La Pgs Luce cala il poker, la capolista Ludica Lipari si deve arrendere. A Bisconte finisce 4-1.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Tuesday
Aug 21st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home 2 ^ Categoria La Pgs Luce cala il poker, la capolista Ludica Lipari si deve arrendere. A Bisconte finisce 4-1.

La Pgs Luce cala il poker, la capolista Ludica Lipari si deve arrendere. A Bisconte finisce 4-1.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Su un campo pesante, alla prima occasione, i locali passano. Occhino in area di rigore è atterrato dall’intervento del difensore ospite e per l’arbitro è rigore. Dal dischetto capitan Corrieri è freddo e spiazza il portiere. Il vantaggio galvanizza i padroni di casa che non accennano a diminuire la pressione.

La sponda di Occhino è così raccolta da Mutto ma il tiro, dal limite, sorvola la traversa. Giunta dalla distanza alleggerisce il forcing, tuttavia, la conclusione è abbondantemente larga. Ben più ghiotta la chance capitata a Licari qualche minuto più tardi: imbeccato tutto solo, a tu per tu con Faranda, deposita a lato. La compagine isolana aumenta i giri del motore nel finale di frazione L’atteggiamento mutato, non reca, comunque, in dote i frutti sperati e al riposo si va con la Pgs avanti.

In avvio di ripresa è ancora Licari a creare insidie, complice un disimpegno imperfetto della retroguardia arancione, ma il tiro, ciccato, si spegne fuori. Sono prove generali, perché. con la botta dal limite di Coluzzi, gli ospiti pareggiano. Abate di testa prova a ristabilire distanze e gerarchie: non ottiene i frutti desiderati.

Dall’altra parte, Marino, lanciato in campo aperto, salta Faranda ma si defila troppo e non trova la porta. Sturnilo e Rosi vanno vicini al bersaglio grosso: l’imprecisione è minima. Zagarella, su punizione, trova un braccio, costringendo il direttore di gara a fischiare il secondo penalty di giornata. Corrieri, questa volta, si fa ipnotizzare ma sulla ribattuta di Orto, Zagarella trova il tap in giusto. Trascorre qualche istante e il numero nove si traveste da assist man servendo Andaloro per il 3-1. Con le squadre lunghe è Vaccaro a chiudere la pratica, dimostrandosi cinico nel battere Orto in uscita.

Il successo è linfa vitale per la compagine di mister Pavone che acquisisce fiducia e consapevolezza nei propri mezzi.

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci