Basket Joomla! - il sistema di gestione di contenuti e portali dinamici http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=category&id=186&layout=blog&Itemid=629 Fri, 23 Feb 2018 06:25:35 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it A Mascalucia il Castanea è trascinato da quattro uomini in doppia cifra. Appaiata Piazza Armerina http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15878:a-mascalucia-il-castanea-e-trascinato-da-quattro-uomini-in-doppia-cifra-appaiata-piazza-armerina-&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15878:a-mascalucia-il-castanea-e-trascinato-da-quattro-uomini-in-doppia-cifra-appaiata-piazza-armerina-&catid=186:basket&Itemid=629 È andata in scena al Palasport di via Wagner a Mascalucia la partita tra la Mens Sana e l’ASD Castanea Basket 2010, valevole per la sesta giornata di ritorno del campionato di serie D (girone sud). I filippesi di coach Frisenda si confermano squadra rivelazione nel girone di ritorno e centrano la nona vittoria in campionato, la settima nel 2018 su otto gare.

Gli ospiti si presentano all’appuntamento in emergenza, con Alu Diallo non convocato per problemi di salute e con Russell presente ma solo per onor di firma in quanto vittima di uno stato influenzale. Ed infatti lo starting five gialloviola è caratterizzato da una novità, rispetto alle ultime domeniche, con il lettone Molodovs sempre più inserito nei giochi che prende proprio il posto di Russell e scende sul parquet insieme a Di Dio Leonardo, Calarese, Bonanno e Marabello.

Pronti via e subito il Castanea mette il naso avanti(0-4) trovando il vantaggio che non abbandonerà più fino alla sirena finale in una gara condotta sul 50-83 finale. Ottime, tra gli ospiti, le prestazioni di Calarese (peraltro dolorante ad un ginocchio), Di Dio Leonardo e Molodovs, che mette in mostra con coninuità le proprie qualità sia in attacco (19 finali per lui, massimo per lui In Italia) che in difesa oltre ad un proprositivo Bonanno 812). Tra le fila del roster catanese, invece, buone le prestazioni di Caltabiano e Scerra, gli unici a riuscire a contenere gli attacchi del team messinese ed a dare concretezza in attacco alla squadra allenata da coach Giorgianni.

Per entrambe le squadre testa ora al prossimo impegno, che vedrà Mascalucia impegnata sul difficile campo di Gela, per continuare ad inseguire la salvezza, ed il Castanea di coach Frisenda giocare a Ritiro (domenica 25 alle ore 18) contro l'Azzurra Pozzallo, per sognare l’aggancio ai playoff promozione, dopo essersi assicurata la permanenza, primo reale obiettivo stagionale. A cinque turni dal termine e con quattro gare da disputare i gialloviola, che hanno appaiato il Grottacalda a quota 18 punti proveranno ad ottenere il massimo e far sognare i prori tifosi. 

Mascalucia-Castanea 50-83

Mascalucia: Caltabiano 7, Catalano 3, Costanzo, Ferrara, Gulinello 2, Guzzardi 7, La Piana ne, Pappalardo 9, Puglisi 8, Scerra 6, Zafarana 8. All. Giorgianni

Castanea: Leo. Di Dio 20, Calarese 22, Frisone, Marabello 3, Lor. Di Dio, Bonanno 12, Ala. Diallo 3, Molodovs 19, Russel 4. All. Frisenda.

Arbitri: De Giorgio e Foti.Parziali: 14-25; 28-45; 33-60.

]]>
info@sportjonico.it (di "Daniele Straface") Basket Tue, 20 Feb 2018 21:02:44 +0000
Gruppo Zenith Messina coraggioso ma non basta. Alcamo vince 80-76 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15877:gruppo-zenith-messina-coraggioso-ma-non-basta-alcamo-vince-80-76&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15877:gruppo-zenith-messina-coraggioso-ma-non-basta-alcamo-vince-80-76&catid=186:basket&Itemid=629 Il Gruppo Zenith Messina esce sconfitto dallo spareggio del PalaTreSanti, al termine di una gara coraggiosa, che ha visto Cavalieri e compagni andare sotto di 16 lunghezze nel terzo periodo e risalire sul -1 (73-72) nell’ultimo quarto, ma come spesso è accaduto in questa stagione non è riuscita a fare suo il match.

E’ stata una gara spigolosa, a tratti nervosa, soprattutto negli ultimi dieci minuti, quando gli scolari sono andati vicini all’aggancio. Alcamo è stata brava a non perdere il controllo della gara e nel momento giusto ha trovato punti pesantissimi con Andrè che ha rimesso in carreggiata la sua squadra.

Tanti piccoli episodi hanno deciso la sfida, iniziata bene per i padroni di casa con Calò (9 punti), Bottiglia e Genovese che piazzano quattro bombe. Messina predilige più il gioco interno, Corazzon, Hendrych, Fathallah e Mazzù rispondono alle giocate avversarie: l’unica tripla è del play agrigentino (alla fine chiuderà con 25 punti all’attivo 3/4 da 2; 5/10 da 3, 4/4 ai liberi e 8 rimbalzi). Il ritrovato Haitem permette agli ospiti di chiudere sotto di sette lunghezze (24-17) al 10’.

Il secondo periodo è più equilibrato, gli scolari tengono meglio il campo, Alcamo trova meno conclusioni dalla linea dei tre punti, ma lucra punti pesanti dalla panchina con il giovane Guaiana. Messina con Hendrych, Mazzù, Cavalieri e Fathallah tiene botta, ma non riesce a prendere il sopravvento. Le due squadre vanno al riposo lungo sul 44-36.

Il terzo periodo per i messinesi non inizia bene, Alcamo vola sul +16 (52-36) con la bomba di Andrè. I biancorossi non di danno per vinti, trascinati da Fathallah si riportano sotto la doppia cifra di svantaggio, le bombe di Genovese fanno la differenza ed alla penultima sirena il vantaggio dei padroni di casa è di 11 punti (62-51).

Ultima frazione tutta da giocare, Messina la interpreta con la giusta intensità. La zona di Romeo mette in difficoltà i padroni di casa, il pressing ospite ottiene gli effetti sperati. Cinque punti di Squillaci ed il canestro in ripartenza del solito Fathallah, riportano Messina sul -6 (64-58) al 33’. Gara rimessa in sesto dai peloritani, poi Fathallah piazza la bomba del -2 (65-63), ma cinque punti consecutivi (canestro di Trevisano e bomba di Andrè riportano a + 7 Alcamo.

Gara molto intensa. Il PalaTreSanti è una bolgia, ogni decisione arbitrale viene contestata, Mazzù mette il bavaglio a Calò, Romeo frulla sugli avversari su ogni lato del campo, Fathallah è una sentenza: Messina c’è. Dalla lunetta i peloritani lucrano 6 punti consecutivi e a 2’14” sono sotto di uno. Manfrè non ci sta e mette la tripla del +4 e si prende l’aggiuntivo che realizza (77-72). Poi un rimbalzo in area messinese, il contatto fra Cavalieri e Trevisano: partita ferma per almeno 8 minuti.

Si ricomincia con i due giocatori fuori dal campo (Cavalieri out per 5 falli e Trevisano espulso). Estromesso dal match anche Hendrych reo di essersi avvicinato al compagno di squadra sdraiato per terra, in stato confusionale. Genovese mette i due liberi, poi Manfrè fa 0/2 (79-72). Mazzù va fino in fondo, realizza ma non mette l’aggiuntivo, poi Romeo ruba palla e lancia Corazzon che va a segno per il 79-76. A poco meno di un minuto dalla fine Messina riconquista palla, Corazzon e Mazzù non riescono a finalizzare ben due possessi a disposizione e ci pensa Andrè a mettere il sigillo sulla vittoria della sua squadra con il libero dell’80-76 che chiude la sfida. Alcamo raggiunge in classifica Messina, che conserva la differenza canestri (aveva vinto di nove punti all’andata).

Decisiva per i biancorossi la prossima sfida sul campo del Giarre, anch’esso salito a quota 18. Per la qualificazione ai play off non è ancora detta l’ultima parola.

Libertas Alcamo – Gruppo Zenith Messina 80-76

Parziali: 24-17; 20-19 (44-36); 18-15 (62-51); 18-25

Libertas Alcamo: Genovese 14, Bottiglia 8, Calò 12, Trevisano 8, Andrè 10, Guaiana 7, Manfrè 14, Provenzano 2, Amato 5, Agrusa n.e., Accardo n.e., Farina n.e.. Allenatore : Vincenzo Ferrrara

Gruppo Zenith Messina: Scimone n.e., Romeo 6, Squillaci 5, Cavalieri 8, Hendrych 12, Mazzù 8, Fathallah 25, Corazzon 11, Faye n.e.; Baldoni 1, Cordima n.e.. Allenatore: Ciccio Romeo

Arbitri: Calandra e Saeli

]]>
info@sportjonico.it (di "Carmelo Minissale") Basket Tue, 20 Feb 2018 20:53:55 +0000
La Basket School Messina stupita dalle valutazioni dell’ufficio stampa della Libertas Alcamo http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15876:la-basket-school-messina-stupita-dalle-valutazioni-dellufficio-stampa-della-libertas-alcamo&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15876:la-basket-school-messina-stupita-dalle-valutazioni-dellufficio-stampa-della-libertas-alcamo&catid=186:basket&Itemid=629 In risposta al comunicato stampa della Società ASD Libertas Alcamo, ripreso in data odierna da diverse testate giornalistiche, la Scrivente Società A. Dil. Basket School Messina sottolinea la correttezza assoluta dimostrata da parte di ogni proprio tesserato ed appassionato presente al Palazzetto dello Sport di Alcamo, ciononostante ricevendo improperi e minacce da alcuni isolati tifosi della squadra di casa, oltre ad aver subito un’espulsione di un proprio tesserato sulla quale preferiamo per il momento non esprimere alcuna valutazione rispettando l’attesa dei provvedimenti del giudice sportivo.

Prendiamo atto con stupore del comportamento da parte della Società alcamese, che abbiamo sempre ritenuto estremamente corretta in tutte le proprie componenti societarie, che ha de visu, a fine gara, mostrato ricambiata stima e rispetto verso il nostro operato salvo poi, attraverso il proprio ufficio stampa, essersi lasciata andare a valutazioni sommarie, diffamatorie ed indecorose sui provvedimenti disciplinari da Noi subiti, in circostanze certamente non chiare né dettagliatamente note.

L’affermazione “Messina ribadisce il suo carattere che spesso l’ha portata a incappare nei provvedimenti del giudice sportivo” ci lascia una grande amarezza, da sportivi e appassionati di uno sport meraviglioso come la pallacanestro.

Ci rammarichiamo, infine, nel dover evidenziare che le cure prestate al nostro tesserato Claudio Cavalieri, gravemente infortunatosi nel finale di gara, siano state intempestive ed estremamente superficiali da parte del personale sanitario messo a disposizione dalla società di casa, come testimoniato anche dalle riprese video trasmesse in diretta e disponibili sulla nostra pagina ufficiale Facebook.

]]>
info@sportjonico.it (di "Carmelo Minissale") Basket Mon, 19 Feb 2018 19:50:35 +0000
Mattia Musto, un giovane nel cuore la pallacanestro, un "campioncino" dell'Asd Tauro 92 Basket Taormina. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15861:mattia-musto-un-giovane-nel-cuore-la-pallacanestro-un-qcampioncinoq-dellasd-tauro-92-basket-taormina&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15861:mattia-musto-un-giovane-nel-cuore-la-pallacanestro-un-qcampioncinoq-dellasd-tauro-92-basket-taormina&catid=186:basket&Itemid=629 Perché un giovane sceglie la pallacanestro come suo sport preferito? Uno sport  che nella nostra riviera jonica è carente di Società, per non parlare di strutture i cosiddetti “palazzetti”, eppure ci sono giovani che amano questo sport, anziché fare come i suoi coetanei a praticare il “calcio”, hanno scelto un’altra sfera quella da mettere “nel canestro”.

Tutto ciò è possibile grazie alla Società l’Asd Tauro 92 Basket Taormina, una realtà sportiva che da anni è impegnata nel valorizzare e far crescere uno sport, la pallacanestro nel comprensorio taorminese, con tutte le difficoltà a partire da quello economico, ma la passione vince su tutto, come stanno facendo gli Under 16 del team taorminese guidato da coach Vincenzo Rao nel campionato provinciale Aics di Catania dove stanno ottenendo importanti risultati che li sta ripagando degli enormi sacrifici.

I futuri “campioncini” nati nel 2002 a partire dal 25 Novembre scorso si stanno confrontando con importante piazze come Sporting Paternò, Palagonia, Aci Bonaccorsi, B. Carlentini, O. Misterbianco, ottenendo importanti risultati tanto che il team taorminese si pone tra le possibili finaliste del Girone Provinciale Aics di Catania.

Lo stanno facendo con numeri importanti, nelle ultime gare hanno stravinto nella gara casalinga contro l’Omega Misterbianco (84-72) e sul parquet di Aci Bonaccorsi (76-27). Tutti bravi, su tutti Mattia Musto, esemplare la sua stagione conferma la sua regolarità sotto canestro, con la media costante di 20 - 25 punti a partita.

Uno dei tanti talenti della squadra, composta da molti stranieri (6 giocatori), Musto dispone di grande elevazione e di un buon tiro, ma la sua caratteristica è la sua predisposizione per il gioco dentro la campana.

Non sono di meno i suoi compagni, come Jeffry Vasquez che insieme a Mattia Musto hanno rappresentato l’Asd Tauro 92 alle selezioni provinciali : grande orgoglio per la Società e per tutti gli sportivi amanti della pallacanestro, ma non solo per tutto coloro che fanno  sport.



]]>
info@sportjonico.it (di "Mimmo Muscolino") Basket Sat, 17 Feb 2018 23:44:58 +0000
In casa della Libertas Alcamo il Gruppo Zenith Messina cerca il pass per i play off http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15857:in-casa-della-libertas-alcamo-il-gruppo-zenith-messina-cerca-il-pass-per-i-play-off&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15857:in-casa-della-libertas-alcamo-il-gruppo-zenith-messina-cerca-il-pass-per-i-play-off&catid=186:basket&Itemid=629 Prima di due trasferte consecutive per il Gruppo Zenith Messina. A tre giornate dalla fine della regular season, i biancorossi viaggiano alla volta di Alcamo per affrontare la Libertas, formazione che, con 16 punti in graduatoria, segue ad appena due lunghezze i peloritani reduci dalla vittoria di domenica scorsa ottenuta contro l’Or.Sa. Barcellona.

Sfida difficile per la squadra allenata da Ciccio Romeo, Alcamo nel girone di ritorno ha cambiato volto, con l’innesto di un  paio di giocatori come Calò e Trevisano. Nonostante l’uscita di Ranalli il team affidato a coach Ferrara è riuscito a cambiare marcia, ottenendo buoni risultati, su tutti il successo sulla capolista Alfa Catania, dal valore inestimabile per la classifica e il morale dei giocatori. Sabato scorso Andrè e soci hanno pagato dazio a Capo d’Orlando, contro una delle squadre più talentuose del girone, ma vorranno rifarsi sul proprio parquet contro gli scolari.

Il Gruppo Zenith Messina, dal canto suo, cercherà di fare uscire indenne dal PalaTreSanti, ma dovrà giocare una gara tosta dal punto di vista tattico e dell’intensità su entrambi i lati del campo. Per Cavalieri e compagni sarà fondamentale ritrovare quella continuità che è mancata nelle ultime esibizioni. La squadra ha lavorato con grande applicazione, consapevole dell’importanza della posta in palio. Il tecnico reggino questa settimana ha l’imbarazzo della scelta, con l’innesto dell’italo argentino Baldoni ha un’altra opzione a propria disposizione e con il ritorno di Buono, che però si è allenato poco, dovrà sacrificare un over.

Non sarà una gara decisiva, ma una eventuale vittoria sul campo di Alcamo schiuderebbe le porte dei play off alla Basket School, che all’andata si impose con il punteggio di 71-62. Un +9 che i messinesi dovranno cercare di difendere nel caso in cui dovessero arrivare a pari punti con gli alcamesi all’ultima giornata.

Palla a due per Libertas Alcamo – Gruppo Zenith Messina alle ore 18:00 di domenica 18 febbraio al PalaTre Santi. Dirigeranno il match i signori Emanuele Calandra di Palermo e Giuseppe Saeli di Bagheria.

]]>
info@sportjonico.it (di "Carmelo Minissale") Basket Sat, 17 Feb 2018 21:30:53 +0000
Simone Albana (Torrenovese): «Possiamo conquistare il secondo posto, dobbiamo crederci» http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15851:simone-albana-torrenovese-lpossiamo-conquistare-il-secondo-posto-dobbiamo-credercir&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15851:simone-albana-torrenovese-lpossiamo-conquistare-il-secondo-posto-dobbiamo-credercir&catid=186:basket&Itemid=629 Trasferta insidiosa per la Cestistica Torrenovese, che dopo la vittoria contro la Nuova Pall. Marsala è attesa dalla gara al PalaMangano contro la GM Basket Academy Palermo.

A presentare la partita è Simone Albana, lungo della Confezioni Corpina Torrenova che nonostante i numerosi infortuni da cui è stata colpita, vuole ancora essere protagonista in campionato e nella post-season: «Stiamo attraversando una stagione complessa e ne siamo assolutamente consapevoli, credo che alla luce degli ultimi eventi che non sia una delle più fortunate. Nonostante tutto questo però stiamo continuando a lavorare duro per cercare di centrare un buon piazzamento nella griglia playoff. Nelle ultime giornate abbiamo fatto un lavoro importante e possiamo definitivamente rilanciarci».

La Cestistica proviene da sette vittorie casalinghe consecutive ma fatica a trovare continuità in trasferta. «Abbiamo ancora qualche difficoltà a portare a casa vittorie da trasferte insidiose e complicate come sarà quella contro Palermo, mentre il Palatorre, come nella scorsa stagione, è un vero e proprio fortino per noi. Per questo motivo dobbiamo prestare particolare attenzione, siamo decimati a causa degli infortuni ma cercheremo di portare a casa la vittoria per continuare a sperare nel 2° posto in classifica. Sarà importante affrontare una partita alla volta, perché tornati dalla pausa giocheremo partite importanti come Sant’Agata e Canicattì che potrebbero portarci a centrare il nostro obiettivo».

Obiettivi chiari nella testa di uno dei giocatori con più esperienza delle Aquile: «Dobbiamo provare a giocare senza alcuna pressione, come sappiamo fare. Per far sì che tutto quello che desideriamo si realizzi dobbiamo avere la consapevolezza che non abbiamo più alcun margine d’errore e concentrarci sulla singola partita senza l’ansia di pensare a quello che verrà dopo. Se saremo bravi a fare questo riusciremo anche ad esprimerci meglio in campo e davanti ai nostri tifosi, che soprattutto a Torrenova ci caricano tanto»

]]>
info@sportjonico.it (di "Gabriele Ferruccio") Basket Fri, 16 Feb 2018 21:02:34 +0000
Alla Scuola Vann'antò di Ritiro parte il progetto del Castanea denominato "Incontriamo i Giganti del Basket" http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15848:alla-scuola-vannanto-di-ritiro-parte-il-progetto-del-castanea-denominato-qincontriamo-i-giganti-del-basketq-&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15848:alla-scuola-vannanto-di-ritiro-parte-il-progetto-del-castanea-denominato-qincontriamo-i-giganti-del-basketq-&catid=186:basket&Itemid=629 E’ stato approvato negli ultimi giorni dal 16° Comprensivo Villa Lina Vann’Antò  di Ritiro, l’evento promosso dalla società Castanea Basket 2010 denominato “Incontriamo i Giganti del Basket”. Si tratta di un progetto scolastico che permetterà ai ragazzi dell'istituto presente nel comprensorio di Castanea di relazionarsi in prima persona con i giocatori della prima squadra di pallacanestro militante nel campionato di serie D.

Il dirigente scolastico, la Dott.ssa Casola Giuseppa ha dato il proprio benestare, sotto la supervisione del Professore Pasquale Papalia. Grazie a questo protocollo d'intesa stipulato con l'Istututo scolastico, il Castanea Basket coinvolgerà i propri giocatori professionisti, l'americano Marcus Russell e il lettone Nikita Molodovs, consentendo loro di conoscere tutte le classi del 16° Comprensivo.

L'obiettivo in programma è quello di fare innamorare maggiormente i ragazzi della pratica sportiva in generale e la sua importanza per l'organismo a trecentosessanta gradi, nel caso di specie il Basket. Inoltre ai ragazzi si cercherà di sottolineare l’importanza dello studio della lingua straniera, entrambi gli atleti parlano infatti inglese e si approcciano a queste esperienze professionali nella città di Messina sfruttando la conoscenza proprio della lingua inglese.

Il tecnico del Castanea Filippo Frisenda ha già incontrato il Dirigente per fare conoscere i due atleti professionisti, decisione che ha suscitato tanto entusiasmo da parte degli studenti e degli insegnanti che inoltre hanno posato insieme per alcune foto. "L’iniziativa- ha detto il coach del Castanea Filippo Frisenda, “è  nata per riuscire ad avvicinare i ragazzi al basket ed allo sport in generale, per far capire a tutti i ragazzi che si può anche pensare allo sport come un vero e proprio lavoro”.

Il professore Papalia: “Abbiamo bisogno di ricucire ed accorciare il divario esistente tra scuola e tecnici esterni, lo sport deve essere praticato sin dall’infanzia, sostituendo il lavoro che un tempo si faceva strada già in età giovanile. Lo sport in generale vive momenti di difficoltà ma ci auguriamo che incontri come questo con i ragazzi del Castanea Basket possano essere frequenti e avvicinino i ragazzi al meraviglioso mondo dello sport”.

]]>
info@sportjonico.it (di "Daniele Straface") Basket Fri, 16 Feb 2018 20:44:21 +0000
Con l’Orsa vittoria fondamentale. Romeo: “Pronti per giocarci l’accesso ai play off” http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15843:con-lorsa-vittoria-fondamentale-romeo-pronti-per-giocarci-laccesso-ai-play-off&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15843:con-lorsa-vittoria-fondamentale-romeo-pronti-per-giocarci-laccesso-ai-play-off&catid=186:basket&Itemid=629 Finale palpitante in C Silver siciliana, a tre giornate dalla conclusione della stagione regolare ancora molte incertezze, a conferma dell’equilibrio che regna nel girone. Il Gruppo Zenith Messina è tornato alla vittoria nel derby contro l’Or.Sa. Barcellona, una prestazione sicuramente più convincente quella offerta nel secondo tempo dalla squadra allenata da Ciccio Romeo che adesso è attesa da due trasferte determinanti in ottica qualificazione ai playoff. Per il coach reggino era importante incassare questi due punti per guardare con fiducia alle prossime, difficili, sfide.

Dopo tre sconfitte finalmente tornate alla vittoria, quali le sensazioni Ciccio… “Sicuramente tornare a respirare e ancor di più in una delle quattro partite spareggio è stata una cosa positiva, anche se l’inizio non era stato dei più promettenti, per via di quella paura che negli ultimi tempi ci ha frenato. Era più che altro una paura mentale, che mi auguro vivamente abbiamo allontanato con questa affermazione”. Vittoria importante per la classifica e per il morale del gruppo, in vista del rush finale... “Appunto vittoria importante dal punto di vista del morale in primis, che ci dà un pizzico di fiducia in più”.

Ancora non avete forse ritrovato la giusta continuità, prestazioni dai due volti, ma almeno stavolta i ragazzi hanno riposto bene. “Devo dire che tutti quanti al rientro dall’intervallo lungo si sono sacrificati, dando il massimo nell’applicazione di quella difesa 2-3 che tanto ci ha aiutati a superare un momento particolare. Sono contento anche di aver dato minuti importanti a Faye e Scimone che sicuramente mi hanno ripagato, della fiducia che ho loro accordato, perché da specialmente da questi ragazzi pretendo il 200%”.

Avete inserito Baldoni, cosa potrà dare l’italo argentino alla squadra? “Sì, il “Flaco” è intanto un ragazzo d’oro, che purtroppo ha pagato dazio all’esordio, sia per mancanza di ritmo partita, era da un po’ che non giocava, sia forse per un pizzico di esuberanza nel volerci dare una mano ad ogni costo. Io penso che sia un giocatore importante e che potrà darci tanto in queste battaglie finali”.

Adesso due veri e propri spareggi, ad Alcamo e Giarre: siete pronti? “Sicuramente dovremo esser pronti. Io già ci sto pensando sin dalle 20.30 di domenica scorsa. Dobbiamo giocare tre gare, le prime due in trasferta, contro squadre che sono strutturate per fare bene, come d’altronde stanno facendo, iniziando da Alcamo che con gli innesti di Calò e Trevisano ha trovato un equilibrio importante tanto da infliggere una sconfitta alla capolista Alfa che poi ospiteremo all’ultima giornata. Ma come ho sempre affermato, rispettiamo tutti ma non temiamo nessuno, specie ora che i punti valgono il doppio. Sono convinto che i ragazzi ci regaleranno la qualificazione ai playoff”.

]]>
info@sportjonico.it (di "Carmelo Minissale") Basket Wed, 14 Feb 2018 19:19:25 +0000
Luci ed ombre per il Castanea che supera nel finale la bestia nera Comiso: 74-68 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15837:luci-ed-ombre-per-il-castanea-che-supera-nel-finale-la-bestia-nera-comiso-74-68&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15837:luci-ed-ombre-per-il-castanea-che-supera-nel-finale-la-bestia-nera-comiso-74-68&catid=186:basket&Itemid=629 A Ritiro il Castanea Basket 2010 ha grande voglia di riscatto dopo la dura sconfitta rimediata sul parquet della capolista Acireale. Ospite di turno è l'Olympia Comiso, squadra impelagata in zona retrocessione ma con un organico impreziosito da diversi elementi con un passato anche in categorie superiori che già all'andata hanno inflitto un grosso dispiacere ai peloritani.

Gialloviola di coach Frisenda tra le maggiori rivelazioni del torneo di serie D nella seconda fase di stagione ma con il ritardo accumulato in avvio la sensazione è che per centrare lo scudetto rappresentato dall'approdo alla post season servirà anche qualche combinazione di risultati a proprio favore.

Roster al completo per il Castanea ad eccezione del febbricitante Ala Diallo mentre Comiso in risalita vuole vender cara la pelle. Coach Frisenda schiera il canonico five con Leonardo Di Dio, Calarese, Bonanno, Russell e Marabello opposti agli iblei con l'ottimo trio Savarese, Boiardi e Pozzo più i fratelli Palazzolo a giostrare sulle ali.

Gara non trascendentale in avvio, punteggio basso some dimostrerà il 13-11 della prima sirena. Calarese, Marabelllo e Bonanno tramutano in punti i rimbalzi offensivi su diversi errosi al tireo mentre Comiso è soltanto Pozzo in avvio (7 punti tutti per l'ex Vittoria). Ottimo l'impatto dei subentranti Moldovs daun lato (alla fine doppia doppia da 14 ed 11 rimbalzi per l'ex Termoli) e Romeo per l'Olympia. Squadre spesso frenata dalla frenesia e con conclusioni sporcate dai ferri. Due liberi di Romeo chiudono la prima frazione.

Secondo quarto e clichè della gara che non cambia, al 20' si arriverà in perfetta parità a quota 29. Due le triple di un consistente Marabello (12 punti), Alu segna in penetrazione a due tempi, e Moldovs da il primo allungo ai suoi (20-13). Qui si iscrive a referto l'ex Ragusa Boiardi spina nel finaco dei locali che con il faro Savarese segna la riscossa sino al meno tre, 23-20. Lorenzo Di Dio segna il primo punto col Castanea ed il gioco da tre punti di Pozzo materializza il sorpasso di Comiso. Nel finale il Castanea rimette il naso avanti con Marabello e complice un tecnico agli avversari ma Boiardi impatta allo scadere della seconda sirena.

Alla ripresa ci si aspetta un cambio di ritmo ma la gara prosegue sul binario dell'equilibrio: il Castanea è più continuo nel gioco, Bonanno colpisce da tre su scarico di Di Dio. E' testa a testa tra Boiardi e e Bonanno ben messo in ritmo in questa frazione (36-35 e 40-38). Gara in parità ma per Comiso arriva la doccia fredda col quarto fallo al 25' di Pozzo, leader sino a quel momento in campo. Molodvs segna il suo high di punti in Italia (ne aveva segnati 12 con Termoli), poi due triple in sequenza di Leonardo Di Dio scuotono la squadra (48-45). Comiso non ci sta e ribalta il punteggio ma Calarese fino a quel momento poco assistito decide di cambiare marcia. Prima permette ai suoi con due liberi di chiudere al 30' la frazione sul 51 pari poi entra nel vivo dell'azione nell'ultimo periodo, il più avvincente.

Comiso tocca il più 5, 51-56 con Boiardi (22 punti per lui), Calarese con 4 punti e Di Dio rintuzzano la minifuga iblea. Pozzo rientra in campo gravato di falli ma sotto canestro è sempre prezioso e da vita ad un bel duello con il lettone Molodovs. Il play con trafila a Rimini Calarese segna un 2 più 1 (62-61) ma la gara è incerta. Molodovs è il terminale in questa fase e rileva il collega di reparto come Russell meno in luce rispetto alle ultime uscite. Sembra la fuga buona per il Castanea che a due minuti dal termine vola a più cinque con Calarese (68-63) ma Comiso dimostra di non mollare mai.

Tripla forntale di Pozzo e liberi per Savarese della partità. Di Dio sul fronte opposto fa 1/2 e l'ultima azione è di Comiso con leggera discrepanza per il Castanea. Frisenda chiede massima intensità difensiva e Savarese non trova un tiro facile ma laterale che arriva solo il primo ferro. A 8 secondi dal termine Di Dio torna in lunetta e segna i liberi della staffa. Sulla rimessa poi errore grave dell'Olympia che consegna palla al Castanea e l'ultima tripla di Calarese vale per le statistiche.

Finale 74-68, prosegue pur con alcuni brividi la rincorsa ad un posto al sole del Castanea che comunque adesso ha trovato la propria dimensione in serie D. Adesso alle porte un trittico fondamentale per la squadra gialloviola attesa da Mascalucia, Pozzallo (in casa) e Aci Bonaccorsi. Poi la chiusura di stagione con Gela e Amatori Messina ma ancora la sensazione è che il calendario deve riservare nuove emozioni. 

Castanea-Olympia Comiso 74-68

Parziali: 13-11; 29-29; 51-51

Castanea. Di Dio leo 17, Calarese 19, Spadaro ne, Frisone, Marabelo 12, Di Dio Lor. 1, Bonanno 7, Russell, Alu 4, Molodovs 14. All: Frisenda

Comiso: Vespertino ne, Farruggio, Ballarò, Baha 2, Savarese 17, Romeo 7, Palazzolo A. ne, Drago ne, Palazzolo D., Boiardi 22, Pozzo 20. All: Ceccato

Arbitri: Centorrino e Marra 

]]>
info@sportjonico.it (di "Daniele Straface") Basket Mon, 12 Feb 2018 20:05:18 +0000
C Silver - Il Basket Giarre alla terza vittoria casalinga (77-48) alla Fortitudo Agrigento. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15827:c-silver-il-basket-giarre-alla-terza-vittoria-casalina-77-48-alla-fortitudo-agrigento&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15827:c-silver-il-basket-giarre-alla-terza-vittoria-casalina-77-48-alla-fortitudo-agrigento&catid=186:basket&Itemid=629 Terza vittoria casalinga per il Basket Giarre nella serie C Silver e due punti incassati, importanti per continuare ad inseguire la salvezza. Il quintetto di coach D’Angelo al PalaCannavò ha inflitto una pesante sconfitta alla Fortitudo Agrigento, avversario diretto per non retrocedere.

Vanno a canestro tutti gli effettivi giarresi tranne Simone D’Urso mentre i top score dell’incontro sono Gabriele Vitale e Claudio Casiraghi con 14 centri ciascuno. Da segnalare l’ottima presenza della linea verde Costanzo - Nico Leonardi che fanno ben sperare per il futuro. A tre match dal termine i gialloblu dovranno proseguire sulla scia intrapresa per non incappare nei playout.

“E’ ancora possibile evitare gli spareggi per non retrocedere – commenta coach Ignazio D’Angelo – ma dipenderà molto da noi e dagli altri risultati. Noi faremo il massimo per provare ad evitarli, questo è sicuro. Ci andiamo a giocare un’altra sfida importante sabato prossimo a Barcellona, altra concorrente diretta per la salvezza. Saranno ormai tre finali da disputare dando tutto per cercare di portarne a casa il più possibile. Forse la più temibile è Gravina in trasferta all’ultima giornata, anche se arrivati a questo punto non esistono partite facili o difficili”.

BASKET GIARRE    77          FORTITUDO AGRIGENTO    48

Basket Giarre: Costanzo 6, Quattropani 3, D’Urso, Vitale 14, Arcidiacono 11, Ciaurella 8, N. Leonardi 6, Marzo 3, Spadaro 6, Cantarella 2, Motta 4, Casiraghi 14. All. D’Angelo

Fortitudo Agrigento: Lo Nigro 3, D. Roccaro, Moricca 10, Sacco 5, Zhgenti, Magro 4, T. Roccaro 13, Carità 8, Gentile 2. All. Giovanatto

Arbitri: Lorefice e Massari di Ragusa

Parziali: 22-5; 47-18; 65-31

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Famà" ) Basket Sun, 11 Feb 2018 22:05:47 +0000
C Silver - Con un secondo tempo stellare il Gruppo Zenith Messina stende l’Or.Sa. Barcellona: 78-58 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15826:c-silver-con-un-secondo-tempo-stellare-il-gruppo-zenith-messina-stende-lorsa-barcellona-78-58&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15826:c-silver-con-un-secondo-tempo-stellare-il-gruppo-zenith-messina-stende-lorsa-barcellona-78-58&catid=186:basket&Itemid=629 Il Gruppo Zenith Messina torna al successo superando fra le mura amiche l’Or.Sa. Barcellona per 78-58. Gli scolari interrompono così una serie di tre sconfitte consecutive e conquistano due punti fondamentali in ottica qualificazione ai play off. Assente Andrea Buono, Messina presenta il nuovo arrivato, l’italo argentino Jonas Baldoni, ala di 194 cm, classe 1986, la scorsa stagione a Follo (C Silver ligure).

Gara da vincere a tutti i costi alla vigilia, la squadra allenata da Ciccio Romeo ci è riuscita, ma ha sofferto nel primo tempo, affrontato con un atteggiamento troppo soft vista l’importanza della posta in palio. L’Or.Sa. dell’ex Dani Baldaro inizia bene (1-6) con Stakic, Granic e Cortina. Fathallah e Hendrych riducono il distacco (5-6) e dopo il canestro di Floramo, Cavalieri, con una tripla e due liberi regala il primo vantaggio alla Basket School (10-8). Vavoli pareggia, Hendrych mette il libero del +1, nuovo sorpasso firmato da Cortina e il libero di Vavoli per l’11-13. Mazzù dalla lunetta ed è ancora parità, ci pensa Floramo, a realizzare i liberi del 13-15 che chiude il primo periodo.

Al ritorno in campo ancora Ciccio Mazzù pareggia, Hendrych mette il libero del +1 Messina, ma due bombe consecutive di Cortina ricacciano indietro i padroni di casa (16-21). Momento favorevole agli ospiti che con 6 punti consecutivi di Granic raggiungono il massimo vantaggio 21-29. I messinesi rispondono con Cavalieri e Squillaci (25-29), il primo tempo si chiude con il libero realizzato da cortina che fissa il risultato sul 25-30.

Negli spogliatoi coach Romeo aggiusta qualcosina in difesa e carica i suoi ragazzi, che rientrano in campo con un atteggiamento completamente diverso: tripla e canestro di Fathallah (30 pari). Gaetano Romeo firma il sorpasso, la bomba di Salvatico per il nuovo vantaggio degli ospiti che allungano con Cortina, ma Hendrych accorcia e ancora Romeo riporta avanti il Gruppo Zenith. Poi la bomba di capitan Cavalieri ed il ritrovato Hendrych  portano a +6 gli scolari che prendono il comando delle operazioni e chiudono in crescendo il terzo periodo (47-39), grazie alle giocate di Fathallah ed Hendrych.

Nell’ultimo quarto sei punti consecutivi di Cavalieri (19 punti alla fine) e due liberi di Mazzù spaccano il derby, Messina raggiunge il +16 (55-39) e dopo il libero di Stakic, un nuovo break di 8-2, grande protagonista Hendrych (autore di 17 punti), lancia la Basket School sul +21 (63-42). Partita già in ghiaccio, Scolari che raggiungono il massimo vantaggio sul 72-47, grazie alla tripla di Scimone (9 punti per lui). Nel finale Granic e De Simone rendono meno pesante il passivo per l’Or.Sa. che ha pagato qualche infortunio e le limitate rotazioni a disposizione di Baldaro.

Finisce 78-58 con la tripla di Corazzon. Il Gruppo Zenith Messina riprende il cammino verso la qualificazione ai playoff, obiettivo che passa per gli imminenti scontri diretti esterni con Alcamo e Giarre, prossimo avversario dell’Or.Sa. Barcellona.

Gruppo Zenith Messina – Or.Sa. Barcellona 78-58

Parziali: 13-15; 13-17 (25-30); 22-9 (47-39); 21-19

Gruppo Zenith Messina: : Scimone 9, G. Romeo 5, Squillaci 4, Cavalieri 19, Hendrych 17, Mazzù 7, Fathallah 11, Corazzon 6, Cordima, Baldoni, Faye. Allenatore: Ciccio Romeo

Or.Sa. Barcellona: Salvatico 5, Comelli ne, Brusca ne, Stakic 5, Vavoli 5, De Simone 10, Floramo 4, Cortina 13, Granic 16, Duranovic ne. Allenatore: Dani Baldaro.

Arbitri: Panno e Paternicò di Piazza Armerina

]]>
info@sportjonico.it (di "Carmelo Minissale") Basket Sun, 11 Feb 2018 21:58:22 +0000
C Silver - Il PalaTorre festeggia ancora: la Cestistica batte Marsala: 91-64 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15825:c-silver-il-palatorre-festeggia-ancora-la-cestistica-batte-marsala-91-64&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15825:c-silver-il-palatorre-festeggia-ancora-la-cestistica-batte-marsala-91-64&catid=186:basket&Itemid=629 Settima vittoria consecutiva casalinga per la Confezioni Corpina Torrenova, che al PalaTorre riprende il cammino in campionato battendo la Nuova Pallacanestro Marsala per 91-64. Una gara in cui le Aquile sono scappate a cavallo dell’intervallo e con una buona prestazione difensiva hanno limitato gli ospiti ad appena 62 punti segnati. Buona la prestazione offensiva, con 4 uomini in doppia cifra al termine della contesa: Dragunas (26 punti), Busco (22), Albana (16) e Pizzuto (11).

Confezioni Corpina Torrenova – Nuova Pall. Marsala 91-64(20-10, 46-34, 69-48)

Confezioni Corpina Torrenova: Scarlata 6, Albana 16, Micale 4, Dragunas 26, Pizzuto 11, Arto 3, Busco 22, Spirito, Scarmatto 1, Serafino 2, Filippino, Galipò S. Coach: Bacilleri

Nuova Pall. Marsala: Kammoun 2, Cucchiara, Pizzo 22, Archittetto, Montalbano, Frisella M. 18, Frisella P. 4, Scirè, Marrone, Maggio 8, Baseggio 6, Licari 3. Coach: Grillo

È Dragunas nel primo parziale ad indicare la strada ai padroni di casa. Il lituano, con Scarlata, crea scompiglio nella difesa di Marsala e porta a +10 (20-10) al primo mini intervallo la Cestistica. Per i palermitani è il solo Pizzo a tenere in scia i suoi. Busco per Torrenova firma 5 punti in fila nel secondo quarto, poi Dragunas lo imita ed al 13’ è 28-14 con timeout di coach Grillo. Alla gara si iscrive anche il neo arrivato Pizzuto, con due triple consecutive che danno il +18 (36-18) mentre Baseggio e Pizzo provano a limitare i danni per gli ospiti.

La Aquile continuano a trovare la retina con Serafino e Busco, dall’altra parte è sempre Pizzo a martellare la retina, così all’intervallo lungo è 46-34. Il secondo tempo è riaperto dalla fisicità dei lunghi della Cestistica, che segnano ed aprono il campo consentendo a Busco di piazzare la bomba del +20 (54-34) al 22’. Torrenova difende bene producendo tante palle recuperate che si trasformano in transizioni facili messi a segno con Micale, Arto ed ancora Busco, scappando al +27 (67-40) a 120” dalla fine del terzo quarto.

Marsala si aggrappa a Frisella ed al solito Pizzo, ricucendo qualche punto ed andando all’ultimo mini riposo sul 69-48. Albana e Dragunas aprono l’ultimo parziale con tre triple consecutive poi la squadra di coach Bacilleri amministra gli ultimi tentativi ospiti di rientrare in partita portando a casa la vittoria.

]]>
info@sportjonico.it (di "Gabriele Ferruccio") Basket Sun, 11 Feb 2018 21:55:35 +0000
C Silver - Contro l’Or.Sa. Barcellona il Gruppo Zenith Messina vuole invertire la rotta. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15814:c-silver-contro-lorsa-barcellona-il-gruppo-zenith-messina-vuole-invertire-la-rotta&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15814:c-silver-contro-lorsa-barcellona-il-gruppo-zenith-messina-vuole-invertire-la-rotta&catid=186:basket&Itemid=629 Gruppo Zenith Messina torna a giocare fra le mura amiche dopo la prestazione altalenante di sabato scorso sul campo del Cocuzza: un primo tempo da dimenticare, mentre nel secondo gli scolari hanno fatto vedere buone cose, ma non è bastato. A San Filippo del Mela è arrivata la nona sconfitta in campionato che se non compromette il cammino verso i play off, lo rende sicuramente più irto di difficoltà per via di un calendario non certo agevole.

Allora, ecco che bisogna immediatamente tornare al successo, l’occasione è il derby contro l’Or.Sa. Barcellona, dell’ex Dani Baldaro, che dopo un periodo negativo ha ripreso a vincere. Due affermazioni consecutive ottenute contro Gravina in casa e Fortitudo in trasferta hanno proiettato gli oratoriani a due lunghezze dagli scolari, per cui la gara di domenica assume un significato particolare. Un successo consentirebbe ai barcellonesi di agganciare a quota 16 la Basket School, che con una vittoria farebbe un passo importante, ma non decisivo, per allontanarsi dalla zona playout e tenere a distanza di sicurezza i diretti avversari, sconfitti all’andata per 78-72.

L’Or.Sa. è una formazione giovane, che gioca un basket veloce ed ha nel croato Granic il leader in campo con i suoi 19.9 ppg, ma ragazzi come Vavoli, Mustacchio, Comelli e il messinese Salvatico sono da tenere in grande considerazione. Il Gruppo Zenith, che dovrà rinunciare ad Andrea Buono, assente per motivi personali, viene da un momento particolare, tre sconfitte consecutive l’hanno inchiodato al settimo posto, ma da sotto sono rinvenute alcune squadre che in questo finale di stagione faranno di tutto per agguantare la zona play off. Ai peloritani, ultimamente, è mancata soprattutto la continuità.

A Ragusa, ma in maniera particolare in casa con l’Eagles e al PalaCocuzza, sono arrivate prestazioni dai due volti. Coach Romeo e la dirigenza si aspettano una prestazione di carattere per dare una svolta a questo momento poco felice in una fase cruciale della stagione. L’augurio è che gli appassionati non facciano mancare il loro calore alla squadra, oggi come non mai Cavalieri e compagni hanno bisogno di essere sostenuti per raggiungere l’obiettivo fissato ad inizio stagione.

Appuntamento alle ore 18 di domenica 11 febbraio per la palla a due fra Gruppo Zenith Messina e Or. Sa. Barcellona. Dirigeranno il derby i signori Salvatore Panno e Luca Paternicò di Piazza Armerina

La Basket School Messina, Gruppo Zenith, sostiene “Benefit” l’iniziativa dell’Associazione Invisibili Messina, gruppo di azione solidale che si fonda sul principio del riuso consapevole: ridistribuire i capi di abbigliamento ancora in buone condizioni ma non più utilizzati. Benefit si trova a Messina, in via Lombardia 9, angolo via Napoli. La Basket School, Gruppo Zenith Messina, invita gli appassionati a contribuire al progetto dell’Associazione Invisibili Messina donando capi di abbigliamento non più utilizzati.

]]>
info@sportjonico.it (di "Carmelo Minissale") Basket Fri, 09 Feb 2018 18:40:27 +0000
Claudio Pizzuto nuovo giocatore della Cestistica Torrenovese! http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15809:claudio-pizzuto-nuovo-giocatore-della-cestistica-torrenovese&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15809:claudio-pizzuto-nuovo-giocatore-della-cestistica-torrenovese&catid=186:basket&Itemid=629 Confezioni Corpina Torrenova comunica l’acquisto per la stagione 2017-2018 di Claudio Pizzuto, playmaker nato a Patti (ME) il 14 aprile 1977, alto 174 cm per 75 kg. Pizzuto è un elemento di sicura affidabilità ed è un abile passatore dall’ottima visione di gioco.

La carriera: Cresciuto nelle giovanili della Pallacanestro Patti, esordisce in prima squadra all’età di 14 anni nell’allora campionato di Serie C1, giocando con giocatori come Claudio Cavalieri e Salvatore Brogna. A 19 anni è già protagonista con la maglia pattese e vince il campionato di C1 indossando il ruolo da protagonista. Successivamente si trasferisce al Peppino Cocuzza San Filippo del Mela, dove rimane per 3 stagioni vincendo i campionati di Serie D e Serie C2. Dopo 2 anni a Licata, in cui vince la Serie C2 si trasferisce a Sant’Agata nei primi anni del 2000 vincendo sempre nella stessa categoria. Nel 2011-12 torna alla Sport È Cultura Patti segnando 7.5 punti di media a partita. Stesse medie anche nella stagione 2013-2014, quando è protagonista con la Costa d’Orlando vincendo il Campionato di Serie D. Lo scorso anno, torna a Sant’Agata Militello, alla neo nata Sporting Sant’Agata conquistando il campionato di Promozione ed ottenenendo il pass per la partecipazione al campionato di Serie D di quest’anno.

Queste le parole del playmaker della Confezioni Corpina Torrenova: «Ho accettato di venire a giocare per la Cestistica perché voglio ripetermi nuovamente. Ho trovato una società sana che ha voglia di giocarsi le chance di vincere il campionato di Serie D e voglio aiutare i ragazzi di questo meraviglioso gruppo ad ottenere la promozione alla prossima Serie C Silver. Non sarà facile, ma ho l’entusiasmo necessario da rendermi disponibile con i miei nuovi compagni di squadra e fare parte di una stagione che può diventare storica. Ho già vinto nella mia carriera e spero di ripetermi anche qui a Torrenova»

Queste invece le dichiarazioni del presidente Piero Natoli: «Siamo contenti di questa aggiunta al roster, perché Claudio ci dà esperienza in cabina di regia, che forse ci è un po' mancata in qualche partita. Abbiamo inserito Pizzuto perché riteniamo possa essere un ottimo aiuto ad una squadra già forte in partenza che aveva bisogno di qualche piccolo stimolo in più. Con lui crediamo di aver aggiunto un elemento di grande valore anche in termini di leadership».

]]>
info@sportjonico.it (di "Gabriele Ferruccio") Basket Fri, 09 Feb 2018 18:13:06 +0000
Colpo della Cestistica Torrenovese: firma Marco Ranalli, esperienza, grinta e talento. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15797:colpo-della-cestistica-torrenovese-firma-marco-ranalli-esperienza-grinta-e-talento&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15797:colpo-della-cestistica-torrenovese-firma-marco-ranalli-esperienza-grinta-e-talento&catid=186:basket&Itemid=629 Cestistica Torrenovese è felice di annunciare l’acquisto di Marco Ranalli, ala di 192 cm nata a Napoli il 27 ottobre del 1986. Ranalli arriva dalla Libertas Alcamo, con cui è stato protagonista assoluto della promozione in Serie C Silver dello scorso anno. È in giocatore grintoso, abile a trovare il canestro sia da fuori, che dalla media che in penetrazione. È un ottimo tiratore di liberi ed un buon rimbalzista.

La carriera: Cresciuto cestisticamente tra le province di Latina e Roma, Ranalli si trasefrisce a Palermo, sponda Aquila Basket, nel 2008 con cui disputa diverse stagioni. Nella stagione 2013/2014, in DNC, l’ala campana vince il campionato e, con sole due sconfitte, guadagna la promozione in Serie B. Nella stagione 2014-15 il passaggio all’Eagles Palermo, con cui disputata un campionato da 12.2 punti in 16 gare e vince il campionato di serie D, l’anno successivo sfiora i playoff con una giovanissima Eagles. Nel 2016-17 il trasferimento alla Libertas Alcamo con cui domina il campionato di Serie D, sfidando anche la Cestistica Torrenovese che si classificherà seconda, e conquista con i suoi 14.8 punti di media in 21 gare giocate – di cui 20 vinte – la promozione in Serie C realizzando con freddezza i tiri liberi della vittoria in Gara #3 di finale Playoff contro il Basket Adrano. Quest’anno ha cominciato la stagione sempre con la maglia di Alcamo, in serie C Silver, ed è stato costantemente fra i migliori venti realizzatori chiudendo la sua avventura ad una media di quasi 12 punti a partita e un high di 29 contro la Fortitudo Agrigento.

«Sono veramente felice di aver suscitato l’interesse immediato di una società come la Cestistica – dichiara il neo giocatore delle Aquile – non appena si è palesata questa opportunità ho deciso subito di rimettermi in gioco. Per Torrenova è una stagione importante che non sta evidenziando tutto il potenziale di questa squadra. Conoscevo già alcuni elementi della squadra – prosegue Ranalli – per averli sfidati in passato, come Arto, Albana e Scarlata. La società è seria e già dallo scorso anno aveva ambizioni importanti, così ho deciso di accettare con entusiasmo questa nuova sfida che ha l’obiettivo di centrare i playoff e la vittoria finale del campionato. Non vedo l’ora di scendere in campo – conclude l’ala classe 1986 – e dare una mano ai miei nuovi compagni di squadra».

«Siamo orgogliosi di aver integrato nel roster un giocatore di esperienza e classe come Marco Ranalli – afferma il presidente Piero Natolistavamo già vagliando varie opportunità dopo l’infortunio di Stiklakis e appena abbiamo saputo che c’era l’opportunità di prendere Marco non abbiamo esitato un solo attimo. Con la sua grinta e la sua voglia di vincere – continua il numero 1 della Confezioni Corpina Torrenova – ci darà una grande mano su parquet e dentro gli spogliatoi. Ranalli è un giocatore di grande esperienza, che ha già vinto e sa come si fa. Siamo felici che abbia accettato questa sfida – conclude Natoli – perché significa che Torrenova si sta affermando sempre di più».

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") Basket Tue, 06 Feb 2018 22:29:18 +0000