Vigor Itala esagerata, suona la nona sinfonia: nove reti all'Ulisse Rometta.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Tuesday
Jan 22nd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Calcio a 5 Vigor Itala esagerata, suona la nona sinfonia: nove reti all'Ulisse Rometta.

Vigor Itala esagerata, suona la nona sinfonia: nove reti all'Ulisse Rometta.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Dopo due sconfitte consecutive in  trasferta, la Vigor Itala ritorna al successo chiudendo il 2018 con una sinfonia di reti sul campo dell’Ulisse Rometta. Protagonista in assoluto l’inossidabile, recuperato in tempo di record “lo squalo” Orazio Stracuzzi (tripletta), supportato dalle doppiette di Bagnato e del giovane Salvatore La Fauci, poi i gol di Muscolino e il Paloschi italese Emanuele Curatola, al primo pallone toccato sigla l’ottava rete italese.  Risultato finale: la Vigor sfarina l’Ulisse Rometta rifilandogli ben nove reti. Un successo che vale il terzo posto in classifica (13 punti), a tre punti dalla capolista Meligunis Lipari.

Primo Tempo: L’Ulisse Rometta ha saputo opporre soltanto una flebile resistenza durata poco più di 10 minuti, in cui le squadre si sono studiate. All’11  l’incrocio dei pali di Bagnato su punizione è il preludio al gol, realizzato dallo stesso Bagnato con un preciso destro sotto la traversa che vale lo 0-1 per la Vigor.

Lo 0-2 porta la firma di Muscolino abile a depositare in rete il delizioso assist del baby Salvatore La Fauci. Lo 0-3 porta la firma del solito squalo Orazio Stracuzzi, recuperato a tempo di record dall’infortunio muscolare rimeditato la settimana precedente, sigla su punizione il triplo vantaggio dei bianco blu allenati dalla coppia in panchina Mattina-Lania.

Lo 0–4 è opera ancora di Stracuzzi che da tiro libero trasforma con freddezza, rivelandosi sempre più un cecchino da calcio piazzato.  Lo   0-5 di Bagnato da fuori area con una sassata sotto la traversa porta le due compagini negli spogliatoi per l’intervallo.

Secondo Tempo: Al rientro la squadra di casa spinge sull’acceleratore per cercare di accorciare le distanze ma senza riuscirvi, allora in contropiede la Vigor del presidente Foti trova uno 0-6 tennistico ad opera del talentino La fauci Salvatore che brasileggiando sulla fascia salta la retroguardia romettese, portiere compreso e deposita in rete.

0-7 è ancora opera di Stracuzzi innescato dal lancio del portiere Salvatore Marzo che brucia sul tempo La retroguardia tirrenica. Girandola di cambi per tutte le due squadre, dalla quale esce Emanuele Curatola che all’esordio in campionato ricordando un Paloschi d’annata al primo pallone toccato salta netto il portiere e sigla lo 0-8.

L’Ulisse Rometta trova con un pallone beffardo l’1-8 con Bambino. L’azione successiva porta La Fauci Salvatore ancora a dribblare due uomini del Rometta e di suola eludere l’intervento del portiere e segnare l’1-9. Il 2-9 finale arriva poco dopo con un destro di Saraniti favorito da un rimpallo in area italese.

La Vigor Itala ha meritato il successo sotto ogni profilo: fluida la manovra, fantasiosa la mente, veloci le gambe. È affiorato soprattutto il desiderio di passare una mano di vernice sulle sconfitte patite nelle ultime due  trasferte, contro Atene e Camaro, in cui sono pesate come una spada di Damocle le assenze per squalifiche ed infortuni di tanti elementi di spicco.

Adesso che la squadra è quasi al completo (si attendono i rientri dagli infortuni del capitano D’Alì, dell’estroso laterale Antonio Bitto e dalla squalifica dell’affidabile portiere Mirko Lania) la Vigor consapevole del proprio potenziale punta a recitare un ruolo da protagonista per la promozione diretta in C2.

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci