Atletico Aldisio: "Tanto rammarico per il traguardo non raggiunto, ma consapevoli di aver dato tutto", le parole di mister Marcello Giliberto.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Monday
Jun 17th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home 3^ Categoria Atletico Aldisio: "Tanto rammarico per il traguardo non raggiunto, ma consapevoli di aver dato tutto", le parole di mister Marcello Giliberto.

Atletico Aldisio: "Tanto rammarico per il traguardo non raggiunto, ma consapevoli di aver dato tutto", le parole di mister Marcello Giliberto.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

L’Atletico Aldisio chiude la stagione con il pareggio (2-2) nella semifinale play-off sul campo del Riviera Nord, una stagione tutto sommato si può considerare positiva per la compagine peloritana allenata dal giovane tecnico Marcello Giliberto unica formazione capace di battere per due  volte la capolista Atletico Pagliara, lottando per gran parte del campionato per il primato, poi se così possiamo dire un calo più mentale che fisico nell’ultimo mese che hanno fatto scivolare dal secondo al quinto posto alla fine della regular season del campionato di Terza Categoria.

Tanto rammarico per il traguardo non raggiunto, ma consapevoli di aver dato tutto – ci ha dichiarato l’allenatore dell’Atletico Aldisio – un giovane tecnico 35enne messe le scarpette al chiodo per problemi fisici alla schiena che lo hanno indotto a lasciare il terreno di gioco anzitempo, ma la sua voglia, la sua passione, l’aria che si respirava negli spogliatoi gli sono rimaste dentro il suo DNA,  momenti vissuti indossando le maglie del Gescal, Nuova Gazzi e Uragano Cep.

Il lavoro lo porta a lasciare Messina per il Friuli, ma il suo amore verso il calcio rimane sempre nel suo cuore, ecco che appena rientrato nella sua terra, inizia la sua esperienza nei campionati amatoriali cittadine, provando anche nell’esperienza del Calcio a 5, ma a lui mancava l’aria che durante, ma soprattutto la domenica si respirava negli spogliatoi di una squadra a calcio a 11. Tutt’altra cosa!! Ecco che nel suo percorso s’imbatte l’Atletico Aldisio, la scorsa stagione come dirigente,  nell’ultima stagione in panchina con tanto di patentino conseguito in estate nel corso di allenatore tenutosi a Messina con gente del calibrò come l’ex giocatore dell’Acr Messina Alessandro Parisi.

Questo in sintesi il percorso dell’allenatore Marcello Giliberto che ha guidato è portato alla disputa della semifinale play-off l’Atletico Aldisio con il sogno svanito della finalissima per il salto di categoria.

Proprio dalla semifinale persa inizia la nostra chiacchierata con l’allenatore peloritano, allora mister un risultato che vi ha lasciato tanta amarezza?  “Assolutamente c’è tanta amarezza per non a vere raggiunto il traguardo, c’è l’abbiamo messa tutta, abbiamo giocato un’ottima gara, purtroppo il 2-2 non ci ha premiato”.

Il risultato del campo vi ha condannato avevate un solo risultato disponibile la vittoria, non ha nulla da rimproverare ai suoi ragazzi?I ragazzi hanno dato l’anima per tutti i 90’ credendoci fino alla fine riuscendo per ben due volte a portarsi in vantaggio, poi se vogliamo senza alcuna polemica, ci è stato annullato un gol regolare su punizione diretta, pur giocando un’ottima gara ci siamo dovuti arrendere consapevoli di aver dato il massimo”.

Voi avete concluso il campionato in quinta posizione, ma siete stati in lotta per il primo posto per un certo periodo poi il calo nell'ultimo scorcio di campionato cosa è successo?E’ vero siamo stati per gran parte in lotta con l’Atletico Pagliara che non ha mollato mai,  vincendo entrambe le gare. Secondo me non c’è stato un calo fisico, ma una questione mentale di appagamento soprattutto dopo la vittoria sul campo dell’Atletico Pagliara, nell’ultimo mese su sette incontri abbiamo subito cinque sconfitte che ci fatto perdere delle posizioni in classifica. Il mio rammarico non è stata la posizione finale in campionato, ma la finale mancata, questa la mia amarezza”.

Possiamo dire un campionato positivo, con un primato particolare siete stati l'unica squadra a battere per due  volte l'Atletico Pagliara?Un risultato prestigioso, l’orgoglio di aver battuta la capolista ma non ha portato alla vittoria finale”.

In vista della prossima stagione diciamo che sta smaltendo le tossine accumulate durante la stagione? “Una stagione sportiva pesante in tutti i punti di vista, un ruolo a 360 gradi, adesso mi riposo e ricaricare le batterie”.

Pensando alla prossima stagione la Società sta pensando ad un eventuale ripescaggio? “Questo non sta a me deciderlo ma spetta alla Società, non so qual è l’intenzione, ovviamente ancora è prematuro parlare del futuro, quello che posso dire l’Atletico ha i titoli per fare domanda di ripescaggio, oltre alla semifinale play-off abbiamo vinto anche la Coppa Disciplina”.

Di Mimmo Muscolino

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci