Milazzo super! Battuto l'Acireale, la vetta solitaria è sua

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Tuesday
Jun 19th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Eccellenza Archivio Eccellenza 2008/09 Milazzo super! Battuto l'Acireale, la vetta solitaria è sua

Milazzo super! Battuto l'Acireale, la vetta solitaria è sua

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Una fase di gioco Milazzo - Acireale.MILAZZO - Cominciamo dal pubblico. Che spettacolo vedere un “Grotta Polifemo” così. La tribuna coperta, finalmente riaperta, era quasi strabordante. Tifosi meravigliosi, appassionati e quant'altro. Ad incitare la squadra per tutti i novanta minuti. Stadio da altre platee con gli oltre trecento supporters acesi encomiabili per sostegno e attaccamento ai colori granata. In totale toccate le 1200 presenze. E la partita? Beh sembrava un match di serie D, almeno. Formazioni speculari e Acireale che nei primi venti minuti sembra tenere meglio il campo. Forse i rossoblù hanno pagato un po' l'inesperienza a certe gare. Ma superato l'impatto poi è stato solo Milazzo. O quasi. Chiedere ad Agostino Di Dio che tranne qualche tiro quasi di alleggerimento dalla lunga distanza non ha corso pericoli. La prima occasione è per i mamertini con Michele Di Napoli che non aggancia un corner del solito capitan Camarda. L'Acireale tiene bene il campo, solito fraseggio con tanti uomini avvezzi ad altre categorie, su tutti il fischiatissimo ex Carmelo Bonarrigo. Ma che la partita il Milazzo la potesse vincere lo si è capitano verso la metà del primo tempo. Quando in cinque minuti prima Camarda, direttamente da calcio piazzato, e Tindaro Calabrese trovano pronto all'intervento uno strepitoso Greco. La prima frazione si chiude con un'occasionissima per i granata ma Corbino smarcato da Bonarrigo non aggancia e l'azione sfuma. Nella ripresa si ripresentano gli stessi effettivi, ma i mamertini sembrano più agguerriti. Al 4', però, è Orofino a scaldare i guanti di Di Dio. Ma al 10' arriva il gol. E' il milazzese doc, il gigante buono, Peppe Orioles a trovare il guizzo vincente a due passi dal portiere acese e portare in vantaggio i rossoblù. Il “Grotta Polifemo” esplode, diventa un'autentica bolgia. I tirrenici ci credono. Chi si aspettava, invece, la cruenta reazione degli ospiti rimane deluso. Solo una punizione di Bonarrigo controllata a terra da Dio. Poi l'altro gol. Ancora dagli sviluppi di un piazzato è il difensore-goleador Emanuele Frassica a metterci lo zampino e trafiggere Greco per il 2 a 0. Poi nulla più. Un'autentica festa al triplice fischio del signor Giovani di Grosseto. Un abbraccio tra i supporters e la squadra e una sola dedica: a Umberto che da lassù avrà visto la sua squadra battere l'Acireale in questo big-match della penultima giornata d'andata in Eccellenza e avrà anch'egli festeggiato...
Mercoledì altro appuntamento importante per i mamertini. Al “Grotta Polifemo” arriva l'Enna nella gara valevole per il ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia. Serve un'impresa. Bisogna ribaltare il 2 a 0 subito al “Gaeta”. Sarà difficile ma questa squadra ci ha abituato a tutto. E non è un caso che a siglare i due gol di oggi siano stati Frassica e Orioles, due ragazzi umili che lottano e non mollano mai. Come gli altri. Da Santamaria a D'Arrigo ad un monumentale Michele Di Napoli e ancora i giovani Lo Presti e Fleri, passando per il bomber Calabrese e capitan Camarda, senza dimenticare Di Dio e il combattivo Cipriano. Bravi tutti, insomma, e bravo soprattutto a quello stratega che risponde al nome di Antonio Venuto...

MILAZZO- ACIREALE 2-0
Milazzo:
Di Dio, Lo Presti, Fleri, D'Arrigo, Di Napoli, Frassica, Santamaria, Orioles, Calabrese, Camarda, Cirpiano (81' Balastro). A disposizione: Frazzica, Molino, Pettinato, Salmeri, Venuti, Impalà. All. Venuto.
Acireale: Greco, Ville, Bognanni, Privitera, Scalia, Perricone, Martelli, Orofino (67' Messina), Corbino, Bonarrigo (81' Delle Vedove), Consoli (67' Rametta). A disposizione: Plastini, Mastronardi, Cipolla, Grosso. All. Zampollini.
Arbitro: Giovani di Grosseto. Ass. Bilardello di Marsala e Cascio di Palermo.
Reti: 55' Orioles, 66' Frassica.

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci