Daniele Nitopi:"Ho scelto l'Akron Savoca .....per vincere il campionato.."

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Thursday
Nov 23rd
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home L'Intervista della settimana Daniele Nitopi:"Ho scelto l'Akron Savoca .....per vincere il campionato.."

Daniele Nitopi:"Ho scelto l'Akron Savoca .....per vincere il campionato.."

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Da diverse settimane è iniziato il campionato di Terza Categoria stagione sportiva 2013-14, sempre con il suo fascino, con i suoi protagonisti che la domenica scendono in campo ognuno con le proprie ambizioni. Alcuni sono scesi anche di categoria sposando la propria causa, come l’attaccante Daniele Nitopi che ritorna a vestire nuovamente la casacca dell’Akron Savoca.

Un “bomber” di razza dal fisico possente che inizia la sua carriera di calciatore nelle giovanili dello Sportinsieme per esordire in prima squadra all’età di 16 anni con mister Salvuccio Principato, poi l’esperienza a Furci con Luigi Spadaro, Limina, Antillo, Savoca, Forza D’Agrò, S. Alessio e Letojanni. Da non dimenticare che Daniele Nitopi all’età di 16 anni, stagione 2002 ha sostenuto un provino con la Roma “ un’esperienza molto importante, allo stesso tempo anche sfortuna” come ci ha confidato l’attaccante savocese.

La prima domanda che rivolgiamo a Daniele Nitopi è d’obbligo, perché il Savoca?Ho scelto il Savoca, diciamo che si tratta di un ritorno a casa, dove ho trascorso tre anni fantastici, arrivando per ben due volte ad un passo dalla promozione. Un neo che mi sono portato dietro, quando ho deciso di fare altre esperienze. La mia scelta del Savoca ha un obiettivo preciso, di riprovare per la terza volta, speriamo che sia la volta buona, gli ingredienti ci sono tutti per fare bene.?

Oltre al Savoca hai avuto altre richieste? Mister Alessio Camarda, auguro i miei migliori auguri per la sua nuova esperienza, mi aveva chiesto di continuare a giocare a Letojanni. Ormai, io avevo deciso da tempo, mi ha colpito la tenacia, la convinzione del progetto dell’amico –Presidente Alberto Impellizzeri di accettare questa nuova sfida.

Che tipo di campionato ti aspetti? Vista la squadra che è stata allestita non possiamo nasconderci, puntiamo ad un campionato di vertice”.

Le possibili rivali?I rivali del Savoca siamo noi stessi”.

La domanda sorge spontanea perché hai lasciato il Savoca? “Ho dovuto lasciare controvoglia il Savoca, il mio è stato un addio forzato dall’arrivo del nuovo allenatore Mimmo Moschella, sul quale preferisco non esprimermi.

Nella tua carriera di giocatore iniziata da giovanissimo, il momento più bello?Sicuramente il periodo delle giovanili con mister Enzo Filoramo”

Quello che vorresti dimenticare? La finale play-off persa a Villafranca con il Cariddi”.

Tu hai avuto tantissimi allenatori, certamente ognuno di loro ti ha trasmesso qualcosa, iniziamo da:

Enzo Filoramo? un grandissimo motivatore”.

Pippo Giunta? “ il più grande uomo che io ho incontrato nel mio percorso calcistico è non solo”

Salvo Principato? “ il più preparato dal punto di vista della preparazione fisica”

Luigi Spadaro? “ il più severo”

Albino Saglimbeni? “ un’esperienza troppo breve per giudicare”

Guglielmo Mastroeni? “il tutto fare”

Alessandro Fleres? “ ….è come le stagioni..”

Roberto Bartolotta? “ l’unico che fosse ha creduto in me”

Mimmo Moschella? “Andiamo avanti”

Santino Spadaro? “il più simpatico”

Carmelo Brigandì? “un allenatore che mi rimarrà meno nel cuore, solo grazi al Presidente Mimmo Costa non si è conclusa anticipatamente la mia esperienza a S. Alessio”

Angelo Contarino? “Ha avuto il merito di insistere su di me , piano piano mi ha apprezzato, l’esperienza lo aiuterà in futuro”.

Adesso i mister attuali Daniele Tusano e Dario Luchino?Sin dai primi allenamenti ho capito subito che sono due allenatori molto minuziosi, li ho avuti come compagni di squadra, so già che come me non amano perdere neanche se facessero una partita a calcio Barilla

Il miglior Presidente che hai avuto? “ Senza dubbio il patron Zamparini”

Tre aggettivi per Daniele Nitopi? “ antipatico, volenteroso…..è pazzoide”

Il tuo sogno nel cassetto? “ vedere il Savoca nella categoria che li spetta”

Il gol più bello, anzi più importante? “ il prossimo……”

Di solito concludono l’intervista con una domanda scherzosa, chi butteresti dalla Torre tra Cosimo Ferraro, Nino Bartolotta e Nino Muscolino?Senza dubbio Cosimo Ferraro, per gli altri due……….vediamo”

Di MImmo Muscolino

 




Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci