Quattro minuti fatali per la capolista: uno-due della Tirrenia Calcio che pone fine all'imbattibilità (49 gare) della Jonica.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Friday
Dec 14th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Promozione Quattro minuti fatali per la capolista: uno-due della Tirrenia Calcio che pone fine all'imbattibilità (49 gare) della Jonica.

Quattro minuti fatali per la capolista: uno-due della Tirrenia Calcio che pone fine all'imbattibilità (49 gare) della Jonica.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Fugato ogni dubbio: la Tirrenia è sicuramente protagonista in questo campionato di promozione e la prestazione fornita contro la capolista ed imbattuta Jonica ha confermato anche che può legittimamente ambire anche alla vittoria finale. Intanto la squadra cara al presidente Paolo Sciotto può mettere in bacheca un simbolico  ma importante riconoscimento: essere l’unica squadra ad aver messo veramente sotto e sconfiggerla perentoriamente la Jonica.

Dall’altra parte comunque resta, dopo questa sconfitta, un margine di due punti da difendere nelle restanti undici partite e quindi la consapevolezza che non tutte le avversarie avranno le capacità di mettere in difficoltà il bel complesso messo insieme da mister Moschella. Già il ravvicinato turno successivo è un importante banco di prova per entrambe: Gescal in casa per la Jonica e Merì fuori casa per la Tirrenia. Entrambe le avversarie hanno grandi interessi, il Gescal deve far punti per centrare i play-off così come il Merì per la salvezza. E poi, non bisogna scordarsi del robusto e qualitativo Terme Vigliatore sempre in gioco; anche loro comunque saranno impegnati strenuamente in esterna dalla Messana. Tutto ciò per dire che il finale di stagione sarà sicuramente interessante e potrà riservare sorprese a non finire.

La gara odierna ha visto una grande prestazione di Bucca e soci con gli ospiti che hanno comunque dato dimostrazione di grande omogeneità anche quando sono rimasti in dieci. La marcia in più oggi tra i locali è da ricercare nella grande determinazione: finalmente sin da subito hanno preso in mano le redini del gioco e, a gran ritmo  seppur saggiamente, hanno dettato i ritmi della gara cosicchè gli avversari hanno ceduto le armi sin dal primo tempo, viste le due segnature che hanno praticamente la gara. La ripresa poi ha offerto poco con la sterile supremazia a centrocampo degli ospiti mente i locali hanno saggiamente controllato cercando di colpire e, sprecando, in contropiede.

Si parte con due iniziative, senza costrutto, per parte finchè non arriva l’occasione per Zurka che dai dieci metri colpisce di testa e Gugliotta, aiutato dalla traversa, può deviare sul fondo. Poi è un dialogo sulla destra susseguente a calcio d’angolo che permette ad Aloe di mettere sul secondo palo con Zurka ben appostato che in tuffo, di testa, insacca l’uno a zero.

Gli ospiti accusano il colpo ed Aloe può involarsi facendo veronica su Sanfilippo che, appena in area lo affonda: rosso per il difensore e lo stesso mezzo sinistro dal dischetto spiazza Gugliotta e firma il doppio vantaggio.

Si torna in campo con un primo accorgimento tattico tra gli ospiti che cercano di prendere il comando delle operazioni nel tentativo di riaprire la partita ma i padroni di casa cercano invece di spegnerla, lasciando alla capolista l’onere del gioco cercando di colpire in contropiede. Non accade dunque granchè perché la Jonica pare spuntata mentre la Tirrenia risulta ancora pericolosa con i vari tentativi di Pino e Schepisi, per gli ospiti solo qualche tiro da lontano sempre fuori dallo specchio della porta difesa da Bucca: l’unica cosa da segnare sul taccuino, in pieno recupero, un tiro di Monaco con il pipelet di casa lesto a respingere. Il triplice fischio di Comito giunge tra il tripudio festoso dei locali che hanno così reso giustizia alla sconfitta dell’andata giunta solo con un goal al 90’.

TIRRENIA-JONICA 2-0

Reti: pt 39’ Zurka, 43’ (rig) Aloe.

Tirrenia: Bucca, Mazzù, Agolli, Biondo, Pandolfo, Shpellzaj, Pitrone (st48’Schepis), La Spada, Pino (st 24’ Schepisi), Aloe (st 34’ Micalizzi), Zurka (st 42’ Sindoni).All.Bitto

Jonica: Gugliotta, Loria (st 45’ Casale), Lombardo, Herasymenko, Sanfilippo, Smiroldo, (st 1’ Savoca G), Savoca Ruggeri A (st 36’ La Forgia), Cambria (st39’ Mifa),Galletta, Arigò (st 16’ Marchiafava), Monaco. All. Moschella.

Arbitro : Comito di Messina. Ass: De Pasquale-Giuliani(Barcellona)

Ammoniti:Agolli, Pitrone, La Spada, Aloe (Tirrenia); Loria, Smiroldo, Monaco (Jonica).

Espulso: 43' Sanfilippo (Jonica)


 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci