B/1 - Il ritorno allo sport di Federico Smiroldo, nuovo VicePresidente del Santa Teresa Volley.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Friday
Nov 24th
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home VolleyFemminile B/1 - Il ritorno allo sport di Federico Smiroldo, nuovo VicePresidente del Santa Teresa Volley.

B/1 - Il ritorno allo sport di Federico Smiroldo, nuovo VicePresidente del Santa Teresa Volley.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Dal calcio con l’Inter Club Barracca negli anni a cavallo ’80-’90  dalla Terza Categoria al campionato di Promozione nelle vesti di Presidente, poi  diversi anni di “pausa” per ritornare nel mondo dello sport nel pianeta del mondo del volley femminile con i colori sociali del Santa Teresa,   sestetto che prenderà parte al campionato di Serie B/1.

Stiamo parlando del 54enne Federico Smiroldo il nuovo vicepresidente del S. Teresa Volley, proprio con il neo dirigente abbiamo realizzato una chiaccherata,

Allora Federico, ti abbiamo lasciato al timone di una fortunata epopea calcistica, e adesso cosa fai sotto una rete di pallavolo? “ Intanto saluto i numerosi amici e tifosi del sistema volleystico qdsantateresino che vorranno unirsi e sorreggere il nostro progetto”.

Perché dal calcio alla pallavolo? “Anche un certo Velasco fece così (scherza), dopo aver vinto quasi tutto con la Nazionale Italiana di pallavolo, passò alla Lazio di serie A Calcistica. L’entusiasmo sportivo talvolta non si esprime con una sola disciplina e mi sono voluto scommettere in terreni diversi dai campi di calcio”.

Certo è che ti sei trovato in una situazione un po’ bollente, all’indomani della non iscrizione in A2 del S.Teresa? “ …e come ho sempre fatto nella mia vita, ho tenuto subito per la parte che ritenevo più debole, quella abbandonata da quasi tutti. Ho visto un progetto in cui credo, e in cui vi è spazio di miglioramento qualsiasi siano i primi risultati. Certo è che sono stato contattato da ambedue le società, ma mi è stato subito chiaro a chi dovessi dire di si”.

Quali i punti di forza e quelli critici, da una prima occhiata all’ambiente sia tecnico che dirigenziale? “Troppo presto per dirlo, devo andare d’istinto. Intanto legarci territorialmente a S.Teresa di Riva è una scelta vincente in ogni caso, e spero che un sistema, sezionato chirurgicamente in due non senza colpi bassi, voglia ripartire dalle certezze, dalla fiducia negli sponsor, dalla roccaforte dello staff tecnico che non ha nulla da invidiare nelle serie superiori alla B1. Ho la massima fiducia nei vertici societari, nei colleghi dirigenti con i quali mi conosco anche da decenni, e nella nuova rete di relazioni che non solo con Sebastiano Leo, sapranno ricostruirsi dai rapporti con la Municipalità, agli sponsor, al resto delle Società di B1, alla Federazione, e perché no….saper passare sopra magagne e colpi sotto la cintura, per un rapporto civile anche con quella parte del miracolo A2, che se ne è andata altrove in cerca di fortuna. E spero che la Palestra ci resti amica con i nostri tifosi”.

 

 

 




Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci