Stadio, a rischio le prime gare casalinghe del neo promosso Giarre.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Monday
Jun 18th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Eccellenza Archivio Eccellenza 2013-14 Stadio, a rischio le prime gare casalinghe del neo promosso Giarre.

Stadio, a rischio le prime gare casalinghe del neo promosso Giarre.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Rischiano di slittare ulteriormente gli interventi di restyling allo stadio Regionale, un ritardo che pregiudicherebbe la possibilità, per il Giarre Calcio, di disputare le prime gare casalinghe del campionato di Eccellenza e della Coppa Italia, previste già in agosto.

Le fatiscenti condizioni strutturali dell'impianto di via Olimpia hanno proibito agli sportivi locali di assistere alle partite della loro squadra e causato evidenti disagi alla società del presidente Giovanni Di Martino, che chiede il ripristino dell'agibilità di almeno due settori dello stadio, nonché la ristrutturazione degli spogliatoi e dei servizi igienici sotto la tribuna Olimpia.

Per tali lavori, come è stato reso noto nelle scorse settimane in seguito ad un vertice al Municipio tra l'Amministrazione e i dirigenti del Giarre, la Giunta comunale guidata dal sindaco Roberto Bonaccorsi, avrebbe stanziato circa 70mila euro, ma tra formalità amministrative e lungaggini burocratiche gli interventi potrebbero partire solo a luglio inoltrato, costringendo di fatto il Giarre a chiedere ospitalità ad altri Comuni per giocare le proprie partite.

«Il computo metrico relativo agli spogliatoi e alla tribuna Olimpia - fa sapere l'impiegato dell'Ufficio tecnico comunale, geom. Alfio Virgilio - è stato finora eseguito al 70%. Una volta completata questa procedura, trasmetteremo gli atti ai competenti uffici dell'Asl e potrà partire l'espletamento della gara per affidare i lavori di ristrutturazione dello stadio».

Dichiarazioni poco rassicuranti rispetto alle richieste della massima realtà calcistica cittadina e per i suoi tifosi, che con ogni probabilità saranno costretti ad "emigrare" altrove per seguire la compagine di Maurizio Romeo, neo promossa in Eccellenza. Per bypassare il problema, il presidente del Giarre, Giovanni Di Martino, aveva recentemente proposto anche la possibilità di utilizzare dei container, una sorta di tensostruttura adibita a spogliatoi, ma nessun rappresentante dell'Amministrazione comunale ha recepito il suggerimento del dirigente gialloblù.

Non resta che attendere l'esito degli eventi, ma allo stato attuale la sensazione è che il Giarre potrebbe disputare in altra sede (Zafferana Etnea?) le prime gare ufficiali della stagione 2014/2015 in Eccellenza. C'era una volta lo stadio Regionale, gioiellino all'inglese da settemila posti, adesso ridotto ad ennesima incompiuta cittadina.

FABIO BONANNO

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci