Eccellenza Joomla! - il sistema di gestione di contenuti e portali dinamici http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=category&id=85&layout=blog&Itemid=319 Fri, 22 Feb 2019 19:33:56 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it Multa alla Jonica, coach Frazzica squalificato, Un turno a Loria e Herasymenko (Jonica). Due turni a Trovato (Atl. Catania). http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17516:multa-alla-jonica-coach-frazzica-squalificato-un-turno-a-loria-e-herasymenko-jonica-due-turni-a-trovato-atl-catania&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17516:multa-alla-jonica-coach-frazzica-squalificato-un-turno-a-loria-e-herasymenko-jonica-due-turni-a-trovato-atl-catania&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Provvedimenti disciplinari dell’ultimo turno del campionato di Eccellenza del Girone B relative a Domenica 17 Febbraio 2019.

Giocatori Squalificati

Due Giornate: Trovato (Atletico Catania)

Una Giornata: Fiore (Santa Croce),  Gatto e Mascali (S. Pio X), Longo (Milazzo), Loria e Herasymenko  (Jonica), Yoboua (Biancavilla), Trovato e D’Arrigo  (Giarre), Di Carlo (Marina di Ragusa), Di Dio (Città di Rosolini),

Squalifica Allenatore

Roberto Frazzica (Jonica) fino al 5 Marzo 2019 “ per contegno irriguardoso nei confronti dell’arbitro”

Multa Società

150,00 Euro Jonica Fc “ Per reiterate manifestazioni di intemperanza, da parte dei propri sostenitori, nei confronti di un A.A. “

150,00 Euro Milazzo “ Per reiterate manifestazioni di intemperanza, da parte di propri sostenitori, nei confronti dell’arbitro”.

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza Wed, 20 Feb 2019 21:02:05 +0000
La Jonica ritorna "alla vittoria in casa" Cardia e Ferraro rimontano il vantaggio del Rosolini. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17499:la-jonica-ritorna-qalla-vittoria-in-casaq-cardia-e-ferraro-rimontano-il-vantaggio-del-rosolini&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17499:la-jonica-ritorna-qalla-vittoria-in-casaq-cardia-e-ferraro-rimontano-il-vantaggio-del-rosolini&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Ritorna il sorriso in casa giallorossa della Jonica Fc con una vittoria cercata, voluta fino alla fine, un successo importante per il destino dei ragazzi santateresini impegnati nel salvezza nel campionato di Eccellenza. Una vittoria che è arrivata in rimonta uno-due che ha mandato al tappetto a metà della ripresa il Città di Rosolini che si era portato in vantaggio dopo dieci minuti di gioco su calcio di rigore.

Per l’ultima gara casalinga della stagione sul terreno del Comunale di Bucalo (ndr stamattina sono iniziati i lavori per il nuovo restyling del campo di calcio in erba sintetica, la struttura sportiva sarà pronta tra otto mesi, nel frattempo la Jonica disputerà le prossime gare di campionato in quel di Letojanni) coincide con il ritorno alla vittoria fra le mura amiche, l’ultima risaliva alla prima giornata di campionato, al debutto in assoluto da matricola in Eccellenza, una vittoria per 2-1 contro il Milazzo.

Con l’identico punteggio è arrivata la vittoria di ieri pomeriggio nello scontro salvezza del Città di Rosolini, battuto nella gara di andata con un secco 3-0. Una gara che ha riservato diversi emozioni, al gol del vantaggio degli ospiti su rigore, un rigore reclamato dai padroni di casa su Loria, il gol annullato a Cardia poco prima dell’intervallo, ad inizio ripresa il pareggio della Jonica con Cardia dagli undici metri, l’urlo del gol-sorpasso di Ferraro, poi sale in cattedra il portiere di casa Accinelli per l’esultanza finale dei ragazzi di Mimmo Moschella al triplice fischio finale.

Questo in sintesi il ritorno alla vittoria fra le mura amiche della Jonica che ha visto in Cardia, Ferraro e Accinelli i protagonisti di una rimonta che ha portato alla meritata vittoria. Eppure la gara non si era messa sui binari giusti con la Jonica che va subito sotto dopo 10’ di gara quando il direttore di gara concede un calcio di rigore agli ospiti per fallo su Amaya. Dal dischetto lo stesso Amaya non perdona il pur bravo Accinelli. Ecco che si rivede il solito copione delle altre gare della Jonica che si trova costretta ad inseguire il risultato, anzi al 15’ rischia di subire il raddoppio di Implatinì. Il carattere, la determinazione di oggi supera ogni ostacolo per i padroni di casa che al 28’ vanno al tiro con La Forgia con Malandrino che para. La Jonica preme, non lascia fiatare gli ospiti, al 40’ un’incursione in area di Marco Loria vede l’intervento di Reginato che mette a terra il giocatore di casa, ma l’arbitro non è dello stesso avviso. Al 45’ la Jonica vede i frutti del suo assedio con il gol di Cardia abile a mettere in rete un appoggio di Savoca, ma l’urlo viene stronzato dalla dalla decisione dell’arbitro che annulla la rete su segnalazione del suo assistente di linea. Vane le proteste dei giocatori di casa, si va con il Città di Rosolini in vantaggio.

Si ritorna in campo con una Jonica ancora più determinata a portare a casa il risultato, al 50’ mister Moschella opera una doppia sostituzione dentro Ferraro e Dadone al posto di Giannetto e La Forgia. Nuovo vigore per il gioco con la Jonica che pressa ma non trova lo spiraglio vincente per fare male a Malandrino.

Al 70’ arriva la svolta della partita: azione di Alessio Savoca (ottima la sua prestazione) entra in area è viene messo giù da Di Dio, questa volta l’arbitro indica il dischetto di rigore. Sulla sfera si presenta il giocatore più esperto ovvero Cardia con freddezza mette alle spalle di Malandrino. Il pareggio dà ulteriore spinta per arrivare alla vittoria, ci pensa dopo cinque minuti il neoentrato Ciccio Ferraro che con tutta la sua forza fisica e voglia di vincere si catapulta sul pallone che arrivava dalla destra di testa mette k.o Malandrino per l’abbraccio euforico dei compagni che vedono finalmente la via della vittoria.

Mancano ancora 15’ di gara vissuti al cardiopalma con un Rosolini che non ha alcuna intenzione di mollare la presa, ecco che sale in cattedra l’ultimo arrivato in casa giallorossa da poco meno di 20 giorni, ovvero il portiere Rodrigo Garcia Accinelli autore di alcuni interventi decisivi per arrivare al triplice fischio finale che sancisce la vittoria della Jonica che crede fortemente nella salvezza.

Jonica Fc 2   Città di Rosolini 1

Marcatori: 10’ Amaya su rigore, 70’ Cardia su rigore,  75’ Ferraro.

Jonica Fc: Accinelli, Loria, Manuli, Herasymenko, Giannetto (50’ Ferraro), Gazzè, Savoca 6,5 (89’Smiroldo), Gaeta, La Forgia (50’ Dadone), Cardia, Saglimbeni (65’ Puglisi). All. Mimmo Moschella.

Città di Rosolini: Malandrino, Di Dio, Rizza, Monaco, Urquiza (11’ Lazzaro), Urruty, Amaya, Paternò, Implatini, Ricca, Reginato. All. Salomone.

Arbitro: Trainy di Catania.

]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Eccellenza Mon, 18 Feb 2019 10:39:36 +0000
Città di Rosolini: multa di 800,00 Euro, squalificati allenatore, dirigente, tre giornate a due giocatori. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17480:citta-di-rosolini-multa-di-80000-euro-squalificati-allenatore-dirigente-tre-giornate-a-due-giocatori-&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17480:citta-di-rosolini-multa-di-80000-euro-squalificati-allenatore-dirigente-tre-giornate-a-due-giocatori-&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Nel mirino del Giudice Sportivo del Comitato Siculo riguardante le gare di Domenica 10 Febbraio 2019 del campionato di Eccellenza – Girone B – il Città di Rosolini: multa di 800,00 euro, squalificati allenatore e dirigente, tre giornate a due giocatori.

Squalifica Giocatori

Tre Giornate: Federico Brancato (Città di Rosolini) “ Per contegno irriguardoso ed offensivo nei confronti di un A.A., a fine gara” e Paolo Costa (Città di Rosolini) “Per contegno irriguardoso ed offensivo nei confronti di ufficiali di gara, alla fine della stessa”

Due Giornate: Nicolosi (Giarre), D’Anna (Terme Vigliatore), Saitta (Palazzolo)

Una Giornata: Privitera (Catania S. Pio X), La Bruna (Città di Rosolini), Sciacca e Spinelli (Palazzolo), Cordaro (Paternò), Abbate (Milazzo), Belluso (Atletico Catania).

Squalifica Allenatore

Orazio Trombatore (Città di Rosolini), fino al 10 Marzo 2019 “ Per contegno irriguardoso ed offensivo nei confronti degli ufficiali di gara, alla fine della stessa”.

Squalifica Dirigenti

Pietro Errante (Città di Rosolini) fino al 20 Marzo 2019 “ Per grave contegno irriguardoso ed offensivo nei confronti degli ufficiali di gara, alla fine della stessa”.

Multa Società

800,00 Euro Città di Rosolini “Per presenza di persone non autorizzate all’ interno del recinto di giuoco che assumevano grave e reiterato contegno offensivo e minaccioso nei confronti dell’arbitro, attinto da sputi e colpito al fondo schiena con un calcio che causava forte dolore; nonchè per contegno offensivo e minaccioso nei confronti degli AA.AA., uno dei quali colpito con un calcio ad una gamba, il tutto a fine gara”.

60,00 Euro Palazzolo “Per presenza di persone non autorizzate all’interno del recinto di giuoco”.

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza Wed, 13 Feb 2019 23:00:32 +0000
La Jonica non fa il miracolo sul difficile campo della capolista: il Biancavilla vince 3-0. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17461:la-jonica-non-fa-il-miracolo-sul-difficile-campo-della-capolista-il-biancavilla-vince-3-0&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17461:la-jonica-non-fa-il-miracolo-sul-difficile-campo-della-capolista-il-biancavilla-vince-3-0&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Non era il sintetico dell’Orazio Raciti di Biancavilla fare punti per la Jonica che pur giocando bene viene sconfitta con un secco 3-0 dalla capolista del campionato di Eccellenza  - Girone B  - sotto i colpi di un devastante Savasta, poi nella ripresa arriva la rete di Cerra.

Arriva un’altra sconfitta (undicesima stagionale) per la compagine santateresina che dopo due pareggi consecutivi casalinghi,  cercava l’impresa in quel di Biancavilla per portare qualche punto alla precaria classifica, adesso vede la Jonica agganciata in terz’ultima posizione dal Città di Rosolini (14 punti). Adesso la salvezza diretta diventa impossibile ma bisogna continuare a crederci, ad iniziare dalla prossima gara casalinga nello scontro diretto con il Città di Rosolini (all’andata vittoria per 3-0 della Jonica), occorre vincere per ambire per il momento ad una migliore posizione in chiave play-out, oltre a stare attenti alla regola del +10.  Adesso bisogna concentrarsi alla prossima gara, un passo importante….il resto si vedrà da domenica in domenica.

Come al solito, la Jonica dà il massimo, anche contro la capolista si è mostrata squadra combattiva ed arcigna, dopo una fase di studio, i padroni di casa prendono l’iniziativa, al 9’  prima conclusione pericolosa con Bulades che raccoglie un buon passaggio di Marcellino e tenta la conclusione, dal limite dell'area: alta sopra la traversa.  Al 12’ ancora padroni di casa al tiro con Cerra che si destreggia bene in area, poi la conclusione che trova la pronta risposta di Accinelli.

Il Biancavilla passa in vantaggio: su iniziativa di Marraffino, ottima la sua apertura per Savasta che di destro a rientrare mette alle spalle di Accinelli.  Sotto di una rete i ragazzi di mister Mimmo Moschella cercano di reagire, ma è sempre la squadra di casa a tenere in mano il ritmo del gioco, al 33’ si porta sul 2-0 ancora con Savasta che mette a segno la sua doppietta personale. La reazione della Jonica si fa sentire con Cardia e Saglimbeni, ma si va all’intervallo sul punteggio di 2-0.

Al rientro in campo la Jonica si propone in avanti, il Biancavilla fa buona guardia, al 52’ sfiora il terzo: lancio perfetto di Viglianisi per  Bulades che mette al centro per Savasta  che sfiora di poco lo specchio della porta difesa da Accinelli. L’estremo numero uno ospite si oppone, ancora una volta al 56’ all’attaccante palermitano, quando Savasta recupera un pallone a centrocampo, si libera del pressing dei giocatori avversari,  poi fa partire un tiro dalla distanza che trova Accinelli deviare in angolo.

Al terzo squillo nella ripresa arriva il 3-0 del Biancavilla: protagonista è Francesco Cerra il suo destro rasoterra dalla distanza è imprendibile per Accinelli. Siamo al 65’ con il punteggio di 3-0 per i colori gialloblù del Biancavilla, in pratica non succede più nulla fino al triplice fischio finale, anche se la Jonica ha cercato di mettere a segno il gol della bandiera.

Biancavilla  Calcio  3   Jonica  0

Marcatori: 14’ e 33’ Savasta, 65’ Cerra.

Biancavilla Calcio: Vitale  (41’ st Anastasi), Yoboua  (1’ st Messina), Scapellato, Marcellino (19’ st Di Marco), Diop,  Cerra (37’ st Faraone), Bulades, Viglianisi, Marraffino  (43’ st Greco), Ancione, Savasta. All. Di Gaetano.

Jonica: Accinelli, Loria, Manuli  (14’ st Gazzè), Herasymenko, Martines,  Smiroldo (33’ pt Puglisi), Giannetto, Ferraro, Dadone, Cardia , Saglimbeni (17’ st Savoca). All. Moschella.

Arbitro: Armenia di Ragusa.

]]>
info@sportjonico.it (di "M.M.") Eccellenza Mon, 11 Feb 2019 09:30:25 +0000
Un portiere argentino per la Jonica: Rodrigo Accinelli. Quinto "numero uno" stagionale per la Jonica. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17447:un-portiere-argentino-per-la-jonica-rodrigo-accinelli-quinto-qnumero-unoq-stagionale-per-la-jonica-&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17447:un-portiere-argentino-per-la-jonica-rodrigo-accinelli-quinto-qnumero-unoq-stagionale-per-la-jonica-&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Arriva un argentino nelle file giallorosse della Jonica Fc, compagine che sta disputando il campionato di Eccellenza Siciliana – Girone B.  Si  tratta di Rodrigo Garcia Accinelli, ruolo portiere che domenica scorsa, 3 Febbraio 2019 ha debuttato con la nuova squadra contro il Real Aci (1-1) gara valevole per la 20^ giornata di ritorno.

Un acquisto in corsa per la compagine del Presidente Mimmo Saglimbeni in una stagione che vede la Jonica da matricola nel massimo campionato regionale, lottare per la salvezza, ma soprattutto un campionato caratterizzato da tanti infortuni che stando condizionato il cammino.  Una trattativa conclusa la scorsa settimana da patron Carmelo Saglimbeni, domenica nell’ultima gara al Comunale di Bucalo della Jonica contro il Real Aci ( il vetusto campo dove si sono scritte pagine importanti di calcio locale, chiude i battenti per rifarsi un nuovo look su tutto il nuovo manto in erba sintetica), il debutto sin dal primo minuto.

Chi è Rodrigo Garcia Accinelli? Un 26enne portiere, forte tra i pali, abile nelle uscite,  cresciuto in Argentina dove  ha giocato dal 2013 al 2016 nel Temperley, club della provincia di Buenos Aires che nella stagione 2013-14 è stato promosso nella B Nacional e nel semestre successivo ha ottenuto con due turni di anticipo una storica promozione nella Primera División, la serie A argentina.  Nell’estate del 2016 il suo arrivo in Italia, precisamente nel Carloforte (Promozione Sardegna), poi il passaggio in Serie D con la maglia del Muravera a Dicembre in Serie D.  Poi l’esperienza con l’Orrolese (Eccellenza), poi due stagioni con il Tortoli (Serie D), fino a Dicembre. Adesso la nuova esperienza in terra siciliana, svincolato (fra le varie richieste) alla fine ha accettato la lunga corte della Jonica Fc.

Quinto Portiere stagionale per la Jonica: Con l’arrivo di Rodrigo Accinelli, in questa stagione ben cinque sono stati i “numeri uno” a difendere i pali della Jonica. In Estate con l’inizio del raduno, l’organico poteva contare sul giovane Andrea Gugliotta (1999) (protagonista assoluto della storica promozione in Eccellenza) che dopo le prime gare di campionato (Milazzo e S. Croce), oltre alla gara di ritorno di Coppa Italia con il Giarre  è stato costretto a dare forfeit (infortunio alla mano con conseguente intervento chirurgico, in pratica stagione finita).  Tre presenze in totale, 1 in Coppa Italia e due in Campionato con 1 gol subito in Coppa, tre in campionato.

Oltre al giovane Gugliotta, inizia la stagione con la Jonica Luca Potenza (1984), una presenza in Coppa Italia, gara di andata con il Giarre,  tre presenze in campionato, debutta alla terza giornata nella trasferta sul campo dell’Atletico Catania, poi  Real Aci, alla sesta in casa con il Biancavilla, ultima gara in giallorosso, ma per impegni lavorativi lontano dalla Sicilia, non le permettono di continuare.  Luca Potenza, quindi colleziona 1 presenza in Coppa Italia, tre in campionato con 6 gol subiti.

Il terzo portiere in organico Orazio Vittorio (1982) (la carriera) che ritorna al suo primo amore, dopo una parentesi di otto anni nel ruolo di attaccante.  In sostanza, la Jonica parte con Andrea Gugliotta titolare, poi è toccato a Luca Potenza, poi è arrivato il turno di Orazio Vittorio che il 21 Ottobre 2018 esordisce come titolare, esordio da protagonista alla settima giornata sul campo del Città di Rosolini,  dove la Jonica vince per 3-0.

Con il solo Orazio Vittorio, a fine Ottobre arriva il letojannese Antonino Lo Monaco (con esperienza in Serie D e Lega Pro) (la carriera), una breve esperienza, tanto che a Dicembre passa nelle file del Milazzo. Nel periodo in giallorosso, nessuna presenza.

Ecco che la Jonica si trova in organico il solo Vittorio Orazio, con in panchina un ragazzo del settore giovanile, l’ ex Camaro, Atletico Igea, Capo d'Orlando, Sporting Taormina e Sportinsieme, è titolare fisso fino alla gara interna contro l’Atletico Catania  (18^ giornata), collezionando 12 presenze con 16 reti subiti.  In una stagione dove tutto va storto, ecco che s’infortuna anche Orazio Vittorio, ecco come si spiega l’arrivo a fine Gennaio del portiere argentino Rodrigo Garcia Accinelli, uno argentino alla conquista di S. Teresa di Riva con il debutto domenica scorsa 3 Febbraio 2019  nella gara con il Real Aci (1-1).

Scheda Giocatore: Rodrigo Garcia Accinelli. Età: 26 anni.

Nato il 24 Luglio 1992.

Luogo di Nascita: Juan Josè Paso  (Argentina).

Ruolo: Portiere.

Altezza: 1,85

Carriera

Gen. 19         Jonica Fc         Eccellenza

2018-19        Tortoli             Serie D         Sardegna

Marzo ’18     Tortolì             Serie D        Sardegna

2017-18        Orrolese          Eccellenza  Sardegna

Dic. 16           Muravera        Serie D       Sardegna

2016-17        Carloforte        Promozione Sardegna

2015-16        Temperley       Serie A Argentina

2014-15        Temperley       Serie B Argentina

2013-14        Temperley        Serie C Argentina

]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Eccellenza Thu, 07 Feb 2019 17:09:34 +0000
Nel Girone B, undici giocatori squalificati per due giornate. Multa al Paternò. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17442:nel-girone-b-undici-giocatori-squalificati-per-due-giornate-multa-al-paterno&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17442:nel-girone-b-undici-giocatori-squalificati-per-due-giornate-multa-al-paterno&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Provvedimenti disciplinati adottati dal Giudice Sportivo del Comitato Siculo riguardante l’ultimo turno del campionato di Eccellenza – Girone B – (3 Febbraio 2019).

Giocatori Squalificati

Due Giornate: Strano (Biancavilla), Baglione (Città di Scordia), Arena Fabio (Giarre), Raimondi e Scapellato (Paternò), Spitaleri e Badjie (Catania S. Pio X), Leo e Puzone (Terme Vigliatore), Monaco (Città di Rosolini), Arena D. (Marina di Ragusa).

Squalifica dirigenti

Paolo Fazio (Santa Croce) fino al 10 Marzo 2019 “Per contegno offensivo e minaccioso nei confronti degli ufficiali di gara”.

Multa Società

50,00 Euro Paternò Calcio “Per reiterato lancio di fumogeni sul terreno di giuoco, da parte di propri sostenitori”.

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza Wed, 06 Feb 2019 20:36:52 +0000
Il Giarre rallenta la marcia del Palazzolo (0-0) un pareggio con pochi sussulti. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17419:il-giarre-rallenta-la-marcia-del-palazzolo-0-0-un-pareggio-con-pochi-sussulti&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17419:il-giarre-rallenta-la-marcia-del-palazzolo-0-0-un-pareggio-con-pochi-sussulti&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Reti bianche al Regionale di Giarre tra i padroni di casa e il Palazzolo. Un punto per entrambe le compagini scese sul terreno di gioco in un pomeriggio di noia e pochi sussulti. La formazione allenata da Orazio Pidatella si allontana dalla zona playout, ancora distante soltanto tre lunghezze, mentre gli uomini di Seby Catania non approfittano dei contemporanei pareggi delle capolista Biancavilla e Marina di Ragusa per effettuare il sorpasso in vetta.

Le due squadre al fischio d'inizio: Azioni col contagocce tra le due squadre con i due portieri che sono stati pressoché inoperosi. Padroni di casa che si schierano con un 3-5-2 che in fase difensiva diventa 5-3-2 in cui i centrali difensivi sono Spampinato, Trovato e D’Arrigo, esterni Magrì e Curcuruto, centrocampisti Arena, Marrone e Pesce, in attacco il rientrante Aleo e Mirabella. Gli ospiti, invece, effettuano un 4-3-3 con Mollica e Dentice terzini, Giordano e Miraglia centrali, in mezzo Grasso, Camara e Spinelli, in avanti Cortese boa centrale con ai lati Diallo e l’ex Frittitta.

La gara: La cronaca scatta dal 14’ quando Grasso conclude da lontano al termine di un’azione corale con Colonna che vola alla sua destra ma poi arriva il fischio dell’arbitro per un fuorigioco che fa sfumare l’occasione. Al 23’  tiro cross di Dentice da sinistra con la sfera che attraversa tutto lo specchio della porta.

Nella ripresa bisogna aspettare addirittura il 33’ per annotare qualcosa sul taccuino: cross da destra di Curcuruto che pesca in mezzo Marrone, tuffo di testa del centrocampista gialloblu debole e facile preda di Ferla. Tre minuti dopo Grasso prova la giocata da campione con un tiro a giro che si spegne sul fondo dopo aver sorvolato la traversa con Colonna immobile e battuto. Al 41’ è ancora il Palazzolo pericoloso con il neo entrato Fichera che spara in diagonale ma l’estremo difensore locale è attento. Finale palpitante con una trattenuta dubbio in area su Giannula che il direttore di gara non tramuta in penalty tra le proteste del pubblico e della dirigenza giarrese.

GIARRE    0            PALAZZOLO    0

Giarre: Colonna, Curcuruto, Spampinato, Arena, D’Arrigo, Trovato, Marrone, Pesce (1’ st Tomarchio), Mirabella (9’ st Giannaula), Aleo (43’ st Balsamo), Magrì (43’ st Di Carlo). A disposizione: Patti, Civiletti, Bangura, Accorso, Tribulato. All. Pidatella

Palazzolo: Ferla, Mollica, Dentice (20’ st Carpinteri), Spinelli (36’ st Palmisano), Miraglia, Camara (31’ st Arena), Diallo (28’ st Fichera), Giordano, Cortese, Grasso, Frittitta (9’ st Melluzzo). A disposizione: Saitta, Peluso, Toscano, Sciacca. All. Catania

Arbitro: Raso di Messina; assistenti Chillè e Totaro di Messina

Alessandro Famà

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà".) Eccellenza Sun, 03 Feb 2019 17:47:58 +0000
Multa alla Jonica per non aver rispettato l’obbligo dei “cancelli chiusi”. Un turno a Gazzè http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17357:multa-alla-jonica-per-non-aver-rispettato-lobbligo-dei-cancelli-chiusi-un-turno-a-gazze&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17357:multa-alla-jonica-per-non-aver-rispettato-lobbligo-dei-cancelli-chiusi-un-turno-a-gazze&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Provvedimenti Disciplinari dell’ultimo turno del campionato di Eccellenza – Girone B – riguardanti le gare dell’ultimo turno (Domenica 20 Gennaio 2019).

Giocatori Squalificati

Due Giornate: Iannizzotto (Marina di Ragusa), Bartuccio (Terme Vigliatore), Alma (Santa Croce).

Una Giornata: Santanna (Catania S. Pio X), Sangare (Marina di Ragusa), Gazzè (Jonica), Tornatore (Città di Scordia), Raimondi e Zumbo (Paternò), Patanè (Real Aci)

Multe Società

250,00 Euro Jonica Fc “ Per mancata ottemperanza all’obbligo di disputa della gara a porte chiuse”

50,00   Euro Città di Scordia “ Per scarsa funzionalità dello spogliatoio dell’arbitro”.

Squalifica Dirigenti

Bufalino Gesualdo (Città di Scordia) f ino al 5 Febbraio 2019 “ Per contegno irriguardoso nei confronti dell’arbitro”.

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza Wed, 23 Jan 2019 20:35:21 +0000
La Jonica gioisce con il suo capitano Herasymenko, al 90' l'Atletico Catania pareggia con Randis. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17340:la-jonica-gioisce-con-il-suo-capitano-herasymenko-al-90-latletico-catania-pareggia-con-randis&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17340:la-jonica-gioisce-con-il-suo-capitano-herasymenko-al-90-latletico-catania-pareggia-con-randis&catid=85:eccellenza&Itemid=319 La gara interna, ancora una volta a porte chiuse, doveva essere quella della svolta, nel senso di invertire la rotta di un cammino casalingo dove la vittoria manca da molto tempo (esattamente al debutto in campionato alla prima giornata 2-1 al Milazzo), poi nulla di fatto cinque sconfitte e un pareggio (0-0). Adesso è arrivato il pareggio (1-1), sembrava fatta quando a 15’ dalla fine il capitano storico della Jonica Max Herasymenko si eleva in alto in piena area etnea preciso stacco di testa con la sfera che va a gonfiare la rete di Caruso. Esplode la gioia dei giocatori della Jonica che finalmente possono esultare per una rete che vale tanto in termini di salvezza. Invece, ancora una volta, allo scadere devono ingoiare un boccone amaro, forse fatale l’inferiorità numerica (81’ espulso Gazzè).

Un punto che interrompe la striscia di quattro sconfitte consecutive, un’occasione persa per accorciare le distanze proprio dai diretti rivali impegnati anche loro nella lotta salvezza, il distacco rimane invariato (17 contro i 13 della Jonica che rimane in terz’ultima posizione in piena bagarre play-out).  I ragazzi di mister Moschella (oggi squalificato al suo posto il vice Roberto Frazzica) hanno fallito il secondo match-point casalingo consecutivo (la settimana scorsa 3-0 con il S. Croce), adesso devono assolutamente vincere la prossima gara casalinga consecutiva contro il Real Aci se si vuole ancora sperare in una miracolosa salvezza.

La gara: Nel momento delicato della stagione dove la Jonica ha bisogno del supporto dei propri tifosi, il Comunale di Bucalo è off-limits “cancelli chiusi” per ordine del Commissario di Polizia per inagibilità.  In panchina Roberto Frazzica al posto dello squalificato Moschella, in campo sin dal primo minuto, una formazione offensiva dando fiducia a Corrado La Forgia e Filippo Marchiafava, attacco che poi diventa a tre con l’inserimento di Alessio Savoca intorno al 25’ al posto di Martines (infortunato). Altra dato negativo per una stagione non certo fortunata per la Jonica.

Sin dai primi minuti si vede una Jonica intraprendente, primo sussulto un tiro di Cardia di poco fuori, al 6’ un diagonale di Ciccio Ferraro di poco fuori. L’Atletico Catania ben disposto in campo, è ben accorato nella sua trequarti, al 7’ si fanno sentire su un calcio piazzato di Maimone dal limite del vertice dell’area destra, di poco sopra la traversa.  Il possesso palla è in mano alla Jonica che fa buon gioco ma non riesce a penetrare con pericolosità in area etnea, ospiti con azioni di alleggerimento si fanno vedere nei pressi di Vittorio con Randisi fuori e Caruso.

Con la Jonica bilanciata in avanti, viene sorpresa al 31’ dal gol ospite ad opera di Caruso un tiro da fuori con palla all’angolino alla sinistra di Vittorio, l’esultanza dell’Atletico viene smorzata dal direttore di gara per fuorigioco di Maimone.  Scampato il pericolo, la Jonica continua nel suo gioco, poco prima dell’intervallo i padroni di casa reclamano un presunto calcio di rigore per un mani in area da parte di un difensore, non è dello stesso parere il direttore di gara. Con questo dubbio si va negli spogliatoi.

Al rientro in campo, con le stesse formazioni, la Jonica si fa subito sentire con Ferraro con un tiro insidioso che va fuori dello specchio della porta. La risposta ospite arriva con una conclusione di Caruso che trova pronto alla deviazione l’attento Vittorio.

Poi un tentativo di Marco Loria non impensierisce la porta etnea.  Il risultato non si sblocca, nel frattempo mister Frazzica manda in campo forze fresche Gaeta al posto di Marchiafava (60’), poi tocca al Dadone arrivato nel mercato di Dicembre al posto di La Forgia (70’).

Il vantaggio della Jonica arriva da calcio piazzato: Siamo al 75’ punizione dalla sinistra di Marco Loria che pennella un perfetto traversone in area di rigore, super affollata stacca con perfetta scelta di tempo Max Herasymenko il cui colpo di testa mette in ginocchio l’Atletico Catania. Esultano i giocatori in campo, i pochi tifosi presenti sui muri della recinzione, per un gol liberatorio per la Jonica che finalmente riusciva a vedere la luce in fondo al tunnel.

La reazione degli etnei viene controllata senza patemi dalla Jonica, allora mister Richichi manda in campo Morabito e Santapaola per riacciuffare il pareggio. All’81’ i padroni di casa rimangono in dieci per l’espulsione di Gazzè, già ammonito in precedenza commette fallo su un avversario,  subisce il secondo cartellino giallo che vale la via degli spogliatoi.

Ultime battute finale con l’Atletico in avanti da una rimessa laterale la sfera arriva in area santateresina, ne scaturisca un batti e ribatti con Vittorio che respinge una volta, ma non può nulla sulla zampata ravvicinata di Randis. Subito dopo arriva il triplice fischio finale di una gara che certamente la Jonica meritava di vincere, significativa l’espressione usata dall’allenatore ospite a fine gara “un punto guadagnato su un campo difficile”.

Amarezza in casa Jonica, ancora nulla è compromesso, adesso bisogna preparare la prossima gara interna con il Real Aci, senz’altro l’ultimo crocevia per rientrare ad evitare i play-out. La prossima domenica la Jonica osserva un turno di riposo.

Jonica   Fc    1     Atletico Catania 1

Marcatori: 75’ Herasymenko, 90’ Randis.

Jonica: Vittorio, Loria, Manuli, Herasymenko, Martines (25’ Savoca, 82’ Saglimbene), Gazzè, Ferraro, Smiroldo  (90’ Giannetto), La Forgia (70’ Dadone), Cardia, Marchiafava (60’ Gaeta). All. Frazzica.

Atletico Catania: Caruso S., Rapicavoli  (80’ Morabito), Spampinato, Bellomo, Trawally, D’Arrigo, Maimone, Di Maggio, Randis, Elamraoui  (87’ Santapaola), Caruso. All. Richichi.

Arbitro: Orlandi di Siracusa.

Espulso: 81’  Gazzè (Jonica) doppia ammonizione.

 

 

]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Eccellenza Mon, 21 Jan 2019 11:16:20 +0000
Al Regionale, opaco pareggio a reti bianche tra il Giarre e il Città di Rosolini. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17329:al-regionale-opaco-pareggio-a-reti-bianche-tra-il-giarre-e-il-citta-di-rosolini&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17329:al-regionale-opaco-pareggio-a-reti-bianche-tra-il-giarre-e-il-citta-di-rosolini&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Opaco 0-0 al Regionale tra i padroni di casa del Giarre e il Città di Rosolini. A vincere è la noia in una gara in cui le due compagini scese sul terreno di gioco si sono divise la posta in palio con un punto che, però, non serve a nessuno in virtù di una classifica deficitaria per ambedue le formazioni. Per i gialloblu di mister Pidatella perché ambivano inizialmente ad una stagione diversa mentre per i granata allenati dallo squalificato Trombatore perché rimangono penultimi in piena zona playout.

Uniche azioni realmente pericolose nel primo tempo. Al 2’ il classe 99 Reginato conclude da fuori ma Colonna è attento e si distende in corner. Dalla bandierina Implatini mette in mezzo per Ricca che si coordina ma calcia incredibilmente a lato facendo sfumare un’azione nitida.

Minuto 8 e Spampinato perde la sfera in una zona pericolosa con Amaya che serve Implatini il quale calcia debolmente. 60 secondi dopo i padroni di casa sprecano con un diagonale di Urso parato da Malandrino.

Nella ripresa da segnalare soltanto l’occasione del 36’ per gli ospiti con il solito Implatini che va via sulla sinistra, mette in mezzo per Amaya che si gira e calcia di poco a lato.

GIARRE    0            CITTA’ DI ROSOLINI    0

Giarre: Colonna, Spampinato, Rosolia, Arena, D’Arrigo, Trovato, Nicolosi (34’ st Tribulato), Marrone (20’ st Curcuruto), Mirabella (8’ st Giannaula), Urso, Tomarchio. A disposizione: Cristaudi, Albertini, Pesce, Magrì, Balsamo, Riolo. All. Pidatella

Rosolini: Malandrino, Brancato, Rizza, Monaco, Urquiza, Urruty, Amaya, Costa, Implatini (46’ st La Bruna), Ricca, Reginato (40’ st Lazzaro). A disposizione: Ruffino, La Vaccara, Di Dio, Paternò, Liistro. All. Trombatore (squalificato)

Arbitro: De Francesco di Messina; assistenti Di Martino di Ragusa e Fazio di Acireale

Alessandro Famà


]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà" ) Eccellenza Sun, 20 Jan 2019 16:40:24 +0000
Due turni a D'Anna (Terme Vigliatore). Mister Moschella (Jonica) fermato fino al 31 Gennaio 2019. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17317:due-turni-a-danna-terme-vigliatore-mister-moschella-jonica-fermato-fino-al-31-gennaio-2019-&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17317:due-turni-a-danna-terme-vigliatore-mister-moschella-jonica-fermato-fino-al-31-gennaio-2019-&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Provvedimenti disciplinari nel campionato di Eccellenza – Girone B – riguardanti l’ultimo turno disputato Domenica 13 Gennaio 2019.

Giocatori Squalificati

Due Giornate: D’Anna (Terme Vigliatore)

Una Giornata: Campo (Camaro), Lo Monaco, Presti, Alosi e Russo (Milazzo), Puzone (Terme Vigliatore), Viglianisi (Biancavilla).

Allenatori Squalifcati

Orazio Trombatore (Città di Rosolini) fino al 5 Febbraio 2019 “ Per grave condotta scorretta, nonché per contegno irriguardoso nei confronti dell’arbitro, dopo l’allontanamento”.

Mimmo Moschella (Jonica) fino al 31 Gennaio 2019 “ Per contegno irriguardoso nei confronti dell’arbitro”

Squalifica Dirigenti

Milazzo Andrea (Catania S. Pio) fino al 20 Gennaio 2019 “ Per grave condotta scorretta”

Arciprete Gianluca (Real Aci) fino al 20 Gennaio 2019 “ Per proteste nei confronti dell’arbitro”

Multa Società

150,00 Euro Città di Rosolini “ Per manifestazioni di intemperanza, da parte di propri sostenitori, nei confronti di un calciatore avversario, attinto con sputi”.

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza Thu, 17 Jan 2019 20:35:53 +0000
Crolla in casa la Jonica (3-0) nella gara "cancelli chiusi" con il Santa Croce. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17291:crolla-in-casa-la-jonica-3-0-nella-gara-qcancelli-chiusiq-con-il-santa-croce&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17291:crolla-in-casa-la-jonica-3-0-nella-gara-qcancelli-chiusiq-con-il-santa-croce&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Perde il primo jolly casalingo la Jonica che si fa sorprendere da un cinico Santa Croce che chiude la pratica nei primi 45’ (3-0), nella ripresa rispetto alle altre gare, non c’è stata la rabbiosa reazione dei ragazzi di mister Mimmo Moschella.  Dicevamo, la Jonica fallisce la prima delle tre gare consecutive sul terreno amico (Santa Croce ieri, Atletico Catania e Real Aci ) per poter risalire la classifica che vede adesso i giallorossi santateresini in piena zona rossa:  terz’ultimo posto con 12 punti.

Gara a porte chiuse: Una sconfitta amara arrivata in una gara iniziata subito in salito, in primo luogo il Comunale di Bucalo è stato off-limits per i tifosi, alla vigilia è arrivata la comunicazione da parte del Commissariato di Taormina che la gara Jonica – Santa Croce valevole per la 17a giornata del campionato di Eccellenza girone B, “a porte chiuse” per mancanza della licenza di P.S. Quindi cancelli chiusi.

In questo clima è iniziata la gara che ha visto al primo vero affondo il vantaggio del Santa Croce:  Punizione dalla sinistra di Di Rosa che pennella al centro aerea dove Leone cerca di intervenire con Vittorio in uscita nel tentativo di rinviare con i piedi, indirizza la sfera nella propria porte, un’autorete che taglia le gambe alla Jonica. Infatti lo svantaggio non fa reagire i ragazzi di mister Moschella, anche se sullo scarno taccuino si può annotare un tentativo del duo Ferraro-Savoca con conclusione senza pericoli sull’esterno della rete.

Al 29’ arriva il raddoppio ragusano: azione che parte sempre da un calcio di punizione, stavolta sul fronte destro con Leone che pennella sul secondo palo per la testa di Fiore, un’incornata a scavalcare Vittorio.  La Jonica cerca di reagire lo fa al 35’ con un’incursione di Ferraro che viene stoppato da Ravalli prima del tiro.

Prima dell’intervallo arriva il tris ospite: questa volta l’azione parte da una rimessa laterale, difesa dei padroni di casa imbambolata con la sfera che arriva a Fiore che sottoporta sigla il 3-0 con doppietta personale. Arriva il fischio dell’arbitro per una Jonica irriconoscibile.

Al rientro in campo mister Moschella manda in campo Puglisi al posto di Gazzè per dare più consistenza al centrocampo niente da fare, la Jonica non decolla, non punge in fase offensiva. Solo nel finale occasione per Cardia, al 83’ a tu per tu con Cavone non trova il guizzo vincente in una giornata forse la più “amara” di questa esperienza in Eccellenza della Jonica.

Arriva il triplice fischio finale che condanna alla quinta sconfitta casalinga per la Jonica adesso “in piena crisi”, primo jolly fallito, assolutamente da vincere le prossime due gare casalinghe scontri diretti per la salvezza, prima con l’Atletico Catania (16 punti), e Real Aci (5), da questi due risultati il destino della “Jonica in Eccellenza”.

Jonica Fc    0     Santa Croce   3

Marcatori: 10’ Di Rosa, 29’ e 45’ Fiore.

Jonica: Vittorio, Loria, Manuli, Herasymenko, Martines  (88’ Smiroldo), Gazzè  (46’ Puglisi), Gaeta, Ferraro, Dadone, Cardia, Savoca (67’ Saglimbene). All.: Mimo Moschella.

Santa Croce: Cavone, Morales (71’Gravina), Ravalli, Iapichino,  Alma, Ascia, Di Rosa, Fiore, Nassi, Leone (80’ Scerba), Tomaino (87’ Indigeno). All.: Lucenti.

Arbitro: Saccà di Messina.

Ammoniti: Martines, Cardia, Loria, Herasimenko (Jonica); Iapichino, Leone, Ascia, Gravina (Santa Croce).

Espulso: al 75’ mister Mimmo Moschella

]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Eccellenza Sun, 13 Jan 2019 20:14:56 +0000
La Jonica ritorna sconfitta da Milazzo (2-1), non basta la reazione nella ripresa con il rigore di Cardia. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17243:la-jonica-ritorna-sconfitta-da-milazzo-2-1-non-basta-la-reazione-nella-ripresa-con-il-rigore-di-cardia&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17243:la-jonica-ritorna-sconfitta-da-milazzo-2-1-non-basta-la-reazione-nella-ripresa-con-il-rigore-di-cardia&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Che dire, prendere un gol dopo due minuti di gioco, spezza le gambe ad ogni squadra, quello che è successo alla Jonica nella prima gara del 2019, nonché prima di ritorno in quel di Milazzo. Stesso punteggio della gara di andata (2-1) però questa volta in favore dei mamertini di mister Pasquale Ferrara (oggi in tribuna per squalifica).

Continua il momento negativo della Jonica che inizia con un’altra sconfitta anche il 2019 non pervenuta nella prima frazione, poi la reazione nella ripresa  che porta al gol su rigore di Cardia. Adesso la situazione si fa sempre più critica, ma nulla è ancora perduto, adesso bisogna concentrarsi sulle tre prossime gare casalinghe per poter uscire dal limbo della zona rossa.

Primo Tempo: Nemmeno il tempo di prendere le relative misure che il Milazzo si portano in vantaggio: su una ripartenza La Piana dalla destra calibra un perfetto  traversone a tagliare la difesa con il colpo di testa d’anticipo  vincente di Pino che brinda il suo esordio con la maglia rossoblù. Brutto colpo per la Jonica colpita a fredda, tenta a carburare per entrare in partita, all’8’ rischia di capitolare ancora su un’iniziativa di Franchina con una conclusione calibrata che mette fuori causa Vittorio, ma la sfera sorvola di poco la traversa.  Prima di andare sotto, la compagine jonica nel primo giro dell’orologio reclama un calcio di rigore per atterramento di Savoca con l’arbitro che fa proseguire, proprio sulla ripartenza il vantaggio del Milazzo.

La Jonica sembra stordita ancora dal gol a freddo subito, è incapace di porre freno alle sfuriate dei locali che mettono il timbro alla loro supremazia territoriale al 12’: Alosi verticalizza per La Piana dalla destra mette out il giovane Manuli, poi calibra un perfetto traversone sul palo opposto per la testa di Petrullo che “brinda” al suo primo gol in maglia rosso-blù.

In dodici minuti, il Milazzo mette già un’ipoteca alla vittoria finale, la Jonica cerca di reagire, lo fa al 20’ su un calcio piazzato dal limite di  Martines, ma trova i guantoni del portiere Lo Monaco, ex di turno.

Il Milazzo gioca in scioltezza, al 22’ con il neo acquisto Abbate su suggerimento di Petrullo impegna Orazio Vittorio che devia in angolo. La Jonica non c’è, non riesce ad uscire dal tunnel iniziale, intanto fra le file dei padroni di casa al 32’ l’autore del gol è costretto ad abbandonare il terreno di gioco per infortunio, al suo posto mister Ferrara inserisce Ancione che si fa subito notare offrendo un ottimo assist ad Abbate che  manda di poco sopra la traversa. La Jonica si fa vedere  con Alessio Savoca ma l’ex di turno il portiere Lo Monaco blocca.

Arriva il 3-0 del Milazzo…l’arbitro annulla: Al 38’ i padroni di casa vanno di nuovo in rete, pericolo che arriva dalla destra con Franchina che pennella al centro per l’inserimento di Longo che appoggia nella porta sguarnita. Il direttore di gara annulla per un presunto fallo di Pino su Loria. Il finale di tempo vede un tentativo di Cardia dalla distanza senza pericolo per la porta di Lo Monaco.

Secondo Tempo: Al rientro in campo si presenta in campo con Dadone e Gaeta al posto di Uscenti e Bartorilla, modificando l’assetto tattico con l’arretramento di Martines al fianco di  Herasymenko.  Con un baricentro più propositivo la Jonica cerca di recuperare lo svantaggio, al 57’ cross dalla sinistra di Savoca per Herasymenko che non riesce ad incidere sulla deviazione.

Scontro Herasymenko-Pino con quest’ultimo costretto a lasciare il terreno di gioco, al suo posto mister Ferrara manda in campo il giovane Mario Cambria.

Rigore concesso alla Jonica: Siamo al 66’ azione di Ferraro per Dadone con Marino che commette fallo per l’arbitro che decreta il calcio di rigore. Dagli undici metri trasforma Cardia.

Adesso la Jonica  crede alla rimonta, il Milazzo soffre mister Ferrara cambia modulo dentro Antonuccio per Presti spostando Longo sulla mediana.  Al 75’ punizione dalla sinistra  di Cardia con colpo di testa di Martines. Il pressing finale della squadra di mister Mimmo Moschella non porta al pareggio, la Jonica esce sconfitta dal Salmeri di Milazzo.

1937 Milazzo    2        Jonica FC

Marcatori: 2' Pino, 12' Petrullo, 64' Cardia su rigore.

1937 Milazzo : Lo Monaco, Russo, Marino, Alosi, Franchina, Presti (80' Antonuccio), Pino (61' Cambria), Longo, Petrullo (30' Ancione), Abbate, La Piana (92' Piccolo). All: Pasquale Ferrara.

Jonica FC: Vittorio, Loria, Manuli, Herasymenko, Martines, Bartolilla (46' Gaeta), Uscenti (46' Dadone), Ferraro, Savoca (90' La Forgia), Cardia, Saglimbeni (70' Gazzè). A disposizione: Rizzo, Turiano, Maimone, Smiroldo, Puglisi. All: Mimmo Moschella

Arbitro : Andrea De Francesco di Messina. Assistenti: Michele Ciappa di Caltanisetta e Marco Chillè di Messina.

Ammoniti: Cambria, Ancione e Longo (Milazzo), Herasymenko (Jonica).

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza Mon, 07 Jan 2019 05:45:57 +0000
Esordio amaro per il Camaro con il nuovo anno: vince il Biancavilla con un gol di Bulades. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17241:esordio-amaro-per-il-camaro-con-il-nuovo-anno-vince-il-biancavilla-con-un-gol-di-bulades&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17241:esordio-amaro-per-il-camaro-con-il-nuovo-anno-vince-il-biancavilla-con-un-gol-di-bulades&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Si aprono con una sconfitta il nuovo anno e il girone di ritorno del Camaro, punito oltre i propri demeriti nel primo match del 2019: al "Despar Stadium" passa il Biancavilla, che capitalizza al massimo la rete realizzata al 40' da Bulades in una delle poche occasioni concesse dai neroverdi agli avversari.

Il Camaro parte forte e sfiora il gol già dopo due minuti con Paludetti, il Biancavilla cresce con il passare dei minuti ma raramente riesce ad impensierire Sanneh. Al 40', però, un errato disimpegno costa caro alla squadra di Lucà: Bulades ruba palla, triangola con Savasta e dal limite col mancino trova l'angolo basso alla sinistra del portiere di casa e porta in vantaggio i suoi. Nella ripresa i neroverdi giocano con ardore e provano a riequilibrare il match ma vengono fermati dalle parate di Vitale, da un po' di imprecisione e dalla sfortuna che si materializza al 38', quando Cardia da distanza ravvicinata manda la sfera sul palo. Cappello e compagni spingono con orgoglio fino agli ultimi istanti del match senza però riuscire a trovare il gol che sarebbe valso il meritato pari. E' 0-1 il punteggio finale. Camaro fermo a quota 28, domenica prossima match esterno sul campo del Rosolini.

Fuori programma: il direttore di gara il signor Franzoni di Lovere impone al Camaro di non giocare con la propria maglia ufficiale, quella verde fosforescente con inserti neri, per una incompatibilità di colori con quella gialla e blu degli avversari. Direttore di gara irremovibile e Camaro, avendo il secondo completo giallo e blu come quello del Biancavilla, costretto a indossare le maglie gentilmente concesse dall'Atletico Messina.

Primo Tempo:
Andando al match, partenza sprint dei padroni di casa, vicini al gol dopo poco più di un minuto: corner di Mondello, colpo di testa di Paludetti e palla di un soffio a lato. I neroverdi ci riprovano al 9': punizione laterale di Mondello, deviazione aerea di Genovese e intervento in tuffo di Vitale che blocca allontanando il pericolo.

Biancavilla cresce e si fa vivo al 16': Di Marco crossa da sinistra, Sanneh legge bene la traiettoria e anticipa Savasta in uscita bassa. Passa un minuto ed è Lucarelli, servito da Viglianisi, a battere a rete dal limite: sinistro di poco a lato. Il Camaro torna a farsi vivo in avanti al 20': Paludetti riceve da Cappello, si incunea bene tra i difensori avversari e calcia secco trovando però la risposta di Vitale che blocca in tuffo. Gli ospiti provano ad affidarsi ai calci piazzati tra il 32' e il 35': prima calcia Lucarelli dai 20 metri ma manda a lato, poi è l'ex Ancione a tirare dalla lunga distanza ma la sfera termina oltre la traversa. Al 39' Munafò ruba palla a centrocampo e serve Paludetti, la cui apertura per Mondello, dopo una deviazione, per poco non diventa un assist per Genovese, anticipato sotto porta dalla tempestiva uscita di Vitale.

Biancavilla in vantaggio: Passa un minuto e sono gli ospiti a sbloccare il match: Bulades recupera la sfera, triangola con Savasta e calcia col mancino dal limite trovando l'angolo basso alla sinistra di Sanneh. La reazione del Camaro arriva al 43' ma il tiro di Campo su corner di Mondello è ribattutto sotto porta da un difensore ospite. Si va al riposo sullo 0-1.

Secondo Tempo:
La ripresa si apre con D'Amico in campo al posto di Muscarà. Il primo tentativo al 2' è di Lucarelli, il suo diagonale termina a lato di poco. Il Camaro si fa vivo, invece, al 6': Paludetti serve Genovese, sinistro da fuori e deviazione in tuffo di Vitale che devia in angolo. Sul corner che segue, battuto da Mondello, Paludetti di testa anticipa tutti ma manda alto. Al 7' buona palla di Lucarelli per Ancione, chiuso al momento dal tiro da Morabito. I neroverdi tornano ad attaccare all'11' con una pregevole azione: apertura di Arena, cross al volo di Mondello e provvidenziale anticipo in area di Diop su Genovese.

Buon ritmo in questa fase e nuovo tentativo di Lucarelli, che al 18' calcia a giro dal limite: Sanneh blocca senza affanni. Un minuto dopo Mondello innesca Genovese, sinistro da fuori neutralizzato da Vitale. Al 21' altro tentativo ospite, stavolta con Scapellato, e altro tiro bloccato senza problemi da Sanneh. Al 28' doppio cambio effettuato da Lucà, che rimpiazza Arena e Genovese con Falcone e Cardia. Al 35' Ancione colpisce la barriera su punizione e ci riprova sulla ribattuta, anche stavolta Sanneh abbranca la sfera. Il Camaro non molla e produce l'ultimo sforzo nel finale andando ad un passo dal pari al 38': cross di Mondello, testa di Paludetti e palla a Cardia che calcia al volo da pochi passi mandando la sfera a sbattere in pieno sul palo; l'azione prosegue ed è Cappello a ricevere in area e a calciare di potenza trovando però l'opposizione di Vitale.

Appena un minuto dopo altro cross di Mondello che trova in area Paludetti, il cui colpo di testa termina a lato. Al 40' ultimo cambio nel Camaro: Ginagò sostituisce Morabito. La squadra di Lucà spinge fino alla fine e anche nel recupero, al 47', va al tiro sugli sviluppi di un corner: Mondello trova al limite Cardia, tiro di prima e ribattuta decisiva, forse con un braccio, di Messina. E' l'ultima chance per il Camaro, che perde in casa in campionato dopo oltre un anno, resta a quota 28 in classifica e scivola in quarta posizione. Prossimo match in programma tra sette giorni sul campo del Rosolini.

Camaro - Biancavilla 0-1
Marcatori: 40' pt Bulades (B).

Camaro: Sanneh, Cappello, Campo, Munafò, Cammaroto, Morabito (40' st Ginagò), Paludetti, Arena (28' st Falcone), Muscarà, Genovese (28' st Cardia), Mondello. In panchina: Forestieri, Pantano, Gio. De Marco, De Luca, Giu. De Marco. Allenatore: Michele Lucà.
Biancavilla: Vitale, Yoboua, Di Marco (45' st Messina), Di Peri (37' st Strano), Diop, Parisi (25' pt Scapellato), Bulades, Viglianisi, Lucarelli, Ancione, Savasta. In panchina: Anastasi, Faraone, Marcellino, Cerra, Marrafino. Allenatore: Francesco Di Gaetano.
Arbitro: Matteo Franzoni della sezione di Lovere.
Assistenti: Alessandro Gennuso e Michele Ciavarella della sezione di Caltanissetta.
Ammoniti: 8' pt Bulades (B), 17' st Di Peri (B), 48' st Scapellato (B).

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") Eccellenza Sun, 06 Jan 2019 21:11:53 +0000
Punteggio tennistico del Giarre (6-0) al Real Aci: splendida tripletta di Giannaula. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17238:punteggio-tennistico-del-giarre-6-0-al-real-aci-splendida-tripletta-di-giannaula&catid=85:eccellenza&Itemid=319 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17238:punteggio-tennistico-del-giarre-6-0-al-real-aci-splendida-tripletta-di-giannaula&catid=85:eccellenza&Itemid=319 Importante vittoria interna per il Giarre che comincia il girone di ritorno con un tennistico 6-0 rifilato al fanalino di coda Real Aci. Successo meritato e tre punti ottimi in chiave salvezza per la formazione di Pidatella al cospetto di un avversario, quello granata, imbottito di ex gialloblu. Mattatore dell’incontro è stato Giannaula, autore di una splendida tripletta, che ha trascinato a suon di gol i suoi compagni.

Primo Tempo: Nella prima frazione l’attaccante la sblocca dopo appena due minuti con una bomba centrale su assist di Tomarchio. Episodio chiave per l’inerzia del match quello del 12’ che porta all’espulsione diretta per un fallo di reazione di Villani, ex giarrese. Al 42’ scambio rapido Giannaula-Nicolosi con pallone di ritorno per l’avanti gialloblu atterrato in area da Raciti con il direttore di gara che assegna il penalty. Dal dischetto si presenta Nicolosi che si fa ipnotizzare da un altro ex, il portiere Nicotra.

Secondo Tempo: Nella ripresa nei primi sette minuti il Giarre ne fa tre. Al 4’ è Trovato a raddoppiare da zero metri approfittando di una corta respinta dei difensori acesi sugli sviluppi di un corner. Al 6’ tris di Giannaula, solo in mezzo, che manda sotto le gambe del portiere un cross da destra di Nicolosi.

Un solo giro di lancette e Giannaula fa tripletta con una stupenda conclusione a giro sul secondo palo. C’è gloria al minuto 24 anche per il neo entrato Mirabella che, servito da Tomarchio, spara una fucilata all’incrocio. Si aggiunge al tabellino marcatori anche Urso al 38’ che scarica a fil di palo da lontano ed esulta con il pallone sotto la maglia festeggiando il fatto di essere diventato papà.

GIARRE    6            REAL ACI    0

Marcatori: 2’ pt Giannaula, 4’ st Trovato, 6’ e 7’ st Giannaula, 24’ st Mirabella, 38’ st Urso

Giarre: Colonna, Spampinato, Magrì (37’ st Bangura), Arena (37’ st Pesce), D’Arrigo (16’ st Civiletti), Trovato, Nicolosi (19’ st Mirabella), Marrone, Giannaula (31’ st Tribulato), Urso, Tomarchio. A disposizione: Patti, Albertini, Balsamo, Cliente. All. Pidatella

Real Aci: Nicotra (1’ st Messina), Bisicchia, Villani, Patti, Semprevivo, Fascetto, Raciti, Arcidiacono (28’ st Aleo), Castelli (20’ st Licciardello), A. Carbonaro, G. Carbonaro (20’ st Sirna). A disposizione: Pennisi, Alidou, Spada, Cutuli. All. Romeo

Arbitro: Orlandi di Siracusa; assistenti Scannella di Caltanissetta e Riccobene di Enna

Note: espulso al 12’ pt Villani (RA) per fallo di reazione

Alessandro Famà

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà" ) Eccellenza Sun, 06 Jan 2019 18:58:37 +0000