Il Nike Giardini supera(1-0) l'Akron Savoca per la prima volta al comando. Vola il Limina, bene il Fasport. La Robur vince in rimonta.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Tuesday
Aug 21st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home 2 ^ Categoria Il Nike Giardini supera(1-0) l'Akron Savoca per la prima volta al comando. Vola il Limina, bene il Fasport. La Robur vince in rimonta.

Il Nike Giardini supera(1-0) l'Akron Savoca per la prima volta al comando. Vola il Limina, bene il Fasport. La Robur vince in rimonta.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

La prima giornata di ritorno ha riservato delle sorprese che hanno dato uno scossone alla classifica: la prima volta del Nike Giardini che vincendo lo scontro diretto con l’ex capolista Akron Savoca guida il Girone D del campionato di Seconda Categoria. La sconfitta all’Akron Savoca costa cara, in un colpo solo scivola dal primo posto in terza posizione, scavalcato oltre dalla neo capolista Nike, anche dal Limina (vittorioso 4-0 sul Città di Roccalumera) ed agganciato sul terzo gradino dalla Giovanile Mascali vittorioso (3-1) sull’ostico campo del Fiumedinisi.

Una classifica corta le prime quattro battistrada sono separate solamente da  due punti dai 26 del Nike Giardini, per passare a 25 punti del Limina e 24 della coppia Savoca-Mascali. Per dire cambia il vertice della graduatoria, ma il tema di fondo è sempre lo stesso,  massimo equilibrio in un torneo dove fino a questo momento non c’è una “ammazza campionato”, ma alternanza, adesso in testa c’è la formazione di Andrea Cerra, tra l’altro la principale favorita alla vigilia per la vittoria del campionato, soffrirà come le ex capoliste il gradino più alto della classifica? Basta aspettare il prossimo turno che prevede: Giovanile Mascali – Nike Giardini primo banco di prova per Marco Calì & compagni.

Dietro le battistrada si fa strada il Fasport Itala, per  la prima volta nella griglia dei play-off (2-0) al Città di Calatabiano, quinto posto con 21 punti, quindi in scia delle prime in classifica, formazione da non sottovalutare che potrebbe inserirsi nella lotta di vertice. Per il Città di Calatabiano ancora allergico alle gare in trasferta, al contrario fra le mura amiche dove ha conquistato cinque vittorie su sei gare: il Limina prossimo avversario degli etnei è avvisato!!.

Una giornata che ha sancito la seconda sconfitta consecutiva dell’Antillese sconfitta (3-2) sul campo insidioso dell’Atletico Francavilla. Una sconfitta pesante per i ragazzi di mister Mastroieni, adesso fuori dalla griglia play-off (-3), che si vedono rallentare il percorso verso l’alta classifica.

Altra nota positiva della prima giornata di ritorno, la conferma della Robur che pur  soffrendo contro l’Itala conquista la sua terza vittoria consecutiva (3-2),  un passo incredibile quello messo in atto dai ragazzi di mister Camarda nelle ultime cinque gara hanno vinto quattro volte è perso una volta, conquistando ben 12 punti che li ha portati fuori dalla zona calda della classifica (14 punti). Invece, va tutto storto per l’Itala che adesso si  trova in zona pericolante, deve cambiare registro per evitare brutte sorprese, già dalla prossima g ara, non certo facile il  derby con il lanciato Fasport.

La prima di ritorno ha confermato la “crisi” del Città di Roccalumera in caduta libera (quattro sconfitte nelle ultime quattro gare), ultimo posto in classifica con 8 punti. Una crisi che sembra non trovare via d’uscita.

Nike Giardini – Akron Savoca (1-0): La prima giornata metteva di fronte la prima e la seconda della classe, in una gara dove si sono registrate ben quattro espulsioni: tre nelle file savocesi Lo Giudice, Cannata e Lo Conti, una nelle file di casa D’Allura. Espulsioni che hanno pesato nell’economia del risultato finale che ha visto la vittoria della formazione di Andrea Cerra, grazie all’intuizione vincente di Salvo Cantarella alla mezz’ora. Una volta in vantaggio la compagine giardinese ha saputo controllare la reazione della formazione savocese allenata da mister Peppe Mangiò che pur in inferiorità numerica (in otto), ha saputo reagire sfiorando anche il pareggio.  Oltre alle tre espulsioni che ha costretto Mangiò a modificare l’assetto tattico, sul punteggio di 0-0 l’Akron si è visto annullare un gol a Famulari (apparso regolare) non secondo il direttore di gara. Forse se convalidato poteva cambiare il destino della gara.

Robur Letojanni – Itala (3-2): Una gara ricca di colpi di scena, con il risultato in bilico che alla fine ha dato l’intera posta in palio alla formazione di casa. Una prima frazione di assoluta marca ospite con la Robur in difficoltà ma brava a contenere gli avversari, ma soprattutto un ceto Kanoutè che porta in vantaggio la formazione di Geraci con una parabola che inganna il numero uno letojannesse.

L’Itala prima e dopo il gol sbaglia diverse occasioni, ma la Robur riesce a riacciuffare il pareggio (1-1) su calcio di rigore per fallo commesso da Kanoutè, dagli undici metri non sbaglia Iervolino. Ma oggi, un certo Kanoutè in stato di grazia si fa trovare al posto giusto per deviare di testa in rete un traversone dalla destra. Nella ripresa arriva il pareggio della Robur con una bella intuizione con un tiro a volo di destro di Ciorcolan con la sfera all’angolino alla destra di Cucinotta. La gara adesso, rispetto la prima frazione è in mano ai padroni di casa che trovano il jolly su calcio di punizione dalla distanza: è Alberto Smiroldo a calciare direttamente in porta, un tiro non irresistibile ma efficace visto che la sfera rimbalza davanti al portiere mettendolo fuori causa.

Limina – Città di Roccalumera (4-0): I ragazzi di mister Ragusa, non sottovalutano il fanalino di coda del Città di Roccalumera che soccombe dopo 20’ grazie al sempre presente Ciccio Carpillo. E’ nella ripresa che il Limina dilaga, al 55’ arriva il raddoppio di M. Costa, poi ci pensa ancora una volta il sempreverde attaccante Ciccio Carpillo sul finale arriva la seconda prodezza personale di Costa.

Fasport Itala – Città di Calatabiano (2-0): Un gol per tempo è la formazione italese riesce a mettere in bacheca tre punti preziosi contro un ottimo Calatabiano che ha sfiorato in più di una occasione di portarsi in vantaggio, ma è la squadra di casa che sblocca il risultato con il numero nove Bonfiglio. A metà della ripresa arriva il capolavoro di Curcio: azione iniziata da Restuccia che dalla destra smista corto per Bonfiglio che mette in moto con una precisa verticalizzazione Curcio che s’incunea nell’assetto centrale difensivo ospite appena entra in area non lascia scampo al portiere avversario, mettendo al sicuro il risultato.

Fiumedinisi – Giovanile Mascali (1-3): La formazione del Presidente Caminiti non riesce a fermare il Giovanile Mascali che con un scatenato Sgroi (doppietta) e Foresta espugnano il Comunale nizzardo è continua nel suo cammino di alta classifica. Seconda sconfitta consecutiva fra le mura amiche per il Fiumedinisi in gol con Caminiti, dopo l’Akron Savoca perde con il Mascali…..due gare che potevano cambiare il campionato dei padroni di casa.

Atletico Francavilla – Pol. Antillese (3-2): Gara ricca di gol, alla fine ad esultare sono i padroni di casa che vanno in rete per ben due volte con Garofalo e una volta con Valerio Vaccaro per l’Antillese ci pensa Matthias Puglisi.

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci