B/1 - Trasferta difficile per la Finchiara S. Teresa in terra romana contro il Casal dè Pazzi.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Friday
Dec 14th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home VolleyFemminile B/1 - Trasferta difficile per la Finchiara S. Teresa in terra romana contro il Casal dè Pazzi.

B/1 - Trasferta difficile per la Finchiara S. Teresa in terra romana contro il Casal dè Pazzi.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Si preannuncia impegnativa la trasferta di Finchiara in quel di Roma,  ospiti sabato 25 alle ore 18.30 al PalavolleyRò di V.R.Rossellini del VolleyRò-CDP, gara valevole per il girone di andata FIPAV di B1 Femminile girone D.

Con 12 punti questa temibile squadra veleggia nelle zone alte della classifica, con 4 gare vinte e 2 perse, e di queste due defaillances, in nessuna si sono fatti lasciare a zero set, per dirla lunga (e in anticipo) quanto le ragazze di Sandro Kantor e Matteo Pilieci siano con il coltello tra i denti ad ogni pallone. Del resto questa bella società romana interpreta il volley giovanile femminile come un immenso vivaio di alta qualità, capace di far crescere i migliori talenti e sfornarli in tutta Italia: concorre con una squadra di Under18 in B1, una di Under16 in B2 e le atlete ancora più giovani in Serie D. In serie A sono state lanciate ben 7 giocatrici dell’anno scorso.

Tipicamente entra sul parquet con: SCOLA, DE BELLIS, BLASI, GIUGOVAZ, ARMINI, GHEZZI, TANASE, SCOGNAMILLO, NWAKALOR e GUIDUCCI, osservate speciali Tanase e Giugovaz, fortissime e con score in doppia cifra anche nelle gare peggiori. Troviamo in questa belle realtà volleistica Pietrini, Scola e Tanase ad essere reduci dalla storica affermazione della nostra Nazionale Under18 ai recenti Mondiali in Sudamerica.

Coach Jimenez, dal canto suo, ha il roster a completa disposizione con le ragazze caricatissime a far del bene ed a far vedere il loro miglior gioco. La settimana è stata dura ed intensissima e gli schemi sono stati provati e riprovati allo stremo; spazio è stato dedicato anche allo studio dei video delle recenti gare delle forti avversarie.  (Diretta streaming nella pagina fb Volleyrò CDP dalle 18.30)..

L’ambiente non soffre di timori reverenziali, e si parte per Roma con grande entusiasmo, sicuri di portar il massimo possibile in campo…e al ritorno. La società si è stretta in settimana attorno alle giocatrici per far sentir loro la massima vicinanza. Coach Jimenez al solito suo, molto abbottonato: “…è una squadra piena di giovani promettenti, sappiamo che sarà molto difficile, come ogni gara di questo campionato. Le ragazze sanno cosa si troveranno di là della rete…”

Più circostanziato invece l’incontro dal punto di vista di chi ci mette cuore e muscoli. Benny Marcone ai nostri microfoni:

Benny, con quale animo avete passato questa settimana di avvicinamento al match?” “…una settimana come tutte le altre…lavoriamo bene, e su tutto, concentrandoci sulle cose sulle quali  pecchiamo un po’. Si parte stavolta con animo positivo visto che siamo reduci da una nostra bella vittoria, che dal lato morale fa tanto. Ci dovremo giocare la carta dell’esperienza, poiché loro sono fortissime ma anche molto giovani….proveremo quindi giocate d’astuzia, oltre che provare a confrontarci dal lato fisico.

Jimenez si è soffermato su qualche aspetto tecnico particolare?“…no, credo che la sua forza sia nel farci preparare come se fosse, e come è , una gara come tutte le altre, senza un compito particolare che metta da parte altri aspetti…ovvio che lavoriamo di più su quello che , sinora, è funzionato meno, per alzare l’asticella del valore del nostro gioco…diciamo che si lavora parecchio su noi stesse, e di conseguenza prendiamo consapevolezza delle avversarie”.

Il recente utilizzo di giovanissime nel roster è un punto di forza o rallenta l’amalgama di squadra?” “…no, anzi…l’aspetto buono di essere relativamente in poche è che si facilita la creazione immediata del gruppo, che lavori unito remando dalla stessa parte…perché nelle difficoltà ci si aiuta di più… Certo…mi rendo conto che alcune sono state catapultate in una realtà in cui devono crescere velocemente, sotto il profilo della resa e della concentrazione…rispetto a due mesi fa concorrere in un campionato di B1 accelera il loro processo di formazione”

La più che nota esigenza di rafforzare il centro del Campo intacca o snatura il tuo ruolo o le tue potenzialità?” “ …no, forse il mio ruolo e quello del Libero non sono coinvolte più di tanto in questa nostra mancanza, ed io forse sono la più “tranquilla” e fiduciosa di tutte…insieme a Sara Casale… questo lo trasformo in valore aggiunto perché essendo in grado di vivere pienamente il mio ruolo, cerco di dare più del cento per cento in gara, aiutando chi si è dovuto adattare.”

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci