"un punto che fa morale e classifica" questa l'opinione del Taormina Calcio dopo il 2-2 contro il Santa Croce.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Monday
Sep 24th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Eccellenza Archivio Eccellenza "un punto che fa morale e classifica" questa l'opinione del Taormina Calcio dopo il 2-2 contro il Santa Croce.

"un punto che fa morale e classifica" questa l'opinione del Taormina Calcio dopo il 2-2 contro il Santa Croce.

E-mail Stampa PDF

Non fa drammi l’allenatore del Taormina Santo Giuffrida  per il pareggio casalingo nell’ultima gara di campionato ottenuto in rimonta sulla compagine del Santa Croce. Un Taormina dai due volti, sbadato nel primo tempo, rabbioso nella ripresa. Ne viene fuori un 2-2 che, per com’è arrivato, può anche andar bene.

- Santo Giuffrida:  “Sapevamo che il Santa Croce è una buona squadra non posso neanche rimproverare granché ai miei giocatori: in questo momento basta che arrivi un pallone in area e pendiamo goal, oggi su due errori tutto sommato veniali. Rimontare dallo 0-2 non era facile, specie per una squadra come la nostra che ha un organico ridotto all’osso per via dei tanti infortuni”.

A proposito di infortuni, Filistad si è fermato durante il riscaldamento, per un dolore muscolare? “Mi sono ritrovato costretto a spostare Sturiale in mezzo e Catania in difesa – conclude Giuffrida – Ma comunque, è andata così: prendiamo questo punto speriamo di riavere al più presto l’organico al completo”.

Se la partita si è riaperta il merito è anche dell’intuizione di Giuffrida che ha messo dentro Prestipino, bravo a servire a Emanuele l’assist dell’1-2.

- Il centrocampista Emanuele: “Marcantonio ha fatto un gran lavoro sulla fascia, sulla palla che ha messo in mezzo sono stato bravo io a bruciare sul tempo il difensore e fare goal – spiega il numero 10 peloritano – Ma è stata brava tutta la squadra a credere nella rimonta, abbiamo avuto una grande reazione nella ripresa. Peccato, perché per come s’era messa la partita, alla fine pensavamo anche di poterla vincere”.

- L’attaccante Borbone:  “Sono stato molto fortunato – spiega il bomber biancazzurro – non capita spesso di sbagliare un rigore e avere subito l’opportunità di rimetterla dentro. Se non ci fossi riuscito, sarebbe stata una bruttissima domenica. Abbiamo fatto una grande ripresa, meritando il pareggio. Dal dischetto ho sbagliato io, tirando a metà strada tra il centro e l’angolo: al portiere è bastato alzare una mano per toccarla”.

- Adriano Mannino: “Siamo entrati in campo più convinti, nel primo tempo eravamo rimasti nello spogliatoio, l’ingresso di Prestipino ha cambiato gli equilibri in campo. Prendiamoci questo punto che fa morale e classifica”.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 23 Giugno 2011 07:01 )  



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci