2016/17 Joomla! - il sistema di gestione di contenuti e portali dinamici http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=category&id=241&layout=blog&Itemid=728 Tue, 11 Dec 2018 10:18:43 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it Giarre e Sporting Taormina si dividono la posta: al gol di Urso risponde Asero. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14287:giarre-e-sporting-taormina-si-dividono-la-posta-al-gol-di-urso-risponde-asero&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14287:giarre-e-sporting-taormina-si-dividono-la-posta-al-gol-di-urso-risponde-asero&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 Al Regionale è andata in scena la penultima di campionato in una vera e propria festa dei colori gialloblu. Il Giarre di Giancarlo Fichera infatti, nonostante il pareggio contro il Taormina, può sorridere per un campionato in cui la salvezza è giunta abbastanza in anticipo. Gli ospiti di mister Coppa, salvi anch’essi da qualche settimana, hanno giustamente onorato il match al meglio delle loro possibilità. Nelle fasi iniziali è stato commemorato il giornalista Nello Azzarelli con la consegna di una targa al miglior giovane calciatore della formazione giarrese.

La gara: Al 13’ della prima frazione di gara il vantaggio dei biancoazzurri taorminesi con una punizione pennellata da Urso. Al 20’ i padroni di casa alzano il ritmo e trovano il gol del pari: Napoli imposta la manovra allargando il gioco sulla sinistra per Leotta la cui propulsione culmina in un cross scodellato verso il cuore dell’area per Asero il quale ben appostato, da distanza ravvicinata, fulmina Saia.

Ad inizio ripresa soltanto il palo ha negato la gioia del gol ad Asero sul suo tiro rasoterra. Poi Leotta ha provato il tap-in ma la sua conclusione è stata murata da Saia ma ancora l’esterno ha riprovato a gonfiare la rete col suo tiro che, invece, è stato respinto dagli ospiti. La susseguente girandola dei campi non produce più emozioni particolari e il triplice fischio del direttore di gara chiude definitivamente le ostilità.

GIARRE    1            SPORTING TAORMINA    1

Marcatori: Pt 13’ Urso, 20’ Asero

Giarre: Nicotra(28’ st Dovara), Curcuruto, Vecchio Patti, Di Benedetto, Privitera, Asero(20’ st Santitto), Napoli, Dadone(10’ st Pezzino), Nirelli, Leotta. A disposizione: Romano, Patanè, Raciti, Cappadonna. All. Fichera

Sporting Taormina: Saia, Spampinato(1’ st Gallo), Urso, Calcagno, Filistad, Scarlata, Emanuele, Abate, Buda, Miceli(17’ st Puglia), Giannaula(26’ st Lupo). A disposizione: Di Benedetto, Mannino. All. Coppa Strano, Roccella,Godino, Di Peri, Liistro, Runza, Butera, Sillah, Sirugo, Ruiz, Bonaccorso

Arbitro: Raso di Messina; assistenti Salvo di Barcellona Pozzo di Gotto e Chillè di Messina

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà") Eccellenza 2016/17 Mon, 24 Apr 2017 00:12:32 +0000
Un gol ad inizio ripresa di Leotta, il Giarre supera il Città di Scordia. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14196:un-gol-ad-inizio-ripresa-di-leotta-il-giarre-supera-il-citta-di-scordia&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14196:un-gol-ad-inizio-ripresa-di-leotta-il-giarre-supera-il-citta-di-scordia&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 Passo deciso verso la salvezza per il Giarre di mister Giancarlo Fichera che infila una prestazione da incorniciare contro il Città di Scordia. Al Regionale finisce 1-0 per i gialloblu che fermano la corsa ai playoff della formazione ospite allenata da Pippetto Romano.

Primo Tempo: Al primo minuto ospiti pericolosi con Taormina che, entrato in area, ha scoccato un tiro murato da Famà e poi sulla ribattuta ha sparato verso la porta alzando troppo la mira. All’8’ su un cross dalla sinistra dei rossoazzurri La Vardera calcia al volo senza fortuna e al secondo tentativo trova l’opposizione in scivolata di Famà che devia la conclusione in angolo. Al 13’ Truglio serve Taormina il cui tiro viene deviato in corner da Famà; sull’angolo preziosa la respinta con i pugni di Nicotra. Al 17’ lancio in verticale di Provenzano ma il portiere gialloblu esce tempestivamente dai pali e fuori dall’area sventando la minaccia.

Il Giarre si vede dalle parti di Valenti al 23’ con un calcio di punizione di Napoli dalla trequarti che il portiere respinge. Due minuti dopo ci prova Privitera con un lancio filtrante facile preda dell’estremo scordiense. Al 29’ punizione a giro di Provenzano che scheggia la traversa. Al 32’ Solferino appoggia per La Vardera il quale prova a lanciare in verticale Solferino ma Nicotra esce vanificando la sortita ospite. Poco dopo, su punizione, Napoli chiama il portiere ospite alla parata. Al minuto 37 punizione dalla destra di Taormina che impegna Nicotra mentre al 42’ il portiere gialloblu si supera con un balzo felino a deviare una staffilata al volo di Solferino e sul corner successivo si oppone con i pugni a Taormina.

Secondo Tempo: Nella ripresa passano due minuti e il Giarre si rende pericoloso con Napoli che impegna il portiere ospite costringendolo a respingere la sua battuta. Episodio chiave al 4’: lancio in profondità di Compagno che innesca la corsa di Leotta il quale scatta in verticale, resiste alla marcatura del suo marcatore, irrompe in area e di collo sinistro tira a incrociare spedendo la palla in rete e siglando il suo nono sigillo stagionale. Alla mezzora un dirompente Curcuruto salta Raimondo sulla corsa e poi prova a sorprendere Valenti con un forte tiro a palombella ma la sfera rimane bassa divenendo preda del portiere. Gli assalti finali verranno tutti sventati da Nicotra, aiutato anche dal palo esterno colpito da Provenzano. Al triplice fischio festa gialloblu per un obiettivo vicino più che mai.

GIARRE    1            CITTA’ DI SCORDIA    0

Marcatore: 4’ st Leotta

Giarre: Nicotra, Curcuruto, Vecchio, Patti, Famà, Privitera, Napoli, Compagno, Dadone(35’ st Romano), Fioriti(12’ st Asero), Leotta(42’ st Galati). A disposizione: Dovara, Patanè, Marino, Pezzino. All. Fichera

Scordia: Valenti, Davide Zumbo(20’ st Saggio), Peluso, Provenzano, Costa, Raimondi, Taormina, Truglio, Solferino, Alessandro Zumbo, La Vardera. A disposizione: Pandolfo, Villani, Caruso, Iacuzzi, Lentini, La Spina. All. Romano Strano, Roccella,Godino, Di Peri, Liistro, Runza, Butera, Sillah, Sirugo, Ruiz, Bonaccorso

Arbitro: Merendino di Messina; assistenti Di Dio di Caltanissetta e Spadaro di Ragusa

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà") Eccellenza 2016/17 Mon, 27 Mar 2017 16:50:22 +0000
Niente da fare per lo Sporting Taormina sul campo della capolista: il Palazzolo vince 5-1. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14188:niente-da-fare-per-lo-sporting-taormina-sul-campo-della-capolista-il-palazzolo-vince-5-1&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14188:niente-da-fare-per-lo-sporting-taormina-sul-campo-della-capolista-il-palazzolo-vince-5-1&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 Il Palazzolo ottiene la sua 17^ vittoria in campionato, mentre lo Sporting Taormina colleziona la sua quinta sconfitta esterna. I gialloverdi di casa si confermano i primi della classe (59 punti), i biancocelesti taorminesi rimangono in settima posizione con 40 punti. Non era certamente questa la gara in cui fare punti per i ragazzi di mister Marco Coppa sul campo della capolista sempre più lanciata verso la Serie D. Alla fine hanno vinto i padroni di casa con un secco 5-1, archiviando subito la contesa nei primi 45’ (3-0) sbloccando il risultato dopo 4’ di gara. Il gol della bandiera taorminese è arrivato a tre minuti dalla fine è porta la firma di Trovato.

Primo Tempo: I padroni di casa partono subito forte, già al l 2' colpiscono il palo con Filicetti su calcio di punizione. Al 4’ arriva il vantaggio dei gialloverdi  sugli sviluppi di un calcio d’angolo: Filicetti mette la sfera all'indietro per Baiocco il quale serve l'accorrente Chiavaro, che, di destro, batte Di Benedetto.

La risposta dello Sporting arriva al 9’ con un tiro cross di Trovato proveniente dalla sinistra e Famà, per poco, non riesce nel tentativo di deviare verso la porta difesa da Aglianò. Il Palazzolo cerca il raddoppio prima con Guirardo al 13’, poi al 22’ con Filicetti, ancora Guirardo di testa al 29’.  Lo Sporting Taormina si fa vedere con un calcio di punizione di Emanuele di poco fuori.  Al 35', su cross di Boncaldo, è Fichera a colpire di sinistro con Di Benedetto che, con il piede, riesce a respingere.

Al 37’ arriva il raddoppio locale: Peppe Grasso è abilissimo ad incunearsi nell'area di rigore del Taormina e a superare due difensori prima di battere il portiere con un delizioso destro che vede il  pallone colpire la parte interna del palo e finire in rete. Nemmeno il tempo di reagire per lo Sporting  ecco che arriva il 3-0: dagli sviluppi di un calcio d’angolo  è ancora Chiavaro, con un gran destro dai 35 metri, a battere l'incolpevole Di Benedetto per il 3 a 0, risultato con cui si va al riposo.

Secondo Tempo: In avvio di ripresa è subito Sporting Taormina con  un tiro di Buda che Aglianò para con i piedi. La gara vive un momento di equilibrio, ma al 58’ Guirado firma il 4 a 0 con un preciso diagonale che s'insacca nel palo opposto della porta  di  Di Benedetto.  Il Palazzolo continua a macinare gioco, al 63’ altra provvidenziale parata su colpo di testa sempre di Guirado del portiere taorminese. Al 78’ arriva il 5-0 su diagonale vincente di Fichera.  Nei minuti finale all’87’ arriva il gol dei taorminesi su colpo di testa di Trovato, ultima emozione di una gara nettamente in mano al Palazzolo.

Palazzolo 5     Taormina 1

Marcatori: 4' e 40' Chiavaro, 37' Grasso, 58' Guirado, 78' Fichera, 87' Trovato

Palazzolo: Aglianò, Boncaldo, Carpinteri, Grasso (46' Calabrese), Chiavaro, Ricca, Fichera (79' Serrantino), Baiocco (56' Musumeci), Guirado, Filicetti, Porto.  All. Accaputo

Taormina: Di Benedetto, Abate (32' Spampinato), Urso, Scarlata Takyi, Filistad, Trovato, Emanuele, Calcagno (60' Miuccio), Famà, Buda, Gallo (52' Giannaula).  All. Coppa.

Arbitro: Iannello di Messina, assistenti Chichi di Palermo e Piccichè di Trapani

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza 2016/17 Sun, 26 Mar 2017 20:00:30 +0000
Quarto k.o di fila per il Giarre: il Real Avola passa 2-1 al Regionale. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14111:quarto-ko-di-fila-per-il-giarre-il-real-avola-passa-2-1-al-regionale&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14111:quarto-ko-di-fila-per-il-giarre-il-real-avola-passa-2-1-al-regionale&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 Quarta sconfitta consecutiva per il Giarre di mister Giancarlo Fichera che si avvicina pericolosamente alla zona playout. Dopo un periodo di risultati positivi i gialloblu dovranno adesso sudare per garantirsi la permanenza in Eccellenza. Tre punti importanti, invece, per gli uomini di Campanella che fanno un passo deciso verso la salvezza.

Al Regionale primo sussulto all' 8' con Santitto che vince di forza un contrasto e poi scodella da destra un pallone che costringe Strano all’uscita dai pali per mandare in angolo. Passano in vantaggio gli avolesi al 15’ con Sirugo che, dopo aver agganciato un lancio in verticale, scatta sul filo del fuorigioco e con un pallonetto beffa Dovara.

Raddrizzano il match i padroni di casa al 29’: punizione di Fioriti che pesca Patti ma la sua inzuccata non trova lo specchio della porta; la sfera rimane nell’area piccola e Compagno con il cinismo di un rapace la scaraventa in rete siglando il suo sesto sigillo in campionato. Al 39’ bordata da fuori area di Patanè sulla quale vola l’estremo difensore aretuseo deviando sopra la traversa.

Nella ripresa passano appena 4 minuti e si materializza il nuovo vantaggio dell’Avola con Bonaccorso che scarica dietro per l’accorrente Ruiz il quale con un diagonale di destro dal limite dell’area non lascia scampo a Dovara. Al 33’ la formazione ospite sfiora il tris con Bonaccorso che fallisce il pallonetto e Dovara para in due tempi. Il palo nel finale di Fioriti, su cross di Curcuruto, non permetterà ai giarresi di raggiungere il pareggio.

GIARRE    1            REAL AVOLA    2

Marcatori: Pt 15’ Sirugo, 29’ Compagno; St 4’ Ruiz

Giarre: Dovara, Curcuruto, Famà, Patti, Di Benedetto, Patanè(26’ st Privitera), Santitto, Compagno, Fioriti, Nirelli(17’ st Pezzino), Leotta. A disposizione: Nicotra, Vecchio, Raciti, Cappadonna, Romano. All. Fichera

Real Avola: Strano, Roccella, Godino, Di Peri, Liistro, Runza, Butera, Sillah, Sirugo(36’ st Ivone), Ruiz, Bonaccorso. A disposizione: Pizzolato, Fomisano, Rizza. All. Campanella Strano, Roccella,Godino, Di Peri, Liistro, Runza, Butera, Sillah, Sirugo, Ruiz, Bonaccorso

Arbitro: Comito di Messina; assistenti Bentivegna e Gallea di Agrigento

Note: espulso al 47’ st Famà (G) per somma di ammonizioni

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà") Eccellenza 2016/17 Sat, 11 Mar 2017 22:55:09 +0000
Lo Sporting Taormina con Trovato, Urso e Buda superano 3-0 il Torregrotta. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14082:lo-sporting-taormina-con-trovato-urso-e-buda-superano-3-0-il-torregrotta&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14082:lo-sporting-taormina-con-trovato-urso-e-buda-superano-3-0-il-torregrotta&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 Lo Sporting Taormina  conquista i tre punti contro il fanalino di coda Torregrotta, un successo che proietta i ragazzi di mister Marco Coppa in settima posizione (36 punti) grazie al tris di marcature di Trovato, Buda e Urso.

La pratica Torregrotta viene chiusa nei primi 20’ dai taorminesi, dopo 5’ dal fischio d’inizio è Trovato che sblocca il risultato con un grande tiro che si insacca all’angolino alla destra di Vinci. Il raddoppio arriva al 20’ con Urso che trova un varco lungo la fascia laterale sinistra, penetra in area è da posizione defilata fa partire una parabola sul lato opposto che non lascia scampo a Vinci. Prima dei due gol, è toccato a Buda tentare la via della rete: perfetto passaggio filtrante centralmente con l’attaccante che si presenta a tu per tu con Vinci, con l’estremo difensore abile a chiudere lo specchio intercettando la sfera.

Il Torregrotta pur sotto di due gol, non demorde fa la sua gara, al 27’ i tirrenici si fanno vedere in area taorminese sugli sviluppi di calcio di punizione di Isgrò con la sfera che arriva a Marchese ma la coordinazione non è perfetta con conclusione da dimenticare. Prima dell’intervallo ancora i padroni di casa si rendono pericolosi con un’azione personale di Urso che dopo una lunga cavalcata sulla corsia sinistra, dalla linea di fondo mette al centro con Borelli che riesce a salvare prima dell’intervento degli attaccanti di casa. Poi tocca a Giannaula che mette al centro un perfetto traversone per Buda poteva essere il 3-0, la sfera attraversa tutta l’area con l’attaccante di casa arriva in ritardo per la deviazione vincente.

Nella ripresa  la prima azione degna di nota è degli ospiti al 52’ quando Mazzullo in area su verticalizzazione di Sciliberto sul fondo scodella al centro per il tiro di Marchese che viene contrastato da un difensore. Sul tentativo di replica di Isgrò, un difensore sulla traiettoria devia in angolo.  In rimessa si fa vedere lo Sporting con Emanuele che tenta di sorprendere da fuori Vinci. Al 60’ una bella azione manovrata dei padroni di casa che porta al tiro Giannaula che trova la pronta risposta del portiere rossoblù Vinci.

Il Torregrotta cerca di pungere con un tiro da fuori di Sciliberto di poco sopra la traversa. Ancora la squadra tirrenica al 67’ con il neo entrato Simone Abate al suo esordio in assoluto in prima squadra classe 2001, con abilità intercetta un corto rinvio del portiere taorminese  pronto il suo tiro ma trova un provvidenziale deviazione di un difensore locale.

Al 68’ arriva il gol dell’ex Peppe Buda abile ad arpionare un retropassagio di Sciliberto per Falcone, l’attaccante taorminese elude l’uscita di Vinci per il 3-0. Gara praticamente conclusa anche se Guglielmino per ben due volte cerca la via del gol al 73’ con un tiro da fuori con Vinci che intuisce e all’82’ sempre da fuori, questa volta la sfera esce di poco fuori. All’83’ è il Torregrotta con Isgrò ad impegnare Scordino che devia sopra la traversa.

Ultimo sussulto di una gara che vede la preventiva vittoria dello Sporting che si allontana dalla zona play-out (+5), ennesima sconfitta per il Torregrotta, ormai con un piedi in Promozione, retrocessione che diventerebbe matematica in casa di sconfitta nella prossima gara casalinga con il Rosolini con cinque turi di anticipo.

Sporting Taormina -  Torregrotta   3-0

Marcatori: 5’ Trovato, 20’ Urso, 68’ Buda.

Sporting Taormina: Scordino, Spampinato, Urso, Puglia, Scarlata, Trovato S, Emanuele (77´' Castorina) Mannino, Giannaula (71' Miuccio), Miceli (43' Guglielmino), Buda. A disp.: Lo Cascio, Padalina, Abate G., Filistad. All.: M.Coppa

Torregrotta: Vinci, Mamone (9' Bellamacina), Manzella, Sindoni, Maisano, Borelli (77' Merlino), Isgrò, Falcone, Marchese, Sciliberto, Mazzullo. A disp.: Trovato G, Abate S., De Vita. All.: G.Borelli

Arbitro: Giuseppe Merendino di Messina. Assistenti: Paolo Spadaro e Alberto Taranto di Ragusa

]]>
info@sportjonico.it (di "Andrea Cannizzaro") Eccellenza 2016/17 Sun, 05 Mar 2017 20:40:54 +0000
Colpo del Rocca di Caprileone al Regionale di Giarre: decide un rigore di Matera a 4' dalla fine. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14034:colpo-del-rocca-di-caprileone-al-regionale-di-giarre-decide-un-rigore-a-4-dalla-fine&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14034:colpo-del-rocca-di-caprileone-al-regionale-di-giarre-decide-un-rigore-a-4-dalla-fine&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 Basta al Rocca di Capri Leone una rete del centravanti Matera dagli undici metri per avere ragione di un Giarre poco prolifico e non abbastanza incisivo negli affondi offensivi.

Per i tirrenici tre punti d’oro in chiave salvezza che lasciano aperte le porte della permanenza nella categoria con la probabilità di non dover disputare il playout. Al Regionale i gialloblu di Fichera, invece, incassano la seconda sconfitta consecutiva dopo la disfatta di Acireale, e probabilmente devono dire addio ai sogni di playoff con sette giornate di anticipo.

Dopo diverse occasioni che non inquadrano lo specchio della porta ospite è Salvo Aleo ad avere un’opportunità importante al 29’ il quale a tu per tu con Paterniti si lascia ipnotizzare dal portiere che con la punta delle dita manda in corner.

Nella ripresa episodio decisivo al 40’ quando il direttore di gara ravvisa un fallo in area giarrese: calcio di rigore che Matera trasforma spiazzando Nicotra. I disperati affondi finali del Giarre non produrranno più nulla fino al triplice fischio che manderà le due compagini negli spogliatoi.

“Nel primo tempo ha giocato meglio il Giarre – commenta mister Palmieri a fine gara – perché noi non avevamo approcciato al meglio la partita. Nella ripresa abbiamo poi giocato in modo diverso e credo che abbiamo meritato il vantaggio. E’ regnato l’equilibrio ma poi è stato un episodio a sbloccare il match. Il nostro obiettivo è quello di riuscire a salvarci e in questo girone di ritorno stiamo facendo qualcosa di straordinario.

Le uniche due sconfitte sono arrivate con Palazzolo e Milazzo tra l’altro con due grandi prestazioni. Oggi vincere a Giarre è stata una grande impresa perché sapevamo che i nostri avversari avevano perso solo due volte tra le mura amiche. I miei ragazzi sono stati splendidi interpretando la gara con spirito di sacrificio e tirando poi fuori orgoglio e intensità. Non abbasseremo la guardia perché alle nostre spalle tutto può succedere e si può essere risucchiati. La prossima giocheremo contro il Città di Sant’Agata, un bel derby, e proveremo a conquistare i tre punti sapendo che ci troveremo di fronte un’ottima squadra”.

GIARRE    0            ROCCA DI CAPRI LEONE    1

Marcatore: St 41’ Matera (r)

Giarre: Nicotra, Curcuruto(43’ st Marino), Vecchio, Patti, Di Benedetto, Patanè, Santitto, Compagno, S. Aleo(38’ pt Privitera), Fioriti, Leotta. A disposizione: Grasso, Galati, Famà, Raciti, Romano. All. Fichera

Rocca di Capri Leone: Paterniti, Galati, Scaffidi, Viscuso, Scolaro(25’ st Spinella), Miano, Cerniglia, Gatto, Matera, Ceraolo(25’ st Mascari), Fantino. A disposizione: Caruso, Tuccio, D’Amico, Iaia, Calabrese. All. Palmieri

Arbitro: Fazio di Agrigento; assistenti Scribani e Pedalino di Agrigento

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà") Eccellenza 2016/17 Sat, 25 Feb 2017 19:24:39 +0000
Lo Sporting Taormina espugna il Giovanni Celeste: 2-1 al Pistunina. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14014:lo-sporting-taormina-espugna-il-celeste-2-1-al-pistunina&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14014:lo-sporting-taormina-espugna-il-celeste-2-1-al-pistunina&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 Con un gol dell’ex  Buda su rigore e di Emanuele lo Sporting Taormina espugna il  “Giovanni Celeste” di Messina superando per 2-1 i rossoneri del Pistunina. Per la compagine del Presidente Mario Castorina si tratta della terza vittoria consecutiva lontana dal Valerio Bacigalupo è si porta in zona sicurezza (32 punti)  a +4 dalla zona rossa, di contro il team di mister Romeo dopo la brillante prova contro il Città di Rosolini cercava il bis per accorciare la zona play-out, sempre 14^ posto (14 punti) a -10 dallo Sporting Viagrande (24 punti).

Pronto riscatto dello Sporting in terra peloritana dopo la sconfitta casalinga subita la settimana scorsa dal Città di Scordia, eppure la gara contro il Pistunina è iniziata subito in salita, infatti al 10’ i rossoneri di casa sbloccano il risultato:  l’azione che porta al vantaggio inizia dagli sviluppi di un calcio di punizione con la sfera che arriva a Buscema che dal limite fa partire un insidioso tiro a volo che il portiere ospite respinge la sfera arriva a Minissale che sotto porta di piatto mette in rete.

Euforia in casa del Presidente Velardo per il vantaggio, ma l’entusiasmo viene smorzato al 15’ infortunio a Giacopello al suo posto mister Romeo manda in campo Nino De Salvo. La gara riprende con gli ospiti in avanti, al 16’ hanno la possibilità di ristabilire la parità: azione dell’ex di turno Buda che dalla destra cerca di penetrare in area avversaria ma viene messo giù dall’intervento in scivolata di Keita, l’arbitro indica il dischetto di rigore. Sulla sfera si presenta lo stesso Buda che ha di fronte l’ex compagno Papale che intuisce la sfera ma non riesce ad evitare la trasformazione.

Ristabilita la parità le due squadre cercano di superarsi a vicenda, l’equilibrio viene sbloccato al 29’ sempre su iniziativa di Peppe Buda che pennella un perfetto lancio dalla trequarti per Emanuele che beffa il portiere Papale in uscita con perfetto pallonetto per il vantaggio dello Sporting. La reazione del Pistunina non si fa attendere, arriva subito con un gran tiro di Foresta  con Saia manda in angolo.  E’ il Pistunina che fa gioco con lo Sporting pronto a ripartire come al 42’ quando sempre Buda in versione assist-man serve Lupo per Miceli la cui conclusione di poco alta. Prima dell’intervallo, grande occasione per i padroni di casa dalla bandierina Buscema per il colpo di testa  di Minissale con Saia che si salve di intuito.

Al ritorno in campo parte subito forte il Pistunina ma non riesce a sfondare, allora mister Romeo cambia modulo tattico mette in atto un 4-3-3 con Buscema e Minissale esterni e Cariolo in mezzo e Gazzè alle spalle. Mossa che porta i suoi buoni frutti in fase di impostazione, ma non in fase risolutiva. Al 70’  bella iniziativa del duo Buscema che serve Minissale che fa partire un gran tiro al volo con Saia che si salva con una grande prodezza.

Lo Sporting si fa vedere in avanti con il solito Buda che al 72’ subisce fallo da parte di Miduri che viene punito dal secondo giallo dal direttore di gara conseguente cartellino rosso.  Momenti di nervosismo in campo e in panchina risultato che l’arbitro manda anzitempo negli spogliatoi il giocatore di casa Foresta e il secondo portiere ospite Di Benedetto.

Ritornata la calma si riprende a giocare con il Pistunina costretto a giocare in inferiorità numerica (nove contro 11) la parte finale di gara che ha riservato un’insidiosa punizione a giro di Urso con  ottima parata di Papale, al 90’ Minissale non finalizza in rete  mandando alto sopra la traversa una splendida manovra della squadra. Ultimo sussulto ed arriva il triplice fischio finale da parte del fischietto palermitano la cui direzione di gara non è piaciuta ai padroni di casa.

Pistunina   1    Sporting Taormina   2

Marcatori: 10’ Minissale, 16’ Buda su rigore, 29’ Emanuele.

Pistunina: Papale, Caldore, Miduri, Keita, Giacopello (14’ A. De Salvo), Foresta, Russo (62’ Cariolo), Grillo, Minissale, Buscema, Gazzè. All: Ciccio Romeo.

Sporting Taormina: Saia, Spampinato ( 82’ Gallo), Urso, Puglia, Scarlata, Trovato, Emanuele, Mannino, Lupo (80’ Giannaula), , Miceli (58’ Abate), Buda. All: Marco Coppa.

Ammoniti: 10’ Minissale, 24’ Foresta, 60’ Miduri (Pistunina),  9’ Spampinato (Sporting Taormina)

Espulsi: 73’ Miduri e 75’ Foresta.

Arbitro: Gianluca Li Vigni di Palermo.

]]>
info@sportjonico.it (di "Mirko Crisafulli") Eccellenza 2016/17 Sun, 19 Feb 2017 21:46:43 +0000
Lo Sporting Taormina cade in casa: il Città di Scordia nella ripresa va a segno due volte. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13981:lo-sporting-taormina-cade-in-casa-il-citta-di-scordia-nella-ripresa-va-a-segno-due-volte&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13981:lo-sporting-taormina-cade-in-casa-il-citta-di-scordia-nella-ripresa-va-a-segno-due-volte&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 All’andata lo Sporting Taormina aveva vinto 2-1 sul campo con in panchina Salvo Principato nella gara di ritorno invece è stata la compagine dello Scordia ad espugnare con un secco 2-0 maturato nella ripresa il terreno del Valerio Bacigalupo.

Due compagine che cercavano di allungare la striscia di risultati positivi, lo Scordia di mister Romano, al termine dei 90’ ha conquistato, oltre i tre punti, l’ottavo risultato utile  consecutivo. Invece lo Sporting Taormina di mister Marco Coppa nel difficile incontro con lo Scordia fallisce il quarto risultato utile consecutivo.

La gara si risolve nella ripresa al 70’ quando il direttore di gara assegna un calcio di rigore per fallo su Taormina, dal dischetto trasforma Solferino. Sotto di una rete lo Sporting si tuffa nella metà campo ospite, nulla da fare, anzi è la squadra di mister Romano  che va prima vicino al raddoppio con Truglio che colpisce la traversa. All’81’ a chiudere la partita con un tiro da 25 metri è Provenzano che non lascia scampo al numero uno taorminese  Saia per il 2-0, gol che taglia le gambe alla formazione di casa.

Diciamo che la prima frazione di gara è stata molto combattuta con gli ospiti che sfiorano lo vantaggio con Raimondi su assist di Solferino colpisce il palo . Per vedere un tiro in porta da parte dello Sporting  dobbiamo attendere il 32’ con il tiro di Mannino alto sopra la traversa, poi  la 34’  gran tiro di Giannaula che costringe il portiere ospite in corner.

Ad inizio ripresa la traversa dice di no a Truglio, mentre al 60’ i ragazzi di mister Coppa hanno la possibilità di portarsi in vantaggio quando Giannaula serve Emanuele da ottima posizione, ma il suo colpo di testa termina fuori dello specchio.  Dal 65’ al 67’ due opportunità per lo Scordia, prima con una grande conclusione di Provenzano con la pronta risposta di Saia, l’altra sui piedi di Taormina che si  destreggia bene in area, ma conclude fuori.

L’equilibrio del risultato viene sbloccato al 70’ quando il direttore di gara assegna un calcio di rigore per atterramento di Taormina che viene trasformato da Solferino. Poi la traversa salva lo Sporting su tiro di Truglio, il raddoppio arriva all’81’ con una grande botta da fuori di Provenzano che esultare un centinaio di tifosi presenti sugli spalti del Bacigalupo.

Arriva il triplice fischio finale che regala i tre punti allo Scordia che valgono il sesto posto in classifica (359) mentre lo Sporting rimane a quota 29 punti, fuori dalla zona rossa della salvezza. Nel prossimo turno i taorminesi saranno impegnati nel derby sul campo del Pistunina, mentre lo Scordia di Pippo Romano riceveranno la visita del fanalino di coda Torregrotta.

Sporting Taormina    0   Città di Scoria   2

Marcatori: 70’ Solferino su rigore, 81’ Provenzano.

Sporting Taormina: Saia, Abate, Urso, Puglia, Filistad (47' Spampinato), Trovato, Emanuele, Mannino (54' Buda), Lupo (64' Guglielmino), Giannaula, Calcagno. All. Coppa.

Città di Scordia: Valenti, Messina, Tarantino, Provenzano, Castiglia, Raimondi, Taormina (88' Saggio), Truglio, Solferino (85' Peluso), Zumbo A., La Vardera.  All. Romano.

Ammoniti: Mannino e Emanuele (Sporting Taormina), Tarantino, Solferino, Provenzano e Valenti (Scordia).

Arbitro : Gangi di Enna. Assistenti: Alesci e Franco di Barcellona P.G:

]]>
info@sportjonico.it (di "Andrea Cannizzaro") Eccellenza 2016/17 Mon, 13 Feb 2017 00:13:50 +0000
Giarre fatale per la capolista Città di S. Agata: decide un gol di Compagno. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13975:giarre-fatale-per-la-capolista-citta-di-s-agata-decide-un-gol-di-compagno&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13975:giarre-fatale-per-la-capolista-citta-di-s-agata-decide-un-gol-di-compagno&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 Impresa casalinga per un eroico Giarre che batte di misura la capolista Città di S. Agata dimostrando grande compattezza e forza. Mister Giancarlo Fichera, con un capolavoro tattico, sblocca subito il match a suo favore e poi riesce a non correre troppi rischi grazie ad un’intesa perfetta tra i reparti.

Al Regionale i gialloblu, che tornano alla vittoria dopo quattro gare ufficiali, conquistano tre punti che li mantengono in scia per un posto nei playoff. L’undici di Scaffidi, dal canto suo, rischia adesso seriamente di venire sorpassato dall’Acireale che affronterà il Milazzo, altra inseguitrice della vetta.

L’incontro si sblocca dopo appena 120 secondi: calcio di punizione di Napoli che pesca Compagno il quale arpiona la sfera e a tu per tu con Ficarra piazza il pallone spedendolo alle spalle del portiere avversario. Reazione ospite all’8’ con una botta dal limite dell’area di Longo sulla quale Nicotra si distende deviando in angolo. Prosegue il forcing con Fabrizio Bontempo che al 12’ prova la sventola dalla distanza ma senza inquadrare lo specchio della porta.

Al 18’ l’esterno offensivo Mincica taglia verso il centro della trequarti confezionando un suggerimento in verticale per Serio sul quale, dentro l’area, è tempestivo l’intervento in chiusura di Curcuruto che effettua una diagonale da applausi. Ancora Mincica calcia dal vertice dell’area spedendo oltre la traversa, poi Zingales ha provato a pennellare un cross dalla sinistra che Nicotra ha bloccato. Al 43’ il solito Mincica, dopo un fraseggio, serve in verticale Serio che dall’interno dell’area conclude ma Nicotra è attento. Si riaffaccia il Giarre nella metà campo avversaria con Famà che con un tiro cross insidioso becca l’esterno della rete. Allo scadere Scariolo spizza di testa ma ancora Nicotra è provvidenziale.

Nella ripresa all’8’ l’estremo difensore giarrese respinge con i pugni la punizione di Giacomo Bontempo. Giarresi avanti al 12’ con Dadone che lavora un pallone nel cuore dell’area e prova a mettere in mezzo ma la difesa ci mette una pezza, poi arriva Nirelli con un rasoterra che si spegne a lato. Al 24’ punizione di Compagno neutralizzata da Ficarra. Due minuti dopo Santitto appoggia per il neo entrato Fioriti, nuovo acquisto argentino in casa gialloblu, che fa partire una staffilata bloccata dal portiere tirrenico. Al 35’ ancora Fioriti a ridosso dell’area giochicchia con la sfera per poi appoggiarla a Santitto che scodella in mezzo senza effetti. Finale palpitante in cui il S. Agata si riversa in avanti alla ricerca di un disperato pareggio. Lo sbilanciamento favorisce l’imperterrito Fioriti che al 48’ spara centralmente con Ficarra che dimostra sicurezza. Al triplice fischio parte la festa sulle tribune per un risultato da incorniciare per il Giarre del presidente Giulio Nirelli.

“Abbiamo dato tutto lottando su ogni pallone e ci siamo tolti un’altra bella soddisfazione – commenta mister Fichera – che dà seguito alle altre stagionali con Milazzo e Acireale. Abbiamo giocato con il cuore e dal punto di vista tattico siamo stati ordinati e compatti con la possibilità in contropiede di raddoppiare. I nostri avversari hanno cercato di sfondare ma la difesa ha retto alla perfezione.

Sono contento per Fioriti che in 25 minuti ha dimostrato che potrà darci una grossa mano. I rimpianti crescono per non aver potuto giocare con tutti gli effettivi, gli infortuni, infatti, in questo campionato ci hanno perseguitato. Prima Patanè assente per due mesi, poi Villani, Monte, Leotta. L’emblema è Daniel Aleo: nove partite giocate, dieci gol.

E se ci fosse stato per tutte le gare? Ora pensiamo alla prossima con l’Acireale per raggiungere il prima possibile quota 40 punti. I playoff rimangono un sogno ma dalla mia esperienza posso affermare che nel calcio niente è scontato”.

GIARRE    1            CITTA’ DI S. AGATA    0

Marcatore: Pt 2’ Compagno

Giarre: Nicotra, Curcuruto, Vecchio, Patti, Famà(32’ st Di Benedetto), Patanè, Santitto, Compagno, Dadone(24’ st Fioriti), Nirelli, Napoli. A disposizione: Grasso, Privitera, Marino, S. Aleo, Pezzino. All. Fichera

S. Agata: Ficarra, Franchina, R. Aleo(16’ st Protopapa), Serio, F. Bontempo, Longo, Carrello[(11’ pt Barberi(30’ st Galati)], G. Bontempo, Scariolo, Mincica, Zingales. A disposizione: Scurria, Cicirello, Di Napoli, Addamo. All. Scaffidi

Arbitro: Virgilio di Agrigento; assistenti Attardi e Spadaro di Ragusa

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà") Eccellenza 2016/17 Sat, 11 Feb 2017 21:12:13 +0000
Lo Sporting Taormina passeggia a Belpasso (9-0) con Giannaula protagonista. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13936:lo-sporting-taormina-passeggia-a-belpasso-9-0-con-giannaula-protagonista&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13936:lo-sporting-taormina-passeggia-a-belpasso-9-0-con-giannaula-protagonista&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 Una punizione forse eccessiva per i giovani del Belpasso che subiscono al  San Gaetano un 9-0 da parte dello Sporting Taormina con Giannaula protagonista in assoluto che mette a segno un poker di reti. Alla sagra dei gol vanno in doppietta Lupo e Guglielmino, esulta solo una volta ma ha avuto il merito di sbloccare il risultato al 27’ l’attacante Buda.

A Belpasso arriva il terzo risultato utile consecutivo per la compagine del Presidente Mario Castorina che si allontana dalla zona play-out. Sul campo etneo è arrivata la quinta vittoria in trasferta, la seconda consecutiva. Altro dato dopo la gara con il Belpasso, lo Sporting  non ha subito nessun gol nelle ultime due gare, la porta di Saia è inviolata da ben 180’.

I due schieramenti:  Mister Giovanni La Mela presenta uno schieramento 4-3-3 con Nocilla in porta, sulla linea difensiva Strano, Guastella, Filetti e Puglisi. Nella linea centrale di centrocampo Mazzarino, Muscia e D’Angelo. In avanti con Maccarrone centrale con gli esterni Licciardello e Giummaresi. Lo Sporting schierato da mister Coppa vede in porta Saia, in difesa Abate, Puglia, Filistad e Trovato, a centrocampo Calcagno, Mannino e Emanuele, in attacco Lupo, Giannaula e Buda.

Primo Tempo: Eppure il risultato fino al 27’ era chiodato sullo 0-0, con i ragazzi di Giovanni La Mela con determinazione hanno lottato su ogni pallone con la squadra ospite che ha sofferto la carica agonistica dei padroni di casa che hanno avuto l’occasione di portarsi in vantaggio al 15’ quando Mazzarino dalle retrovie serve con un perfetto lancio Licciardello che si scontra con Saia in uscita, la sfera arriva sui  piedi dell’attaccante locale Maccarrone il cui tiro con tutta la porta sguarnita sfiora il palo.

I taorminesi fiutano il pericolo, allora cambiano il ritmo alla gara, al 20’ un cross di Abate arriva a Emanuele la cui incornata finisce sulla traversa.  Al 24’ punizione per gli ospiti dal limite con Buda che colpisce il palo alla sinistra di Nocilla. Il vantaggio arriva al 27’ quando Mazzarino contrastato da Lupo  perde la sfera, siamo sulla trequarti con il taorminese che apre prontamente sulla destra per l’accorrente Buda il suo tiro a giro non perdona Nocilla.  Adesso c’è solo Taormina, al 34’ Giannaula in mezza  rovesciata manda di poco fuori. Il  gol solo rimandato proprio allo scadere del primo tempo, quando un perfetto cross dalla sinistra di Emanuele viene deviato in rete da un bel stacco di testa di Giannaula. Si va al riposo con i ragazzi di mister Coppa in vantaggio per 2-0.

Secondo Tempo: Nella ripresa nemmeno passa un giro dell’orologio, arriva il tris taorminese grazie alla deviazione sotto porta di Giannaula per il 3-0. Al 49’ il vecchio marpione Buda ruba la sfera ad un difensore appoggio per Lupo che sigla il 4-0. Il quinto gol è una fotocopia del precedente, questa volta è Giannaula a rubare palla ad un difensore s’invola centralmente verso l’area di rigore la cui conclusione non lascia scampo a Nocilla. Ormai non c’è più gara, al 59’ arriva il 6-0 ancora con Giannaula che approffita di un rinvio sbagliato dell’estremo difensore locale.  Al 70 tocca ala neo entrato Guglielmino ad esultare con un tiro dal limite (7-0), poi è la volta di Lupo che approffitta di un’errata uscita di Nocilla, il 9-0 che chiude la gara a tempo ormai a tempo scaduto con un tiro dalla distanza di Guglielmino.

Belpasso    0   Sporting Taormina   9

Marcatori: 27’ Buda, 45’, 47’, 52’ e 59’ Giannaula, 49’ e 87’ Lupo, 70’ e 92’ Guglielmino.

Belpasso: Nocilla, Strano (81’ Guglielmino), Filetti, Mazzarino, Guastella (64’ Muscia), Puglisi, Licciardello, Aiello, Maccarrone (69’ Sapienza), D’Angelo, Giummarisi. All: Giovanni La Mela.

Sporting Taormina: Saia, Abate, Calcagno (54’ Scarlata), Puglia, Filistad, Trovato (62’ Gallo), Emanuele, Mannino, Lupo, Giannaula, Buda (51’ Guglielmino). All: Marco Coppa.

Ammoniti: Puglisi e Licciardello (Belpasso).

Arbitro: Josè Maria Akash di Caltanissetta. Assistenti: Breci e Runza di Siracusa.

]]>
info@sportjonico.it (di "A. Cannizzaro") Eccellenza 2016/17 Sun, 05 Feb 2017 18:50:50 +0000
Su calcio di rigore trasformato da Puglia, lo Sporting Taormina doma la resistenza del Real Avola. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13904:su-calcio-di-rigore-trasformato-da-puglia-lo-sporting-taormina-doma-la-resistenza-del-real-avola&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13904:su-calcio-di-rigore-trasformato-da-puglia-lo-sporting-taormina-doma-la-resistenza-del-real-avola&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 Davanti a pochissimi spettatori lo Sporting Taormina conquista il secondo successivo di fila in campionato grazie ad un calcio di rigore trasformato da Puglia ad inizio ripresa. Per il resto, prova poco convincente per i ragazzi di mister Coppa soprattutto nella prima frazione, poi nella ripresa i taorminesi sono scesi in campo con un’altra determinazione, un secondo tempo che ha visto la doppia espulsione nelle file biancocelesti di Spampinato e Famà costringendo i locali di giocare in inferiorità numerica la parte finale di gara, alla fine è stato tagliato il traguardo del successo che porta la compagine del Presidente Mario Castorina ben distante dalla zona play-out in una situazione di classifica tranquilla.

Dopo il successo della settimana scorsa sul campo difficile del Pedara S. Pio X, si aspettava un’altra prestazione  convincente dell’undici taorminese, purtroppo nel gioco non è stato così, diciamo la gara contro il Real Avola è stata una fotocopia di quella giocata 15 giorni prima con il Rocca di Caprileone, ma diversa nel risultato, quello che conta per allontanarsi dalla zona calda, alla fine è arrivata la vittoria su calcio di rigore concesso al 59’ dal direttore di gara quando Emanuele  in area avversaria viene toccato da un difensore in recupero, forse l’attaccante accentua la caduta che ha indotto l’arbitro a fischiare. Dagli undici metri non sbaglia Mauro Puglia che manda in fondo alla rete per il vantaggio taorminese.

La gara: Dopo una fase di studio a tirare per primi in porta sono stati i locali quando Emanuele appoggia per Lupo con Pizzolato che devia in angolo. La risposta ospite arriva con  Sirugu al momento del tiro su contrasto di Spampinato cade a terra, per l’arbitro tutto regolare. Al 36’ padroni di casa si fanno vivi in area avversaria con un gran tiro al volo di Buda con Pizzolato che intercetta la minaccia. Prima del fischio finale occasione per Giannaula al momento della conclusione cade  a terra.

Ad inizio ripresa subito Sporting con un colpo di testa di Giannaula su traversone di Calcagno con l’estremo difensore ospite compie un vero miracolo. La risposta del Real Avola con Frittita con la difesa biancoceleste riesce a mettere una toppa all’incursione dell’attaccante ospite. Rispetto alla prima frazione, l’undici di Coppa sembra più convincente nella ricerca del vantaggio che arriva con una furbizia del sempre veterano Emanuele che accentua la caduta su un contatto con un difensore ospite, l’arbitro indica il dischetto, inutili le proteste della squadra avversaria.

Sotto di un gol e con due uomini in più i ragazzi di Campanella premono sull’acceleratore cercano la via del gol con più insistenza con Saia che ci mette i pugni a difendere il vantaggio, rischia grosso al 69’ quando si crea una mischia che poi viene risolta dall’intervento di Filistad che spazza.

Con gli ospiti proiettati in avanti, concedono spazi alle ripartenze dei taorminesi che sfiorano il raddoppio all’80’ con un gran tiro del sempre verde Mannino con Pizzolato che para. La replica di Di Peri non porta nulla di buono. Pressing finale degli ospiti alla ricerca del pareggio che non arriva per il triplice fischio finale dell’arbitro dalla conduzione sufficiente.

Migliori in campo per lo Sporting Taormina il centrocampista Mannino, un vero trascinatore ed instancabile per tutto l’arco della gara. Per la squadra il migliore il duo Di Peri e Ruiz.

Sporting Taormina    1      Real Avola   0

Marcatore: 59’ Puglia su rigore.

Sporting Taormina: Saia, Spampinato, Calcagno, Puglia, Filistad, Trovato, Emanuele, Mannino, Lupo (89’ Gallo), Giannaula (70’ Famà), Buda. All: Marco Coppa.

Real Avola: Pizzolato, Roccella, Godino, Di Peri, Runza (77’ Monterosso),Listro, Sillah, Butera, Frittita, Ruiz, Sirigu. All: Campanella.

Ammoniti: 24’ Spampinato, 61’ Marco Trovato (Sporting Taormina), 64’ Runza (Real Avola)

Espulsi: 74’ Spampinato (Sporting Taormina) doppia ammonizione, 84’ Famà (Sporting Taormina)

Arbitro: Arcidiacono di Acireale.

]]>
info@sportjonico.it (di "Andrea Cannizzaro") Eccellenza 2016/17 Sun, 29 Jan 2017 19:24:05 +0000
Il gol di Patti illude il Giarre, nella ripresa il Palazzolo rimonta: 3-1 finale. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13886:il-gol-di-patti-illude-il-giarre-nella-ripresa-il-palazzolo-rimonta-3-1-finale&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13886:il-gol-di-patti-illude-il-giarre-nella-ripresa-il-palazzolo-rimonta-3-1-finale&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 Sconfitta casalinga per il Giarre di Giancarlo Fichera che cade 3-1 contro il Palazzolo. Al Regionale la formazione gialloblu chiude la prima frazione di gioco in vantaggio ma poi subisce la rimonta degli iblei nei secondi 45 minuti.

Patti illude al 18’ del primo tempo con un gol da cineteca: gran conclusione al volo di collo destro da fuori area ad incrociare e la sfera si stampa contro il palo interno prima di insaccare in rete. Nella ripresa escono fuori gli ospiti che pareggiano già al secondo minuto. Fichera confeziona un assist in orizzontale dalla destra per Grasso che salta il suo diretto avversario e trafigge Dovara dall’interno dell’area.

All’8’ in area Porto gira per Guirado che in mezza rovesciata prova a segnare ma l’uscita del portiere e l’intervento della difesa gialloblu sventano la minaccia con il pallone mandato in corner. Gol solo rimandato.

All’11’ lancio dalla sinistra di Carpinteri per Fichera che al volo serve Guirado il quale da due passi, a porta praticamente vuota, mette dentro di testa. Tris per il Palazzolo al 31’ con doppietta personale di Guirado che, servito da Grasso, da fuori area piazza il pallone con Dovara che riesce solo a spizzicarlo con la punta delle dita.

GIARRE    1            PALAZZOLO    3

Marcatori: 18’ pt Patti, 2’ st Grasso, 11’ st e 31’ st Guirado

Giarre: Dovara, Curcuruto, Villani, Patti, Famà, Ptanè, Santitto, Compagno, Dadone(25’ D. Aleo), Nirelli(1’ st Privitera), Leotta(21’ pt Vecchio). A disposizione: Grasso, Di Benedetto, D. Aleo, Pezzino, Marino. All. Fichera

Palazzolo: Aglianò, Conselmo, Carpinteri, Grasso(38’ st Di Blasi), Nobile, Ricca, Fichera, Calabrese, Guirado(45’ st Musumeci), Filicetti, Porto(38’ st Serrantino). A disposizione: Latino, Bordonaro, Figura, Bayon, Serrantino, Di Blasi, Musumeci. All. Strano

Arbitro: Gangi di Enna; assistenti Minutoli e Visalli di Messina

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà") Eccellenza 2016/17 Thu, 26 Jan 2017 15:23:56 +0000
Vittoria schiaccia crisi per lo Sporting Taormina che espugna (2-1) il campo del S.Pio X Pedara. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13876:vittoria-schiaccia-crisi-per-lo-sporting-taormina-che-espugna-2-1-il-campo-del-spio-x-pedara-&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13876:vittoria-schiaccia-crisi-per-lo-sporting-taormina-che-espugna-2-1-il-campo-del-spio-x-pedara-&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 Dopo una settimana non certo tranquilla in casa dello Sporting Taormina arriva il sorriso con la vittoria sul difficile campo del Catania S. Pio X. Nell’arco di sette giorni, si è passati dalle ceneri della sconfitta casalinga con il Rocca di Caprileone con il siparietto delle dimissioni di mister Coppa, il giorno dopo ritirate con l’azione della Società del silenzio stampa per i propri tesserati nell’intento di concentrarsi per la gara contro il Pedara.

Il risultato è arrivata una preziosa vittoria maturata nella seconda parte della gara con il neo entrato Lupo che pareggia i conti, a due minuti dalla fine ci pensa con un gran tiro a volo Giannula a regalare il quarto successo esterno della stagione ai biancocelesti .  Cinismo e carattere gli ingredienti della squadra di mister Coppa in tribuna in quanto squalificato,  che ha portato alla rimonta nella ripresa, il Pedara ha commesso l’errore di non chiudere la gara nel primo tempo, ha smesso di giocare dopo il vantaggio. Risultato che nel secondo tempo si è visto un altro Sporting grazie all’inserimento di Lupo e Spampinato, un atteggiamento più speculare che porta un po’ di sereno nel cielo biancoceleste taorminese.

Pre-gara:  Al Comunale “Orazio Raiti” di Biancavilla  mister Pidatella deve fare a meno dello squalificato Miraglia e dell’infortunato Cortese, schiera un 4-3-3  fra i pali Romano, in difesa  da destra a sinistra Merito, Chiavaro, Santonocito e Di Mauro, a centrocampo Privitera supportato da Scardaci e Maimone. In fase d’attacco Viglianisi, Ranno e Barberi come esterni d’attacco. Sul fronte taorminese, mister Marco Coppa, schiera tra i pali Saia,  nel reparto difensivo Scarlata e Abate esterni, con la coppia centrale composta da Trovato-Filistad. Affida la mediana del centrocampo a Puglia e Mannino con Calcagno ed Emanuele come esterni. L’attacco è stato affidato al duo Giannaula-Buda.

Primo Tempo: Sin dal fischio d’inizio i 22 giocatori in campo hanno giocato sotto la pioggia rendendo il terreno di gioco piuttosto pesante, dopo una prima fase di studio, sono i padroni di casa a prendere la prima iniziativa di tirare in porta: azione che parte da Privitera per Merito il cui traversone trova il colpo di testa di Viglianisi con la sfera che termina nelle braccia di Saia.

Pedara in vantaggio: Azione manovrata dai locali con Maimone perfetto suggerimento per Viglianisi al centro d’area fa da torre per Barberi la cui conclusione viene intercettata da Saia che respinge, sulla sfera si butta nuovamente l’attaccante di casa che questa volta manda la sfera in fondo al sacco. Sulle ali del vantaggio i locali si esaltano, ci prova Viglianisi conclusione di poco fuori.  Prima dell’intervallo è la volta di Scardaci che appoggia per Ranno sulla destra perfetto traversone per Viglianisi di poco fuori. In questa prima parte di gara, possiamo dire che lo Sporting non è pervenuto.

Secondo Tempo: Nella ripresa mister Coppa si presenta in campo con due nuovi innesti  Spampinato e Lupo al posto di AbateMannino. Visto il risultato, mossa azzeccata, lo Sporting sembra più vivo rispetto alla prima parte di gara, al 68’ arriva il pareggio: dalla sinistra Calcagno mette al centro per il colpo di testa vincente di Lupo che vale il pareggio. Sulle ali dell’entusiasmo i taorminesi credono alla rimonta, al 39’ gli ospiti vanno vicini al colpaccio quando Giannaula si presenta a tu per tu con Romano che viene superato, provvidenziale l’intervento in scivolata di Chiavaro.

Possiamo dire che  è il preludio al gol che arriva due minuti dalla fine ad opera di Giannula: lancio in verticale dalle retrovie di Emanuele, al limite dell’area Chiavaro nell’intervenire sbaglia il rinvio  con la sfera che rimane in area etnea, ecco che entra in azione Giannula che fa partire dal suo piedino una bordata che s’insaccca sotto la traversa.

Il Pedara reagisce prontamente, ma non riesce a trovare il guizzo vincente. Nel pressing finale, lascia anzitempo il campo Viglianisi , subisce il secondo giallo che vale la strada per gli spogliatoi. Ultimo brivido arriva dai piedi di Scarlata dai 25 metri colpisce in pieno la traversa, sarebbe stato un passivo  pesante per un Pedara ingenuo.

Catania San Pio X   1      Sporting Taormina  2

Marcatori: 13’ Barberi, 68’Lupo, 88’ Giannaula.

S. Pio X: Romano, Merito (89’ Suriano), Chiavaro, Santonocito, Di Mauro, Scardaci ( 83’ Furnò), Privitera, Maimone, Ranno, Viglianisi, Barberi ( 75’ Caputa). All: Pidatella.

Sporting Taormina: Saia, Scarlata, Filistad, Trovato, Abate (46’ Spampinato), Calcagno, Mannino (46’ Lupo), Puglia, Emanuele, Buda (90’ Miceli), Giannaula. All: F. Finocchiaro.

Ammoniti: Viglianisi, Santonocito (Pedara), Mannino e Scarlata (Sporting Taormina)

Espulso: 90’ Viglianisi per doppia ammonizione.

Arbitro: Baronti di Pistoia. Assistenti: Gennuso e Mazzarisi di Caltanissetta.

]]>
info@sportjonico.it (di "Mirko Crisafulli") Eccellenza 2016/17 Mon, 23 Jan 2017 09:03:00 +0000
Lo Sporting Taormina e i tifosi taorminesi non hanno bisogno di "un mister ballerino": Marco Coppa si dimetta!! http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13865:lo-sporting-taormina-e-i-tifosi-taorminesi-non-hanno-bisogno-di-qun-mister-ballerinoq-marco-coppa-si-dimetta&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13865:lo-sporting-taormina-e-i-tifosi-taorminesi-non-hanno-bisogno-di-qun-mister-ballerinoq-marco-coppa-si-dimetta&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 Bufera in casa dello Sporting Taormina, compagine che milita nel campionato di Eccellenza – Girone B -  il tutto ha inizio dopo la gara casalinga di domenica scorsa (15 gennaio 2017)  che ha visto la vittoria del Rocca di Caprileone, grazie al gol di Raveduto al 57’.

Dopo la gara il tecnico Marco Coppa comunica al Presidente Mario Castorina l’intenzione di dimettersi – nella pagina ufficiale dello Sporting Taormina si legge: “dopo la gara casalinga con il Rocca di Caprileone, il mister comunicava al Direttore e successivamente al Presidente l'intenzione di dimettersi, sicuramente frutto della prova opaca e del risultato negativo".

Ecco il dietro –front di mister Marco Coppa  che cambia idea è ritorna sui propri passi, gesto fatto per “dare uno scossone all’ambiente”, sempre sulla pagina ufficiale della Società si legge: “Lunedì mattina discussi alcuni punti sul perché si era arrivato al quel pensiero, la Società e il Mister decidevano di proseguire insieme, convinti che sia la strada giusta per il raggiungimento della salvezza”.

Tutto finito…….invece no, arriva il silenzio stampa imposto dalla Società ai giocatori – sempre come si legge nella pagina ufficiale dello Sporting Taormina  attraverso il vicepresidente Marco Scimone comunicava “al Capitano Alessio Emanuele di avvisare la squadra, che nessun atleta potrà rilasciare interviste e comunicazioni social, per cercare di rimanere concentrati sui prossimi impegni di campionato, il mister e lo staff tecnico, mostrandosi solidali con il gruppo, si imponevano anche loro il silenzio stampa” Gli unici autorizzati a parlare il Presidente Mario Castorina, il vicepresidente Marco Scimone e il direttore sportivo Salvo Strano.

Situazione veramente strana in casa Sporting, ma soprattutto non si riesce a capire il comportamento “ballerino” del tecnico Coppa, forse conviene fare un passo all’indietro a metà Luglio 2016 quando attraverso un post dava l’annuncio della sua decisione di lasciare lo Sporting………( accettando le sirene del Città di Scordia), rapporto che dura poco meno di un mese. Da precisare che già da tempo aveva programmato la nuova stagione 2016-17 con il Presidente Mario Castorina…….in barba agli accordi….mister ballerino saluta tutti…anzi sbatte la porta è se ne va……

L’incredulità di Mario Castorina, sorpreso dalla decisione del suo allenatore: “non mi è piaciuto il comportamento di Coppa, c’eravamo già messi d’accordo per continuare insieme, e poi il giorno dopo per telefono mi ha avvisato del suo addio”  la dichiarazione rilasciata agli organi di stampa.

Lo Sporting continua per la propria strada affidando la panchina a Gaetano Mirto con il suo collaboratore Salvo Principato………dopo le dimissioni del tecnico randazzese a fine agosto……..il patron Mario Castorina nel segno della continuità affida la panchina al trainer santateresino.   In parallello mister ballerino lascia la panchina dello Scordia come afferma sulla pagina facebook “ per motivi privati e personali e per nessun altro motivo”.

Come dice il proverbio il “primo amore non si scorda mai……..” ecco che mister ballerino con lo Sporting Taormina sotto la guida di Salvo Principato va alla “grande”  si affaccia nel pianeta Sporting, è in tribuna a seguire i suoi ex –giocatori,  allora cerca di riaprire quella porta che qualche mese fa aveva sbattuto senza pensarci un attimo, ma è un problema la squadra viaggia a gonfie vele ……………ma trova la  chiave di violino giusta ……..che porta all’esonero di mister Principato: come si fa a  cacciare un allenatore che  si trova in piena zona play-off che va ad espugnare il terreno della corazzata Scordia e pareggiato con l’altra favorita alla vittoria finale l’Acireale.  Come si fa ad esonerare un tecnico che raggiunge i Quarti di Finale di Coppa Italia  (quattro vittorie su quattro, ma soprattutto nove gol segnati nessuno subito). Rimane un mistero!!!!

Mister Principato pareggia (0-0) in casa con il Pistunina (23 ottobre), ecco la buona occasione per sollevarlo dall’incarico per affidare il giorno dopo la squadra a chi…..al mister ballerino…. Proprio quel mister che senza pensarci due volte aveva  sbattuto in faccia la porta non solo allo Sporting Taormina come Società e giocatori, soprattutto ai tifosi e alla storica tradizione calcistica del Taormina.

Sporting in caduta libera: Con mister ballerino…….lo Sporting passa dai quartieri alti della classifica  in piena zona retrocessione, ma non solo nel curriculum del mister ballerino anche l’eliminazione dalla Coppa Italia.

Risultato…….caro mister ballerino è arrivato il momento di cambiare “spartito”  la sua musica sta portando non solo risultati negativi, ma anche tanto nervosismo che il calcio taorminese non merita…………… prenda in seria considerazione  la decisione di dimettersi davvero non faccia ancora il ballerino “mi dimetto o resto” se ne deve andare – al riguardo siamo in perfetta sintonia anche sulla presa di posizione intrapresa dal giornale on-line “Vai Taormina” del direttore Saro Laganà che descrive nei minimi dettagli tutti i retroscena del comportamento del mister ballerino e della Società Sporting Taormina.

(leggi l’articolo) Sporting Taormina calcio nella bufera. Mister Marco Coppa si dimetta: con lui in panchina media-punti da retrocessione e tanto nervosismo. La storia del disastro biancazzurro

]]>
info@sportjonico.it (di "M.Muscolino") Eccellenza 2016/17 Fri, 20 Jan 2017 18:51:38 +0000
In Eccellenza Sporting Taormina nel mirino del Giudice: due giornate a Famà, una a Saia e Filistad. Squalificato anche mister Coppa. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13826:in-eccellenza-sporting-taormina-nel-mirino-del-giudice-due-giornate-a-fama-una-a-saia-e-filistad-squalificato-anche-mister-coppa&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13826:in-eccellenza-sporting-taormina-nel-mirino-del-giudice-due-giornate-a-fama-una-a-saia-e-filistad-squalificato-anche-mister-coppa&catid=241:eccellenza-201617&Itemid=728 Lo Sporting Taormina falcidiato dal Giudice Sportivo in merito la gara di domenica scorsa sul campo dell’Acireale. Squalificato fino al 31 Gennaio 2017 l’allenatore Marco Coppa “Per grave contegno irriguardoso nei confronti dell'arbitro”. Due giornate al giocatore Carmelo Famà, una giornata per Paolo Saia e Fabrizio Filistad.

Giocatori squalificati:

Due Giornate: Famà (Sporting Taormina).

Una Giornata: Saia e Filistad (Sporting Taormina), Strano e Pettinato (Acireale), Ulma (Città di Rosolini), Fantino (Rocca di Caprileone), Tornatore e Santangelo (Sporting Viagrande), Chiavaro (S. Pio), Gazè (Pistunina).

Per quanto riguarda gli altri provvedimenti, il Giudice Sportivo ha squalificato fino al 28 febbraio 2017 il dirigente Rosario Rifici (Rocca di Caprileone) “Per contegno irriguardoso ed offensivo nei confronti dell'arbitro; nonchè per reiterato contegno offensivo e minaccioso nei confronti dello stesso, dopo l'allontanamento” e Daniele Randazzo (Città di Rosolini) “Per contegno offensivo e minaccioso nei confronti di un A.A., reiterando, dopo l'allontanamento, il contegno minaccioso”.

Squalificato fino al 5 Febbraio 2017 il dirigente Sebastiano Cantone (Acireale) “Per grave atto di violenza nei confronti di un calciatore avversario”.

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza 2016/17 Wed, 11 Jan 2017 22:40:47 +0000