Basket Joomla! - il sistema di gestione di contenuti e portali dinamici http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=category&id=186&layout=blog&Itemid=629 Sat, 23 Feb 2019 22:13:49 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it Cestistica con vista Alcamo, il pres Natoli: «Grande campionato finora, ad Alcamo rimaneggiati ma con voglia di fare l'impresa» http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17526:cestistica-con-vista-alcamo-il-pres-natoli-lgrande-campionato-finora-ad-alcamo-rimaneggiati-ma-con-voglia-di-fare-limpresar&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17526:cestistica-con-vista-alcamo-il-pres-natoli-lgrande-campionato-finora-ad-alcamo-rimaneggiati-ma-con-voglia-di-fare-limpresar&catid=186:basket&Itemid=629 Al terzo posto dopo 20 giornate di campionato, la Cestistica Torrenovese è attesa nel weekend da una grande sfida. Le Aquile, infatti, sfideranno al PalaTreSanti la Libertas Alcamo, formazione terza in classifica a quota 28 punti ex-aequo con la squadra del presidente Natoli per la 21° Giornata del campionato di Serie C Silver Sicilia.

È proprio il numero 1 della Cestistica a presentare la grande sfida esterna della Confezioni Corpina Torrenova: «Andiamo ad Alcamo con la consapevolezza che vincere al PalaTreSanti sarà molto complicato. Affronteremo la sfida con tanto rispetto nei confronti di una squadra che in casa ha quasi sempre vinto. Sarà una partita difficile, giocata fuori casa con alcune defezioni nel nostro roster che non ci hanno permesso di allenarci al completo nelle ultime settimane. Loro sono molto forti, noi però andremo li, nonostante le rotazioni più corte, per dire la nostra».

Natoli amplia poi il discorso all’intera stagione delle Aquile: «Stiamo disputando un grande campionato e sono molto contento dei risultati ottenuti finora. Credo che coach Silva ed il suo staff stiano ottenendo anche più del 110% da ogni giocatore, che ringrazio personalmente per quello che ha fatto finora. Essere terzi in classifica dopo due terzi di campionato non è una cosa ovvia per una squadra costruita con logica e che ha un’indentità ben precisa, ma che rappresenta per la prima volta in Serie C Silver il paesino più piccolo di tutta la regione. Siamo orgogliosi di quanto prodotto finora, siamo molto soddisfatti dello staff e del roster. Se Torrenova si sta identificando così bene in questa categoria è merito soprattutto loro».

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") Basket Fri, 22 Feb 2019 19:04:22 +0000
La Rescifina Messina espugna Trapani all'overtime: 67-70. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17510:la-rescifina-messina-espugna-trapani-allovertime-67-70&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17510:la-rescifina-messina-espugna-trapani-allovertime-67-70&catid=186:basket&Itemid=629  

Nel terzultimo impegno stagionale del campionato di serie B femminile, le ragazze di coach Interdonato, onorano il campo e vincono al termine di un tempo supplementare. 70-67 il finale di un incontro che regala l'ottavo successo in stagione. Successo fortemente voluto dalla squadra peloritana dopo un'altra prestazione, come in quel di Catania, dove le verdazzurre hanno incontrato avversarie capaci di commettere solo cinque falli in tutto l’incontro, caratterizzata dai  12 falli fischiati alle padrone di casa contro i 28 per le ospiti.

Assolutamente civili le lamentele durante la gara espresse dalla Rescifina sulle decisioni in diversi episodi dubbi e diverse rimesse laterali a favore del team di Messina che, inspiegabilmente anche a parere delle giocatrici di Trapani, venivano invertite e riconsegnate alla Virtus. Si è assistito comunque ad un bell’incontro tirato, giocato sportivamente da parte di tutte le atlete in campo,  di fronte ad un pubblico numeroso come poche volte avviene in questa categoria.

Partita giocata sempre sul filo dell’equilibrio, con Messina quasi sempre avanti e le trapanesi sempre incollate nel punteggio.Dopo una lunga rincorsa la Virtus Trapani segnava la tripla del -3 con Messana (il punteggio era sul 56-59) a meno di 2’ dal termine. Dopo quattro viaggi in lunetta con Magaddino (top scorer con 19 punti), negli ultimi 20 secondi Messina sopra di due ha il possesso decisivo ma non chiude la sfida e Trapani colleziona il pareggio che manda tutti all'overtime.

Nel supplementare ottimo il gioco della Polisportiva Giuseppe Rescifina che non si scoraggia e riprende a macinare il suo gioco, trovando tre canestri consecutivi, con la 2003 bielorussa Sofiya Kalach, che risulteranno determinanti per la vittoria. Messina dopo una trasferta lunga plaude all'ottima prestazione corale, con tre giocatrici in doppia cifra (Raffaella Melita, Spadaro e Kalach). Malgrado l'assenza di Ilaria Vento ottimo è stato l'impegno delle ragazze impiegate e l'ovvia soddisfazione a fine gara dopo un impegno esterno disputato a molti chilometri da casa.

Piccola nota, in considerazione dell’importanza della gara, non tanto per le posizioni di vertice quanto per quelle di fondo classifica, dove Ad Majora  e Virtus lottano per la salvezza, (con più di 4 punti di differenza si evitano i play-out)  ci si sarebbe aspettato una maggiore attenzione sulla designazione, ma le distrazioni capitano a tutti.

Virtus Trapani – Rescifina Messina 67-70 (dts)Parziali: 14-18, 28-32, 43-47, 59-59; 67-70

Trapani: Sicola 10, Catalano, Poma, Grignano 10, Iannazzo 2, Magaddino 19, Lombardo 4, Messana 14, Azzaro, Anselmo, Mirrione 4, Parrinello 4; All. Colomba

Messina: Marchese 8, Turiano, Kalach 13, Davì 4, Melita Re. 4, Giordano 8, Melita Ra. 10, Cosenza 9, Spadaro 14. All. Interdonato

Arbitri: Messina e Barbera di Trapani

 

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") Basket Tue, 19 Feb 2019 18:20:07 +0000
L'Alma Basket Patti batte la Rainbow Catania e finisce prima la regular season http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17504:lalma-basket-patti-batte-la-rainbow-catania-e-finisce-prima-la-regular-season&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17504:lalma-basket-patti-batte-la-rainbow-catania-e-finisce-prima-la-regular-season&catid=186:basket&Itemid=629 Non vince il più forte o il più veloce, ma vince chi ci crede di più. E solo se credi davvero in qualcosa puoi vederla concretizzarsi. E le atlete del presidente Attilio Scarcella ci hanno creduto ed hanno realizzato una magnifica magia. Con una prestazione di squadra, mettendo in campo il cuore e quel pizzico di follia cestistica necessaria a completare l'alchimia, l'Alma Basket Patti ha domato la Rainbow Catania imponendosi per 64-55.

La partita era stata preparata con attenzione durante la settimana e le ragazze di coach Mara Buzzanca sono scese in campo concentrate lottando fino alla fine, ma soprattutto ci hanno creduto, anche quando le etnee hanno piazzato, nel terzo quarto, un parziale incredibile di 2-17 stordendo Kramer e compagne. Ma con una prestazione di squadra l'Alma Basket Patti ha saputo reagire, grazie anche alla carica lanciata dal capitano Nunziella Cangemi, sempre preziosa nei momenti di sbandamento delle sue ragazze.

Con la forza di un gruppo meraviglioso, lo spirito di sacrifico, le giocatrici di coach Mara Buzzanca hanno compiuto una grande impresa vincendo la partita e conquistando matematicamente la prima posizione con due giornate di anticipo. Per l'Alma Basket Patti è stata una prova di maturità, superata a pieni voti, dimostrando con i fatti e non solo con le parole, di poter ambire ad essere una delle protagoniste di questa stagione.

Coach Mara Buzzanca schiera in avvio il quintetto composto da Claudia Coppolino, Giulia Merrina, Martina Lombardo, Sofia Guerrera e Mariana Kramer. Coach Deborah Bruni risponde con Ileana Aleo, Marzia Ferlito, Giuliana La Manna, Francesca Chiarello e Giuliana Licciardello.

In avvio di gara Catania parte subito forte piazzando prima un break di 0-5 e poi portandosi sul 2-10. L'Alma Basket Patti fatica a trovare il proprio ritmo, ma piano a piano Guerrera e compagne riescono a riordinare le idee e trovare la parità sul 15-15 con una “bomba” di Martina Lombardo e ristabilire così gli equilibri chiudendo la frazione sul 24-22.

Nel secondo quarto è ancora l'Alma Basket Patti ad essere protagonista incontrastata in campo, macinando gioco e mettendo in difficoltà le avversarie con una difesa perfetta. Anche in attacco sembra tutto facile raggiungendo il + 10 (38-28) al 17'. Negli ultimi due minuti le padrone di casa rallentano e Catania prova a rientrare chiudendo sul 42-36.

Dopo la pausa lunga, al rientro in campo, le ragazze di coach Bruni appaiono più determinate e, giocando con la giusta intensità, riescono a mettere pressione alle giocatrici dell'Alma che soffrono e non riescono a trovare la via del canestro. Un parziale incredibile di 2-17 proietta la Rainbow sul +9 alla fine del terzo quarto.

Ma la reazione di Coppolino e compagne non si fa attendere. Coach Mara Buzzanca riesce a trovare le giuste rotazioni per ristabilire gli equilibri e, con una ritrovata Giulia Merrina, piazza prima l'aggancio e poi il sorpasso chiudendo l'incontro con un sorprendente 64-55.

La vittoria sulle etnee regala il primo posto indiscusso in classifica, primato che in pochi potevano immaginare ad inizio campionato. Inoltre il cammino fin qui svolto afferma il team del presidente Attilio Scarcella come una delle realtà sportive più belle della Serie B siciliana e calabrese.

La società, che non ha mai nascosto il sogno di poter conquistare la promozione in Serie A2, però, rimane con i piedi ben saldi a terra. Il cammino per raggiungere lo storico salto di categoria è ancora lungo ed il livello delle avversarie è particolarmente elevato, per questo il team pattese è ben consapevole che non può permettersi cali di attenzione e soprattutto fermarsi a godersi gli ottimi risultati fin qui ottenuto.

Alma Basket Patti – Rainbow Catania 64-55 (24-22; 42-36; 44-53)

Parziali: 24-22; 18-14; 2-17; 20-2

Alma Basket Patti: Tumeo, Lombardo 15, Coppolino 8, Cangemi, Merrina 10, Ferreyra 5, Romeo 1, Kramer 12, Guerrera 6, Sciammetta, D'Avanzo, Herrera 8. All. Mara Buzzanca

Rainbow Catania: Diop 4, Nucera, Ferlito 6, Caruso, Aleo 12, Parisi 2, Chiarella 12, Costi, La Manna 8, Spina, Diaz 1, Licciardello 8. Coach: Deborah Bruni

]]>
info@sportjonico.it (di "Gabriele Villa") Basket Mon, 18 Feb 2019 11:30:38 +0000
ZS Group Messina non pervenuta al PalaTorre: Torrenova fa un figurone : 93-65. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17503:zs-group-messina-non-pervenuta-torrenova-fa-un-figurone-a-messina-93-65&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17503:zs-group-messina-non-pervenuta-torrenova-fa-un-figurone-a-messina-93-65&catid=186:basket&Itemid=629 Esce con le ossa rotte dal “PalaTorre” la ZS Group Messina, sconfitta per 93-65 dalla Cestistica Torrenovese. La più brutta prestazione stagionale per la squadra peloritana che non è praticamente scesa in campo, annichilita dal un avversario che l’ha battuta in tutti i sensi. I giocatori allenati da Jorge Silva arrivavano primi in ogni occasione, dominando a rimbalzo e segnando, soprattutto nel primo tempo, da ogni posizione.

In queste condizioni diventava tutto difficile per la Basket School, anche abbozzare una seppur minima reazione. Si interrompe così la serie utile dei giallorossi che durava da ben sei gare, dispiace si sia fermata proprio in una gara fondamentale e soprattutto nel modo in cui si è concretizzata. Una sconfitta in casa della Torrenovese ci poteva anche stare, ma perdere così no, non è giusto perché mortifica il gran lavoro svolto da Pippo Sidoti in questi mesi. La speranza è che la squadra faccia tesoro dell’esperienza vissuta al “PalaTorre” e trovi la forza di reagire già da domenica prossima quando al “PalaMili” arriverà l’OrsaBarcellona.

La partita è stato un monologo dei padroni di casa, scesi in campo con la testa giusta, mentre Messina gioca alle belle statuine e la squadra di casa vola immediatamente sul 20-4. BricisTonjannGulloSgrò sembrano imprendibili. Per la ZS Group Messina il solo Fathallah (19 punti alla fine) sembra avere le idee chiare, Mazzù cerca di suonare la sveglia ma è tutto vano. Con Nino Sidotisubito gravato di falli, relegato alla panchina, tutto diventa più complicato e non basta qualche iniziativa di Corazzon. Alla prima sirena le aquile hanno già un vantaggio di 21 lunghezze (32-11). Nel secondo periodo la musica non cambia, BlackKolevMazzullo non incidono, e grazie alle bombe di Marco Busco, Torrenova vola sul +30 (50-20). All’intevallo lungo la gara è già in ghiaccio (57-31).

Nel secondo tempo ci si attende la reazione della squadra peloritana, ma Torrenova non molla di un centimetro e raggiunge un vantaggio di 34 punti sul 76-42. Fathallah e Nino Sidoti cercano di ridurre il gap, ma è Tonjann a fissare il punteggio sul 78-46 alla mezzora. L’ultimo quarto vale per le statistiche, la ZS Group Messina riesce a rosicchiare qualcosa agli avversari, magra consolazione per una squadra giunta ai piedi dei Nebrodi con altre aspettative. Finisce 93-65: Torrenova fa un figurone, mentre Messina esce mortificata da una sfida che avrebbe dovuto affrontare con un’altra testa.

Cestistica Torrenovese – ZS Group Messina 93-65

Parziali: 32-11, 25-20 (57-31), 21-15 (78-46), 15-19.

Cestistica Torrenovese: Munafò, Sgrò 15, Tonjann 23, Arto, Busco M. 19, Suraci 2, Serafino, Munastra 11, Gullo 5, Busco G. ne, Bricis 18. All. Jorge Silva

ZS Group Messina: Knezevic, Sidoti N. 5, Olivo, Sidoti A., Kolev 8, Black 9, Scimone, Mazzù 7, Fathallah 19, Corazzon 10, Mazzullo 7. Allenatore: Francesco Paladina

Arbitri: Di Bella di San Filippo del Mela e Micalizzi di Sant’Agata Militello

Note: Usciti per 5 falli, Black e Sidoti

]]>
info@sportjonico.it (di "Carmelo Minissale") Basket Mon, 18 Feb 2019 11:13:15 +0000
La Rescifina Messina cade ma non sfigura contro la vicecapolista Rainbow Catania. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17475:la-rescifina-messina-cade-ma-non-sfigura-contro-la-vicecapolista-rainbow-catania&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17475:la-rescifina-messina-cade-ma-non-sfigura-contro-la-vicecapolista-rainbow-catania&catid=186:basket&Itemid=629 Si attendeva una risposta e la risposta è prontamente arrivata. In casa Polisportiva Rescifina Messina dopo il deludente derby giocato col Cus Unime si è registrata una prestazione positiva nonostante la sconfitta, questa volta patita in casa della vicecapolista Rainbow Catania, squadra protesa all'inseguimento della prima della classe Alma Patti.

Nel palazzetto di San Pietro Clarenza le ragazze in maglia bianco blu verde di coach Tonino Interdonato sono andate sotto nel primo quarto chiuso in svantaggio sul 23-8 ma poi sono riuscite con decisione a risalire la corrente riportandosi anche a due soli possessi di svantaggio sul punteggio 28-22 ed aver fallito l'appogio del possibile meno quattro. Con le solite rotazioni in organico ridotte la Rescifina Messina ha subito prima dell'intervallo lungo un parziale di 13-1 che ha nuovamente ampliato il margine proprio nei pressi della pausa lunga (41-23).

Lo staff tecnico messinese ha però ottenuto punti e solidità nel secondo tempo dal trio Kalach, Marchese e Vento, trio coadiuvato dalla doppia cifra di Spadaro per complessivi 51 punti. La Rainbow Catania, rinforzatasi per l'occasione col pivot spagnolo Grace Diaz che ha ben riempito il pitturato e che può rappresentare un'altra risorsa nel finale di stagione, ha sempre mantenuto la testa dell'incontro ma non è mai riuscita a ricacciare definitivamente indietro Messina che seppur in doppia cifra di svantaggio con orgoglio ha sempre mantenuto vivo l'incontro.

Nota di merito per Messina l'aver sopperito ai soli quattro viaggi in lunetta a favore durante l'intero incontro a fronte dei soli cinque falli sanzionati alla squadra di casa, numero oggettivamente esiguo di penalità comminate dal duo arbitrale che possono aver inciso sulle dimensioni della sconfitta.  A tre gare dal termine della stagione di serie B femminile la Polisportiva Rescifina Messina proverà a chiudere positivamente la stagione a partire dalla prossima lunga trasferta in programma con la Virtus Trapani.  

Rainbow Catania-Rescifina Messina 78-62

Rainbow Catania: Diop 10, Nucera, Ferlito 4, Caruso, Aleo 19, Parisi, Chiarella 15, Costi, La Manna 9, Diaz 10, Spina 2, Licciardello 8. All: Bruni

Rescifina Messina: Marchese 15, Kalach 12, Davì 5, Melita Re., Giordano 2, Melita Ra., Cosenza 4, Spadaro 10, Vento 14. All. Interdonato. Parziali: 23-8, 41-23, 59-45, 78-62.

Arbitri: Arbace e Filesi

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") Basket Tue, 12 Feb 2019 18:13:10 +0000
Un cuore... "supplementare"! Torrenova espugna San Filippo!: 81-73. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17474:un-cuore-qsupplementareq-torrenova-espugna-san-filippo-81-73&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17474:un-cuore-qsupplementareq-torrenova-espugna-san-filippo-81-73&catid=186:basket&Itemid=629 Al termine di un’overtime, la Cestistica Torrenovese espugna San Filippo del Mela battendo il Centro Convenienza Peppino Cocuzza per 73-81. Una vittoria stoica per la squadra di coach Silva, che raccoglie la 5° vittoria nelle ultime 6 partite grazie ai 27 punti di Tonjann, di cui 9 consecutivi e decisivi realizzati nel tempo supplementare, 23 di Bricis e 14 di Sgrò. Due punti importanti per la squadra di coach Silva, che sale al terzo posto in classifica agguantando Alcamo a quota 26 punti.

Centro Convenienza Peppino Cocuzza – Confezioni Corpina Torrenova 73-81 (20-23, 46-47, 54-59, 69-69)

Centro Convenienza Peppino Cocuzza: Vozza 6, Porcino, Ettaro 8, Knyza 17, Costa 7, Piperino 5, Maida 2, Pesic 28, Di Paola, Cocuzza; All. Li Vecchi

Confezioni Corpina Torrenova: Munafò, Suraci 5, Sgrò 14, Tonjann 27, Arto ne, M. Busco 2, Munastra 5, Gullo 5, G. Busco ne, Bricis 23. Coach: Silva

Non un brillantissimo avvio per la Confezioni Corpina Torrenova che dopo i canestri di Sgrò e Tonjann è costretta a subire Pesic e Knyza. Torrenova però è un diesel, e con Gullo e tre triple di Bricis si porta il vantaggio costringendo coach Li Vecchi a richiamare i suoi in panchina sul 16-19. Pesic e Costa ritrovano la parità a quota 20, ma è Gullo a chiudere il primo periodo da oltr’arco sul 20-23.

Gullo, Sgrò e Munastra ricominciano a macinare dalla lunga distanza, ma Piperno e compagni tengono botta così al 15’ è di nuovo parità a quota 33. Bricis e Suraci però spingono la Cestistica nuovamente al +5, così sono i soliti Pesic e Knyza a dover rispondere per il 42-42. Tonjann e Sgrò ritrovano immediatamente il vantaggio, Vozza prova a recuperare ma sulla sirena dell’intervallo lungo la Confezioni Corpina è avanti 47-46.

Al ritorno sul parquet entrambe le formazioni mettono molta intensità, ma è la squadra di coach Silva a trovare il fondo della retina con maggiore precisione trovando il nuovo +5, 50-55, a metà terzo parziale. San Filippo ci prova, ma Bricis, con una schiacciata in contropiede, chiude il terzo periodo sul 54-59. Si segna poco perché aumenta l’intensità difensiva delle due squadre anche nell’ultimo periodo, con Torrenova che però è poco lucida e dall’altra parte Pesic e compagni approfittano per sorpassare sul 62-61.

Le Aquile non mollano, Sgrò e Tonjann riportano Torrenova sul +4, ma ancora la coppia Pesic-Knyza risponde nuovamente al fuoco ritrovando il vantaggio e costringendo coach Silva al time-out sul 66-65. Ai liberi Costa fa 1/2, poi Munastra ed al 40’ è 69-69. Il Cocuzza apre l’overtime con un canestro “old school” di Pesic, però è solo Torrenova: Bricis risponde al lungo di San Filippo con la tripla del 71-72, poi si scatena Tonjann. 9 punti consecutivi, di cui una bomba da tre che sigilla la partita, e partita in ghiaccio. Per una vittoria stoica di una Torrenova splendida.

]]>
info@sportjonico.it (di "Gabriele Ferruccio") Basket Tue, 12 Feb 2019 18:08:11 +0000
L'Alma Basket Patti doma la Stella Palermo e si conferma in vetta in solitaria http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17472:lalma-basket-patti-doma-la-stella-palermo-e-si-conferma-in-vetta-in-solitaria&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17472:lalma-basket-patti-doma-la-stella-palermo-e-si-conferma-in-vetta-in-solitaria&catid=186:basket&Itemid=629 L'Alma Basket Patti doma la Stella Basket Palermo e si conferma in vetta al campionato di serie B di basket femminile e conquista, con tre giornate di anticipo la matematica certezza di disputare i play off. Le ragazze di coach Mara Buzzanca hanno disputato una gara quasi perfetta, giocando con grande intensità per tre quarti prima di mollare la presa e controllare le avversarie nell'utlimo parziale.

Una partita corale per le atlete del presidente Attilio Scarcella che, grazie anche all'innesto dell'argentina Gabriela Herrera, hanno trovato maggiore ordine nelle trame difensive e quel carattere che era mancato in alcune circostanze nel corso della stagione. Patti inizia con Claudia Coppolino, Giulia Merrina, Martina Lombardo, Gabriela Herrera e Sofia Guerrera. Palermo risponde con Silvia Celona, Federica Cafiso, Emanuela Matera, Carola Bianco e Elena Riccardi.

La prima frazione è giocata, da entrambe le squadre, con grande intensità. Palermo tenta di mettere, sin da subito, in difficoltà le giocatrici di casa, ma la difesa aggressiva di Patti non consente alle ospiti di sviluppare un gioco ordinato e di trovare con facilità la via del canestro. Lombardo e compagne, invece, esprimendo un gioco semplice e pulito, fanno girare il pallone con estrema fluidità, riuscendo a creare sin da subito un divario importante. La prima frazione si chiude sul 27-18, mentre alla pausa lunga le due squadre arrivano sul 45-28.

Nel corso del terzo quarto l'Alma Basket Patti raggiunge anche il massimo vantaggio di +34 (64-30), prima di abbassare l'intensità di gioco, ma sempre tenendo a bada Palermo che ha, comunque, lottato sino alla fine grazie anche ad una instancabile Elena Riccardi autrice di 16 punti.

L'Ama Basket Patti ha giocato una gara di squadra, dove tutte le atlete hanno disputato un'ottima prestazione. Sontuosa è stata Maria Sofia Guerrera ed implacabile si è mostrata Martina Lombardo. Ottima anche la prestazione di Claudia Coppolino e prezioso è stato il contributo dell'argentina Gabriela Herrera. Anche Mariana Kramer è tornata ad essere un punto fermo di questa squadra dando sicurezza sotto le plance. Continua a crescere anche Giulia Merrina che, nonostante la giovane età, è ormai un punto fermo di questa squadra.

Post-gara con Sofia Guerrera, pivot: E' stata una grande prestazione di squadra. Dovevamo affermare il nostro primato ed ogni partita è importantissima. Non era una partita scontata in quanto Palermo arrivava da tre vittorie consecutive, tra cui la Rainbow. Noi abbiamo dimostrato grande cuore e grinta, siamo riuscite a prenderci questi due punti. Adesso dobbiamo pensare alla prossima partita. Contro la Rainbow per noi sarà una gara fondamentale pià che dal punto di vista tecnico, da quello emotivo. Noi ci preparemo al meglio per vincere”.

Martina Lombardo, ala: “L'innesto di Gabriela ha dato i suoi frutti. E' riuscita a darci la tranquillità che ci mancava. Adesso pensiamo subito al prossimo impegno contro la Rainbow Catania. Per noi è un passaggio fondamentale e vogliamo scendere in campo determinate per ottenere la vittoria”.

Mara Buzzanca, coach: “Abbiamo disputato una buona partita. Per due quarti siamo stati quasi perfetti. Poi quando, nel terzo quarto, le ragazze sono andate avanti di trenta punti si sono rilassate. Questo mi ha fatto molto arrabbiare perchè la concentrazione deve essere sempre alta e mantenuta per tutti e quaranta i minuti. Sono contenta anche della prestazione di Gabriela Herrera che, nonostante sia arrivata da solo una settimana, si è inserita bene nel gruppo e nelle nostre trame di gioco. Adesso pensiamo alla prossima partita contro Catania”.

Alma Basket Patti – Stella Basket Palermo 76-51 (27-18; 45-28; 67-37) Parziali: 27-18

Alma Basket Patti: Tumeo, Lombardo 22, Coppolino 4, Cangemi, Merrina 7, Ferreyra 3, Romeo 1, Kramer 10, Guerrera 19, Sciammetta, D'Avanzo 3, Herrera 7. All. Mara Buzzanca

Stella basket Palermo: Celona 7, Cerasola, Vento 6, Riccardi 16, Ventimiglia 2, Cassetti, Cafiso 12, Cirimin 3, Giuffrè, Matera 5, Bianco. All. Antonino Zanet

]]>
info@sportjonico.it (di "Gabriele Villa") Basket Mon, 11 Feb 2019 17:12:14 +0000
ZS Group Messina, contro il CUS Catania arriva il sesto successo consecutivo http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17468:zs-group-messina-contro-il-cus-catania-arriva-il-sesto-successo-consecutivo&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17468:zs-group-messina-contro-il-cus-catania-arriva-il-sesto-successo-consecutivo&catid=186:basket&Itemid=629 La ZS Group Messina supera il Cus Catania per 78-70 e conquista la dodicesima vittoria in campionato, sesta consecutiva, che la proietta a quota 24 punti in classifica, a due lunghezze del quartetto formato da Orlandina Lab, Alcamo, OrSa Barcellona e Torrenovese, che inseguono la capolista Ragusa. La vittoria ottenuta con il CUS Catania è arrivata al termine di una gara condotta sin dalle prime battute.

Gli scolari hanno giocato con sicurezza per tre quarti di gara, raggiungendo anche un vantaggio di 21 lunghezze nel secondo periodo (39-18) e all’inizio dell’ultimo quarto (66-45). Poi un po di nervosismo e qualche battuta a vuoto dei giallorossi permette ai ragazzi di Guadalupi di risalire fino al -6 (76-70), ma ormai i giochi sono belli e fatti e Messina porta a casa il successo n.12 in campionato. Quattro i giocatori in doppia cifra: Mazzullo (18), Nino Sidoti (16), Kolev (13) e Fathallah (11). Per il CUS Catania in grande evidenza l’under Ruggero Elia, top scorer del match con 27 punti. In doppia cifra anche Lo Faro (10).

La ZS Group Messina Inizia col giusto piglio la sfida, piazzando un 9-0 firmato Kolev, Mazzullo e Black. I cinque punti consecutivi di Elia e il canestro di Di Mauro riportano sotto gli etnei (9-7). La Basket School risponde con un break di 10-0 propiziato da Kolev, Nino Sidoti e Mazzullo (19-7). Corselli fa 2/2 ai liberi e poi mette altri due punti per il 19-11. Il lay up di Black fissa il punteggio sul 21-11 al 10’.

Nel secondo periodo, dopo il canestro iniziale di Elia, allunga sul +14 (27-13) con Mazzullo, Corazzon e Black. I messinesi hanno la gara in mano, nonostante le giocate di Arena e Di Mauro, che risponde alla bomba di Fathallah. Kolev, Mazzù e la tripla di Korazzon regalano il massimo vantaggio ai padroni di casa (39-18). Il primo tempo si conclude con il canestro di Lo Faro (41-23).

La terza frazione è più equilibrata, Elia tiene in linea di galleggiamento i suoi, Messina con Nino Sidoti e Mazzullo mantiene un vantaggio di 20 punti. Tre canestri consecutivi di Elia destano il CUS Catania (49-35), la ZS Group risponde con Mazzullo, Mazzù e due triple di Fathallah (61-43). Alla penultima sirena Messina mantiene il vantaggio di 18 lunghezze dopo i canestri di Vasta e Fathallah (63-45).

Il quarto finale inizia con la bomba del nuovo entrato Scimone (66-45). Sul nuovo +21 la squadra di Pippo Sidoti e Francesco Paladina si rilassa un attimo, i cussini iniziano a difendere più forte e con un break di 11-0 confezionato da Elia (6) e Lo Faro (5) si riportano sul -10 (66-56). I messinesi si innervosiscono per alcuni mancati fischi arbitrali, ma è Nino Sidoti, con le sue ficcanti penetrazioni, a tenere a bada gli avversari. Così la ZS Group Messina gestisce il vantaggio, a giochi ormai fatti Cuccia porta a- 6 i suoi, ma il solito Nino Sidoti fissa il risultato finale sul 78-70. Domenica prossima la squadra peloritana affronterà Torrenova al PalaTorre, in quello che sarà un vero e proprio scontro diretto per conquistare un piazzamento più favorevole nella griglia dei playoff.

ZS Group Messina – CUS Catania 78-70

Parziali: 21-11, 20-12 (41-23), 22-22 (63-45), 15-25

ZS Group Messina: Knezevic, Sidoti N. 16, Olivo, Sidoti A., Kolev 13, Balck 6, Scimone 3, Mazzù 6, Fathallah 11, Corazzon 5, Mazzullo 7. Allenatore: Francesco Paladina

CUS Catania: Lo Faro 10, Arcidiacono, Vasta 7,Cuccia 3, Corselli 8,Di Mauro 6, Elia 27, Dinicola 2, Arena 7, Monastra, Fichiera, Tracinà. Allenatore: Giuseppe Guadalupi

Arbitri: Filesu di Chiaromonte Gulfi e Giunta di Ragusa

Note: Uscito per 5 falli Arena.

]]>
info@sportjonico.it (di "Carmelo Minissale") Basket Mon, 11 Feb 2019 16:54:18 +0000
Il Castanea Basket 2010 presenta l'ala lituana Saulius Liksa http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17449:il-castanea-basket-2010-presenta-lala-lituana-saulius-liksa&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17449:il-castanea-basket-2010-presenta-lala-lituana-saulius-liksa&catid=186:basket&Itemid=629 Saulius Liksa, lituano classe 1990 di 198 cm, arriva dalla Juve Trani, serie D pugliese, dove ha giocato la prima parte di stagione concludendo con 11.8 punti di media.

Ha girato diverse nazioni militando in squadre del campionato tedesco, inglese, lituano e francese. In quest'ultima nazione, due anni fa, ha vinto con il JIL Colayrac la Régionale Masculine League.

È un quattro tattico dotato di ottime doti atletiche che attacca bene il canestro sia dal post basso che dal lato forte arrivando con disinvoltura a canestro. In carriera si è sempre dimostrato essere un ottimo rimbalzista e stoppatore.

All'esordio col Castanea ha sfiorato la doppia cifra (19 punti e 9 rimbalzi). La dirigenza gialloviola intende rivolgergli il proprio in bocca la lupo per la nuova esperienza.

]]>
info@sportjonico.it (di "Daniele Straface") Basket Fri, 08 Feb 2019 22:18:14 +0000
Massimiliano Fiasconaro: "Grande bagarre per i playoff. Il Castanea merita la massima considerazione" http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17439:massimiliano-fiasconaro-qgrande-bagarre-per-i-playoff-il-castanea-merita-la-massima-considerazioneq-&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17439:massimiliano-fiasconaro-qgrande-bagarre-per-i-playoff-il-castanea-merita-la-massima-considerazioneq-&catid=186:basket&Itemid=629 Consueta signorilità e aplomb anche al termine di un incontro molto tirato e importante in chiave alta classifica. Massimiliano Fiasconaro, tecnico dello Sporting S. Agata, si sofferma in un'analisi del campionato in vista del rush finale in ottica post season. Ecco il suo pensiero: "Non è la prima volta che perdiamo in stagione all'ultimo tiro. E' inutile ormai recriminare ma dobbiamo lavorare meglio per crescere in alcune situazioni che al momento ci vedono uscire sempre sconfitti per episodi.

Il Castanea è una super squadra con un Banin che non stava al meglio. Loro hanno un grande potenziale tecnico a propria disposizione, peccato perchè dopo il loro ottimo ritorno noi avevamo retto all'urto ed anzi avevamo ricreato un gap con il giusto tatticismo. Dobbiamo stare più concentrati come evitare alcune disattenzioni come l'espulsione di Valente, non condanno il ragazzo, capisco le intenzioni ma sono altrettanto certo che non si è accorto di cosa volesse fare in quel preciso momento. Era in trance agonistica e da quell'episodio l'inerzia è cambiata totalmente.

Alla fine anche la palla persa di Strati ha inciso ma guardiamo avanti, ogni gara è importante ed i due punti pesano per tutti. Lavoreremo gara per gara". Il neo di questo S. Agata secondo Fiasconaro è "l'affidabilità dei ragazzi per quaranta minuti di gioco. I più piccoli mi danno grandi garanzie come il 18enne Carianni, il 17enne Iannello, l'ex Palermo Bontempo da loro ho sempre grandi risposte. Magari ci manca qualcosa dai senior che hanno la classe per trascinare la squadra.

Il Castanea ha preparato la difesa proprio su Strati e Kostov stancandoli con Calarese, Lungwana e Banin in grande spolvero. Noi recriminiamo ma credo che la situazione è ancora tutta da decifrare, giocheremo tante volte in casa. Speriamo di fare il meglio perchè S. Agata è ormai una piazza importante per la Sicilia con un super impianto e lo stanno a dimostrano gli 800 spettatori di media presenti alle nostre gare".

]]>
info@sportjonico.it (di "Daniele Straface") Basket Wed, 06 Feb 2019 18:45:55 +0000
Il Castanea compie l’impresa. Supera lo Sporting S. Agata e adesso crede nei playoff http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17433:il-castanea-compie-limpresa-supera-lo-sporting-s-agata-e-adesso-crede-nei-playoff&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17433:il-castanea-compie-limpresa-supera-lo-sporting-s-agata-e-adesso-crede-nei-playoff&catid=186:basket&Itemid=629 In una gara spartiacque i gialloviola di coach Frisenda con la novità Liksa nel pitturato superano un’indomabile S. Agata per 72-70 ed adesso vedono la zona playoff distante un solo successo. Match vibrante con continui sorpassi, sfida decisa dai numeri di Lungwana e Liksa. Ottimo spirito di squadra con un gruppo che adesso mostra tutto il proprio potenziale. Grande bagarre per la conquista delle piazze che valgono la post season.

Al PalaRitiro è grande festa gialloviola. Serata perfetta per il Castanea Basket 2010 di coach Filippo Frisenda che nel 2019 da tre settimane sta raccogliendo i primi frutti del proprio lavoro. Dopo due trasferte vittoriose i gialli di casa superano una diretta concorrente come lo sporting S. Agata, squadra che non si arrende ami ed in possesso di ottime qualità tecniche. Il 72-70 ribalta il meno uno dell’andata ed equivale al sorpasso in classifica tra due squadre che sino all’ultimo cercheranno l’accesso alla post season. Gioia incontenibile al termine della gara per un successo imporante al quale Banin e compagni proveranno a dare seguito continuando a giocare di squadra per come stanno facendo.

Sul parquet scendono in campo Calarese, Banin, Lugwana, Zaccone e Surace mentre S. Agata dell’esperto Max Fiasconaro con l’assente Rosposni oppone Bontempo, Kostov, strati, Valente e Urso. Al via due triple in un amen di Kostov e Lungwana, Strati e Valente danno il più quattro ospite ma Liksa (un 4 lituano del 1990) con un ottimo giro e tiro ricuce (8-11). Si lotta colpo su colpo, Banin ripresosi da noi muscolari da verve alla manovra, un ottimo Iannello si mette in luce tra gli ospiti ma Calarese e Liksa dimezzano il gap, al 10’ è 13-17.

Nel secondo quarto Ranalli apre i giochi, Valente lima il vantaggio che al 13’ con Carianni a seguito di un antisportivo di Zaccone tocca il 15-26. Banin esce per falli ma il Castanea non molla mai, si accende Calarese in regia, poi Surace si fa rispettare da sotto (22-29) prima della penetrazione di Bontempo.

Qui si infiamma il match con tre minuti incontenibili di Lungwana (25 per lui) che con l’aiuto di un gioco di Alu Diallo mette sei punti personali (tripla e gioco da tre punti), infiamma il pubblico perché il Castanea ribalta totalmente la gara sino al 36-31. Lo Sporting accusa il colpo ma chiude al 20’ sul meno tre con Sindoni.

Alla ripresa del gioco Strati mette un libero ma Lungwana riparte da dove aveva lasciato, lo sporting è più morbido in difesa. Il parziale locale è di 9-1 in questo avvio per il 45-36 (maxi break di 30-11 dal 15-25 iniziale) con schiaccione delll’ex colored di Ascoli che accende i tifosi. Dopo molta panchina a causa dei falli si rivede a segno il bulgaro Kostov sul quale la difesa di casa si è impegnata molto.

Lo sporting è sempre lì, risale la corrente con Urso che impatta a quota 45 con un gancio allo scadere dei ventiquattro. Kostov serve Valente che opera il sorpasso col castanea che si ferma per qualche minuto, la stoppata difensiva di Lungwana ha il merito di svegliare i compagni. Zaccone segna un libero, prende il rimbalzo e Liksa rida ai suoi il vantaggio, 48-47. Il finale è tutto ospite con Strati e Urso che al 30’ mandano lo Sporting sul 53-48.

Nell’ultimo quarto gara accesissima, Banin mette il meno due (51-53) e Liksa pareggia con buoni movimenti. Il lituano assistito dal play patavino e la guardia Lungwana danno nuova inerzia al Castanea (57-53). Iannello e Kostov pareggiano prima dell’espulsione di Valente reo di aver lanciato la palla ad un avversario. Dippio vaiggio ai liberi infruttuoso per i locali, Bontempo firma il più tre (57-60) prima di un controbreak di 8-0 determinante con Banin e Liksa (65-60 a 3’e40” dal termine). Ancora Liksa produce tanto gioco sporco (prova d’esordio da 19 punti e 9 rimbalzi con un solo allenamento con la sua nuova squadra). Poi la gara sembra chiusa da Banin, 69-62 ma lo Sporting non molla.

Viene espulso Diallo, Bontempo e Kostov riportano a meno tre i suoi dai liberi. Lungwana sigla il 71-66. Sembra fatta ma a 12” dal termine Urso mette due liberi. Calarese spedito in lunetta mette un libero, Strati prima segna il 72-70 poi nella confusione perde negli ultimi istanti il pallone che poteva portare anche al pareggio. Finisce qui, il Castanea centra il settimo successo, probabilmente quello più voluto contro un’ottima squadra che sino all’ultimo lotterà per i playoff. Il Castanea adesso aumenta le proprie possibilità ma la strada è ancora molto lunga, domenica si bissa in casa contro Marsala, altra gara da non fallire assolutamente.

Castanea-Sporting S. Agata 72-70

Parziali: 13-17; 36-33; 48-53.

Castanea: Calarese 10, Rizzo ne, Frisone ne, Zaccone 1, Liksa 19, Lungwana 25, Cardillo ne, Banin 10, Alu Diallo 3, Campanella, Surace 4. All. Frisenda.

S. Agata: Bontempo 9, Ranalli 4, Strati 11, Urso 11, Machì ne, Sindoni 2, Serio ne, Valente 10, Carianni 1, Iannello 10, Kostov 12. All. Fiasconaro.

Arbitri: De Giorgio e Foti.

]]>
info@sportjonico.it (di "Daniele Straface") Basket Tue, 05 Feb 2019 21:00:36 +0000
Gabriela Herrera è il nuovo pivot dell'Alma Basket Patti http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17431:gabriela-herrera-e-il-nuovo-pivot-dellalma-basket-patti&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17431:gabriela-herrera-e-il-nuovo-pivot-dellalma-basket-patti&catid=186:basket&Itemid=629 Gabriela Herrera, ala pivot argentina di 35 anni, è il nuovo acquisto dell'Alma Basket Patti. La giocatrice è giunta in Sicilia domenica scorsa e da domani sarà già a disposizione di coach Mara Buzzanca per il primo allenamento con le nuove compagne.

“Sono molto contenta di essere qui all'Alma Basket Patti – ha dichiarato Gabi Herrera. Spero di poter dare il mio contributo in questa parte finale del torneo per raggiungere gli obiettivi che la società si è prefissata”.

Gabriela Herrera ha giocato in diverse formazioni argentine e, nelle ultime stagioni, ha militato nella Liga Nacional con Quimsa e Las Heras.

]]>
info@sportjonico.it (di "Gabriele Villa") Basket Tue, 05 Feb 2019 20:49:48 +0000
Netto successo del Cus Unime nel derby. La Rescifina lotta per un tempo http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17429:netto-successo-del-cus-unime-nel-derby-la-rescifina-lotta-per-un-tempo&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17429:netto-successo-del-cus-unime-nel-derby-la-rescifina-lotta-per-un-tempo&catid=186:basket&Itemid=629 La formazione di coach Tonino Interdonato non riesce a dare continuità al successo ottenuto sul campo di Catanzaro e viene battuta al PalaTracuzzi per 65-37 al termine di un derby a due facce. Solo nel primo quarto le padrone di casa combattono punto a punto poi un break di 17-6 chiude i giochi. Nel secondo tempo gara ormai decisa, attenzione già rivolta ai prossimi impegni.   

Stracittadina amara per la Polisportiva Giuseppe Rescifina Messina che cede la posta in palio al Cus Unime di coach Massimo Zanghì, vittorioso al PalaTracuzzi col punteggio di 65-37. Il Cus Unime con questo successo vendica la sconfitta patita all'andata e riscavalca in classifica proprio la Rescifina incappata nella classica giornata no ed alle prese con le assenze in cabina di regia non facilmente gestibili dallo staff tecnico.

Nonostante il passivo patito nel primo quarto la gara procede sui binari dell'equilibrio con le due squadre che si sopravanzano di pochi punti, al 10' il 16-15 delle padrone di casa premia di misura Vento e compagne. Dal secondo quarto di gioco il canovaccio cambia, alcuni buoni tiri sputati dal ferro, una manovra poco mobile con molti palleggi sul posto e alchimie tattiche non facili da trovare di fronte ai raddoppi difensivi ospiti complicano i giochi della Rescifina che cede la seconda frazione di gioco per 6-17 con il Cus Unime avanti nel punteggio in doppia cifra di svantaggio sul 22-32.

Nel secondo tempo il Cus Unime prende fiducia e legittima il successo, la Rescifina esce lentamente dalla gara segnando solo 8 punti a fronte dei 18 punti ospiti. L'esperta Certomà e Boncompagni portano punti alle compagne, dall'altro lato la migliore marcatrice è la giovane stellina Anna Rescifina (8), seguita da Vento (7).

Nell'ultimo quarto poco da segnalare, nel finale leggero sussulto locale con Kalach ma la serata non era quella giusta contro un avversario con maggiori rotazioni. La Rescifina dopo il ko è costretta a guardare oltre ai prossimi impegni a partire dal quartultimo stagionale sul campo della vicacapolista Rainbow Catania in programma il 9 febbraio.

Rescifina Messina – Cusunime 37-65 Parziali: 16-15, 22-32, 29-50

Rescifina Messina: Marchese 6, Turiano, Kalach 6, Davì 4, Melita  Re., Giordano, Melita Ra., 2, Cosenza, Rescifina 8, Codagnone, Spadaro 4,Vento 7. All. Interdonato

Cusunime: Scordino 8, Pellicano', Scardino, Certoma' 10, Polizzi, Neilande 19, Natale, Grillo 3, Ingrassia I. 16, Ingrassia G., Boncompagni 9. All. Zanghi'

Arbitri: Perrone e Barbagallo

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") Basket Tue, 05 Feb 2019 20:37:54 +0000
La ZS Group Messina vince anche a Milazzo e consolida il sesto posto in classifica http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17425:la-zs-group-messina-vince-anche-a-milazzo-e-consolida-il-sesto-posto-in-classifica&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17425:la-zs-group-messina-vince-anche-a-milazzo-e-consolida-il-sesto-posto-in-classifica&catid=186:basket&Itemid=629 Quinta vittoria consecutiva per la ZS Group Messina. I messinesi passano nettamente al “PalaVerde” di Milazzo con il punteggio di 58-93 e, approfittando delle sconfitte delle dirette inseguitrici, Giarre e Adrano, consolidano la sesta posizione in classifica con 22 punti all’attivo. A parte i primissimi minuti, nei quali i mamertini hanno dato l’impressione di poter giocare alla pari, è stata una gara a senso unico.

La Basket School Messina prende in mano le redini della gara e non le lascerà più agli avversari che tentano di rimanere in partita con le giocate di Toto e dei nuovi arrivati Mcindoe e Galipò. Ma la squadra del presidente Zanghì, grazie alle accelerazioni di Black e alle triple del ritrovato Nino Sidoti (più concreto rispetto alla gara con l’Acireale), prendono il largo, mandando in doppia cifra ben 6 uomini. Arriva così l’undicesima vittoria in campionato, quinta in trasferta, per una ZS Group più equilibrata che domenica prossima ospiterà al PalaMili il CUS Catania, prima di impegni più probanti con le squadre che la precedono in graduatoria.

L’inizio è favorevole ai padroni di casa, la tripla iniziale di Toto e i due canestri di Mcindoe, dopo i liberi di Nino Sidoti, lanciano Milazzo sul 7-2. Capitan Mazzù, schierato in campo sin dall’inizio, ripaga la fiducia del suo caoch realizzando una tripla ed il canestro del 7 pari. Kolev e Mcindoe ingaggiano un bel duello sotto canestro, ma ad avere la meglio è la roccia bulgara. È proprio lui a mettere il canestro del vantaggio, seguito da Mazzullo che ne frattempo aveva preso il posto di Mazzù gravato di due falli. I locali rimangono in scia fino al 11-14, poi il canestro di Mazzullo e la bomba di Nino Sidoti regalano il +7 a Messina che chiude il primo periodo sul 13-20.

Nella seconda frazione gli scolari prendono il largo, dopo un inizio equilibrato per i canestri di Mcindoe e Galipò, che tengono a galla Milazzo: 18-25. Kolev e la terza tripla di Nino Sidoti, che perfora la zona ordinata da Nello Principato, lanciano Messina sul +12. La bomba di Toto vale il -9 per Milazzo che poi deve subire un break di 12-2 firmato Sidoti, Black (6), Kolev e Mazzullo (23-42). Dopo il canestro di Toto, Fathallah piazza la tripla del +20. Sulla sirena, la tripla da metà campo di Giorgianni manda le due squadre al riposo sul 28-45.

Il Secondo tempo inizia con i due punti di Toto, ma la ZS Group Messina si riporta sul +20 con Fathallah, Mazzù e Black (30-50). Glipò e Paulesu sono i più ispirati fra i padroni di casa e rispondono alle iniziative di Black e Sidoti (38-57). Ma i peloritani prendono il largo definitivamente con un break di 12-0, protagonisti Kolev (5), Fathallah, Mazzù e Black. Alla penultima sirena la gara è virtualmente chiusa (38-69).

L’ultimo quarto vale per le statistiche, Messina gioca con tranquillità, tocca anche un vantaggio di 37 punti, mentre i due allenatori danno spazio a tutti ii giocatori a loro disposizione. Nino Sidoti chiude con 24 punti personali, top scorer del match. In doppia cifra per Messina anche Black (16), Fathallah (15), Kolev, Mazzù e Mazzullo con 11 punti a testa. Per Milazzo, Galipò (11), Toto (10) e Spanò (9) sono i migliori realizzatori. Mcindoe si ferma a quota 8. Finisce 58-93, con Messina che esce tra gli applausi dei suoi tifosi giunti al PalaVerde e si gode un periodo davvero positivo.

ZS Group Messina – Il Minibasket Milazzo 58-93

Parziali: 13-20, 15-25 (28-25), 10-24 (38-69), 20-24

Il Minibasket Milazzo: Cuccuru 5, Spanò 9, Toto 10, Sottile, Paulesu 5, Di Maio, Galipò 11, Saporita, Maimone 7, Giorgianni 3, Mcindoe 8, Calivà. Allenatore: Nello Principato

ZS Group Messina: Knezevic, Sidoti N. 24, Olivo, Sidoti A., Kolev 11, Black 16, Mazzù 11, Fathallah 15, Sidoti E., Corazzon 5, Mazzullo 11. Allenatore: Francesco Paladina

Arbitri: Castorina di Giarre e Fori di Acireale

]]>
info@sportjonico.it (di "Carmelo Minissale") Basket Mon, 04 Feb 2019 07:45:58 +0000
Il veterano dei campionati sicilianiNino Scarlata approda in maglia giallorossa della Nuova Pallacanestro Messina http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17417:il-veterano-dei-campionati-sicilianinino-scarlata-approda-in-maglia-giallorossa-della-nuova-pallacanestro-messina&catid=186:basket&Itemid=629 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17417:il-veterano-dei-campionati-sicilianinino-scarlata-approda-in-maglia-giallorossa-della-nuova-pallacanestro-messina&catid=186:basket&Itemid=629 Non sta ferma sul mercato la Sicily Express CourierNuova Pallacanestro Messina che ingaggia il veterano dei campionati siciliani, il pivot Nino Scarlata. Il centro orlandino, classe 1968, è in attività sui parquet siciliani da oltre 25 anni e vanta tuttora il record di punti segnati nell’Orlandina Basket (4995).

Atleta di grandissima esperienza ha vinto una decina di campionati in carriera ed ha mani dolci che gli consentono di trovare con facilità il canestro e fisico per farsi valere nella lotta sotto i tabelloni. Nelle ultime stagioni ha vestito la maglia della Cestistica Torrenovese, formazione con cui ha conquistato nella scorsa stagione la C Silver.

Con la firma di Scarlata, acquisto effettuato dalla dirigenza peloritana con l’assistenza dal consulente del presidente Francesco Anselmo, la società giallorossa integra e completa il roster in vista della parte finale del girone di ritorno del campionato di Serie D, girone Sud, che porterà alla fase del torneo dove si definiranno i piazzamenti finali.

La NuovaPallacanestroMessina a nome del suo presidente Caruso ringrazia la società CestisticaTorrenovese per la rapida e felice conclusione della trattativa. Scarlata sarà a disposizione di coach Pizzuto già a partire da domenica 3 febbraio per il match contro Comiso.

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") Basket Sun, 03 Feb 2019 12:01:45 +0000