Il Messina Olymparty si chiude col botto. Gli Zero Assoluto fanno il boom, il resto è sport ma soprattutto gioia per tutti.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Friday
Dec 15th
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home News Varie Il Messina Olymparty si chiude col botto. Gli Zero Assoluto fanno il boom, il resto è sport ma soprattutto gioia per tutti.

Il Messina Olymparty si chiude col botto. Gli Zero Assoluto fanno il boom, il resto è sport ma soprattutto gioia per tutti.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Festa e divertimento. L’ultimo giorno del “Messina Olymparty - la Mega Convention di Musica e Sport da Spiaggia” si spinge oltre ogni più rosea aspettativa e non delude i tantissimi che, per nessuna ragione, si sono voluti perdere l’appuntamento.

Ancora una volta le prime notizie sono giunte al mattino, con la vittoria, nel burraco, delle coppie Bitto - Ullo nel girone A e Sisinni - Pellizzeri nel raggruppamento B. Successivamente, attenzione concentrata sui campi di beach volley e a raccogliere la corona, tipico emblema del primato, sono stati Cavalli e Torre tra gli uomini e Lestini e Mazzulla per la categoria femminile. L’handball Messina ha sbaragliato la concorrenza, raggiungendo il gradino più ambito del podio sia tra i ragazzi che tra le donne. Campione di tennis tavolo giornaliero Samuele Saitta, nel calcio balilla si confermano, invece, i “Com’è ghiè”. Le bocce sono terreno fertile per Piero Piccione. Nel basket si impongono, tra gli uomini, “I rum e pera”, nella sezione donne, “Arrosto e tiro”. Beach rugby ai “Cavalieri”, soccer categoria “open” ai “Waikiki”, emulati fra i più piccoli dal “Real Madrid”. Sotto rete, nel foot volley, è la Lombardja a prendersi l’alloro.

Il mare è stato poi quadro ideale per incorniciare le gesta dei piloti della motonautica. La tappa del campionato regionale reca in dote il successo di Alberto Sciotto. Ampia soddisfazione si legge nelle parole di Giuseppe Arcanà delegato proviciale Fim Coni: «Ringrazio quanti a vario titolo e secondo le loro competenze ci hanno permesso di essere qui. La sinergia e la volontà di diverse parti sono stati la reale chiave di volta per assistere, dopo tantissimi anni, nuovamente, al Gp di Messina». Motori e non solo, pure la pallanuoto ha avuto il suo re: ad alzare la coppa gli “A soreta”. Il ballo ha incantato gli appassionati, grazie ai passi del “Centro Danza Sportiva International” dei maestri Sergio De Domenico ed Emanuela Migliore, mentre, il fitness mantiene enorme appeal, sfoggiando due presenter di assoluto livello: Mario Maniaci per il jazzercise e Angela Verrelli per la Zumba.

Antipasto serale a cura di diversi cantautori locali. Ad aprire la scena Gabry Dory, subito dopo Alessandro Novo ha alzato la temperatura, diventata incandescente, nel momento in cui a salire sul palco sono stati gli attesissimi “Zero Assoluto”: «Venire a Messina è sempre una grande gioia, siamo arrivati nel pomeriggio e abbiamo avuto la fortuna di assistere a un grande spettacolo del quale siamo felici di aver costituito l’ultima chicca». La metrica e la melodia dei testi hanno emozionato e infiammato le corde vocali dei numerosissimi fan in visibilio. Il canto incessante ha acceso ulteriormente una manifestazione perfettamente riuscita. Sotto le stelle il divertimento è continuato con Bisha. Sui piatti, fatti girare con indubbia professionalità, da Fabrizio Duca e Andrea Gugliandolo, trionfatore dell’ultimo dj contest, è calato il sipario.

Il boom del “Messina Olymparty” si legge chiaramente nella soddisfazione del presidente della “Mediterranea Eventi Asd” Alfredo Finanze: «Siamo nell’ordine delle cinquemila presenze che si traducono in risultati esaltanti sotto ogni punto di vista. Compresi i giochi da tavolo raggiungiamo gli ottocento atleti. Sport come il beach handball, hanno stupito addetti ai lavori e non, incuriosendo e appassionando. Le dimensioni regolamentari del campo da basket e del canestro hanno facilitato la crescita delle squadre e lo sviluppo della competizione. In un contesto del genere, siamo entusiasti della pallanuoto e della motonautica per il coefficiente di spettacolarità di cui si sono resi protagonisti. Sappiamo di poter e dover migliorare diversi aspetti – ha sottolineato Finanze - ma le risposte avute sono la migliore iniezione di fiducia per spronarci a guardare al futuro con rinnovata fiducia. Lipari ieri e, la ciliegina degli Zero Assoluto oggi, sono gemme autentiche e non possiamo che essere felicissimi di averli avuti con noi. Il grazie va allo staff per non aver mollato un centimetro nonostante le difficoltà, l’appuntamento, invece, è per la prossima edizione».

 




Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci