B/1 - Servono due ore intense di gioco per la Savam Volley Letojanni per superare (3-1) il Volley Valley Catania.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Sunday
May 27th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Volley Maschile B/1 - Servono due ore intense di gioco per la Savam Volley Letojanni per superare (3-1) il Volley Valley Catania.

B/1 - Servono due ore intense di gioco per la Savam Volley Letojanni per superare (3-1) il Volley Valley Catania.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Dal modo in cui era iniziata sembrava fosse una gara stregata. Un match segnato sin dal principio e che avrebbe sorriso solo e soltanto agli avversari, chiudendo così anticipatamente il discorso spareggi. Ma alla fine la Savam Costruzioni Volley Letojanni ha reagito, avendo la meglio su una squadra, il Volley Valley Catania di mister Bonaccorso, che ha dovuto soccombere per 3 a 1 al termine di due ore intense di gioco.

Nel corso delle quali capitan Schifilliti e compagni hanno sudato le proverbiali sette camicie al cospetto di un sestetto rodato e che era giunto sul parquet del Pala “Letterio Barca” con l’intenzione di vincere ed ottenere punti salvezza, vista la delicata posizione di classifica che vede proprio i catanesi a quota 18, al terz’ultimo posto e dunque in zona play-out. Dall’altro lato, invece, un Letojanni che viaggia a ritmo sostenuto, nonostante la sconfitta di Lamezia, e che ha dovuto controbattere il 65 % di positività in attacco degli etnei, perdendo il primo set ma annientando Saitta e i suoi nei restanti tre parziali.

Primo Set: Una partita, come detto prima, intensa e iniziata sotto i migliori auspici per i locali, malgrado nei primi minuti soffrissero le ripetute incursioni di Bandieramonte e Saraceno. Dopo un avvio non facile, i letojannesi scavavano infatti un solco di 4 lunghezze, andando sul 7 a 3 grazie a buoni attacchi di Mazza e ad un ace di Corso. Gli ospiti si facevano notare soprattutto a muro e in contrattacco, giungendo in poco tempo sul 10 pari, e i padroni di casa accusavano un calo, dovuto soprattutto alla veemenza di Cortina e alla precisione di Saitta, autore di ben 16 punti e forse il migliore tra i suoi.

Da qui in poi i catanesi prendevano il largo, andando in vantaggio per 15 a 14 e navigando verso lidi lontani … Centonze notava che qualcosa stesse andando per il verso sbagliato ed operava così un doppio cambio: Degli Esposti per Schifilliti e D’Andrea per Corso. Una mossa necessaria per rialzare la guardia ma che si rivelava infruttuosa, visto che il parziale scivolava via verso un eloquente 19 a 15. Uno svantaggio di 4 punti che la Savam non riusciva a colmare e che aumentava grazie ad errori sotto rete dei padroni di casa, che alla fine dovevano lasciare il passo ad un Volley Valley in grande spolvero. Il Letojanni infatti tentava di riprendersi ma gli ospiti chiudevano agevolmente sul 25 a 22 grazie ad un attacco di Saitta.

Secondo Set: Shock primo parziale e secondo round che cominciava con una Savam più arrembante ed un Catania che avvertiva cali di tensione, nonostante l’iniziale 5 a 2 per i ragazzi di Bonaccorso. Che subivano il ritorno di un Letojanni, abile a sfruttare le indecisioni altrui e a pareggiate i conti (5 a 5) ed andare in vantaggio per 7 a 5 grazie a due ace di Schipilliti. Calo fisico degli etnei e messinesi prorompenti con Remo e D’Andrea, uno dal centro e l’altro dalla linea opposta. E così i padroni di casa riuscivano a piazzare un break di 4 punti, andando prima sul 10 a 6 e poi sul 17 a 13, complici regie perfette e attacchi potenti del solito Schipilliti che spianavano la strada verso il 21 a 14. Gli ospiti tentavano invano di rientrare in gioco e Princiotta prima e Mazza dopo facevano 25 a 20.

Terzo Set: Situazione di parità dunque e terzo parziale che iniziava con il Letojanni con il freno a mani tirato ma che recuperava subito sicurezza, nonostante gli ospiti andassero prima sul 5 a 2 e dopo sul 9 a 4. Su questo punteggio Centonze chiamava a raccolta i suoi, ma al rientro in campo la musica non cambiava, visto che il Volley Valley ingranava la marcia e si portava a +7 e cioè sull’11 a 4. Savam in difficoltà e Volley Valley sicuro dei propri mezzi insomma. E a sostegno di ciò un eloquente 13 a 5 che faceva presumere il cappotto. Ma da qui in poi il sestetto letojannese si trasformava, riuscendo ad agganciare gli avversari sul 18 pari, con un break di ben 9 punti. La partita diventava interessante, con D’Andrea che fungendo da opposto non faceva rimpiangere Corso, e con Ruggeri e Nicosia che si alternavano dando il massimo in fase di difesa e ricezione. Il botta e risposta continuava fino al 22 a 22, quando due sigilli di Mazza ed un muro errato dei catanesi consegnavano alla Savam la vittoria del set per 25 a 23.

Quarto Set: Nell’ultimo parziale si cominciava ad intravedere invece la rassegnazione del Volley Valley che comunque non mollava la presa, visto che fino al 5 pari la situazione era in bilico. Subito dopo i locali, sostenuti come detto già da un grande Mazza (autore di 20 punti), riprendevano coraggio, conquistando un 8 a 6 che diventava poi 14 a 9, grazie alle schiacciate di un onnipresente D’Andrea e agli errori di Cortina soprattutto a servizio.

Il muro funzionava poco meglio anche se alla fine, dopo un tiepido recupero dei ragazzi di Bonaccorso (16 a 14), i letojannesi riuscivano a vincere il set per 25 a 19 grazie ad un muro di Princiotta e ad un servizio sbagliato di Saitta.

Affermazione meritata anche se il Volley Valley ha messo in seria difficoltà una Savam che, adesso, dovrà preparare la delicata trasferta di Partanna. Un  incontro da vincere a tutti i costi anche se il Cinquefrondi, diretta concorrente per i play-off, si è ulteriormente allontanata dopo aver battuto, ieri, il Pozzallo per 3 a 0.

SAVAM COSTRUZIONI VOLLEY LETOJANNI: Schipilliti 10, Schifilliti 2, Ruggeri L1, Nicosia L2, Princiotta 10, Mazza 20, Remo 13, D’Andrea 10, Degli Esposti, Pino, Corso 5. N.e. Mastronardo. ALL.: Centonze

VOLLEY VALLEY CATANIA: Bandieramonte 9, Cortina 13, Saraceno 15, Saitta 16, Platania 5, Mancuso 1, Di Franco 4, Chiesa L1, Tomasello, Buremi. N.e. Cuti, Bonelli P., Bonelli, Lazzara L2. ALL.: Bonaccorso

SET: 22-25, 25-20, 25-23, 25-19

ARBITRI: Emma di Pietraperzia e Notarstefano di Caltanissetta

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci