Marco Calì sposa il progetto della Nike Giardini che punta ad un campionato da protagonista.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Wednesday
Nov 22nd
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home 2 ^ Categoria Marco Calì sposa il progetto della Nike Giardini che punta ad un campionato da protagonista.

Marco Calì sposa il progetto della Nike Giardini che punta ad un campionato da protagonista.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Alle soglie dei 32 anni, la voglia di giocare è ancora tanta, nonostante l’età le richieste non mancano, in estate il suo nome è stato sempre sull’agenda di molte Società della riviera jonica.  Nelle ultime due stagioni ha indossato la maglia biancorossa del Linguaglossa in Seconda Categoria dove ha tagliato è superato il traguardo dei 200 gol in carriera.

Un giocatore dalla mentalità vincente lo dimostrano i vari campionati vinti, ma anche persi, con ricordi particolari del suo Trappitello, vecchi ricordi che sempre ritornano alla mente del bomber che i suoi tifosi chiamano “Re Leone” che non ha resistito alle sirene di casa propria, ovvero Giardini dove dopo diversi anni ritorna a vestire la maglia di una Società giardinese. Stiamo parlando dell’attaccante  Marco Calì,  geloso del suo numero di maglia il 32 ha sposato il progetto del Presidente Tino Sturiale e della Nike Giardini.

Con l’attaccante giardinese che in passato ha indossato anche le maglie dell’Agostiniana, Letojanni, Sporting Club Giardini, Desport Gaggi Trappitello, abbiamo analizzato il momento della stagione quando siamo nelle ultime battute di calcio mercato  di Prima e Seconda categoria........Marco Calì è l'oggetto di desiderio come da tradizione di diverse società? “Eh si effettivamente quest'anno più che mai ho ricevuto numerosissime offerte, a dispetto dei mie 32 anni , vuol dire che qualcosa di buono l'ho fatta, poi fa sempre piacere essere richiesto, anche se a livello dilettantistico”

Tu hai staccato la spina a Maggio con la finale persa con il Linguaglossa,,,,,,per la prossima stagione  ancora la maglia biancorossa o ci sono novità in vista? “Con la finalissima persa ho staccato la spina.....si è concluso un percorso stupendo, diciotto mesi intensi , in cui abbiamo raggiunto due finali play-off, tutte e due perse, però a mente  serena ho deciso di andare via, ambiente stupendo, ma quando per due anni non vinci, bisogna cambiare e cercare nuovi stimoli.”

Tu sei un veterano del calcio della riviera jonica, hai vissuto momenti belli e tristi di Società......come vedi la scomparsa del calcio a Taormina? “Certo ho vissuto il bello ed il cattivo tempo di alcune squadre, su tutti il Trappitello dei miracoli, in tre anni siamo arrivati in Promozione. Per quanto riguarda la scomparsa del calcio a Taormina dispiace moltissimo, però bisogna capire il presidente Mario Castorina, senza alcun aiuto non si può affrontare un campionato di Eccellenza, anzi lo si dovrebbe ringraziare per  i numerosi sacrifici che ha fatto per la città di Taormina”.

Da Taormina a Giardini il passo è breve, come giudichi il mercato del Giardini Naxos? Un mercato veramente importante, in base agli acquisti di Mangano , Lu Vito e Vaccaro credo che  l'obiettivo minimo siano i playoff”.

A proposito di Giardini, un'altra società giardinese sarà in campo la prossima stagione la Nike Giardini? "La  Nike Giardini sarà ai nastri di partenza del campionato di  Seconda Categorie.”

Marco tu sei sempre sul mercato.....hai già scelto la nuova squadra per la prossima stagione? “Dopo parecchie offerte ho sposato il progetto Nike, tornare a casa ha sempre un fascino particolare.”

Cosa ti ha convinto di accettare il progetto di calcio a 11 del Presidente Sturiale? “ Sicuramente è la voglia di vincere che ci accomuna, da quest'anno sarò in doppia veste di giocatore e Direttore Sportivo.”

Il tuo ritorno alla Nike coincide anche con l'arrivo di tanti tuoi amici ed ex compagni di squadra, diciamo che hai iniziato a studiare da "direttore sportivo"? "Diciamo di si, ho cercato di dare il mio contributo ai dirigenti, grazie alla mia amicizia che mi lega con tanti di loro, mi seguiranno in questo progetto, l'allenatore sarà Andrea Cerra (ex Linguaglossa), mentre faranno parte della rosa : Alessandro Monforte ,  Ruedy Patane' e Davide Sparta'(ex Linguaglossa), Filippo Lo Iacono (dal Calatabiano), Marco Antonuzzo (Sporting Club Pasteria), Lele Riccina, Alessandro  Trimarchi  e Carmelo D'Allura (dall’Agostiniana), Paolo Barresi (dal  Graniti), solo per fare alcuni nomi.".

In conclusione un giocatore come te dalla mentalità vincente, punta ad un campionato da protagonista? “Ovviamente noi puntiamo sempre a vincere, vogliamo fare un campionato di vertice , io ho fatto campionati sempre a vincere , lo dimostrano i due campionati vinti, e le 10 finali play off ( 4vinte, 6 perse).”

 




Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci