La Jonica ritorna sconfitta da Milazzo (2-1), non basta la reazione nella ripresa con il rigore di Cardia.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Tuesday
Jan 22nd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Eccellenza La Jonica ritorna sconfitta da Milazzo (2-1), non basta la reazione nella ripresa con il rigore di Cardia.

La Jonica ritorna sconfitta da Milazzo (2-1), non basta la reazione nella ripresa con il rigore di Cardia.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Che dire, prendere un gol dopo due minuti di gioco, spezza le gambe ad ogni squadra, quello che è successo alla Jonica nella prima gara del 2019, nonché prima di ritorno in quel di Milazzo. Stesso punteggio della gara di andata (2-1) però questa volta in favore dei mamertini di mister Pasquale Ferrara (oggi in tribuna per squalifica).

Continua il momento negativo della Jonica che inizia con un’altra sconfitta anche il 2019 non pervenuta nella prima frazione, poi la reazione nella ripresa  che porta al gol su rigore di Cardia. Adesso la situazione si fa sempre più critica, ma nulla è ancora perduto, adesso bisogna concentrarsi sulle tre prossime gare casalinghe per poter uscire dal limbo della zona rossa.

Primo Tempo: Nemmeno il tempo di prendere le relative misure che il Milazzo si portano in vantaggio: su una ripartenza La Piana dalla destra calibra un perfetto  traversone a tagliare la difesa con il colpo di testa d’anticipo  vincente di Pino che brinda il suo esordio con la maglia rossoblù. Brutto colpo per la Jonica colpita a fredda, tenta a carburare per entrare in partita, all’8’ rischia di capitolare ancora su un’iniziativa di Franchina con una conclusione calibrata che mette fuori causa Vittorio, ma la sfera sorvola di poco la traversa.  Prima di andare sotto, la compagine jonica nel primo giro dell’orologio reclama un calcio di rigore per atterramento di Savoca con l’arbitro che fa proseguire, proprio sulla ripartenza il vantaggio del Milazzo.

La Jonica sembra stordita ancora dal gol a freddo subito, è incapace di porre freno alle sfuriate dei locali che mettono il timbro alla loro supremazia territoriale al 12’: Alosi verticalizza per La Piana dalla destra mette out il giovane Manuli, poi calibra un perfetto traversone sul palo opposto per la testa di Petrullo che “brinda” al suo primo gol in maglia rosso-blù.

In dodici minuti, il Milazzo mette già un’ipoteca alla vittoria finale, la Jonica cerca di reagire, lo fa al 20’ su un calcio piazzato dal limite di  Martines, ma trova i guantoni del portiere Lo Monaco, ex di turno.

Il Milazzo gioca in scioltezza, al 22’ con il neo acquisto Abbate su suggerimento di Petrullo impegna Orazio Vittorio che devia in angolo. La Jonica non c’è, non riesce ad uscire dal tunnel iniziale, intanto fra le file dei padroni di casa al 32’ l’autore del gol è costretto ad abbandonare il terreno di gioco per infortunio, al suo posto mister Ferrara inserisce Ancione che si fa subito notare offrendo un ottimo assist ad Abbate che  manda di poco sopra la traversa. La Jonica si fa vedere  con Alessio Savoca ma l’ex di turno il portiere Lo Monaco blocca.

Arriva il 3-0 del Milazzo…l’arbitro annulla: Al 38’ i padroni di casa vanno di nuovo in rete, pericolo che arriva dalla destra con Franchina che pennella al centro per l’inserimento di Longo che appoggia nella porta sguarnita. Il direttore di gara annulla per un presunto fallo di Pino su Loria. Il finale di tempo vede un tentativo di Cardia dalla distanza senza pericolo per la porta di Lo Monaco.

Secondo Tempo: Al rientro in campo si presenta in campo con Dadone e Gaeta al posto di Uscenti e Bartorilla, modificando l’assetto tattico con l’arretramento di Martines al fianco di  Herasymenko.  Con un baricentro più propositivo la Jonica cerca di recuperare lo svantaggio, al 57’ cross dalla sinistra di Savoca per Herasymenko che non riesce ad incidere sulla deviazione.

Scontro Herasymenko-Pino con quest’ultimo costretto a lasciare il terreno di gioco, al suo posto mister Ferrara manda in campo il giovane Mario Cambria.

Rigore concesso alla Jonica: Siamo al 66’ azione di Ferraro per Dadone con Marino che commette fallo per l’arbitro che decreta il calcio di rigore. Dagli undici metri trasforma Cardia.

Adesso la Jonica  crede alla rimonta, il Milazzo soffre mister Ferrara cambia modulo dentro Antonuccio per Presti spostando Longo sulla mediana.  Al 75’ punizione dalla sinistra  di Cardia con colpo di testa di Martines. Il pressing finale della squadra di mister Mimmo Moschella non porta al pareggio, la Jonica esce sconfitta dal Salmeri di Milazzo.

1937 Milazzo    2        Jonica FC

Marcatori: 2' Pino, 12' Petrullo, 64' Cardia su rigore.

1937 Milazzo : Lo Monaco, Russo, Marino, Alosi, Franchina, Presti (80' Antonuccio), Pino (61' Cambria), Longo, Petrullo (30' Ancione), Abbate, La Piana (92' Piccolo). All: Pasquale Ferrara.

Jonica FC: Vittorio, Loria, Manuli, Herasymenko, Martines, Bartolilla (46' Gaeta), Uscenti (46' Dadone), Ferraro, Savoca (90' La Forgia), Cardia, Saglimbeni (70' Gazzè). A disposizione: Rizzo, Turiano, Maimone, Smiroldo, Puglisi. All: Mimmo Moschella

Arbitro : Andrea De Francesco di Messina. Assistenti: Michele Ciappa di Caltanisetta e Marco Chillè di Messina.

Ammoniti: Cambria, Ancione e Longo (Milazzo), Herasymenko (Jonica).

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci