Legadue:La Sigma Barcellona vince a Bologna (80-64) vola al comando.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Tuesday
Dec 18th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Basket Legadue:La Sigma Barcellona vince a Bologna (80-64) vola al comando.

Legadue:La Sigma Barcellona vince a Bologna (80-64) vola al comando.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

La Sigma Barcellona conferma di essere squadra vera e iscrivibile di diritto al lotto delle pretendenti alla promozione, sbanca il PalaDozza e raggiunge Pistoia e Scafati in vetta alla classifica di Legadue, in attesa che le rivali disputino il loro turno pre-natalizio. Alla Biancoblù Bologna restano le proteste per l’arbitraggio e le ferite da leccare durante le feste, con Andrea Pecile e William Mosley che hanno accusati infortuni dalla serietà da valutare.

Brutto, bruttissimo il primo quarto felsineo, che rimane al palo per 4’ e alla fine chiude sotto di tre punti (21-18) il parziale. Si salva Cutolo, sempre malconcio ma costretto a fare gli straordinari, e per questo presto fermo ai 5 punti che saranno anche il bilancio finale.

E’ un grande Alessandro Cittadini (11 punti) a guidare l’allungo che risulterà decisivo per i siciliani (25-30). Il tutto in una partita brutta, senza tecnica e con molta battaglia raffazzonata sotto le plance più che dal perimetro. Come spesso accade, la Biancoblù trova orgoglio a fil di sirena, con Vitali bravo a recuperare per il 37-41 dell’intervallo, mentre ancor prima c’erano stati i 5 punti capitali di Ricky Harris, diventato a tutti gli effetti un fattore seppur isolato.

Se nel primo tempo era stato Cittadini a dirigere l’orchestra meridionale salita a Bologna, nella ripresa (che la Biancoblù affronta senza Pecile, infortunato) è Troy Bell a giganteggiare. 19 punti per lui, in un terzo quarto fatto di falli tecnici (due contro Cutolo, uno per flop difensivo, l’altro fischiato a Vitali) più che di prodezze balistiche e cestistiche. Si arriva al 51-65 senza troppo da commentare, portando al garbage time del quarto parziale, quando Salieri concede spazio alle varie seconde linee, sperando che Pecile e Mosley non abbiamo troppo da penare attorno al proprio fisico e che Cournooh possa trarre nuova linfa dai 14 punti odierni, poco “pesanti” ma comunque meglio delle ultime nefandezze viste a ridosso dell’All Star Game.

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci