti campo a non trovare la deviazione decisivo a pochi passi dalla linea di porta avversaria.

Al 65’ la mossa tattica vincente della Jonica: Mister Moschella dalla tribuna detta la sostituzione Alessio Savoca dentro e La Forgia, stremato dopo la lunga sosta forzata, fuori.  Contromossa tattica di  Trombatore Covato per Paterno'.

Il Rosolini rimane in dieci: Alla prima occasione, il neo entrato Savoca si invola sulla destra e viene fermato irregolarmente con una manata da Ulma che viene immediatamente espulso dal direttore di gara. Nonostante in inferiorità numerica  i padroni di casa premono sull'acceleratore ma la Jonica non lascia loro spazi  per sfondare. Al  72' si infortuna  Saglimbeni che viene sostituito da Roby Cambria, subito dopo  al 80’ Nino Garufi che fa rifiatare Cardia.

Il raddoppio della Jonica: Al 82’ Alessio Savoca capitalizza al massimo una incursione delle sue su suggerimento di Monaco e giunto a tu tu con Fornoni di piatto e di giustezza lo batte.  La reazione dei padroni di casa si fa sentire all’87’  ancora Orazio Vittorio dice no agli avanti avversari.  Siamo agli sgoccioli della gara, mister Moschella manda in campo il giovanissimo Manuli (esordio in assoluto in Eccellenza) al posto di un esausto Monaco .

La Jonicafa tris: Allo scadere Nino Garufi dribbla un paio di avversari e concede su un piatto d'argento ad Alessio Savoca l'occasione per realizzare la doppietta personale e portare il punteggio sullo 0-3 finale. Il triplice fischio e' il preludio all'abbraccio finale tra la squadra e la cinquantina di civilissimi appassionati che non hanno mai smesso di incoraggiare i propri ragazzi terribili.

Città di Rosolini   0    Jonica Fc   3

Marcatori: 14’ Saglimbeni, 82’ e 90’ A. Savoca.

Città di Rosolini: Fornoni, La Vaccara (46’ Reginato), Rizza, Monaco, Ulma, Di Dio (46’ Carbonaro), Patern (53’ Covato), Martines, Implatini, Elamraoui, Ricca. All: Orazio Trombatore.

Jonica Fc : Vittorio, Loria, Savoca G., Herasymenko, Sanfilippo, Smiroldo, Monaco ( 89' Manuli ), Ferraro, La Forgia ( 65' A. Savoca ), Cardia ( 80' Garufi ), Saglimbeni (72' Cambria ). All : Roberto Frazzica (squalificato Mimmo Moschella).

Arbitro : Testai di Catania.

Espulso: 65’ Ulma (Rosolini).

]]>
info@sportjonico.it (di "M.M.) Eccellenza Mon, 22 Oct 2018 09:55:59 +0000