2^ Cat. - Kaggi e Robur a gonfie vele, il Casalvecchio perde l'imbattibilità con un super Calcio Furci. Pari dell'Akron a Riposto.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Thursday
Nov 15th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home 2 ^ Categoria 2^ Cat. - Kaggi e Robur a gonfie vele, il Casalvecchio perde l'imbattibilità con un super Calcio Furci. Pari dell'Akron a Riposto.

2^ Cat. - Kaggi e Robur a gonfie vele, il Casalvecchio perde l'imbattibilità con un super Calcio Furci. Pari dell'Akron a Riposto.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Non ci sono state sorprese nella seconda giornata del campionato di Seconda Categoria – Girone D che conferma a punteggio pieno la coppia Kaggi e Robur con gli alcantarini che hanno rifilato una quaterna alla compagine etnea della Civitas Linguaglossa (4-1), invece la compagine letojannese nel finale di gara espugna Mascali (2-1).

Perde la sua imbattibilità (24 giornate)  il Casalvecchio Siculo ultimo sconfitta il 14 maggio 2017 sul campo del Città di Antillo (2-1),  perde malamente il derby con il Calcio Furci (3-0). Importante pari dell’Akron Savoca nell’ostica trasferta di Riposto (0-0).  Vittoria (2-1) del Santa Venerina con l’Acitrezza, gara ricca di reti (2-2) tra il Librino e il Lavinaio.

Una giornata all’insegna delle doppiette: La seconda giornata è stata caratterizzata dalle doppiette personali, ben cinque (Pappalardo, Coppola, Castorina, Spina e Di Nuzzo). Unica gara senza gol quella tra Riposto e Akron Savoca, in una giornata dove sono state realizzate 18 reti con l’unica vittoria esterna quella della Robur di mister Alessio Camarda.

Primo derby amaro per il Casalvecchio Siculo…..sorride il Calcio Furci: Al Luigi Papandrea di Furci derby a senso unico vinto dai padroni di casa di mister Peppe Mancuso, un secco 3-0 giallorosso in una gara dove sono stati concessi due rigori (non trasformati dai furcesi), un’espulsione (Ferraro) e un’autogol.

Analizzando i 90’ gara meritatamente vinta dal Calcio Furci con il Casalvecchio rimasto con la testa negli spogliatoi in bambola per l’intero primo tempo con i furcesi che hanno avuto ben due opportunità di sbloccare il risultato su calcio di rigore (il tutto nei primi 25’ di gioco):  al 15’ Visalli viene messo giù con l’arbitro che indica il dischetto, sulla sfera si presenta l’esperto capitano Orazio Giannetto che manda fuori dallo specchio della porta difesa da Miceli.  Il Casalvecchio non si scuote, anzi al 20’ subisce il secondo rigore per fallo di Ferraro su Di Nuzzo. Questa volta dagli undici metri è Lorenzo D’Amico che mette in out.

Scampato il pericolo, il Casalvecchio non si sveglia, anzi rimane in dieci per l’espulsione di Ferraro per fallo su Di Nuzzo, già ammonito non resta altro che prendere la via degli spogliatoi.  Il gol che sblocca la gara arriva su una sfortuna autorete dei casalvetini su tiro di Di Nuzzo la sfera trova la deviazione di Bondì.

Nemmeno il gol subito sveglia il Casalvecchio, nella ripresa è sempre il Calcio Furci protagonista, i casalvetini devono dire grazie a Carmelo Miceli che ha evitato il peggio. Il raddoppio furcese arriva al 58’ con un’azione di Francesco Di Nuzzo da posizione defilata supera Miceli che questa volta si deve inchinare. Il 3-0 lo firma Lorenzo D’Amico con un preciso diagonale.  Il Casalvecchio inesistente si posso contare due conclusioni di Costa e Maggioloti, poi il buio totale con un arbitraggio un po’ pignolo nei confronti dei casalvetini, questo non può essere un’attenuate per la sconfitta che forse è utile per fare ritornare con i piedi per terra i giocatori di mister Alessandro Moschella.

La Robur si conferma vincente, sbanca Mascali: Succede tutto nella ripresa con gol-vittoria nell’ultimo giro di lancette di Filippo Saglimbeni che regala un prezioso successo alla Robur. Una gara dove nel primo tempo le due squadre si sono annullate a vicenda a discapito del bel gioco. Nella ripresa la gara è più dinamica con la Robur che colpisce la traversa è poi passa in vantaggio con Simone Cortese. La reazione locale arriva on Mauro che si presenta a tu per tu con Di Pietro che ci mette una pezza.

Scorcio finale di gara arriva il pareggio della Giovanile con Fichera ben beccato da Mauro. Il pareggio sembrava ormai cosa fatta per le due squadre, invece, i ragazzi di Alessio Camarda trovano la zampata vincente di Saglimbeni per il nuovo vantaggio. Arrembaggio finale che non cambia il risultato.

Il Kaggi impone la legge del Valentino Mazzola….nulla da fare per il Linguaglossa: Troppo evidente il divario tecnico  tra le due formazioni viste oggi sul terreno di gioco, i ragazzi di mister Currò hanno inaugurato l’esordio casalingo in Seconda Categoria con un secco 4-0 maturato nella ripresa. La gara è stata sbloccata al 29’ da Gianluca Manitta, ad inizio ripresa si scatena Castorina che sigla il 2-0, al 60’ fa tris, il poker lo firma il neo entrato Alexandru subentrato a Bonaccorso. Il gol della bandiera  per la Civitas Linguaglossa Antonino Musumeci per il 4-1 finale.

L’Akron Savoca indenne dalla temuta trasferta di Riposto: Con l’entusiasmo alle stelle per il 3-0 alla prima giornata, i savocesi di mister Peppe Mangiò portano a casa un prezioso punto dal difficile campo dell’Asd Riposto Calcio che dopo il successo a Linguaglossa cercava il bis nell’esordio sul campo di casa del Luigi Averna. Alla fine è prevalso il tatticismo delle due squadre, un equilibrio stagnante, un’opportunità per parte nel primo tempo per sbloccare il risultato, alla fine pareggio ad occhiali.

Il Santa Venerina vince il derby delle matricole: Una grande Alfio Spina spettacolare l’azione del secondo gol trascina alla prima vittoria in Seconda Categoria il Santa Venerina che chiude la pratica nei primi 45’ minuti; protagonista Spina che mette a segno uno-due micidiale che stente l’Acitrezza:  prima sblocca il risultato, poi raddoppia alla sua maniera parte  in slalom semina gli avversari come birilli entra in area diagonale che supera l’intervento in uscita del portiere ospite. Il gol dell’Acitrezza arriva nel finale autore Carlo Imperiale, ormai è tardi per riacciuffare il pari.

Divisione della posta nel derby Pro Librino e Lavinaio, a Pappalardo risponde Coppola: Termina in parità il derby etneo tra i padroni di casa del Librino trascinati dal bomber Pappalardo che alla mezz’ora sblocca il risultato. Prima dell’intervallo il Lavinaio pareggia con l’attaccante Rolando Coppola. Ad inizio ripresa è ancora il bomber di casa a riportare in vantaggio il Librino, nemmeno il tempo di godersi il vantaggio, arriva il gol di Coppola che ristabilisce la parità, il 2-2 rimane fino al triplice fischio finale.

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci