Impresa della Fasport Itala (3-2) al Nike Giardini, il Limina riconquista la vetta con un super Carpillo. Avanza il ciclone Antillese. Vittoria per Akron e Atl.Francavilla.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Sunday
Jul 15th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home 2 ^ Categoria Impresa della Fasport Itala (3-2) al Nike Giardini, il Limina riconquista la vetta con un super Carpillo. Avanza il ciclone Antillese. Vittoria per Akron e Atl.Francavilla.

Impresa della Fasport Itala (3-2) al Nike Giardini, il Limina riconquista la vetta con un super Carpillo. Avanza il ciclone Antillese. Vittoria per Akron e Atl.Francavilla.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Sei giornate dalla fine è tutto ancora è da stabilire, diciamo ogni domenica cambiano i valori della classifica del campionato di Seconda Categoria – Girone – D. Cade il Nike Giardini in quel di Itala, ecco che il Limina che sfrutta il fattore campo attua il sorpasso ed riconquista ancora una volta la vetta della classifica.

Continua dopo 20^ giornate l’altalena in vetta alla classifica, al termine della settima giornata troviamo il Limina (38) che supera 3-1 il Fiumedinisi è balza nuovamente al comando  con due punti di vantaggio sui rivali giardinesi del Nike Giardini che lasciano l’intera posta sul campo della Fasport Itala che si rilancia in prospettiva play-off dove continua l’ascesa dell’Antillese (ora terza con 33 punti insieme a Akron Savoca e Atletico Francavilla) infligge una secca quaterna nello scontro diretto alla Giovanile Mascali che rimane a quota (31) raggiunto dalla Fasport di mister Peditto che compie l’impresa della giornata.

Una giornata caratterizzata dalla sconfitta della capolista Nike Giardini reduce la qualificazione alla semifinale di Coppa Trinacria (4-0 alla Resuttana), alla sua terza sconfitta esterna su un campo quello italese che non conosce ostacoli: i ragazzi di Peditto su 10 gare hanno realizzato otto vittorie e due pareggi, oltre ad avere il miglior attacco (26  insieme al Limina) e miglior difesa solo cinque reti subite fra le mura amiche. In casa la Fasport è un rullo compressore che si è confermata  anche contro i primi della classe che vanno sotto al 15’ grazie alla rete di Munafò che supera Di Pietro con un forte tiro dal limite. La reazione giardinese si concretizza al 38’ quando il direttore  di gara concede un calcio di rigore che viene trasformato dallo specialista Salvo Cantarella. Nell’ultimo giro dell’orologio dagli sviluppi di un calcio di punizione arriva il colpo di testa vincente di Sergi che manda la Fasport all’intervallo in vantaggio per 2-1.

Nella ripresa la gara è combattuta con il Nike che cerca in tutte le maniere la via del gol (anche se oggi la capolista non ha disputato una grande gara), ma ci pensa l’esperto Lojacono a trovare la conclusione vincente per il 2-2 al 74’. I locali vogliono la vittoria, insistono ed all’80’si riportano nuovamente in vantaggio con un preciso diagonale di Acquaviva che alla fine sancisce la vittoria per i padroni di casa anche se nel finale rischiano di subire il pareggio nel disperato pressing finale della Nike. Un successo che apre nuovamente la strada verso i play-off per la Fasport in un campionato molto equilibrato che si deciderà sicuramente negli ultimi minuti dell’ultima giornata.

Il vecchietto ma sempre efficace Carpillo ed il giovane Lorenzo D’Amico firmano il primato liminese: Una doppietta del sempre verde Ciccio Carpillo apre la strada al ritorno in vetta della formazione di mister Filippo Ragusa, grazie alla contemporanea sconfitta del Nike Giardini. Protagonista in assoluto è il quarantenne furcese Ciccio Carpillo che sblocca la gara al 15’ con una perfetta deviazione, il raddoppio lo realizza al 25’, una vera prodezza personale con una magnifica semirovesciata degna di palcoscenici maggiori. Il Fiumedinisi non demorde ad inizio ripresa riapre la gara con il tiro –traversone della domenica di Giandolfo con cui De Clò si deve inchinare. Nulla di grave, la compattezza di squadra porta il Limina sul 3-1, in gol uno dei migliori in campo ovvero Lorenzo D’Amico che raccoglie una corta respinta del portiere è mette in fondo al sacco, gol che mette al sicuro il risultato che vale il primato in classifica.  Per i liminesi si tratta della settima vittoria su l terreno amico, con i gol di oggi porta a 26 le reti realizzate (miglior attacco casalingo insieme alla Fasport) del campionato.

Prossima settimana il big-match Nike Giardini – Limina: Il Limina supera 3-1 il Fiumedinisi sale a quota 38 punti, il Nike Giardini perde 3-2 con Fasport è viene scavalcato dai liminese (36), tutto questo alla vigilia dello scontro diretto che si giocherà sabato pomeriggio al Comunale di Giardini tra la nuova capolista Limina e la seconda in classifica, due punti li separano.

La squadra favorita? Una bella domanda che potrà trovare risposta guardando le statische, sul terreno amico il Nike ha vinto 8 gare e perdendo una sola volta, alla nona giornata 3-2 con l’Atletico Francavilla  (20 gol fatti e sette subiti), di contro fuori casa il Limina la squadra che ha collezionato più punti (14 insieme all’Antillese) ha vinto 4 volte, 2 pareggi e 3 sconfitte con soli 9 reti fatti e 6 subite.  Una gara aperta a qualsiasi risultato, inoltre c’è da tenere in conto che il Limina ha due punti di vantaggio ma deve ancora riposare.

Il Ciclone Antillese in 45’ annienta la Giovanile Mascali illusa dal vantaggio di Mauro: Che dire….quinta vittoria consecutiva (sesta in casa) miglior attacco (43) e miglior difesa (17) del campionato, terzo posto in classifica ma soprattutto in continua ascesa…..in un campionato così equilibrato nel mirino degli antillesi le prime due della classe (i ragazzi di mister Mastroeni confidano nei due scontri diretti alla 23^ giornata Nike – Antillese e all’ultima in casa quando riceveranno il Limina)…tutto è possibile…..Luca Crupi & compagni ci sono, gli avversari sono avvertiti.

Eppure la gara contro la Giovanile Mascali non era iniziata sotto i buoni auspici, infatti al 2’ gli etnei sbloccano il risultato con Mauro. I padroni di casa nell’arco di cinque minuti confezionano il gol del pareggio con la ditta Matthias Puglisi ispiratore e Luca Crupi finalizzatore.  Il sorpassa arriva al 15’ con il bomber Sebastiano Mastroieni che segna alla sua maniera. La voglia di vincere è tanta per gli antillesi trascinati da un sontuoso Thomas Crementi che al 35’ offre l’assist giusto a Saglimbeni per il 3-1.

Gli ospiti sono frastornati, al 40’ altra capitolazione su calcio di rigore trasformato dal capitano Luca Crupi per il 4-1 che porta le due squadre all’intervallo. Nella ripresa non succede nulla, per la cronaca un calcio di rigore sbagliato da Crementi…..arriva il triplice fischio finale con l’Antillese che vola sempre più su.

Per il resto il cartellone della settima di ritorno metteva di fronte il fanalino di coda del Città di Roccalumera e l’Akron Savoca chiamato al pronto riscatto dopo la sconfitta casalinga con l’Antillese. Certo l’avversario non era temibile, anche se alla ricerca di punti-salvezza, ma i ragazzi di mister Peppe Mangiò risolvono la pratica già alla fine del primo tempo grazie a Miano che sblocca il risultato (30’) e a Marco Santisi (45’).  Nella ripresa tocca al capitano Nico Rovito a segnare il 3-0, al 65’ squillo casalingo con Brigandì, poi ci pensa il neo-entrato Trimarchi (82’) a siglare il definitivo 4-1.

Ritorna alla vittoria casalinga il Città di Calatabiano (l’ultima risaliva al 9 dicembre 2-0 al Calcio Furci) contro l’Itala arrivata sul terreno catanese intenzionata a portare a casa un risultato positivo per allontanarsi dall’ultimo posto, come al solito i ragazzi di mister Geraci iniziano bene, infatti si portano in vantaggio al 12’ con il giovane Fleres. Nella ripresa subiscono la rimonta della formazione di casa che prima pareggia con Simone Brian, poi si porta in vantaggio con l’attaccante Eugenio Lu Vito che fa sorridere nuovamente dopo tanto tempo il Comunale.

Il Calcio Furci privo di diverse pedine cade in quel di Francavilla: Ritorna con una sconfitta la formazione di Mimmo Ucchino dalla trasferta in Valle dell’Alcantara. Già al 6’ padroni di casa in vantaggio con un perfetto pallonetto di Brunetto. Il raddoppio al 25’ con Garofalo con conclusione all’incrocio dei pali. Prima dell’intervallo è il giovane Alex Caminiti ad accorciare le distanze deviando in rete una punizione di Giuffrida. Nella ripresa arriva il 3-1 ad opera di Di Natale da posizione defilata su calcio di punizione che sorprende Lundi.

Vittoria per l’Atletico Francavilla (sesta) che si riscatta prontamente dopo la sconfitta a Mascali è rimane in piena lotta play-off con all’orizzonte gli scontri diretti Nike Giardini e Fasport in casa e Limina alla penultima giornata. Per il Calcio Furci, una sconfitta indolore per la classifica, ad un passo dalla matematica salvezza.

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci