2011/12 Joomla! - il sistema di gestione di contenuti e portali dinamici http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=category&id=235&layout=blog&Itemid=722 Thu, 18 Oct 2018 23:30:35 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it Saro De Cento mister del Taormina Calcio: " Noi la rivelazione del torneo di Eccellenza....." http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6338:saro-de-cento-mister-del-taormina-calcio-q-noi-la-rivelazione-del-torneo-di-eccellenzaq&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6338:saro-de-cento-mister-del-taormina-calcio-q-noi-la-rivelazione-del-torneo-di-eccellenzaq&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 “Noi, la rivelazione, l'Orlandina la delusione”. Così, il bravo Saro De Cento, allenatore del brillante Taormina, con cui, abbiamo parlato brevemente del torneo di Eccellenza appena conclusosi con la vittoria del Ragusa e del Città di Messina approdato in Serie D grazie alla trafila dei play-off.

Il tuo Taormina ha sorpreso tutti? “Il Taormina ha fatto bene e siamo molto contenti di questo. Siamo partiti con un manipolo di ragazzi, con diversi elementi che venivano da annate trascorse in panchina come Laquidara, Blatti o dalla Prima Categoria come il portiere Billè e altri, inizialmente è stata dura però abbiamo creato il gruppo, ho inculcato in tutti la giusta mentalità, la voglia di sacrificarsi, di lavorare, di allenarsi intensamente e i risultati sono arrivati, a onor del vero sono sorpreso anch'io”.

In questo campionato splendido del Taormina, c'è molto di Saro De Cento? “Diciamo di si, ma, non per vanto. Ribadisco, inizialmente, ho avuto un impatto particolare, con ragazzi che, chi veniva, chi no, chi aveva impegni, chi altre distrazioni, però, poi, ho "inquadrato" tutto, con il sostegno del ds Salvo Puglisi e abbiamo condotto in porto questa brillante stagione."

La vittoria del Ragusa è meritata? “Direi di si. Il Ragusa ha meritato la promozione, ma, purtroppo a scapito di un ottimo Città di Messina che, anch'esso avrebbe meritato la Serie D, ma, nonostante gli investimenti e l'organico, i peloritani di Rando sono stati condannati a disputare i play-off nazionali che rappresentano un terno al lotto, perché ti misuri con formazioni di altre regioni che hanno caratteristiche tecniche diverse, però il Città di Messina è riuscito a fare il salto di categoria vincendo meritatamente la finale play-off.

Con queste differenze abissali di punti, sei d'accordo sulla mancata disputa dei play-off in ambito regionale? “No. I play-off vanno giocati sempre e con qualsiasi scarto di punti. Non ha senso questa regola. Se 2-3 partite mi vanno male, non posso essere tagliato fuori da tutti i giochi. Perché sa cosa succede? Succede che a gennaio-febbraio determinate squadre, raggiunti i 40 punti, mandano a casa i giocatori, schierano gli juniores e i campionati sono falsati. Che senso ha tutto ciò? Invece gli impegni vanno mantenuti, i play-off vanno disputati sempre e in ogni caso”.

]]>
info@sportjonico.it (di "S. Accordino") Eccellenza 2011/12 Tue, 19 Jun 2012 11:41:19 +0000
Un gol di Assenzio sul campo della Gladiator nella ripresa fa volare il Città di Messina in Serie D. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6330:un-gol-di-assenzio-sul-campo-della-gladiator-nella-ripresa-fa-volare-il-citta-di-messina-in-serie-d&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6330:un-gol-di-assenzio-sul-campo-della-gladiator-nella-ripresa-fa-volare-il-citta-di-messina-in-serie-d&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 Il sogno della vigilia si è concretizzato per il Città di Messina che vince la gara di ritorno in terra campana è vola in serie D. La squadra di Pasquale Rando, dopo la vittoria dell’andata (1-0) , si impone  con l'identico punteggio anche sul campo di  Santa Maria Capua Vetere contro la formazione locale del Gladiator ed centra finalmente quell’obiettivo inseguito per un’intera stagione. A decidere l’incontro è il capitano Assenzio nella ripresa.

La cronaca della partita fornita  dal portale sportivo sportcasertano.it)

Primo Tempo:

  • 1′: l’arbitro fischia il calcio d’inizio, grande tifo sugli spalti
  • 2′: il bomber Russo vicinissimo al gol, è bravo Di Dio a proteggere la porta
  • 6′: ancora Russo vicino al gol, miracolo del portiere messinese
  • 8′: primo angolo per i nerazzurri, la squadra ancora vicina al gol con Russo
  • 10′: calcio di punizione per il Gladiator, Bizzarro trova il muro della difesa avversaria
  • 11′: pericoloso Città di Messina con Pirrotta vicino al gol
  • 15′: ammonizione di Bombara per un fallo su Rima, calcio di punizione per il Gladiator
  • 33′: Noviello di tacco pericoloso, buona azione di Di Dio
  • 39′: colpo di testa di Russo, blocca Di Dio
  • 42′: calcio di punizione per il Gladiator, Bizzarro ci prova, confusione in area
  • 44′: angolo di Bonavolontà, occasione gol per il Gladiator con la palla che sfiora la traversa
  • 45′: termina il primo tempo sul risultato dello 0-0.

Secondo Tempo:

  • 1′: fischio d’inizio dell’arbitro: è cominciato il secondo tempo al “Piccirillo” di Santa Maria Capua Vetere
  • 3′: primo angolo per il Città di Messina girata di testa di Assenzio pericoloso per la difesa nerazzurra
  • 5′: nuova occasione per il Città di Messina con Assenzio che sbaglia la conclusione
  • 7′: ottimo intervento di Iafullo su nuova azione di Assenzio
  • 8′: azione di Rima che non preoccupa l’estremo difensore messinese
  • 8′: trattenuta su Russo, l’arbitro lascia proseguire il gioco
  • 9′: prima sostituzione per il Città di Messina: esce Rosa entra Luce
  • 12′: primo cambio per il Gladiator: Rima fuori, dentro Di Pietro
  • 23′: fallo di Assenzio su Bizzarro, reazione di Bizzarro che gli costa il cartellino rosso
  • 25′: nuova sostituzione per il Città di Messina: esce D’Arrigo entra Cammarota
  • 26′: gol di Assenzio che coglie impreparata la difesa nerazzurra
  • 27′: partita sospesa per qualche minuto per intemperanza dei tifosi

Si gioca poco, e alla ripresa Iafullo e Pirrotta vengono alle mani, col portiere sammaritano che rifila una manata al giocatore ospite. L’arbitro espelle entrambi, con Panariello che va in porta per i sammaritani. Il Gladiator ci prova anche in 9, ma non succede più nulla, con l’arbitro che non concede nemmeno un secondo di recupero.

Gladiator – Città di Messina 0-1

  • Marcatore: 28′ st Assenzio.
  • Gladiator: Iafullo, Criscuolo, Panariello, Martone, Noviello, Caiazza (20′ st Leone) Bizzarro, Bonavolontà (30′ st Piscitelli), Russo, Rima (12′ st Di Pietro), Di Palma. Allenatore: Roberto Carannante.
  • Città di Messina: Di Dio, Cappello, Bombara, Munafò, Cordima, Frassica, Pirrotta, Assenzio, Rosa (10′ st Cucè), D’Arrigo (26′ st Cammaroto), Buda (42′ st Giacobbe). Allenatore: Pasquale Rando (squalificato, in panchina Nino Panarello).
  • Arbitro: Stefano Bortoluzzi di San Donà di Piave
    Assistenti
    : Damiano Margani e Pasquale Lombardo di Latina.
  • Ammoniti: 14′ Bombara, 21′ pt Criscuolo, 8′ st Noviello.
    Espulsi
    : 22′ st Bizzarro, 44′ st Iafullo e Pirrotta.

Interviste del dopo gara:

Pasquale Rando – allenatore Città di Messina:La Promozione è merito di tutti. Lo staff e i ragazzi sono stati straordinari”. Cosi descrive il successo del Città di Messina il tecnico Pasquale Rando – nell’intervista rilasciata all’emittente Radio dello Stretto -   l’ambiente era indescrivibile e noi siamo riusciti a fare qualcosa di straordinario. Ringrazio davvero tutti. La svolta l’abbiamo avuta dopo la partita contro il Ragusa, non abbiamo mai smesso di guardare i numeri che abbiamo sempre fatto. Oggi siamo stati bravi a vincere sul campo, contro tutti. In questo campionato hanno giocato ben 25 messinesi e questo è un dato importantissimo. Abbiamo vinto noi contro tutti ed è una soddisfazione incredibile».

Roberto Assenzio: “La squadra ha meritato tantissimo. Tutti abbiamo dimostrato di avere carattere e di meritare la promozione. Loro volevano sfruttare il fattore campo, ma la nostra retroguardia è stata brava ad evitare il peggio. Espulsione Bizzarro? Mi ha dato una testata ed è stato giusto così».

Lazzaro Luce – Presidente del Gladiator: Mi rialzo sempre dopo le batoste ma questa volta sarà più difficile poiché ero convinto che avremmo conquistato la serie D – ha dichiarato a Sportcasertano.it - . La prestazione grandiosa della squadra nella prima frazione, al contrario dell’ostruzionismo peloritano, mi aveva illuso che avremmo fatto nostra la partita e la promozione, ed invece l’espulsione giusta di Bizzarro ed la pugnalata di Assenzio mi hanno svegliato bruscamente dal sogno. Peccato per aver fallito nella prima frazione tante ghiotte occasioni, ma il portiere avversario Di Dio ha dimostrato tutto il suo valore e non ci ha aperto le porte del paradiso

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza 2011/12 Sun, 17 Jun 2012 23:21:45 +0000
Finali Promozione: Il Città di Messina promosso in D, l'Akragas resta in Eccellenza. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6329:finali-promozione-il-citta-di-messina-promosso-in-d-lakragas-resta-in-eccellenza-&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6329:finali-promozione-il-citta-di-messina-promosso-in-d-lakragas-resta-in-eccellenza-&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722

I giallorossi sconfiggono il Gladiator per 1-0 e raggiungono i cugini dell'Acr Messina nel primo campionato dilettantistico. Va male, invece, ai biancazzurri che cedono 0-1 alla Città de la Cava.

Domenica agrodolce per le siciliane di Eccellenza impegnate nelle finali play off nazionali. Sorride il Città di Messina che riesce a bissare l'1-0 d'andata contro il Gladiator, grazie alla rete di Assenzio al 70', e a centrare la promozione in D. Va male all'Akragas, che cede in casa con lo stesso punteggio alla Città de la Cava (in gol con De Rosa al 79') ed è costretto a rimandare l'appuntamento con il primo campionato dilettantistico.

I giallorossi adesso troveranno i cugini dell'Acr Messina
, il cui 67% del pacchetto azionario è stato acquistato all'inizio della settimana dalla famiglia Lo Monaco, che ha ribadito più volte di voler puntare alla vittoria del torneo. Il derby tra le due compagini dello Stretto infiammerà una piazza negli ultimi anni costretta ad ingoiare tanti bocconi amari dopo l'onta della mancata iscrizione in serie B nella stagione 2008/09 e l'abbandono da parte del gruppo Franza che, ricordiamolo, tra il 2004 e il 2007 aveva tenuto Messina nell'Olimpo del calcio italiano arrivando a sfiorare una clamorosa qualificazione alla Coppa Uefa nel 2005.

Sfortunato, invece, l'Akragas, dopo il pari dell'andata in Campania . Si chiude in modo amaro, pertanto, la sfida più importante della storia recente della società biancazzurra, dopo la radiazione avvenuta nel 1993/94. Da quel momento in avanti, infatti, il club agrigentino non è mai riuscito ad andare al di là del campionato di Eccellenza. Un'eventuale partecipazione al primo torneo dilettantistico avrebbe potuto risvegliare l'entusiasmo sopito di una piazza che, dopo i fasti degli anni '80 (promozione in C1), è andata incontro a numerose delusioni sportive. La speranza è che l'appuntamento con la serie D venga rimandato di soli dodici mesi.
Articolo di Gianluca Rubino.
]]>
info@sportjonico.it (di "LiveSicilia.it") Eccellenza 2011/12 Sun, 17 Jun 2012 22:50:28 +0000
Spareggi Eccellenza, 28 squadre a caccia della Serie D. Città di Messina e Akragas ci provano. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6302:spareggi-eccellenza-28-squadre-a-caccia-della-serie-d-citta-di-messina-e-akragas-ci-provano&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6302:spareggi-eccellenza-28-squadre-a-caccia-della-serie-d-citta-di-messina-e-akragas-ci-provano&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 Iniziano Domenica 3 Giugno i play off nazionale tra le seconde classificate dei campionati regionali di Eccellenza: due turni (andata e ritorno) per 7 posti in Interregionale. In campo per l'Eccellenza Siciliana il Città di Messina e Akragas che incontreranno il Rende e Real Metapontino.

Parte la caccia alla Serie D nel play off nazionale riservato alle seconde classificate nei campionati di Eccellenza. 28 partecipanti per 7 posti, due turni con la formula delle gare di andata e ritorno per eleggere le migliori: il premio è il salto di categoria inseguito per una stagione intera e magari sfumato solo nelle ultime partite. Un’appendice emozionante gestita dalla Lega Nazionale Dilettanti che ogni anno non lesina sorprese.

Scorrendo le partecipanti, l’intero universo LND è tutto rappresentato con sodalizi che rappresentano piccoli e grandi centri (Trento, Vicenza e Messina solo per citarne alcune), un mix affascinante in cui sono coinvolte tutte le regioni d’Italia. Uno spaccato di calcio emergente e con grandi tradizioni, come il caso del Rende che nel suo recente passato vanta esperienze in palcoscenici importanti. In 14 giorni si saprà la verità, si parte domani con un anticipo e si chiude il prossimo 17 giugno.

Impiego dei giovani – Le società partecipanti alla fase nazionale degli spareggi hanno l'obbligo di impiegare, sin dall'inizio delle gare e per l'intera durata delle stesse, quindi anche nel caso di sostituzioni successive di uno o più dei partecipanti, almeno 2 calciatori così distinti: 1 nato dall'1.1.93 in poi ed 1 nato dall'1.1.94 in poi.

Composizione gironi 1° turno

  • Gruppo A: Fontanafredda-Villa D’Almè
  • Gruppo B: Airaschese-Real Vicenza
  • Gruppo C: Sommese-Union Ripa La Fenadora
  • Gruppo D: Borgomanero-Vallesturla
  • Gruppo E: Trento-Aurora Travagliato
  • Gruppo F: Misano-Massese
  • Gruppo G: Colorno-Sulmona
  • Gruppo H: Lupa Frascati-Fortis Juventus
  • Gruppo I: Albalonga-Olbia
  • Gruppo L: Casacastalda-Tolentino
  • Gruppo M: Gladiator-Turris S. Croce
  • Gruppo N: Città de La Cava-Audace Cerignola
  • Gruppo O: Rende-Città di Messina
  • Gruppo P: Akragas-Real Metapontino

Accoppiamenti 2° turno

  • Vincente B-Vincente C
  • Vincente E-Vincente D
  • Vincente A-Vincente H
  • Vincente L-Vincente G
  • Vincente I-Vincente F
  • Vincente O-Vincente M
  • Vincente N-Vincente P

Il calendario 2011/12

  • 1° turno andata: domenica  3 giugno ore  16
  • 1° turno ritorno: mercoledì   6 giugno ore  16
  • 2° turno andata: mercoledì 13 giugno ore 16
  • 2° turno ritorno: domenica 17 giugno ore  16

Il programma delle gare di andata del 1° turno – domenica 3 giugno ore 16 - andata

  • Gruppo O: Rende-Città di Messina (Lorenzo Della Palma di Milano) – Comunale Lorenzon di Rende (CS)
  • Gruppo P: Akragas-Real Metapontino (Andrea Zingarelli di Siena) – Stadio Comunale Esseneto di Agrigento

Il programma delle gare di ritorno del 1° turno – mercoledì 6 giugno ore 16 – ritorno

  • Gruppo O: Città di Messina-Rende – Stadio Celeste di Messina
  • Gruppo P: Real Metapontino-Akragas – Campo Comunale di Policoro (MT)
]]>
info@sportjonico.it (di "Puglialive.net") Eccellenza 2011/12 Fri, 01 Jun 2012 18:43:10 +0000
L'ex attaccante del Taormina Cristian Varrica: " Ottimo il campionato disputato dal Taormina sono davvero sorpreso..." http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6233:lex-attaccante-del-taormina-cristian-varrica-q-ottimo-il-campionato-disputato-dal-taormina-sono-davvero-sorpresoq&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6233:lex-attaccante-del-taormina-cristian-varrica-q-ottimo-il-campionato-disputato-dal-taormina-sono-davvero-sorpresoq&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 Sono davvero sorpreso per l’ottimo campionato disputato dal Taormina calcio”: a parlare è l’attaccante originario della “Perla dello Jonio”, Cristian Varrica, che quest’anno è stato in forza al Trecastagni, squadra che si trovava, nel torneo di Eccellenza, nello stesso girone dei biancazzurri.

“La formazione del presidente Paolo Antonante ha chiuso al sesto posto – ha dichiarato il bomber – e, credetemi, è un grosso risultato, anche perché nello stesso raggruppamento si trovavano sodalizi più blasonati. L’undici del direttore tecnico Gianni Anna era partito con l’obiettivo della salvezza, ma a conti fatti è arrivato a pochi punti dal quinto posto, che, teoricamente, significava play off.

Ovviamente, come tutti sappiamo, gli spareggi non ci sono stati perché il Città di Messina ha chiuso al secondo posto con più di 10 punti di vantaggio sulla terza. In ogni caso, per i taorminesi è stata una stagione super”.

]]>
info@sportjonico.it (di "Asd Taormina") Eccellenza 2011/12 Sun, 13 May 2012 12:48:13 +0000
Il Città di Messina supera in amichevole 7-1 il Taormina. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6232:il-citta-di-messina-supera-in-amichevole-7-1-il-taormina&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6232:il-citta-di-messina-supera-in-amichevole-7-1-il-taormina&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 Seconda amichevole per il Città di Messina nel lungo percorso di avvicinamento alla fase nazionale dei play-off (primo impegno degli spareggi promozione in programma il 3 giugno in Calabria). Oggi al “Celeste” Assenzio e compagni hanno affrontato il Taormina, formazione che ha chiuso la stagione conquistando il sesto posto in classifica nel campionato di Eccellenza. Gli uomini di Rando hanno dimostrato di essere in buona salute realizzando sette reti e giocando bene per lunghi tratti dell’incontro; il Taormina, ottimo complesso con tanti giovani in campo, ha pagato chiaramente uno stato di forma che non può essere ottimale a quasi due settimane dall’ultimo impegno ufficiale.

La gara: La prima rete arriva al 25' combinazione sulla sinistra tra Bombara e Buda, palla dentro per Pirrotta che insacca da due passi. Quattro minuti più tardi l’arbitro Saccà punisce con il penalty un intervento in area di Giardina su un avversario: dal dischetto realizza Todaro.Al 34' il raddoppio: Pirrotta serve Buda, aggancio e destro angolato per il gol del 2-1. Al 36′ a bersaglio anche Camarda, che disegna una precisa traiettoria su calcio di punizione dal limite. Un minuto più tardi ancora a segno Buda, che anche in questo caso riceve da Pirrotta e trova lo spiraglio giusto con un destro angolato. Ad incrementare il bottino dei padroni di casa nella ripresa è Rosa che, tra il 22′ e il 34′, sfruttando gli assist di Assenzio e Fugazzotto, realizza una doppietta. Chiude i conti Giacobbe, imbeccato da Rosa, al 38′.

Città di Messina – Taormina 7-1

  • Marcatori : 25′ pt Pirrotta (CdM), 29′ pt Todaro (T), 34′ pt Buda (CdM), 36′ pt Camarda (CdM), 37′ pt Buda (CdM), 22′ st e 34′ st Rosa (CdM), 38′ st Giacobbe (CdM).
  • Città di Messina (4-3-3): Di Dio (1′ st Mannino, 32′ st Cammaroto); Cappello (28′ st Pirrotta), Munafò (30′ st Panarello), Giardina, Bombara (11′ st Fragapane); D’Arrigo (1′ st Cucè), Camarda, Assenzio (25′ st Ricciardo); Pirrotta (16′ st Giacobbe), Arcidiacono (1′ st Rosa), Buda (1′ st Fugazzotto). Allenatore: Pasquale Rando.
  • Taormina (3-5-2): Billè (30′ pt Panarello, 15′ st Lo Monaco, 35′ st Cambria); Giacalone (2′ Bonaccorso), Scolaro, Trovato; Catania (1′ st Cambria), Santanna (8′ st Franco), Puglia, Mancuso (7′ st Timpano), Laquidara (16′ st Gullotta); Todaro (16′ st Proteggente), Alessandro (7′ st Manciagli). Allenatore: Rosario De Cento.
]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") Eccellenza 2011/12 Sun, 13 May 2012 12:40:10 +0000
Secco poker del Città di Messina all'Aquila Caltagirone con la testa ai Play-Off. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6183:secco-poker-del-citta-di-messina-allaquila-caltagirone-con-la-testa-ai-play-off&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6183:secco-poker-del-citta-di-messina-allaquila-caltagirone-con-la-testa-ai-play-off&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 ll Città di Messina nell’ultima gara casalinga della stagione regolare chiude la pratica già nel primo tempo grazie alle reti di Pirrotta, Giardina, Buda e Cucè. Nella ripresa ritmo basso e poche occasioni da rete: 4-0 il risultato finale. Domenica gara esterna contro il Città di Vittoria. Poi tutta l’attenzione si sposterà sulla fase nazionale dei play-off: primo match in programma il 3 giugno. Da oggi, intanto, la promozione del Ragusa è matematica.

La gara: Prima del calcio d’inizio sentito minuto di raccoglimento per commemorare Ciccio Currò, scomparso venerdì scorso. Anche quest’oggi Città di Messina con il lutto al braccio. Partenza veemente quella dei padroni di casa che già al 2’ sfiorano il vantaggio: Buda sfonda a sinistra e va al cross, Pirrotta calcia da distanza ravvicinata ma trova l’opposizione del portiere Scacco.

L’1-0 arriva all’11’: Cappello va via sulla destra e mette in mezzo, Cucè batte a rete trovando la deviazione sotto porta del compagno Pirrotta che inganna Scacco. L’Aquila Caltagirone abbozza una reazione al 20’ con il colpo di testa di Murgano che termina alto di poco.  Al 34’ ospiti vicini al pari: Brancacci lancia Pardo che calcia da distanza ravvicinata trovando però l’ottimo intervento di Mannino. Tre minuti più tardi il raddoppio dei padroni di casa, con Giardina che trasforma magistralmente un calcio di punizione dal limite. Al 44’, arriva il 3-0: il tiro di Fugazzotto è ribattuto dal portiere, il pallone arriva a Buda che dal limite ribadisce in rete e realizza il suo tredicesimo centro in campionato. Al 45’ c’è gloria anche per Cucè, bravo a raccogliere l’invito di Buda e a deviare il pallone alle spalle di Scacco.

Nella ripresa il ritmo di abbassa notevolmente e la formazione di Rando limita le sortite offensive dell' ’Aquila Caltagirone che prova, a realizzare il gol della bandiera: all’8’ Mannino intercetta senza problemi il tiro di Privitera, al 10’ termina oltre la traversa la conclusione di Alma. Conclude con una vittoria l'ultima gara stagionale del Città di Messina fra le mura amiche.

Domenica il Città di Messina ultima di campionato in trasferta sul campo del Città di Vittoria. Poi tutta l’attenzione del gruppo guidato da Rando si concentrerà sulla fase nazionale dei play-off: gara di andata del primo turno in programma domenica 3 giugno; tre giorni più tardi la partita di ritorno.

Città di Messina – Aquila Caltagirone 4-0

  • Marcatori: 11’ pt Pirrotta, 37’ pt Giardina, 44’ pt Buda, 45’ pt Cucè.
  • Città di Messina: Mannino, Cappello (23’ st Marchese), Bombara, Cucè, Munafò, Cammaroto, Pirrotta (27’ st Giacobbe), Assenzio,  Fugazzotto, Giardina, Buda (11’ st Arcidiacono). In panchina: Di Dio, Ricciardo, D’Arrigo, Rosa. Allenatore: Pasquale Rando.
  • Aquila Caltagirone: Scacco, Mirisola, Fraghì, Costantino (23’ st Buscemi), Murgano, Di Stefano, Lupica, Privitera (31’ st Maltese), Pardo, Alma, Brancacci. In panchina: Giarratana, Failla. Allenatore: Salvatore Ricca.
  • Arbitro: Fabio Barone della sezione di Marsala.
    Assistenti
    : Angelo Pirri e Raimondo Vito della sezione di Barcellona Pozzo di Gotto.
]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") Eccellenza 2011/12 Wed, 25 Apr 2012 23:04:46 +0000
Il Taormina fermato in casa (1-1) dal Real Avola. Pareggia su rigore Messina. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6164:il-taormina-fermato-in-casa-1-1-dal-real-avola-pareggia-su-rigore-messina&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6164:il-taormina-fermato-in-casa-1-1-dal-real-avola-pareggia-su-rigore-messina&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 Succede tutto nel primo tempo al Valerio Bacigalupo di Taormina per la gara valevole per la 28^ giornata del campionato di Eccellenza. In campo il Taormina e Real Avola che alla fine dei 90’ si dividono la posta in palio. Due reti arrivati nei primi 45’ di gara ad aprire le marcature gli ospiti con il solito Craccò, allo scadere prima del riposo non fallisce dal dischetto lo specialista Messina per la formazione allenata da mister Saro De Cento. Punteggio che non cambia nella ripresa dove entrambe le squadre hanno avuto un calo fisico si assiste non più ad azione manovrate ma ad iniziative personali, anche se il Taormina ha cercato fino alla fine il guizzo vincente.

La partita: si apre  al 10’ con una ottima occasione per Randazzo la cui girata dal centro dell’area viene splendidamente deviata in tuffo da Amato. Al 15’ Catania insiste sulla sinistra e crossa, Totaro non ci arriva, irrompe Mancuso in buona posizione ma svirgola e l’azione sfuma. Al 22’ arriva il primo gol: Intagliata crossa da sinistra e Craccò è abile a colpire di testa e battere Billè. Il Taormina reagisce e al 34’ Randazzo ruba la palla ad un difensore al limite dell’area, si presenta davanti al portiere ma non riesce a superarlo. Al 45’ una azione corale del Taormina finisce sui piedi di Puglia che è bravo a servire Catania in profondità. L’attaccante al momento del tiro viene messo a terra ed è rigore, che Messina, come al solito, non fallisce.

La ripresa vede tanto agonismo, ma saltano gli schemi in campo ed il gioco diventa più confuso e basato su azioni individuali. Troppo spesso si assiste a lunghi rilanci piuttosto che ad azioni costruite, e le occasioni da gol sono sempre più rare. Al 30’ un bel tiro di Messina viene parato a terra da Amato, mentre in un paio di occasioni la palla attraversa l’area ospite senza che nessun taorminese trovi il guizzo giusto. Al 36’ Totaro ci prova con un rasoterra che sfiora il palo alla destra di Amato mentre al 39’ la bella conclusione di Catania trova ancora il portiere ospite pronto a respingere. Interviene Laquidara che è in fuorigioco e comunque manca il bersaglio. Il Taormina prova ancora a cercare il successo, ma ormai la stanchezza ha preso il sopravvento e manca la lucidità per ottenerlo.

Taormina 1   Real  Avola 1

  • Marcatori: 22’ Craccò, 45’ Messina su rigore
  • Taormina: Billè 6, Mancuso 5,5, Scolaro 5,5 (st12’ Laquidara 5), Messina 6,5, Trovato 6,5, Filistad 6,5, Catania 7, Blatti 6, Totaro 6, Puglia 6,5, Randazzo 6 (st 12’ Giacalone 6). All. De Cento.
  • Real Avola: Amato 6,5, De Luca 6, Basile 5,5, Gambino 6, Accaputo 5,5 (st 1’ Gargano 5,5), Ricca 6, Tiralongo 6,5 (st 44’ Mignosa), Mincica 6 (st 40’ Novello), Craccò 6,5, Intagliata 6, Quarto 5. All. Orlando.
  • Arbitro: Figucia 5,5 di Marsala, assistenti Barbagallo e Gerbino da Acireale
]]>
info@sportjonico.it (di "C. Restuccia") Eccellenza 2011/12 Mon, 23 Apr 2012 07:57:16 +0000
Il Città di Messina passeggia (8-0) sul campo della Leonzio. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6163:il-citta-di-messina-passeggia-8-0-sul-campo-della-leonzio-&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6163:il-citta-di-messina-passeggia-8-0-sul-campo-della-leonzio-&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 Il Città di Messina dilaga a Lentini sul campo della Leonzio, ma il distacco dalla capolista Ragusa rimane invariato -5 quando mancano tre gare al termine del campionato. Una gara senza storie per i giallorossi di Rando nella 28^ giornata del campionato regionale di Eccellenza: la squadra di Rando si ritrova di fronte una Leonzio troppo debole e in condizioni di forma a dir poco approssimative e la gara diventa così ben presto qualcosa di simile ad un allenamento.

L’enorme divario tecnico e fisico tra le due squadre produce come conseguenza una gara senza storia fin dall’avvio. Già al 13’ il punteggio è sullo 0-3: al 3' Pirrotta riceve da Rosa dribbla il portiere ed insacca a porta sguarnita. Al 5' autorete di Ionita nel tentativo di anticipare un avversario su traversone di Giardina dalla sinistra mette dietro alle spalle del proprio portiere. Al 13' tocca a Rosa  con un preciso destro a giro trova il terzo gol. Di Buda al 27′ la quarta rete. Tra il 33′ e il 37′ arriva la doppietta di Cammaroto. La prima rete arriva sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Giardina, Rosa di testa colpisce la traversa sulla ribattuta Cammaroto è lesto a mettere in rete. Il bis qualche minuto più tardi grazie all'assist di Buda di testa mette in rete il pallone del 6-0.Prima di andare al riposo arriva il 7-0 di Cappello con un bella incornata su cross di Giardina.

Nella ripresa la squadra di Rando abbassa il ritmo e spinge pochissimo. Grande protagonista del secondo tempo il portiere Mannino, che para due rigori agli avversari: il primo al 56' fallo di Cappello su Musumeci, dal dischetto si fa parare Toscano, l'arbitro fa ripetere nuovamente, ma il giovane sedicenne giallorosso concede il bis. Il secondo rigore concesso ai padroni di casa al 70' per fallo di Cammoroto su Fichera. Questa volta si presenta Scaparra, ancora una volta Mannino para. Al 77' arriva il timbro di Fugazzotto servito da Arcidiacono porta il risultato sul 8-0.

 

Calciatori del Città di Messina con il lutto al braccio per onorare la memoria di Ciccio Currò, bandiera del calcio messinese, scomparso appena due giorni fa. Prima del calcio d’inizio il minuto di raccoglimento osservato su tutti i campi d’Italia per la tragica morte del calciatore del Livorno Piermario Morosini.

 

 

Leonzio – Cittá di Messina 0-8

  • Marcatori: 3′ pt Pirrotta, 5′ pt autogol Ionita, 13′ pt Rosa, 27′ pt Buda, 33′ pt e 37′ pt Cammaroto, 46′ pt Cappello, 32′ st Fugazzotto.
  • Leonzio: A. Respisi (1′ st Ciano), Vinci, Ionita (1′ st Dimaiuta), Lupu, Musco, Toscano, R. Respisi, Basso, Fichera, Barbagallo (1′ st Scaparra), Musumeci. Allenatore: Placido Salvatore Toscano.
  • Città di Messina: Mannino, Cappello, Fragapane, Marchese, Munafó, Cammaroto, Pirrotta (1′ st Arcidiacono), Giardina, Rosa (1′ st Fugazzotto), D’Arrigo, Buda. In panchina: Di Dio, Frassica, Bombara, Cucé, Assenzio. Allenatore: Pasquale Rando.
  • Arbitro: Enrico Mario Di Grazia dlla sezione di Acireale.
    Assistenti
    : Erasmo Foraci e Luigi Ticino dlla sezione di Enna.
  • Ammoniti: 7′ st Fichera (L), 11′ st Cappello (CdM), 33′ st Marchese (CdM), 37′ st Basso (L).
]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") Eccellenza 2011/12 Mon, 23 Apr 2012 07:24:43 +0000
Il Città di Messina supera 3-2 in amichevole il Pistunina. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6057:il-citta-di-messina-supera-3-2-in-amichevole-il-pistunina&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6057:il-citta-di-messina-supera-3-2-in-amichevole-il-pistunina&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 Con il campionato di Eccellenza fermo per due settimane, si è disputata oggi la prima delle due amichevoli programmate dal Città di Messina. Oggi di scena al “Celeste” il Pistunina, formazione messinese che si sta ben disimpegnando nel torneo di Promozione.

Nel corso della gara Rando ha utilizzato tutti gli uomini a sua disposizione. Il tecnico ha dovuto rinunciare, oltre agli infortunati di lungo corso Camarda e Cordima, anche a Pirrotta (uscito malconcio dall’ultimo match di campionato contro l’Atletico Catania) e Pinizzotto (out per un infortunio alla caviglia).

Gara sbloccata al 10′ da un rigore procurato da Fugazzotto e realizzato da Buda; sul finire del primo tempo arriva l’1-1 del Pistunina firmato da Grioli con un bel tiro da fuori che sorprende Mannino.

Nella ripresa al 60’ un altro rigore, concesso per un fallo di mano e trasformato sempre da Buda, consentiva al Città di Messina di riportarsi in vantaggio. Anche la rete del 3-1 porta la firma di Buda, bravo nell’occasione a sfruttare al meglio un assist di Bombara e a scavalcare il portiere con un preciso tocco di prima. Al 38′ il Pistunina accorciava con La Speme, bravo ad incunearsi nell’area avversaria e a battere Di Dio con un preciso tiro sul primo palo. 3-2 il punteggio finale.

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza 2011/12 Sat, 31 Mar 2012 22:44:02 +0000
Il Taormina va sotto con il Modica nella ripresa rimonta con Messina e Mancuso. Salvezza vicina. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=5948:il-taormina-va-sotto-con-il-modica-nella-ripresa-rimonta-con-messina-e-mancuso-salvezza-vicina&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=5948:il-taormina-va-sotto-con-il-modica-nella-ripresa-rimonta-con-messina-e-mancuso-salvezza-vicina&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 Il Taormina rimane con la testa negli spogliatoi nella prima frazione di gioco consentendo al Modica di portarsi in vantaggio al 25’ con Sella. Cala il gelo sugli spalti del Valerio Bacigalupo ma come è successo sette giorni orsono in quel di Capo D’Orlando, i ragazzi di mister Saro De Cento escono alla distanza dimostrando di avere una buona tenuta atletica pareggiando prima con Messina in apertura di ripresa, il gol del sorpasso arriva dieci minuti dopo con Mancuso.

Nel finale brivido per il Taormina, sulla linea salva miracolosamente Filistad, ultimo sussulto di una gara che il Taormina doveva vincere per raggiungere al più presto la quota salvezza. Quota salvezza che sembra ormai vicina, manca la matematica certezza per avere raggiunto un obiettivo di vitale importanza.

Il Modica non ha demeritato, soprattutto nella prima frazione ha giocato meglio dei giocatori taorminesi apparsi un po’ contratti e poco determinanti per svegliarsi nella ripresa un risveglio che porta tre preziosi punti che proiettano il Taormina in zona tranquilla.

La partita: Nemmeno il tempo di studiarsi che dopo quattro minuti prima azione del Taormina con  Randazzo che, lanciato a rete, spara addosso al pipelet ospite Polessi, quest’ultimo respinge con un piede, nell’azione successiva ci prova Blatti che tira alle stelle. All’11’ è ancora Randazzo a rendersi pericoloso in area avversaria, ma il suo tiro è bloccato dal numero uno modicano. Al 13’ cross insidioso di Laquidara, il portiere ospite è titubante e para in due tempi. Al 20’ l’arbitro assegna una punizione al Taormina: dai 20 metri Filistad mette al centro, Trovato cerca l’incornata vincente ma la palla, deviata da un difensore biancorosso, termina in corner. Pochi secondi dopo, Blatti di testa spedisce a lato. Al 25’ Modica in vantaggio: punizione di Filicetti, la sfera arriva a centro area per Sella che con un piattone sinistro realizza l’1-0. Al 26’ è ancora Blatti a provarci dal limite, ma la sua conclusione sfiora il palo. Al 35’ punizione di Messina deviata dal portiere in angolo. Al 39’ è Filistad che tenta la via del gol su calcio di punizione, un difensore ospite devia in angolo ma per l’arbitro ennese Riso è solo rimessa dal fondo. Al 45’ ancora Filistad su punizione, ma pallone alto sulla traversa.

Nel secondo tempo, al 46’, Totaro ci prova dal limite: la sfera è fuori. Al 51’ cross di Sella, palla per Messina che, solo in area, di testa manda alto. Al 59’ tiro a botta sicura di Laquidara, parata del guardapali del Modica. Al 64’ arriva il gol dell’1-1 su punizione con Paolo Messina, che manda in estasi i numerosi ultras presenti allo stadio “Bacigalupo” dopo tanto tempo. Al 66’ cross di Catania, Totaro colpisce clamorosamente il palo a porta vuota. Al 75’ ancora un cross di Catania, Mancuso da due passi la mette dentro per il 2-1. Al 76’ il Modica ha una palla d’oro per pareggiare, ma Filistad salva sulla linea a portiere battuto tra gli applausi scroscianti del pubblico. All’89’ Totaro lancia Randazzo, ma quest’ultimo manda la sfera fuori mira. Finisce 2-1 per i padroni di casa, che a fine gara hanno festeggiato insieme ai tifosi una salvezza quasi sicura.

Taormina   2      Modica  1

  • Marcatori: 25’ Sella, 64’ Messina, 75’ Mancuso.
  • Taormina: Billè, Scolaro, Laquidara (84’ Puglia), Messina, Trovato, Filistad, Catania, Blatti, Totaro, Randazzo (90’ Proteggente), Mancuso (93’ Adamo. All. De Cento.
  • Modica: Polessi, Teriaca (38’ Costanzo), Meli, Raciti, Sammito, Porzio, Sella, Privitera, Messina (74’ Strano), Filicetti, Vaccaro (72’ Paladino). All. Alecci.
  • Arbitro: Riso di Enna (Polimeni e Finocchiaro di Acireale).


]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza 2011/12 Mon, 19 Mar 2012 00:16:31 +0000
Il Città di Messina perde 1-0 a Ragusa decide un gol di Sisalli nella ripresa. Adesso il Ragusa è a +5. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=5947:il-citta-di-messina-perde-1-0-a-ragusa-decide-un-gol-di-sisalli-nella-ripresa-adesso-il-ragusa-e-a-5&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=5947:il-citta-di-messina-perde-1-0-a-ragusa-decide-un-gol-di-sisalli-nella-ripresa-adesso-il-ragusa-e-a-5&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 All’”Aldo Campo” il Ragusa si impone per 1-0 grazie ad una rete straordinaria di Sisalli in apertura di ripresa ed ipoteca il primo posto nel Girone B del campionato di Eccellenza che vale il salto in Serie D. Esce sconfitto il Città di Messina dal confronto in terra ragusana  gli uomini di Rando escono dal campo a testa alta e tra gli applausi del pubblico, ma resta grande rammarico per un obiettivo, la promozione diretta, che si allontana nonostante una grande stagione.

Adesso il Ragusa  è lontano di cinque punti a quattro giornate dalla fine ed è ad un passo dal ...trionfo. Per centrare il traguardo per ig giallorossi resta comunque percorribile la strada dei play-off con la squadra di mister Rando con ogni probabil ità accederà direttamente alla fase Nazionale, visto il vantaggio di 21 punti sul Due Torri terzo in classifica (superiore ai 10 punti necessari per evitare la fase regionale. Un vero peccato per il Città di Messina alla sua prima sconfitta stagionale, costa veramente cara, un cammino fatto di 21 vittorie e quattro pareggi.

La gara: L’avvio di gara è favorevole ai padroni di casa che esercitano una evidente supremazia territoriale, anche se inizialmente non riescono ad impensierire Di Dio. Al 7′ ci prova Arena su punizione ma il suo tiro termina a lato. Sul fondo anche la girata di Saraniti al 15′. Il Città di Messina prova a farsi vedere in avanti conquistando un paio di calci piazzati da buona posizione ma senza riuscire a sfruttarli. La prima azione realmente pericolosa la creano i padroni di casa al 27′ ma Di Dio è reattivo sulla conclusione ravvicinata di Bonaffini. Lo stesso Bonaffini ci riprova al 33′ ma stavolta il suo tiro dal limite non inquadra il bersaglio. Gli ospiti si avvicinano alla porta avversaria in chiusura di primo tempo: cross di Cucè e colpo di testa di Pinizzotto con palla a lato. Si va al riposo sullo 0-0.

La ripresa si apre con il Città di Messina che reclama un rigore per un dubbio intervento in area ai danni di Rosa: l’arbitro Curti di Milano, apparso nel complesso non all’altezza della gara, lascia correre. Sul ribaltamento di fronte il Ragusa passa: Sisalli (messinese d’origine) pesca il jolly con un sinistro a giro dai 20 metri che si insacca all’incrocio dei pali. Incassato lo svantaggio, la squadra di Rando prova a scuotersi e a reagire. Al 13′ Assenzio viene stretto in area da due avversari che gli impediscono di andare al tiro ma anche in questo caso l’incerto Curti non interviene. Il Città di Messina spinge con maggiore convinzione e, dopo essersi avvicinato in più occasioni alla porta avversaria, al 28′ va vicinissimo all’1-1: Pirrotta prende palla a sinistra, si accentra e lascia partire un gran destro dal limite  che, con il portiere Di Benedetto fuori causa, scheggia il palo e finisce a lato.  Al 41′ buona chance per Assenzio che in girata, su cross di Buda, non trova lo specchio della porta. Al 43′ Gona atterra Pirrotta e rimedia il secondo giallo lasciando il Ragusa in 10. Il Città di Messina ci prova con generosità fino alla fine e al 46′ Pirrotta arriva con un istante di ritardo sull’assist di Buda e viene anticipato al momento della battuta. È l’ultimo sussulto di una gara che termina dopo 5 minuti di recupero e sancisce la fuga del Ragusa, che adesso, a quattro turni dal termine, può amministrare un vantaggio di 5 punti.

Gli uomini di Rando escono comunque dal campo dopo avere ricevuto i convinti applausi dei propri sostenitori ma anche di gran parte del pubblico di fede ragusana. Il Città di Messina interrompe un percorso fin qui straordinario, fatto di 21 vittorie e 4 pareggi in 25 giornate, e vede ridursi al minimo le speranze di promozione diretta. Resta aperta la strada che porta in D attraverso i play-off e la formazione di Rando con ogni probabilità si qualificherà direttamente per la fase nazionale, avendo attualmente un vantaggio sulla terza di 21 punti, dunque di gran lunga superiore ai 10 necessari per evitare la fase regionale. Domenica prossima confronto interno co’Atletico Catania.

 

Ragusa – Città di Messina 1-0

  • Marcatore: 3′ st Sisalli.
  • Ragusa: Di Benedetto, Gona, Milazzo, Buscema, Vindigni, Sapienza (43′ st Fontana), Bonaffini, Pellegrino, Saraniti, Arena (30′ st Parente), Sisalli (38′ st Truglio). In panchina: La Malfa, Karemani, Corso, Costanzo. Allenatore: Giuseppe Rigoli.
  • Città di Messina: Di Dio, Cucè, Bombara, Giardina, Cammaroto (15′ st Buda), Frassica, Munafò, Assenzio, Rosa (30′ st Fugazzotto), Pinizzotto (15′ st Nicoló), Pirrotta. In panchina: Mannino, Cappello, Arcidiacono, D’Arrigo. Allenatore: Pasquale Rando.
  • Arbitro:  Davide Curti della sezione di Milano.
    Assistenti
    : Michele Gerbino e Giuseppe Miuccio della sezione di Acireale.
  • Ammoniti: Gona (R), Milazzo (R), Sisalli (R), Giardina (CdM), Assenzio (CdM).
    Espulsi
    : 43′ st Gona (R) per doppia ammonizione.

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") Eccellenza 2011/12 Sun, 18 Mar 2012 23:34:34 +0000
Il Taormina dei giovani vince 2-1 sul campo dell'Orlandina. Spettacolare gol di Filistad. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=5885:il-taormina-dei-giovani-vince-2-1-sul-campo-dellorlandina-spettacolare-gol-di-filistad&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=5885:il-taormina-dei-giovani-vince-2-1-sul-campo-dellorlandina-spettacolare-gol-di-filistad&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 Colpo esterno del Taormina dei giovani (ben sette juniores in campo)  al “Micale” di Capo D’Orlando contro la locale formazione dell’Orlandina nell’anticipo di ieri per la gara valevole per il campionato di Eccellenza.

Tre punti pesanti quelli conquistati dalla compagine della Perla dell’Ionio in ottica salvezza. Eppure la formazione di casa non ha saputo gestire il vantaggio: arrivato al 33’ con un colpo di testa ravvicinato di Pecorella abile a deviare in rete un pallone arrivato in area dagli sviluppi di un calcio di punizione battuto dal versante destro da Zingales, sulla sfera non arriva Dell’Orzo non è lo stesso per Pecorella che da pochi metri mette alle spalle di Billè. Vantaggio fino a quel momento meritato per i biancazzurri tirrenici, anche perché il Taormina schierato tatticamente in copertura, non pungeva più di tanto.

Prima del riposo l’Orlandina ha la possibilità di raddoppiare: al 36’ con Dell’Orzo da favorevole posizione calcia malamente di sinistro mettendola fuori, al 40’ l’autore del gol Pecorella manda di poco sopra la traversa. Diciamo che i primi 45’ sono di marca locale che al 7’ costruiscono la prima palla gol con un traversone di Pecorella per Diop che da posizione ravvicinata calcia incredibilmente alto.  Si deve attendere il 32’ per vedere la prodezza del portiere taorminese Billè che devia una conclusione dalla breve distanza del solito Dell’Orzo.

Ad inizio ripresa i padroni di casa reclamano un presunto rigore ai danni di Dell’Orzo non è della’avviso il direttore di gara. Al 58’ tocca ancora a Pecorella impegnare Billè. Qui termina la gara dell’Orlandina rimasta senza benzina nelle gambe, sale invece, in cattedra il Taormina che dimostra di avere una maggiore freschezza atletica tanto che al 61’ riacciuffa la parità: autore del pareggio un diagonale di Randazzo che non perdona il guardia pali locale Inferrera.

Nemmeno il tempo di riprendersi che l’Orlandina va sotto: prodezza del difensore- capitano Fabrizio Filistad con una fucilata dai 25 metri spedisce la sfera all’incrocio dei pali. Uno –due micidiale che stordisce la formazione di casa che rischia di subire il terzo gol sempre con Filistad al 41’. Minuti finali all’arrembaggio per  l’Orlandina che si rende pericolosa al 46’ su una insidiosa punizione di Gaglio al fil di palo e subito dopo con Dell’Orzo stoppato dall’uscita di Billè. Puntuale il triplice fischio finale che sancisce la vittoria del Taormina

Orlandina 1 Taormina 2

  • Marcatori: 33' Pecorella, 61’Randazzo, 66’Filistad
  • Orlandina: Inferrera, Truglio(33' st Ancione), Gaglio , Margò  (24' st Carrello), Falanca , Diop, Ousmane, Pallone  (24' st Grippi), Dell'Orzo, Pecorella, Zingales.
  • Taormina: Billè, Giacalone, Laquidara, Scolaro, Trovato, Filistad, Catania, Blatti, Totaro, Adamo (1' st Randazzo), Mancuso.
  • Arbitro: Barone di Marsala
  • Espulso: Al 75’ Giacalone per doppia ammonizione
]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza 2011/12 Sun, 11 Mar 2012 16:30:54 +0000
Conferme e Novità in Eccellenza: Ribera quasi in D, il Ragusa stacca di due punti il Città di Messina. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=5854:conferme-e-novita-in-eccellenza-ribera-quasi-in-d-il-ragusa-stacca-di-due-punti-il-citta-di-messina&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=5854:conferme-e-novita-in-eccellenza-ribera-quasi-in-d-il-ragusa-stacca-di-due-punti-il-citta-di-messina&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 La nona di ritorno del campionato di Eccellenza, ha decretato nel girone A, la promozione in Serie D quasi certa del Ribera di Totò Brucculeri, invece grosse novità  nel girone B.

Si è nuovamente spezzato il binomio al vertice della classifica, questa volta in favore del Ragusa di Pino Rigoli che, avendo superato agevolmente l'Aquila Caltagirone, ha approfittato in pieno del pareggio nell'anticipo di sabato del Città di Messina in casa del Trecastagni, per portarsi da solo al comando della classifica con due lunghezze di vantaggio sui giallorossi. Nulla di compromesso, beninteso, per la formazione di Pasquale Rando, che comunque è apparsa stanca e sfiduciata, in attesa del confronto diretto, che si disputerà a Ragusa il prossimo 18 marzo.

Niente Play-Off: Come abbiamo più volte sottolineato non si disputeranno i play off in coda al campionato in quanto tra la seconda e la terza in classifica c'è un distacco di 21 punti, ben oltre i dieci previsti dal regolamento. Comunque è stato il Due Torri di Antonio Alacqua ad avere la meglio nel confronto diretto con il Vittoria per piazzarsi, solitario, al terzo posto mentre il Real Avola (dove la confusione societaria e tecnica regna sovrana), pur essendo stato sconfitto in casa dal Modica, rimane in posizione di tutta tranquillità, così come l'Acicatena, sebbene la sconfitta di Comiso, e l'Orlandina, grazie ai tre punti presi a Enna.

Zona Play-Out: Ancora a rischio play out il Taormina, 32 punti, (che ha avuto la meglio sul Misterbianco) e lo stesso Misterbianco (31 punti). Mentre il Trecastagni, con i suoi 29 punti (ma siamo già in zona rossa), è stato raggiunto dal Comiso. A 28 punti si trova il Modica e a 27 l'Atletico Catania, tutti con la speranza di evitare la disputa degli spareggi-salvezza o comunque di conquistare il migliore piazzamento possibile nei play out.
Condannata, invece, l'Aquila Caltagirone che, con i suoi 19 punti, dovrà sicuramente disputare i play out.

Retrocessione: Enna e Leonzio (se finirà il campionato) sono già retrocessi.

]]>
info@sportjonico.it (di "F. Anastasi") Eccellenza 2011/12 Wed, 07 Mar 2012 11:46:19 +0000
Il Taormina vince 3-1 con il Misterbianco: nel finale Billè salva il risultato poi ci pensa Totaro. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=5839:il-taormina-vince-3-1-con-il-misterbianco-nel-finale-bille-salva-il-risultato-poi-ci-pensa-totaro&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=5839:il-taormina-vince-3-1-con-il-misterbianco-nel-finale-bille-salva-il-risultato-poi-ci-pensa-totaro&catid=235:stagione-2011-12&Itemid=722 Una partita emozionante quella vista ieri pomeriggio al “Valerio Bacigalupo” tra il Taormina e il Misterbianco.

Un super Billè a sei minuti dalla fine con una prodezza su Mongelli salva dalla capitolazione i biancazzurri che scampato il pericolo ci pensa, poi,  il giovane Totaro a mandare in estasi con un formidabile pallonetto i tifosi presenti sugli spalti mettendo fine alle velleità di rimonta dei catanesi che oltre ad essere stati sconfitti con merito dai ragazzi di mister De Cento vengono anche superati in classifica dai taorminesi.

Al termine dei 90’ di gran calcio la squadra allenata da Saro De Cento, ha battuto il Misterbianco con il punteggio di 3-1. Per il team della “Perla dello Jonio” il successo è come una bella boccata d’ossigeno, anche se la zona play out rimane a tre lunghezze di distacco. Ma vittoria doveva essere e vittoria è stata.

La gara: Al 5’ Mancuso è solo davanti al portiere, tira a botta sicura ma il pipelet catanese devia in corner. Al 9’ Totaro riceve palla nell’area piccola: nulla da fare. All’11’ punizione di Trovato, Pincio para senza problemi. Al 16’ arriva il vantaggio biancazzurro: lancio di Puglia, Catania “spizzica” di testa, la palla arriva a Mancuso che realizza l’1-0. Al 17’ rimpallo in area, Totaro perde l’attimo fuggente per calciare in porta. Al 26’ un tiro di Caruso dalla distanza termina a fil di palo. Al 30’ punizione di Messina dalla trequarti, la palla arriva a Trovato che di testa devia in rete per il 2-0. Al 32’ Totaro è a tu per tu con il portiere, quest’ultimo gli chiude lo specchio e respinge la minaccia. Al 36’ Puglia dal limite passa a Laquidara che “spara” alto sulla traversa.

Ad inizio ripresa al 54’ la difesa del Taormina sbaglia, Caruso s’invola verso l’area avversaria ma il suo diagonale è fuori. Al 76’ il Misterbianco accorcia le distanze: Aiello, in sospetta posizione di fuorigioco, sigla il 2-1. All’82’ fallo da rigore su Totaro non fischiato dall’arbitro. All’84’ l'Uomo Ragno, Dino Billè, sale in cattedra e salva il risultato, parando un tiro di Mongelli solo in area di rigore. Un minuto dopo, Totaro, con uno splendido pallonetto, firma il 3-1. Al 94’ Scolaro è strattonato in area da Camastra, ma per l’arbitro è tutto regolare. Per il Taormina è una vittoria importante in chiave salvezza.

Taormina  3      Misterbianco   1

Marcatori: 16' Mancuso, 30' Trovato, 76' Aiello, 85' Totaro
Taormina: Billè, Giacalone, Laquidara, Puglia (77' Adamo), Trovato, Filistad, Catania (90' Randazzo), Blatti, Totaro (86' Scolaro), Messina, Mancuso. All. Schifilliti.
Misterbianco
: Pincio, Murabito, Torre, Costanzo, Stracuzzi, Regalino, Sanfilippo (67' Camastra), Aiello, Cosimano, Caruso, Mongelli. All. Chiavaro.
Arbitro
: Fabio Pirrotta di Barcellona

]]>
info@sportjonico.it (di "Redazione") Eccellenza 2011/12 Mon, 05 Mar 2012 11:01:04 +0000