Stangata per il S. Alessio: multa, squalificati dirigente, allenatore e un giocatore per 5 anni.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Tuesday
Aug 21st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home 1^ Categoria Stangata per il S. Alessio: multa, squalificati dirigente, allenatore e un giocatore per 5 anni.

Stangata per il S. Alessio: multa, squalificati dirigente, allenatore e un giocatore per 5 anni.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Le decisioni del Giudice Sportivo del Comitato Siculo riguardante l’ultima giornata (7 Gennaio) del campionato di Prima Categoria  - Girone E.

Nel mirino del Giudice la Società S. Alessio: multa (80,00 euro), squalifica allenatore (1 mese), dirigente (11 mesi)  un giocatore (cinque anni) e un giocatore (cinque giornate)

Iniziamo dalla multa di 80,00 Euro “Per avere, propri sostenitori, danneggiato l'autovettura dell'arbitro; con obbligo del risarcimento del danno, se richiesto.

Squalifica Dirigente:  squalificato fino al 30 Novembre 2018 Antonino Maimone “Per avere spintonato l'arbitro, per avere assunto contegno offensivo nei confronti dello stesso e per averlo attinto con sputi.

valutato: - che il comportamento sopra riportato, pur comportando una violazione del Codice di Giustizia Sportiva e costituendo un atto riprovevole e meritevole di adeguata sanzione, NON rientra, tuttavia, tra quelli che determinano l'applicazione delle sanzioni previste dal C.U. n.104/A del 2014:

- che nella concreta fattispecie, infatti, NON si rinviene una condotta violenta secondo la definizione della concorde giurisprudenza federale che consiste in un comportamento caratterizzato " intenzionalità e volontarietà miranti a produrre danni da lesioni personali o a porre in pericolo l'integrità fisica (...) che si risolve in un'azione impetuosa e incontrollata connotata da un'accentuata volontaria aggressività con coercizione operata su altrui.."(cfr.Corte Giust.Fed.in C.U. n.161/CGF del 10.1.2014; Corte Giust.Fed. in C.U. n.153/CGF del 18.1.2011; e, da ultimo, C.Sportiva Appello, III sez., in C.U. n.056/CSA del 22.12.2016 e C.Sportiva Appello, Sez.Unite, in C.U.114/ CSA del 3.2017);

- che, del resto, spetta all'Organo di Giustizia, ai sensi dell'art 16comma 1, C.G.S., stabilire "la specie e la misura delle sanzioni disciplinari, tenendo conto della natura e della gravità dei fatti..";

Pertanto, si delibera: - che la sanzione irrogata NON va considerata ai fini dell'applicazione delle misure amministrative come previste dall'art.16 comma 4 bis del Codice di Giustizia Sportiva nel testo approvato dal Consiglio Federale della FIGC (C.U.n.256/A del 27/01/2016).

Squalifica Giocatore: Francesco Maimone fermato fino al 6 Gennaio 2023 “Per proteste nei confronti dell'arbitro e per averlo ripetutamente spintonato; nonchè, a fine gara, per avere assunto grave contegno offensivo e minaccioso nei confronti dello stesso e per averlo colpito con un forte calcio al ginocchio destro procurando forte dolore, facendolo barcollare e tentando ancora di colpirlo.

Valutato che il comportamento sopra riportato configura una condotta da parte del tesserato che rientra tra quelle che determinano l'applicazione delle sanzioni previste dal C.U.n.104/A del 2014;

Che, nella concreta fattispecie, infatti, si rinviene una "condotta violenta" secondo la definizione della concorde giurisprudenza federale, che consiste in un comportamento "da intenzionalità e volontarietà miranti a produrre danni da lesioni personali o a porre in pericolo l'integrità fisica e che si risolve in un'azione impetuosa e incontrollata connotata da una accentuata volontaria aggressività con coercizione operata su altrui ..."; (cfr.Corte Giust. Fed., in C.U.n.161/CGF del 10.1.2014; Corte Giust.Fed. in C.U. n.153/CGF del 18.1.2011; e, da ultimo, C.Sportiva Appello, III Sez.,in C.U. n.056/CSA del 22.12.2016 e C.Sportiva Appello, Sez. Unite, in C.U. n.114/CSA del 3.2017);

Pertanto, ai sensi dell'art.16, comma I del C.G.S.; Si delibera che la sanzione irrogata va considerata ai fini dell'applicazione delle misure amministrative come previste dall'art.16 comma 4 bis del C.G.S. nel testo approvato dal Consiglio Federale della FIGC (C.U.n.256/A del 27.1.2016).

Squalifica giocatore: Manuel Miano – squalificato per cinque gare “Per avere lanciato della terra all'indirizzo dell'arbitro, colpendolo alla testa, a fine gara.

Squalifica Allenatore: Giuseppe Mancuso fermato fino al 5 Febbraio 2018 “ Per grave contegno irriguardoso nei confronti dell’arbitro”.

Gli altri provvedimenti dell’ultima giornata

Giocatori Squalificati

Una Giornata: Gianpaolo Stracuzzi (S. Alessio), Carmelo Famà (Sporting Taormina), Castro Giovanni (Aci S. Filippo), Oltean (Randazzo), Cartellone (Russo Calcio), Gangemi (Aci Bonaccorsi), Aiello, D’Urso, Russo (Aci Bonaccorsi) “ Per contegno irriguardoso nei confronti dell’arbitro a fine gara”.

Squalifca dirigente

Alessandro Valastro (Piedimonte Etneo) fino al 15 Gennaio.

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci