La "prima volta" di mister Sebastiano Spinella: premio "The Best Coach 2017" e "Oscar del Futsal Siciliano", grazie al suo Oliveri.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Sunday
Oct 21st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Calcio a 5 La "prima volta" di mister Sebastiano Spinella: premio "The Best Coach 2017" e "Oscar del Futsal Siciliano", grazie al suo Oliveri.

La "prima volta" di mister Sebastiano Spinella: premio "The Best Coach 2017" e "Oscar del Futsal Siciliano", grazie al suo Oliveri.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

C’è sempre la prima volta…….nella propria carriera: la stagione sportiva 2016-17 è stata la sua prima volta come allenatore portando alla vittoria del campionato di Serie C/2 di Calcio a 5 maschile il Città di Oliveri: 59 punti, 26 gare giocate con 18 vittorie, 5 pareggi e 3 sconfitte, grazie a 120 reti realizzati e 64 subiti, precedendo in classifica di due punti il Meriven Calcio a 5.

Grazie alla promozione in Serie C/1, lo scorso 19 Dicembre 2017 è stato premiato per la prima volta  con il “The Best Coach 2017” dall’Associazione Italiana Allenatori di Messina, ma non solo, il successo sulla panchina dell’Oliveri le ha permesso anche di ricevere il premio “Oscar Futsal Siciliano”.

Stiamo parlando di mister Sebastiano Spinella neo premiato in quel di S. Lucia del Mela dove ha ricevuto un riconoscimento da parte dell’A.I.A.C di Messina guidata dal Presidente – Andrea Argento – per il successo riportato la passata stagione sulla panchina del Città di Oliveri del Presidente Domenico Leggio.

Allora mister  un premio importante per lei, il primo in assoluto? “Un premio che meritavo già da tempo avendo vinto già altri campionati come secondo allenatore, al  S. Lucia del Mela con la promozione in C1, Atl.Villafranca finale play off e semifinale di Coppa, Mortellito anche qui promozione in C1, Football School con la promozione in C2, infine Oliveri finale play-off con semifinale di Coppa), a riguardo si sta lavorando come Associazione Allenatori anche su questo perché il secondo allenatore ha un ruolo fondamentale.  Nel 2017 come prima esperienza da primo allenatore ho centrato un grande obiettivo la  promozione in C1 con il Città di Oliveri che mi è valso il premio all'Oscar del Futsal Siciliano e il premio The Best Coach”.

Un riconoscimento che lo ripaga del suo impegno nel mondo del futsal prima come giocatore adesso come "coach"? “Un premio è sempre un riconoscimento importante riceverlo specialmente dopo aver stravinto un campionato non da candidato principale, le soddisfazioni più importanti sono andare in giro per i campi ricevendo rispetto e stima da tanti allenatori. Il mio impegno da calciatore, è iniziato negli anni 95/96 non ero un fenomeno, ma un pivot grintoso che riusciva a proteggere bene palla" ho vinto qualche campionato mantenendo sempre la categoria senza mai retrocedere quando la C2 era un girone unico messinese e catanese. Ora penso al futuro...sperando in una salvezza”.

Come ogni vittoria questo "The Best Coach" a chi lo dedica? “Dedico questa vittoria a chi ha creduto in me sin dall'inizio ed esattamente alla società e giocatori, ma in particolare modo a mia moglie Simona che ancora  sopporta le tensioni pre/ post partita”.

Il riconoscimento viene dall'Associazione Allenatori Messina che vuole premiare la professionalità di "mister" preparati non nati per caso? “ Questa Associazione sta facendo molto per tutto il movimento del Futsal messinese, sta tentando con grande successo di formarci sempre più con corsi di aggiornamento che sono la linfa per noi allenatori alle prime esperienze...perché non si nasce preparati ma si diventa formandosi con umiltà senza pensare di essere i numeri uno.”

Il 2017 una data che certamente non dimentichera': vittoria del campionato con il Città di Oliveri e The Best Coach, il 2018 cosa porterà a mister Spinella? “Quando vinci un campionato è difficile dimenticarlo specialmente quando qualcuno pensa che non sei capace di vincerlo, ed invece lavorando con silenzio porti a casa un grande successo....spero che il 2018 si concluda nei migliori dei modi, ma se non sarà così è stata sempre un'esperienza positiva per un allenatore giovane come me”.

E' più emozionante vincere un campionato o ricevere un premio? “L'emozione non ha voce come dice Celentano...ma vincere ed essere premiato ha una voce che non si può descrivere”.

Il suo amore verso il futsal è risaputo, in che direzione sta andando il Calcio a 5 in Sicilia dalla C1 alla Serie D?” È un amore che ti rende forte legandoti sempre più alle persone con cui vivi giorno dopo giorno allenamenti...vittorie..sconfitte. Il calcio a 5  sta crescendo tanto specialmente nelle categorie più alte basta pensare che il prossimo anno possiamo avere una squadra in serie A siciliana (sicuramente il Marittime). Per le categorie come la C1, la C2 e D noto che i settori giovanili aumentano, questo potrà essere un trampolino di lancio per giovani che si avvicinano al mondo del Futsal ed anche per le società che così possono pescare e costruire partendo dai giocatori del vivaio.

Lei nella sua carriera di allenatore, sia nelle vesti di collaboratore, oggi come mister... ha sempre lottato per traguardi importanti, in questa stagione, il rovescio della medaglia, puntare ad una salvezza in C1? “Sin da quando ho iniziato ad allenare ho lottato nel creare gruppi compatti che resistessero nel tempo raggiungendo degli obbiettivi importanti spesso ci sono riuscito! Da matricola in questa stagione non puoi pretendere una squadra da primato altrimenti spendi tanto rischiando di scomparire l'anno dopo, quindi insieme alla società abbiamo costruito una squadra per l .salvezza sperando di salvarci il prima possibile”.

Ultima domanda mister, innanzi tutto le faccio i miei complimenti.....vorrei concludere con una provocazione, lei come viene visto dai suoi colleghi? “Una domanda piccante, rispondo con piacere perché ho un ottimo rapporto con tutti, mi confronto spesso con tanta umiltà senza essere presuntuoso, poi saranno loro a giudicarmi sicuramente in qualsiasi campo ho le porte aperte”.

Siamo alla fine della nostra  chiacchierata, lei come ben sa io concludo con un giochino, su una torre ci sono tre personaggi: Il presidente del Città di Olivieri Domenico Leggio,  Andrea Argento Presidente dell'A.I.A.C Messina e Arturo Carciotto chi butterebbe dalla torre ovviamente la motivazione? “Difficile buttare giù qualcuno di loro sono persone che rispetto tantissimo, dal Presidente persona umile che sa cosa vuole,  aperta al dialogo...con Arturo abbiamo conseguito l`abilitazione insieme oltre che ci confrontiamo spesso...butto giù il Presidente Andrea Argento perché tra tutti è quello con cui ho meno confidenza (avremo modo dichiarire), altrimenti non so chi lasciare sulla torre!.”

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci