Il Città di Messina fa poker nel derby con il Pistunina: -1 dal traguardo della Serie D.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Friday
Apr 20th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Eccellenza Il Città di Messina fa poker nel derby con il Pistunina: -1 dal traguardo della Serie D.

Il Città di Messina fa poker nel derby con il Pistunina: -1 dal traguardo della Serie D.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Un derby senza storie quello andato in scena al Garden di Mili. Un derby decisivo per la corsa alla serie D del Città di Messina che a 3 giornate dalla fine mette le mani sul traguardo promozione distante adesso solamente un punto. Matematica a parte, la formazione di Giuseppe Furnari si conferma la più forte del torneo, surclassando il Pistunina sempre più vicino alla zona play-out.

Regge 37′ minuti la squadra di Raciti, poi Sergio Silvestri sbrana il cross di Costa e in volo d’angelo porta avanti i suoi. Nella seconda parte di gara è monologo Città di Messina, mai in difficoltà contro i rossoneri e capace di trovare il goal in altre tre occasioni: Cardia, Codagnone, Porcino. Eccezion fatta per il centrocampista ex Igea Virtus, giunto alla decima rete in campionato, le marcature giallorosse portano le firme di un classe 99′, di un 97′ e di un 98′. Ecco l’unica nota stonata in casa Città di Messina, le mancate convocazioni nelle rappresentative Juniores e Allievi per il prossimo Torneo delle Regioni in Abruzzo lasciano l’amaro in bocca per una società che da diversi anni fa del proprio vivaio il proprio punto di forza.

Due settimane di pausa adesso, per ritrovarsi al Marullo di Bisconte dove il prossimo derby col Camaro potrebbe valere una straordinaria serie D.

Undici Iniziale Città di Messina: Furnari non altera il proprio 3-5-2, dove Fragapane scala in difesa per sostituire lo squalificato Filistad. In porta Paterniti, S.Leo e Bombara a completare il reparto arretrato, esterni gioventù con Silvestri e Di Stefano, mediana presidiata da Cardia, Costa e Quintoni. Lo Giudice-Codagnone in attacco.

Primo Tempo: Per 12 minuti non succede nulla e non risulta esaltante nemmeno il primo tentavo locale, con Cardia che dalla distanza trova una deviazione avversaria che favorisce l’intervento di Vitale. Cinque minuti più tardi è ancora Città di Messina, stavolta con una rimessa laterale. Fragapane cerca Codagnone, girata acrobatica per Costa che manda alto con il sinistro. Al 34′ Quintoni pesca Cardia dalla bandierina ma il colpo di testa non trova lo specchio.

Passano 3 minuti e il muro eretto dal Pistunina si sgretola. Azione prolungata del Città di Messina, Cardia pesca sul filo del fuorigioco Costa, cross per Silvestri che in tuffo batte Vitale. E’ il 40′ e i padroni di casa si riaffacciano in zona pericolosa ma il mancato intervento di Keità disorienta Di Stefano che non riesce a presentarsi a tu per tu con l’estremo difensore ospite. I primi 45′ minuti scorrono senza ulteriori sussulti, frazione mediocre ma Città meritatamente avanti.

Secondo Tempo: Nemmeno 60 secondi e il Città si rende pericoloso nella ripresa. Costa viene lanciato nello spazio da S.Leo, palla al centro per Codagnone che riesce ad agganciare la sfera ma cicca la conclusione. Il Pistunina non regge più le offensive del Città che al 48′ guadagna un calcio di rigore. S.Leo lancia Costa, ancora decisivo nel pressing su Di Maggio che costringe il 2ooo rossonero a stenderlo. Sul dischetto si presenta Cardia che spiazza Vitale e raggiunge la doppia cifra in campionato.

Pochi secondi dopo Marziale prova a scuotere i suoi ma la sua conclusione è facile preda di Paterniti. Il Città fa brillare gli occhi al proprio mister al 57′. Cardia per Lo Giudice, movimento ad aggredire l’area del centrocampista che libera lo spazio a Codagnone pronto a trasformare nel 3-0 il perfetto assist dell’ex di giornata. Porcino per Silvestri.

Sussulto di gran classe firmato Ancione al 66′, ma il gran sinistro dell’attaccante rossonero sfiora l’incrocio. Princi per Cardia. Rasà per Codagnone. Alla mezz’ora della ripresa la festa è completa. Porcino si guadagna un fallo sulla trequarti avversaria, Quintoni batte veloce per Lo Giudice, cross all’indirizzo del difensore classe 98′ che da vero attaccante aggredisce il primo palo e trova il goal del 4-0. Alessandro per Costa. A 9′ dalla fine La Corte per Lo Giudice. Al 90′ Ardiri pesca perfettamente Ancione ma la bella conclusione al volo non inquadra lo specchio.

Città di Messina-Pistunina 4-0

Marcatori: 36′ pt Silvestri, 5′ st Cardia (rig.), 14′ st Codagnone, 32′ st Porcino

Città di Messina: Paterniti, Silvestri (22′ st Porcino), Di Stefano, Leo, Bombara, Fragapane, Costa (35′ st Alessandro), Cardia (29′ st Princi), Codagnone (31′ st Rasà), Lo Giudice (39′ st La Corte), Quintoni. A disposizione: Maisano, Di Vincenzo. Allenatore: Furnari.

Pistunina: Vitale, Keità, D’Angelo, Bellamacina, Chiglien (33′ st Giacopello), Ardiri, Marziale, Di Maggio, Colucci, Visconti (12′ st Ancione), Ghartey (31′ st Minissale). A disposizione: Stracuzzi, Miuccio, Sergi, Grazioso. Allenatore: Raciti (squalificato).

Arbitro: Stefania Genoveffa Signorelli di Paola
Assistenti: Federico Severino e Antonino Alessio Di Paola di Catania

Ammoniti: Di Maggio (P), Minissale

 



Video - Primo Piano


More:

Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci