Che strana gara tra Tirrenia Calcio e Atletico Fiumefreddo: alla fine parità 2-2.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Thursday
Nov 23rd
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Promozione Che strana gara tra Tirrenia Calcio e Atletico Fiumefreddo: alla fine parità 2-2.

Che strana gara tra Tirrenia Calcio e Atletico Fiumefreddo: alla fine parità 2-2.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Che strana partita al Comunale di Giammoro tra la locale Tirrenia ed il Milo. I giallorossi di casa tornavano in casa dopo la squillante vittoria esterna colta a Trecastagni mentre gli ospiti, dopo il cambio tecnico non volevano tornare a casa a mani vuote.

La Tirrenia pertanto era obbligata a dare continuità al filotto di vittorie per restare attaccata alle prime posizioni ed in questa ottica ha cominciato la gara, premendo costantemente per tutto il primo tempo sprecando però all’inverosimile. La strategia ospite era quella del contenimento cercando qualche sortita in avanti per alleggerire la pressione. Si chiudeva sul nulla di fatto il primo tempo ma chiara era la sensazione che, una volta trovata la via del goal da parte dei giallorossi, gli ospiti potessero deporre le armi e, tutto ciò lo si credeva avverato quando all’ottavo della ripresa Schepisi riprendeva un pallone che, respinto dall’incrocio dei pali su punizione di Milanese schizzava per terra (forse già entrato) deponendolo in rete.

Ma quando il diavolo ci mette la coda il corso delle gare viene stravolto: accade così che una debole punizione ospite venisse respinta da Bucca con Pezzino pronto a ribadire in rete. Ma anche il signor Caruso di Barcellona, assistente del signor La Rosa, dimostrando oltre alla poca conoscenza regolamentare massima distrazione consentendo ad Ardizzone di insaccare il ribaltone approfittando degli oltre cinque metri oltre la linea dei difensori non segnalata dal poco attento guardialinee.

La Tirrenia accusa il colpo e si innervosisce oltremodo anche perché il signor Caruso si ripeteva subito dopo con Bucca stavolta pronto alla respinta. Le ire dei locali portavano a ben poco datosi che giustamente il Milo saliva di tono alla ricerca della vittoria mentre la Tirrenia attaccava a testa bassa. Era questo un momento brutto della gara dove saltavano spesso le “misure”  mentre il nervosismo la faceva da padrone. Fioccavano i provvedimenti disciplinari e Laquidara veniva espulso. La pressione dei locali veniva però premiata allo scadere con un fendente sinistro di Ruggeri scagliato in diagonale dal limite. Adesso i locali ci credevano e nei minuti di recupero, pur ridotti in nove (espulso pure De Salvo), sprecavano due buone occasioni.

Finiva quindi in pareggio con molto rammarico per il primo pareggio interno dopo quattro vittorie per la Tirrenia mentre pur essendo contenti per il punto raccolto, anche gli ospiti, che cominciavano a pregustare il colpaccio, non riescono ad esaltarsi. Ora si riprenderà tra due domeniche e c’è quindi tempo per analizzare tutti gli aspetti che hanno impedito di agguantare una vittoria che alla fine del primo tempo pareva raggiungibilissima.

Peseranno anche i cartellini rossi ma l’organico a disposizione di Bitto dovrebbe consentire, oltre a qualche rientro dagli infortuni, di ben proporsi sabato 11 novembre nella trasferta messinese contro il Messuna Sud. A priva vista, potrebbe sembrare facile ma è noto a tutti che questo genere di partite sono molto insidiose e c’è il rischio di complicarle altrettanto se non si affrontano con la giusta concentrazione. La Tirrenia per restare agganciata all’alta classifica non può perdere punti ulteriori specie in un turno che vedrà le prime impegnate in insidiose gare esterne e quindi ci si attende una grande prova d’orgoglio dopo la mezza battuta d’arresto interna.

TIRRENIA - MILO 2-2

Reti: st 8’ Schepisi, 13’ Pezzino, 17’ Ardizzone, 43’ Ruggeri.

TIRRENIA: Bucca, Agolli (st 18’ Pandolfo), Laquidara, ,Biondo (st 38’ Mandanici), Milanese, Shpellzaj , Ruggeri, Mazzù,s.t. 44’Mandanici), Schepisi, Aloe (st 42’’ De Salvo), Zurka. All. Bitto

MILO:S ommese, Lo Re, Pesce, Arena, Balastro, Semprevivo, Pezzino, Leonardi, Ardizzone, Arrabito, Garozzo. All. Fichera.

Arbitro: La Rosa(Barcellona)

Ammoniti: Aloe,Shpellzaj, Milanese(Tirrenia),Arena, Pezzino, Garozzo, Ardizzone(Milo)

Espulsi: Laquidara e De Salvo (Tirrenia).

 




Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci