Il Città di Messina perde 1-0 a Ragusa decide un gol di Sisalli nella ripresa. Adesso il Ragusa è a +5.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Friday
Jun 22nd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Eccellenza Archivio Eccellenza 2011/12 Il Città di Messina perde 1-0 a Ragusa decide un gol di Sisalli nella ripresa. Adesso il Ragusa è a +5.

Il Città di Messina perde 1-0 a Ragusa decide un gol di Sisalli nella ripresa. Adesso il Ragusa è a +5.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

All’”Aldo Campo” il Ragusa si impone per 1-0 grazie ad una rete straordinaria di Sisalli in apertura di ripresa ed ipoteca il primo posto nel Girone B del campionato di Eccellenza che vale il salto in Serie D. Esce sconfitto il Città di Messina dal confronto in terra ragusana  gli uomini di Rando escono dal campo a testa alta e tra gli applausi del pubblico, ma resta grande rammarico per un obiettivo, la promozione diretta, che si allontana nonostante una grande stagione.

Adesso il Ragusa  è lontano di cinque punti a quattro giornate dalla fine ed è ad un passo dal ...trionfo. Per centrare il traguardo per ig giallorossi resta comunque percorribile la strada dei play-off con la squadra di mister Rando con ogni probabil ità accederà direttamente alla fase Nazionale, visto il vantaggio di 21 punti sul Due Torri terzo in classifica (superiore ai 10 punti necessari per evitare la fase regionale. Un vero peccato per il Città di Messina alla sua prima sconfitta stagionale, costa veramente cara, un cammino fatto di 21 vittorie e quattro pareggi.

La gara: L’avvio di gara è favorevole ai padroni di casa che esercitano una evidente supremazia territoriale, anche se inizialmente non riescono ad impensierire Di Dio. Al 7′ ci prova Arena su punizione ma il suo tiro termina a lato. Sul fondo anche la girata di Saraniti al 15′. Il Città di Messina prova a farsi vedere in avanti conquistando un paio di calci piazzati da buona posizione ma senza riuscire a sfruttarli. La prima azione realmente pericolosa la creano i padroni di casa al 27′ ma Di Dio è reattivo sulla conclusione ravvicinata di Bonaffini. Lo stesso Bonaffini ci riprova al 33′ ma stavolta il suo tiro dal limite non inquadra il bersaglio. Gli ospiti si avvicinano alla porta avversaria in chiusura di primo tempo: cross di Cucè e colpo di testa di Pinizzotto con palla a lato. Si va al riposo sullo 0-0.

La ripresa si apre con il Città di Messina che reclama un rigore per un dubbio intervento in area ai danni di Rosa: l’arbitro Curti di Milano, apparso nel complesso non all’altezza della gara, lascia correre. Sul ribaltamento di fronte il Ragusa passa: Sisalli (messinese d’origine) pesca il jolly con un sinistro a giro dai 20 metri che si insacca all’incrocio dei pali. Incassato lo svantaggio, la squadra di Rando prova a scuotersi e a reagire. Al 13′ Assenzio viene stretto in area da due avversari che gli impediscono di andare al tiro ma anche in questo caso l’incerto Curti non interviene. Il Città di Messina spinge con maggiore convinzione e, dopo essersi avvicinato in più occasioni alla porta avversaria, al 28′ va vicinissimo all’1-1: Pirrotta prende palla a sinistra, si accentra e lascia partire un gran destro dal limite  che, con il portiere Di Benedetto fuori causa, scheggia il palo e finisce a lato.  Al 41′ buona chance per Assenzio che in girata, su cross di Buda, non trova lo specchio della porta. Al 43′ Gona atterra Pirrotta e rimedia il secondo giallo lasciando il Ragusa in 10. Il Città di Messina ci prova con generosità fino alla fine e al 46′ Pirrotta arriva con un istante di ritardo sull’assist di Buda e viene anticipato al momento della battuta. È l’ultimo sussulto di una gara che termina dopo 5 minuti di recupero e sancisce la fuga del Ragusa, che adesso, a quattro turni dal termine, può amministrare un vantaggio di 5 punti.

Gli uomini di Rando escono comunque dal campo dopo avere ricevuto i convinti applausi dei propri sostenitori ma anche di gran parte del pubblico di fede ragusana. Il Città di Messina interrompe un percorso fin qui straordinario, fatto di 21 vittorie e 4 pareggi in 25 giornate, e vede ridursi al minimo le speranze di promozione diretta. Resta aperta la strada che porta in D attraverso i play-off e la formazione di Rando con ogni probabilità si qualificherà direttamente per la fase nazionale, avendo attualmente un vantaggio sulla terza di 21 punti, dunque di gran lunga superiore ai 10 necessari per evitare la fase regionale. Domenica prossima confronto interno co’Atletico Catania.

 

Ragusa – Città di Messina 1-0

  • Marcatore: 3′ st Sisalli.
  • Ragusa: Di Benedetto, Gona, Milazzo, Buscema, Vindigni, Sapienza (43′ st Fontana), Bonaffini, Pellegrino, Saraniti, Arena (30′ st Parente), Sisalli (38′ st Truglio). In panchina: La Malfa, Karemani, Corso, Costanzo. Allenatore: Giuseppe Rigoli.
  • Città di Messina: Di Dio, Cucè, Bombara, Giardina, Cammaroto (15′ st Buda), Frassica, Munafò, Assenzio, Rosa (30′ st Fugazzotto), Pinizzotto (15′ st Nicoló), Pirrotta. In panchina: Mannino, Cappello, Arcidiacono, D’Arrigo. Allenatore: Pasquale Rando.
  • Arbitro:  Davide Curti della sezione di Milano.
    Assistenti
    : Michele Gerbino e Giuseppe Miuccio della sezione di Acireale.
  • Ammoniti: Gona (R), Milazzo (R), Sisalli (R), Giardina (CdM), Assenzio (CdM).
    Espulsi
    : 43′ st Gona (R) per doppia ammonizione.

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci