Matteo Salpietro e Ninni Rotolo incoronati Re siciliani della montagna

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Thursday
Nov 23rd
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home motori Matteo Salpietro e Ninni Rotolo incoronati Re siciliani della montagna

Matteo Salpietro e Ninni Rotolo incoronati Re siciliani della montagna

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Una stagione lunga e difficile che ha visto i due portacolori della scuderia SGB Rallye centrare a pieno il loro obiettivo stagionale, la vittoria nel campionato siciliano velocità montagna di categoria.

Stagione da incorniciare quella del giovane pilota e preparatore di Sinagra, Matteo Salpietro, che alla sua prima partecipazione assoluta in questa difficile specialità ha impressionato tutti gli addetti ai lavori dimostrando che quando c’è talento ci si adatta subito a tutto. Un percorso lungo e difficile quello che ha portato il dirigente della scuderia SGB Rallye a laurearsi campione siciliano, iniziato con una vittoria al debutto alla cronoscalata Cefalù-Gibilmanna, primo appuntamento di campionato, passando per il trionfo con record di categoria alla Monte Erice, dove Salpietro ha ottenuto la vittoria sia in gara 1 che in gara 2, alla bella prestazione della Coppa Nissena dove ha vinto gara 2 con il miglior crono di categoria. Un totale di 11 gare con 11 podi, senza mai un ritiro, collezionando quattro vittorie, sei secondi posti e un terzo posto.

A coronamento della splendida stagione, con risultato ottenuto domenica 15 ottobre nell’ultima gara di campionato velocità montagna, la cronoscalata Giarre Montesalice Milo, il giovane pilota di Sinagra, si è laureato, appunto, campione siciliano nella categoria A1400. Salpietro ha concluso la salita Giarre Milo, al secondo posto amministrando in tranquillità il suo vantaggio in campionato, portando così la sua Peugeot 106 rally preparata dalla factory di famiglia, l’Autotecnica Racing ad essere la migliore vettura di classe in ambito territoriale, una vettura sviluppata in corso di campionato, allestita interamente da zero in collaborazione anche con il preparatore e presidente della SGB Rallye Giuseppe Gulino, nata prevalentemente per i rally e quindi non proprio adatta a questo tipo di specialità, ma che Salpietro ha saputo sfruttare al meglio per farla diventare la migliore del lotto.

“Sono strafelice – commenta Salpietro – abbiamo costruito una vittoria perfetta, siamo stati davvero bravi. Per prima cosa devo assolutamente ringraziare tutto il team, tutti i ragazzi dell’Autotecnica Racing (diretta dal papà Leo ndr) e della scuderia SGB Rally, questa è una vittoria di tutti, è vero io sono stato bravo dentro l’abitacolo, ma tutti sono stati impeccabili fuori, in questo percorso di crescita che ci ha portato gara dopo gara ad essere sempre più competitivi. Abbiamo corso con una macchina totalmente nuova, sviluppata per i rally ed adattata sempre più durante il campionato a questo tipo di specialità rendendola alla fine perfetta. Per me sono state tutte gare nuove, percorsi mai fatti e questo mi gratifica ancora di più. Un ringraziamento speciale a Mauro Gulino direttore sportivo di SGB Rallye ed al suo grande presidente Pippo Gulino, sempre presenti ed accanto a me in tutta la stagione. Un grazie sentito anche al mio main sponsor “Pizza & Sfizi – di Capo d’Orlando” fondamentale per poter affrontare una stagione al top”.

Un risultato di grande rilievo se si tiene conto che per il pilota e preparatore di Sinagra si trattava della prima stagione in assoluto in questa specialità, lui che di solito si cimenta solo nei rally e raramente negli slalom. Dopo la vittoria in campionato Salpietro si concederà un ritorno al primo amore, ovvero ai rally con la partecipazione a Dicembre al prossimo Ronde di Gioiosa Marea a bordo di una Peugeot 106 rally di classe A1600 con al suo fianco l’inseparabile Michele Marturano.

Una stagione difficile invece per l’altro portacolori della scuderia nebroidea Ninni Rotolo, l’esperto anche se giovanissimo pilota ha dovuto fare i conti con un pò di sfortuna che lo ha privato della possibilità di lottare nel campionato italiano, ma che comunque non gli ha tolto la possibilità di primeggiare ancora una volta nel campionato siciliano di classe E2SS1000 per il secondo anno consecutivo e di laurearsi anche lui campione siciliano velocità montagna.

Rotolo, che non ha preso parte all’ultimo atto stagionale per un ritardo di consegna dei ricambi del motore della sua vettura, costantemente aggiornata ed al top, ha vinto il campionato soprattutto grazie alle belle prestazioni di inizio stagione, tra cui il secondo posto assoluto e la vittoria di classe alla Cefalù-Gibilmanna e la vittoria in gara 2 alla Monte Erice.

“Stagione dolce-amara quella di quest’anno – commenta Ninni Rotolo – il livello è stato molto alto e ci è mancata un pizzico di fortuna. Abbiamo costantemente rialzato la vettura, rendendola al top assoluto della categoria e per questo ringrazio immensamente tutto il team che ha duramente lavorato per questo, in particolare Filippo Indovina e Carmelo Scaramozzino e tutta la Himera Corse. Un grazie infinito a tutti i miei sponsor dai più grandi ai più piccini, tutti fondamentali per stare dove siamo, in particolare Bellaville Solution, Carabillò Petroli e Farmacie Curreri. Sempre al top la mia scuderia SGB Rallye, con il direttore sportivo Mauro Gulino che ringrazio in modo particolare, sempre presente al mio fianco in ogni momento del campionato. Siamo stati ai vertici anche quest’anno, è sempre difficile ripetersi quando si vince, ma non ci possiamo lamentare, abbiamo portato a casa il titolo siciliano e siamo nei piani alti dell’italiano. Adesso ci prendiamo il meritato riposo, così a mente serena prenderemo in considerazioni eventuali salti di categoria per provare a dire la nostra anche nella classe regina con una macchina ancora più potente e performante”.

 




Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci