Trappitello un avvio di campionato che non rispecchia le ambizioni della Società

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Wednesday
Dec 12th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Promozione Archivio Promozione 2010/11 Trappitello un avvio di campionato che non rispecchia le ambizioni della Società

Trappitello un avvio di campionato che non rispecchia le ambizioni della Società

E-mail Stampa PDF

E’ da dimenticare al più presto questo inizio di campionato per il Trappitello del Presidente Felice Munafò, una squadra davvero irriconoscibile che cede le armi anche nella seconda gara casalinga. Nessuno avrebbe mai pensato che nelle prime tre gare di calendario di cui due sono state in casa, avrebbero fruttato zero punti. Un po' poco per le ambizioni che la dirigenza aveva espresso all'inizio della stagione agonistica.

Il Trappitello si ritrova adesso in classifica con un punto che, di fatto, non fa morale per l'ambiente e poi vede al tempo stesso le dirette concorrenti avanzare nelle parti alte della classifica. In questa settimana che si apre mister Giancarlo Fichera e i suoi giocatori devono chiudersi nello spogliatoio e guardarsi in faccia e chiarire, una volta per tutte, le idee e che cosa vogliono da questa annata. L'organico che il presidente  Munafò e il direttore generale Sterrantino (dimissionario?) hanno messo su è di ottimo livello con potenzialità enormi di crescita per poter primeggiare nel girone C, ma si deve decidere la strada da intraprendere.

I vari Belfiore, Mangano, Peri, Di Prima possono fare la differenza ma devono essere messi in grado di dare il loro contributo tecnico e atletico. In queste due gare interne al Bacigalupo, il Trappitello è apparso in cerca di una propria identità e le sole prodezze balistiche del talento naturale Graziano Peri, non possono mica colmare il divario con il resto del gruppo. La squadra comunque sta acquisendo nelle gambe quei 90' minuti in dispensabili a costringere gli avversari a tenere sotto pressione la propria retroguardia. Per i biancazzurri, insomma, un ciclo negativo da abbandonare per uno migliore.

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci