Il Città di Messina vince 3-0 sul campo dell'Aquila Caltagirone: Giardina, Buda e Assenzio.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Tuesday
Oct 16th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Eccellenza Archivio Eccellenza 2011/12 Il Città di Messina vince 3-0 sul campo dell'Aquila Caltagirone: Giardina, Buda e Assenzio.

Il Città di Messina vince 3-0 sul campo dell'Aquila Caltagirone: Giardina, Buda e Assenzio.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Adesso sono quattro i punti di distacco del Città di Messina dalla diretta rivale il Ragusa fermata in casa del Modica. Sono bastati poco meno di 45’ ai ragazzi di mister Rando per mettere a tacere i padroni di casa dell’Aquila Caltagirone: Giardina, Buda e Assenzio i giustizieri dei calatini.   Il Città di Messina gioca un gran calcio e centra la vittoria numero 13 in 14 gare di campionato.   Numeri eccezionali: 40 punti conquistati, 35 gol realizzati e appena 3 subiti, porta inviolata da oltre sette incontri e nessun gol subito finora nelle partite esterne di campionato.

La partita: Il Città si presenta a Caltagirone privo degli infortunati Camarda, Bombara e Marchese, oltre a che ha dato forfeit a pochi minuti di scendere in campo. Sono i peloritani a prendere subito il pallino del gioco in mano:  al 4’ Buda lancia Fugazzotto che calcia da fuori ma trova la risposta in due tempi del portiere Scacco. L’Aquila Caltagirone replica al 9’ con il tiro ravvicinato di Alma che si perde di poco a lato. Al 16’ Pirrotta è travolgente sulla destra, supera un avversario e tocca fuori per Giardina che, appostato al limite dell’area, calcia di prima intenzione trovando l’angolino basso alla destra del portiere. Al 23’ il raddoppio: ancora Pirrotta sforna un bel cross da destra, sul pallone si avventa Buda che anticipa il proprio marcatore e di testa gira in rete. . Al 31’ arriva il 3-0: Assenzio recupera un pallone a centrocampo, va via di forza, si presenta davanti a Scacco e lo batte con un tocco preciso: per il capitano si tratta della quinta rete in campionato.  I padroni di casa, annichiliti dallo strapotere degli avversari, provano a rientrare in partita al 35’ ma il colpo di testa di Fabio Testa non inquadra la porta.

Al 47’ ancora  di Fabio Testa finisce sul palo, sulla ribattuta lo stesso attaccante si presenta davanti a Di Dio che respinge la sua conclusione ravvicinata ma l’arbitro ravvisa un’irregolarità del portiere e assegna un rigore alquanto dubbio. Dal dischetto va Santangelo che spara alto. Si va così al riposo con il Città di Messina in vantaggio per 3-0. Al rientro in campo la musica non cambia con il Città di Messina che ha in più di una occasione di poter incrementare il risultato: Al 18’ sinistro di Fugazzotto da posizione defilata neutralizzato da Scacco. Al 68’ Cucè, servito da Fugazzotto, calcia da buona posizione ma non inquadra il bersaglio. Un minuto più tardi Fugazzotto va al tiro due volte da buona posizione ma prima il portiere e poi il difensore Buttiglieri sulla linea gli negano la gioia del gol.  Al 82’ il Città colpisce il palo con Fugazzotto , ultimo sussulto prima della  quiete.

Aquila Caltagirone    0   Città di Messina  3

  • Marcatori :   16’  Giardina, 23’ Buda, 31’ Assenzio.
  • Aquila Caltagirone: Scacco, Famà, Benefico, Santangelo, Buttiglieri (36’ st Giarratana), M. Testa, Longobardi (28’ st Lupica), Cilio (21’ st Buscemi), F. Testa, Brancacci, Alma. Allenatore: Angelo Ivan Di Dio.
  • Città di Messina: Di Dio, Cappello, Fragapane, Cucè, Cordima, Frassica, Pirrotta (20’ st Berti), Assenzio (34’ st Campanella), Fugazzotto, Giardina, Buda (31’ st La Rocca). Allenatore: Pasquale Rando.
  • Arbitro: Davide Miele di Torino.
    Assistenti
    : Giorgio Polimeni e Antonino Torre di Acireale.
  • Ammoniti: 3’ Giardina, 32’ Buttiglieri, 40 Longobardi, 14’ st Famà..
 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci