Il Calcio Furci non si fa sorprendere (4-0) al Linguaglossa chiude il 2018 in testa. Il Riposto vincente al posto d'onore. Il Kaggi espugna Mascali ed è terzo. S. Venerina - Akron sospesa nei minuti finali.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Wednesday
Mar 20th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home 2 ^ Categoria Il Calcio Furci non si fa sorprendere (4-0) al Linguaglossa chiude il 2018 in testa. Il Riposto vincente al posto d'onore. Il Kaggi espugna Mascali ed è terzo. S. Venerina - Akron sospesa nei minuti finali.

Il Calcio Furci non si fa sorprendere (4-0) al Linguaglossa chiude il 2018 in testa. Il Riposto vincente al posto d'onore. Il Kaggi espugna Mascali ed è terzo. S. Venerina - Akron sospesa nei minuti finali.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

La nona giornata del campionato di Seconda Categoria – Girone D – ha definito il podio dell’ultima gara valevole per il 2018: primi della classe il Calcio Furci (20), posto d’onore Riposto Calcio (19), sul terzo gradino il Kaggi (18), ai piedi del podio la Robur (16). Con questa classifica si ripartirà nel 2019  nel rush finale (due gare al termine del girone di andata)  per conquistare il primo, pur simbolico titolo di “Campione d’Inverno”.  Chi taglierà il traguardo?  Bella domanda, in un campionato molto equilibrato, dove a turno hanno “timbrato” il primo posto.

Una cosa al momento è certa, l’ultimo turno ha confermato  come leader il Calcio Furci  che non ha fatto sconti nella gara casalinga (4-0) al fanalino di coda della Civitas Linguaglossa. Un poker di reti che vale il primato in classifica che permette ai ragazzi di mister Peppe Mancuso di chiudere il 2018 a quota 20 punti.

Protagonisti della quaterna due giocatori ex Limina, Ezio Visalli e Lorenzo D’Amico, autori di una doppietta: a salire per primo in cattedra è stato il terzino che al 24’ sblocca il risultato, ad inizio ripresa sigla il raddoppio. Poi cede il testimone a Lorenzo D’Amico, sempre più goleador della squadra che sigla il 3-0 al 70’ e il 4-0 all’85’. Arriva il triplice fischio finale che sancisce la superiorità dei colori giallorossi che chiudono in vetta il 2018 con 20 punti, frutto di 6 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta con 18 reti (secondo miglior attacco) e 9 reti subiti (seconda difesa meno perforata).

Alle spalle dei furcesi il Risposto Calcio che s’impone con il classico punteggio di 2-0 sul sempre ostico campo del Pro Librino. I gialloverdi di Giordano sbloccano il risultato ad inizio ripresa su calcio di rigore decretato per fallo su Iraci. Dagli undici metri trasforma Finocchiaro. I locali reagiscono, il pressing non crea seri pericoli in area ripostese. Nei minuti finali arriva il raddoppio, il neo entrato il giovane Cantarella (2001) supera con un preciso sinistro il portiere di casa.

Dicevamo sul terzo gradino troviamo l’ex capolista Kaggi che va a vincere 3-0 sul campo della Giovanile Mascali Parte subito forte la squadra di mister Giovanni Currò che sblocca il risultato al primo giro dell’orologio con una stoccata vincente di Fabio Castorina. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere, il Kaggi controlla senza affanni il pressing locale con un Valerio Manitta attento a non farsi sorprendere. Il raddoppio arriva al 40’ ancora protagonista Fabio Castorina che parte in slalom fa fuori due avversari, evita l’uscita del portiere è mette in fondo alla rete. Si va al riposo con il Kaggi avanti per 2-0. Nella ripresa il Mascali preme, la gara diventa un po’ nervosa con i locali che rimangono in inferiorità numerica, sugli sviluppi di un corner all’75’  arriva il colpo di testa vincente di Francesco Currò per il 3-0 finale.

La Robur di mister Alessio Camarda vince in casa dell’Acitrezza Calcio, i roburini in vantaggio per 2-0 si fanno rimontare dagli etnei, poi nel finale ci pensa Filippo Saglimbeni a portare tre punti a casa. La compagine del Presidente Carmelino Laganà parte subito forte, già nei primi 10’ si trova sul 2-0, grazie alla rete di Riccobene (4’) e di Alecci (8’). Si mette subito bene la gara per la Robur, verso la mezz’ora però una disattenzione del reparto difensivo permette all’Acitrezza di accorciare le distanze con Cavallaro. Il gol dà animo ai padroni di casa ma non riesco a sfondare. Ci riescono ad inizio della ripresa con il nuovo acquisto Andrea Grasso abile a mettere fuori causa un difensore ospite, poi un perfetto pallonetto che supera in uscita il portiere ospite: 2-2 siamo al 68’.  Tutto da rifare per la Robur che rischia di capitolare sull’insidiosa punizione dal limite di Grasso che fa la barba alla porta. Scampato il pericolo, all’83’ una bella manovra corale porta in vantaggio nuovamente la Robur con Filippo Saglimbeni.

Arriva un’importante vittoria per il Casalvecchio Siculo che chiudi il suo fantastico 2018, il successo mancava da ben cinque partite (3 pareggi e due sconfitte), tre punti che fanno respirare i ragazzi di mister Alessandro Moschella. Alla mezz’ora è  Antonio Spadaro a sbloccare il risultato abile a sfruttare l’assist di Marvin Costa.

Il raddoppio arriva ad inizio ripresa con Massimo Santoro. Il Calcio Lavinaio non è stato a guardare, prima dell’intervallo è andato vicino al pareggio, ma l’esperto Carmelo Miceli compie gli straordinari. Il gol che accorcia le distanze che riapre i giochi arriva a sette minuti dalla fine, rete che porta la firma di Aloisi.

L’ultima gara in calendario nella nona giornata di campionato si giocava in quel di Santa Venerina di fronte la squadra locale e l’Akron Savoca. In sostanza la gara non è arrivata al triplice fischio finale, ovvero al 90’, ma bensì all’ 86’ su decisione intrapresa dal direttore di gara subito dopo il gol del vantaggio dei padroni di casa.

Cosa è successo? Siamo all’85’ sul punteggio di 0-0, il direttore di gara concede un calcio di punizione al S. Venerina all’altezza dei 30 metri. Sulla sfera il bomber di casa Alfio Spina che fa partire un siluro che si stampa sulla traversa, il pallone ritorna in campo, sulla ribattuta è pronto Salvo Pappalardo ad anticipare l’intervento di un difensore savocese è mette in rete. Esultano i locali, mentre i savocesi vanno a protestare nei confronti del direttore di gara che nel battere ciglio cambia idea, alla fine convalida la rete. La protesta dei savocesi si fa più forte, tale atteggiamento ha portato alla fine anticipata dell’incontro. Sul campo la gara è finita 1-0 con altri minuti da giocare, certamente adesso bisogna aspettare la decisione del Giudice Sportivo che deciderà in merito al referto arbitrale.

Adesso il campionato si ferma per la sosta natalizia si ritorna in campo il 6 Gennaio con la penultima giornata con in calendario due derby: Akron Savoca – Calcio Furci e Riposto – Giovanile Mascali.

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci