La capolista Jonica rischia sul campo del Merì passato in vantaggio con Schifino. Nella ripresa arriva il pareggio di Cambria. Espulso Marchiafava.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Thursday
Nov 23rd
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Promozione La capolista Jonica rischia sul campo del Merì passato in vantaggio con Schifino. Nella ripresa arriva il pareggio di Cambria. Espulso Marchiafava.

La capolista Jonica rischia sul campo del Merì passato in vantaggio con Schifino. Nella ripresa arriva il pareggio di Cambria. Espulso Marchiafava.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Un testa coda che poteva diventare pericoloso per la Jonica sul campo del fanalino di coda del Merì, una differenza di ben 20 punti che sul terreno di gioco, non si è visto, alla fine i ragazzi di mister Mimmo Moschella passati in svantaggio dopo 15’ riescono ad inizio ripresa ad acciuffare il pareggio con Roberto Cambria, poi non riescono a trovare il guizzo per portare a casa la vittoria, anzi rischiano nelle ripartenze dei locali con il migliore in campo tra le file di casa Mastroieni. Su l’economia della gara, pesa senz’altro, l’espulsione del giovane Filippo Marchiafava che al 40’ lascia la Jonica in dieci.

Al triplice fischio finale, il risultato rimane inchiodata sul punteggio di 1-1 che conferma il primato solitario della Jonica in vetta con 24 punti, oltre alla frenata della formazione di mister Mimmo Moschella, anche le rivali non sono andati oltre il pareggio il Terme Vigliatore (2-2) sul campo di Mascalucia, mentre lo Sporting Viagrande è stato sconfitto a Giardini. Quindi, nonostante il pareggio, la Jonica rimane in vetta con 24 punti, seguita dal Terme Vigliatore 23 e dalla coppia Viagrande-Tirrenia a 22.

Dal campo di Merì oltre, al pareggio e alla vetta della classifica, la Jonica continua nella sua striscia di imbattibilità in campionato che è salita a 37 risultati utili consecutivi, di cui 18 fuori casa ( 12 vittorie e 6 pareggi).

La gara: Contro il fanalino di coda mister Mimmo Moschella può contare sul ritorno in porta del giovane Andrea Gugliotta e del difensore Max Herasymenko, nelle file del Merì in campo i nuovi acquisti il portiere Galli e il centravanti Mastroieni. Il primo episodio della gara arriva al primo giro dell’orologio che poi risulterà determinante per il proseguo dell’incontro: il giovane Filippo Marchiafava fa la “bravata” di colpire con la mano uno spiovente dalla destra il pallone che va finire in rete, giustamente il direttore di gara estrae il cartellino giallo che diventa rosso al 39’ quando la Jonica sotto di un gol, è costretta a continuare la gara in inferiorità numerica, l’attaccante ospite spinge sulla media del centrocampo l’avversario (intervento che si poteva evitare) per l’arbitro ci sono gli estremi di un altro cartellino che risulta fatale per Marchiafava.

Al 10’ la Jonica ha la possibilità di sbloccare il risultato con Monaco ben lanciato da Herasymenko conclude con un insidioso diagonale che l’estremo difensore di casa riesce a deviare in angolo. Al 15’ arriva il vantaggio del Merì con una splendida rete di Schifino che dal vertice destro dell’area di rigore fa partire un bolide a volo che va ad insaccarsi sotto l’incrocio dei pali della porta difesa da Gugliotta che nulla può alla prodezza balistica del giocatore di casa. La reazione della Jonica tarda ad arrivare, bisogna aspettare la mezz’ora quando una punizione di Monaco permette il colpo di testa di Sanfilippo che manda di poco fuori. Con la Jonica protesa in avanti, subisce le ripartenze dei padroni di casa prima con Cordima poi con Impalà.

A rientro in campo la Jonica si presenta con Francesco Ferraro al posto di Smiroldo, la Jonica si fa subito propositiva, al 53’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo arriva il pareggio: Sanfilippo appostato sul secondo palo riesce a spizzicare la palla verso Roberto Cambria pur contrastato da un difensore riesce a deviare in rete.  Ristabilità la parità, adesso i ragazzi di Moschella cercano il gol del vantaggio, nonostante il pressing non riescono a trovare la zampata vincente ci provano Ferraro e Galletta senza risultato, il Merì chiuso a riccio riesce ad imbrigliare la manovra della capolista con delle rapide ripartenze con protagonista Mastroeni.

 




Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci