B/1 - Sconfitta al tie break per la Gupe a Cinquefrondi. Un punto prezioso su un parquet difficile.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Monday
Nov 20th
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Volley Maschile B/1 - Sconfitta al tie break per la Gupe a Cinquefrondi. Un punto prezioso su un parquet difficile.

B/1 - Sconfitta al tie break per la Gupe a Cinquefrondi. Un punto prezioso su un parquet difficile.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Ci sono delle gare in cui non conta il risultato, ma l’atteggiamento in campo. Cinquefrondi-Gupe Catania si annovera tra queste. Nonostante la vittoria sfumata al tie break, i catanesi hanno infatti dimostrato d’aver imboccato la strada giusta per proseguire al meglio il campionato, conquistando un punto preziosissimo su un campo difficile come quello cinquefrondese.

Perso il primo set, Bonsignore e compagni si sono stretti l’un l’altro e complici i preziosi innesti dalla panchina sono stati capaci di rialzare la testa, aggiudicandosi secondo e terzo parziale. A quel punto, sarebbe bastato stringere i denti ancora un attimo per fermare le bordate del micidiale Laganà, vero mattatore del Cinquefrondi con i suoi 40 punti. Uno sprint che è invece mancato, ma del quale non può farsi una colpa un gruppo che ha dimostrato di saper lottare unito in un clima infuocato. Dagli spalti le minacce dei dirigenti avversari hanno infatti disturbato ininterrottamente la gara, costringendo perfino l’arbitro ad interrompere il gioco per alcuni minuti.

«Guardiamo il bicchiere mezzo pieno – è il commento del ds Massimo Smario -. La squadra in campo ha reagito bene e tutti i ragazzi chiamati in causa dalla panchinahanno dato il loro buon contributo. Rimane il rammarico di non aver giocato in un bel clima: per tutta la durata della gara i nostri sono stati disturbati, in campo ed in panchina, da urla e minacce di dirigenti avversari seduti sugli spalti. Uno spettacolo indegno al quale, tengo a precisare, non imputiamo il risultato finale. Adesso non annunciamo vendetta, anzi, accoglieremo con piacere la squadra durante la terza giornata di ritorno. Noi facciamo sport».

Cinquefrondi-Gupe Volley 3-2

Cinquefrondi: Dall’Agnol 11, Laganà 40, Koch Nardi 9, Aprile 6, Bellucci 5, Chillemi 8, Foti 0, Imbesi 1, Limberger 0, Salomone (L1), Santacroce (L2), Concolino ne, Bonati ne, Varano ne. All. Polimeni.

Gupe Volley: Bonsignore 12, Saglimbene 20, Raso F. 16, Raso A. 6, Bertone 8, Petrone S. 2, Scalisi 0, Mollica 1, Petrone D. 1, Trombetta (L1), De Costa (L2), Maugeri ne, Giuffrida ne, Testa ne. All. Petrone.

Set: 25-21, 26-28, 20-25, 25-21, 15-6.

Arbitri: Scavelli di Catanzaro e Donato di Lamezia Terme.

 




Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci