Il Trappitello retrocede in Prima Categoria: fatali i rigori 5-3 in favore dell'Aci S. Filippo.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Friday
Nov 24th
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Promozione Archivio Promozione 2010/11 Il Trappitello retrocede in Prima Categoria: fatali i rigori 5-3 in favore dell'Aci S. Filippo.

Il Trappitello retrocede in Prima Categoria: fatali i rigori 5-3 in favore dell'Aci S. Filippo.

E-mail Stampa PDF

Il Trappitello retrocede in Prima categoria. E’ il  verdetto dei calcio di rigore, dopo che i primi novanta minuti regolamentari erano finiti 2 a 2 e i due tempi supplementari sull’1 a 1. Si è passati alla “roulette” dei calcio di rigore che alla fine  grazie al penalty mancato di Charlie Famà, il numero tre in seguenza, spiana la strada agli ospiti dell’Aci San Filippo che festeggiano la vittoria e la permanenza in mezzo ad un fiume di tifosi.

E dire che il Trappitello giocando in casa si giocava le maggiori “chance” rispetto agli avversari, ma una giornata di pioggia battente e di freddo ha di fatto azzerato questo piccolo vantaggio  psicologico. Il campo ha messo poi alcuni episodi come  le reti che stoppavano il precedente vantaggio  e le quattro espulsioni dei giocatori: la prima di Spina per gli ospiti,e, a seguire le tre del Trappitello: Scalora, Tavilla e La Guzza, sono apparsi troppo eccessive per un clima tutto sommato sereno e sportivo, senza contare quella dell’allenatore Aleo, persona di per se molto riservata.

I tiri dagli undici metri quindi, decretano che il Trappitello del presidente Felice Munafò, dopo una stagione non certamente brillante, abbia chiuso il ciclo con una retrocessione. A festeggiare invece, la salvezza i “cugini” del Taormina che si sono imposti per 1 a 0. Una giornata davvero indimenticabile per la storia calcistica taorminese in cui quella metà dell’Eccellenza festeggia, l’altra metà quella trappitellese  esce a testa bassa dal Bacigalupo. Tuttavia va dato merito all’intera squadra e ad elementi come Famà ed Aleo, di aver tenute aperte fino all’ultimo istante le speranze di salvezza.

I GOL: Al 21’ Papa in diagonale sblocca il risultato. Al 33’ Famà, si fa trovare pronto e pareggiare. Neanche il tempo di gioire che Catania, esce la freccia e passa direttamente su punizione. Al 74’ risponde Aleo, con un tiro che gonfia la rete. Si va ai supplementari e al 98’ Papa si ripete con una doppietta. Al 115’ risponde il solito Famà che li accompagna ai rigori. Dal dischetto, però, fallisce.

Calci di Rigore:

  • Aci S. Filippo: Papa, Toscano, Maiolino, Puglisi, Catania.
  • Trappitello:  Giglio, Monforte, Aleo.

Trappitello    (3)  3         Aci S. Filippo  (3)  5

Marcatori: 21’  98’  Papa, 33’ Famà, 35’ Catania, 74’  Aleo,  115’ Famà.

Trappitello: Scrivano 6, Scalia 6, Giglio 6, Monforte 6, Micari 6 (108’ Trefiletti s.v.), Tavilla 6,5, Foresta 6,5, La Guzza 6, Famà 7, Aleo 7, Aiello s.v. (12’ Giuffrida s.v. 46’ Scalora 6,5). All. Aiello.

Aci S. Filippo: Mazzola 6, Puglisi 6, Pavone 6, Sampini 5,5, Spina 6, Toscano 6, Catania 6,5, Maiolino 6, D’Arrigo 6,5 (84’ Scamporrino s.v.), Papa 7, Boncaldo 6. All. Reale.

Arbitro: Riso di Enna. Ass. Pintus e Buontempo di Caltanissetta.

Esplusi: 80’ Spina,  93’ Scalora, 120’ Tavilla e La  Guzza

 




Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci