Il momento magico della Valdinisi Calcio a 5 nelle parole del capitano Antonio Giuseppe Cinturrino.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Saturday
Jul 21st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Calcio a 5 Il momento magico della Valdinisi Calcio a 5 nelle parole del capitano Antonio Giuseppe Cinturrino.

Il momento magico della Valdinisi Calcio a 5 nelle parole del capitano Antonio Giuseppe Cinturrino.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Cosa c’è dietro una vittoria che arriva grazie ad un gol,  ad una prodezza di un singolo giocatore, dalla determinazione di un gruppo, dalla grinta che si mette in campo,  ingredienti tutti essenziali per far “sorridere”. Ma dietro una vittoria non c’è solo il momento della gara, c’è un lavoro dietro  fatto di allenamenti, applicazioni durante la settimana, fare gruppo soprattutto nei momenti difficili, i risultati che non arrivano in base alle aspettative, poi ci mette la sfortuna, per non parlare di infortuni, tutti componenti che possono   demoralizzare lo spirito dei giocatori è far mollare la presa.

Ecco che entra in gioco, una figura importante, una figura carismatica, una figura che sa dire la parola giusta al momento giusto, dare forza è coraggio al compagno di squadra,  aiutare i compagni ad uscire dal momento di difficoltà a continuare ad avere fiducia nei propri mezzi, alla fine a fare superare il tutto è la passione,  la voglia di riscatto di dimostrare il proprio valore.  Questa figura è il “capitano” nel nostro caso è quello della Valdinisi Calcio a 5 , Antonio Giuseppe Cinturrino, un ragazzo riservato, innamorato del futsal, ma soprattutto crede nel progetto iniziato con la Pgs Aliese, oggi con i colori biancorossi della Valdinisi.

Nelle ultime due gare a realizzato tre reti, per lui si tratta di un piccolo “record” visto che non segna molto, due reti contro l’Usclo Pace al termine di una grande prestazione,  ma soprattutto l’ultimo arrivato in un momento particolare di una partita importante per il cammino in campionato contro l’Atletico Cattafi con la propria squadra che subisce nella ripresa il sorpasso ospite, ecco che arriva la stoccata del “capitano” che sigla il 3-3  che dà la forza ai compagni di credere nella vittoria poi suggellata dal spettacolare gol di Giovanni Mento e Luca Triolo.

La Valdinisi reduce da tre vittorie consecutive (quinta in classifica con 22 punti con una gara da recuperare a – 1 dalla coppia Alias-Giovanni Paolo II) vince   è lo fa con i gol del suo capitano? “La presenza del capitano in campo è fondamentale poiché anche nel momento in cui dovessero mancare i suoi gol la sua presenza in difesa è fondamentale poiché è un punto di riferimento e di esperienza”

Un momento positivo della squadra che ha ritrovato la giusta condizione, a livello personale una soddisfazione per uno che segna poco? “Assolutamente un momento positivo per la ValdiNisi calcio a cinque, ma soprattutto un momento meritato, considerata la sfortuna del girone di andata, e anche per qualche sbaglio arbitrale. Speriamo che possiamo andare avanti così fino alla fine del campionato. Ovviamente questa gioia riguarda me in primis in quanto dirigente e capitano della Valdinisi, e quindi, a prescindere dai gol fatti, sono il primo che gioisce ad ogni vittoria.”

Dopo una partenza non felice, piano piano siete riusciti a risalire la classifica fino a raggiungere domenica scorsa per la prima volta la posizione play-off? “Sicuramente il girone di andata ha dato dei risultati poco meritati basta guardare i risultati di ogni sconfitta e quindi possiamo dire di essere stati molto sfortunati.  Sicuramente i play-off sono il nostro obiettivo e tutto dipende da queste ultime partite e se continuiamo a giocare come stiamo facendo ce la possiamo fare”.

Da capitano come hai vissuto ma soprattutto come sei riuscito a guidare un gruppo che in estate era partito con un certo obiettivo, diciamo essere protagonisti…invece non è stato così? “Il fatto di non essere stati protagonisti non mi ha fatto vivere bene il campionato perché il mio è un impegno iniziato già quest’estate con la ricerca degli sponsor e dei componenti della squadra al fine di fare un ottimo campionato , purtroppo le mie aspettative erano molto più alte, motivo  per cui ci sono state delle settimane che mi hanno fatto pensare di mollare ma la voglia di riscatto e la passione sono più forti della delusione e dei problemini fisici che mi accompagnano, motivo per cui ad oggi credo ancora in questo possibile riscatto di tutti i componenti della squadra”.

Non so se è d’accordo che la rinascita della Valdinisi è merito senz’altro dell’intero gruppo, ma di un giocatore in particolare: Alessandro Aloisi? “Aloisi sta dando un bel contributo alla squadra, ma il merito è da attribuire a tutti noi, al mister che ci ha saputo dare delle linee guida che adesso stanno dando i risultati. Sappiamo benissimo che il calcio a 5 non rappresenta il gioco della singola persona ma il gioco di squadra, elemento fondamentale e determinante per portare a casa il risultato”.

Adesso mancano poche gare alla fine, adesso non si può più sbagliare, da capitano è da giocatore  d’esperienza, cosa consigli per affrontare nei modi giusti il rush finale per accedere al traguardo play-off? “Effettivamente no, adesso non possiamo più sbagliare, ma le dirò, sono fiducioso perché in ognuno di noi vedo quella voglia di far bene, di riscatto e voglia di vincere, ingredienti importanti per questo rush finale”.

Capitano grazie della sua disponibilità, prima di congedarci un piccolo giochino su una torre ci sono tre personaggi:  il mister Sergio Briguglio, Alessandro Aloisi e Nicolò Randisi, chi butteresti dalla torre, ovviamente la motivazione? “Ovviamnte deciderei di non buttare nessuno dalla torre perché ognuno di loro svolge un ruolo diverso è fondamentale per la buona riuscita di questo campionato, ma se devo fare un nome dico Aloisi ma le motivazioni le tengo per me”.

Grazie alla prossima è un bocca al lupo per questo rush finale di campionato? “Grazie direttore per il suo interesse e per la sua disponibilità e mi auguro che potremmo risentirci presto condividendo insieme, chissà, il momento tanto desiderato dalla Valdinisi calcio a 5.

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci