Storico traguardo la Valdinisi in Serie C2...il sogno diventa realtà.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Monday
May 20th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Calcio a 5 Storico traguardo la Valdinisi in Serie C2...il sogno diventa realtà.

Storico traguardo la Valdinisi in Serie C2...il sogno diventa realtà.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Missione Compiuta!! La Valdinisi futsal corona il proprio sogno di “Serie C2” che è arrivata non dalla via principale della vittoria del campionato, ma con la seconda corsia preferenziale della corsa “play-off”. La prossima stagione 2019-20 i colori biancorossi giocheranno per la prima volta in Serie C2, un traguardo storico che parte da lontano, un passo all’indietro di ben quattro anni quando tre amici, tre giovani, tre appassionati hanno deciso di impegnarsi in uno sport quello del calcio a 5 non certo molto praticato non solo in quel di Alì Terme ma nell’intero comprensorio jonico.

Tanti sacrifici, tante delusioni, tante amarezze, hanno lottato anche contro chi non ha creduto in loro, la loro determinazione, la loro voglia, il loro  spirito di creare qualcosa d’importante, la loro caparbietà di dimostrare “c’è la possiamo fare basta crederci” alla fine è prevalso su tutto. Questo per dire che  quello che è successo Sabato pomeriggio (4 Maggio 2019) sul parquet del PalaNebiolo di Messina al termine del triplice fischio finale è merito di questi “tre ragazzi” che hanno coronato il proprio sogno con un’esultanza sentimentale davvero particolare: Giuseppe Pistone, l’ex capitano ma la vera anima di questo successo Antonio Giuseppe Cinturrino, infine lei che ha creduto fortemente in questo progetto, ovvero Liliana Bonfiglio che adesso può dire con profonda gioia.

Ci siamo riusciti…”se un sogno ha cosi tanti ostacoli, significa che è quello giusto Serie C2” questo lo slogan scritto sulle magliette celebrative indossate subito dopo che la coppia arbitrale Luca Sulfaro e Salvatore Panarello hanno sancito con il loro triplice fischio la fine della gara giocata contro la Pro Mende (squadra vincitrice della finale play-off del Girone A). Il merito è loro, ma come non possiamo nominare un certo Nicolò Randisi, oppure Giuseppe Coriglie, per non parlare di Roberto Nucita sempre pronto alla “chiamata” del duo Cinturrino-Bonfiglio, al trascinatore in campo e fuori il capitano Alessandro Aloisi, diciamo tutti i componenti della rosa hanno dato il loro vincente contributo alla famiglia Valdinisi.

Una gara contro i giallorossi di Santa Lucia del Mela giocata intensamente, con la determinazione, con la sagacia perfetta, con la perfetta applicazione tattica preparata dal condottiero di questo gruppo, ovvero Giovanni Pinto. Non è facile arrivare con l’etichetta di un palmares personale di un certo livello, in una Società che ha tanta voglia di imparare e di fare il salto di qualità. Ci è riuscito, la sua caparbietà, la sua esperienza è riuscito a dare quella serenità ai suoi ragazzi soprattutto nei momenti non certi della stagione.

Partire all’inizio della stagione come la squadra da battere, la cosidetta “corazzata”  non è stato facile, i momenti critici ci sono stati, forse la vittoria sul parquet del PalaNebiolo è iniziata quando la Valdinisi vedeva sfumare il primato in favore dell’Akron Savoca, lì si sono buttate le basi per poter trionfare Sabato pomeriggio, anziché mollare è vanificare il tutto, è scatta quella molla di voler conquistare quel traguardo che si chiama Serie C2 che è arrivata con una gara strepitosa contro la Pro Mende.

Non è stato facile superare i ragazzi di mister Cannuni che hanno lottato fino alla fine, dopo un primo tempo equilibrato con entrambe le squadre che hanno creato le loro occasioni (determinanti i due portieri Ilacqua e Vavassori), le occasioni sciupate dal Valdinisi che fallisce due tiri liberi con Burrascano e Ruggeri, alla fine si va all’intervallo sullo 0-0. Al rientro in campo passano pochi secondi ed arriva la prima stoccata biancorossa con Carmelo Ruggeri. Il vantaggio dura poco fatale la magistrale punizione di Giuseppe Mancuso (1-1). Al 40’ arriva il vantaggio della Pro Mende su un micidiale contropiede finalizzato da Giandomenico De Luca. Qui esce fuori la mentalità vincente dei ragazzi di mister Pinto che riescono dopo tre minuti a riacciuffare il pareggio con un’azione di Munafò che trova nella sua traiettoria il tocco vincente di Nicolò Randisi (2-2).

Subito dopo è il portiere biancorosso Vavassori a dare una svolta favorevole al Valdinisi parando la difficile conclusione di Luca Mirabile che dà il via al 46’ al vantaggio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo arriva la stoccata vincente di Ciccio Muzio (3-2).  Sale in cattedra qualche minuto dopo ancora una volta Giovanni Vavassori che riesce a deviare il tiro libero di Mancuso del possibile (3-3). La Pro Mende mette in atto il quinto uomo, la Valdinisi arretra il baricentro ma parte in contropiede che porta al 56’ al gol di Carmelo Ruggeri (4-2).

La squadra di Cannuni non molla  continua nel suo pressing ma viene nuovamente trafitta da un Carmelo Ruggeri davvero scatenato che mette sul piatto d’argento un pallo per Roberto Santamaria che si trova di fronte la porta completamente libera (5-2). Sugli spalti inizia la festa, mentre in panchina si soffre, mancano 4’ alla fine con tre gol di vantaggio, ormai è fatta, invece, la Valdinisi deve ancora sudarsi la vittoria: al 28’ Manna supera Vavassori con il suo destro che va ad infilarsi sotto l’incrocio. Non ancora finita, un minuto dopo è ancora Manna ad andare a segno (5-4) con la gara che si riapre. Ultimo giro dell’orologio al cardiopalmo sugli spalti e sul parquet alla fine arriva l’urlo liberatorio dei giocatori  biancorossi: la festa può iniziare la Valdinisi è in Serie C2.

Chi sono i protagonisti di questa storica promozione:

Portieri: Giovanni Vavassori, Giuseppe Coriglie e Nunzio Conte.

Difensori: Salvo Di Bella, Giuseppe Mazzaglia, Nicolò Randisi, Simone Saida.

Laterale: Rosario Lo Giudice e Francesco Muzio.

Centrale: Claudio Burrascano, Marco Roma, Roberto Santamaria e Danilo Munafò.

Pivot: Antonio Vera e Alessandro Aloisi.

Attaccante: Carmelo Ruggeri.

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci