L' Enna gioca in sette, gara sospesa dopo 33' minuti sul 3-0 per il Trecastagni.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Friday
Jun 22nd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Eccellenza Archivio Eccellenza 2011/12 L' Enna gioca in sette, gara sospesa dopo 33' minuti sul 3-0 per il Trecastagni.

L' Enna gioca in sette, gara sospesa dopo 33' minuti sul 3-0 per il Trecastagni.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

È durata solo 33 minuti la sfida tra Enna e Trecastagni, in programma ieri pomeriggio allo stadio comunale "Marco Tomaselli" di Caltanissetta. Gli ennesi, che per calendario risultavano padroni di casa, sono scesi in campo con soli 7 effettivi, per lo più elementi delle giovanili, al cospetto di avversari al gran completo.

Evidentemente, la partita non ha offerto granché dal punto di vista tecnico-tattico: la gara si è conclusa sul 3-0 per catanesi ospiti, in gol al 9' con Inserra e poi al 25' ed al 27' con Russo. La gara è stata poi sospesa dopo un infortunio accusato da un giocatore dell'Enna, con conseguente mancanza del numero minimo consentito di giocatori in campo.

Dopo il fischio finale, il "factotum" dell'Enna, Raffaele Ammendola e il presidente Giuseppe Cannarozzo hanno spiegato il perché di tale situazione. Ammendola, piuttosto amareggiato, ha confessato ostacoli al progetto che avrebbe visto nascere la nuova società Centro Sicilia Sport, con centro organizzativo a Caltanissetta:

«Ho vissuto un momento amaro, pensando a chi ama lo sport e ad una società gloriosa come l'Enna. Grazie a qualche mio vecchio allievo, stavo cercando di fare qualcosa, al di là di meschini e antiquati campanilismi. Avevamo anche studiato il logo del Centro Sicilia Sport ed io avevo individuato qualche sponsor, al solo fine di fare calcio. È un progetto che mi era venuto in mente già un paio d'anni fa, quando ero dirigente della Nissa. Le circostanze mi hanno poi portato a Enna, una società che non è sparita grazie all'impegno del presidente Cannarozzo. L'obiettivo era unire Enna, Caltanissetta e, un domani, anche la realtà di Agrigento, creando una struttura sportiva soprattutto per i giovani. Si stava creando entusiasmo considerato che, grazie a valenti sponsor e qualcuno deluso da esperienze precedenti, si poteva dar vita ad una squadra importante e che aveva già fatto degli acquisti».

Poi, però è successo qualcosa: «Qualcuno ha pensato che quest'idea sportiva potesse tramutarsi in una "forza". Fatto sta che, dopo 40 anni, le porte che avevo trovato sempre aperte all'improvviso si erano chiuse. Abbiamo, allora cercato appoggio nella realtà di Pietraperzia, individuando strutture sportive, ma la realtà è che per fare sport bisogna trovare l'equilibrio con ogni fattore. Questa confusione, così, ha fatto sì che gli sponsor si tirassero indietro».

Enna   0    Trecastagni   3   sospesa al 33’ per inferiorità numerica

  • Marcatori: 9’ Inserra, 25’ e 27’ Russo.
  • Enna: Scelfo; Anzalone, Colombo, Pirrera, Riccobene, Suffia, Gavettini. All. Raffaele Ammendola
  • Trecastagni: D'Antone; Pecorino, Balsamo, Fornaio, Bertolo, Femiano, Siano, Ponzio, Russo, Giugia, Inserra. All. Pierpaolo Alderisi
  • A rbitro: Azzaro di Ragusa (Caico e Giambrone di Agrigento)
  • N ote: partita sospesa al 33' per mancanza del numero regolamentare di giocatori dell'Enna.
 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci