Finisce in parità 1-1 il derby tra Paternò - Acireale.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Tuesday
Jun 19th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Eccellenza Archivio Eccellenza 2008/09 Finisce in parità 1-1 il derby tra Paternò - Acireale.

Finisce in parità 1-1 il derby tra Paternò - Acireale.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

PATERNO’ - Al termine della seconda giornata di ritorno del girone B del campionato di Eccellenza, l'Acireale torna a casa con un pareggio che potrebbe apparire diverso a seconda dei punti di vista. Sul campo di Paternò i granata ottengono infatti un punto che, in ogni caso, deve essere analizzato in relazione all'intero programma del primo week-end di questo 2009. Gli impegni di Milazzo e Ragusa, sulla carta, potevano essere più agevoli rispetto alla "pratica-Paternò", ed alla fine, con poche sorprese, così è stato. Il match, come è più volte accaduto nelle ultime settimane, cresce per intensità con il passare dei minuti. I padroni di casa costruiscono nel corso della seconda parte della prima frazione di gioco il loro vantaggio. A tre dall'intervallo, il Paternò ottiene infatti il vantaggio su calcio di rigore, chiudendo così il primo tempo sull'1-0. Nella ripresa, Bellinvia, dopo le due occasioni capitate sui piedi di Antonucci, decide di cambiare e mette in campo Amico e Delle Vedove. Sarà il secondo in particolare ad incidere sul match con una prestazione che fa ben sperare per il prossimo furuto. La pressione dei granata si fa sentire ed è Consoli con un bel sinistro dal limite d'area, sugli sviluppi di un corner, ad impensierire Atanasio che è abile a farsi trovare pronto. La compagine di Bellinvia dà luogo ad un vero e proprio forcing finale e all'88' i frutti di tale caparbietà vengono premiati. E' il neo-acquisto Lunetto con una magistrale punizione a regalare il pareggio ai suoi. Il centrocampista palermitano tenta di ripetersi a pochi secondi dal termine ma Atanasio ancora una volta nega la gioia del raddoppio ad un'Acireale che comunque ha dimostrato di avere carattere. Al termine del match di Paternò la classifica sembra sorridere a Milazzo e Ragusa anche se in altri momenti della stagione e con una classifica diversa, in molti avrebbero considerato prezioso un punto ottenuto su un campo difficile come quello paternese. Il fattore casa ha premiato la coppia di testa che adesso allunga sui granata, portando il proprio vantaggio rispettivamente a tre e quattro punti. Se l'analisi di questo incontro si fermasse qui, in molti storcerebbero il naso. Il copione, invece, potrebbe cambiare già dalla prossima settimana. Se nel corso del diciassettesimo turno le prime della classe hanno trinfotato davanti al pubblico amico, la prossima settimana l'ordine andrà ad invertirsi. L'Acireale, infatti, riceverà l'Enna, reduce dall'ottimo successo conquistato contro l'Orlandina. Milazzo e Ragusa, invece, faranno rispettivamente visita a Rosolini ed Orlandina. Il popolo granata ha quindi davanti a se diversi elementi per poter giudicare oculatamente questo primo turno di campionato del 2009. Un pareggio conquistato in rimonta può essere considerato una sconfitta, ma quando il punto viene ottenuto al termine di un secondo tempo come quello giocato dalla formazione acese, allora questo diventa un risultato che può far ben sperare. Si può sempre migliorare, ed una società come l'Acireale deve sempre puntare al massimo ed al risultato più prestigioso e se con questo termine si intende la promozione, allora il punto di Paternò può davvero essere analizzato con occhi diversi.

TABELLINO

PATERNO’ 1 ACIREALE 1

 

RETI: 41’ Condorelli (rig.), 89’ Lunetto

PATERNÒ: Esposito, Sanfilippo, Miraglia, Musicò, Castorina C., Maugeri, Ferrante(88’ Laudani), Russo, Gianguzzo (60’ Pappalardo), Condorelli, Zappalà. All. Orazio Pidatella.

ACIREALE: Greco, Villè, Mastronardi, Privitera (65’ Delle Vedove), Scalia, Bognanni, Consoli, Lunetto, Lo Coco, Bonarrigo (56’ Amico), Antonucci. All. Santino Bellinvia.

ARBITRO: Pelagatti di Arezzo , assistenti, David e Calabrese di Messina

.NOTE: oltre 1200 spettatori di cui almeno 300 di fede granata.

Espulsi il dg Alecci del Paternò e il massaggiatore acese Maugeri.

Ammoniti: Mastronardi, Greco e Lo Coco per gli ospiti, Gianguzzo, Castorina e Maugeri per i locali.

Angoli: 5-3 per i granata.

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci