La Tirrenia Calcio colpisce per tre volte nella ripresa il Città di Mascalucia.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Monday
Nov 20th
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Promozione La Tirrenia Calcio colpisce per tre volte nella ripresa il Città di Mascalucia.

La Tirrenia Calcio colpisce per tre volte nella ripresa il Città di Mascalucia.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

La Tirrenia era chiamata all’arduo compito di battere la tetragona formazione del Mascalucia e sconfiggere soprattutto le ombre della brutta prestazione infrasettimanale in coppa. Ebbene, la formazione cara al presidente Paolo Sciotto (non Pietro), è riuscita a coniugare in una sola direzione l’andamento della gara e con una tonica vittoria s’è messa alle spalle la gara contro il Rometta.

La partita in cartello non era delle più facili in quanto gli etnei avevano costruito un organico importante laddove i nomi di caratura non mancavano ma i locali avevano da scrollarsi di dosso l’opaca prestazione del mercoledì e la voglia di riscatto ha, nel primo tempo, un po’ intorpidito la manovra tanto che gli ospiti riuscivano con una certa facilità a spegnere le iniziative di Ruggeri e soci, spesso intestarditisi in tentativi personali che poco fruttavano. In questa fase brillava la volontà di Schepisi che spendeva tante energie. Il nulla di fatto era la logica conseguenza con la quale si andava al riposo.

Supponiamo che nello spogliatoio Bitto abbia strigliato i suoi ed appena tornati in campo, s’è subito vista una squadra più tosta che viene subito premiata: sulla corsia di sinistra il pallone viaggia alla volta di Schepisi che raccoglie col suo sinistro qualche passo all’interno dell’area, cogliendo l’angolo opposto e rompendo l’equilibrio. Equilibrio che gli ospiti tentano di ristabilire spostando il baricentro in avanti ma prestando il fianco ai capovolgimenti di fronte che però i locali non riescono a sfruttare bruciando almeno cinque nitide palle goal con Aloe nella parte dell’ingordo.

Il Mascalucia, dal canto suo, malgrado l’innesto di Suriano, risulta spuntato limitando le proprie iniziative a qualche punizione dal limite. Intanto Peppe Aloe, finisce per centrare il bersaglio quando corre il 35’ minuto della ripresa chiudendo praticamente la pratica. C’è ancora il tempo per vedere all’opera De Salvo che viene steso in area e così Milanese può triplicare.

Vittoria tonica che si trasforma in apoteosi anche per il ‘2001 Amos Ragusa che a 16 anni può esordire in promozione. Testa della classifica saldamente in mano con tre vittorie nelle tre giornate disputate e soprattutto, allontanati i possibili malumori che in settimana aleggiavano velatamente e testa rivolta al difficile confronto col GE.SCAL. formazione guidata da Gaetano Di Maria legato da un cordone ombelicale con un gruppo del filone dirigenziale essendo egli stato tra i soci fondatori dell’allora Valle del Mela. Occasione per rinfrescare i ricordi ma gara sicuramente difficile ed esame di maturità per i giallorossoblù.

TIRRENIA-MASCALUCIA 3-0

Reti: st 2’ Schepisi , 35’ Aloe, 40’ rig. Milanese

TIRRENIA: Bucca (st 44’ Ragusa), Buta, Pandolfo (st 44’ Schepis), Biondo, Cuciti, Milanese, Ruggeri (st 21’ Celaj), Mazzù ( p.t. 29’Zurka), Schepisi, Aloe (st 37’ De Salvo), Laquidara. All. Bitto

CITTA’ Di MASCALUCIA: Spina, Porto, Di Mauro G. ( st 36’ Galiano), Orofino, Sparta, Mirabito, Di Mauro A., Finocchiaro, Costanzo, Scuto, Rosano (st 8’ Suriano). All. Garofalo

Arbitro: Mattace Raso di Messina.

Ammoninti: Aloe; Finocchiaro, Mirabito.

 




Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci