L'Antillese affida il progetto giovanile a mister Carmelo Di Bella, un "manager" a tutto campo.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Saturday
Aug 18th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home 1^ Categoria L'Antillese affida il progetto giovanile a mister Carmelo Di Bella, un "manager" a tutto campo.

L'Antillese affida il progetto giovanile a mister Carmelo Di Bella, un "manager" a tutto campo.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Come cambia in poco tempo una realtà sportiva di un paese quando tutte le energie, le risorse umane ed economiche vanno indirizzate tutte nelle stessa direzione. Spesso fare sport, anzi creare una Società che permetta ai giovani di praticare le proprie attività ad inizio di ogni progetto è la base trainante dell’intero movimento.

La voglia dei vari dirigenti che hanno come obiettivo primario, in gran parte è rivolto solo alla prima squadra, con il passare del tempo il progetto “giovani” viene lasciato al proprio destino, anzi in certi casi il settore giovanile viene svolto senza nessuna programmazione né societaria che tecnica. La colpa di chi è? Assenza di tecnici preparati, ma soprattutto le carenze degli impianti sportivi (ancora la maggior parte delle nostre strutture della riviera jonica sono in “terra battuta”), un binomio che fa naufragare ogni bellicosa iniziativa, non è il caso di Antillo.

Qualsiasi pratica sportiva, nel nostro caso specifico è il “calcio” ma vale anche per gli altri sport dalla pallavolo, al basket, dal tennis, all’atletica leggera, ecc… il concetto non cambia: lo sport non è solo un semplice passatempo, qualche ora di svago, ma è un mezzo di crescita, un’attività educativa per eccellenza che permette ai “giovani” di crescere è raggiungere la maturità sportiva è personale.

Per fare tutto ciò occorre programmazione, un progetto educativo che consenta ai giovani di praticare sport nel segno del divertimento con una prospettiva futura di essere linfa vitale di ogni  prima squadra.

Una lunga premessa per introdurre il progetto ambizioso della Polisportiva Antillese del Presidente Claudio Bongiorno, compagine neo promossa in Prima Categoria che sin dal suo insediamento (esattamente un anno fa), il punto cardine di tutti i dirigenti dare spazio ai giovani “antillesi” farli crescere, maturare per poi lanciarli in prima squadra.

Per fare questo nell’ottica di crescita, i dirigenti antillesi hanno scelto una figura professionale idonea che ha un particolare feeling con i “futuri campioncini in erba”, ovvero mister Carmelo Di Bella che sarà il “manager” del progetto Antillese del Presidente Claudio Bongiorno.

Il santateresino Carmelo Di Bella per il suo ritorno nel pianeta calcistica antillese ha molti progetti in cantiere, come ci ha dichiarato: “tanti progetti tra questi una vera e sana rivoluzione del concetto di scuola calcio”.

Il progetto giovanile della Pol. Antillese sarà presentato Giovedi 14 Giugno 2018 alle ore 20.30 presso il centro sociale di Via Roma dove mister Di Bella incontrerà le famiglie dei giovani calciatori dove illustrerà nei minimi dettagli il progetto della Scuola Calcio.

Un progetto ambizioso mister Di Bella? Più che un progetto sarà un favoloso regalo per la comunità montana antillese. Infatti sono previsti corsi aggiornamento per istruttori e tecnici della scuola calcio. Durante la stagione i genitori incontreranno un psicologo scelto dalla socie e il responsabile della calcio. La scuola calcio non è rivolta solo ai maschietti è aperta anche alle bambine”

Giovedi 14 la presentazione, ma l’attività è già iniziata?Si, abbiamo già iniziato il 1 Giugno il nostro progetto che prevede un percorso per i bambini dai 5 a 8 anni, un’attività ludico motorio per avviamento allo sport, dall’età di 8 in poi specializzazione nell’attività calcistica. Inoltre la scuola calcio si avvarrà di istruttori e istruttrici per dare al bambino l’idea di essere in una grande famiglia dove c’è il papà e la mamma”.

Un progetto che vede la luce in quel di Antillo, ma non solo, l’ambizioso progetto prevede anche una effettiva collaborazione con la realtà della vicina Limina.

Chi è mister Carmelo Di Bella? Un giovane allenatore nel suo Dna un rapporto particolare con i giovani, inizia la sua carriera in quel di Torino, ritornato in Sicilia, prosegue la sua attività nel settore giovanile nello Sportinsieme con ottimi frutti.

Poi nella stagione 2012-13 accetta la panchina dell’Antillese, per lui si tratta della prima volta alla conduzione di una prima squadra, una stagione indimenticabile per il “mago Herrera” il nomignolo usato dai suoi ragazzi: mister Di Bella vince il campionato di Terza Categoria senza perdere una partita, si aggiudica la SuperCoppa Provinciale, oltre ad essere premiato come miglior allenatore della stagione.

Poi l’esperienza in quel di Savoca e con l’Agostiniana in Seconda Categoria (due esperienze non certe fortunate), ma il suo cuore batte sempre per i giovani, ecco la scorsa stagione fondare l’Fc Barracca che prende parte al campionato di Serie D di calcio a 5. Un’esperienza positiva, semifinale play-off e la vittoria della Coppa Provinciale.

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci