Nello Miano: Il Monforte la sorpresa, il Taormina la delusione.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Wednesday
Nov 14th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Promozione Archivio Promozione Nello Miano: Il Monforte la sorpresa, il Taormina la delusione.

Nello Miano: Il Monforte la sorpresa, il Taormina la delusione.

E-mail Stampa PDF

In attesa della ripresa del Campionato, analizziamo brevemente la situazione del Girone C di Promozione con Nello Miano, di Roccalumera, ex tecnico del Taormina, attualmente guida il Riposto. Allenatore carismatico, la sua squadra vanta la migliore difesa di tutte le squadre siciliane con appena 6 reti subite in 16 gare.

Il sorprendente Monforte sogna l’Eccellenza. Può ambire davvero al secondo consecutivo salto di categoria?

«Il Monforte può farcela davvero. Diciamolo francamente. Questo – ci dice Miano – non è un torneo eccelso, non c’è una squadra “ammazzagrandi” o che faccia il vuoto. Per cui, il Monforte è a un punto dalla vetta, ha un gruppo di atleti affiatato e consolidato, perché molti sono venuti, in blocco, dalla Roccese. Hanno entusiasmo e si possono giocare alla grande le chance di promozione col Belpasso».

Taormina e Spadaforese al di sotto delle aspettative?

«Il Taormina sì. Sono leggermente deluso. Sono partiti maluccio, hanno fatto, poi, una bella rimonta, adesso, si sono fermati nuovamente, ma, è la squadra che ha disputato, lo scorso anno, la finale regionale play-off. La Spadaforese no. Non ha l’uomo che faccia la differenza, ha un buon collettivo, un ottimo allenatore, Borelli, che riesce a tirare il massimo dagli elementi che ha: è stata sfortunata e sta rendendo secondo le attese della vigilia».

– Chi sono le delusioni?

«La Roccese è quella che sta peggio di tutte. Ha troppi giovani in squadra ed è inesperta. Il Garden Sport è la maggiore delusione. Il cambio tecnico può servire da sprone per un recupero disperato, ma è con l’acqua alla gola».

–A fasi alterne il S. Cuore. «Sarà difficile che eviti i play-out. Ha avuto troppi squalificati e con un nervosismo eccessivo non si va da nessuna parte».

– La messinese che più l’ha impressionata?

«Il Torregrotta. Ben messa in campo, bei giocatori. È una società esperta e non avrà alcun problema a centrare la salvezza. Anzi, se ci crede potrebbe chiudere a ridosso della zona play-off».

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci