Tennistavolo Joomla! - il sistema di gestione di contenuti e portali dinamici http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=category&id=115&layout=blog&Itemid=444 Tue, 23 Jul 2019 14:24:52 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it A1 - La Top Spin "scudettata" ripartirà con Amato, Rech Daldosso e Piccolin. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17999:2019-06-20-17-53-40&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17999:2019-06-20-17-53-40&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 Dopo i trionfi in campionato e Coppa Italia, la Top Spin Messina ripartirà da Antonino Amato, Marco Rech Daldosso e Jordy Piccolin, grandi protagonisti della storica stagione che si è appena conclusa con la vittoria dei due trofei. La società del presidente Giorgio Quartuccio ha rinnovato gli accordi con i tre giocatori italiani che, insieme al neo acquisto Sadi Ismailov, faranno parte della squadra, agli ordini del tecnico Wang Hong Liang, con il tricolore sul petto, nel 2019/2020.

Ha salutato il gruppo, invece, Damiano Seretti. Dolorosa la rinuncia alle prestazioni dell’atleta mantovano, distintosi in questi due anni per impegno e professionalità. <<Ringrazio tutti per questi due anni bellissimi, in primis il presidente Giorgio Quartuccio, il tecnico Wang Hong Liang, il direttore sportivo Roberto Gullo, i compagni di squadra e i tifosi. Grazie per avermi dato la possibilità di lottare per questa maglia e di vincere lo scudetto e la Coppa Italia. Mi avete fatto vivere un sogno e sarete sempre nel mio cuore>> ha detto Seretti, in una clima di commozione.

Per il palermitano Antonino Amato la prossima sarà la quarta stagione di fila con questa maglia: <<Sono felicissimo, con il presidente abbiamo deciso di continuare questo percorso insieme. Sto troppo bene a Messina e dopo un'annata del genere restare era d'obbligo. Sarà ancora un piacere giocare per la mia terra e davanti a tutta la gente che ci segue. Sono pronto ad un'altra impresa. Ricominceremo dalla Supercoppa che speriamo di conquistare per completare il Triplete e poi ci sarà un altro scudetto da vincere. Lasciare Damiano Seretti è stato brutto e non nascondo di aver pianto perché è stato sempre un uomo squadra ed un compagno eccezionale. Purtroppo lo sport è anche questo. Adesso ci siamo rinforzati con Ismailov, che si allena con me a Formia. Saremo molto competitivi, tra le tre candidate per il titolo e lotteremo con tutte le nostre forze per regalare altri sogni ai tifosi messinesi>>.

Marco Rech Daldosso, che vivrà la sua seconda stagione con la Top Spin, appare già molto carico: <<Il nostro primo obiettivo sarà a settembre la Supercoppa per chiudere il cerchio. Proveremo a fare un'altra grande stagione, cercando di rivincere Coppa Italia e scudetto. Sarà un campionato più combattuto ed equilibrato, ma ci siamo rinforzati e daremo il massimo per approdare ai playoff e poi pensare a fare sempre meglio, partita dopo partita. Con Damiano Seretti abbiamo sempre avuto un rapporto di amicizia importante, veniamo dalla stessa città e ci conosciamo fin da bambini. Sarà brutto ricominciare senza di lui, magari lo ritroveremo contro in un'altra squadra. Gli auguriamo il meglio, ha contribuito tanto al raggiungimento dei nostri obiettivi. Ismailov lo conosciamo, sappiamo che può aiutarci e ci sono tutti i presupposti per fare una bella stagione anche con lui>>.

Queste le parole di Jordy Piccolin, anche lui riconfermato dopo la prima esaltante annata con i colori della Top Spin: <<Dopo le vacanze estive spero di entrare subito in forma e di riuscire ad ingranare presto. Ci siamo rinforzati con l’ingaggio di Ismailov, un elemento che conosciamo bene, però ci dispiace per Damiano Seretti, il quale è stato come un fratello per noi. Siamo fiduciosi, ci aspetta a settembre la Supercoppa, nella quale giocando in casa partiremo leggermente favoriti. La gente a Messina è felicissima, la società sta facendo un grande lavoro e sono certo che ripartiremo a mille nella prossima stagione>>.

La Top Spin Messina al completo ha partecipato allo stage di due giorni, tenutosi nella palestra di Villa Dante, a conclusione della stagione agonistica e del “Progetto Italia” 2018-19, per premiare le migliori realtà giovanili delle società siciliane. Un’iniziativa fortemente voluta dal presidente Giorgio Quartuccio e recepita dal Comitato Regionale.

Antonino Amato, Marco Rech Daldosso, Jordy Piccolin e Damiano Seretti hanno fatto da sparring partners d’eccezione per i giovani atleti. E’ stata anche l’occasione per celebrare, con una grande festa, i successi maturati in campionato e Coppa Italia. Adesso per tutti ci saranno le meritate vacanze prima di tornare agli impegni ufficiali, a cominciare dalla sfida valevole per la Supercoppa Italiana contro il Cral Comune di Roma, in programma a Messina, in una data ancora da definire, tra il 24 ed il 25 settembre.

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Calleri") Tennistavolo Thu, 20 Jun 2019 17:50:22 +0000
Pongisti peloritani ancora protagonisti a Riccione: Antonino Amato e Costantino Cappuccio doppio bronzo. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17966:pongisti-peloritani-ancora-protagonisti-a-riccione-antonino-amato-e-costantino-cappuccio-doppio-bronzo&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17966:pongisti-peloritani-ancora-protagonisti-a-riccione-antonino-amato-e-costantino-cappuccio-doppio-bronzo&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 Cala il sipario sull’edizione 2019 dei Campionati Italiani di categoria di tennistavolo, disputati a Riccione. Negli ultimi due giorni di competizione ancora protagonisti i peloritani.

Antonino Amato, neo Campione d’Italia a squadre con il T.T. Top Spin Messina, conquista due medaglie di bronzo nelle gare di doppio seconda categoria. Nel maschile in coppia con Alessandro Baciocchi (T.T. A4 Verzuolo) e nel misto con Nicole Arlia (T.T. Castel Goffredo). Il riacutizzarsi di un dolore alla spalla costringe l’atleta siciliano, non senza rammarico, al ritiro dalla gara di singolo, nella quale partiva come testa di serie n. 1.

Si fermano ai quarti il compagno di squadra Alessandro Di Marino, e i messinesi Marco Cappuccio (T.T. Campomaggiore Terni) battuto dal finalista Andrea Puppo (T.T. Genova) solo al quinto set, e Daniele Sabatino (T.T. Torre del Greco) eliminato dal vincitore Carlo Rossi (Marcozzi Cagliari).

Oro e titolo anche per Ileana Irrera, tesserata con la formazione emiliana T.T. Cortemaggiore, vittoriosa nel doppio femminile seconda categoria con la compagna di squadra Arianna Barani.

Bella prestazione del giovanissimo milazzese Costantino Cappuccio (T.T. Cortemaggiore) che conquista due medaglie di bronzo nel singolare quarta categoria e nel doppio in coppia con Giorgio Paniccia (Top Spin Frosinone).

Buone notizie anche da Arezzo dove si sono svolti i Campionati Nazionali “Play The Games”, organizzati da Special Olimpycs Italia. Bottino pesante per la Pongistica Messina che torna con otto medaglie. Tre ori per Daniel Lamonica, che si aggiudica il singolo classe C, il doppio special con Massimo Girolamo e il doppio unificato con Giovanni Becattini (All Stars Arezzo).

Oro anche per il dodicenne Adriano Scarcella Perino (il partecipante più giovane) nel singolo classe E, mentre Massimo Girolamo chiude con l’argento nel singolo classe A e il bronzo nel doppio unificato in coppia con il fratello Roberto.

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") Tennistavolo Mon, 10 Jun 2019 10:38:20 +0000
A1 - La Top Spin Messina ufficializza l'ingaggio del russo Sadi Ismailov. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17965:a1-la-top-spin-messina-ufficializza-lingaggio-del-russo-sadi-ismailov&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17965:a1-la-top-spin-messina-ufficializza-lingaggio-del-russo-sadi-ismailov&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 Dopo aver centrato uno storico “double”, vincendo sia la Coppa Italia che lo scudetto di serie A1 maschile di tennistavolo, la Top Spin Messina è già proiettata alla stagione 2019/2020. La società del presidente Giorgio Quartuccio continua a pensare in grande e ha definito un importante colpo di mercato. E’ ufficiale l’ingaggio di Sadi Ismailov che entra a far parte della squadra allenata da Wang Hong Liang.

La carriera: Il forte atleta russo, nato il 4 novembre 1996, è un attaccante mancino. Vanta già un’esperienza nel campionato italiano, avendo militato nel 2017-18 tra le file dell’Apuania Carrara, con cui ha conquistato scudetto e Coppa Italia, collezionando 24 vittorie su 25 incontri disputati, per una percentuale di successi del 96%. Ismailov, che ha giocato in Polonia nell’ultima stagione ed è abituato a grandi palcoscenici, occupa attualmente la posizione numero 193 delle classifiche mondiali aggiornate al mese di giugno. Titolare della nazionale russa, molto forte fisicamente, ha un dritto micidiale ed un servizio dotato di effetti che mettono in difficoltà avversari anche di alto livello. Recentemente, Ismailov ha sconfitto l’egiziano Omar Assar, numero 65 del mondo.

Il presidente Giorgio Quartuccio presenta così il nuovo acquisto della Top Spin: <<Ho raggiunto l’accordo con Ismailov circa tre mesi fa. Vogliamo tenere testa a squadre come Milano e Carrara che saranno ancora più forti e con l’ingaggio di Sadi sono certo che potremo competere ad armi pari con chiunque. Ismailov è un atleta davvero forte, in continua ascesa. Sono sicuro che si inserirà molto bene nel nostro roster. Frequenta spesso il centro federale di Formia ed è molto amico col nostro Antonino Amato. A malincuore dovremo rinunciare a Damiano Seretti>>.

Damiano Seretti, l’atleta mantovano lascia la Top Spin dopo due stagioni dense di soddisfazioni che si sono concluse con i due trofei messi in bacheca. Seretti, che era approdato a Messina nell’estate del 2017, ha sempre onorato la maglia nel migliore dei modi, distinguendosi per grande professionalità, serietà nei comportamenti e spirito di sacrificio, dando un prezioso contributo alla causa, sia dentro che fuori dal campo, per i risultati ottenuti. A Damiano vanno i sentiti ringraziamenti della società che gli augura le migliori fortune.

La Top Spin si presenterà ai nastri di partenza della stagione 2019/2020 da campione in carica, con la finale di Supercoppa Italiana contro il Cral Comune di Roma, da disputare  a Messina nel mese di settembre, che costituirà il primo impegno ufficiale.

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Calleri") Tennistavolo Mon, 10 Jun 2019 10:26:30 +0000
A Riccione brillano i colori giallorossi: Dario Sabatino, Stefano Caprì è Miriam Sattler "Campioni d'Italia". Terza la Minutoli. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17953:2019-06-08-09-36-41&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17953:2019-06-08-09-36-41&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 Ancora grandi soddisfazioni dai pongisti peloritani, impegnati, in questi giorni, con i Campionati Italiani di categoria.

La palestra “Play Hall” di Riccione, si tinge dei colori giallorossi nel singolare maschile terza categoria, nel quale Dario Sabatino (Pongistica Messina) conquista il titolo di Campione d’Italia. Disputa una gara straordinaria l’atleta di mr. Caruso che dimostra di valere senza dubbio il ranking superiore. E’ la semifinale con il sanmarinese Federico Giardi, testa di serie n. 1, che spalanca la strada della vittoria a Sabatino che, sotto per 2-0, rimonta prepotentemente e chiude al quinto set (11-13, 5-11, 11-4, 11-9, 11-8, i parziali). Nulla da fare, in finale, per il livornese Leonardo Iannis che cade sotto gli inesorabili colpi di Sabatino per 3-0 (11-3, 11-5, 11-8, i parziali).

Brilla anche la medaglia d’oro di Stefano Caprì (Astra Valdina) nel doppio misto terza categoria. Caprì, protagonista della promozione in B/2 della formazione tirrenica, e la sua compagna Miriam Sattler (T.T. Lavis) sbaragliano gli avversari, senza concedere nulla, conquistando il titolo di Campioni d’Italia. A senso unico anche la finale contro la coppia formata da Federico Giardi e l’abruzzese Giulia Ciferni conclusa con un perentorio 3-0.

Ottimo terzo posto, nel singolare femminile terza categoria, per Claudia Minutoli (Astra Valdina), accreditata con la testa di serie n. 8. Grandissima prestazione anche per la giovane messinese, fermata solo in semifinale dalla italo-rumena Daniela Nita Viorica (T.T. Alfieri di Romagna), vincitrice del titolo, a conclusione di un combattutissimo e spettacolare match concluso al quinto set (4-11, 10-12, 11-4, 11-8, 3-11, i parziali).

Sono ancora in corso le gare di seconda categoria che potrebbero regalarci altri allori.

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") Tennistavolo Sat, 08 Jun 2019 09:32:22 +0000
A1 - Risultato storico per la "Top Spin Messina" è "Campione d'Italia": Verzuolo superato 4-2. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17934:2019-06-01-10-20-30&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17934:2019-06-01-10-20-30&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 La squadra del presidente Giorgio Quartuccio corona il suo sogno battendo i piemontesi davanti ad un pubblico straordinario, al culmine di una finale di ritorno intensissima. Il punto decisivo, autore Piccolin, fa esplodere la festa. Il primo scudetto arriva dopo la conquista della Coppa Italia: è “double”.

La Top Spin Messina è campione d’Italia per la prima volta nella sua storia. Il mondo del tennistavolo maschile ha una nuova regina. Dopo la Coppa Italia, vinta a gennaio, arriva anche lo scudetto, per un “double” indimenticabile. A Villa Dante l’esplosione di gioia è avvenuta intorno alle 21.45, dopo quattro ore di una finale intensissima. La squadra del presidente Giorgio Quartuccio ha coronato il suo sogno, trascinata da un pubblico straordinario, battendo per 4-2 l’A4 Verzuolo Tonoli-Scotta nella sfida di ritorno, seguita al 3-3 dell’andata di sabato scorso in Piemonte. Applausi per tutti e onore anche alla compagine guidata da Valentino Piacentini, approdata sino all’atto conclusivo.

Nel primo singolare di fronte i "leader" Marco Rech Daldosso e Yaroslav Zhmudenko, con l'ospite che ha la meglio per 3-1. Il set iniziale procede in situazione di equilibrio sino al 4-4. L'ucraino poi accelera e mette a segno sette punti consecutivi che gli valgono la conquista del primo parziale. Nella seconda frazione Rech Daldosso é avanti sul 3-1 e poi sul 4-2, ma viene ripreso da Zhmudenko che stacca il padrone di casa dal 6-6 con quattro punti di fila. Set ancora per Verzuolo in virtù dell'11-8 in favore dell'ucraino. Nel terzo parziale il portacolori della Top Spin mette la freccia sul 6-4 e, dopo essere stato rimontato (6-6), confeziona tre punti consecutivi. Ottenuto il 10-7, Rech Daldosso concretizza il secondo set-point a disposizione per aggiudicarsi la frazione (11-8) e restare in partita. Nel quarto parziale dopo il 2-2 arrivano sei punti di fila per Zhmudenko. Rech Daldosso reagisce e prova a rifarsi sotto (6-9), ma non riesce ad evitare che l'ucraino si imponga per 11-7, regalando a Verzuolo il primo sigillo.

Tra Jordy Piccolin e Alessandro Baciocchi è battaglia all’ultimo set ed il bolzanino passa per 3-2. Il beniamino di casa detta inizialmente il ritmo, portandosi sul 6-2. L’atleta ospite replica con cinque punti di fila, operando il sorpasso. Piccolin è di nuovo avanti sull’8-7 e sul 9-8, ma subisce il ritorno del rivale. Il padrone di casa annulla un set-point attaccando sul 9-10, prima di cedere il set (10-12) alla seconda opportunità concessa al giocatore perugino in forza al Verzuolo. Il secondo set viene dominato da Piccolin che avanza deciso fino all’8-0 e chiude la pratica senza troppe difficoltà (11-4).

Copione diverso nel terzo parziale, perché Baciocchi scatta dal 7-7 con tre punti consecutivi e fa la sua frazione, al secondo set-point, per 11-8. Da lì comincia tutta un’altra partita, che vede Piccolin assoluto protagonista. Si ripete quanto accaduto nel secondo set, con il bolzanino che vola sul 9-0 e lascia soltanto le briciole a Baciocchi nell’arco del parziale (11-1). Prolungata la sfida alla “bella”, la Top Spin può festeggiare l’1-1 nel quadro generale degli incontri. E’ un nuovo monologo di Piccolin che dal 3-2 in avanti non sbaglia praticamente più nulla, mettendo a segno cinque punti di fila e indirizzando la contesa, chiusa per 11-4 alla prima opportunità utile.

Tocca, quindi, ad Antonino Amato e Daniele Pinto. E il “rosso” palermitano, vittorioso per 3-0, non tradisce le attese. Nel primo set il portacolori della Top Spin va sotto solo sul 3-4, recupera prontamente e dal 6-6 in poi è infallibile, facendo percorso netto sino all’11-6 che gli frutta il parziale.

La seconda frazione vede Amato scappare via con un break (5-1) importante che lo porta sul 7-5. Avanti 9-6, il padrone di casa subisce due punti del rivale, ma trova la carica giusta e ha lo spunto decisivo per la conquista del set (11-8). Amato sfrutta l’inerzia e non si scompone nemmeno dopo il 2-0 in avvio per Pinto nella quarta frazione. Il palermitano ribalta la situazione (5-4), ma con un nuovo capovolgimento l’atleta verzuolese va sull’8-6 in suo favore. Amato agguanta la parità (8-8) e si aggiudica la sfida per 11-9, facendo esplodere Villa Dante.

Con la Top Spin adesso avanti per 2-1 negli incontri si affrontano Rech Daldosso e Baciocchi. Nel quarto singolare matura un altro rotondo 3-0 di marca Top Spin. L’atleta di punta schierato da Wang Hong Liang è concentrato sin dal primo set, in cui accelera sul 7-5, prima di dover far fronte al ritorno dell’avversario (9-8). Rech Daldosso viene spinto dal pubblico al successo nel parziale che si materializza per 11-8. Nella seconda frazione il pongista lombardo fila via dal 3-3 all’8-4 e poi sino al 10-6. Con quattro set-point a disposizione, Rech Daldosso si vede annullare i primi tre e sfrutta poi l’errore del rivale per conquistare anche il secondo parziale (11-9). La reazione di Baciocchi nel terzo set consente al perugino di condurre 4-1 e poi 7-4, ma Rech Daldosso piazza quattro punti di fila e rimonta. Di nuovo parità sull’8-8 e sul 9-9, con il padrone di casa che fallisce la prima chance per aggiudicarsi il match, ma colpisce alla seconda: 12-10.

Sul 3-1 complessivo la Top Spin è ad un soffio dal trionfo. Amato va in campo contro il forte Zhmudenko. L’ucraino fa valere il suo gioco nel primo set, andando subito sul 6-2 e poi rintuzzando i tentativi di risalita del palermitano, chiudendo 11-5. Nella seconda frazione Amato ha un altro spirito e sul 3-3 mette a segno tre punti consecutivi.

Zhmudenko è però osso durissimo, lo conferma capovolgendo la situazione e passando a condurre per 8-6. Il palermitano recupera e resta lì aggrappato (9-9), poi annulla un set-point, prima di cedere in occasione del secondo (10-12). Zhmudenko chiude il discorso, quindi, grazie all’11-5 del terzo set, ottenuto dopo che Amato si era portato da 3-0 a 3-3 ad inizio parziale. I piemontesi riducono le distanze.

Piccolin e Pinto si fronteggiano nell’ultimo e decisivo match. La Top Spin gioca per aggiudicarsi lo scudetto, Verzuolo per rimandare il verdetto allo “spareggio”. E la spinta incessante dei fantastici tifosi, in una palestra gremita come non mai, tra cori, tamburi e trombette, fa davvero la differenza. Piccolin sprinta in avvio (4-1), ma Pinto trova quattro punti consecutivi e costringe il bolzanino a lottare fino in fondo nel primo set. Tornato avanti sul 7-6, il giocatore di casa è implacabile dall’8-7, quando sfodera tre colpi di fila che gli consentono di prevalere per 11-7. Nella seconda frazione Pinto parte bene e va sul 3-0, allungando successivamente sul 7-3. Piccolin, però, si risolleva e infiamma il pubblico, raggiungendo il rivale sul 7-7.

L’atleta di Verzuolo trova la forza per riportarsi al comando e vincere il set per 11-8. Pirotecnico il terzo parziale. Piccolin è inizialmente scatenato (5-1), ma una volta arrivato al 10-6, con quattro set-point in suo favore, si vede annullare tutto il vantaggio. Andato sotto sul 10-11 evita di cedere il parziale e trova nuova linfa, fino a gioire sul 13-11. E’ quasi fatta. L’ultimo sforzo viene compiuto in una frazione indimenticabile. L’atleta di casa spinge forte (4-1), viene superato (6-7), ma arriva al 10-7 con tre opportunità per dare il via alla festa. Non concretizzata la prima, il punto che manda tutti in delirio arriva subito dopo. E’ l’11-8  per Piccolin (impostosi per 3-1), autore di un’esultanza irrefrenabile.

La Top Spin può cucirsi il tricolore sul petto, coronamento di un’annata magica, che si conclude con il presidente Giorgio Quartuccio, il tecnico Wang Hong Liang, il direttore sportivo Roberto Gullo e i quattro “moschettieri”, Marco Rech Daldosso, Jordy Piccolin, Antonino Amato e Damiano Seretti, che sollevano a Villa Dante il trofeo più bello possibile. Scudetto e coppa Italia sono in bacheca e nella prossima stagione si ripartirà dalla finale di Supercoppa Italiana contro il Cral Comune di Roma. Il 31 maggio 2019 la Top Spin ha scritto la storia.

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Calleri") Tennistavolo Sat, 01 Jun 2019 10:17:35 +0000
A1 - A Villa Dante la sfida di ritorno della finale Scudetto tra la Top Spin Me e Verzuolo. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17929:a1-a-villa-dante-la-sfida-di-ritorno-della-finale-scudetto-tra-la-top-spin-me-e-verzuolo&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17929:a1-a-villa-dante-la-sfida-di-ritorno-della-finale-scudetto-tra-la-top-spin-me-e-verzuolo&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 Le squadre si affrontano dopo il 3-3 dell’andata. In palio il tricolore del tennistavolo maschile. Gara in programma venerdì 31 maggio, alle 17.30, con ingresso libero. Pre-partita dalle 17, tra sport e divertimento.

Dopo il 3-3 della sfida di andata giocata sabato in Piemonte, al termine di una battaglia durata 4 ore e 30', é scattato il conto alla rovescia in vista della finale scudetto di ritorno di tennistavolo maschile tra la Top Spin Messina e l'A4 Verzuolo Tonoli-Scotta, in programma venerdì 31 maggio, alle ore 17.30 (con ingresso libero), nella palestra di Villa Dante. Un appuntamento storico per la formazione del presidente Giorgio Quartuccio che sta vivendo una stagione da incorniciare. Chi dovesse vincere tra Top Spin Messina e A4 Verzuolo Tonoli-Scotta si aggiudicherebbe il titolo. In caso di un altro pari si procederà invece allo “spareggio”, da disputare il 14 giugno, sempre a Messina, in virtù del miglior piazzamento nella regular season.

Lo spettacolo é assicurato e la Top Spin confida nel sostegno del proprio pubblico, pronto a trascinare la squadra, per puntare alla realizzazione di un sogno. I protagonisti, Marco Rech Daldosso, Jordy Piccolin, Antonino Amato e Damiano Seretti, guidati dal tecnico Wang Hong Liang, affronteranno l'ucraino Yaroslav Zhmudenko, Daniele Pinto, Alessandro Baciocchi e Mattia Garello, allenati da Valentino Piacentini. Ad arbitrare saranno Giuseppe Vargetto e Raffaele D'Ambrogio.

Il presidente Giorgio Quartuccio si gode il momento più emozionante dalla sua gestione, iniziata nel 2007: <<Il risultato dell'andata è positivo - commenta - ma per come si erano messe le cose siamo stati ad un passo dal successo, con Amato che era in vantaggio nell'ultimo confronto con Baciocchi. C'è un pizzico di rammarico, perché se avessimo vinto avremmo compiuto un grossissimo passo avanti per lo scudetto. Speriamo, ora, di poterci riuscire in casa.

Ci sarà un grande pubblico, ho avuto richieste da tutta la Sicilia e persino dalla Calabria, tantissima gente è pronta a sostenerci. Abbiamo trovato a Verzuolo un tifo caloroso e corretto, qui vogliamo ce ne sia ancora di più. I ragazzi sono tutti in forma, ma é soprattutto l'aspetto emotivo a contare nelle finali. Mantenere i nervi saldi sarà la cosa più importante. La conquista della Coppa Italia ha comunque reso la stagione altamente positiva, ma vincere lo scudetto rappresenterebbe l'apoteosi.

Il progetto andrà avanti, ove non riuscissimo questa volta ci riproveremo l'anno prossimo. Stiamo coinvolgendo altre realtà imprenditoriali e nuove figure a livello dirigenziale, cercando di strutturarci come un club professionistico>>.

Fondamentale l'esperienza del tecnico cinese Wang Hong Liang: <<In casa possiamo essere favoriti, tuttavia non sarà facile, in quanto si affronteranno dei giocatori praticamente allo stesso livello. I ragazzi sono carichi e sanno cosa devono fare, ma ho detto loro di non avvertire troppo il peso e di rimanere tranquilli. Per tutti è la prima volta in una finale scudetto, speriamo che vada bene. Sarà importante il pubblico, a Verzuolo il tifo si è fatto sentire, adesso ne servirà tanto a Villa Dante per caricare a dovere la nostra squadra>>.

L’obiettivo è, ancora una volta, il coinvolgimento della città per quello che si preannuncia come un vero e proprio evento, dopo il successo riscontrato in occasione della semifinale playoff con l'Apuania Carrara. Il ricco pre-partita, tra sport e divertimento, comincerà alle ore 17 e accompagnerà il pubblico nelle fasi che procederanno l'inizio della finale, a base di musica, intrattenimento e gadget, grazie agli sponsor che hanno sostenuto la Top Spin per tutta la stagione. L’invito, dunque, è a recarsi con largo anticipo presso la palestra di Villa Dante.

]]>
info@sportjonico.it (di "Comunicato Stampa") Tennistavolo Thu, 30 May 2019 12:49:57 +0000
Una sfida infinita nella gara di andata della Finale Scudetto: la Top Spin Me pareggia (3-3) a Verzuolo. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17919:una-sfida-infinita-nella-gara-di-andata-della-finale-scudetto-la-top-spin-me-pareggia-3-3-a-verzuolo&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17919:una-sfida-infinita-nella-gara-di-andata-della-finale-scudetto-la-top-spin-me-pareggia-3-3-a-verzuolo&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 Battaglia incredibile nel primo atto, con in palio lo scudetto del tennistavolo maschile. Per la squadra del presidente Giorgio Quartuccio un sigillo a testa di Marco Rech Daldosso, Antonino Amato e Jordy Piccolin.. Il ritorno è previsto a Messina venerdì 31 maggio, alle 17.30, nella palestra di Villa Dante.

Una sfida infinita. E' finita 3-3, dopo una lunghissima maratona durata 4 ore e 30', che si è conclusa all’una di notte, tra l'A4 Verzuolo Tonoli-Scotta e la Top Spin Messina nella gara d'andata della finale scudetto di tennistavolo maschile. Il ritorno é adesso previsto venerdì 31 maggio  (ore 17.30) a Messina, nella palestra di Villa Dante, dove chi dovesse prevalere si aggiudicherebbe il titolo. In caso di un altro pareggio si procederà invece allo "spareggio", da disputare sempre a Messina, potendo la formazione del presidente Giorgio Quartuccio vantare il miglior piazzamento nella regular season.

Il folto pubblico accorso al Centro Tennistavolo di via XXV Aprile a Verzuolo ha assistito ad un'intensa e spettacolare serata di sport, con protagoniste le squadre allenate da Valentino Piacentini e Wang Hong Liang.

Nel primo singolare si sono affrontati Yaroslav Zhmudenko e Jordy Piccolin, con Verzuolo che é andata sull'1-0. Nel primo set l'ucraino si è portato subito avanti (4-2), riuscendo poi ad allungare (7-3). Neanche il ritorno di Piccolin (7-5) ha impedito a Zhmudenko di conquistare il set per 11-6. Nel secondo parziale Piccolin é partito molto bene (3-0, 4-1), ma Zhmudenko lo ha rimontato (5-4). Sul 6-6 l'ucraino ha messo a segno tre punti di fila, venendo però recuperato da Piccolin sul 9-9. Zhmudenko ha quindi ottenuto e sfruttato il set-point, chiudendo sull'11-9. Nel terzo set l'atleta di Verzuolo ha preso il sopravvento (4-1), con Piccolin bravo a risalire la china fino al 6-7. L'allungo finale é valso a Zhmudenko anche il terzo set per 11-7.

Nel secondo incontro si sono sfidati Alessandro Baciocchi e Marco Rech Daldosso. Per la Top Spin é arrivato l'1-1 generale, in virtù del successo per 3-1 del bresciano. Nel primo set Rech Daldosso ha condotto saldamente i giochi dal 3-2 in avanti. Andato sul 6-3 e poi sull'8-5, si é guadagnato quattro set-point, concretizzando già il primo (11-6). Nella seconda frazione Baciocchi avanti sul 5-3 e 7-4, ma la grande reazione di Rech Daldosso ha prodotto il sorpasso (8-7). Sul 9-9 il portacolori della Top Spin si è guadagnato un set-point, sventato dal rivale.

Annullate anche le successive opportunità per Baciocchi (11-10), Rech Daldosso (12-11) e ancora Baciocchi (13-12, 14-13) che alla fine é però riuscito ad imporsi per 16-14. Nel terzo set Rech Daldosso é apparso deciso sin dall'avvio, prendendo il largo dal 4-3 e completando l'opera con sette punti di fila (11-3). Copione simile nella quarta frazione (4-1), con Baciocchi che si è però rifatto sotto (6-5), prima che uno strepitoso Rech Daldosso chiudesse definitivamente i conti con un break (5-0), raggiungendo l'11-5.

A seguire, di scena Daniele Pinto e Antonino Amato, con la straordinaria vittoria in rimonta del giocatore della Top Spin. Nel primo parziale il piemontese ha iniziato meglio (6-2), ma il palermitano ha recuperato sino all'8-7. Pinto ha allungato e con il punteggio di 11-7 si è preso il set. Nel secondo Amato ha guidato dal 5-4, avanzando fino all'8-5 e, dopo aver subito tre punti dell'avversario, ha spinto per il 9-8. Lì Pinto ha reagito, conquistando con tre punti consecutivi il secondo set per 11-9. Amato non si è comunque perso d'animo e ha sfoderato la consueta tenacia.

Nella terza frazione il "rosso" é filato via sul 4-1, ha allungato (7-3) e dopo essere stato ripreso (8-8) ha trovato la forza per chiudere il set in suo favore (11-8). Nel quarto parziale Amato ancora protagonista. Volato dal 5-3 al 9-3, dopo tre punti di fila di Pinto, l'atleta della Top Spin ha chiuso sull'11-6, riequilibrando le sorti della contesa. Nel quinto e decisivo set, Amato ha preso il largo (5-0) e sull'8-4, con grande determinazione, ha messo a segno tre punti consecutivi: 11-4. Splendido 3-2 per il palermitano e Top Spin avanti a livello complessivo per 2-1.

Nel quarto singolare il numero 1 di casa Zhmudenko, contro Rech Daldosso, ha rimesso la situazione in parità. L'ucraino é partito bene (5-3), poi Rech Daldosso lo ha superato (6-5) e, una volta trovatosi sul 10-8, ha fatto suo il set per 11-9, sfruttando la seconda chance disponibile. Il secondo parziale é stato vinto da Zhmudenko che ha spezzato l'equilibrio sul 4-4 e si é imposto per 11-6. Tutt'altra storia nel terzo, con Rech Daldosso abile in avvio (4-1) e poi capace di allungare fino all'8-1.

Il bresciano é andato quindi sul 10-3, risolvendo la questione al secondo set-point: 11-4. L'ucraino ha subito effettuato nove punti di fila nel quarto set, chiudendo 11-1. Anche nel quinto set Zhmudenko é partito forte (6-1), con Rech Daldosso che ha comunque ridotto il gap (8-5), pur non riuscendo ad evitare che il rivale si aggiudicasse il set per 11-5, regalando il 2-2 a Verzuolo.

Tra Pinto e Piccolin ha prevalso il bolzanino della Top Spin per 3-1. Primo set nel segno del piemontese, andato sul 5-2 e poi sul 6-4, allungando deciso sino all'11-5. Piccolin ha tenuto i nervi saldi e dimostrato la sua classe nei successivi parziali. Nel secondo set l'avvio é stato dei migliori (4-0). Dopo il tentativo di rimonta dell'avversario (6-3), Piccolin è scappato con tre punti di fila e sul 10-4 ha concretizzato la terza palla set, chiudendo 11-6.

Nella terza frazione il bolzanino é stato sempre avanti (4-3, 5-4, 6-5, 7-6), sprintando dall'8-6 sino alla conquista del set per 11-7. Piccolin ha chiuso definitivamente i conti nel quarto parziale, dettando i ritmi (5-1) praticamente da subito. Sull'8-5 sono arrivati tre punti consecutivi (11-5) ed è stato il sigillo sia al successo nel match per 3-1 che al nuovo vantaggio per la Top Spin nel quadro generale.

Nell'ultima gara Baciocchi-Amato. Nel primo set, il palermitano, sotto per 3-1, ha recuperato ed é passato a condurre (4-3), Sul 6-5 ha concesso un solo punto al rivale, chiudendo 11-6. Seconda frazione ricca di capovolgimenti. Il verzuolese é andato sul 4-1, ma Amato lo ha sorpassato sul 7-6. Dopo il 9-9, l'atleta della Top Spin si é guadagnato un set-point, non concretizzandolo. Annullatone uno a Baciocchi, Amato non é riuscito a sfruttare quello sul 12-11, vedendosi rimontato fino al 14-12 per il giocatore di casa.

Nel terzo set Baciocchi avanti 4-1 e poi raggiunto sul 4-4. Dal 7-6 il giocatore verzuolese è avanzato e ha chiuso il set 11-8. Nel quarto set Amato ha rimontato dal 2-4 all'8-4, tenendo Baciocchi a distanza (9-7). Una volta ottenuto il set-point, Amato ha conquistato il parziale per 11-8, sfruttando la seconda chance. Alla "bella" il palermitano é stato avanti prima sul 3-1 e poi sul 6-5. Dopo il 7-7, Baciocchi ha però allungato e vinto il confronto (11-9) per 3-2. Dopo il 3-3 dell’andata tutto rimandato a venerdì, a Villa Dante, quando si giocherà il ritorno, con la Top Spin che potrà contare sul sostegno del proprio pubblico per andare a caccia di un’impresa storica.

Tutti i risultati:

Yaroslav Zhmudenko - Jordy Piccolin 3-0 (11-6, 11-9, 11-7)

Alessandro Baciocchi - Marco Rech Daldosso 1-3 (6-11, 16-14, 3-11,  5-11)

Daniele Pinto - Antonino Amato 2-3 (11-7, 11-9, 8-11, 6-11, 4-11)

Yaroslav Zhmudenko - Marco Rech Daldosso 3-2 (9-11, 11-6, 4-11, 11-1, 11-5)

Daniele Pinto - Jordy Piccolin 1-3 (11-5, 6-11, 7-11, 5-11)

Alessandro Baciocchi - Antonino Amato 3-2 (6-11, 14-12, 11-8, 8-11, 11-8)

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Calleri") Tennistavolo Sun, 26 May 2019 18:13:36 +0000
A1 - La Top Spin Messina a Verzuolo per l'andata della "Finale Scudetto". http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17906:a1-la-top-spin-messina-a-verzuolo-per-landata-della-qfinale-scudettoq&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17906:a1-la-top-spin-messina-a-verzuolo-per-landata-della-qfinale-scudettoq&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 Cresce l'attesa per la gara d'andata della finale scudetto di serie A1 maschile di tennistavolo. E' un momento storico per la Top Spin Messina, giunta all'ultimo atto che assegnerà il tricolore, dopo aver chiuso al terzo posto il campionato e superato poi in semifinale playoff l'Apuania Carrara, con due successi da urlo.

Sabato 25 maggio, alle ore 20.30, la squadra del presidente Giorgio Quartuccio affronterà, in trasferta, i cuneesi dell'A4 Verzuolo Tonoli-Scotta, formazione quarta classificata al termine della regular season, capace di eliminare nel doppio confronto l'Aon Milano Sport. Si giocherà nella palestra comunale di via XXV Aprile a Verzuolo. Il ritorno è previsto a Messina venerdì 31 maggio, alle 17.30, nella palestra di Villa Dante.

Il regolamento prevede che, in caso di parità dopo i due incontri, conclusi con una vittoria a testa, con qualsiasi punteggio, oppure con due pareggi, si svolgerà uno spareggio, che avrà luogo in casa della migliore classificata nella stagione regolare, dunque la Top Spin, venerdì 14 giugno alle 17.30. In caso di ulteriore parità sarà dichiarata campione d'Italia la compagine migliore classificata nella regular season.

Marco Rech Daldosso (attuale n. 2 in classifica nazionale individuale), Jordy Piccolin (n. 3), Antonino Amato (n. 8) e Damiano Seretti (n. 14), autori di una stagione da incorniciare, sotto la guida del tecnico Wang Hong Liang, sfideranno il temibile ucraino Yaroslav Zhmudenko, il numero 4 del ranking Daniele Pinto, il numero 10 Alessandro Baciocchi e Mattia Garello, allenati da Valentino Piacentini.

<<Ormai ci siamo - afferma il presidente della Top Spin, Giorgio Quartuccio - i ragazzi sono tutti in clima partita e non vediamo l'ora che arrivi sabato per buttare in campo tutta la nostra voglia di lottare per un traguardo che non era in preventivo ma che, arrivati a questo punto, non vogliamo lasciarci sfuggire. Questi giorni sono carichi di tensione ma, nello stesso tempo, di adrenalina positiva. Verzuolo ha dimostrato di essere una squadra molto forte e ottimamente guidata da un tecnico del valore di Piacentini. L'inserimento di Zhmudenko in questi playoff le ha sicuramente dato quel bagaglio di esperienza che probabilmente mancava>>.

Per la Top Spin questa finale scudetto, arrivata dopo la conquista della Coppa Italia, rappresenta l'apice della sua storia. <<Per i miei ragazzi, per il tecnico e tutto il nostro team è davvero un'occasione unica che prepareremo nei minimi dettagli anche a dispetto dei costi da sostenere. Siamo arrivati alla finale inaspettatamente e la voglia di vincere il titolo è enorme, ma lo stesso sarà per i nostri avversari. A mio parere ci troviamo nelle stesse condizioni, da autentiche sorprese in finale. Che vinca, dunque, la migliore>>.

Per il ritorno di venerdì 31 maggio a Messina si prevede  un’altra grande cornice di pubblico,  dopo lo spettacolo offerto in semifinale. <<La partita di ritorno a Messina avrà sicuramente un enorme seguito di pubblico. Sto avendo riscontri, quotidianamente, da tutta la Sicilia e anche dalla Calabria. Sono sicuro che sarà il nostro valore aggiunto per trascinare i ragazzi a dare tutto quello che hanno dentro. Se poi non dovessimo farcela applaudiremo i nostri avversari e ci riproveremo il prossimo anno>>.

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Calleri") Tennistavolo Thu, 23 May 2019 15:34:56 +0000
La Top Spin Messina vince il campionato di B/1 è conquista la Serie A2. Secondo posto nel torneo B/2. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17891:2019-05-15-14-06-23&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17891:2019-05-15-14-06-23&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 La Top Spin Messina ha centrato la promozione in A2, superando nell'ultimo turno del campionato di serie B1 di tennistavolo maschile l'ASD Sportenjoy Rosanero, a Villa Dante, col punteggio di 5-2.

Giuseppe Quartuccio ha sconfitto per 3-1 (11-5, 5-11, 11-6, 11-8) Luciano Curatolo, Alessandro Di Marino si è imposto per 3-0 (11-9, 11-5, 11-8) su Salvatore Cillaroto, per 3-0 (11-2, 11-4, 11-3) contro Curatolo e ancora 3-0 (11-5, 11-7, 11-3) contro Lorenzo Lo Verso, mentre Giovanni Caprì per 3-2 (11-5, 7-11, 11-5, 8-11, 11-8) nei confronti di Cillaroto. Per gli ospiti Lo Verso ha battuto Caprì per 3-0 (11-9, 11-6, 11-8) e Quartuccio per 3-1 (11-9, 11-3, 4-11, 11-9). Primato a quota 26 punti, frutto di tredici affermazioni consecutive, precedendo per la differenza set negli scontri diretti il Città di Siracusa.

Ha concluso, invece, al secondo posto, con 22 punti, la Top Spin in serie B2, sconfitta nello scorso week-end per 5-3 dall'Albatros Zafferana Etnea, vincitrice del torneo. Sono arrivati i successi di Gianluca Zaccone, che ha piegato 3-2 (11-7, 7-11, 13-11, 6-11, 11-7) Alessandro Amato, di Simone Zaccone per 3-2 (8-11, 11-9, 7-11, 11-7, 11-9) contro A. Amato e di Mariano Goffredo Trifirò per 3-1 (5-11, 11-7, 11-9, 11-7) contro Gianluca Amato. G. Amato, viceversa, ha battuto 3-0 (12-10, 11-7, 11-5) Simone Zaccone, Fabrizio Puglisi per 3-0 (11-6, 11-6, 11-8) Trifirò, per 3-0 (11-7, 11-9, 11-7) G. Zaccone e 3-0 (11-7, 11-5, 11-9) S. Zaccone, poi A. Amato ha prevalso per 3-1 (11-7, 4-11, 11-9, 11-4) contro Trifirò.

In C1 rotondo 5-0 casalingo per la Top Spin nei confronti del TT Catanzaro e terzo posto finale in graduatoria a quota 14. Fabrizio D'Antonio ha vinto per 3-1 (11-4, 11-13, 12-10, 11-6) contro Alessio Morrone e per 3-0 (11-8, 11-3, 11-9) contro Mattia De Vito, Carmelo Zaccone si è imposto su De Vito per 3-1 (8-11, 13-11, 11-3, 11-8), Claudio Rampello per 3-1 (5-11, 11-9, 11-2, 11-7) contro Salvatore Carè e per 3-2 (10-12, 9-11, 11-5, 11-7, 23-21) contro Alessio Morrone.

In C2 la Top Spin Messina Carrubamia La Caramella ha chiuso seconda con 20 punti, approdando ai playoff. Nell'ultimo turno di regular season è maturato il successo per 5-3 a Fondachello Valdina contro l'Astra Fondachello. Sigilli di Giuseppe Trifirò per 3-1 (11-6, 11-7, 5-11, 11-9) contro Giampiero Sfameni, di Andrea Giannino, vittorioso contro Francesco Scavino per 3-1 (11-4, 11-1, 4-11, 11-9) e Giampiero Sfameni per 3-0 (11-6, 11-3, 17-15) e di Roberto Gullo per 3-0 (11-7, 11-3, 11-1) su Scavino e per 3-0 (15-13, 11-7, 11-4) contro Sfameni. Biagio Giunta ha superato per 3-2 (11-6, 11-5, 5-11, 4-11, 11-8) Gullo, per 3-0 (11-9, 11-3, 11-6) Trifirò e 3-2 (13-11, 11-9, 7-11, 7-11, 11-9) Giannino.

Chiude quinta, a quota 12, la Top Spin Geryanna Gelati Artigianali, battuta 5-2 dalla Libertas Zaccagnini. Due punti entrambi collezionati da Giovanni Vaccarino, 3-0 (11-9, 11-9, 11-9) su Roberto Molino e 3-1 (8-11, 11-9, 11-6, 11-9) ai danni di Francesco Baialardo. Baialardo ha vinto per 3-1 (11-6, 11-9, 6-11, 13-11) nei confronti di Ubaldo Larinà, mentre Michele Giardina per 3-0 (11-6, 11-6, 11-9) contro Luciano Buono, per 3-0 (11-3, 11-2, 18-16) contro Larinà e per 3-1 (6-11, 11-7, 11-7, 12-10) su Vaccarino, Roberto Molino per 3-0 (11-5, 11-6, 11-6) contro Buono.

In Serie D1 la Top Spin Messina Magie Lontane ha regolato 5-1 fuori casa l'Astra Astrini alla Riscossa, finendo al terzo posto con 16 punti. Hanno messo il loro timbro Davide Zavattaro, per 3-0 (11-7, 11-2, 11-9) contro Simone Salvatore Melluso e per 3-1 (11-8, 11-6, 8-11, 11-8) contro Daniele Marchetta, Luciano Monaco per 3-0 (11-6, 11-8, 11-7) su Rosario Badessa, Alberto Rampello per 3-2 (7-11, 5-11, 11-8, 11-6, 11-4) su Daniele Marchetta e per 3-0 (11-4, 11-6, 11-5) su Badessa. Per gli avversari, Melluso ha superato per 3-0 (11-8, 11-9, 11-6) Monaco.

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Calleri") Tennistavolo Wed, 15 May 2019 14:02:21 +0000
Traguardo storico per la Top Spin Messina: vince a Carrara ed è finale "Scudetto". http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17883:traguardo-storico-per-la-top-spin-messina-vince-a-carrara-ed-e-finale-qscudettoq&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17883:traguardo-storico-per-la-top-spin-messina-vince-a-carrara-ed-e-finale-qscudettoq&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 Traguardo storico. Dopo l’affermazione per 4-2 nella semifinale d’andata, i ragazzi del presidente Giorgio Quartuccio si sono ripetuti passando al ritorno in Toscana per 4-0, in casa dei campioni d’Italia in carica. Per la squadra guidata da Wang Hong Liang i sigilli di Marco Rech Daldosso, Jordy Piccolin (due) e Antonino Amato.

La Top Spin Messina vola in finale scudetto di tennistavolo maschile, compiendo un vero e proprio capolavoro. Dopo la vittoria per 4-2 nella semifinale d’andata dei playoff, giocata una settimana fa a Villa Dante, i ragazzi del presidente Giorgio Quartuccio hanno completato l’opera, imponendosi in modo perentorio al ritorno, per 4-0, in casa dei campioni d’Italia in carica. Al Palasport di Avenza di Carrara è stato un autentico monologo della squadra allenata da Wang Hong Liang, fino alla meritatissima esplosione di gioia per il raggiungimento di un traguardo storico, l’ennesimo di una stagione ricca di soddisfazioni.

Come all’andata, nel singolare d’apertura è stato ancora uno straordinario Marco Rech Daldosso a dare il la al successo della Top Spin contro l’Apuania, battendo Aliaksandr Khanin, il numero 1 in classifica degli stranieri. Nel primo set, Rech Daldosso è andato sotto sul 4-3, mettendo poi a segno sette punti consecutivi e indirizzando il parziale in proprio favore. Khanin si è opposto per quattro volte, prima di capitolare sull'11-8. Nel secondo set Rech Daldosso è partito bene (3-1, 6-4), venendo ripreso sul 6-6 e conducendo di nuovo sino all'8-7. Il bielorusso lo ha però superato (9-8), conquistando il parziale (11-8). Nella terza frazione l’atleta della Top Spin si è trovato a rincorrere (0-4), ma ha confezionato una bella rimonta, che si è concretizzata sull'8-7. Facendo valere i propri colpi, Rech Daldosso ha quindi prevalso per 11-8, sfruttando il secondo set-point a sua disposizione. Nel quarto parziale, Khanin avanti in avvio (3-0), poi sette punti di fila del bresciano, in forma smagliante, che ha preso decisamente il largo, vincendo per 11-6. 3-1 finale e preziosissimo vantaggio per la Top Spin nel quadro generale degli incontri.

A seguire, si sono affrontati Jordy Piccolin e Romualdo Manna. Inizio in salita per Piccolin, che ha visto il rivale partire meglio (3-6). Sul 10-7 Manna ha avuto tre set-point, tutti annullati da un Piccolin molto carico che, capovolta la situazione, ha colto la seconda chance, imponendosi per 14-12.

Nella seconda frazione, dal 3-1 per il padrone di casa, il bolzanino della Top Spin è volato sull’8-5, terminando con il punteggio di 11-8. Manna ha provato a reagire e si è aggiudicato il terzo set (11-5), ma ciò non ha fatto scomporre Piccolin, autore di una quarto parziale praticamente perfetto, in cui è andato in fuga sull’8-1 e ha chiuso con un gran dritto per il punto dell’11-2.

Il successo per 3-1 di Piccolin ha dato nuova linfa alla Top Spin, balzata sul 2-0 e, a quel punto, vicinissima all’obiettivo.

Come è spesso accaduto, è stato di Antonino Amato il sigillo decisivo. Il palermitano ha battuto per 3-0 Jan Zibrat, spalancando alla Top Spin le porte della finale. Nel primo set Amato ha subito dettato il ritmo (5-2), vedendo filare tutto liscio sino all’11-5. Amato si è ripetuto nel secondo parziale, quando è scappato sul 5-1, ha visto lo sloveno ridurre le distanze (7-5) e ha poi piazzato l’allungo senza fare sconti. L’11-7 è maturato con un bel rovescio. Nel terzo set, con Zibrat avanti per 7-6, Amato è stato determinato nel riprendere l’avversario e voler chiudere il discorso a tutti i costi. Il primo match-point, sul 10-9, è stato annullato, mentre il secondo, al quale è arrivato dopo un gran servizio, è stato sfruttato nel migliore dei modi da un superlativo Amato. 12-10 e apoteosi.

La festa per il matematico verdetto è ufficialmente scattata con un abbraccio collettivo tra i quattro protagonisti (insieme ad Amato, Rech Daldosso e Piccolin anche Damiano Seretti, non impiegato in questa sfida), il presidente Giorgio Quartuccio e il tecnico Wang Hong Liang. Jordy Piccolin non si è però accontentato ed ha regolato per 3-1 (9-11, 11-4, 11-4, 11-4) Aliaksandr Khanin nell’ultimo confronto della serata, sfoderando un’altra splendida prestazione e concludendo in bellezza. La Top Spin, passata per 4-0 a Carrara, deve adesso attendere l’esito della semifinale di ritorno tra Aon Milano Sport e A4 Verzuolo Tonoli-Scotta (vittorioso per 4-1 all’andata) per conoscere la sua avversaria.

Il presidente della Top Spin, Giorgio Quartuccio, può celebrare con grande orgoglio l’approdo ad una finale storica: <<Vincere a Carrara per 4-0 è stata una dimostrazione di forza impressionante che abbiamo dato agli avversari e questo ci trasmette fiducia anche in vista della finale. Qualunque sarà la nostra rivale andremo ad affrontarla, non da favoriti, ma con la consapevolezza che possiamo giocarcela con tutte. I ragazzi sono in forma e stanno giocando tutti alla grande. Rech Daldosso sta prendendo per mano i compagni, la sua vittoria ha dato fiducia a tutti. Piccolin, se gioca sciolto, può essere micidiale, Amato, anche questa volta, ha fatto il punto decisivo, valso l’accesso alla finale. Sono stati tutti davvero grandi>>.

Tutti i risultati:

Aliaksandr Khanin - Marco Rech Daldosso 1-3 (8-11, 11-8, 8-11, 6-11)

Romualdo Manna - Jordy Piccolin 1-3 (12-14, 8-11, 11-5, 2-11)

Jan Zibrat - Antonino Amato 0-3 (5-11, 7-11, 10-12)

Aliaksandr Khanin - Jordy Piccolin 1-3 (11-9, 4-11, 4-11, 4-11)

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Calleri") Tennistavolo Sun, 12 May 2019 15:39:07 +0000
A1 - La Top Spin Messina si gioca a Carrara l'accesso alla Finale Scudetto. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17878:a1-la-top-spin-messina-si-gioca-a-carrara-laccesso-alla-finale-scudetto&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17878:a1-la-top-spin-messina-si-gioca-a-carrara-laccesso-alla-finale-scudetto&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 Dopo la straordinaria affermazione dell’andata a Villa Dante, per la Top Spin Messina è tempo di affrontare in trasferta i campioni in carica dell’Apuania Carrara nella gara di ritorno delle semifinali scudetto di tennistavolo maschile. In palio ci sarà l’accesso all’ambita finale playoff che metterà in palio il titolo. La sfida si giocherà domani (venerdì 10 maggio), alle ore 18, al Palasport di Avenza di Carrara.

Gli artefici di una stagione esaltante, Jordy Piccolin, Marco Rech Daldosso, Antonino Amato e Damiano Seretti, guidati dal tecnico Wang Hong Liang, saranno chiamati a cercare di completare l’opera, forti del 4-2 maturato venerdì scorso. Per passare il turno e ottenere una qualificazione che diventerebbe storica, la Top Spin dovrà centrare una vittoria o un pari. In caso di successo per 4-2 dei toscani, invece, tutto sarebbe deciso dal totale dei set ed eventualmente dei punti. Ogni altro tipo di vittoria favorirebbe l’Apuania Carrara. La squadra allenata da Claudio Volpi può contare sul n. 1 e sul n. 4 della classifica degli stranieri, rispettivamente il bielorusso Aliaksandr Khanin e lo sloveno Jan Zibrat, e su Romualdo Manna. Nell’altra semifinale saranno di fronte Aon Milano Sport e A4 Verzuolo Tonoli-Scotta che, in Lombardia, ripartiranno dal 4-1 per i cuneesi dell’andata.

Il presidente della Top Spin, Giorgio Quartuccio, è carico in vista dell’appuntamento decisivo: <<Ho ancora negli occhi la spettacolare vittoria di venerdì scorso e la splendida cornice di pubblico a cui i ragazzi hanno regalato forti emozioni. Per superare il turno dovremo mantenere la giusta concentrazione e la carica agonistica della partita di andata, cercando di conquistare subito almeno una vittoria per mettere pressione agli avversari>>.

La preparazione è proseguita questa settimana nel migliore dei modi. La Top Spin è alla vigilia di una sfida attesissima: <<I ragazzi sono tutti in ritiro a Castel Goffredo insieme al nostro tecnico. Ho voluto che stessero insieme in questi giorni fondamentali per preparare al meglio questa partita importantissima>>.

E’ tanto il desiderio di centrare l’obiettivo anche per tornare a riabbracciare i propri tifosi, dopo il magnifico pubblico della gara d’andata: <<Abbiamo tutti una grande voglia di disputare la prima finale scudetto della storia della Top Spin e da parte mia – ha proseguito il presidente Quartuccio - sto facendo  il possibile perché questo accada. Spero che i ragazzi diano a me, a loro stessi e a tutti i tifosi, che vogliono rivivere quelle forti emozioni, questa immensa soddisfazione. Se dovesse andare male ci riproveremo il prossimo anno. Messina non si ferma, stiamo lavorando per rendere la squadra ancora più forte>>.

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Calleri") Tennistavolo Thu, 09 May 2019 17:26:47 +0000
GTop Spin Me vincente nei campionati di B1, B2 e C1. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17874:gtop-spin-me-vincente-nei-campionati-di-b1-b2-e-c1&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17874:gtop-spin-me-vincente-nei-campionati-di-b1-b2-e-c1&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 Altro week-end davvero brillante per le squadre della Top Spin Messina. In serie B1 è maturata la vittoria casalinga per 5-0, a Villa Dante, contro la Marcozzi Cagliari. Successi ottenuti da Giovanni Caprì per 3-2 (11-6, 9-11, 12-14, 11-9, 11-6) su Stefano Curcio e per 3-1 (7-11, 11-6, 11-7, 11-6) contro Marco Sarigu, da Giuseppe Quartuccio che ha battuto 3-0 (11-4, 11-3, 11-5) Giuseppe Lepori e 3-1 (9-11, 11-8, 11-3, 11-0) Curcio, e da Alessandro Di Marino che ha superato Sarigu per 3-0 (11-7, 11-5, 11-4). Dodicesima affermazione consecutiva e primo posto, ad un turno dal termine della regular season, a quota 24 punti, insieme al TT Città di Siracusa.

In serie B2 la Top Spin, seconda in graduatoria, si è imposta per 5-3 a Vibo Valentia contro l'A.S.D. Atlantide. Gianluca Zaccone ha vinto per 3-0 (11-6, 11-6, 11-9) contro Francesco Ruffa, Marco Populin per 3-0 (11-8, 11-7, 11-3) contro Umberto Moscato, Simone Zaccone per 3-1 (6-11, 11-5, 11-7, 11-6) su Matteo Florio e per 3-0 (11-4, 11-5, 11-5) ai danni di Moscato. Per i padroni di casa, Ruffa ha prevalso 3-0 (11-6, 11-7, 11-8) su Populin, Florio per 3-0 (11-8, 11-9, 11-8) contro G. Zaccone e per 3-0 (11-8, 11-2, 11-5) contro Populin.

In C1 la Top Spin ha invece centrato la salvezza matematica grazie al successo esterno per 5-1 conseguito contro l'A,S.D. Atlantide. Sigilli di Fabrizio D'Antonio per 3-1 (9-11, 11-9, 11-9, 11-7) contro Steven Fiore e per 3-1 (12-10, 9-11, 11-3, 11-3) contro Francesco Falsone. Claudio Rampello si è imposto per 3-0 (11-8, 12-10, 12-10) su Ivan Marco Caero e per 3-2 (4-11, 11-9, 11-5, 10-12, 11-4) contro Fiore, Carmelo Zaccone ha vinto per 3-1 (10-12, 11-5, 11-9, 11-4) contro Caero. Per i calabresi, Falsone ha superato 3-2 (9-11, 11-9, 11-7, 3-11, 11-8) C. Zaccone.

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Calleri") Tennistavolo Wed, 08 May 2019 17:10:22 +0000
A1 - Serata da sogno per la Top Spin Messina batte (4-2) i "Campioni d'Italia" dell'Apuania Carrara. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17858:a1-serata-da-sogno-per-la-top-spin-messina-batte-4-2-i-qcampioni-ditaliaq-dellapuania-carrara-&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17858:a1-serata-da-sogno-per-la-top-spin-messina-batte-4-2-i-qcampioni-ditaliaq-dellapuania-carrara-&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 La Top Spin Messina si è regalata una serata storica, battendo per 4-2 i campioni d’Italia in carica dell’Apuania Carrara nella gara d’andata delle semifinali scudetto di tennistavolo maschile. Al suo esordio assoluto nei playoff, la squadra del presidente Giorgio Quartuccio è stata trascinata all’impresa da un pubblico davvero straordinario che, nella palestra di Villa Dante, ha incitato i ragazzi allenati da Wang Hong Liang dall’inizio alla fine, senza un attimo di sosta. E’ stato un vero e proprio evento, curato nei minimi dettagli, dal pre-partita sino alla conclusione, arrivata dopo 4 ore di sport e assoluto divertimento. Applausi a scena aperta per tutti, in un’atmosfera meravigliosa.

Ad aprire una sfida emozionante è stato l’incontro tra Marco Rech Daldosso e Aliaksandr Khanin. Nel primo set l’equilibrio è durato sino al 3-3, poi Rech Daldosso ha piazzato l'allungo (7-3) e si è aggiudicato il parziale per 11-5, concretizzando il primo dei cinque set-point. Nella seconda frazione Khanin è partito deciso (5-0), ma ha dovuto fare i conti con la reazione di Rech Daldosso che si è fatto sotto fino all'8-7. Il bielorusso ha conquistato, quindi, il set con tre punti consecutivi. Il terzo parziale ha visto l'atleta della Top Spin condurre per 8-6, essere ripreso (8-8) e infine mettere la freccia, chiudendo 11-9. Nel quarto set incredibile serie di capovolgimenti. Rech Daldosso ha recuperato lo svantaggio, non sfruttando però due match-point e cedendo il set per 11-13, con il rivale che ha potuto rinviare il verdetto alla "bella". Nel quinto e decisivo set massima concentrazione da parte del giocatore bresciano che, dal 3-2 in avanti, è stato autore di un autentico monologo (11-4). La monumentale prestazione di Rech Daldosso, vittorioso per 3-2 contro il n. 1 della classifica straniera, ha così regalato alla Top Spin l'1-0.

Di fronte, successivamente, Jordy Piccolin e Jan Zibrat. In avvio Piccolin ha cominciato bene (4-2, 7-6), ma è stato ripreso sull'8-8 da Zibrat, il quale ha vinto il set con il punteggio di 11-9. Il bolzanino si è creato, però, un ottimo viatico nel secondo parziale, andando sul 5-2. Sul 10-8, non concretizzati due set-point, Piccolin ne ha annullato uno allo sloveno, prima di poter festeggiare la vittoria della frazione per 13-11. Nel terzo Zibrat ha fatto il vuoto (6-0), ma ciò non ha scoraggiato Piccolin, riuscito a recuperare terreno fino all'8-6. Set, comunque, all'atleta dell'Apuania per 11-7. Zibrat ha poi chiuso i conti nella quarta frazione, imponendosi per 11-5.

Tra Antonino Amato e Romualdo Manna ha prevalso il palermitano per 3-1. Manna si è aggiudicato il primo set, partendo forte (5-1) e dettando i ritmi, sino all'11-5 finale. Da lì in poi Amato si è letteralmente scatenato. Il “rosso” ha sempre condotto nel secondo parziale, terminato 11-5. Ancora più netto il divario nel terzo set, in cui Amato è volato sull'8-0, lasciando un solo punto all'avversario, regolato con un secco 11-1. Per la Top Spin è arrivato il secondo successo del confronto grazie all’11-4 del quarto set, con Amato nuovamente sugli scudi e capace di sfruttare l'inerzia in un parziale che lo ha visto andare spedito sul 7-1.

Combattuto il match tra Piccolin e Khanin. Al bielorusso è andato il primo set per 11-5. Un mai domo Piccolin ha rimesso la situazione in equilibrio nella seconda frazione, allungando subito (5-2) e chiudendo in modo convincente sul punteggio di 11-5. Nel terzo parziale è stato tutto in equilibrio sino al 5-5, poi quattro punti di fila del bolzanino, giunto senza patemi alla conquista del set per 11-6. Sul 2-1 per l'atleta della Top Spin, Khanin si è rialzato con l'11-6 del quarto set, rimandando tutto alla "bella". Buon impatto di Piccolin (6-4), che si è visto rimontare (7-8), con una buona dose di sfortuna, da Khanin. Il bielorusso, messa la testa avanti, è riuscito a concretizzare il primo match-point in suo favore per il definitivo 11-8.

Sul 2-2 complessivo, di scena Rech Daldosso e Manna. Nel primo set Rech Daldosso si è imposto per 11-6, chiudendo il discorso alla prima opportunità disponibile. Nel secondo parziale, sul 3-3, il giocatore della Top Spin ha piazzato quattro colpi consecutivi indirizzando il set, vinto per 11-7. Manna ha provato almeno ad allungare il match e si è portato a condurre per 5-3 nella terza frazione, ma un determinato Rech lo ha ripreso e ha spezzato l'equilibrio sull'8-8, con tre punti di fila valsi il 3-0 conclusivo.

Tutto, dunque, nelle mani di Amato, opposto a Zibrat. Il palermitano, rivelatosi spesso l’uomo del destino, ha fatto esplodere di gioia Villa Dante. Amato è andato sul 3-0, poi lo sloveno ha ribaltato la situazione, passando sul 7-5. Due i set-point per Zibrat che Amato ha annullato. Con una carica incredibile, l’atleta della Top Spin ha ottenuto il set per 14-12, sfruttando la seconda chance a disposizione. Nel secondo parziale, con Zibrat avanti sul 6-3, Amato ha superato il rivale (9-7), offrendo un grande spettacolo. L’11-9, al secondo set-point, è stato il meritato premio. Sempre più convinto dei propri mezzi, Amato non ha lasciato scampo a Zibrat nel terzo set, nemmeno quando si è trovato sotto per 4-7.

Quattro scambi vincenti consecutivi gli sono valsi il sorpasso e sul 9-9 ha messo a segno altri due punti, decisivi per chiudere il discorso sul 3-0 e regalare alla Top Spin un’indimenticabile affermazione per 4-2 contro i campioni d’Italia in carica. Incontenibile, davanti ad un pubblico in estasi, l’esultanza della squadra del presidente Giorgio Quartuccio che ha ribaltato i pronostici della vigilia e può godersi un’impresa memorabile, ma è consapevole di essere soltanto a metà dell’opera. Il match di ritorno delle semifinali è fissato per venerdì 10 (alle ore 18) al Palasport di Avenza di Carrara.

Tutti i risultati:

Marco Rech Daldosso - Aliaksandr Khanin 3-2 (11-5, 7-11, 11-9, 11-13, 11-4)

Jordy Piccolin - Jan Zibrat 1-3 (9-11, 13-11, 7-11, 4-11)

Antonino Amato - Romualdo Manna 3-1 (5-11, 11-5, 11-1, 11-4)

Jordy Piccolin - Aliaksandr Khanin 2-3 (5-11, 11-5, 11-6, 6-11, 8-11)

Marco Rech Daldosso - Romualdo Manna 3-0 (11-7, 11-7, 11-8)

Antonino Amato - Jan Zibrat 3-0 (14-12, 11-9, 11-9)

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Calleri") Tennistavolo Sat, 04 May 2019 12:14:44 +0000
A1 - A Villa Dante la Semifinale d'Andata dei play-off scudetto tra Top Spin Me e Apuania Carrara. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17855:a1-a-villa-dante-la-semifinale-dandata-dei-play-off-scudetto-tra-top-spin-me-e-apuania-carrara&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17855:a1-a-villa-dante-la-semifinale-dandata-dei-play-off-scudetto-tra-top-spin-me-e-apuania-carrara&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 La Top Spin Messina sfida l’Apuania Carrara in una gara dal sapore storico. Domani (venerdì 3 maggio), alle ore 17.30, nella palestra di Villa Dante, con ingresso libero, si giocherà l’andata della semifinale scudetto di tennistavolo maschile.

La squadra del presidente Giorgio Quartuccio, che ha chiuso la regular season al terzo posto ed è alla sua prima volta assoluta nei playoff, riceverà i campioni d’Italia in carica, capaci di scrivere per quattro volte il loro nome nell’albo d’oro. A caccia dell’impresa, Jordy Piccolin, Marco Rech Daldosso, Antonino Amato e Damiano Seretti, sotto la guida del tecnico Wang Hong Liang, affronteranno il bielorusso Aliaksandr Khanin, lo sloveno Jan Zibrat e Romualdo Manna, allenati da Valentino Piacentini. Il match di ritorno è fissato per venerdì 10 (alle ore 18) al Palasport di Avenza di Carrara.

Nell’altra semifinale saranno di fronte Aon Milano Sport e A4 Verzuolo Tonoli-Scotta. In caso di parità dopo i due incontri, la formazione che accederà alla finale sarà determinata tramite la classifica avulsa nell’eventualità di una sfida vinta per parte e attraverso la graduatoria della regular season ove si verificassero due pareggi.

“Tutti insieme per un sogno”. Sui social si sono susseguiti gli appelli per sostenere la squadra, di tanti messinesi illustri, come i campioni della pallanuoto Silvia Bosurgi e Massimo Giacoppo, l’attore Ninni Bruschetta, l’ex Miss Italia Giulia Arena, il regista Massimo Romeo Piparo e lo speaker e dj Alfredo Reni. In occasione dell’incontro tra Top Spin Messina e Apuania Carrara è prevista una fantastica cornice di pubblico. Sin dalle ore 17 spettacolo, intrattenimento, gadget e molte altre sorprese per chi accorrerà alla palestra di Villa Dante per tifare ed assistere ad un evento imperdibile.

Il presidente Giorgio Quartuccio commenta: <<Si tratta di un appuntamento importantissimo, a cui però occorrerà arrivare con la mente leggera, perché quello che dovevamo fare era raggiungere i playoff e ci siamo riusciti, anche molto bene. Quello che verrà d’ora in poi sarà tutto di guadagnato. Non abbiamo alcuna pressione, cercheremo di fare bella figura e di impegnare al massimo i campioni d'Italia, sperando di fare risultato. I favori del pronostico non sono dalla nostra parte, ma tutti dal lato di Carrara>>.

Nell’ultimo precedente in campionato è maturato un pari che può dare fiducia alla Top Spin: <<Sarà il nostro allenatore a cercare le armi giuste per impensierirli. All'andata Carrara si impose per 4-1, ma qualche partita sarebbe potuta andare diversamente e potevamo anche riuscire a pareggiarla. Al ritorno i ragazzi hanno disputato una grande gara. Ci siamo trovati in vantaggio per 3-2 ed alla fine è arrivato un pareggio. Confido in loro che sono molto cresciuti durante la stagione. Spero si ripetano e che possa riuscire la sorpresa>>.

Sarà festa a Villa Dante, già dalle ore 17, per una giornata tra sport e divertimento. <<Da tanti giorni lavoriamo a questo evento – afferma il presidente Quartuccio - essendoci affidati a dei professionisti del settore. Non vogliamo che la Top Spin sia solo una squadra di tennistavolo, ma che rappresenti un fenomeno sociale per la città di Messina. Vogliamo portare a conoscenza di tutti quello che siamo riusciti a fare, dando la giusta rilevanza a questi ragazzi che sono dei veri campioni. Speriamo che il pubblico accorrerà in massa a tifare Top Spin. Invitiamo, quindi, la gente ad arrivare con largo anticipo>>.

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Calleri") Tennistavolo Thu, 02 May 2019 10:47:17 +0000
A1 - Il 3 Maggio una grande festa a Villa Dante per la semifinale play-off tra Top Spin Messina e Apuania Carrara. http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17831:a1-il-3-maggio-una-grande-festa-a-villa-dante-per-la-semifinale-play-off-tra-top-spina-messina-e-apuania-carrara&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 http://sportjonico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17831:a1-il-3-maggio-una-grande-festa-a-villa-dante-per-la-semifinale-play-off-tra-top-spina-messina-e-apuania-carrara&catid=115:tennistavolo&Itemid=444 Il conto alla rovescia è già scattato, la febbre sale di giorno in giorno. Venerdì 3 maggio, alle ore 17.30, a Villa Dante (ingresso libero), la Top Spin Messina affronterà i campioni in carica dell’Apuania Carrara nella gara d’andata delle semifinali scudetto maschili di tennistavolo. Un traguardo mai raggiunto prima dal sodalizio del presidente Giorgio Quartuccio, che in questa esaltante stagione ha già messo in bacheca una storica Coppa Italia. Il match di ritorno è previsto per venerdì 10 (ore 18) al Palasport di Avenza di Carrara.

Nell’altra semifinale saranno di scena Aon Milano Sport e A4 Verzuolo Tonoli-Scotta. In caso di parità dopo i due incontri, la squadra che accederà alla finale sarà determinata tramite la classifica avulsa nell’eventualità di una sfida vinta per parte e attraverso la graduatoria della regular season ove si verificassero due pareggi.

“Tutti insieme per un sogno” è lo slogan scelto dalla Top Spin Messina in vista del match d’andata contro l’Apuania Carrara. Jordy Piccolin, Marco Rech Daldosso, Antonino Amato e Damiano Seretti, guidati dal tecnico Wang Hong Liang, saranno i protagonisti in campo e per l’occasione potranno contare sul sostegno di una grande cornice di pubblico. Per puntare all’impresa, infatti, la società ha deciso di chiamare a raccolta la città e sta studiando una serie di iniziative mirate a rendere il pre-partita oltremodo coinvolgente.

Spettacolo, intrattenimento, gadget per i partecipanti e molto altro ancora per accompagnare la squadra nelle fasi che precederanno la sfida e poi sostenerla durante l’incontro. I tifosi, dunque, sono invitati a raggiungere la palestra di Villa Dante sin dalle ore 17, per quella che si preannuncia come un’entusiasmante giornata di sport e divertimento, particolarmente ricca di sorprese.

Il presidente Giorgio Quartuccio annuncia: <<Stiamo lavorando da tanti giorni a quella che desidero sia una festa di sport e ci siamo rivolti a dei professionisti del settore per organizzare un vero e proprio evento. Stiamo coinvolgendo, inoltre, i nostri sponsor e altre realtà commerciali messinesi. Invito gli appassionati e tutti coloro i quali vorranno intervenire a raggiungere Villa Dante con largo anticipo>>. L’appuntamento è dunque fissato per venerdì 3 maggio, a partire dalle ore 17, per la semifinale playoff tra Top Spin Messina e Apuania Carrara.

]]>
info@sportjonico.it (di "Alessandro Calleri") Tennistavolo Thu, 25 Apr 2019 08:35:47 +0000