La Tirrenia Calcio con una super ripresa porta a casa tre punti da Misterbianco (3-2), che valgono il secondo posto in classifica.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Wednesday
Oct 17th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Promozione La Tirrenia Calcio con una super ripresa porta a casa tre punti da Misterbianco (3-2), che valgono il secondo posto in classifica.

La Tirrenia Calcio con una super ripresa porta a casa tre punti da Misterbianco (3-2), che valgono il secondo posto in classifica.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Vittoria che tonifica in casa Tirrenia. Dopo il mezzo passo falso interno col Gescal, i tirrenici fanno bottino pieno a Misterbianco e scavalcano al secondo posto il Terme Vigliatore ma soprattutto, alzano il morale in vista del big match infrasettimanale contro la capolista Jonica.

La vittoria è sicuramente meritata in virtù di una seconda frazione di giuoco intensa e discretamente buona anche sotto l’aspetto tecnico dopo un primo tempo piuttosto scialbo e la solita sbandata iniziale. I locali infatti dopo essersi portati in vantaggio, nella ripresa hanno sofferto (anche perché in dieci uomini) il ritmo degli ospiti che hanno macinato una impressionante mole di azioni realizzando tre reti, colpendo un palo ( tiro dal limite di Mazzù) e costringendo in diverse occasioni Scalia agli straordinari. La Tirrenia oggi peraltro mancava di Milanese, Laquidara e Mandanici, tre uomini che in difesa fanno esperienza e qualità mentre nel primo tempo a centrocampo qualcosa non girava ma l’intervallo è servito a mister Bitto per sistemare le cose  e nella ripresa s’è assistito ad un'altra partita.

Avvio positivo dei padroni di casa che partono spavaldi e al secondo tentativo passano: è Garrasi che dal limite tenta la conclusione che incoccia le gambe di Mazzù, appostato lì vicino Ventura batte facilmente Bucca. Ci vuole un po’ prima che la Tirrenia riesca a reagire ma la punizione di Aloe prima ed il tentativo di Pino dopo non creano pericoli mentre dall’altra parte i locali reclamano un penalty    con l’arbitro che ammonisce per simulazione. Sul finire l’episodio che ha inciso sulla gara : una incursione di Aloe è fermata fallosamente da Bruno e per lui scatta il secondo giallo ed il Misterbianco torna negli spogliatoi in dieci.

La ripresa vede i giallorossoblù con tutt’altro piglio e subito arrivano i frutti con Zurka che dopo una serpentina sfodera il destro che piega le mani di Scalia, colpisce traversa e palo per poi insaccarsi con Aloe pronto a ribadire qualora ce ne fosse stato bisogno. Si assiste ora alle numerose folate offensive di Agolli, al gran numero di palloni giocati da La Spada ed un Mazzù finalmente propositivo che dal limite coglie il palo. In questa fase prevalgono le geometrie ed il tasso tecnico maggiore della Tirrenia che però paga caramente una indecisione difensiva con l’arbitro che forse compensa la decisione del primo tempo e concede un “larghissimo” rigore che Missale trasforma tra il tripudio dei correttissimi tifosi locali.

E qui nascono i meriti della Tirrenia che invece di disunirsi, come poteva capitare, rinserra le fila, alza uleriormente i ritmi ed il baricentro cingendo l’assedio a Scalia e bastano tre minuti per pareggiare: il pallone calciato dalla bandierina viene spizzato all’indietro da Pino in elevazione e scavalca tutti mentre sopraggiunge Shpellzaj pare accompagni col petto risolvendo ogni dubbio. Non paga, la squadra del presidente Sciotto insiste e Schepisi, dopo aver divorato un pallone d’oro servitogli da Biondo, nella replica fa centro portando i suoi in vantaggio.

Il Misterbianco non ha la forza di reagire mentre gli ospiti ormai sono padroni del campo sfiorando in più occasioni la quarta rete ma badando anche a non correre rischi. Ed ora attenzione rivolta alla gara di mercoledì, forse l’occasionissima per riaprire la caccia al primo posto. Superflua ogni considerazione: solo una vittoria  può accontentare le ambizioni di Bucca e compagni in quanto la Jonica è sicuramente squadra ben amalgamata che difficilmente avrà battute d’arresto ed  il confronto diretto  sarà una delle poche circostanze per frenarne la corsa.

LINERI MISTERBIANCO - TIRRENIA  2 - 3

Reti: pt 5’Ventura; st 4’, Zurka, 25’ rig. Missale, 28’ Shpellzaj, 35’ Schepisi.

TIRRENIA: Bucca, Mazzù, Agolli,Biondo,Pandolfo, Shpellzaj, Pitrone (st 24’ Schepisi), La Spada, Pino, Aloe (49’ Sindoni), Zurka (st 42’Buta). All. Bitto

Lineri MIsterbianco:: Scalia, Riela, Viola, Cantarella, Garrasi, Missale, Bruno, Baudo, Cuffari, Ventura, Borzì. All. Insanguine.

Arbitro: Falco di Siracusa

Amm: Missale,Bruno,Garrasi, Borzì (L,Misterbianco); Bucca e Pino(Tirrenia)

espulso:pt 44’Bruno (L.Misterbianco)

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci