Il Taormina fermato in casa (1-1) dal Real Avola. Pareggia su rigore Messina.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Friday
Oct 19th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Eccellenza Archivio Eccellenza 2011/12 Il Taormina fermato in casa (1-1) dal Real Avola. Pareggia su rigore Messina.

Il Taormina fermato in casa (1-1) dal Real Avola. Pareggia su rigore Messina.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Succede tutto nel primo tempo al Valerio Bacigalupo di Taormina per la gara valevole per la 28^ giornata del campionato di Eccellenza. In campo il Taormina e Real Avola che alla fine dei 90’ si dividono la posta in palio. Due reti arrivati nei primi 45’ di gara ad aprire le marcature gli ospiti con il solito Craccò, allo scadere prima del riposo non fallisce dal dischetto lo specialista Messina per la formazione allenata da mister Saro De Cento. Punteggio che non cambia nella ripresa dove entrambe le squadre hanno avuto un calo fisico si assiste non più ad azione manovrate ma ad iniziative personali, anche se il Taormina ha cercato fino alla fine il guizzo vincente.

La partita: si apre  al 10’ con una ottima occasione per Randazzo la cui girata dal centro dell’area viene splendidamente deviata in tuffo da Amato. Al 15’ Catania insiste sulla sinistra e crossa, Totaro non ci arriva, irrompe Mancuso in buona posizione ma svirgola e l’azione sfuma. Al 22’ arriva il primo gol: Intagliata crossa da sinistra e Craccò è abile a colpire di testa e battere Billè. Il Taormina reagisce e al 34’ Randazzo ruba la palla ad un difensore al limite dell’area, si presenta davanti al portiere ma non riesce a superarlo. Al 45’ una azione corale del Taormina finisce sui piedi di Puglia che è bravo a servire Catania in profondità. L’attaccante al momento del tiro viene messo a terra ed è rigore, che Messina, come al solito, non fallisce.

La ripresa vede tanto agonismo, ma saltano gli schemi in campo ed il gioco diventa più confuso e basato su azioni individuali. Troppo spesso si assiste a lunghi rilanci piuttosto che ad azioni costruite, e le occasioni da gol sono sempre più rare. Al 30’ un bel tiro di Messina viene parato a terra da Amato, mentre in un paio di occasioni la palla attraversa l’area ospite senza che nessun taorminese trovi il guizzo giusto. Al 36’ Totaro ci prova con un rasoterra che sfiora il palo alla destra di Amato mentre al 39’ la bella conclusione di Catania trova ancora il portiere ospite pronto a respingere. Interviene Laquidara che è in fuorigioco e comunque manca il bersaglio. Il Taormina prova ancora a cercare il successo, ma ormai la stanchezza ha preso il sopravvento e manca la lucidità per ottenerlo.

Taormina 1   Real  Avola 1

  • Marcatori: 22’ Craccò, 45’ Messina su rigore
  • Taormina: Billè 6, Mancuso 5,5, Scolaro 5,5 (st12’ Laquidara 5), Messina 6,5, Trovato 6,5, Filistad 6,5, Catania 7, Blatti 6, Totaro 6, Puglia 6,5, Randazzo 6 (st 12’ Giacalone 6). All. De Cento.
  • Real Avola: Amato 6,5, De Luca 6, Basile 5,5, Gambino 6, Accaputo 5,5 (st 1’ Gargano 5,5), Ricca 6, Tiralongo 6,5 (st 44’ Mignosa), Mincica 6 (st 40’ Novello), Craccò 6,5, Intagliata 6, Quarto 5. All. Orlando.
  • Arbitro: Figucia 5,5 di Marsala, assistenti Barbagallo e Gerbino da Acireale
 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci