Play-Off: Il Taormina contro la Spar: molta cautela nella dirigenza.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Wednesday
Sep 20th
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Promozione Archivio Promozione 2009/10 Play-Off: Il Taormina contro la Spar: molta cautela nella dirigenza.

Play-Off: Il Taormina contro la Spar: molta cautela nella dirigenza.

E-mail Stampa PDF

C'è molta cautela nelle dichiarazioni del presidente e dell'allenatore del Taormina alla vigilia del primo incontro dei playoff di Promozione. I biancoazzurri negli anni scorsi erano arrivati diverse volte ad un passo dal salto di categoria e brucia ancora la sconfitta patita a Caltanissetta ai rigori due anni fa. Oggi l'ambiente è molto più sereno, il Taormina in virtù del terzo posto in classifica giocherà la partita contro la Spar (quarta classificata) al Bacigalupo, ma questo non sembra un vantaggio per il trainer Santo Giuffrida.

«Se avessimo giocato su terra battuta sarebbe stato sicuramente peggio, ma affrontare una squadra già abituata a giocare sull'erba non ci darà il vantaggio che qualcuno può ipotizzare- dice il tecnico».La squadra in questi giorni si è allenata regolarmente, senza disputare ulteriori partite amichevoli. «La preparazione è stata quella consueta e abbiamo cercato di non caricare troppo di responsabilità i giocatori –dice ancora Giuffrida - è una partita aperta ad ogni risultato e ci vuole comunque molta fortuna, ma è anche importante entrare in campo con lo stato d'animo adatto, proprio per non fare errori dovuti all'eccesso di tensione».

Il Taormina in campionato contro la Spar ha perso in maniera rocambolesca all'andata. In vantaggio di due gol a 20' dalla fine, i biancoazzurri furono raggiunti e superati per 3-2 in un finale grottesco. Proprio dopo quella partita la dirigenza decisa di congedare l'allenatore Musumeci e di cercare un nuovo tecnico. Al ritorno fu un pareggio a reti inviolate, ma il Taormina sa bene che la Spar è una squadra forte, capace di ogni risultato su qualsiasi campo. «È una roulette – conclude Giuffrida - in 90' si decide tutto e non bisogna sbagliare niente».

Il presidente Zuccalà, che aveva cullato il sogno di una rimonta per arrivare anche al primo posto, questa volta per scaramanzia non si avventura né in previsioni né in speranze. «Dovremo combattere fino alla fine ed esprimere quel bel gioco che abbiamo mostrato in molte occasioni – dice Zuccalà -. Il resto lo vedremo in campo, ma sappiamo di dover affrontare un avversario molto valido e agguerrito». Il dirigente sottolinea che il Taormina ha avuto l'attacco più prolifico dei campionati di Promozione e di Eccellenza in Sicilia. «Oltre a questo titolo simbolico dobbiamo anche ricordare che Totaro è stato il capocannoniere del girone con 20 reti, pur arrivando in squadra a fine ottobre e saltando tre partite per squalifica. Una ulteriore dimostrazione che il Taormina ha giocato sempre a viso aperto in cassa come in trasferta».Al termine dell'allenamento di ieri è stato confermato che tutti i giocatori sono pronti per la sfida. Mancherà solo Borbone, in rapido miglioramento dopo l'infortunio nell'ultima di campionato.

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci