Un ex portiere, il goleador del Calcio Sparagonà: l'assist-man Orazio Vittorio.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Thursday
Nov 23rd
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home L'Intervista della settimana Un ex portiere, il goleador del Calcio Sparagonà: l'assist-man Orazio Vittorio.

Un ex portiere, il goleador del Calcio Sparagonà: l'assist-man Orazio Vittorio.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Domenica si è concluso il girone di andata del campionato di Seconda Categoria, con i suoi primi verdetti, più o meno quelli preventivati alla vigilia. Tra i protagonisti di questa prima parte del campionato un giocatore in particolare che si è confermato una pedina di vitale importanza per la sua squadra: il Calcio Sparagonà che chiude il girone di andata in nona posizione a quota 13 punti frutto di quattro vittorie, un pareggio e sei sconfitte. Con 16 gol fatti e 14 subiti .

Un ex portiere, oggi in veste di goleador, ovvero Orazio Vittorio la scorsa stagione ha “bucato” per ben otto volte le porte avversarie, in questa prima parte del torneo ha realizzato quattro reti, una su calcio di rigore.

Allora “bomber” siamo a metà strada per eguagliare o superare gli otto gol della scorsa stagione? "La mia intenzione ad inizio campionato era quella di riconfermare gli otto gol realizzati la passata stagione, ed aiutare con i miei assist i compagni di reparto. Siamo a metà dell’opera, quello che conta non sono i risultati personali che fanno sempre piacere, ma quello della squadra”.

Il campionato del Calcio Sparagonà?La nostra intenzione sin dal primo giorno di raduno è stata quella di riconfermare quanto di buono è stato fatto la scorsa stagione, magari entrare nella griglia dei play-off. Sarebbe un risultato importante per noi. Anche se rispetto alla scorsa stagione il campionato è diverso”.

Rispetto alla scorsa stagione la vostra squadra è stata un po’ rivoluzionata?La scorsa stagione il nostro gioco era basato sulle ripartenze, sulla velocità di Enrico Casablanca e Simone Carnabuci. In questo campionato, invece, un gioco di squadra con certe individualità tipo Vera, un centrocampista dai piedi buoni, la nostra ciliegina che lo scorso campionato ci mancava.

Il tuo rapporto con mister Enzo Famulari?Direi ottimo, già il fatto che mi sopporta è già tanto”.

La tua opinione su alcuni tuoi compagni di squadra:

Enrico Casablanca? geniale, uomo squadra, un lusso per la categoria”.

Salvatore Trimarchi? “ uomo spogliatoio, roccioso, in certe suo galoppate sulla fascia sembra il Johnatan dello Sparagonà”

Andrea Casablanca? “ l’uomo che mi manca tanto, il nostro Andrea Pirlo. Tatticamente uno dei giocatori più forti che ho incontrato nella mia carriera”.

In conclusione di ogni intervista faccio la rituale domanda, chi butteresti dalla Torre: Ernesto Sigillo, Massimo Spadaro o il Presidente Cosimo Scarcella?Per forza Massimo Spadaro, ci fa sudare troppo, i suoi metodi sono da corridori non da giocatori di calcio”.

Quindi salvi Ernesto Sigillo?lo devo sopportare a livello famigliare, a livello sportivo, meno male che non faccio più il portiere ma l’attaccante”.

Il Presidente Cosimo Scarcella?E’ una persona speciale che mi ha dato la possibilità di giocare in un ruolo come attaccante, credendo nelle mie possibilità”.

di Mimmo Muscolino.

 




Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci